Page 1

Università degli Studi “Roma Tre” Corso di laurea in Scienze dell'Educazione Bibliografia e Biblioteconomia Anno Accademico 2011/2012

L'audiolibro e l'importanza delle Biblioteche Scolastiche Multimediali Territoriali per la sua diffusione di Giuliani Arianna

In un'epoca in cui sempre più spesso viene posto l'accento sulle nuove tecnologie e sulle loro potenzialità se opportunamente applicate al livello didattico, ho pensato che sarebbe stato interessante elaborare un percorso di ricerca bibliografica che trattasse il tema dell'audiolibro. I bambini, al giorno d'oggi, dispongono fin dalla tenera età dei mezzi più disparati che gli permettono di fruire autonomamente di messaggi di ogni genere: è ormai raro trovare bambini che non posseggano o che non sappiano utilizzare il PC, che non abbiano mai avuto la possibilità di sfogliare un libro o che non abbiano mai visionato un cartone animato comodamente dal proprio divano. Un tempo tutto questo non era da darsi per scontato, queste possibilità erano un privilegio di pochi. 1


Il carattere invasivo dei nuovi media espone al rischio della marginalizzazione della lettura, in quanto sempre più spesso si parla di “nuove tecnologie”, andando a sottolineare la piacevolezza ed il carattere interattivo dei materiali multimediali. Tutto ciò non fa altro che marcare la differenza con le “vecchie tecnologie”, il cui rappresentante per antonomasia è libro stampato. Alla luce di tutto questo, ritengo che l'audiolibro possa fungere da buon mediatore in tale dinamica che sempre più allontana il bambino-lettore dall'oggetto libro: d'altronde alcuni bambini si rifiutano di leggere, ma non di ascoltare. In questo panorama culturale la scuola, nell'organizzare i propri interventi, deve riuscire a cogliere gli elementi sociali, cognitivi ed affettivi che guidano i comportamenti di lettura, costruendo le basi necessarie per formare un lettore maturo e consapevole.

Il libro: nuove forme e formati nella biblioteca scolastica. Nel nostro paese, l’apprendimento della lingua avviene oggi in uno spazio caratterizzato da un varietà di elementi: i media e le nuove tecnologie informatiche, che hanno avuto negli ultimi anni una diffusione pervasiva, catturano l’attenzione delle nuove generazioni al punto da sviluppare nuovi modelli cognitivi, conformati sulle caratteristiche dei linguaggi non verbali, in modo particolare quelli iconici televisivi e quelli multimediali. In questa situazione la lettura, fino a qualche decennio fa simbolo cardine dell’alfabetizzazione, vede ridotto il suo ruolo e in prospettiva potrebbe essere sempre più emarginata. Le “Indicazioni per il curricolo” assumono questi problemi e ne prospettano soluzioni all’interno di un approccio complesso: la lettura va praticata su una grande varietà di testi, per scopi diversi e con strategie funzionali al compito, per permettere all’alunno l’accesso ai testi anche in modo autonomo. La consuetudine con i libri pone le basi per una pratica di lettura come attività autonoma e personale che duri per tutta la vita. Per questo occorre assicurare le condizioni (biblioteche scolastiche, accesso ai libri, itinerari di ricerca) da cui sorgono bisogni e gusto di esplorazione dei testi scritti. (MIUR, 2007) Per far fronte alle esigenze dettate dalla nuova normativa, le scuole si sono occupate sempre più spesso di adibire apposite Biblioteche scolastiche che non sono fossero multimediali, ma che avessero anche collegamenti con il territorio. Sono in questo modo, infatti, si sarebbe potuta garantire una circolarità positiva scuola-territorio per quel che riguarda progetti di sensibilizzazione alla lettura. Lo sviluppo delle Biblioteche Scolastiche Multimediali Territoriali (BSMT) ha risposto all'esigenza di fornire, tanto ai bambini quanto agli adulti, opportunità di fruire di materiale di 2


lettura sia su testo stampato che su supporti multimediali. La BSMT è una struttura pubblica che non chiude al termine dell'orario scolastico: l'utente di questa biblioteca non è l'alunno, ma il cittadino-lettore. I risultati delle indagini sui livelli di competenza degli studenti nella lettura e nella comprensione, ad esempio quelli offerti dalle indagini PISA, hanno dimostrato la stretta correlazione tra quantità di libri posseduti a casa, qualità e utilizzo della biblioteca scolastica e il rendimento scolastico: alla luce di queste considerazioni, uno specifico ambiente per l'apprendimento, dai significativi effetti a livello cognitivo e metacognitivo, è stato individuato nella Biblioteca Scolastica Multimediale. In tale contesto hanno trovato le basi diversi progetti promossi dal Ministero della Pubblica Istruzione finalizzati ad aumentare la competenza informativa, con l'obiettivo finale di offrire un valido contributo all'apprendimento lungo l'arco della vita, per la continua crescita culturale e l'inclusione sociale. Come si legge nelle Indicazioni per il curricolo, le BSMT ricoprono una funzione strategica per lo sviluppo della competenza di imparare ad apprendere che la scuola deve promuovere: particolare importanza assume la biblioteca scolastica, da intendersi come luogo deputato alla lettura ma anche all'ascolto e alla scoperta di libri, che sostiene l'apprendimento autonomo e continuo; un luogo pubblico, fra scuola e territorio, che favorisce la partecipazione delle famiglie, agevola i percorsi di integrazione delle famiglie immigrate, crea ponti tra lingue, linguaggi, religioni e culture. (MIUR, 2007) La BSMT non è mai stata mono-mediale, perché oltre ai libri ha sempre ospitato anche i giornali e altre risorse informative, oggi però la gamma è aumentata notevolmente, e quindi una buona biblioteca che si rispetti deve essere anche mediateca e deve ospitare, oltre a libri e periodici, audiocassette, VHS, DVD, CD-ROM, dischi, audiolibri, software per la videoscrittura e la videolettura, carte geografiche, mappamondi, dipinti e fotografie. Dotare la biblioteca scolastica di strumenti multimediali non significa sminuirla, né tanto meno mettere in atto un’operazione meramente strategica per attirare gli studenti. Significa, invece, renderla più vitale: farla diventare sempre più un ambiente d’apprendimento per lo sviluppo della conoscenza e delle abilità d’informazione. Per stare al passo con i tempi la BSMT deve mantenere le caratteristiche di un organismo in crescita e in cambiamento: The library is a growing organism, diceva Ranganathan. Se la Biblioteca Scolastica è il punto di accesso locale alla conoscenza, la sua preoccupazione deve essere di promuovere non solo la lettura, ma 'le letture', nel senso sia delle diverse modalità di lettura (strumentale, edonistica, colta, conoscitiva) sia della lettura dei diversi codici espressivi 3


(testuale, iconico, sonoro, audiovisivo) e quindi delle diverse forme di comunicazione. La figura del bibliotecario scolastico, in questo nuovo scenario, deve trasformarsi in quella di esperto che conosce approfonditamente non solo l'editoria per ragazzi, ma anche i supporti audiovisivi, le nuove tecnologie ed il loro utilizzo. Dal Manifesto dell'Unesco sulle Biblioteche Scolastiche, inoltre, si legge che: “La biblioteca scolastica fornisce informazioni ed idee fondamentali che mirano alla piena realizzazione di ciascun individuo nell'attuale società dell'informazione e conoscenza. Consente agli studenti l'acquisizione di abilità per l'apprendimento lungo l'arco della vita e lo sviluppo dell'immaginazione, rendendoli cittadini responsabili”. Tra i materiali che certamente una BSMT deve mettere a disposizione dei suoi utenti, c'è l'audiolibro.

L’audiolibro. Se si volesse fornire una definizione accurata di cosa sia un audiolibro, alla luce dei diversi interventi fatti a riguardo dagli specialisti del settore, lo si potrebbe definire come la registrazione audio di un testo scritto a stampa, letto ad alta voce da narratori professionisti o amatoriali, da uno o più attori, da uno speaker, dall’autore stesso del libro o da un motore di sintesi vocale. La registrazione del testo, parziale o integrale, viene fissata su supporti di diverso tipo come audiocassette, CD, file mp3, anche scaricabili dalla rete Internet, e può essere più o meno accompagnata da musica ed effetti sonori. L’audiolibro, suggerisce Claudio Carini, il fondatore della casa editrice Recitar Leggendo Audiolibri, è un supporto tecnologico moderno che ci spinge a riprendere un’attività - l’ascolto - che sin dai primordi ha avuto una parte fondamentale nella vita dell’uomo, ma che oggi sembra accantonata come se se ne fosse persa l’abitudine. Da un lato l’audiolibro può essere inteso come uno strumento adatto alla didattica, molto utilizzato dagli studenti di lingue straniere o da portatori di handicap, ma dall'altro può essere considerato come un prodotto editoriale a tutti gli effetti: un mezzo di intrattenimento e di evasione, un testo da ascoltare durante un viaggio, mentre si fanno le faccende domestiche, o semplicemente nei momenti di relax in cui si preferisce ascoltare anziché leggere. L’ascolto può apportare significato e piacere alla lettura con vantaggi, insomma, sia per le persone senza handicap che per quelle che ne sono portatrici. Per le prime l'ascolto di un audiolibro può essere utile in sostituzione della lettura nei momenti in cui questa non è possibile perché mani e occhi sono impegnati in altro; per le seconde il momento dell'ascolto diventa una necessità primaria per lo studio e per l’arricchimento 4


culturale. “Saper ascoltare è una cosa che fa gran bene, direi quasi di più che saper parlare o leggere o scrivere”, scrive Maurizio Falghera in occasione della presentazione della nuova Associazione Editori Audiolibri – AEDA. Ascoltare audiolibri - prosegue Falghera - fa bene ai bambini delle scuole elementari, perchè oltre che godere delle storie, acquisiscono inconsciamente una maggiore competenza linguistica che poi verrà automaticamente utilizzata per leggere e scrivere.

(16.05.2012)

Bibliografia di riferimento Nota metodologica Il seguente repertorio bibliografico è di prima mano. La ricerca sul tema scelto è stata effettuata all'interno dell'Emeroteca virtuale e su Internet, per lo più mediante il motore di ricerca Google. Riguardo al tema definito, sono stati selezionati articoli di giornale, articoli di periodici specializzati, atti di convegni e monografie. Lo stile citazionale adottato è quello definito dalla Modern Language Association (MLA), per cui la formula citazionale prescelta è: Cognome, Nome. Titolo del libro. Città Editore: Nome editore, anno di pubblicazione. Media. Il fatto che alcuni campi siano a volte in corsivo, altre virgolettati è dovuto al fatto che il programma Zotero cita diversamente i documenti, a seconda che essi siano stati registrati come articoli di periodici specializzati, monografie, documenti, atti di convegno o articoli di giornale. Baldini, Mario. Educare All’ascolto. Brescia: La Scuola, 1988. Print. Bonan, Nino. “Gli Audiolibri Fanno Bene Agli Anziani.” Corriere delle Alpi 29 Nov. 2011. Print. Caldonazzo, Biancamaria B. Ascolto e Letture Nella Scuola Per L’infanzia. Roma: Libreria Gregoriana Editrice, 1980. Print. Cardarello, Roberta. Storie Facili e Storie Difficili : Valutare i Libri Per Bambini. Bergamo: Junior, 2004. Print. Cervellin, Davide. Disabili. Come Trasformare Un Limite in Un’opportunità. Venezia: Marsilio, 2003. Print. Eletti, Valerio. Manuale Di Editoria Multimediale. Bari: Laterza, 2005. Print. Falghera, Maurizio. “Ascoltare Audiolibri: Un Modo Per Leggere Di Più.” Roma: Il Narratore Audiolibri, 2008. Print. Furini, Marco. “Digital Audiobook: From Passive to Active Pursuit.” Multimedia Tools and Applications 40.1 (2007): 23–39. 5


Malgaroli, Giovanna. Biblioteche Per Bambini e Ragazzi: Costruzione, Gestione e Promozione Delle Raccolte. Roma: AIB, 2000. Print. Marquardt, Luisa. “Biblioteche Digitali: Le Biblioteche Scolastiche.” 2006. Print. Ministero della Pubblica Istruzione. Indicazioni Per Il Curricolo. Roma, 2007. Print. Nawotka, Edward. “Our Digital Future.” Publishing Research Quarterly 24.2 (2008): 124–128. Web. Pizzocchero, Maria. Libri Per Le Mie Orecchie. Pavia, 2008. Print. Ranganathan, Shiyali R. The Five Laws of Library Science. Chennai: Madras Library Association, 1957. Print. Sidoti, Beniamino. “Ai Confini Della Lettura. Una Rassegna Di Tendenze e Proposte Multimediali Per i Bambini.” Sfoglialibro (2002). Print. Tabarelli, Umberto. La Lettura a Voce Alta Come Atto Critico. Milano: Editrice Bibliografica, 1997. Print. UNESCO/IFLA. “Manifesto Per Le Biblioteche Pubbliche.” 1999. Print. Vittoria, Maurizio. Audiolibri. Ricerca e Autoproduzione. Rimini: Guaraldi, 2011. Print. Whitehouse, Guy. “Developments and Tensions in the UK and US Audiobooks Market.” Publishing Research Quarterly 26.3 (2010): 176–182. Web. Young, Neil. “How Digital Content Resellers Are Impacting Trade Book Publishing.” Publishing Research Quarterly 25.3 (2009): 139–146. Web.

Sitografia di riferimento AEDA – Associazione Editori Audiolibri http://www.aedaudiolibri.it/ Sito dell'Associazione Editori Audiolibri, che persegue gli scopi di promuovere e diffondere la cultura dell' Audiolibro e porsi come punto di riferimento anche per quanti, svantaggiati o portatori di handicap visivi, motori o del linguaggio, possano trovare, nelle varie sfaccettature ed espressioni dell’ascolto di audiolibri, un sollievo al proprio disagio.

Alfa Edizioni – Il CD Libro http://cidilibri.alfa-edizioni.it/contenuti.php Sito della casa editrice Alfa Edizioni, nella quale è promosso il prodotto del “Cidilibro”.

Associazione Lettura Agevolata http://www.letturagevolata.org/letturagevolata/index.asp.html Sito dedicato alla presentazione del “Progetto Lettura Agevolata”, promosso dal Comune di Venezia e volto a facilitare l'accesso alla cultura e all'informazione da parte delle persone con ridotte capacità visive. Tra le proposte del Progetto figurano, oltre a libri a grandi caratteri, libri elettronici e libri tattili, i libri parlati: gli audiolibri.

6


Biblioteca Nazionale Marciana http://marciana.venezia.sbn.it/ Sito della Biblioteca Nazionale Marciana (Venezia). Tra le sue proposte c'è una vasta gamma di materiali multimediali, tra cui audiolibri e testi digitali reperibili in rete.

Centro Internazionale del Libro Parlato "A. Sernagiotto" – ONLUS http://www.libroparlato.org/ Sito del Centro Internazionale del Libro Parlato, nato a Feltre nel 1983, con lo scopo di aiutare i non vedenti ad accostarsi alla lettura ed allo studio. Tra le proposte del Centro vi sono servizi riguardanti l'audiolibro e le audioriviste, ascoltabili in rete - se si effettua il login al sito – o scaricabili in versione mp3 sul proprio PC.

Emons Audiolibri http://www.emonsaudiolibri.it/ Sito della casa editrice Emons Audiolibri, che nasce con il proposito di realizzare anche inItalia audiolibri di narrativa contemporanea, letti, quando è possibile, dagli autori stessi.

Leggere per Crescere http://www.leggerepercrescere.it/ Sito dedicato alla presentazione del progetto “Leggere per Crescere”, un progetto di Responsabilità Sociale di GlaxoSmithKline che promuove la lettura ad alta voce tra i bambini in età prescolare da parte dei genitori e di quanti si occupano di loro. Il sito risulta interessante per il tema dell'audiolibro in quanto offre una panoramica sulle modalità di lettura ad alta voce e sui vantaggi che ciò apporta alla crescita dei bambini: un audiolibro, in fondo, può essere assimilabile ad una lettura ad alta voce ascoltata mediante CD o audiocassetta.

Hoerbuecher-welt Sito tedesco, informativo sul mondo degli audiolibri.

Liber Liber http://www.liberliber.it/ Sito dell'Associazione no profit Liber Liber, che aderisce al progetto “Libro parlato” ed offre la consultazione di un ampio catalogo riguardante gli audiolibri.

Libro Parlato Lions http://www.libroparlatolions.it/ Sito dedicato al Libro Parlato Lions, un servizio totalmente gratuito che da oltre trent'anni mette a disposizione di tutti i disabili visivi la propria Audiobiblioteca, interamente costituita da libri registrati da "viva voce".

Il Narratore Audiolibri http://www.ilnarratore.com/index.php Sito della S.r.l. Il Narratore, una casa editrice specializzata nella produzione ed edizione di audiolibri, nata per promuovere la narrazione e l'ascolto di storie appartenenti a tutte le tradizioni letterarie, filosofiche e religiose del mondo. Gli audiolibri che si possono acquistare in CD/CDMP3, come quelli disponibili per il Download, sono letti e registrati da narratori e attori professionisti, scrittori e poeti italiani e stranieri.

7


L'audiolibro  

articolo riguardante l'audiolibro e la sua diffusione nelle BSMT

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you