Page 1


Indice Corso di Metodologia della progettazione Accademia di Belle Arti di Foggia: prof.ssa Rosalba Valleri Progetto grafico: Antonio Dimonte, Daniele Campanile, Fotografie: Antonio Dimonte, Alessio Ciocia Opere: Raffaele Sarcina Editore: Ad Ink © 2013 Team1 metodologia Prima edizione Giugno 2013 Ricerca dati e testi: Sonia Gallo, Palmieri Giovanna, Domenico Lemma, Stefania Menga, Valentina Maraschiello,Luana Reddavide,

Storia dell’accademia Dove siamo Benvenuto del direttore Offerta formativa Cosa scegliere? Arti visive o arti applicate? Arti visive Progettazione e arti applicate Guida all’iscrizione Segreteria didattica Docenti dell’accademia Aule Orario corsi Sessioni d’esame Agevolazioni e sostegni economici Codice disciplinare Sito internet

3 4 5 10 11 6 7 12 13 15 16 9 14 8


Storia dell’ accademia E’ un’istituzione culturale per l’alta formazione artistica. Istituzione pubblica di livello universitario, nasce nel 1970 e ha sede nello storico palazzo della ex Banca d’Italia. Secondo l’offerta formativa MIUR (Ministero dell’Istruzione e dell’Università e della Ricerca) l’Accademia di Belle Arti di foggiana è compresa nel comparto universitario nel settore dell’Alta formazione Artistica e Musicale e rilascia diplomi accademici di 1° livello (equipollenti alla laurea) e di 2° livello (equipollenti alla laurea magistrale). Nella stessa si svolgono i corsi di Laurea Accademica in Decorazione, Grafica, Pittura, Scenografia, Scultura, comunicazione e didattica dell’arte, comunicazione e valorizzazione del patrimonio artistico contemporaneo, Nuove Tecnologie per l’arte, Progettazione artistica per l’impresa, Restauro, Design, Moda e Costume. L’istituzione è inoltre impegnata in corsi biennali ad indirizzo didattico per la formazione dei Docenti, corsi per l’abilitazione al sostegno e Master di livello universitario.

Dove siamo Corso Giuseppe Garibaldi, 35 71122 FOGGIA Fronte Comune di Foggia

Accademia di Belle Arti di Foggia


Come scegliere la tua strada Caro studente, partire dalle tue domande è il modo migliore per decidere il percorso universitario che ti permetterà di realizzarti. Si tratta di un passo delicato che può provenire solo dal profondo, dalle tue attitudini e dalle tue passioni. In questa prima scelta di vita, l’Accademia di Belle Arti di Foggia vuole aiutarti ad individuare un piano di studi il più possibile corrispondente al tuo talento e alle tue aspettative professionali. L’obiettivo di questa guida allo studente è quello di darti maggiore consapevolezza delle tue capacità e attitudini, farti conoscere quello che l’Accademia può offrirti in termini di contenuti formativi, strutture e servizi, per orientare la tua scelta e soddisfare le tue domande. L’ABAFG offre la possibilità di scegliere tra due differenti corsi di Laurea Accademica: Arti Visive e Progettazione e Arti Applicate.

Cosa scegliere? Arti visive o arti applicate? Arti visive: Pittura Scultura Decorazione Decorazione indirizzo in arredo urbano

Progettazione e arti applicate: Scenografia Progettazione artistica per l’impresa indirizzo Graphic design Progettazione artistica per l’impresa indirizzo Moda e costume Nuove tecnologie dell’arte

enografia Progetto sc

Busto scultura


Arti visive

Nella nostra Accademia, la pittura, la scultura e la decorazione rientrano nel corso accademico delle Arti Visive. In generale, però, racchiudono una serie di altri settori tra i quali, oltre ai primi citati, troviamo la musica, il teatro, la danza. Con questo termine si fa riferimento a tutte quelle forme artistiche che combinano insieme la bellezza estetica ed il concetto intellettuale; l’abilità dell’artista sta proprio nel far conciliare questi due aspetti e nel riuscire a trasmetterli ai fruitori. Nelle pagine successive si parlerà nel dettaglio della pittura, della scultura e della decorazione e dei corsi ad essi dedicati, chiarendone i significati e i campi d’azione, ed inoltre verranno mostrati i piani di studi di ogni indirizzo e le prospettive occupazionali, avendo l’ambizione di volerti facilitare la scelta del tuo percorso di studi.


La pittura La pittura è l’arte che consiste nell’applicare dei pigmenti a un supporto come la carta, la tela, la seta, la ceramica, il legno, il vetro o un muro. Il risultato è un’immagine che, a seconda delle intenzioni dell’autore, esprime la sua percezione del mondo o una libera associazione di forme o un qualsiasi altro significato, a seconda della sua creatività, del suo gusto estetico e di quello della società di cui fa parte.

Prospettive occupazionali I diplomati della Scuola svolgeranno attività professionali in diversi ambiti, sia nella libera professione artistica, sia nel campo delle arti visive e nelle attività creative, nonché collaborando, in rapporto ai diversi campi di applicazione, alla programmazione, progettazione e attuazione degli interventi specifici della pittura, tanto nel campo degli strumenti legati alla tradizione, che delle nuove tecnologie e delle nuove espressioni linguistiche riscontrabili nelle manifestazioni nazionali ed internazionali. L’ Accademia organizzerà, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento delle specifiche professionalità e definiranno ulteriormente, per ogni corso di studio, specifici modelli formativi.


Obbiettivi formativi Scuola di pittura Il corso di studio per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello della Scuola di Pittura ha l’obiettivo di formare competenze artistiche e professionalità qualificate che, tenendo conto del pluralismo dei linguaggi e delle innovazioni nelle tecniche, siano in grado di sviluppare la propria ricerca individuale nell’ambito della pittura legata alle tecniche della tradizione e alla sua elaborazione nel contesto della sperimentazione di nuovi linguaggi espressivi. I diplomati nel corso di diploma della Scuola devono: • possedere un’adeguata padronanza tecnico - operativa, di metodi e contenuti relativamente ai settori di ricerca negli ambiti propri delle arti, delle tecniche e delle tecnologie della pittura al fine di progredire nell’acquisizione di una autonoma e personale consapevolezza della produzione artistica; • possedere strumenti metodologici e critici adeguati all’acquisizione di competenze dei linguaggi espressivi, delle tecniche e delle tecnologie più avanzate relative; • essere in grado di utilizzare efficacemente almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre la lingua madre, nell’ambito precipuo di competenza e per lo scambio di informazioni generali; • possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell’informazione, in particolare con gli strumenti informatici.

Piano di studi

CF

Ore

Primo anno Anatomia artistica 1 Cromatologia Disegno per la pittura Estetica Pittura 1 Storia dell’arte moderna Tec. e tec. per la pittura Discipline affini o integrative

CFA 60 6 6 6 6 10 6 6 14

75 75 75 45 125 45 75

Secondo anno Anatomia artistica 2 Computer graphic Inglese Pittura 2 Storia dell’arte contemporanea 1 Tecniche pittoriche Teoria della percezione e psicologia della forma Discipline affini o integrative

CFA 60 6 6 4 10 6 6 6 16

75 75 30 125 45 150 45

Terzo anno Fondamenti di informatica Pittura 3 Storia dell’ arte contemporanea 2 Tecniche dell’ incisione- Grafica d’arte Discipline affini o integrative

CFA 42 4 10 6 6 16

30 125 45 75


La scultura La Scultura è un’arte antichissima che vede le sue origini, insieme alla Pittura, già in epoca preistorica. Quale che sia il materiale amorfo usato, dal gesso all’argilla, dal legno al marmo, oppure, oggi sempre più utilizzati, dal ghiaccio alla sabbia, la pratica scultorea resta fondamentalmente la stessa: l’artista riesce a dar vita e forma alle proprie idee, alle proprie emozioni, modellando e scolpendo la materia. Michelangelo riteneva che le opere scultoree fossero imprigionate all’interno del blocco di marmo e che la bravura e l’abilità dello scultore consistevano proprio nel farle venire alla luce, liberandole.

Prospettive occupazionali I diplomati della Scuola svolgeranno attività professionali in diversi ambiti, sia nella libera professione artistica, sia nel campo delle arti visive e nelle attività creative, nonché collaborando, in rapporto ai diversi campi di applicazione, alla programmazione, progettazione e attuazione degli interventi specifici della scultura, tanto nel campo degli strumenti legati alla tradizione, tanto nel campo dell’architettura e dell’urbanistica, nel settore del restauro e delle nuove tecnologie e delle nuove espressioni linguistiche riscontrabili nelle manifestazioni nazionali ed internazionali. L’ Accademia organizzerà, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento delle specifiche professionalità e definiranno ulteriormente, per ogni corso di studio, specifici modelli formativi.


Obbiettivi formativi Scuola di scultura Il corso di studio per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello della Scuola di Scultura ha l’obiettivo di formare competenze artistiche e professionalità qualificate che, tenendo conto del pluralismo dei linguaggi e delle innovazioni nelle tecniche che caratterizzano la contemporaneità, siano in grado di sviluppare la propria ricerca individuale nell’ambito della scultura legata alle tecniche della tradizione e alla sua elaborazione nel contesto della sperimentazione di nuovi linguaggi espressivi. I diplomati nel corso di diploma della Scuola devono: • possedere un’adeguata padronanza tecnico — operativa, di metodi e contenuti relativamente ai settori di ricerca negli ambiti propri delle arti, delle tecniche e delle tecnologie della scultura; • possedere strumenti metodologici e critici adeguati all’acquisizione di competenze dei linguaggi espressivi, delle tecniche e delle tecnologie più avanzate relative; • essere in grado di utilizzare efficacemente almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre la lingua madre, nell’ambito precipuo di competenza e per lo scambio di informazioni generali; • possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell’informazione, in particolare con gli strumenti informatici.

Piano di studi

CF

Ore

Primo anno Anatomia artistica 1 Disegno per la scultura Estetica Scultura 1 Storia dell’arte moderna Tecniche del marmo e delle pietre dure Tecniche di fonderia Discipline affini o integrative

CFA 60 6 6 6 10 6 6 6 14

75 75 45 125 45 150 150

Secondo anno Anatomia artistica 2 Inglese Scultura 2 Storia dell’arte contemporanea 1 Teoria della percezione e psicologia della forma Tecniche della scultura Discipline affini o integrative

CFA 60 6 4 10 6 6 6 16

75 30 125 45 45 75

Terzo anno Fondamenti di informatica Formatura, tecnologia e tipologia dei materiali Scultura 3 Storia dell’ arte contemporanea 2 Tecniche dell’ incisione- Grafica d’arte Discipline affini o integrative

CFA 42 4 6 10 6 6 16

30 75 125 45 75


La decorazione La decorazione è costituita da quegli elementi che servono ad abbellire. In campo artistico e architettonico si può decorare un oggetto d’arte o un edificio. Si può decorare qualche cosa dipingendola oppure attaccandovi degli elementi. I romani decoravano le loro case con dei mosaici (per esempio a Pompei si trovano dei mosaici, delle pitture murali o degli scorci). La decorazione è un campo molto vasto, che comprende la trasformazione, l’arrangiamento, il restauro, la riparazione di un habitat umano e del mobilio interno (architettura d’interni).

Prospettive occupazionali I diplomati della Scuola svolgeranno attività professionali in diversi ambiti, sia nella libera professione artistica, sia nel campo delle arti visive e nelle attività creative, nonché collaborando, in rapporto ai diversi campi di applicazione, alla programmazione, progettazione e attuazione degli interventi specifici della decorazione, tanto nel campo degli strumenti legati alla tradizione, che delle nuove tecnologie e delle nuove espressioni linguistiche riscontrabili nelle manifestazioni nazionali ed internazionali. L’ Accademia organizzerà, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento delle specifiche professionalità e definiranno ulteriormente, per ogni corso di studio, specifici modelli formativi.


Obbiettivi formativi Scuola di decorazione l corso di studio per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello della Scuola di Decorazione ha l’obiettivo di assicurare un’adeguata padronanza dei metodi e delle tecniche artistiche, nonché l’acquisizione di specifiche competenze disciplinari e professionali al fine di fornire ai discenti conoscenze e metodologie progettuali ed espressive nell’uso degli strumenti e delle pratiche artistiche, con riguardo agli strumenti tradizionali e alle nuove tecnologie. Il corso della Scuola si pone l’obiettivo di conseguire le conoscenze generali e tecniche per la realizzazione di progetti, interventi sul territorio, opere ambientali, nonché sviluppare l’approfondimento e la ricerca sui linguaggi artistico visivi. I diplomati nel corso di diploma della Scuola devono: • possedere un’adeguata formazione tecnico — operativa, di metodi e contenuti relativamente ai settori di ricerca negli ambiti propri delle arti, delle tecniche e delle tecnologie delle arti visive e plastiche con riferimento alla decorazione; • possedere strumenti metodologici e critici adeguati all’acquisizione di competenze dei linguaggi espressivi, delle tecniche e delle tecnologie più avanzate relative; • essere in grado di utilizzare efficacemente almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre la lingua madre, nell’ambito precipuo di competenza e per lo scambio di informazioni generali; • possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell’informazione, in particolare con gli strumenti informatici.

Piano di studi

CF

Ore

Primo anno Anatomia artistica Decorazione 1 Disegno per la decorazione Estetica Plastica ornamentale Storia dell’arte moderna Tecniche della ceramica Discipline affini o integrative

CFA 60 6 10 6 6 6 6 6 14

75 125 75 45 75 45 75

Secondo anno Decorazione 2 Inglese Storia dell’arte contemporanea 1 Tecniche del mosaico Tecniche e tecnologie della decorazione Teoria della percezione e psicologia della forma Discipline affini o integrative

CFA 60 10 4 6 6 6 6 16

125 30 45 150 75 45

Terzo anno Decorazione 3 Fondamenti di informatica Fotografia Storia dell’ arte contemporanea 2 Tecniche dell’ incisione- Grafica d’arte Discipline affini o integrative

CFA 42 10 4 6 6 6 16

125 30 75 45 75


L’arredo urbano L’arredo urbano si occupa di progettare l’arredo, appunto, e la decorazione degli spazi pubblici, dai marciapiedi, alle piazze, agli spazi verdi, attrezzandoli con manufatti fissi o mobili che siano funzionali per la fruizione dei cittadini. Il connubio perfetto tra bellezza e funzionalità trova il suo campo d’azione proprio in questo ambito, dove, grazie alla creatività e al genio del decoratore, è possibile rendere più belle e vivibili le nostre città.

Prospettive occupazionali I diplomati della Scuola svolgeranno attività professionali in diversi ambiti, sia nella libera professione artistica, sia nel campo delle arti visive e nelle attività creative, nonché collaborando, in rapporto ai diversi campi di applicazione, alla programmazione, progettazione e attuazione degli interventi specifici della decorazione, tanto nel campo degli strumenti legati alla tradizione, che delle nuove tecnologie e delle nuove espressioni linguistiche riscontrabili nelle manifestazioni nazionali ed internazionali. L’ Accademia organizzerà, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento delle specifiche professionalità e definiranno ulteriormente, per ogni corso di studio, specifici modelli formativi.


Obbiettivi formativi Scuola di decorazione-Arredo urbano l corso di studio per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello della Scuola di Decorazione ha l’obiettivo di assicurare un’adeguata padronanza dei metodi e delle tecniche artistiche, nonché l’acquisizione di specifiche competenze disciplinari e professionali al fine di fornire ai discenti conoscenze e metodologie progettuali ed espressive nell’uso degli strumenti e delle pratiche artistiche, con riguardo agli strumenti tradizionali e alle nuove tecnologie. Il corso della Scuola si pone l’obiettivo di conseguire le conoscenze generali e tecniche per la realizzazione di progetti, interventi sul territorio, opere ambientali, nonché sviluppare l’approfondimento e la ricerca sui linguaggi artistico visivi. I diplomati nei corsi di diploma della Scuola devono: • possedere un’adeguata formazione tecnico — operativa, di metodi e contenuti relativamente ai settori di ricerca negli ambiti propri delle arti, delle tecniche e delle tecnologie delle arti visive e plastiche con riferimento alla decorazione; • possedere strumenti metodologici e critici adeguati all’acquisizione di competenze dei linguaggi espressivi, delle tecniche e delle tecnologie più avanzate relative; • essere in grado di utilizzare efficacemente almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre la lingua madre, nell’ambito precipuo di competenza e per lo scambio di informazioni generali; • possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell’informazione, in particolare con gli strumenti informatici.

Piano di studi

CF

Ore

Primo anno Anatomia artistica Decorazione 1 metodologia della progettazione Plastica ornamentale 1 Storia dell’arte moderna Tecniche della ceramica Discipline affini o integrative

CFA 60 6 10 6 6 6 6 20

75 125 75 75 45 75

Secondo anno Decorazione 2 Design Inglese Plastica ornamentale 2 Storia dell’arte contemporanea 1 Tecniche del mosaico Teoria della percezione e psicologia della forma Discipline affini o integrative

CFA 60 10 6 4 6 6 6 6 10

125 75 30 75 45 150 45

Terzo anno Decorazione 3 Estetica Fondamenti di informatica Fotografia Storia dell’ arte contemporanea 2 Discipline affini o integrative

CFA 42 10 6 4 6 6 16

125 45 30 75 45


Arti applicate

Anche le Arti Applicate raggruppano una serie di settori e di forme artistiche tra i quali ricordiamo la scenografia, la grafica, la moda e tutte le nuove tecnologie dell’arte . A lungo sono state considerate “arti minori” perché sottovalutate rispetto alle più prestigiose e antiche arti visive. Oggi invece questa gerarchia di valori e di qualità non esiste più, anzi, le arti applicate riescono a fondere in sé non solo l’estetica e il concetto intellettuale, come per le arti visive, ma anche la funzionalità del prodotto realizzato. Hanno quindi un valore aggiunto, che rispecchia e giustifica le esigenze funzionali. Di seguito ti verranno mostrati i piani di studio e le prospettive occupazionali degli indirizzi di scenografia, graphic design, moda e costume e di nuove tecnologie dell’arte, nonché una sintetica ma accurata descrizione dei loro rispettivi ambiti.


La scenografia La scenografia, come arte, consiste nella ideazione di elementi scenici in uno spettacolo cinematografico, televisivo o teatrale, a differenza della scenotecnica che si occupa sostanzialmente della tecnica della scenografia in quanto realizzazione della scena. Tuttavia, la scenografia e la scenotecnica, sebbene teoricamente rappresentino due ambiti separati, spesso convergono, come discipline, in una stessa figura professionale, lo scenografo, che non soltanto prepara i disegni, o bozzetti, ma realizza materialmente anche le scene nel momento in cui interviene sul progetto e le specifiche tecniche, in collaborazione lo scenotecnico.

Prospettive occupazionali I diplomati della Scuola svolgeranno attività professionali nei diversi ambiti pubblici e privati della scenografia teatrale, cinematografica e televisiva, degli allestimenti, del costume per lo spettacolo. L’ Accademia organizzerà, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento delle specifiche professionalità e definiranno ulteriormente, per ogni corso di studio, specifici modelli formativi.


Obbiettiviscuola formativi di scenografia l corso di studio per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello della Scuola di Scenografia ha l’obiettivo di assicurare un’adeguata padronanza dei metodi e delle tecniche artistiche, nonché l’acquisizione di specifiche competenze disciplinari e professionali al fine di fornire ai discenti conoscenze e metodologie progettuali ed espressive nell’uso degli strumenti della rappresentazione e delle pratiche artistiche, con particolare riferimento alla scenografia teatrale, televisiva e cinematografica, nonché alle tecniche di allestimento connesse alla comunicazione pubblicitaria e alla vetrinistica. Il corso della Scuola si pone l’obiettivo di sviluppare le competenze nella pratica degli strumenti tecnologici espressivi, tradizionali e della contemporaneità, che riguardano l’uso e la gestione dello spazio e i principi della rappresentazione. Si pone inoltre l’obiettivo di conseguire le conoscenze tecniche sull’uso dei materiali per la realizzazione di progetti, interventi sul territorio, opere ambientali, nonché sviluppare l’approfondimento e la ricerca sui linguaggi artistico visivi. I diplomati nel corso di diploma della Scuola devono: • possedere un’adeguata formazione tecnico — operativa, di metodi e contenuti relativamente ai settori della scenografia, degli allestimenti, del costume per lo spettacolo; • possedere strumenti metodologici e critici adeguati all’acquisizione di competenze dei linguaggi espressivi, delle tecniche e delle tecnologie più avanzate relative; • essere in grado di utilizzare efficacemente almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre la lingua madre, nell’ambito precipuo di competenza e per lo scambio di informazioni generali; • possedere la conoscenza degli strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza.

Piano di studi

CF

Ore

Primo anno Estetica Fondamenti di disegno informatico Elementi di architettura e urbanistica Metodologia della progettazione Scenografia 1 Scenotecnica 1 Storia dell’arte moderna Discipline affini o integrative

CFA 60 6 6 6 6 10 6 6 14

45 45 75 75 125 75 45

Secondo anno Inglese Modellistica Regia Scenografia 2 Scenotecnica 2 Storia dell’arte contemporanea 1 Storia dello spettacolo Discipline affini o integrative

CFA 60 4 6 6 10 6 6 6 16

30 75 75 125 75 45 45

Terzo anno Fondamenti di informatica Fotografia Scenografia 3 Storia dell’arte contemporanea 2 Discipline affini o integrative

CFA 42 4 6 10 6 16

30 75 125 45


Graphic design Il corso di Graphic Design ha come scopo quello di formare una figura professionale che sia in grado di tradurre idee, concetti e messaggi in prodotti grafico-pubblicitari sotto forma di testo o immagini. Il graphic designer si avvale delle attrezzature e dei software più innovativi accompagnati da una buona cultura di base, doti di fantasia, buon gusto e precisione. Il suo compito è quello di creare prodotti di comunicazione visiva al fine di trasmettere un messaggio al pubblico nel modo più semplice ed immediato. Opera nel settore pubblicitario ed editoriale, si occupa della progettazione grafica e dell’impaginazione di depliant, inserti pubblicitari, manifesti, locandine, loghi, bigliettini da visita, pronto a soddisfare il cliente in un mercato in continua evoluzione.

Prospettive occupazionali

I diplomati della Scuola svolgeranno attività professionali nei diversi ambiti pubblici e privati della progettazione orientata verso sbocchi professionali di nuova configurazione e di grande flessibilità nell’ambito delle varie tipologie applicative rivolte agli enti, ai musei, alla piccola e media impresa fino alla grande industria con riguardo soprattutto alla comunicazione pubblicitaria, all’organizzazione dello spazio come veicolo comunicativo, dall’ambientazione, all’allestimento, alla progettazione site specific ed all’articolato territorio connesso alla comunicazione d’impresa. L’ Accademia organizzerà, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento delle specifiche professionalità e definiranno ulteriormente, per ogni corso di studio, specifici modelli formativi.


Obbiettivi formativi scuola di graphic design Il corso di studio per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello della Scuola di Progettazione artistica per l’impresa ha l’obiettivo di assicurare un’adeguata padronanza dei metodi e delle tecniche artistiche, nonché l’acquisizione di specifiche competenze disciplinari e professionali al fine di fornire ai discenti conoscenze e metodologie progettuali ed espressive nell’uso degli strumenti della rappresentazione e delle pratiche artistiche, con particolare riguardo alla comunicazione, al disegno industriale, al design, alla moda. Il corso della Scuola si pone l’obiettivo di sviluppare le competenze progettuali e la pratica degli strumenti tecnologici espressivi, tradizionali e della contemporaneità, che riguardano l’uso e la gestione dello spazio e i principi della comunicazione e della rappresentazione. I diplomati nel corso di diploma della Scuola devono: • possedere un’adeguata formazione tecnico — operativa, di metodi e contenuti relativamente ai settori del Graphic Design, della Comunicazione Pubblicitaria, della progettazione. • possedere strumenti metodologici e critici adeguati all’acquisizione di competenze dei linguaggi espressivi, delle tecniche e delle tecnologie più avanzate relative; • essere in grado di utilizzare efficacemente almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre la lingua madre, nell’ambito precipuo di competenza e per lo scambio di informazioni generali; • possedere la conoscenza degli strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza.

Piano di studi

CF

Ore

Primo anno CFA 60 Graphic design 1 10 Metodologia progettuale della comunicazione visiva 6 Progettazione grafica 6 Storia del disegno e della grafica d’arte 6 Teoria e metodo dei mass media 6 Tipologia dei materiali 6 Discipline affini o integrative 20

125 45 75 45 45 75

Secondo anno Computer graphic Design Elementi di architettura e urbanistica Graphic design 2 Fotografia Inglese per la comunicazione artistica Storia dell’arte contemporanea 1 Storia dell’arte moderna Discipline affini o integrative

CFA 60 6 6 6 10 6 4 6 6 10

75 75 75 125 75 30 45 45

Terzo anno Tecnologie dell’informatica Graphic design 3 Storia dell’arte contemporanea 2 Tecnologia dei nuovi materiali Discipline affini o integrative

CFA 42 4 10 6 6 16

30 125 45 75


La moda e il costume Oggi la moda e il costume sono dei comparti a sé stanti e possono essere presentati come dei settori multidimensionali integrati con tanti aspetti della vita che caratterizzano il complesso scenario verso cui è proiettata. Questo insieme di elementi diventa così il punto di riferimento dell’industria della moda, del sistema che ne dipende, ma anche della cultura, dell’estetica, dell’arte ecc. Conoscere lo scenario della moda significa quindi conoscere lo scenario della nostra società. Moda e costume è un indirizzo che si occupa di progettare qualsiasi tipo di capo: vestiti, borse, cappelli, scarpe ecc. eseguendo prima uno schizzo su un foglio dell’idea che si ha in mente e in un secondo momento crearlo realmente con stoffe, bocci e tutti i tipi di decorazione possibili. La moda è un campo che non avrà mai fine in quanto è in continua evoluzione. Gli anni passano e la moda di conseguenza cambia.

Prospettive occupazionali I diplomati della Scuola svolgeranno attività professionali nei diversi ambiti pubblici e privati della progettazione orientata verso sbocchi professionali di nuova configurazione e di grande flessibilità nell’ambito delle varie tipologie applicative rivolte agli enti, ai musei, alla piccola e media impresa fino alla grande industria con riguardo soprattutto alla comunicazione pubblicitaria, all’organizzazione dello spazio come veicolo comunicativo, dall’ambientazione, all’allestimento, alla progettazione site specific ed all’articolato territorio connesso alla comunicazione d’impresa. L’Accademia organizzerà, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento delle specifiche professionalità e definiranno ulteriormente, per ogni corso di studio, specifici modelli formativi.


Obbiettivi formativi Scuola di moda e costume Il corso di studio per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello della Scuola di Progettazione artistica per l’impresa ha l’obiettivo di assicurare un’adeguata padronanza dei metodi e delle tecniche artistiche, nonché l’acquisizione di specifiche competenze disciplinari e professionali al fine di fornire ai discenti conoscenze e metodologie progettuali ed espressive nell’uso degli strumenti della rappresentazione e delle pratiche artistiche, con particolare riguardo alla comunicazione, al disegno industriale, al design, alla moda. Il corso della Scuola si pone l’obiettivo di sviluppare le competenze progettuali e la pratica degli strumenti tecnologici espressivi, tradizionali e della contemporaneità, che riguardano l’uso e la gestione dello spazio e i principi della comunicazione e della rappresentazione. I diplomati nel corso di diploma della Scuola devono: • possedere un’adeguata formazione tecnico — operativa, di metodi e contenuti relativamente ai settori della progettazione, degli allestimenti, e del Fashion design; • possedere strumenti metodologici e critici adeguati all’acquisizione di competenze dei linguaggi espressivi, delle tecniche e delle tecnologie più avanzate relative; • essere in grado di utilizzare efficacemente almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre la lingua madre, nell’ambito precipuo di competenza e per lo scambio di informazioni generali; • possedere la conoscenza degli strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza.

Piano di studi

CF

Ore

Primo anno Decorazione Design dell’accessorio Fashion design 1 Fondamenti di disegno informatico Storia del costume Teoria e metodo dei mass media Tipologia dei materiali Discipline affini o integrative

CFA 60 6 6 10 6 6 6 6 14

75 75 125 45 45 45 75

Secondo anno Computer graphic Cultura tessile Ambientazione moda Fashion design 2 Inglese per la comunicazione artistica Storia dell’arte moderna Storia della moda Discipline affini o integrative

CFA 60 6 6 6 10 4 6 6 16

75 45 45 125 75 45 45

CFA 42 10 4 6 6 16

125 30 65 45

Terzo anno Fashion design 3 Tecnologie dell’informatica Fotografia Storia dell’arte contemporanea Discipline affini o integrative


Le nuove tecnologie dell’arte Nuove tecnologie dell’arte si propone di formare progettisti e creativi in grado di produrre sistemi di interazione digitale. A questo scopo, il Corso fornisce le metodologie progettuali, la padronanza tecnica ed espressiva specifiche dei linguaggi dei nuovi media. Gli insegnamenti si avvalgono di lezioni ed esercitazioni laboratoriali e teoriche, nonché di momenti e luoghi di confronto tra diverse esperienze artistiche, in modo da favorire lo sviluppo di personali percorsi espressivi interni allo specifico del sistema digitale. Si farà particolare attenzione, inoltre, a valorizzare le inclinazioni personali in modo da arricchirle con nuovi metodi e conoscenze. Il corso si propone di sviluppare le potenzialità progettuali e creative dei linguaggi e delle tecniche multimediali in rapporto con la società della comunicazione e con il sistema dell’arte contemporanea.

Prospettive occupazionali Il diplomato della Scuola svolgerà attività professionali in diversi ambiti, inerenti sia alla libera professione artistica nel campo delle nuove tecnologie, sia collaborando, in rapporto ai diversi campi di applicazione, alla programmazione, progettazione e attuazione degli interventi specifici delle nuove tecnologie, dalla progettazione e realizzazione di opere audiovisive e multimediali interattive alla modellistica virtuale. L’Accademia organizzerà, in accordo con enti pubblici e privati, gli stages e i tirocini più opportuni per concorrere al conseguimento delle specifiche professionalità e definiranno ulteriormente, per ogni corso di studio, specifici modelli formativi.


Obbiettivi formativi Scuola di nuove tecnologie dell’arte Il corso di studio per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello della Scuola di Nuove tecnologie dell’arte ha l’obiettivo di assicurare un’adeguata padronanza dei metodi e delle tecniche nell’ambito della ricerca artistica rivolta all’uso e all’utilizzo delle nuove tecnologie mediali della comunicazione. I diplomati nel corso di diploma della Scuola devono: • possedere un’adeguata formazione tecnico — operativa, di metodi e contenuti relativamente all’impiego artistico delle nuove tecnologie, conoscendo le tecniche multimediali e digitali che permettono di produrre opere e informazioni; • possedere strumenti metodologici e critici adeguati all’acquisizione di competenze dei linguaggi espressivi, delle tecniche e delle tecnologie più avanzate relative, esercitando la sperimentazione artistica nei linguaggi tecnologici e multimediali specifici applicata ai settori delle arti visive digitali, multimediali, interattive e performative, del video e del cinema, e del web; • essere in grado di utilizzare efficacemente almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre la lingua madre, nell’ambito precipuo di competenza e per lo scambio di informazioni generali; • possedere la conoscenza degli strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza

Piano di studi

CF

Ore

Primo anno CFA 60 Archetipi dell’immaginario 6 Digital video 6 Metodologia progettuale della comunicazione visiva 6 Progettazione multimediale 1 10 Sound design 6 Storia dell’arte moderna 6 Teoria e metodo dei mass media 6 Discipline affini o integrative 14

45 45 45 125 45 45 45

Secondo anno Computer graphic Inglese per la comunicazione visiva Net art Progettazione multimediale 2 Regia Storia dell’arte contemporanea 1 Teoria della percezione e psicologia della forma Discipline affini o integrative

CFA 60 6 4 6 10 6 6 6 16

75 30 45 125 75 45 45

CFA 42 4 6 10 6 16

30 75 125 45

Terzo anno Tecnologie dell’informatica Fotografia Progettazione multimediale 3 Storia dell’arte contemporanea 2 Discipline affini o integrative


Discipline Integrative o affini

Campo disciplinare

Arte del fumetto Fenomenologia del corpo Beni culturali e ambientali Cromatologia Design Disegno tecnico e progettuale Estetica Digital video Fondamenti di marketing culturale Landscape design Legislazione del mercato dell’arte Management per l’arte Metodologia della progettazione Modellistica Plastica ornamentale Restauro della fotografia Storia dello spettacolo Sound design Teatro di figura Tecniche della ceramica

CF

4 4 6 6 6 6 6 6 6 6 4 4 6 6 6 4 6 6 4 6

Ore

50 30 75 75 75 75 45 45 75 45 30 30 75 75 75 50 45 45 50 75

Campo disciplinare

Tecniche della scultura Tecniche del marmo e delle pietre dure Tecniche del mosaico Tecniche di fonderia Tecniche e tecnologie della decorazione Tecniche e tecnologie della grafica Tecniche e tecnologie per la pittura Tecniche grafiche speciali Tecniche performative per le arti visive Tecniche plastiche contemporanee Tecnologia dei nuovi materiali Teoria e metodo dei mass media Teoria e storia del restauro

CF

6 6 6 6 6 6 6 6 4 4 6 6 6

Ore

75 150 150 150 75 75 75 75 30 50 75 45 45


Guida all’iscrizione Lo studente, una volta effettuata la scelta tra i diversi corsi offerti dall’Accademia di Belle Arti di Foggia e aver compilato il modulo d’iscrizione, che potrà ritirare presso la Segreteria Didattica, se non è in possesso di Licenza di Maturità Artistica (sezione Accademia o sperimentale) o Licenza di Maturità d’Arte Applicata, dovrà sostenere un esame di ammissione. Tale esame prevede il superamento di tre prove: •Prova d’Italiano su tema di storia dell’arte •Prova Artistica al fine di accertare le potenzialità e capacità espressive e creative del candidato. •Colloquio Attitudinale/ Culturale per valutare il livello culturale generale del candidato in rapporto soprattutto alle attitudini, alle motivazioni e alla conoscenza degli ambiti delle arti, del design, della comunicazione e delle nuove tecnologie. I candidati, che avranno superato gli esami di ammissione o esami integrativi, sono tenuti, entro cinque giorni dalla data di affissione all’Albo dei relativi risultati, a presentare domanda d’ Immatricolazione alla Scuola prescelta.  La segreteria dell’Accademia di Belle Arti di Foggia provvede ad offrire agli studenti un servizio di sportelleria che possa seguire l’allievo dall’immatricolazione alla tesi. E’ la struttura a cui gli studenti si possono rivolgere per avere informazioni specifiche sulle differenti attività didattiche. E’ il fondamentale punto di riferimento per avere tutte le indicazioni utili su programmi degli insegnamenti, piani di studio, orari delle lezioni, richiesta certificati, trasferimento ad altre Accademie e molto altro ancora.

Giorni e orari degli uffici aperti al pubblico Uffici

Telefono

Su appuntamento

Idem*

Uffici acquisti e inventario

dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00

Idem*

Ufficio del personale

dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00

dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 10.00

Ufficio di segreteria didattica

martedì, giovedì e venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 lunedì e mercoledì dalle ore 15.15 alle ore 16.15

dal lunedì al venerdì dalle ore 12.00 alle ore 13.00

Ufficio di segreteria degli organi dell’accademia

lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 16.00

dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 10.00

Ufficio protocollo

dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00

dal lunedì al venerdì dalle ore 12.00 alle ore 13.00

Direttore amministrativo Direttore di ragioneria

Su appuntamento per e-mail: dal lunedì al venerdì angela.siena@abafg.it dalle ore 12.00 alle ore 13.00*


Docenti dell’accademia Accettulli Gaetano Alessandrino Andrea Belgiovine Eva Berardi Giuseppe Biasci Cristian Buffa Marcello Carella Domenico Centrone Gaetano Cibelli Michele Ciccone Gianluca Cirillo Antonio Colacicco Alessia Corfiati Mario Dambruoso Alberto d’Angelo Emanuele Dattoli Domenico de Cesare Barbara Del Prete Michele D’Emilio Bartolomeo Di Donna Antonio Di Donna Michaela

Di Terlizzi Pietro D’Orazio Paolo Fania Gigliola Faragalli Gianluca Ferreri Ezio Ferrigno Luigi Fiorella Raffaele Fornari Carmine Foti Antonino Fracasso Liliana Gagliardi Vincenzo Garofalo Antonella Giampaolo Rosanna Greco Ettore La Ragione Barbara Laratro Salvatore Lovaglio Daniela Lovaglio Salvatore Marchese Lucia Mika Fatih Milano Mario

Montesano Raffaele Mucci Floriana Muraca Fernando Nasuto Antonio Nitti Paola Palmisano Ideo Pisani Marcello Ragno Pantaleo Rea Loredana Reggianini Alberto Sabba Francesca Scaringi Laura Schirinzi Carlo Michele Terlizzi Principia Tonelli Marco Valleri Rosalba Valli Delphine Vernice Maria Rosaria

foro


Sessioni d’esame Gli appelli nell’arco dell’anno accademico sono tre: Invernale a febbraio: durante il quale si potranno sostenere: - gli esami degli insegnamenti frequentati nel primo periodo dell’anno in corso; - gli esami degli insegnamenti frequentati durante gli anni accademici precedenti. Estiva a giugno/luglio: durante il quale si potranno sostenere: - gli esami degli insegnamenti frequentati nel primo e secondo periodo dell’A.A. in corso; - gli esami degli insegnamenti frequentati durante gli anni accademici precedenti. Autunnale a settembre/ottobre: durante il quale si potranno sostenere: - gli esami degli insegnamenti frequentati nel primo e secondo periodo dell’A.A. in corso; - gli esami degli insegnamenti frequentati durante gli anni accademici precedenti. La sessione invernale è anche considerata come ultimo appello dell’anno accademico precedente a diposizione degli studenti che intendono diplomarsi entro tale sessione, e che pertanto non devono rinnovare l’iscrizione all’anno accademico. Prenotazione Esami Per poter sostenere la prova d’esame sarà obbligatorio effettuare la prenotazione telematicamente entro e non oltre la data che verrà pubblicata sul sito dell’Accademia prima della sessione. Potrà sostenere l’esame solo lo studente che a discrezione del professore ha maturato la frequenza necessaria e che si sia regolarmente prenotato telematicamente all’appello di interesse. I verbali degli esami saranno redatti su moduli predisposti allo scopo dall’Ufficio servizi didattici e conterranno esclusivamente i nominativi degli studenti che hanno effettuato la prenotazione. Non sono ritenuti validi, pertanto, gli esami la cui trascrizione avviene in aggiunta sul modulo prestampato.

Modalità per l’inserimento e la prenotazione degli esami Gli studenti iscritti possono consultare la propria posizione anagrafica, amministrativa e didattica attraverso il Servizio Studenti on line. Dal sito: www.abafg.it > ISIDATA Studenti si accede alla propria pagina con il codice e la password personali. Dalla propria pagina è possibile controllare la propria situazione, stampare gli esami sostenuti, stampare il propria piano di studi, inserire e prenotare esami, inviare comunicazioni o variazioni anagrafiche. È possibile prenotare l’appello d’esame per gli insegnamenti inseriti in quest’anno accademico e per gli insegnamenti già presenti nella propria scheda d’esami perché frequentati in altri anni accademici ma non ancora sostenuti. Una volta prenotato l’insegnamento occorre attendere la mail di conferma da parte della Segreteria. Si sottolinea che lo studente è tenuto a rispettare il proprio piano di studi approvato e concordato con il coordinatore della scuola. N.B. Vista la Delibera n. 25 del 30.06.2011 del C.A. : Durante la sessione d’esami, in cui lo studente sosterrà la tesi finale, è possibile sostenere un massimo di 2 esami. entro il primo appello. Non si deroga da quanto deliberato.


CFA crediti formativi accademici

Lo studente dovrà raggiungere il numero di crediti formativi accademici (C.F.A.) previsti dal Piano di Studi che avrà scelto al momento dell’Immatricolazione, con annessi C.F.A. ottenuti dalle Discipline Integrative o Affini, per un totale di 162 crediti nel triennio. In aggiunta ad essi, lo studente è tenuto ad effettuare attività formative a scelta, per un totale di 10 crediti; queste attività potranno essere scelte dall’elenco delle materie integrative o affini, oppure tra le attività formative svolte presso qualunque corso di studio del triennio. Un ulteriore possibilità è quella di maturare questi 10 crediti anche all’esterno dell’Accademia di Belle Arti, partecipando a stage o seminari, o comunque attività preventivamente autorizzate dal C.A. dell’Istituzione. Al fine di raggiungere 180 crediti formativi totali, al termine dei 3 anni previsti dai piani di studi, lo studente potrà ottenere altri 8 crediti con la Prova Finale. RIEPILOGO CREDITI FORMATIVI ACCADEMICI (C.F.A.) nel Triennio: Tipologia delle Attività Formative

C.F.A.

Attività formative di Base e Caratterizzanti + Attività Integrative o Affini (Previste da ogni singolo Piano di Studi)

162

Attività formative a scelta Prova Finale TOTALE

10 8 180


Note integrative I candidati, che avranno superato gli esami di ammissione o esami integrativi, sono tenuti - entro gg.  5   (cinque) dalla data di affissione all’Albo dei relativi risultati  - a presentare domanda di Immatricolazione alla Scuola prescelta secondo la apposita domanda da ritirare presso la Segreteria Didattica  o scaricabile dal sito.  Gli studenti, regolarmente immatricolatisi alla Scuola per la quale hanno superato i previsti esami, sono altresì tenuti a presentare l’apposito modulo relativo alle discipline”integrative ed affini”, alle discipline “a scelta dello studente” ed all’indicazione della cattedra di appartenenza lì dove la disciplina ne prevede lo sdoppiamento.  I Piani di studio, dei Corsi Triennali di Primo Livello, prevedono un certo numero di cfa per tipo di attività formativa che variano in relazione alla Scuola di iscrizione. In ogni caso, al termine del corso triennale, lo studente deve aver totalizzato 180 cfa (credito formativo accademico).  I Piani di Studio, secondo la normativa vigente per gli immatricolati dall’a.a. 2009/10, sono strutturati come segue: attività formative di base - (i cfa variano in relazione alla Scuola d’iscrizione)                 attività formative caratterizzanti - (i cfa variano in relazione alla Scuola d’iscrizione)  attività formative integrative o affini - (cfa 46 nel triennio) attività formative ulteriori - (cfa 4) attività formative a scelta dello studente - (cfa 10 nel triennio) attività formative denominate altre attività - (cfa 4 per la prova di Inglese) La somma dei cfa, acquisiti secondo lo schema delle  attività formative sopra elencate, dovrà essere corrispondente a 172, ai quali vengono aggiunti 8 crediti formativi per l’impegno di studio della tesi di diploma ovvero la Prova finale. L’attribuzione dei suddetti 8 crediti portano a compimento il percorso formativo dello studente che avrà così totalizzato 180 cfa. In seguito all’immatricolazione, la Segreteria provvederà ad attribuire il Piano di Studi ad ogni singolo studente. Il Piano di studi assegnato all’atto dell’immatricolazione avrà validità per l’intero triennio.

salvo modifiche necessarie apportate dall’Istituzione. Lo studente è altresì tenuto a presentare, entro e non oltre il termine stabilito dalla Segreteria, la richiesta di inserimento delle attività formative integrative o affini ed a scelta. Il modulo per la scelta delle materie integrative e schemi allegati fornisce informazioni riguardanti l’attività di studio dello studente. E’ pertanto obbligatoria la consegna dello stesso. I termini di consegna verranno fissati nel corso dell’anno accademico e pubblicati in Bacheca e sul sito istituzionale.   L’Anno Accademico inizia il 1° novembre e termina il 31 ottobre dell’anno succssivo. Le lezioni in genere iniziano il 2 o il 3  di novembre e terminano orientativamente nella terza decade di giugno. Per i dettagli è necessario consultare il “Calendario didattico” che viene pubblicato all’inizio di ogni nuovo anno accademico. L’Anno Accademico prevede 3 sessioni di esami che si svolgeranno come segue: -sessione estiva: giugno e luglio -sessione autunnale: settembre e ottobre -sessione invernale: febbraio e marzo dell’anno successivo. Al termine di ogni sessione si svolgeranno le Tesi di Diploma Accademico. Il Calendario degli esami viene pubblicato anche sul sito dell’istituzione. Oltre alla frequenza del corso, per l’accesso agli esami è necessaria l’iscrizione agli stessi. L’iscrizione o prenotazione avviene mediante compilazione di un modulo disponibile presso sul sito. I moduli di iscrizione agli esami inviati oltre i termini fissati non verranno accettati. Lo studente che vuole trasferirsi presso altra Accademia, deve presentare domanda al Direttore entro e non oltre il 30 settembre.


Principi fondamentali L’Accademia di Belle Arti di Foggia si impegna ad operare nel rispetto di fondamentali principi e garanzie per l’utente, tra cui: Uguaglianza ed imparzialità di trattamento: viene garantita l’uguaglianza di trattamento degli utenti a parità di requisiti da parte degli stessi, in modo che tutte le ragionevoli esigenze degli utenti siano soddisfatte. I Servizi sono erogati senza distinzione di sesso, razza, lingua, religione ed opinione politica. Inoltre l’Azienda si attiene ai principi di obiettività, neutralità ed imparzialità nei comportamenti verso i suoi utenti. Continuità: l’Istituzione si impegna ad erogare servizi regolari, continui, senza interruzioni. Possibili casi di funzionamento irregolare o di interruzione dei servizi devono essere espressamente regolati dalla normativa di settore, incluse le norme che attengono all’esercizio del diritto di sciopero da parte dei lavoratori. Resta fermo, ad ogni modo, che nei casi di inevitabile funzionamento irregolare o di interruzione del servizio, l’Istituzione deve adottare misure volte ad arrecare agli utenti il minor disagio possibile. Partecipazione: si garantisce la partecipazione degli utenti alla prestazione dei servizi, sia per tutelarne il diritto ad una corretta erogazione, sia per favorirne la collaborazione ai fini del miglioramento della qualità. L’utente ha il diritto di richiedere informazioni di tipo generale o che lo riguardino personalmente; egli può avanzare proposte o suggerimenti. Inoltre si garantisce l’identificabilità del personale e si definisce una specifica procedura attraverso cui il cliente può inoltrare eventuali richiami. Cortesia: viene garantito il rispetto e la cortesia nei confronti dell’utente sia nei colloqui telefonici sia nell’espletamento di attività di sportello. Il personale, amministrativo e docente, ha il dovere di agevolare l’utente nell’agevolare l’utente nell’esercizio dei propri diritti e nell’adempimento dei propri obblighi, di rispondere alle loro necessità, ad aiutarli ed agevolarli. Efficacia ed Efficienza: viene perseguito l’obiettivo del miglioramento continuo del servizio attraverso la misurazione dei risultati raggiunti e l’adozione delle più opportune soluzioni organizzative e

tecnologiche. Nel definire gli standard delle prestazioni, l’Accademia si impegna a rispettarli senza sottoposizione a condizioni, ma con deroghe possibili solo se più favorevoli alle generalità dell’utenza del servizio. Inoltre essa si obbliga a valutare la qualità dei servizi resi, svolgendo apposite verifiche sulla qualità e l’efficacia dei servizi stessi , stabilendo preliminarmente i metodi di valutazione utilizzati per fissare o rivedere gli standard, gli indici da utilizzare per la misurazione e la valutazione dei risultati conseguiti, la base di comparazione per rafforzare i risultati effettivamente ottenuti previsti e, infine, gli strumenti da impiegare allo scopo di verificare e convalidare i valori misurati.

Leggi cogenti La Guida allo Studente dell’Accademia di Belle Arti di Foggia trova il suo fondamento legislativo nella: - Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 gennaio 1994, “Principi sulla erogazione dei servizi pubblici”; - Legge 2 dicembre 1991 n.390, “Norme sul diritto allo studio universitario”; - Decreto Legislativo 30 luglio 1999, n.286 che regola il riordino ed il potenziamento dei controlli di qualità nelle Pubbliche Amministrazioni; - Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 aprile 2001, “Uniformità di trattamento sul diritto allo studio universitario”; - Provvedimento della Regione Puglia legge 5 luglio 1996, n.12, “Diritto agli Studi Universitari”; - Decreto del Presidente della Repubblica 28 febbraio 2003, n.132, “Recante i criteri per l’autonomia statuaria, regolamentare e organizzativa delle istituzioni artistiche e musicali”, a norma di legge 21 dicembre 1999, n.508; - Legge 508/99 (come modificata dalla Legge n. 268 del 22.11.2002 di conversione del Decreto Legislativo 212/02); - Decreto del Presidente della Repubblica n.212/05 (regolamento recante disciplina per la definizione degli ordinamenti didattici delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica a norma dell’art. 2 della Legge 21 dicembre 1999, n.508).


Cosa scegliere per il Biennio? In seguito alla laurea triennale, all’ ABAFG, è possibile intraprendere un corso di laurea biennale, sempre inerente ai corsi triennali, in modo da poter conseguire una continuità del percorso di studi o, perche no, continuare con un altro indirizzo che L’ABAFG mette a disposizione. I corsi del biennio sono suddivisi, come il triennio, in: Arti visive: Pittura Decorazione Decorazione indirizzo in Arte ambientale e spazio pubblico Progettazione e arti applicate: Scenografia Progettazione artistica per l’impresa indirizzo Graphic design Progettazione artistica per l’impresa indirizzo Product e space design


Guida allo studente  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you