Page 87

1. Le relazioni diplomatiche tra la Serbia e l’Italia prima dell’indipendenza serba

D

urante il XIX secolo si assiste al risveglio della coscienza nazionale e al desiderio di costruzione degli Stati nazionali. Al centro degli eventi europei vi era anche la Serbia, all’epoca sottoposta al vassallaggio dell’Impero Ottomano. La crisi orientale del 1875-78 svolse un ruolo decisivo nella realizzazione dell’aspirazione allo Stato nazionale della Serbia. Tuttavia, va sottolineato che le cause di controversia e di scontro armato con l’Impero Ottomano risiedevano nelle dure condizioni di vita della popolazione cristiana. La diplomazia europea non era in grado di costringere la Turchia ad avviare delle riforme, e di conseguenza si rafforzò l’atteggiamento ostile della popolazione serba e cristiana nei confronti dell’Impero Ottomano. Inizialmente, le richieste inviate alla Sublime Porta riguardavano solo le riforme che avrebbero facilitato le condizioni di vita della popolazione cristiana, ma poiché l’Impero Ottomano si mostrava intransigente nei confronti delle richieste dei cristiani, la situazione cambiò: il desiderio di migliorare le condizioni di vita si tramutò nel movimento di liberazione nazionale. Come si giunse alla cooperazione diplomatica tra l’Italia e la Serbia? Cosa ha legato i due paesi? La cooperazione diplomatica tra la Serbia e l’Italia affonda le radici negli anni in cui i due paesi lottarono per la liberazione e per l’unificazione dei loro territori divisi. L’attività diplomatica unilaterale risale al periodo della Rivoluzione europea 1848-1849, quando il Regno di Sardegna istituì, nel 1849, la sua rappresentanza diplomatica nel Principato vassallo di Serbia, con il quale, fino ad allora, non aveva intrattenuto legami politici, commerciali o economici. Ufficialmente il consolato fu istituito per favorire scambi e cooperazione economica, tuttavia il vero motivo era di natura politica, in quanto fu concordata un’azione congiunta, contro l’Austria, che riuniva gli italiani, ungheresi, serbi e soldati della Frontiera militare. Il primo console del Regno di Sardegna fu Marcello Cerruti1; suo fratello minore, Luigi Cerruti2 , venne insignito del rango di vice console. In seguito al fallimento della rivoluzione il governo austriaco pretese la chiusura del Consolato del Regno di Sardegna, presso il Principato vassallo di Serbia, e l’ottenne, adducendo il fatto che il Consolato vantava un orientamento politico ostile allo 1

Nato a Genova il 1808 e morto a Roma il 1896. Fu parte del servizio diplomatico a Belgrado al rango di console generale dal 1849 sl 1850 – La formazione della diplomazia nazionale (1861-1915), Roma, 1987, 179. 2 Nato a Genova il 1819 e morto a Roma il 1883. Fu parte del servizio diplomatico a Belgrado al rango di console di terza categoria negli anni 1849-1850.

85

Profile for Arhiv Vojvodine

Србија у очима италијанске дипломатије 1878–1908.  

Србија у очима италијанске дипломатије 1878–1908. La Serbia negli occhi della diplomazia italiana 1878–1908.

Србија у очима италијанске дипломатије 1878–1908.  

Србија у очима италијанске дипломатије 1878–1908. La Serbia negli occhi della diplomazia italiana 1878–1908.

Advertisement