Page 1

Armando Cusani

NEWSLETTER

Comunicazione politica e attività amministrativa del Presidente della Provincia di Latina Anno III - numero 64| 8 marzo 2011 |Supplemento al Periodico di approfondimento politico Agorà - Registro Stampa del Tribunale di Latina n.877 del 9/3/2007

PORTO DI GAETA E AUTOSTRADE DEL MARE

Cusani: «Intendiamo portare avanti questo progetto, che poniamo al centro della nostra azione di governo e per quello che potrà derivare anche da altri livelli istituzionali»

Il Presidente della Provincia di Latina Armando Cusani e sullo sfondo il Porto di Gaeta

N

el giugno dello scorso anno una delegazione composta dal presidente della provincia di Latina Armando Cusani, dal direttore dell’Apt

AGRICOLTURA

Paolo Graziano, da Ennio Forte, professore in economia dei trasporti all’Università Federico II di Napoli e dal dott. Giovanbattista Balletta,

esperto dei trasporti marittimi, si recò in visita istituzionale all’Autorità Portuale di Barcellona. continua a pagina 2

SOCIAL CARD E LE POLEMICHE ELETTORALI DI MOSCARDELLI

Gina Cetrone, due importanti provvedimenti a pagina 5

a pagina 3

PROVINCIA SOLIDALE


2

Armando Cusani

NEWSLETTER

8 marzo 2011

PORTO DI GAETA E AUTOSTRADE DEL MARE

Cusani: «Intendiamo portare avanti questo progetto, che poniamo al centro della nostra azione di governo e per quello che potrà derivare anche da altri livelli istituzionali»

Il Porto di Gaeta

I

l dichiarato scopo della missione era di comprendere come in soli 18 anni la città di Barcellona fosse stata in grado di diventare la principale infrastruttura di trasporti e servizi della Catalogna e una delle prime quattro regioni trainanti in Europa. I due giorni trascorsi a Barcellona furono utili alla delegazione pontina per acquisire le esperienze operative dei protagonisti del “miracolo catalano”, incontrando, tra gli altri, Jordi Valls presidente del porto, Oriol Balaguer i Julià direttore generale del porto e dell’aeroporto y Costas, Xavier Ribò manager del Barcellona Centre Logistic Catalunya. Colloqui propedeutici per iniziare anche in provincia di Latina un tragitto capace di far agganciare alle grandi autostrade del mare il porto di Gaeta. Autostrade del mare, che a conti fatti, sono competitive per quanto riguarda il trasporto delle merci, passeggeri e crocieristico, con risparmi certi sui tempi di percorrenza, rischi d’impresa, tutela ambientale, ed economici. A qualche mese dalla missione in Catalogna, la provincia di Latina è oggi in grado

di poter offrire sul tema una importante ricerca dal titolo: “Portualità, retroportualità e inland terminal del basso Lazio: sviluppo dei mercati della logistica e dei trasporti con riferimento alla Provincia di Latina”. «Su questa materia ci siamo impegnati - afferma il presidente Armando Cusani - e sviluppato un rapporto di collaborazione con il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, il quale ha prodotto uno studio sulle potenzialità di crescita del territorio provinciale e, in particolare, del porto di Gaeta. La ricerca condotta dalla Federico II perviene, attraverso una approfondita analisi dei dati e delle informazioni, a interessanti e strategiche proposte che vanno oltre il territorio provinciale e la sua portualità, per abbracciare l’intera area centro-meridionale italiana e, in un’ottica di itinerari e ambiti geografici europei e mediterranei. Ma non sarebbe stato possibile raggiungere i positivi risultati e, quindi, le proposte strategiche conclusive, senza il determinante apporto di studiosi e cultori esterni ai quali intendo esprimere profonda riconoscenza.

Quanto agli impegni derivanti dai risultati raggiunti, non v’è dubbio che sarà speso tutto l’impegno per acquisire le risorse finanziarie necessarie all’attuazione di un programma d’interventi. Pertanto, intendiamo portare avanti questa ricerca, che poniamo al centro della nostra azione di governo e per quello che potrà derivare anche da altri livelli istituzionali. Voglio infine sottolineare - conclude il presidente Cusani - la vastità dell’ambito territoriale di riferimento della ricerca che ha inteso vedere, in un contesto alquanto omogeneo, le aree coinvolte dell’alto casertano e del basso Lazio, provincia di Latina e Frosinone in primis: realtà territoriali che il Gruppo di lavoro del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, coordinato dal prof. Forte, hanno avuto come riferimento più generale della loro interessante ricerca». Il documento sarà presentato in una prossima riunione del comitato portuale di Civitavecchia, Gaeta e Fiumicino. Everardo Longarini

Portavoce del Presidente Armando Cusani


8 marzo 2011

3

Armando Cusani

NEWSLETTER

SOCIAL CARD E LE POLEMICHE ELETTORALI DI MOSCARDELLI

«Le insane ambizioni del candidato del PD: dopo 5 inutili anni in Regione Lazio, ora vorrebbe fare il sindaco di Latina»

I

l candidato sindaco del PD per il Comune di Latina, Claudio Moscardelli, ha perso una buona occasione per tacere sull’iniziativa della “social card”, fortemente voluta dal Presidente Armando Cusani, ma bollata come una “piccola elemosina” sulla stampa locale. I numeri forniti da Moscardelli sono sbagliati: lo stanziamento complessivo della Provincia di Latina è sì “di notevole spessore”, come dice Moscardelli, ma non è di 610.000 euro, bensì è il doppio, 1.221.760 euro, poiché la proroga dell’adesione alla Carta Acquisti per l’anno 2011, non è semestrale come nel 2011 ma estesa ai 12 mesi dell’anno. Il contributo (di 40 euro a bimestre) non è erogato in maniera diretta alle famiglie povere, è un incremento aggiuntivo che va a integrare l’importo accreditato sulla carta dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (di 80 euro a bimestre) per ciascun beneficiario che viene individuato secondo i criteri stabiliti dallo stesso Ministero e non dalla Provincia di Latina. Si tratta, in ogni caso, di situazioni di “povertà assoluta” e di condizioni di forte disagio economico. Il “bonus” servirà in questi casi a sostenere l’acquisto dei generi alimentari e il pagamento delle bollette di luce e gas. Nel 2010 i casi di povertà assoluta indicati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze nella nostra provincia sono in totale 3.818 unità che su una popolazione di 540.000 abitanti rappresentano meno dell’1%. Sessanta euro al mese possono sembrare una copertura finanziaria risibile per molti ma sono certamente un valido aiuto per chi nel nostro Paese ha difficoltà non solo a pagare le bollette e l’affitto, ma anche a procurarsi il cibo. La Provincia di Latina è l’unica in Italia a contribuire alla Carta Acquisti e come gruppo Pdl della Provincia di Latina ne siamo orgogliosi. Peraltro si tratta di un aiuto “straordinario” che va a sommarsi ai contributi diretti, voluti sin dal 2005 dal Presidente Cusani, per le utenze deboli della Provincia: un “Fondo Sociale”, strutturato nel Bilancio, che ha già permesso, negli anni passati, ad oltre 30.000 famiglie della Provincia di Latina di usufruire gratuitamente di 110 metri cubi annui

pari a 301 litri di acqua al giorno. A partire dal 2010 l’amministrazione provinciale ha moltiplicato i propri sforzi prevedendo l’applicazione un ulteriore bonus a favore delle famiglie numerose. Il contributo supplementare è di: 110 euro per i nuclei familiari formati da 5 componenti; 170 euro per i nuclei familiari formati da 6 componenti; 200 euro per i nuclei familiari formati da più di 6 componenti. Stiamo parlando di misure aggiuntive che vanno a sommarsi alle azioni messe in campo dalla Provincia per fornire servizi alle fasce deboli della popolazione: anziani non più autosufficienti, disabili, minori, assistenza domici-

soggetti più svantaggiati, degli emarginati e delle fasce di reddito deboli: - 4.000.000 di euro sono stati stanziati per tutta una serie d’interventi altamente qualificanti che caratterizzano il nostro impegno sociale. Tra questi figurano i progetti a favore degli anziani, gli interventi finalizzati alla riduzione delle tossicodipendenze, dell’emarginazione e della devianza giovanile e tutte le misure a sostegno delle donne maltrattate. Inoltre, si è inteso prevedere risorse di bilancio per affiancare e sostenere i comuni, le strutture sanitarie e tutti gli altri soggetti impegnati nel sociale per la realizzazione di interventi altamente qualificanti e di ampia ricaduta; - 1.500.000 di euro è la misura dell’impegno destinato per l’assistenza specialistica ai minori disabili nelle scuole; - 170.000 euro servono per confermare le iniziativa destinate a contrastare la mendicità minorile ed a tutelare tutte quelle persone che vivono in condizioni di assoluta povertà senza fissa dimora. Tali attività che nei primi anni hanno già dato importanti risultati circa il contrasto alla mendicità e il recupero alla società di numerosi minori, dal 2010 sono gestite dalla Croce Rossa Italiana; - 100.000 euro sono le risorse che vengono destinate alle politiche in materia di Pari Opportunità al fine di promuovere la cultura della parità tra uomini e donne; - 400.000 euro sono le spese per le risorse umane e strumentali impiegate per la realizzazione di tali interventi. Giudichi allora Moscardelli se sono briciole, elemosine, caramelle gettate alla finestra o interventi mirati. Non c’è un solo cittadino della provincia che si sia rivolto ai nostri uffici per la mancanza o la scarsità di un servizio dovuto e che non sia stato ascoltato o aiutato. E soprattutto, ci dica Moscardelli dove è stato e che cosa ha fatto lui in cinque anni alla Regione come consigliere. Lo stesso vorrebbe fare al Comune di Latina?

PROVINCIA SOLIDALE

liare. A maggio del 2010 la Provincia ha dedicato un numero monografico dell’Ente (pubblicato sul sito istituzionale) quello2008 che è stato fatto Anno II n°su 5 tutto - III trimestre nel sociale con www.provincia.latina.it tutti i numeri delle strutture e dei servizi per ciascun distretto socio-sanitario, ben 322 nel 2009, distribuiti sul territorio. Ma torniamo ai numeri. Quelli reali ed effettivi e non quelli forniti da Moscardelli, candidato sindaco PD al Comune di Latina. Per il 2011 la Provincia di Latina ha stanziato 8.170.000 euro per il sociale. Per questa annualità abbiamo dovuto fare i conti non solo con le solite regole del patto di stabilità interno, ma anche con i tagli determinati con la manovra estiva 2010 e pari a circa 1.700.000 euro. In quest’ottica è stato, comunque, garantito il livello dei servizi erogati agli utenti assicurando i tradizionali interventi e continuando a sostenere iniziative in materia e progetti mirati a favore dei Trimestrale della Provincia di Latina

Gruppo Consiliare PDL Provincia di Latina


4

Armando Cusani

NEWSLETTER

8 marzo 2011

Spese di funzionamento

285.000 EURO PER I 34 ISTITUTI SUPERIORI DI COMPETENZA PROVINCIALE NUCLEARE

STEFANELLI: «LA PROVINCIA DI LATINA HA GIÀ DATO»

A S

ulla questione di un deposito nazionale per il nucleare a Borgo Sabotino, duro l’intervento dell’assessore provinciale all’Ambiente Gerardo Stefanelli. «Non esiste alcuna concreta ipotesi di realizzazione di un deposito nazionale per il nucleare a Borgo Sabotino. - tiene a precisare l’assessore provinciale all’Ambiente Gerardo Stefanelli - Non esiste alcun documento ufficiale dove questa fandonia venga riportata, anzi i criteri che porteranno all’individuazione di un deposito nazionale per il nucleare depongono all’incontrario. Infatti, esistono fattori che escludono Borgo Sabotino in primis perchè è un’area fortemente antropizzata con nuclei abitativi a ridosso del sito. Ma anche per una questione di spazi, visto che il sito dovrebbe essere realizzato ha bisogno di centinaia e centinaia di ettari. Nessun allarmismo, quindi, e chi cerca di cavalcare il tema nucleare per fini puramente elettorali fa un grave danno a tutta la collettività».

nche per l’anno scolastico 2010/2011 la Provincia di Latina, Settore Politiche della Scuola, ha provveduto ad erogare ai 34 istituti scolastici superiori di sua competenza le somme spettanti per spese varie di ufficio, arredamento e utenze telefoniche, da introitare nel bilancio della scuola. Gli importi per ciascuno istituto sono stati calcolati secondo i parametri indicati nel “Protocollo d’Intesa” firmato nel precedente anno 2010. Il “patto” firmato tra Provincia e Istituti superiori impegna la Provincia a istituire il fondo annuale per le “spese di funzionamento”

e impegna le scuole a introitare le somme erogate nel proprio bilancio utilizzandole per le finalità indicate, con obbligo di rendicontazione, di invio della copia del registro inventario dei beni mobili dell’Istituto e di trasmissione di una relazione annuale sulle iniziative messe in atto per razionalizzare le spese senza intaccare i diritti degli studenti e del personale scolastico e senza incidere negativamente sul processo di apprendimento generale. Le “spese di funzionamento” stanziate dalla Provincia per l’anno in corso ammontano a 285.000 euro.

LA GIUNTA CUSANI DELIBERA...

I

ntervento stradale e definizione dei limiti temporali e territoriali del carp-fishing sono i due punti all’ordine del giorno deliberati dalla Giunta Cusani. Il primo argomento riguarda l’approvazione del progetto preliminare del completamento dell’intervento di adeguamento della strada di collegamento tra la SS. Appia e la S.P. Fondi-Sperlonga nel Comune di Fondi per una spesa complessiva di €

4.890.315,54. L’altro, la conferma anche per l’anno 2011 e gli ani successivi, il tratto del corpo idrico interessato per la pratica del carpfishing, ovvero: Canale Selcella, dal ponte della migliara 51 all’impianto idrovoro di Mazzocchio sponda Dx mt. 3000 circa, dal ponte della Migliara 49 al ponte della Migliara 51 sponda Dx per mt. 3000 circa.


8 marzo 2011

Armando Cusani

NEWSLETTER

5

Agricoltura

GINA CETRONE, DUE IMPORTANTI PROVVEDIMENTI

«È

stata per me una grande soddisfazione», dichiara la consigliera regionale Gina Cetrone, a margine dell’approvazione della legge in favore degli organismi collettivi di garanzia dei fidi nel settore agricolo. «In qualità di relatrice di maggioranza prosegue - ho avuto l’onore di relazionare in Aula sia la legge sulle fitopatie, sia quella sui confidi che ha trovato l’accordo di tutti i membri del Consiglio Regionale. Il lavoro svolto in questi mesi in Commissione è stato importante e incessante, soprattutto perché si opera in un settore in continua evoluzione e che necessita di strumenti adeguati, atti a garantire sostegno e riposte concrete agli agricoltori. L’approvazione di due dispositivi normativi così importanti per il comparto e che prevedono finanziamenti per un totale di 4 milioni di euro dà concretezza della volontà di questa amministrazione di sostenere l’agricoltura

in un momento di forte difficoltà economicofinanziaria globale e sofferente da oltre 20 anni». Ed ancora, durante il suo intervento per l’approvazione della legge che contrasta i danni provocati dalle fitopatie ed infestazioni parassitarie, Gina Cetrone ha ricordato l’allarmante incidenza del fenomeno della batteriosi del kiwi ed il cinipide del castagno, ed ha sottolineato che «L’efficacia della proposta di legge, andando incontro alle difficoltà vissute dai già penalizzati agricoltori, è palese in un’ottica di breve periodo, integrata dall’importante attività di studio e ricerca portata avanti dall’Università degli Studi della Tuscia, che è orientata all’elaborazione di una metodologia risolutiva». Inoltre, nella seduta del Consiglio dedicata all’approvazione della Proposta di Legge sui confidi agricoli, ha posto l’accento sull’impatto negativo che un sempre più difficile

accesso al credito bancario ha sul comparto agricolo e sull’importanza di adottare un approccio integrato con risorse pubbliche. «Per gli agricoltori - ha affermato la consigliera regionale - la difficoltà di accedere al credito ha significato l’impossibilità di ovviare al peggioramento della ragione di scambio con una riduzione dei redditi a fronte di uno squilibrio tra alti costi di produzione e bassi prezzi di vendita, nonché al fenomeno dell’immobilizzazione finanziaria, dovuta ai tempi di vendita molto lunghi che caratterizzano alcune colture». Proprio per queste ragioni, Gina Cetrone ha sostenuto l’importanza di approvare una legge che favorisca il ritorno ad un più facile accesso al credito bancario, attraverso la crescita ed una migliore strutturazione degli organismi collettivi di garanzia dei fidi agricoli.


6

Armando Cusani

8 marzo 2011

NEWSLETTER

“IL CORAGGIO DELLA FEDELTÀ” Il nuovo libro del Generale Aldo Lisetti

C

on un nuovo libro di Aldo Lisetti, delegato provinciale alla sicurezza sociale, si apre una collana che l’editore Armando Caramanica di Marina di Minturno intende dedicare alla storia e ai protagonisti dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Il libro porta il titolo: “Il coraggio della fedeltà - Storia del colonnello dei carabinieri Enrico Lisetti (1904-1974)”, biografia scritta dal figlio Aldo, oggi generale dell’Arma nella riserva, autore di numerosi saggi e racconti. Il lavoro si inserisce, come altri libri sulla guerra editi in precedenza dallo stesso Lisetti, nel filone delle pubblicazioni dedicate al “Percorso della Memoria” avviato nel 2005 dal Presidente della Provincia Armando Cusani, dopo la concessione della Medaglia d’Oro al Merito Civile al Gonfalone provinciale da parte del Presidente della Repubblica. Fu proprio Cusani, in occasione della presentazione a Formia, nel 2004, del volume “Martiri ed Eroi di guerra tra i pastori aurunci” a chiedere a Lisetti di far parte di un “team” di storici della provincia per elaborare la relazione di base necessaria a documentare la richiesta della Medaglia d’Oro al Merito Civile. Lisetti, infatti, già da molti anni curava le ricerche per la ricostruzione, documentata e

dettagliata, degli eventi bellici che investirono la provincia tra l’8 settembre 1943 e la fine di maggio 1944. Sono circa dieci anni di lavoro, iniziato prima ancora della sua elezione a sindaco di Campodimele, avvenuta nel 2002, che portò alla pubblicazione di “Silenzi di guerra”, relativo alle violenze subite da donne e bambini da parte delle truppe di colore dell’esercito francese. Egli ha aperto armadi degli scheletri presso ministeri e archivi privati per conoscere la verità, ha dato luogo a manifestazioni celebrative civili e militari, costituendo un comitato presieduto dall’allora ministro della Difesa Antonio Martino, ha coinvolto le popolazioni dei paesi interessati ed ha registrato eccezionali presenze anche nella piccola Campodimele: senatori Claudio Fazzone, Oreste Tofani, Riccardo Pedrizzi, Michele Forte, Mario Palumbo; deputati Stefano Zappalà, Antonio Tajani. Lisetti ha organizzato anche convegni e tavole rotonde con scrittori di prestigio: Gabriella Gribaudi, Pasquale Maffeo, Fabrizio Carloni ed altri. Dopo tanto impegno, dopo aver scritto diversi libri di eventi e protagonisti della storia del nostro Paese (tenente dei Bersaglieri Ma-

rio Musco di Ponza, maresciallo di Fanteria Domenico Di Fonzo di Campodimele, maresciallo della Finanza Antonio Ambroselli di Castelforte), Lisetti ha deciso di pubblicare - trovando la immediata disponibilità dell’editore Caramanica - un volume sul padre che da ufficiale dei carabinieri fu volontario in tutte le guerre della sua generazione e alla fine operò, prima e dopo l’8 settembre 1943 nella fascia di territorio tra il fiume Volturno e il Garigliano e poi ad Avellino, Taranto e Napoli ancora in stato di guerra. Singolare e interessante, nel contesto biografico, è l’appartenenza dei Lisetti, nel corso di almeno quattro generazioni, alle forze di polizia o, comunque, a servizio della legge. Con gli stessi nomi degli avi, infatti, oggi: Sara Lisetti é vicequestore della polizia di Stato in servizio a Roma ed Enrico Lisetti è avvocato patrocinante in Cassazione con studio a Roma e a Gaeta. L’inedita pubblicazione esce proprio nella ricorrenza dell’Unità d’Italia, sviluppa il tema delle campagne militari che videro le truppe italiane impegnate sui fronti dell’Africa, della Spagna, dei Balcani, della Grecia, della Macedonia, della Jugoslavia e, infine, sul territorio italiano.


8 marzo 2011

7

Armando Cusani

NEWSLETTER

ATTIVITÀ DELLA PROVINCIA DI LATINA Attestato Idoneità esercizio attività di consulenza 14 per la circolazioneNEWSLETTER dei mezzi di trasporto Armando Cusani

30 luglio 2010

I

salute è per i cittadini della Regione costituzionall SettoreLaPianificazione Urbanistica - unLeinteresse sessioni d’esame sono programmate QUESTO che CONSESSO avranno presentato la domanda enmente protetto che deve trovare cogenza nelle azioni e nelle scelte • Nel ribadire con forza il totale dissenso alla decretazione comTrasporti operate informa che anche per l’anno per i mesi di giugno e ottobre 2011. tro il termine dele 06/09/2011. dalla Regione e dal suo Presidente senza quei compromessi missaria a far data dal 2006 in tema di Sanità proposto dai Com2011 vengono indette 2 sessioni esame Nella sessione di Giugno 2011 parteciavvisi di riferimento sono scaricabili dei quali il Commissario alladiSanità inevitabilmente deve consideramissari chelaad oggi si sonoGli succeduti; per il conseguimento dell’attestato di ido- delpazione alle prove riservata can- documento re nella realizzazione della quadratura cerchio. Perché mentresarà • avendo con ilaipresente ogni ampia disponibilità alla sesul sitoofferto www.provincia.latina.it per il Presidente della Regione il diritto alla didati salute è che per i hanno suoi cittadiad un percorso condiviso che possa portare il Commissario un neità professionale all’esercizio dell’attipresentato la domanda zione Comunicazioni - AltriadAvvisi Banni un dirittoper irrinunciabile e per questo prezzo, per il Commisripensamento delle scelte operate; vità di consulenza la circolazione dei senza entro il termine del 10/05/2011, mentre di. sario alla Sanità, suo malgrado e siamo sufficientemente onesti per • ferma la disponibilità ad un confronto per offrire chiarimenti ed mezzi di trasporto - Legge 264/91. nella sessione di Ottobre per i candidati comprenderne le ragioni, la salute diviene un fattore eminentemente approfondimenti delle proposte tutte motivate, argomentate ed illu-

economico perseguibile secondo logiche esclusivamente aziendali- strate nel presente documento. stiche ove paradossalmente la tutela della vita umana diviene inSI IMPEGNA conciliabile con la ristrettezza delle risorse. Ben si staglia quindi la A promuovere un’azione comune a sostegno delle ragioni del terridefinizione atecnica di Commissario del Budget piuttosto che della torio attraverso: sanità, poiché è la gestione delle risorse, la loro distribuzione ed • la convocazione della Conferenza dei Sindaci; il loro recupero la missione preponderante del Commissario, non • la convocazione della Conferenza delle Istituzioni; a Provincia di Latina informa che, relatie la graduatoria ditali merito il profilo provincia.latina.it, nellacon pagina Albo Pretorio certamente la produzione di salute per i cittadini. Riteniamo per • laper convocazione di Consigli Provinciali congiunti la Provincia vamenteragioni all’avviso pubblico di cuisoddisfare al pro- l’interesse fessionale ausiliari”. “Altri Avvisi e Bandi” o presso la Provinche questo non possa della“Addetto Regione edai servizi di Frosinone, Rieti e Viterbo; invitiamo Presidente della Giunta da questapossono veste, •consultare l’audizione ed il coinvolgimento tutti gliServizio operatori Formazione medici e pa- Profesgetto per l’avvio di iltirocini formativi pressoda spogliarsi Gli interessati direttacia di di Latina, il bisogno di salute, al mente fine di ilpoter realizzare di tutti gli del Via sistema sanitario.I - n. 37, tel. 0773 il Tribunaleinconciliabile di Latina,con è stato pubblicato contenuto del ramedici, presenteeavviso sulstakeholder sionale, Umberto compiutamente scevra da ogni condizionamento legato a logiche Si impegna, infine, laddove risultassero disattese tutte le istante di l’esito dellaragionieristiche prova orale gli delinteressi 3 marzo 2011 sito della Provincia di Latina, www.prodella Regione Lazio e dei suoi cittadini, cui al presente documento,401404. a perseguire anche giudizialmente e su un tema che non tollera commistioni né accetta compromessi di presso ogni sede opportuna gli interessi del territorio della Provincia sorta. Da ciò il recupero della responsabilità diretta della Regione di Latina lesi e pesantemente penalizzati dalle scelte promananti dai nella gestione del deficit che conduca al superamento di un a gestio- Commissari ad acta per la Sanità che si sono avvicendati e di cui ai ne commissariale inidonea ad assicurare il diritto di cui all’art.32 decreti approvati e che non trovano, alla luce di quanto motivatadella Cost. mente espresso, alcuna condivisione da parte di questo Consesso.

TIROCINI IN TRIbUNALE, L’ESITO DELLA PROVA ORALE

L

Il cittadino, prima di tutto.


8

Armando Cusani

NEWSLETTER

8 marzo 2011


Newsletter n.64  

Comunicazione politica e attività amministrativa del Presidente della Provincia di Latina

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you