Page 1

PERIODICO DI INFORMAZIONE COMUNALE

STEZZANO

ANNO XVI - N째4 - Dicembre 2008

www.comune.stezzano.bg.it


Indice Pag.

3

Pag.

5

Pag.

10

Pag.

24

Pag. Pag.

27 32

Pag.

42

Pag.

48

dicembre 2008

• LA PAROLA AL SINDACO - Riflessioni di fine anno • GRUPPI CONSILIARI: - “Amministrazioni locali e sport: gestori o promotori?” - Lega Nord Forza Stezzano - Stezzano 99 • IN PRIMO PIANO: - Imparare l’ambiente & raccolta differenziata - Novita’ nella rete - Lavori pubblici: flash - Zoom: focalizziamoci su... - Un regalo per la vita - In caso di neve - Delibere di Giunta e Consiglio Comunale • CULTURA: - Consigli di lettura dalla biblioteca - Nati per leggere - I mercoledì dell’arte • Raccolta rifiuti 2009 • A PROPOSITO DI: - 4a Festa dello Sport - Adolescenti & Adulti: Adolescenti e “tempo libero???” - Sagra d’Autunno • ASSOCIAZIONI: - Festa del Tricolore - Commemorazione IV novembre e dei caduti di tutte le guerre - SPI CGIL - Gruppo Alpini Stezzano - AVIS Stezzano • SPORTIVAMENTE: - C.P.S. Stezzano - Federazione italiana della caccia - Sezione comunale di Stezzano - Karate Stezzano - ... A tutta velocità Reg. Trib. di Bergamo n. 32 del 7/6/1991 P ERIODICITÀ TRIMESTRALE D IRETTORE RESPONSABILE : Stefano Cortesi L A R EDAZIONE È COMPOSTA DA : Alberto Bruletti, Nicoletta Caravita, Gianmario Facoetti, Enrico Maffioletti, Paola Valente G RAFICA E STAMPA :

Cooperativa Sociale “La Solidarietà” via IV Novembre, 3 - 24044 Dalmine (Bg) - Tel. 035.564193 - Fax 035.4512373

D ISTRIBUZIONE : Volontari Parrocchia di Stezzano

F OTOGRAFIE :

STUDIO RIVA - Piazza Libertà - Stezzano - Tel. 035.591064

C ORREZIONE

BOZZE :

Chiara Moroni

2


La parola al Sindaco

dicembre 2008

RIFLESSIONI DI FINE ANNO crediamo di avere compiuto alcune scelte importanti, volte a delineare un paese vivibile, rispettoso delle persone e nel quale siano soddisfatti i loro bisogni; scelte non improvvisate o fine a se stesse, bensì scelte che spesso sono il frutto di studi effettuati durante gli anni scorsi e che comunque fanno parte di un quadro complessivo e unitario. Parlo di Opere Pubbliche, come ad esempio il rifacimento di parte della piazza della chiesa o di via Mascagni, dei lavori iniziati agli impianti sportivi, di un’opera di estrema importanza come l’ampliamento delle scuole medie che, terminate le questioni burocratiche e legali, inizierà molto presto. Parlo anche dell’adozione del nuovo Piano di Governo del Territorio (PGT), dove il territorio è considerato davvero una risorsa da conservare e valorizzare, incentivando il recupero di aree già edificate e limitando l’urbanizzazione di aree verdi alle

Al termine di ogni anno è abitudine, per ognuno di noi, pensare al t e m p o trascorso, alle cose successe, a quello che si è fatto, a quello che si sarebbe potuto o che ci s a r e b b e piaciuto fare. Anche un’Amministrazione Comunale, in particolare quella che guido, e non solo per doveri di bilancio, fa il conto di quanto aveva previsto di fare, di quello che è riuscita ad attuare e di quello che resta ancora da compiere. Quello che c’è da fare in futuro è ancora molto, sia per la conseguente rapida e notevole crescita demografica, sia per le pressioni di ogni tipo verso questo comune (che si trova evidentemente in una zona strategica). La mia Amministrazione ha scelto da subito di tutelare maggiormente il territorio, di elevare il grado di vivibilità delle aree urbanizzate esistenti, di migliorare la qualità della vita di ogni singolo cittadino. La futura Amministrazione del nostro comune sarà chiamata a confermare o meno questi indirizzi, scegliendo in maniera chiara fra politiche per un territorio più riqualificato o più sfruttato, più urbanizzato o più edificato, più vivibile o più vendibile, più socializzante o più speculativo: insomma si imporranno scelte forti, nette, motivate. In quest’anno che è trascorso

Via Mascagni

3


stezzano settembre 08.qxd

15-12-2008

9:30

Pagina 4

La parola al Sindaco opere che hanno un ritorno diretto di utilità sociale. Parlo anche dell’adesione al Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) del rio Morla e delle Rogge, per la tutela e la valorizzazione in ambito sovracomunale delle aree agricole. Parlo di quelle attività, forse meno appariscenti ma estremamente importanti, come le attività nell’ambito della cultura in generale e della scuola in particolare; quelle relative ai servizi sociali con la protezione dei soggetti più deboli e disagiati e l’avvio di iniziative tese a valorizzare la persona nella sua espressione più piena; quelle, e le accenno soltanto, che ormai stanno diventando “ l ’ e t e r n a ” questione della centrale termoelettrica o il problema della qualità dell’aria.

dicembre 2008

Ampliamento Scuole Medie Tante altre ancora sono le cose fatte; ci tenevo però a sottolineare che l’indirizzo della mia Amministrazione è stato sviluppato raccogliendo le indicazioni di voi concittadini durante le assemblee pubbliche e durante gli incontri personali, con un lavoro di sintesi e di scelta delle priorità. Anche le scelte future saranno effettuate seguendo questa linea. Concludo confermando l’impegno della mia l’Amministrazione in favore di tutta la cittadinanza e colgo l’occasione per augurare ad ognuno di voi di trascorrere un Santo Natale in pace e serenità. Il Sindaco Stefano Oberti

L’Amministrazione Comunale e il Consiglio Comunale dei ragazzi sono lieti di porgere il benvenuto al nuovo Parroco, don Mauro Arizzi, e formulano a lui ed ai suoi collaboratori i migliori auspici per un proficuo lavoro nella comunita’ di Stezzano. 4


Gruppi Consiliari

dicembre 2008

“AMMINISTRAZIONI LOCALI E SPORT: GESTORI O PROMOTORI?”

sportiva per tanti ragazzi e giovani stezzanesi. Abbiamo voluto chiedere ai Gruppi Consiliari quale ruolo debba essere attribuito allo “sport” nelle logiche di programmazione di un’amministrazione locale; quale sia il peso delle “questioni sportive” rispetto alle tante “questioni” sociali, economiche, ambientali, di sviluppo, etc. - che un’amministrazione locale deve affrontare; quale debba essere l’approccio da adottare per esaltarne la valenza educativa, soprattutto in favore delle giovani generazioni. Vorremmo cioè sapere se un’amministrazione locale si debba limitare alla gestione delle infrastrutture sportive pubbliche o, al contrario, debba farsi promotrice di iniziative utili al sostegno della pratica sportiva. Ecco il parere dei Gruppi. La Redazione

L’avvio dei lavori di riqualificazione degli impianti sportivi comunali di via Isonzo ed il recente opuscolo del Sindaco sul tema, sono un’occasione quanto mai propizia per interrogarsi sul valore che lo “sport” deve assumere nell’ambito dell’azione amministrativa di chi governa un paese. Da sempre, infatti, viene sottolineata l’importanza dello “sport” quale elemento fondamentale per trasmettere, soprattutto nelle persone più giovani, parecchi di quei valori utili alla crescita ed alla promozione umana. Stezzano, del resto, esprime un tessuto sportivo di tutto rispetto; ne è la prova il vasto numero, oltre che di praticanti, anche di associazioni e società di varie discipline sportive presenti ed attive sul territorio (spesso ospitate anche sulle pagine di Zoom), che da sempre rappresentano una palestra di crescita

5


Gruppi Consiliari

dicembre 2008

ritiene imprescindibili. Detto questo, alcune considerazioni sulla realtà locale sono inevitabili e domandiamo: negli ultimi quattro anni di amministrazione, guidata a Stezzano dal centro sinistra facente capo a “Stezzano 99” cosa è stato fatto per lo sport? A nostro avviso tanta è stata l’attenzione degli attuali amministratori verso questo consistente fenomeno di cui è ricca la comunità che, per prima cosa, hanno eliminato l’assessorato di riferimento, dotando di delega allo sport un consigliere comunale di maggioranza. A nessuno tra i componenti della giunta comunale, è stata assegnata questa competenza e la mancanza di una “regia” si è fatta sentire. Per noi questo è un fatto molto negativo che contrasta con le enunciazioni ed i proclami politici che “Stezzano 99” indirizza al florido mondo sportivo stezzanese. “Stezzano 99” ha affossato la Società Cooperativa Sportiva i cui componenti con impegno e dedizione organizzavano attività e programmavano l’uso delle strutture pubbliche al fine di favorire l’accesso alle varie discipline al maggior numero possibile di utenti Stezzanesi, in particolare piccoli e giovani per evitare migrazioni degli sportivi Stezzanesi in altri comuni, cosa questa che purtroppo a Stezzano si sta invece verificando. Stezzano 99 ha temporeggiato la costruzione del centro natatorio

Lega Nord Forza Stezzano Rispondiamo subito al quesito che ci è stato posto: un’amministrazione locale ha il dovere di promuovere lo sport e, se il caso, di gestirlo. Le diverse discipline sportive sono considerate utili strumenti di prevenzione poiché favoriscono la socializzazione, il rispetto reciproco, l’aggregazione ed il divertimento. Per promuovere seriamente lo sport un’amministrazione deve rispondere alle esigenze di spazi che l’esercizio delle diverse discipline richiede, dotando il territorio di opere, quali palestre e campi attrezzati per le diverse attività; deve contribuire destinando adeguati fondi alle associazioni che, senza fini di lucro, coinvolgono in particolare bambini e ragazzi nelle attività e/o consentire ai cittadini interessati di accedervi praticando agevolazioni tariffarie agli stessi. L’amministrazione ha il dovere di incentivare tutti gli sport, anche quelli minori, meno famosi del calcio e può anche assumere le vesti di gestore se vi è la necessità di favorire l’accesso alle strutture pubbliche con criteri di equità ed imparzialità, a fronte di una pluralità di richiedenti. Può farlo in prima persona destinando allo scopo risorse umane dei pubblici uffici così come avviene per altri ambiti (sociale, scuola ecc.) o incaricare altri soggetti a farlo per suo conto nel rispetto di principi che

6


Gruppi Consiliari facendo accumulare alla società del project financing oltre due anni di ritardo per la costruzione dell’impianto e della sua messa in funzione, ritardi che possono aver provocato problemi organizzativi e soprattutto finanziari agli operatori, vista l’entità dell’investimento. D’altro canto “Stezzano 99” quel progetto non lo ha mai voluto, salvo poi uscire con volantini politicamente puerili con cui si faceva vanto di aver realizzato la piscina. Inoltre ha voluto una modifica al progetto per la parte esterna che riguarda il campo di calcio, con il risultato che quelli disponibili oggi a Stezzano risultano insufficienti a soddisfare la richiesta. Oggi “Stezzano 99” attraverso “Zoom” ci invita a formulare proposte in ambito sportivo e noi rispondiamo che le stesse sono contenute nel programma elettorale che il nostro gruppo ha presentato nel 2004, oltre a quanto concretizzato tra il 1995 ed il 2004 quando la Lega Nord ha amministrato Stezzano. Dal 2004 la nostra progettualità si è

dicembre 2008

interrotta con l’insediamento di “Stezzano 99” alla guida del comune; a sei mesi dalla scadenza del mandato amministrativo ci vengono chieste proposte, con un articolo per il notiziario comunale! Noi auspichiamo che questa farsa politica finisca e il malcontento dei cittadini Stezzanesi, che raccogliamo quotidianamente nei confronti dell’amministrazione che fa capo a “Stezzano 99”, si manifesti concretamente con il voto alle prossime amministrative. Il nostro modo di fare politica amministrativa -non solo per lo sport - è sempre stato molto diverso da quello di “Stezzano 99”, che si vanta del proprio “stile” e a cui si può anche riconoscere che a parole, “sa vendersi bene”. Nei fatti sono tantissimi i cittadini Stezzanesi che rimpiangono la Lega Nord ed il suo “stile”!. Con il sostegno di queste persone un giorno torneremo alla guida del paese. Gruppo Consiliare Lega Nord Forza Stezzano

importanti. Riguardo allo Sport, il programma elettorale del nostro Gruppo si esprimeva così: “la prima cosa utile da fare sarà riunire intorno allo stesso tavolo i rappresentanti delle società sportive, degli allenatori, dei genitori, dell’oratorio e della scuola per decidere insieme una linea educativa comune che garantisca la

Stezzano 99 Se volessimo provare a dare una risposta alla domanda della redazione “gestori o promotori?”, verrebbe spontaneo rispondere “entrambi”. Si, perché una buona Amministrazione Comunale deve “Gestire” al meglio le proprie strutture facendosi però anche “Promotore” di iniziative e scelte

7


Gruppi Consiliari

dicembre 2008

un’occasione di condivisione e di confronto utile a consolidare il valore educativo che lo sport può offrire agli atleti ed alle famiglie, che adesso continua con l’affiancamento, alle società sportive, di persone qualificate al ruolo educativo. Come significativa e importante è la realizzazione della FESTA DELLO SPORT che da 4 anni viene organizzata in piazza, con la collaborazione ed il coinvolgimento delle società sportive di Stezzano, quale segno di aggregazione e valorizzazione di tutti gli sport. Per fare questo cammino, gli Amministratori di Stezzano 99 hanno opportunamente previsto dei capitoli di spesa riguardo allo Sport che non fossero solo mirati a spese di rappresentanza, sponsorizzazioni o acquisto premi per un giusto riconoscimento ad atleti e società meritevoli, ma, soprattutto, che fossero appositamente dedicati a queste iniziative formative e di aggregazione. Naturalmente, come da nostro regolamento, l’Amministrazione ha continuato ad erogare contributi alle varie Associazioni e Società Sportive di Stezzano per la loro vita associativa, purché in regola con quanto richiesto dal regolamento stesso. Riguardo al potenziamento ed alla buona gestione delle strutture sportive, il nostro Gruppo condivide e sottolinea quanto detto dal Sindaco nel recente opuscolo riguardo alla riqualificazione delle strutture sportive. Veniamo da un lungo periodo di torpore amministrativo e scarsità di

crescita armoniosa dei nostri ragazzi”… “…negli sport di gruppo assume un grande significato lo spogliatoio e tutte le gioie, le amarezze e i conflitti che si alimentano e si imparano a smorzare. Se l’obbiettivo è formare gli uomini del futuro e no degli atleti, vanno individuati approcci diversi che r i c h i e d o n o aggiornamento e formazione da parte degli addetti ai lavori e delle famiglie, che si devono dimostrare partecipi di un processo educativo che riguarda i loro figli”… “…per quanto riguarda le attrezzature dovremo fare una verifica sulle loro condizioni e sulla necessità di integrarle. Quest’operazione sarà successiva alla discussione degli obbiettivi che condivideremo con le altre agenzie formative, che ci indicheranno i reali bisogni”... Alla luce di queste linee programmatiche possiamo con tutta serenità affermare che il ruolo di un’amministrazione locale, riguardo allo Sport, sia soprattutto di attenzione e coinvolgimento. Crediamo che gli amministratori sostenuti da Stezzano 99 abbiano affrontato la questione “Sport” in assoluta coerenza con quanto dichiarato nel proprio programma elettorale. A tale proposito, infatti, sono stati organizzati percorsi formativi per allenatori, dirigenti e genitori, attraverso i quali si sono volute riconoscere, sostenere e rafforzare le competenze degli operatori sportivi. Un percorso guidato da esperti per offrire

8


Gruppi Consiliari finanziamenti che ha lasciato il nostro centro sportivo per parecchi anni senza adeguamenti e migliorie utili a farlo continuare ad essere uno tra i centri più belli della provincia. Pertanto, in linea con l’impegno preso dall’Amministrazione nel coinvolgere la cittadinanza in occasione di scelte importanti, si è dato vita ad un percorso con tutte le associazioni sportive per sentire e raccogliere idee, suggerimenti e pareri sulle priorità e necessità per una maggiore utilizzazione degli impianti sportivi disponibili. Stezzano 99, dunque, non può che approvare e sostenere l’impegno e la volontà dell’Amministrazione di intervenire con l’ampliamento e la ristrutturazione dell’attuale impianto sportivo, dotandolo di campi di calcio più moderni e adeguati alle nuove normative e creando l’opportunità di prevedere, in un prossimo futuro, strutture anche per altre discipline sportive, oggi tanto richieste nel nostro paese che si è sempre più ampliato in questi anni. Più popolazione, è evidente, più servizi e strutture, anche se chi ci ha preceduto al governo di Stezzano forse si era dimenticato di questa semplice equazione. L’attenzione allo sport da parte degli Amministratori di Stezzano 99 è riscontrabile anche negli stanziamenti economici per le strutture sportive: 1 milione di euro per rispondere alle prime e urgenti necessità di ristrutturazione degli Impianti Sportivi, con lo sguardo proiettato al prossimo futuro con altri interventi già programmati nel piano opere pubbliche triennio 2008/2010. Programmi che guardano allo sport in generale, non solo allo sport calcistico

dicembre 2008

ma dando spazio anche a discipline “minori” pur sempre importanti; un modo per educare tanti nostri giovani a praticare qualsiasi sport sia per conseguire risultati agonistici, ma soprattutto per formare persone adulte e protagoniste nella vita di ogni giorno. “Più sport, più discipline con pari riconoscimento e valorizzazione delle risorse esistenti, questo è il nostro motto, questa è la direzione verso la quale ci dirigeremo”. …”Non dimentichiamo che lo sport è aggregazione e sviluppo di relazioni positive e perché rimanga tale dovremo crederci tutti.” Così abbiamo scritto nel nostro programma elettorale…, così siamo certi di aver operato in questi anni del nostro mandato, pur con tutte le difficoltà e i tentativi di intralcio messi in campo dalla minoranza attraverso la Cooperativa Sportiva, creata “ad hoc” dalla precedente Amministrazione per gestire gli Impianti Sportivi, che ha ignorato il tentativo di collaborazione offerto da Stezzano 99 appena insediato alla guida dell’attuale Amministrazione Comunale. Promovendo iniziative e manifestazioni di formazione e di aggregazione, anche un’amministrazione comunale si sente responsabile e serena nello svolgere il proprio ruolo di “GESTORE” ma anche di “PROMOTORE” di iniziative e di decisioni riguardo all’importante mondo dello SPORT.

Gruppo Consiliare Stezzano 99

9


In Primo Piano

dicembre 2008

ASSESSORATO AMBIENTE ED ECOLOGIA

IMPARARE L’AMBIENTE & RACCOLTA DIFFERENZIATA Lavorare con la scuola dà delle belle soddisfazioni. Fin dall’inizio della nostra amministrazione, nell’autunno 2004, abbiamo cominciato a parlare con le istituzioni scolastiche per ascoltarne le necessità e proporre iniziative che contribuissero alla formazione degli alunni sui temi ambientali (oltre naturalmente a quanto già viene fatto nei diversi ordini di scuola).

percorsi naturalistici nelle nostre campagne; • in quarta e quinta primaria e in terza secondaria si svolge un lavoro sul ciclo dell’acqua: la provenienza, il percorso d’uso, la depurazione ed il recapito. In tutti i casi si è armonicamente agito integrando le diverse componenti educative: l’Amministrazione comunale, i docenti, gli esperti, i volontari del nostro territorio. I ragazzi hanno così occasione di comprendere che la tutela dell’ambiente dipende dalle azioni di tutti. Accanto ai momenti di visita e conoscenza attiva, sono poi state svolte alcune attività pratiche che aiutano a capire più direttamente i problemi e le conseguenze che le nostre azioni hanno nei confronti di tutti. L’8 novembre scorso, ad esempio, gli alunni di prima media hanno piantato alberi in corrispondenza di un tratto del terrapieno che separa la circonvallazione dalle abitazioni, fra il terrapieno e il percorso pedonale; un albero per ognuno di loro, per un totale di ca. 130 alberi. Molteplici sono i significati dell’iniziativa: il patrimonio di alberi di tutta la comunità è aumentato e questo è sicuramente un fatto positivo; l’operazione è stata preceduta dall’intervento in classe di un agronomo, che ha spiegato nel dettaglio il ciclo di vita e i processi che si svolgono nell’albero e intorno all’albero e, gli alunni con gli insegnanti, nel corso dei due mesi precedenti, hanno svolto a scuola attività diverse

Alcune di queste iniziative, che abbiamo chiamato nel loro insieme “Percorsi di educazione ambientale”, si propongono prima di tutto di far conoscere quanto la natura ci offre, per giungere al suo rispetto e alle azioni per proteggerla, che significa proteggere noi stessi. Le iniziative proposte sono diverse a seconda dell’età degli alunni alle quali sono rivolte: • innanzitutto è prevista la raccolta differenziata della carta (usata naturalmente in grande quantità nelle scuole) che viene attuata in tutte le classi; • per le classi seconde della scuola primaria é previsto un percorso volto alla conoscenza degli alberi; • per le terze della primaria e le prime della secondaria si organizzano

10


In Primo Piano sull’importanza degli alberi e sulla loro salvaguardia, secondo fatto positivo; il terzo fatto positivo è che i ragazzi si sono resi conto che le cose non succedono per caso e che occorre impegnarci tutti se si vuole un paese bello e sempre più vivibile. Il 27 settembre inoltre abbiamo aderito, come i tre anni precedenti, all’iniziativa “Puliamo il mondo”, che consideriamo ormai una tradizione, in cui i ragazzi (e gli insegnanti) della seconda media hanno percorso aree pubbliche “ripulendole” dagli oggetti abbandonati che vi trovavano; occorre purtroppo dire che ne hanno raccolto davvero una grossa quantità, da pezzi di carta a caschi per moto, da pacchetti di sigarette vuoti a pezzi di attrezzature di cantiere, semplicemente gettati via, senza alcun rispetto per quella che in definitiva è la casa di tutti, secondo la logica perversa del “io faccio quello che voglio”. Sono stati riempiti molti sacchi, che in alcuni casi diventavano talmente pesanti da dover essere lasciati ai bordi della strada, dove l’operatore messo a disposizione da Ecosviluppo (che ringraziamo per la collaborazione), passava a raccoglierli. Succede come per i cestini posti per strada: dovrebbero essere usati per gettarci quei piccoli oggetti che ci ritroviamo in mano e che hanno esaurito la loro funzione (il fazzoletto di carta usato, il pacchetto di sigarette vuoto,…) invece sono usati per metterci di tutto, ci si trovano persino sacchetti di plastica riempiti con i rifiuti di casa (rigorosamente indifferenziati), accuratamente annodati e infilati nei cestini.

dicembre 2008

I ragazzi hanno capito che sono comportamenti sbagliati, hanno disapprovato il fatto che alcune persone, con danno però per tutti, usino il paese come una discarica, e si sono impegnati a non comportarsi così. Infine, considerato che stiamo parlando di rifiuti, rendiamo noti alcuni dati sulla raccolta dell’anno 2007: • sono stati raccolte in totale circa 5.300 tonnellate di rifiuti, corrispondenti a ca. 439 kg per abitante; questo primo dato ci dice che dobbiamo impegnarci tutti per ridurre la quantità di rifiuti che produciamo; • sono state raccolte circa 101 tonnellate di metalli, 694 tonnellate di carta, 221 tonnellate di plastica (pensiamo a quanto potrebbe diminuire questo dato bevendo l’acqua del rubinetto invece dell’acqua in bottiglia), 480 tonnellate di vetro. Al di là dei benefici ambientali e degli obblighi di legge, se invece di raccoglierli separatamente (senza costi di smaltimento) avessimo buttato questi materiali nel sacco nero, per smaltirli avremmo speso ca. 135.000 e in più; se consideriamo anche le 530 tonnellate di organico (umido) il risparmio sale a 143.000 e. Se anche non fossimo tutti ambientalisti convinti, pensiamo anche a questo aspetto economico prima di buttare nel sacco nero qualcosa che potrebbe essere raccolto in modo differenziato. I nostri figli, oltre che dalla scuola, apprendono da noi adulti, dai nostri atteggiamenti i comportamenti più corretti per una tutela dell’ambiente. Assessorato ambiente ed ecologia

11


In Primo Piano

dicembre 2008

WWW.COMUNE.STEZZANO.BG.IT

NOVITA’ NELLA RETE Informazioni, orari, uffici, modulistica, manifestazioni, storia, cultura, etc.: tutto ciò è ora disponibile e consultabile comodamente direttamente dalla propria abitazione, attraverso una navigazione facile ed intuitiva, senza la necessità di recarsi ogni volta presso gli uffici. Trattandosi di un intervento ancora in corso, è possibile che alcune sezioni del sito non siano ancora complete o perfettamente funzionanti, tuttavia si è ritenuto di metterlo in linea da subito per sostituire il precedente sito che

Il Comune di Stezzano ha avviato un importante e deciso lavoro di ammodernamento del proprio sito internet. Consapevole dell’importanza che assume questa nuova modalità di relazione fra Ente e Cittadini, l ’A m m i n i s t r a z i o n e h a v o l u t o dedicare adeguate risorse per conseguire una nuova era del rapporto con i cittadini e dell’informazione, realizzando un sito web più moderno, adeguato alle nuove esigenze, interattivo e di semplice ed immediato utilizzo da parte degli utenti.

12


In Primo Piano risultava essere molto statico, obsoleto e con seri problemi di manutenzione. Oltre ad essere un importante ed irrinunciabile mezzo di comunicazione, di informazione e di promozione, il sito vuole anche rappresentare un momento di incontro fra le diverse esigenze manifestate da coloro che vivono e risiedono il nostro territorio: cittadini, artigiani, imprenditori, commercianti, liberi professionisti, etc.. Infatti, è stato realizzato uno spazio dedicato nel quale i cittadini e le imprese, gratuitamente e direttamente dalla propria postazione, possono inserire richieste ed offerte di lavoro.

dicembre 2008

L’obiettivo di questa iniziativa è quello di creare una rete diretta, immediata, più vicina sia ai Cittadini, sia alle realtà imprenditoriali: un filo conduttore che unisce la domanda e l’offerta lavorativa, favorendo, in modo semplice, concreto ed immediato, sinergie positive per il benessere di chi vive ed opera a Stezzano. Grazie ad internet, da tutti riconosciuto come lo strumento di comunicazione dell’era moderna, l’Amministrazione Comunale vuole rinnovare e confermare il proprio impegno per migliorare il rapporto con i cittadini, con la certezza che il nuovo sito del Comune diventerà lo strumento nel quale gli stezzanesi troveranno informazioni, trasparenza, vicinanza.

13


In Primo Piano

dicembre 2008

LAVORI PUBBLICI

FLASH • installazione di tende oscuranti, che a

In questo numero di Zoom in cui i Gruppi Consiliari hanno trattato di sport, anche l’Assessorato ai Lavori Pubblici vuole toccare l’argomento segnalando alcuni degli interventi che hanno riguardato le strutture sportive. Innanzitutto è obbligo ricordare il progetto di riqualificazione del Centro Sportivo di via Isonzo, nell’ambito del quale, come illustrato in occasione dell’assemblea pubblica dello scorso 9/12, troverà realizzazione un nuovo campo da calcio in erba artificiale di ultima generazione, che sostituisce il campo in sabbia esistente, di piccole dimensioni e con pendenze inadeguate. Il nuovo campo avrà: a) un terreno di gioco regolamentare (m 100x60) conforme al nuovo regolamento emanato dalla Lega nazionale Dilettanti; b) il manto di colore verde bicolore per una maggiore somiglianza all’erba naturale; c) l’impianto di irrigazione artificiale per evitare il surriscaldamento nei periodi estivi; d) l’illuminazione notturna regolamentare. Per salvaguardare l’area delle feste, il nuovo campo è leggermente spostato verso sud-ovest rispetto a quello esistente, così da ampliare ulteriormente anche l’area dedicata alle feste, creando uno spazio per eventuali altre strutture a supporto delle feste. Anche l’ingresso di via Circonvallazione Ovest verrà reso più agevole e, oltre a nuovi parcheggi, sarà realizzata una pista ciclopedonale ombreggiata da una fila di alberi. Quanto sopra si aggiunge ad altri interventi sulle strutture sportive, meno complessi ma altrettanto necessari per garantire la migliore fruibilità degli impianti stessi a tutti gli utenti:

breve saranno completamente automatizzate, nella palestra delle scuole medie per risolvere l’annosa questione della scarsa visibilità degli atleti nelle giornate di sole; • sostituzione delle tavole laterali divisorie dei campi da bocce al Bocciodromo ormai non più funzionali; • manutenzione straordinaria del manto in erba sintetica del campo di calcetto al fine di conferire maggiore morbidezza e confort di gioco, nonché sostituzione di due delle porte dei campi stessi; • sostituzione dei ventilatori dei campi di calcetto e tennis per consentire la corretta gestione dell’aria calda ed il suo mantenimento verso il basso.

Oltre a quelli sulle strutture sportive, è stato effettuato un intervento di manutenzione e di lavaggio delle tende presso la Scuola don Minzoni, mentre presso la Scuola Caroli si è provveduto a dotare di tende tutto l’edificio nord (aule, bidelleria, salone e uffici della direzione didattica). Da ultimo, si ricorda anche l’intervento in atto presso l’androne di ingresso del palazzo comunale a completamento dell’opera di restauro di tutto l’edificio.

14


In Primo Piano

dicembre 2008

: FOCALIZZIAMOCI SU... SARDO DI CASA NOSTRA Al nostro concittadino Enea Cabra è stato assegnato il Premio Maria Carta 2008 nell’ambito della prestigiosa manifestazione promossa dalla Fondazione dedicata alla grande artista sarda. Si tratta di una manifestazione che annualmente assegna premi ad artisti, personaggi, associazioni che attraverso le loro opere ed il loro lavoro promuovono la cultura e le tradizioni della Sardegna. Nello scorso mese di agosto, nella piazza di Siligo (paese natale di Maria Carta), insieme a nomi di prestigio (si pensi a personaggi del calibro di Vinicio Capossela o della voce catalana Maria del Mar Bonet), ad Enea è stato attribuito un riconoscimento per la sua grande passione: la Sardegna. Una passione irrefrenabile, al punto che Enea parla il sardo, conosce la letteratura e la poesia sarda, canta canzoni in sardo, si cimenta anche con l’organetto. Un attaccamento alla cultura di una regione così geograficamente lontana da quella dove è nato e vive che è sembrato giusto alla Fondazione Maria Carta celebrare con questo premio.

IL MEDICO DEI CAMPESINOS L’ U n i o n e N a z i o n a l e Cavalieri d’Italia ha voluto premiare, nell’ambito della 15° edizione del Premio Bontà, il nostro co n c i t t a d i n o P i e t r o Gamba, da anni impegnato con il suo ospedale fra le popolazioni boliviane. Il premio, istituito dall’UNCI per favorire la promozione di attività filantropiche, umanitarie e culturali, vuole riconoscere i meriti “di chi il prossimo ce l’ha nel cuore, di chi considera la vita dell’uomo come uno stimolo a migliorare se stessi e chi lo circonda”. Congratulazioni, Enea e Pietro, per questi brillanti risultati e per aver dato lustro anche al paese di Stezzano.

15


In Primo Piano

dicembre 2008

ASSESSORATO ECOLOGIA E AMBIENTE

UN REGALO PER LA VITA Ecco arriva Natale! Si parla di crisi economica e molti la vivono in prima persona, si prospettano tempi duri, di spese limitate anche se c’è chi dice che dobbiamo continuare a CONSUMARE, come se l’essere consumatori sempre più sfrenati fosse l’unico modo per salvare noi e gli altri… Natale per molte persone significa soprattutto regali, oggetti da regalare. Non sarebbe più urgente parlare invece di “consumo critico”, di passare da un’idea di continua dipendenza dalle cose a una maggior sobrietà? Nelle nostre case ci sono mediamente diecimila oggetti, calcolando che possederli significa lavoro per poterli comprare, tempo per andare ai supermercati, tempo per pulirli, sistemarli, etc., ed alla fine ci rimane pochissimo tempo per le cose veramente essenziali della vita; insomma: il consumismo ci …consuma! Rischiamo d i diventare servi delle cose fino al punto di lavorare e vivere solo per consumare. E allora perché non fare alcuni regali ad adulti e bambini che rimarranno a loro e non solo a loro per un futuro

migliore? Regalo è anche attenzione all’altro, agli altri. Regaliamo loro una relazione più ricca, di maggior ascolto, di più tempo per stare insieme. Regaliamo un contributo ad un’associazione umanitaria o che si occupa di tutela dell’ambiente. Regaliamo alimenti che provengono da attività che favoriscono lo sviluppo di zone del mondo povere a causa dell’attuale modello di sviluppo che favorisce solo il mondo occidentale. Regaliamo tempo ai nostri figli per andare insieme a conoscere zone di n a t u r a , anche vicino a noi, da tutelare per il f u t u r o , a f f i n c h é anche loro inizino ad amarle e ne capiscano il valore. Ciascuno di noi troverà il regalo adatto che non starà forse su uno scaffale a riempirsi di polvere finendo poi velocemente in una discarica ma resterà per sempre nella vita delle persone a cui vogliamo bene. Auguri dal gruppo di ricerca sull’educazione ambientale. Gruppo di ricerca sull’educazione ambientale

16


In Primo Piano

dicembre 2008

IN CASO DI NEVE L’Amministrazione Comunale ha organizzato un piano di interventi in casi di neve e sono stati programmati, in accordo con il C.O.C. Centro Operativo Comunale, gli interventi da attuare in caso di una eventuale emergenza. Tuttavia, un buon intervento non può che prescindere dalla collaborazione di tutti i cittadini che, pertanto, sono chiamati ad ottemperare a quanto previsto dal regolamento di Polizia Urbana, che recita, all’art. 27 – Sgombero della neve e delle formazioni di ghiaccio: “E’ fatto obbligo ai proprietari, agli amministratori, ai conduttori degli stabili ed agli esercenti attività prospettanti sulla pubblica via di provvedere allo sgombero della neve dai marciapiedi. I proprietari, gli amministratori o i conduttori degli stabili, qualora ravvisino la necessità di procedere allo sgombero della neve da tetti, terrazze e balconi, debbono darne preventiva comunicazione al comando di polizia locale; in caso di assenso, devono effettuare le operazioni adottando le necessarie cautele ivi inclusa la delimitazione dell’area interessata. Lo sgombero della neve dai tetti può essere, in caso di necessità, imposto dal comune. Alla rimozione della neve dai passi carrabili devono provvedere i loro utilizzatori. Le operazioni di rimozione debbono avvenire senza creare problemi per il transito pedonale e veicolare. E’ vietato scaricare o depositare sul suolo pubblico la neve o il ghiaccio provenienti da luoghi privati, o gettare e spargere acqua che possa gelare.

In caso di gelo vige l’obbligo per i soggetti di cui sopra di rimuovere i ghiaccioli formatisi sulle grondaie, sui balconi o terrazzi. analogamente si dovrà procedere per i blocchi di neve o di ghiaccio aggettanti, per scivolamento, su marciapiedi pubblici e cortili privati al fine di evitare pericoli per le persone e le cose avendo cura di recintare l’area in cui si opera”. E’ anche opportuno ricordare che il piano di sgombero neve, organizzato e predisposto dagli uffici competenti in collaborazione con la ditta vincitrice dell'appalto, prevede le seguenti priorità di intervento: 1) sottopassi di via Santuario e via Guzzanica 2) vie interne primarie; 3) vie interne secondarie. Inoltre, si invitano sin d'ora tutti i singoli Cittadini, le Associazioni ed i gruppi presenti sul Territorio che decidessero di mettersi a disposizione come volontari per lo spalamento di marciapiedi e spazi comuni delle scuole, della Chiesa, della Casa di Riposo, a comunicare la propria disponibilità all'ufficio Lavori Pubblici.

17


In Primo Piano

dicembre 2008

Dai bisogni ai fatti: sintesi delle principali PUNTO PROGRAMMATICO

DELIBERA

Interpellanza presentata dal gruppo consiliare Lega Nord Forza Stezzano con risposta scritta ed orale in merito alle spese sostenute dal comune per il Direttore Generale (n. 30 del 30/09/08 - Consiglio Comunale)

BISOGNI RELATIVI ALLA QUALITA' DELLA VITA

• Garantire la salvaguardia Adesione all'iniziativa denominata 10.000 ettari di nuovi boschi e sistemi verdi della qualità dell'ambiente multifunzionali (n. 93 del 28/08/08 - Giunta)

• Garantire lo sviluppo delle attività produttive

Richiesta da parte della società Olympus di realizzazione di pizzeria annessa al bar del bocciodromo c/o Centro sportivo (n. 97 del 18/09/08 - Giunta)

Approvazione ricognizione sui programmi ed equlibri di bilancio. Riconoscimento

• Attuazione dei programmi comunali

debito fuori bilancio e approvazione variazione al bilancio di previsione 2008 (n. 32 del 30/09/08 - Consiglio Comunale - votata all'unanimità - i rappresentanti della minoranza non erano presenti al voto)

• Garantire uno sviluppo armonico del territorio

Adesione al P.L.I.S. del Morla e della Rogge - Convenzione (n. 33 del 30/09/08 Consiglio Comunale - votata all'unanimità - i rappresentanti della minoranza non erano presenti al voto)

• Garantire uno sviluppo armonico del territorio

Individuazione reticolo idrico minore (n. 40 del 30/09/08 - Consiglio Comunale -

• Migliorare la qualità della vita

Adozione Piano di Governo del Territorio (n. 43 del 31/10/08 - Consiglio Comunale

votata all'unanimità - i rappresentanti della minoranza non erano presenti al voto)

- votata all'unanimità - i rappresentanti della minoranza non erano presenti al voto)

18


In Primo Piano

dicembre 2008

delibere di Giunta e Consiglio Comunale DETTAGLIO Attraverso l'interpellanza presentata, il gruppo di minoranza della Lega Nord Forza Stezzano ha chiesto chiarimenti in merito a diverse questioni legate all'indennità concessa al Segretario Comunale e Direttore Generale. Il Sindaco ha fornito risposta a tutte le richieste avanzate sottolineando: a) gli equivoci provocati da alcune informazioni ritenute non corrette e non conformi alla realtà; b) la parziale e faziosa interpretazione della legge che non ha tenuto correttamente conto di tutti i riferimenti legislativi; c) il rispetto della legge nelle scelte ed azioni attuate; d) la poca chiarezza nella comunicazione ai cittadini da parte della Lega circa gli importi contestati, facendo spesso confusione fra importi netti, lordi o costo complessivo per il Comune di Stezzano; e) i vantaggi conseguiti con la scelta del Segretario che, come indicato nella lettera alla cittadinanza, hanno riguardato risparmi sulle consulenze e vantaggi nella gestione delle convenzioni; f) la conferma del Collegio dei Revisori dei Conti circa una spesa per il personale in linea con il patto di stabilità e la massima collaborazione dell'Amministrazione con la Corte dei Conti. Il gruppo Lega Nord -Forza Stezzano si è dichiarato non soddisfatto delle risposte ricevute, riservandosi di esaminarle successivamente nel dettaglio. Vista la legge regionale (n.7278 del 19/05/08) che promuove entro 5 anni la trasformazione di aree in un nuovo sistema agroforestale multifunzionale con l'obiettivo di svolgere funzioni ambientali, paesaggistiche, produttive ecosistemiche, energetiche, culturali, occupazionali e di fruibilità collettiva, si approva l'adesione all'iniziativa e si individuano i 5 ambiti sul territorio di Stezzano secondo i criteri della legge regionale: superficie minima singola di 5 ettari, terreni di proprietà pubblica o privata che verranno resi disponibili tramite convenzione di 30 anni (manutenzione da parte del proprietario per il periodo della convenzione; l'amministrazione contribuirà almeno al 30% dell'importo del progetto). Valutata la richiesta della società Olympus (concessionaria per la gestione degli impianti sportivi di via Isonzo) riguardo la realizzazione di una pizzeria annessa al bar del bocciodromo presso gli impianti sportivi di via Isonzo, sentiti i pareri dei Responsabili degli uffici competenti e verificate le norme relative nonchè il regolamento comunale, si esprime parere favorevole alla richiesta, subordinata all'acquisizione del titolo abilitativo e verifica della conformità edilizia-urbanistica del progetto. Sentita la relazione dell'assessore al Bilancio sugli equilibri di bilancio e sullo stato di attuazione del programma, si approva la variazione di Bilancio all'esercizio 2008 e si riconosce il debito fuori bilancio. La ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi, la cui percentuale di impegnato rispetto a quanto previsto indica la capacità di rispettare i programmi, ha evidenziato il raggiungimento dei seguenti risultati: difesa e sicurezza del cittadino impegnato il 95,81%; miglioramento istruzione e opportunità culturali impegnato l' 87,74%; SV e razionalizzazione della mobilità e viabilità impegnato il 74,01%; difesa dell'ambiente e gestione del territorio impegnato l' 89,70%; miglioramento dei servizi alla persona impegnato l' 87,10%; produzione impiego risorse impegnato il 66,54%; totale generale impegnato l'85,72%. Si approva l'adesione al parco Agricolo sovra comunale del Torrente Morla e delle Rogge (riconosciuto dalla Giunta Provinciale con delibera n. 238 del 23/04/04) e la relativa Convenzione per la gestione; agli obblighi finanziari si farà fronte con apposito stanziamento nel bilancio di previsione 2009 e pluriennale 2010/11. La convenzione sottoscritta dal sindaco verrà comunicata in copia al comune di Zanica, capofila dell'ente. Ai sensi delle delibere Giunta Regionale n.7/7868 del 25/01/02 e 71/13950 del 01/08/03, riguardanti il trasferimento delle funzioni relative alla polizia idraulica del reticolo minore per le quali è stato conferito incarico al Consorzio di Pianura della media pianura bergamasca, si adotta, in variante al PRG vigente, l'individuazione del Reticolo Idrico Minore con la definizione delle fasce di rispetto e delle attività vietate o soggette ad autorizzazione. Inoltre, si impegna l'amministrazione comunale perchè il Piano di Governo del Territorio recepisca l'individuazione del Reticolo Idrico Minore per assicurare, come nelle intenzioni della Giunta Regionale, la tutela e la protezione di tutti i sistemi idrici che consentono il drenaggio e lo smaltimento delle acque così da prevenire e salvaguardare il territorio da alluvioni o da eventi causati dal malfunzionamento del sistema idrico. Viene adottato il Piano di Governo del Territorio, redatto ai sensi e con le modalità della Legge Regionale n. 12/2005. Il PGT è lo strumento che raccoglie tutti i dati e le indicazioni che gli studi e i progetti costruiti in questi 4 anni dall'Amministrazione Comunale (piano della mobilità, del patrimonio scolastico, sportivo, culturale e sociale) hanno fornito. Per la redazione del PGT l'Amministrazione ha attivato uno specifico percorso partecipativo attraverso: a) la costituzione di gruppi di lavoro aperti alla cittadinanza su specifiche tematiche (ambiente, trasporti e mobilità, servizi); b) la predisposizione di un questionario distribuito alle famiglie residenti nel territorio comunale per l'individuazione delle priorità da affrontare; c) la promozione di incontri con Associazioni ambientaliste e di volontariato, Culturali e Sportive, Comunità Religiose e Casa di Riposo, imprenditori, commercianti e liberi professionisti.

19


In Primo Piano

BISOGNI DI INFRASTRUTTURE

BISOGNI RELATIVI ALLA VIABILITA'

BISOGNI SOCIALI

BISOGNI DI PARTECIPAZIONE

BISOGNI DI APPARTENENZA

PUNTO PROGRAMMATICO

dicembre 2008

DELIBERA

• Promuovere e sostenere Approvazione contratti di comodato d'uso locali di via XXV Aprile 2/A (n. 102 del le associazioni sul 01/10/08 - Giunta) territorio

• Favorire la partecipazione dei cittadini

Approvazione schema di convenzione con l'Associazione Mosaico per l'attivazione di due posizioni di leva civica (n. 122 del 23/10/08 - Giunta)

Convenzione per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali -

• Sostenere i servizi alle famiglie

• Sostenere i servizi alle famiglie

Ambito territoriale di Dalmine. (n. 38 del 30/09/08 - Consiglio Comunale - votata all'unanimità - i rappresentanti della minoranza non erano presenti al voto) Approvazione regolamento di assistenza domiciliare (n. 39 del 30/09/08 - Consiglio Comunale - votata all'unanimità - i rappresentanti della minoranza non erano presenti al voto)

• Garantire la sicurezza e la viabilità

Approvazione Capitolato speciale d'appalto per il servizio sgombero neve 01/10/08 -

• Garantire la sicurezza dei pedoni

Autorizzazione posa transenne parapedonali (n. 112 del 16/10/08 - Giunta)

• Migliorare la viabilità

Modifica contratto locazione n. 2 T-RED (n. 125 del 30/10/08 - Giunta)

• Miglioramento e cura della rete stradale

Progetto definitivo dei lavori di manutenzione strade comunali anno 2009 (n. 137 del

• Adeguamento degli edifici scolastici

Approvazione progetto definitivo lavori di ampliamento scuola media F.Nullo

30/04/09 (n. 99 del 18/09/08 - Giunta)

20/11/08 - Giunta)

tramite ricorso al Leasing Immobiliare pubblico (n. 107 del 09/10/08 - Giunta)

Adozione elenco annuale opere pubbliche 2009 e programma triennale

• Spazi, edifici e infrastrutture comunali 2009/2011 (n. 116 del 16/10/08 - Giunta)

20


In Primo Piano

dicembre 2008

DETTAGLIO A seguito del trasloco degli uffici della Polizia Locale nella nuova sede di via Carra Beroa e con la disponibilità dei locali in via XXV Aprile, 2/A, si accoglie la richiesta avanzata dal Gruppo Pittori e Scultori Stezzanesi e dal Gruppo di Ricerca "Stezzano la Storia" circa l'utilizzo dei locali di via XXV Aprile, più consoni alle loro attività. Considerato che in questo modo si renderanno disponibili i locali attualmente utilizzati in via C.Beroa dai due Gruppi, destinabili all'ampliamento della nuova sede della Polizia Locale, si approva la bozza di contratto di "Comodato di Immobili" con i Gruppi richiedenti, alle seguenti condizioni: durata contrattuale pari a 10 anni, disponibilità alla restituzione dei locali entro 60 giorni su richiesta per impreviste ed urgenti necessità dell'Amministrazione Comunale, esonero dal pagamento delle spese relative ai servizi comuni (energia elettrica, acqua, gas), spese di pulizia e manutenzione ordinaria a carico dei comodatari.

Considerata la necessità di ovviare agli inconvenienti derivanti dal mancato inserimento di progetti di servizio civile per le aree di intervento necessarie e preso atto del protocollo d'intesa presentato dalla Associazione Mosaico, si approva la proposta dell'associazione stessa per l'attivazione di due progetti di "Leva Civica" per il periodo 2008/09, con un impegno di spesa complessivo di e 9.474

Essendo in scadenza la precedente convenzione intercomunale triennale sottoscritta dai 17 comuni afferenti al distretto socio sanitario di Dalmine e dalla Provincia di Bergamo, l'Assemblea dei Sindaci ha proposto ai comuni la continuità della forma di gestione mediante convenzione intercomunale. Si approva, pertanto, la convenzione per lo svolgimento in modo coordinato di funzioni e servizi relativi alla realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali dell'ambito territoriale di Dalmine. La convenzione avrà durata di 3 anni. Si approva il "Regolamento del servizio di assistenza domiciliare", in sostituzione del precedente di cui alla delibera del Consiglio Comunale n. 25 del 02/03/98, al fine di consentire l'attuazione del piano di Zona del sistema integrato di interventi e servizi sociali dell'ambito territoriale di Dalmine. Considerato il precedente contratto scaduto e la necessità di provvedere alla copertura del servizio, si approva il Capitolato speciale per il servizio di sgombero neve per il periodo dal 01/10/08 al 30/04/09, con relativo quadro economico per un importo complessivo di e 25.966,89. Viene demandata al Responsabile competente l'indizione della gara d'appalto per l'assegnazione del servizio. Su richiesta della società Ipas Spa si autorizza l'installazione di n. 27 transenne parapedonali (a disposizione per affissione sponsor privati). A fronte del posizionamento delle transenne, la società Ipas spa, già aggiudicataria dell'installazione di impianti di pubblica utilità e relativa manutenzione, si impegna a riconoscere quale corrispettivo a favore del Comune di Stezzano un orologio senza spazio pubblicitario e una bacheca con doppia anta a vetro dedicata esclusivamente a comunicazioni istituzionali. Il provvedimento non comporta alcun onere per il Comune di Stezzano. In considerazione delle direttive del Ministero dell'Interno impartite con circolari del 3 e 10 agosto 2007, prot. n. 76108 e n. 77901 e della proposta avanzata dalla ditta Ci.ti.Esse, la Giunta si esprime in termini positivi circa la modifica del contratto in essere con la citata società, relativamente alle modalità di pagamento, modificando la clausola "percentuale sul riscosso" in favore del "canone di locazione". Approvato il progetto definitivo per i lavori di manutenzione delle strade comunali, il cui importo complessivo ammonta a e 100.000, già contenuto nello stanziamento di bilancio previsto per l'anno 2009 Richiamate le precedenti delibere approvate e le successive modifiche ed integrazioni (n. 81 del 08/07/08 - Atto d'indirizzo in merito alle valutazioni sul progetto definitivo dei lavori di ampliamento della scuola F.Nullo), nonché le ulteriori richieste avanzate dal Dirigente Scolastico a seguito della presentazione del progetto, si approva il progetto definitivo con il nuovo relativo quadro economico per un totale complessivo di e 4.377.200 e nuova riformulazione del piano finanziario che prevede canone semestrale di e 192.000. Si approva l'elenco delle opere pubbiche per l'anno 2009 e per il triennio 2009/2011, per un importo complessivo di e 1.893.000 per il 2009; di e 3.918.000 per il 2010 e di e 3.230.000 per il 2011. L'inserimento di interventi nel piano annuale e triennale delle Opere Pubbliche costituisce, di fatto, il momento attuativo degli studi di fattibilità precedentemente approvati. In particolare, si segnalano i seguenti progetti approvati ed inseriti in questo piano OO.PP.: i) nuova rotatoria via Santuario-Viale Europa; ii) pista ciclopedonale via Zanica; iii) nuovo centro culturale - conversione piano rialzato edificio Caroli Nord via Vallini per realizzazione nuova biblioteca; iv) forestazione tangenziale Sud ambito PLIS.

21


In Primo Piano PUNTO PROGRAMMATICO

BISOGNI DI RISPOSTE COMPETENTI

• Regolamentazione delle attività economiche e produttive • Aggiornamento dei regolamenti comunali

dicembre 2008

DELIBERA Indicazione aree pubbliche per rivendita esclusiva stampa e periodici e dei chiostri nei parchi pubblici (n. 42 del 03/04/05 - Giunta)

Istituzione commissione per il paesaggio (n. 41 del 30/09/08 - Consiglio Comunale - votata all'unanimità - i rappresentanti della minoranza non erano presenti al voto) Approvazione ed adozione regolamento esposizione bandiere, vessilli ed

• Aggiornamento dei regolamenti comunali

uso del gonfalone comunale (n. 42 del 30/09/08 - Consiglio Comunale votata all'unanimità - i rappresentanti della minoranza non erano presenti al voto)

• Migliorare i servizi ai cittadini

• Organizzazione delle funzioni comunali

Presa d'atto della deroga rilasciata dal Collegio dei revisori dei Conti in merito alle assunzioni anno 2008 (n. 114 del 16/10/08 - Giunta)

Parere in merito alla sottoscrizione della bozza di contratto decentrato integrativo da parte della delegazione trattante di parte pubblica (n. 123 del 23/10/08 - Giunta)

Per conoscere nel dettaglio i contenuti di tutte le delibere e verificare nel concreto l’operato degli

A ERRAT E G CORRI

L’AGO DEL NOSTRO BILANCIO Il pieghevole recentemente consegnato che tratta il tema del Bilancio riporta, per un errore di stampa, alcune imprecisioni nel grafico “Riepilogo Spesa Corrente”. Ecco il grafico corretto.

22


In Primo Piano

dicembre 2008

DETTAGLIO In applicazione alla normativa contenuta nella delibera del Consiglio Comunale n. 4 del 22/02/08 - Piano comunale di localizazione dei punti vendita della stampa quotidiana e periodica - che prevede la suddivisione del territorio comunale in 3 zone, si individuano sul suolo pubblico i siti atti alla realizzazione/insediamento di un punto vendita esclusivo: Parco Cascinetto lato via Mascagni, Parco Collodi, via Papa Giovanni zona parco - parcheggio fronte ex Dugan, Parco via Volta lato via Galilei, Parco Nuvolari via Galilei. Nel rispetto della normativa regionale (L.R. 12/2005) si procede, entro i termini previsti, all'approvazione del regolamento e all'istituzione della commissione comunale per il Paesaggio. La commissione, secondo legge, esprimerà parere obbligatorio in merito al rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche di competenza del comune. Si approva l'adozione del regolamento per l'esposizione di bandiere, vessilli e per l'uso del Gonfalone comunale. Inoltre, si definiscono criteri, luoghi, tempi e modi per l'esposizione interna e/o esterna. Si prende atto del parere favorevole espresso dal Collegio dei Revisori dei Conti in merito alla richiesta di deroga alla delibera di Giunta n. 95 del 04/09/08 - verifica del piano delle assunzioni anno 2008. Si dispone che venga stipulato il contratto individuale di lavoro per l'assunzione dell'assistente sociale prima in graduatoria del concorso pubblico. In questo modo si potranno assicurare servizi necessari soprattutto presso l'area minori (riprogettazione spazio gioco, realizzazione progetto formato famiglia, procedura e monitoraggio nuovo nido, progetto d'ambito sovracomunale di promozione dell'affido, presidio e coordinamento delle attività rivolte alla fascia 0-6 anni). Si ricorda che il parametro previsto dalle norme è di 1 assistente ogni 5.000 abitanti, mentre a Stezzano attualmente opera un unico assistente sociale per più di 12.000 abitanti. Richiamata la delibera n.106 del 02/10/08 riguardo l'atto di indirizzo in merito ad alcune posizioni emerse nell'ambito della contrattazione del contratto decentrato integrativo anno 2008, preso atto, inoltre, dei pareri del Nucleo di Valutazione e del Responsabile della direzione 1^, si approva la bozza del contratto decentrato integrativo anno 2008.

Amministratori, potete rivolgervi agli Uffici Comunali, sportello protocollo ed archiviazione.

ORARI GIUNTA Pellizzoli Mario AMBIENTE ED ECOLOGIA martedì dalle 17,30 alle 18,30

OBERTI STEFANO SINDACO COMPETENZE: PERSONALE, POLIZIA LOCALE martedì dalle 17,00 - 19,00 e su appuntamento

Cortinovis Fiorenzo LAVORI PUBBLICI E ATTIVITÀ PRODUTTIVE mercoledì dalle 11.00 alle 12.30 e su appuntamento

Assi Elena VICE SINDACO POLITICHE SOCIALI, SERVIZI ALLA PERSONA martedì dalle 17,00 - 18,00 e su appuntamento

Vitali Daniele RISORSE ECONOMICHE martedì dalle 17.30 alle 18.30

Gargantini Patrizia SERVIZI EDUCATIVI SCUOLA E CULTURA martedì dalle 11,30 alle 12,30 e su appuntamento

Pedretti Ettore CONSIGLIERE DELEGATO PER LO SPORT E IL TEMPO LIBERO giovedì dalle 18.00 alle 19.00

Crippa Paolo GESTIONE DEL TERRITORIO martedì dalle 18,00 alle 19,00

Vangeri Emanuele REFERENTE COMMISSIONE ATTIVITÀ PRODUTTIVE su appuntamento

23


Cultura

dicembre 2008

CONSIGLI DI LETTURA DALLA BIBLIOTECA INCHIESTA SUL CRISTIANESIMO Corrado Augias, Remo Cacitti Che cosa è accaduto dopo la morte di Gesù e com'è nata la religione che da lui ha preso il nome? Fino a che punto gli storici, esaminando fatti e testi e prescindendo da ogni considerazione di fede, possono ricostruire gli avvenimenti che hanno trasformato quel profeta umiliato, ucciso su un patibolo romano, nel fondatore di una delle più grandi religioni? Gesù non ha mai detto di voler fondare una Chiesa che portasse il suo nome, né di dover morire per sanare con il suo sangue il peccato di Adamo ed Eva, ristabilendo l'alleanza tra Dio e gli uomini. Non ha mai detto di essere nato da una vergine che lo aveva concepito per intervento di un dio, né di essere unica e indistinta sostanza con suo padre, Dio in persona, e con una vaga entità immateriale denominata Spirito. Infine non ha istituito alcuna gerarchia ecclesiastica ne ha mai confuso la spiritualità, la ricerca di Dio con l’esercizio del potere. Se le cose, dal punto di vista storico, stanno così, da dove viene allora tutto il complesso apparato di norme, cariche, vestimenti, liturgie, formule, che caratterizza la Chiesa che a lui si richiama? Dopo il successo di Inchiesta su Gesù, Corrado Augias si confronta e dialoga sulla storia del cristianesimo delle origini con lo studioso Remo Cacitti. Dal loro colloquio emerge una storia ricca di drammi, di contrasti, di correnti d'opinione che si sono scontrate sui piani più diversi: la dialettica, l'invenzione ingegnosa, la ricostruzione ipotetica di eventi sconosciuti a costo di sfidare i più arditi paradossi. Una complessa avventura umana che ha il suo punto di svolta nella figura possente e ambigua dell'imperatore Costantino, il primo a trasformare il cristianesimo in uno strumento di potere, opera che sarà poi completata, al termine del IV secolo, da un altro imperatore, Teodosio, che lo renderà religione imperiale. Un'avventura in cui spiccano figure di straordinario rilievo come Paolo, Agostino, Ambrogio. Grazie a questa documentata ricostruzione si giunge a comprendere perché la fede cristiana, che inizialmente era soltanto una corrente minoritaria del giudaismo, sia riuscita a sopravvivere per oltre venti secoli e a imporsi come una delle religioni più diffuse sull'intero pianeta. Recensione tratta da: www.mondadori.it

24


Cultura

dicembre 2008

UOMO NEL BUIO Paul Auster Paul Auster torna con un grande romanzo di impegno civile, una dolente rilettura di cinquant'anni di storia americana, in cui si mescolano tragedie politiche e private. August Brill è un critico letterario in pensione, ha settantadue anni, e vive nel Vermont a casa della figlia per rimettersi da un incidente automobilistico che l'ha reso quasi invalido. Soffre di insonnia. Per tenere occupati i pensieri nelle lunghe ore in cui giace immerso nel buio, si inventa storie che lo conducano lontano dalla sua vita, lontano dalle storie vere che preferirebbe dimenticare: la morte recente della moglie Sonia e l'orribile assassinio in Iraq del ragazzo della nipote, Titus, che lavorava laggiù per un'impresa di costruzioni. Brill ha passato la vita a leggere i libri degli altri e adesso prova sollievo a inventare romanzi nella propria testa: immagina così un'America che si sfalda nel 2000, al momento della prima contestatissima elezione di George W. Bush. In questo paese parallelo, diviso tra stati che da quattro anni si combattono in una devastante guerra civile, non è avvenuto l'attentato dell'11 settembre 2001 e il conflitto in Iraq non è mai esistito. Nelle ore centrali della notte il percorso di Owen Brick, il protagonista di questa vicenda, un simpatico prestigiatore coinvolto suo malgrado in una trama alla quale non riesce a sottrarsi, si conclude tragicamente. E quando la nipote, Katya, anch'essa insonne, lo raggiunge nelle prime ore del mattino, Brill capisce che non può più sfuggire ai racconti veri, alla storia della sua vita. Recensione tratta da: www.einaudi.it

ORARI BIBLIOTECA Tel. 035 4545362

Lunedì

Chiuso

Martedì

09.30 - 12.30

14.30 - 18.30

Mercoledì

09.30 - 12.30

14.30 - 18.30

Giovedì

09.30 - 12.30

14.30 - 18.30

Venerdì

09.30 - 12.30

14.30 - 18.30

Sabato

09.30 - 12.30

25

20.30 - 22.30


Cultura

dicembre 2008

NATI PER LEGGERE E DINTORNI La redazione di Zoom mi ha proposto di scrivere qualcosa sulle iniziative legate a Nati per Leggere e sulle letture animate per bambini che abbiamo organizzato in biblioteca in questi ultimi tre mesi. Avrei potuto scrivere che, come sempre, i bambini di Stezzano e le loro famiglie hanno partecipato numerosi, oppure che gli attori di Sezione Aurea hanno saputo intrattenerli magistralmente con “Storie di mostri e mostriciattoli” (in occasione di Halloween) “Il lupo l’orco e la strega” (nell’ambito di Nati per Leggere) ed “Un Natale di Libri” (con l’approssimarsi appunto del Natale)…. ma ciò che veramente vorrei comunicare attraverso le pagine di Zoom, è la bellissima atmosfera che si è creata in biblioteca il giorno dedicato a Nati per Leggere ed agli “amici di carta”: sabato 22 novembre. Qua e là, per tutta la biblioteca, seduti ai tavoli della sala lettura, al tavolino della sala ragazzi o comodamente “piazzati” sull’angolino morbido per i più piccoli, bambini e adulti, leggevano, coloravano, sfogliavano libri o esploravano la biblioteca in cerca del libro giusto per loro o della scheda da colorare con il loro personaggio preferito. Quest’anno infatti, il coordinamento provinciale di N.P.L, ha deciso di incentrare l’iniziativa sugli “amici di carta”, quei personaggi (Pimpa, Giulio Coniglio, Pina, Spotty, e tanti altri) protagonisti di tanti libri che

sono “spontaneamente” amati dai bambini, senza bisogno di “pubblicità” da parte degli adulti e dal mondo dei media, proprio perché disegnati con tratto nitido e colori vivaci, perché le loro storie riguardano azioni familiari (mangiare, dormire, andare all’asilo…). L’intento, era quello di trovare un modo semplice, divertente ed efficace per sottolineare l’importanza della lettura ai bambini da parte dei genitori e più in generale degli adulti di riferimento.

I personaggi a loro già noti e la possibilità di colorarli (altra attività amata dai bambini) hanno attratto i bimbi verso i libri con le loro storie e hanno offerto loro la possibilità di scoprirne altri. Dall’atmosfera creatasi quel giorno in biblioteca ritengo raggiunto questo obiettivo. Grazie bambini… La bibliotecaria M. Ivana Bugini

26


DA STACCARE E CONSERVARE

SERVIZIO RITIRO MATERIALI INGOMBRANTI A DOMICILIO E’ attivo il servizio di ritiro a domicilio dei MATERIALI INGOMBRANTI beni di consumo durevoli, di arredamento, di impiego domestico, di uso comune, provenienti da fabbricati o da insediamenti civili in genere quali elettrodomestici, mobili, porte, etc. Il materiale verrà ritirato solo se smontato e posto all’entrata dell’abitazione, fatta eccezione per quei cittadini in grave situazione di disagio fisico. Il servizio è a pagamento, secondo le tariffe stabilite dall’Aministrazione Comunale e riportate nella tabella che segue; il pagamento va effettuato direttamente al gestore del servizio dietro rilascio di regolare ricevuta.

TIPOLOGIE

TARIFFE

Televisori, frigoriferi, cucine a gas, lavatrici

e 5,16/uno

Camere, cucine e soggiorni completi

e 20,66/uno

Divani

e 10,33/uno

Porte

e 5,16/uno

Piccoli pezzi di materiali vari

e 5,16/uno

Sfalci d’erba e ramaglie

e 1,55/sacco

Per la prenotazione del servizio, telefonare direttamente alla Stazione Ecologica o accordarsi direttamente con gli addetti che dovranno intervenire entro 2 giorni lavorativi dalla chiamata.

APERTURA STAZIONE ECOLOGICA - Via Rizzo - Tel. 035 4540864 Lunedì

10,00 - 12,00

Martedì Mercoledì

10,00 - 12,00

14,00 - 18,00

Giovedì

15,00 - 18,00

15,00 - 18,00

Venerdì

15,00 - 18,00

15,00 - 18,00

Sabato

8,00 - 12,00 15,00 - 18,00


RACCOLTA RIFIUTI ANNO 2009 LA RACCOLTA SARÀ EFFETTUATA CON LE SEGUENTI MODALITÀ:

RSU (rifiuti solidi urbani comprendenti tutti i rifiuti non soggetti a raccolta differenziata)

la mattina di sabato In caso di coincidenza del giorno di raccolta con giornata festiva il servizio viene, di norma, posticipato al primo giorno lavorativo successivo.

Raccolta rifiuti organici – Umido la mattina di mercoledì nei mesi di Giugno, Luglio, Agosto, Settembre,

la mattina di mercoledì e sabato in caso di coincidenza del giorno di raccolta con giornata festiva il servizio viene, di norma, posticipato al primo giorno lavorativo successivo.

Mettere nel bidoncino solo rifiuti organici come da tabella:

SI

NO

scarti ed avanzi di cucina sia crudi che cotti tovaglioli o fazzoletti di carta anche bagnata o unta tipo carta assorbente da cucina filtri usati di thè, caffè, camomilla o simili gusci di uova bucce o avanzi di frutta e verdura, noccioli e gusci pane, biscotti e farinacei in genere tessuti in fibra naturale fiori e foglie d’appartamento carni, ossa e lische

sacchetti in plastica carta o ovatta impregnate di prodotti chimici (alcool, solventi, smacchianti ecc...) vetri, porcellane, ceramiche, terracotta prodotti chimici carta plastificata, accoppiata con alluminio, cerata... scatole, lattine e oggetti in metallo pannolini ed assorbenti igienici garze, medicamenti o simili liquidi di ogni genere


Raccolta differenziata dei rifiuti "porta a porta" É il martedì area SUD É il venerdì area NORD in caso di coincidenza del giorno di raccolta con giornata festiva il servizio viene sospeso. Modalità di conferimento: CARTA

=> SI => COME

=> NO

VETRO

=> SI => COME => NO

METALLI

=> SI => COME => NO

IMBALLAGGI IN PLASTICA

=> SI => COME

=> NO

STRACCI E SCARPE

=> SI => COME => NO

Materiale cartaceo tipo giornali, quaderni, riviste, cartone Giornali impilati in ordine, in scatole di cartone utilizzate anche per contenere altra carta, in pacchi o cartoni legati con spago; la carta che non può essere altrimenti conferita, nei sacchi di plastica Materiale contaminato da alimenti e olii, pannolini, polistirolo, cellophane o altro Bottiglie pulite, lastre, cocci o qualsiasi altro prodotto in vetro Esclusivamente in contenitori rigidi di piccole-medie dimensioni (secchi, bidoncini ecc.. da reperire a cura dell’utente; non utilizzare cartoni) Bottiglie contenenti liquidi, porcellane, terracotte, neon (da consegnare direttamente alla Stazione Ecologica) Materiali in alluminio o ferro (pentole, scatolame, lattine, fogli alluminio ecc..) Possibilmente schiacciati mediante contenitore rigido di piccole-medie dimensioni (secchi, bidoncini ecc... da reperire a cura dell'utente; non utilizzare cartoni) Materiali sporchi e/o contenenti rifiuti organici Plastica alimentare e non alimentare pulita, quali contenitori in plastica per liquidi, confezioni rigide per alimenti, buste, sacchetti, barattoli. Nell’apposito sacco trasparente distribuito dagli addetti. I contenitori vanno prima svuotati e poi schiacciati per ridurne le dimensioni. Dopo aver schiacciato le bottiglie riavvitare il tappo. Materiale contaminato con frazioni estranee o sporco, oggetti di plastica diversi dagli imballaggi Vestiti, stracci, scampoli e tessuti vari; scarpe usate Nell’apposito sacco trasparente distribuito dagli addetti Vestiti molto sporchi, bagnati, tappeti,cuscini

IMPORTANTE • I sacchi, riempiti per almeno ? della loro capacità, e i contenitori rigidi devono essere messi in strada, all’esterno della propria abitazione in prossimità del portone d’ingresso (ovvero all’inizio della via qualora non sia consentito l’accesso ai mezzi), tra le ore 21.00 della sera precedente e le ore 7.00 della mattina nella quale verrà effettuata la raccolta come da schema allegato. Qualora per motivi di intralcio al traffico non fosse possibile il conferimento all’esterno del proprio portone d’ingresso, il punto di posizionamento andrà comunicato agli uffici comunali. I contenitori per la raccolta devono essere recuperati a carico degli utenti al termine del servizio di raccolta. • Nel caso di conferimento non conforme alle disposizioni soprariportate il ritiro non verrà effettuato e verrà segnalato con apposito avviso il motivo della mancata raccolta. L’utente dovrà ritirare il rifiuto non raccolto e provvedere a togliere i materiali non conformi prima di conferirlo al turno di raccolta successivo. • I materiali devono essere messi negli appositi sacchi o contenitore suddivisi per tipologia; in ogni sacco o contenitore mettere un solo materiale. I sacchi traslucidi vanno utilizzati solo ed esclusivamente per il conferimento dei rifiuti riciclabili sopraelencati, è vietato qualsiasi utilizzo diverso. • Ad inizio anno gli addetti provvederanno alla distribuzione di n. 40 sacchi per utenza. Chi, durante l’anno, dovesse avere bisogno di altri sacchi potrà utilizzare sacchi simili acquistati a proprie spese. • Il conferimento separato delle singole frazioni di rifiuti è obbligatorio come previsto dall’art. 14 della L.R. 26/2003; i trasgressori saranno punibili con sanzione da Euro 25,82 a Euro 258,23 come previsto dall’art. 29 del vigente “Regolamento comunale di disciplina, dal lato igienico-sanitario, dei servizi di smaltimento dei rifiuti”.

Per ulteriori informazioni rivolgersi all’Ufficio Ecologia del Comune di Stezzano – c/o Municipio p.zza Libertà, 27 24040 Stezzano (BG) - tel. 035/4545343 – fax 035/4540357.


AVVISO RIFIUTI ELENCO IMBALLAGGI IN PLASTICA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA AI SENSI DELL’ACCORDO ANCI-CONAI DEL 8/7/1999 PLASTICA ALIMENTARE • bottiglie di acqua minerale, bibite, olio, succhi, latte, etc.; • flaconi/dispensatori sciroppi, creme, salse, yogurt, etc.; • confezioni rigide per dolciumi (es. scatole trasparenti e vassoi interni ed impronte); • confezioni rigide o flessibili per alimenti in genere (es. affettati, formaggi, pasta fresca, frutta, verdure); • buste e sacchetti per alimenti in genere (es. pasta, riso, patatine, salatini caramelle, surgelati, sacchi per alimenti per animali); • vaschette porta-uova; • vaschette per alimenti, carne e pesce; • vaschette/barattoli per gelati; • contenitori per yogurt, creme di formaggio, dessert; • reti per frutta e verdura; • shoppers e imballaggio secondario per bottiglie acqua minerale/bibite e similari; • contenitori vari per alimenti per animali; • coperchi; • cassette in plastica N.B.: le cassette di plastica per prodotti ortofrutticoli se in grandi quantitativi devono essere conferite alla stazione ecologica e non devono essere utilizzate come contenitori per la raccolta sfusa degli imballaggi in plastica I materiali sopra elencati non devono contenere frazioni estranee, identificabili con residui putrescibili e non putrescibili. PLASTICA NON ALIMENTARE • flaconi per detersivi, saponi, prodotti per l‘igiene della casa, della persona, cosmetici, acqua distillata; • barattoli per confezionamento di prodotti vari (es. cosmetici, articoli di cancelleria, salviette umide, detersivi, rullini fotografici); • shoppers e imballaggio secondario per bottiglie e similari (es.: carta igienica, scottex, etc.); • blister e contenitori rigidi e formati a sagoma (es. gusci per giocattoli, pile, articoli di

cancelleria, gadget vari, articoli da ferramenta e per il “fai da te”); • scatole e buste per il confezionamento di capi di abbigliamento (es. camice, biancheria intima, calze, cravatte); • vaschette per alimenti e imballaggi di piccole dimensioni di piccoli elettrodomestici in polistirolo espanso (se di grandi dimensioni e/o per grandi quantitativi possono essere conferiti esclusivamente alla Stazione Ecologica); • reggette per legatura pacchi; • sacchi, sacchetti, buste (es. sacchi per detersivi, sacchi per prodotti da giardinaggio); I materiali sopra elencati non devono contenere frazioni estranee, identificabili con residui pericolosi e non pericolosi. ELENCO FRAZIONI ESTRANEE (da non inserire nel sacco per la raccolta della plastica) • qualsiasi manufatto non in plastica; • qualsiasi manufatto che non sia imballaggio; • rifiuti ospedalieri (es. siringhe, sacche per plasma, contenitori per liquidi fisiologici e per emodialisi); • beni durevoli in plastica (es. elettrodomestici, articoli casalinghi, complementi d’arredo); • giocattoli; • custodie per CD, musicassette, videocassette; • piatti, bicchieri, posate di plastica; • canne per irrigazione; • articoli per l’edilizia; • barattoli e sacchetti per colle, vernici e solventi; • grucce appendiabiti; • borse, zainetti, sporte; • posacenere, portamatite, etc.; • bidoni e cestini portarifiuti; • cartellette, portadocumenti, etc.. • componentistica ed accessori auto • imballaggi con evidenti residui del contenuto (rifiuto pericoloso, non pericoloso e putrescibile).


Cultura

dicembre 2008

TORNANO GLI INCONTRI IN BIBLIOTECA Dopo l’interesse suscitato gli scorsi anni, i “mercoledì dell’arte” vengono riproposti dalla nostra biblioteca. Questa edizione è iniziata il 10 dicembre con un incontro di preparazione alla mostra: “i Manzù” cui è seguita la visita presso la GAMEC. A partire dal 17 dicembre, per 6 mercoledì fino all’11 febbraio, una serie di incontri “a tema” che, rinunciando alla solita analisi cronologica dell’arte italiana, affrontano alcuni dei nodi critici e più significativi della storia dell’arte e, nello stesso tempo, forniscono al pubblico gli strumenti fondamentali per capire ed apprezzare l’arte. Questo il calendario degli incontri: 17 dicembre: La periodizzazione della storia dell’arte italiana. 14 gennaio: L’eredità nell’antico nell’arte italiana. 21 gennaio: La rappresentazione dello spazio: una forma simbolica? 28 gennaio: La città, il principe e gli artisti. 4 febbraio: Forme e modelli: Storia sacra e Ritratto 11 febbraio: Forme e modelli: Paesaggio, Natura morta, Scene di genere. Gli incontri si terranno presso la biblioteca il mercoledì alle ore 20.30 con ingresso gratuito. Per Info: tel. 035/4545303 - 362

31


A proposito di

Ripercorrendo brevemente l’esperienza della quarta edizione della festa dello sport, organizzata dall’Assessorato allo sport e tempo libero in collaborazione con le associazioni sportive presenti sul territorio di Stezzano, ci sembra importante sottolineare alcuni aspetti significativi di questo evento. Come ogni anno abbiamo atteso l’appuntamento del 14 settembre con l’incognita del tempo, elemento particolarmente importante per una manifestazione che prevede la maggior parte delle attività all’aperto e, più precisamente, nella piazza centrale del paese appositamente chiusa al traffico e allestita con strutture sportive. Anche quest’anno però il tempo non ha favorito il completo svolgimento delle attività, per cui è stato necessario apportare alcune modifiche al programma. A questo proposito va sottolineata la collaborazione delle diverse associazioni a rendersi disponibili per cambi di luogo ed orari. Parte delle attività sono state programmate presso la palestra delle scuole medie F. Nullo, dove la mattina si sono svolte le dimostrazioni delle scuole di danza Point Dance e Orobica Ginnastica, riscuotendo per altro grande successo di pubblico ed interesse. Il luogo meno dispersivo ha permesso ai presenti di gustare ed apprezzare le particolarità e la preparazione delle diverse atlete che si sono alternate tra danze ed esercizi artistici. Lo stesso luogo poi è stato teatro di sfide sportive e dimostrazioni

32

dicembre 2008


A proposito di

dicembre 2008

presentate dalla scuola calcio della Polisportiva Oratorio e degli atleti di Judo di Osio Sotto. Nel tardo pomeriggio poi, come da programma, le attività si sono spostate presso l’Oratorio per alcune manifestazioni di PARASPORT. Nel campo di calcio abbiamo assistito ad una partita amichevole tra atleti e ragazzi disabili con l’organizzazione della Cooperativa Sociale LA SOLIDARIETA’ di Dalmine. A seguire, sul campetto di pallacanestro una partita giocata da squadre appartenenti alla PHB (portatori handicap basket). Due eventi, questi, che hanno dimostrato l’attenzione e l’importanza di fare sport con semplici ma toccanti lezioni di vita. E’ questo un obiettivo importante dell’assessorato allo sport che vuole aiutare, anche con percorsi formativi, a vivere lo sport non solo dal punto di vista agonistico ma soprattutto con spirito di aggregazione e sviluppo di relazioni positive. Poi, presso la tensostruttura dell’Oratorio, si è svolta, alla presenza di atleti e pubblico, la premiazione dei tanti atleti che nello scorso anno si sono distinti per meriti sportivi. Grandi e piccini hanno dimostrato le potenzialità dei singoli e delle squadre che con passione si preparano alle sfide delle diverse discipline. Particolarmente significativo è stato

33


A proposito di

dicembre 2008

sono resi disponibili per la realizzazione della quarta festa dello sport e di quanti, durante l’anno, offrono il loro tempo per il sostengo alle tante realtà sportive. Auguriamo a tutti un anno ricco di impegno e soddisfazioni, auspicando che il dialogo tra realtà sportive, atleti e famiglie permetta ad ognuno di vivere esperienze di crescita positive.

l’evento legato ai riconoscimenti consegnati ai presidenti che negli anni si sono succeduti alla guida della preziosa esperienza sportiva dell’US Stezzanese Calcio, che in più occasioni ha tenuto alto il nome e il merito di Stezzano e di cui ricorre quest’anno l’80° di fondazione. La giornata si è chiusa con una simpatica cenetta offerta da volontari che con tanta passione e disponibilità collaborano alle nostre varie manifestazioni. Ringraziamo nuovamente quanti si

L’Assessorato allo Sport e tempo libero

34


A proposito di

dicembre 2008

ADOLESCENTI & ADULTI

ADOLESCENTI E “TEMPO LIBERO???” E chi ha un po’ di tempo libero? Con lo scomparire dell’estate e con il ritorno dell’inverno i nostri impegni sembrano moltiplicarsi e allora tutti ci ritroviamo a rincorrere il tempo. Trascorriamo estati calde a giocare a pallavolo, a fare biciclettate, a condividere esperienze forti e formative come il CRE e poi tutto, in un batter d’occhio, scompare. Ma no!!! NO! NO! Non è così che ci piace stare insieme ai ragazzi e finalmente, dopo un periodo di progettazione e di lavoro in rete, eccoci a proporre a tutti gli adolescenti un progetto invernale nuovo e ricco di possibilità diverse: “DIVIETO DI SOSTA! Se ti rilassi collassi!”. Un progetto che vede collaborare insieme il Comune (con un investimento economico e di personale), il CAG e l’Oratorio, che sono le due agenzie che si trovano più spesso ad interagire con gli adolescenti, e il Laboratorio Genitori che s’è reso disponibile ad offrire personale, volontario e non, per supportare l’intero percorso. Ma di che si tratta? Si tratta di condividere del tempo libero con i ragazzi facendo un qualcosa di divertente, ma allo stesso tempo formativo per se stessi. Se per il CRE ai ragazzi viene chiesto un impegno, un servizio, in questo progetto chiediamo loro di esserci e di

diventare un po’ protagonisti della loro vita! Il progetto prevede al suo interno 5 microprogetti ed ogni ragazzo può decidere se aderire a uno o a tutti: J spazio compiti, due giorni la settimana, una volta in oratorio e una al CAG, per condividere un momento faticoso e scambiarci un po’ di sapere; J collaborazione con la comunità per minori “Il Guado”: attraverso tre incontri ragioneremo con i ragazzi circa il senso di famiglia e della comunità per arrivare al momento in cui conosceremo la realtà del Guado ed i suoi educatori e ogni ragazzo potrà, a scadenze regolari, trascorrere del tempo con i ragazzi condividendo alcune passioni e facendo con loro qualcosa; J due momenti di convivenza presso il Patronato di Bergamo: daremo la possibilità di poter stare insieme, di vivere la fatica e la gioia della quotidianità per quattro giorni a 18 ragazzi per volta. Ognuno andrà a scuola, agli allenamenti, studierà avendo però come riferimento di “casa e famiglia” il gruppo; J quattro incontri con operatori esperti per parlare di cosa significa essere leader, di come la pubblicità e gli altri ci possono influenzare e per elaborare insieme riflessioni circa le droghe del momento;

35


A proposito di

dicembre 2008

formazione “forti” per i genitori (9 dicembre con un pedagogista e una tavola rotonda a febbraio). Noi abbiamo iniziato e crediamo fortemente in questo progetto! Trentatrè ragazzi hanno aderito… speriamo che con il tempo anche altri inizino ad osare invece che a collassare davanti ad internet o a facebook!!! L’educatrice del territorio Silvia Togni

J incontri con l’associazione “Dutur Claun” di Verdello per imparare strategie di animazione e poter, in caso uno sia interessato, aderire all’associazione e portare un po’ di allegria ai bambini in ospedale. Il tutto verrà condito con delle feste a tema ogni due mesi circa per vedersi, raccontarsi e soprattutto divertirsi tutti insieme!!! E con due momenti di

DIVIETO DI SOSTA! Se ti rilassi collassi Cosa hanno detto alcuni adolescenti quando gli è stato chiesto un parere sul progetto. ¶ “Bello, ma troppo impegnativo e poi d’inverno fa freddo e preferisco stare a casa”.

¶ “Per fortuna si inizia a fare qualcosa perché oltre alle solite proposte come il catechismo o il giocare al CAG non è che ci proponete cose belle e coinvolgenti: questa mi piace e ci vengo!”

¶ “Mi piace quest’idea di fare qualcosa anche d’inverno e non aspettare sempre che arrivi il CRE per ritrovarci e stare insieme”.

¶ “Ho visto i cartelloni in oratorio, ma non ho letto quello che mi è arrivato a casa…vedrò, ora non so”.

¶ “Io non ho tempo per partecipare a queste cose, ora la scuola è iniziata e devo andar bene per far sì che i miei mi lascino fare il resto; ho gli allenamenti e poi i sabati sera con gli amici di classe… non posso fare tutto”.

Cosa hanno detto alcuni genitori quando gli è stato chiesto un parere sul progetto (venerdì 7 novembre)

¶ “Siamo sempre noi che ci ritroviamo a fare le cose che non sono CRE; agli altri interessa solo l’estate così non si annoiano e sanno che cosa fare, per il resto non gliene importa nulla”.

¶ “Mia figlia è tornata a casa dalla presentazione entusiasta, le sue amiche partecipano e questo le da maggior motivazione a buttarsi e a provare. ¶ “Mio figlio nemmeno ha letto il volantino arrivato a casa, ma noi come genitori volevamo saperne di più.” ¶ “È un momento difficile per i ragazzi, preferiscono stare a casa e parlare via internet.” ¶ “I ragazzi sono un po’ demotivati, oltre al CRE non c’è mai stato nulla

36


A proposito di per loro d’inverno, speriamo che quelli che si sono “buttati” nel progetto invoglino gli altri a partecipare.”

dicembre 2008

interesse al resto.” ¶ “È necessario che anche noi genitori sproniamo i ragazzi a partecipare, non dico che dobbiamo costringerli, assolutamente, m a almeno incuriosirli, invece stasera siamo qua in sette e gli altri dove sono? Poi allora non ci lamentiamo dei ragazzi.

¶ “Al CRE i ragazzi si sentono protagonisti, hanno gli occhi puntati addosso forse è per questo che partecipano numerosi e non mostrano particolare

GIOVANI E “TEMPO LIBERO???” È oramai da tempo che Comune e Oratorio hanno espresso la voglia di costruire un gruppo giovani, ma ogni tentativo si è vanificato. Fino a quando a settembre è stato proprio un gruppo di tredici giovani a sentire l’esigenza di ritrovarsi, di condividere parte del loro tempo libero per confrontarsi. Nulla di vincolante, nulla di preconfezionato, tutto si sta pian piano creando e decidendo. Comune ed Oratorio ci stanno supportando a livello economico e strutturale, lasciandoci la massima libertà di decidere i temi da trattare, il tempo da trascorrere insieme … siamo noi a decidere di noi! E passo dopo passo ci stiamo incontrando, condividendo le fatiche del lavoro o dell’università, stiamo cercando di definirci, di darci un nome, ci stiamo conoscendo per poter, con l’arrivo del 2009, aprirci a tutti i giovani del territorio perché riteniamo possa essere questo un momento di scambio e di crescita importante. Per ora abbiamo deciso di analizzare i giornali, il modo con cui le informazioni vengono veicolate, le strategie che i vari quotidiani adottano per “arrivare al lettore” e abbiamo trovato anche una professoressa dell’Università di

Bergamo interessata ad accompagnarci in questa analisi. Ma il nostro trovarci è anche divertimento… andremo qualche giorno insieme a visitare una città per imparare a stare insieme, per

37


A proposito di

dicembre 2008

Siamo liberi di sperimentarci e di metterci in discussione per crescere un po’ insieme perché una volta finita l’adolescenza la strada da percorrere è ancora lunga ed avere in parte a te altre persone è importante e bello!

condividere del tempo e per conoscerci meglio. La fatica a volte è tanta, perché tanti sono gli impegni di ognuno e di tempo libero… forse non ne abbiamo poi così tanto. Ma crediamo in questo gruppo, ci piace ritrovarci, la sentiamo un’esigenza nostra.

(Un giovane del gruppo)

QUESTA MIA NUOVA ESPERIENZA!!! Ciao, mi chiamo Paolo e sono uno dei ragazzi che ha deciso di partecipare al Gruppo Giovani. La mia scelta è nata da un forte interesse per l’argomento che si è scelto di trattare, ovvero l’informazione.

trasmessa s i g n i f i c a dubitare della fonte stessa della nostra conoscenza, non avere più una certezza ultima a cui f a r e riferimento. Si tratta dunque di un’operazione molto difficile, frutto di un lungo lavoro di confronto e di riflessione: dividere la fatica in un gruppo è una scelta che se assunta con c r i t e r i o e responsabilità può garantire vantaggi che lo sforzo singolo non è in grado. Ecco dunque il perché della mia scelta, eccomi dunque a rendermi partecipe di questo giovane progetto. Paolo Rubini

Nell’ultimo semestre stampa e televisione sono stati nell’occhio del ciclone, bersagliati giorno dopo giorno dalla satira di Beppe Grillo: basti pensare che nell’ultimo “W day” sono state raccolte circa due milioni di firme contro il finanziamento pubblico dei giornali e che il blog del comico genovese ha oggi il maggior numero di visitatori giornaliero. In un contesto simile, ho ritenuto doveroso approfondire la questione, partecipando dunque al Gruppo Giovani. Porre sotto analisi l’informazione e il modo con cui questa ci viene

38


A proposito di

dicembre 2008

12 OTTOBRE 2008

Più che a tante parole, vogliamo affidarci alle fotografie per ricordare la bellissima giornata di sole, e assolutamente poco autunnale, in cui ha avuto luogo la 5a edizione della SAGRA D’AUTUNNO. In Piazza Libertà erano presenti tante bancarelle con prodotti tipici del periodo autunnale e, durante la mattinata, dopo aver consegnato le Borse di studio agli studenti meritevoli, abbiamo avuto anche la gradita presenza dell’UNIONE FILARMONICA STEZZANESE e la possibilità di gustare un gradevole aperitivo offerto da Bar Sport. Belle ed emozionanti le manifestazioni Agricole, che ci hanno riportato indietro nel tempo con una dimostrazione di MOTOARATURA con trattori d’epoca presso il rondò di Via Zanica e la TREBBIATURA SULL’AIA con una macchina agricola originale.

La presenza di altre macchine agricole e trattori d’epoca in via Papa Giovanni XXIII hanno creato una scenografia originale, con i nostri amici contadini all’opera, che ha attratto un numerosissimo pubblico di adulti e bambini che si alternavano

39


A proposito di

dalla Piazza al Campo dietro il Palazzo Moroni. Da sottolineare la bella sorpresa, anche quest’anno, di poter visitare il giardino di PALAZZO MORONI dove, nel pomeriggio, all’interno del cortile del palazzo, abbiamo assistito allo Spettacolo per bambini e famiglie “L’enorme coccodrillo” di Roald Dahl a cura del Teatro Prova. Rinnoviamo il nostro grazie al Conte Moroni, con l’augurio di poter continuare in questa piacevole tradizione di visitare le bellezze naturali ed artistiche delle ville che

40

dicembre 2008


A proposito di

dicembre 2008

circondano il comune di Stezzano. Nel pomeriggio, in Piazza, abbiamo poi gustato delle prelibate frittelle, patatine e panini preparati dall’Oratorio S. Cuore e dagli Amici ed ex allievi della Scuola Don Antonio Locatelli, nonché caldarroste con vin brulè a cura degli Alpini di Stezzano con la collaborazione di volontari dell’APAS e alcuni commercianti sempre sensibili alle nostre manifestazioni. La sagra si è chiusa con un abbondante assaggio di salamelle e polenta aperto a tutti. Assicuriamo che ci sono stati tantissimi bis, vista la bontà e la genuinità dei prodotti. Gradita ed apprezzata la presenza del nostro nuovo Parroco, Don MAURO ARIZZI, che, insieme a Don Angelo ed al nostro Sindaco hanno partecipato alla chiusura della Sagra d’Autunno. Non ci resta che rinnovare il ringraziamento a quanti hanno collaborato alla buona riuscita della manifestazione e darci appuntamento alla prossima edizione. Assessorato allo Sport, Tempo Libero e Cultura

41


Associazioni

dicembre 2008

FESTA DEL TRICOLORE Il primo giugno scorso, si è celebrata la 18° festa del Tricolore, organizzata dal Comitato d’Intesa tra le Associazioni Combattentistiche e d’Arma, con il patrocinio del Comune di Stezzano. La celebrazione, che racchiude in sè anche la Festa della Repubblica e delle Forze Armate, quest’anno si è estesa anche ai festeggiamenti per il 20° anniversario di fondazione della Sezione dei Fanti di Stezzano, motivo in più per una numerosa partecipazione di medaglieri, labari e bandiere sezionali delle varie Federazioni di Bergamo e delle Associazioni consorelle e di volontariato.

I l P r e s i d e n t e d e l l ’A s s o c i a z i o n e Combattenti e Reduci, nel suo discorso, ha tracciato la storia della Bandiera Italiana, mentre il Sindaco si è soffermato sul significato della Festa della Repubblica, in special modo sulla Costituzione Italiana e sui valori che rappresenta. Il Vice Presidente Nazionale Vicario, nel rimarcare l’importanza di celebrare degnamente le tappe delle Sezioni dei Fanti, ha ricordato la storia ed il valore della Fanteria. Al termine delle orazioni, il Presidente del Comitato ha ringraziato tutti i partecipanti e, a seguire, lo scambio di targhe fra le Autorità. La manifestazione si è

Il lungo corteo è sfilato lungo le vie del paese ed ha reso gli onori al Monumento ai Caduti con inni patriottici suonati dalla “Filarmonica Stezzanese”, accompagnati dal Sindaco, Stefano Oberti, dal Presidente Provinciale dell’Associazione Combattenti e Reduci, Cav. Uff. Aurelio Pozzi, dal Vice Presidente Nazionale Vicario, Geom. Antonio Beretta, dal Comandante della Stazione dei Carabinieri, Maresciallo Salvatore Presti e da numerosi cittadini.

42


Associazioni

dicembre 2008

tutte le guerre. Infine, si è consumato il pranzo Sociale presso la Sagra allestita dagli Alpini presso l’Oratorio Sacro Cuore.

conclusa con la celebrazione della Santa Messa nella Chiesa Parrocchiale, officiata da Don Angelo Cortinovis in suffragio dei caduti di

COMMEMORAZIONE DEL 90° ANNIVERSARIO DEL IV NOVEMBRE E DEI CADUTI DI TUTTE LE GUERRE Dopo il ritrovo delle Autorità, delle rappresentanze d’Arma, delle Associazioni e dei numerosi cittadini, il corteo si è incamminato, accompagnato dalle note eseguite dall’Unione Filarmonica, verso il Parco delle Rimembranze dove è stato effettuato l‘alzabandiera e la

Domenica 2 novembre, il Comitato d’Intesa tra le Associazioni Combattentistiche ha organizzato, con il patrocinio del Comune di Stezzano, la cerimonia per la commemorazione del 90° anniversario del IV novembre e dei caduti di tutte le guerre.

43


Associazioni

deposizione di una corona presso il Monumento ai Caduti. Il corteo è successivamente tornato presso il cortile del Palazzo Comunale dove, di fronte al Monumento dei Caduti, l’oratore ufficiale dell’Associazione Combattenti e Reduci della Provincia di Bergamo ed il Sindaco di Stezzano hanno ricordato il sacrificio delle molte persone che hanno donato la propria

dicembre 2008

vita per i valori della patria, della pace e della libertà. Gradita la presenza alla manifestazione del Sindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi, Smashnyuc Yaroslava, che ha reso omaggio ai cittadini stezzanesi vittime della prima e seconda guerra, nonché del bombardamento allo stabilimento della Dalmine. Al termine dei discorsi ufficiali, il Parroco ha officiato la Celebrazione Eucaristica in ricordo dei caduti presso la Chiesa Parrocchiale. Un ringraziamento caloroso a tutti coloro che hanno consentito l’organizzazione di queste due significative manifestazioni perchè, attraverso di esse, ognuno di noi possa sempre ricordare che solo grazie al sacrificio dei nostri padri possiamo vivere in una società libera, democratica e civile.

Il Presidente del Comitato d’Intesa Cav. Emilio Moroni

44


Associazioni

dicembre 2008

SPI CGIL

PREMIO AD UNO STEZZANESE Nel corso della festa del tesseramento provinciale Spi Cgil, tenutasi il 9 ottobre scorso al Palasettembre di Chiuduno, il principale punto di interesse è stata la premiazione degli iscritti che si sono distinti per il loro impegno di tesserati e di volontari. La targa di riconoscimento è stata consegnata dal nuovo segretario della Cgil di Bergamo, Luigi Bresciani, e dal segretario comprensoriale Spi Edoardo Bano, al nostro concittadino Ugo Gambirasio (detto Franco), iscritto allo Spi di Stezzano. Il premio è stato motivato dalla fedeltà dimostrata da Franco agli ideali del Sindacato pensionati e della Cgil, nonché dall’impegno che ha svolto, e che tuttora svolge, nell’ambito del nostro comune.

Grazie, Franco, per il tuo impegno dal gruppo Spi Stezzano e da tutta la lega Spi Cgil del territorio di Urgnano.

Il segretario Caslini Abramo

ASSOCIAZIONE DEI CLUB DEGLI ALCOLISTI IN TRATTAMENTO SEDE CENTRALE A.C.A.T. “ARCOBALENO” CURNO E DALMINE Via Tre Venezie n. 23 – GUZZANICA di DALMINE (BG) Si ricorda che l’associazione è presente nel territorio di Stezzano con il C.A.T., aperto a tutte le famiglie che hanno e vivono problemi alcolcorrelati. Gli incontri si tengono ogni martedì, dalle ore 20.45 alle ore 22.15, in via Carrara Beroa n. 5, a Stezzano. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla Sig.ra Elisa Rota, via Frizzoni n. 1, Treviolo - tel. e fax 035/690033.

45


Associazioni

IL 3 NOVEMBRE In ricordo del 90° anniversario della fine della Grande Guerra, gli alpini di Stezzano si sono riuniti all’interno della Sala Consiliare per recitare la preghiera dell’alpino seguita da un minuto di silenzio. Accompagnati dal suono della tromba, sotto una fitta pioggia, gli alpini ed il primo cittadino di Stezzano hanno raggiunto il Monumento antistante il Palazzo Comunale per accendere il cero in memoria dei caduti.

46

dicembre 2008


Associazioni

dicembre 2008

UN ALTRO MOMENTO IMPORTANTE: AVIS RICORDA I DONATORI DEFUNTI La sezione AVIS comunale di Stezzano ha ricordato tutti i donatori del sangue con l’inaugurazione di un piccolo cippo con targa, domenica 16 novembre 2008. Alla cerimonia erano presenti il sindaco Stefano Oberti, il Prevosto Don Mauro Arizzi (che ha benedetto il cippo) ed un cospicuo numero di avisini e di amici. Erano inoltre presenti i labari delle sezioni comunali facenti parte della ZONA 1: Bergamo, Azzano S. P., Lallio, Villaggio degli Sposi, Grumello al Piano, Colognola, Stezzano. La mattinata è iniziata in oratorio e poi in corteo fino al cimitero dove, con una semplice ma toccante cerimonia accompagnata dal suono del “Silenzio” eseguito magistralmente da

Giampietro Cattaneo, si è benedetto il cippo. A seguire sono stati deposti dei fiori sulle lapidi dei soci fondatori Don Gianmaria Fornoni e del primo presidente Daminelli Giuseppe. La cerimonia si è conclusa con la celebrazione della S. Messa presso la chiesa parrocchiale. L’AVIS di Stezzano ha a cuore il futuro dei giovani, ma non può comunque dimenticare chi ci ha preceduto e tanto ha dato ed insegnato. Mentre ci auguriamo che siano sempre di più le persone sensibili a questo tema, a nome del Consiglio direttivo, auguro Buone Feste ed un Felice 2009. Giuseppe Amadei

47


Sportivamente

dicembre 2008

C.P.S. STEZZANO

FINALE COPPA EUROPEA FEMMINILE DI FUTSAL Una grande CPS Stezzano, nella FINALE di COPPA EUROPA Femminile di Futsal (calcio a 5) organizzata a Bergamo, conquista il quarto posto. Traguardo raggiunto quello della CPS Stezzano che chiude la sua quarta partecipazione alla finale di Coppa Europa con un quarto posto in tasca e un buon successo organizzativo. Per la prima volta in Italia, la “final eight” continentale di futsal vede le ragazze di Claudio Allodi classificarsi subito dietro le big superfavorite della Russia e Spagna. La CPS centra l´obiettivo qualificazione nonostante un brusco avvio, con quel 10-5 subito contro il favoritissimo Volgograg, seguito dalle dirompenti vittorie contro le armene del Nairi (14-7) e la Triestina (17-0). Il secondo posto del girone permette alle giallo/blu stezzanesi di accedere nell´elite Europeo con l´ingresso nelle semifinali. Ora l´impegno diventa proibitivo e le cipiessine escono sconfitte dalle spagnole del Burgas e, nella finalina di consolazione, battute anche dal San Pietroburgo. Dunque, per le ragazze allenate da Claudio Allodi non resta che chiudere con una grande festa ed

una medaglia mancata, ma tante soddisfazioni da raccontare. Alla Premiazione Finale erano presenti: Valery Akhumian (Presidente Federazione Europea), Fabio Rustico (Ass. Comune di Bergamo), Francesco Benigni (Presidente Circ. 7 Comune di Bergamo), Stefano Oberti (Sindaco di Stezzano) ed Ettore Perdetti (Delegato Sport Comune di Stezzano). Questa la Classifica Finale: 1° Rokada Volgograd (Russia), 2° Pabellon Burgas (Spagna), 3° Iskra San Pietroburgo (Russia). 4° CPS STEZZANO (Italia), 5° Dolphins Sydney (Australia), 6° Sevastopol (Ucraina), 7° Triestina (Italia) 8° Nairi (Armenia). Ora la CPS Stezzano dovrà pensare al proprio campionato per poter riconquistare il nuovo accesso alle

48


Sportivamente

dicembre 2008

Finali Europee, in programma il prossimo anno in Bulgaria. La società di Allodi è impegnata anche con un nutrito settore giovanile riservato alle ragazze dai 12 anni compiuti già appassionate del calcio a 5. Per informazioni: cpsstezzano@yahoo.it o www.cpsstezzano.it

SEZIONE COMUNALE DI STEZZANO Con le due gare su starne disputate sul territorio di Stezzano, una a giugno alla memoria di Quadri Andrea e l’altra a luglio alla memoria di Lavetti Giuseppe, sono arrivate a concludersi le manifestazioni previste per il 2008.

Queste manifestazioni hanno dato la possibilità di liberare un centinaio di starne, che abbiamo successivamente ritrovate durante il periodo di caccia dopo che sono sopravvissute nel poco ambiente a disposizione e all’insidie dei

49


In Primo Piano vari nocivi, prime di tutte le volpi che risultano in gran quantità e in aumento. Si ringraziano tutti coloro che hanno partecipato alle gare e all’organizzazione delle stesse. Un particolare ringraziamento agli sponsor: Amministrazione del Comune di Stezzano, Edilgessi di Lavetti, Impresa Costruzioni Zana, Profumeria Luisa, Cristini Renato, Steplast di Colombelli, Ferramenta Daminelli, Maffioletti Manilia, Azienda Agricola Tiraboschi Lino, Vetraria Morè, Negroni Giuseppe, Ranica Fulvio, Cabra Giovanni Mario. Il numero dei concorrenti è stato buono, considerato che nelle stesse giornate vi erano altre gare dello stesso tipo nei paesi vicini. Alla gara di giugno vi sono stati 60 partecipanti con la seguente classifica:

dicembre 2008

CATEGORIA LIBERA Inglesi 1° Marenzi Giovanni con setter Lem - 2° Ferrigno Pasquale con setter Barone. Alla gara di luglio vi sono stati 40 partecipanti con la seguente classifica: CATEGORIA CACCIATORI

CATEGORIA CACCIATORI Continentali

Continentali

1° Manenti Luigi con epageul breton Lupin - 2° Natali Antonio con epagneul breton Raul - 3° Marinelli Giovanni con bracco tedesco Pol - 4° Quadri Alessandro con bracco italiano Susanna - 5° Quadri Alessandro con epagneul breton Dik - 6° Lavetti Marco con epagneul breton Aro.

1° Zuffetti Severino con epagneul breton Maga, 2° Pesenti Luigi con bracco tedesco Omar, 3° Quadri Alessandro con bracco italiano Susanna; CATEGORIA CACCIATORI Inglesi: 1° Merla Luigi con setter inglese Chica, 2° Gambirasio Alice con setter inglese Scila, 3° Arici Giuseppe con poienter Alfa, 4° Giossi Luca con setter inglese Bea, 5° Tasca Mario con setter inglese Arno, 6° Gambirasio Valter con setter inglese Laika;

CATEGORIA CACCIATORI inglesi 1° Mangili Mauro con setter inglese Raul - 2° Manenti Luigi con setter inglese Veleno - 3° Vitali Giuseppe con setter inglese Aiden - 4° Manenti Luigi con setter inglese Borg - 5° Arici Francesco con poienter Mek – 6° Baroni Antonio setter inglese Vera.

CATEGORIA cerca 1° Merla Luigi con springer Bianca; CATEGORIA LIBERA Inglesi

CATEGORIA CERCA

1° Tofano Silvio con setter Dino. Si ricorda che nel 2009 scadono i porto d’armi rilasciati nel 2003. Un augurio a Tutti di Buone Feste.

1° Bresciani Carlo con springer Gek - 2° Rota michele cn coker Dora - 3° Ricciardi Ilaria con springer Pibe. CATEGORIA LIBERA Continentali 1° Marinelli tedesco Kit

Giovanni

con

Il Presidente Quadri Alessandro

bracco

50


Sportivamente

dicembre 2008

KARATE STEZZANO

E’ iniziato, nella palestra delle scuole elementari Don Minzoni in via Paglia, il nuovo corso di Karate. Con una sola iscrizione è possibile accedere nelle seguenti palestre per praticare Karate: Stezzano Scuole Elementari Don Minzoni, via Paglia lunedì e mercoledì dalle 19.30 alle 20.30 Levate Scuole Elementari A. Moro, via IV Novembre mercoledì e venerdì dalle 18.00 alle 19.00 Lallio Scuole Medie Giovanni XXIII, via XXIV Maggio martedì e giovedì dalle 18.00 alle 19.00 c.n. bianche-gialle-aranci-verdi dalle 19.00 alle 20.00 c.n. blu - marroni - nere http://xoomer.alice.it/karatelallio

La Redazione accoglierà con favore tutti i contributi di collaborazione che i vari gruppi attivi sul territorio, siano essi culturali, sociali, sportivi o del tempo libero, vorranno dare. Saranno gradite fotografie e brevità. La redazione si assumerà la reponsabilità di adeguare i testi alle esigenze di spazio del periodico. Il materiale, con l’indicazione dei recapiti del mittente, potrà essere consegnato all’ufficio Relazioni con il pubblico del Comune di Stezzano.

51


Sportivamente

dicembre 2008

GIOVANI STEZZANESI CRESCONO…

… A TUTTA VELOCITA’ E’ proprio vero, le giovani generazioni crescono ad una “velocità” straordinaria! Battute a parte, una simile affermazione è più che mai appropriata per Samuele Valentini, il bambino stezzanese pilota di go-kart. Samuele ha appena concluso una stagione, quella del 2008, a dir poco esaltante. Durante tutto il campionato, che si è svolto da marzo a settembre, Samuele si è sempre classificato tra il 2° e 4° posto. Nella gara (extra campionato) organizzata nell'autodromo di Monza, nei giorni 27 e 28 settembre, ha realizzato la POLE POSITION e ha vinto sia la PREFINALE che la FINALE. Dal 3 al 5 ottobre a Parma s'è svolta la "FINALE NAZIONALE EASYKART" dove si è classificato al 1° POSTO. Inoltre, da 16 al 19 ottobre a Jesolo, ha partecipato di diritto alla "FINALE INTERNAZIONALE EASYKART" dove erano presenti piloti di ben 19 stati.

In quest'occasione, in PREFINALE è arrivato al 2° posto e in FINALE ha tagliato per PRIMO il traguardo. I risultati ottenuti dimostrano le straordinarie doti e le grandi qualità di Samuele, al quale auguriamo di raggiungere presto altri ambiziosi “traguardi”.

52


Poesia

dicembre 2008

PENSER de NÉDAL

PENSIERI di NATALE

La niv che ve zo belase, belasine, la imbianca ol mond, coi so schifése, e sto pòer bambì, nassìt senza vésse, al ghè ciàpa det töcc in di sò brasìne.

La neve che scende adagio adagio, imbianca il mondo e le sue schifezze, e questo povero bimbo nato senza vizi, ci abbraccia tutti con le sue braccine.

Ghé riàt Nèdal, coi feste viadré, e la zet la va a messa öna ölta de piö, töta in tichéta è… Signùr vàrda zo, de sigür farò ol brào, ma pròpe per be.

Natale è arrivato, con le feste che seguono, e la gente va a messa una volta di più, tutta agghindata e… Signore guarda giù, farò il bravo di sicuro, ma per davvero.

Ol bambì intàt, töt maciàt in dè pàia, al pàr gnàch chel sènte töt i sto frécc, e al völ dìga a töcc, sia zùegn chè écc, egnì det a troàm, che ghè nissü chè ve màia.

Il bambino, intanto, immerso nella paglia, non sembra neanche sentire freddo, e vuol dire a tutti, sia giovani che anziani, entrate a trovarmi, qui nessuno vi farà del male.

Ol Nèdal che rìa a l’è stèss de chi òter, an diènta piö bù, piö bràe e piö béi, ma durante l’an l’è amur de cortéi, perché” lur” i è catìv, mia come noter.

Il Natale che arriva è uguale agli altri, si diventa più buoni più bravi e più belli, ma durante l’anno è amore di coltelli, perché “loro” sono cattivi, non come noi.

Ma bando ai ciànce, cantém la so gloria, ardém con fidücia al domà che ve avanti, àrda te Signùr, ma con töcc i tò santi, türna che töcc i àgn a cöntàm la to storia.

Ma bando alle ciance cantiamo la sua gloria, guardiamo con fiducia al domani che arriva, fai tu Signore, ma con tutti i tuoi santi, ritorna tutti gli anni a raccontarmi la tua storia. Chico Mafiölèt

Il Sindaco, l’Amministrazione e la Redazione di Zoom, augurano a tutti gli Stezzanesi un Felice Natale ed un 2009 ricco di soddisfazioni 53


Il Comune di Stezzano ringrazia l’Impresa Esco Bergamo Srl che, attraverso la propria attività professionale, contribuisce al mantenimento delle strutture di pubblica utilità, favorisce l’innovazione e permette una migliore qualità dei servizi erogati, senza oneri a carico della collettività. La Esco Bergamo è stata selezionata con bando di gara per la sponsorizzazione della procedura di partecipazione al bando della Fondazione Cariplo per l'audit energetico degli Uffici Comunali.

ESCO Bergamo: la risposta del territorio che tutela l’ambiente

ESCO Bergamo è una società di servizi integrati per l’energia, orientata alla realizzazione e gestione di interventi di risparmio energetico, di uso razionale dell’energia, di riduzione dei consumi e di sfruttamento delle fonti rinnovabili. ESCO Bergamo trasforma i consumi dell'utente finale orientandoli all’efficienza energetica e all’uso delle fonti rinnovabili, riducendo così l’inquinamento connesso al consumo energetico e valorizzando economicamente il risparmio energetico, per coniugare efficienza economica e attenzione alle problematiche ambientali. ESCO Bergamo gestisce dettagliatamente il fabbisogno energetico dell’utente finale. L’obiettivo della valorizzazione dell’efficienza energetica viene raggiunto mediante: J Studi di fattibilità e diagnosi energetiche degli edifici e degli impianti J Certificazione energetica degli edifici J Progettazione esecutiva dei vari interventi di ottimizzazione energetica J Investimento in innovazione impiantistica e utilizzo di fonti rinnovabili negli edifici, anche “conto terzo finanziatore” per utenti pubblici J Condivisione del valore aggiunto ottenuto con i beneficiari finali ESCO Bergamo garantisce al cliente: Migliore qualità dei servizi energetici Accresciuta affidabilità degli impianti Rapidità ed efficienza nella realizzazione degli interventi Risparmi sulla bolletta energetica e sui costi di esercizio e manutenzione

L L L L

Contattaci per saperne di più: ESCO Bergamo, via Verdi 7 - Bergamo - Tel. 035 231595 - Fax 035 238863 info@escobergamo.com - www.escobergamo.com

54


Il Comune di Stezzano ringrazia l’Impresa I.S. Impianti snc che, attraverso la propria attività professionale, contribuisce al mantenimento delle strutture di pubblica utilità, favorisce l’innovazione e permette una migliore qualità dei servizi erogati, senza oneri a carico della collettività.

DIVENTA ANCHE TU SPONSOR DEL COMUNE DI STEZZANO Per informazioni: Ufficio Relazioni con il Pubblico tel. 035/4545315 – e_mail urp@comune.stezzano.bg.it.

Potrete diventare sponsor del Comune di Stezzano attraverso contributi economici (es.: per la pubblicazione del notiziario comunale o la realizzazione/manutenzione di opere pubbliche o parchi, etc.), la fornitura di beni o servizi (es: arredo urbano, organizzazione manifestazioni e mostre, manutenzione del verde pubblico o di fontane, etc.), oppure promuovendo la realizzazione di servizi e/o attività di interesse collettivo (es.: realizzazione di un portale internet, etc.) 55


ORARI DI APERTURA DEGLI UFFICI COMUNALI Tributi Anagrafe 035 4545332 Urbanistica Edilizia 035 4545323 Attività Uff. Relazioni Produttive con il pubblico 035 4545342 Servizi Sociali Istruzione 035 4545361 Denunce Segreteria Lavori decessi Sport e sabato pom. Pubblici e domenica Tempo Libero 035 4545351 320 4353306 035 4545315

Polizia Locale Commercio 035 4541040

Biblioteca 035 4545362

Reperibilità 333 6357991

Chiuso

Lunedì

09.00 - 13.00 10.00 - 13.00 10.00 - 13.00 09.00 - 12.00 11.00 - 12.00

Martedì

11.00 - 12.00 09.30 - 12.30 09.00 - 13.00 10.00 - 13.00 16.00 - 18.00 09.00 - 12.00 16.00 – 17.00 14.30 - 18.30 15.00 - 18.00 16.00 - 18.00 20.30 - 22.30 Escluso Ufficio Istruzione

Mercoledì 09.00 - 13.00 10.00 - 13.00 10.00 - 13.00 Giovedì

09.30 - 12.30 11.00 – 12.00 14.30 - 18.30

09.00 - 13.00 10.00 - 13.00 11.00 - 12.00 09.30 - 12.30 16.00 - 17.30 15.00 - 18.00 Escluso 15.00 - 18.00 16.00 - 17.00 14.30 - 18.30 Ufficio Istruzione

16.00 - 17.30

Venerdì 09.00 - 13.00 10.00 - 13.00 10.00 - 13.00 Sabato

09.00 - 12.30

09.30 - 12.30 11.00 - 12.00 14.30 - 18.30 09.30 - 12.30

NUMERI TELEFONICI DI PUBBLICA UTILITÀ COMUNE Tel. 035 4545311 SERVIZI MANUTENTIVI Tel. 035 4545351 SCUOLA MATERNA COMUNALE VIA GEROLE Tel. 035 591286 SCUOLA MATERNA PRIVATA DON A. LOCATELLI Tel. 035 591050 SCUOLE ELEMENTARI VIA VALLINI Tel. 035 591110 SCUOLE ELEMENTARI VIA PAGLIA Tel. 035 592154 SCUOLA MEDIA VIA VALLINI Tel. 035 592335 DIREZIONE DIDATTICA Tel. 035 591529 CASA DI RIPOSO “VILLA DELLA PACE” Tel. 035 592791 CENTRO AGGREGAZIONE GIOVANILE – C.A.G. Tel. 035 593021 A.P.A.S. Tel. 035 4540471 CENTRO SPORTIVO Tel. 335 1663682 UFFICIO POSTALE Tel. 035 591003

CIMITERO Tel. 035 593300 PARROCCHIA Tel. 035 591070 SANTUARIO Tel. 035 591201 ORATORIO Tel. 035 591449 GUARDIA MEDICA Tel. 035 4555111 CARABINIERI STEZZANO Tel. 035 591119 CARABINIERI PRONTO INTERVENTO Tel. 112 POLIZIA Tel. 113 VIGILI DEL FUOCO Tel. 115 EMERGENZA SANITARIA Tel. 118 ENEL CONTRATTI E INFORMAZIONI Tel. 800900800 ENEL GUASTI Tel. 803500 ACQUEDOTTO Tel. 035 890190 Sabato e Domenica Tel. 340 2869644 THUGA OROBICA (Gas) Tel. 840001122 CENTRO NATATORIO Tel. 035 4379187


Notiziario Zoom Stezzano dicembre 2008  

Notiziario Zoom Stezzano dicembre 2008

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you