__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 141

139

Corpo B: Pianta e sezione dei copponi di copertura. Si evidenzia il prominente becco che sbalza sulla pIAZZA coperta.

Questo calcestruzzo è il risultato di una lunga ricerca e di numerose prove condotte in collaborazione tra laboratori Italcementi, direzione lavori, CTG (Centro Tecnico di Gruppo Italcementi) e la società di prefabbricazione, per ottenere un prodotto che avesse queste particolari caratteristiche: • aspetto superficiale il più possibile liscio, senza microfessurazioni in fase di presa, esente da fessurazioni in fase di ritiro ed esente da micro bolle d’aria, specie in superficie; • stessa composizione sia per il calcestruzzo gettato in opera sia per quello prefabbricato tenuto conto anche dei diversi tempi di lavorabilità; • resistenza alla compressione di almeno 55 Mpa. La prima caratteristica era richiesta dall’architetto Richard Meier e dalla tipologia dell’opera; la seconda era necessaria dato che nel fabbricato coesistono strutture gettate in opera e prefabbricate, spesso adiacenti, in cui l’aspetto superficiale e il colore, legato sensibilmente al mix, devono essere i medesimi,

Profile for arcVision

i.lab Italcementi. Il cuore dell'Innovazione.  

Un green building che coniuga i concetti di sostenibilita ambientale e innovazione tecnologica. Un luogo della conoscenza e del sapere scien...

i.lab Italcementi. Il cuore dell'Innovazione.  

Un green building che coniuga i concetti di sostenibilita ambientale e innovazione tecnologica. Un luogo della conoscenza e del sapere scien...

Profile for arcvision
Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded