Page 121

8-106-119_ARCVISION_Millenium_ABRAHAM:Project 12 ok 27/06/12 21:49 Pagina 111

La metafora anatomica è presente anche nella vista laterale dell’edificio, e nella sua “radiografia” in sezione, che ne mette in risalto la struttura ripartita da tre elementi verticali: “la maschera” affacciata sulla 52nd Street, “il torso” strutturale portante e “le vertebre” delle scale nel retro, “che si intersecano e lottano per raggiungere l’infinito, come la colonna senza fine di Brancusi”. Quest’ultima immagine sacrale, amata e ripetuta dall’autore, custodisce anche la soluzione più pragmatica ed efficace di tutto il progetto. Unico tra i concorrenti del concorso, Abraham sfrutta la collocazione delle scale per ottenere le due uscite di sicurezza

ACFNY/David Plakke

terra e rendere omaggio al Sole, come un poderoso totem indiano-metropolitano. Dal secondo al settimo piano fuoriesce dalla facciata un articolato bow-window di cemento armato rivestito di zinco, che rompe con la propria ortogonalità l’inclinazione del curtain wall e si raccorda visivamente con le costruzioni ai lati. La figura antropomorfa di tale elemento ricorda quella di un automa, o di un manichino impiccato: “i piedi” sono la pensilina sopra l’entrata principale, “la testa” ospita l’ufficio-belvedere del direttore al settimo piano, “il cappio” è un lungo cordolo di cemento, che termina su un piolo sporgente dal frontone.

Profile for arcVision

Millennium - Incontri con l'architettura  

Il libro MILLENNIUM INCONTRI CON L’ARCHITETTURA, a cura di Stefano Casciani e pubblicato dalle edizioni arcVision, vuole essere il racconto...

Millennium - Incontri con l'architettura  

Il libro MILLENNIUM INCONTRI CON L’ARCHITETTURA, a cura di Stefano Casciani e pubblicato dalle edizioni arcVision, vuole essere il racconto...

Profile for arcvision
Advertisement