Page 5

Centaurus aderisce alla campagna di prevenzione dell’AIDS “Sex Symbol” di Arcigay, ma i manifesti vengono censurati dal Comune di Bolzano perché ritenuti troppo spinti.

manifesti in via Parma per far scoppiare il pandemonio. Un dibattito di un’ora e mezza in Consiglio Comunale e il Sindaco Luigi Spagnolli, che pure è sempre stato sensibile ai temi della prevenzione, ha fatto censurare tutti i manifesti. Fosse lo spray nero di Armin Benedikter! L’Arcigay Nazionale ha dovuto scusarsi ufficialmente attraverso il Presidente Aurelio Mancuso, mentre noi di Centaurus abbiamo scritto un comunicato stampa per spiegare l’accaduto. Eravamo su tutte le prime pagine dei giornali locali. Mai Centaurus aveva avuto una tale risonanza mediatica. Ma non era certo la pubblicità di cui avevamo bisogno. Il Sindaco Spagnolli nella sua conferenza stampa settimanale non ci è certo andato sul sottile: “Si facciano penetrare loro!” ha detto. Poi è inciampato su un antipatico lapsus freudiano dicendo “anti-gay” anziche “antiAIDS”. In un clima così teso ci sembrava opportuno spedire una lettera di scuse al Sindaco. Spagnolli a sua volta ci ha risposto con la email pubblicata nella pagina accanto. Una bella lettera, dove il primo cittadino loda Centaurus per il suo costante impegno a difesa di una minoranza e ci esprime il suo pieno sostegno. Per archiviare definitivamente la faccenda, Kurt Wieser, altro ex-Presidente di Centaurus, ed io siamo andati a trovare Spagnolli in Municipio. In un cordiale colloquio in perfetto dialetto sudtirolese il Sindaco ci ha dato il consenso ad affiggere gli altri manifesti della campagna “Sex Symbol”. Quelli giusti, stavolta. L’immagine è quasi uguale, ma senza la scritta “Usami”. Anche la frase sottostante è più soft: “Il sesso sicuro è eccitante: Usa sempre il profilattico!” Parole che penetrano, ma senza offendere la sensibilità di nessuno.

Le nostre intenzioni erano buone, anzi nobili. Nel dicembre 2008 l’associazione Centaurus ha dato il via alla sua prima campagna di prevenzione dell’AIDS in Alto Adige. Waldemar Kerschbaumer, ex-presidente di Centaurus, ci aveva portato cento manifesti della nuova campagna “Sex Symbol” dell’Arcigay. A qualcuno del direttivo non piacevano. Quell’immagine di un bellone (Mister Gay Italia 2008) a dorso nudo con un profilattico aperto sulla punta del dito, e soprattutto quella scritta “Usami” sul petto, poteva essere di dubbio gusto. Ma la cosa che più ci ha reso perplessi era la frase scritta sotto l’immagine: “Il sesso sicuro è eccitante: Non lasciamoci venire in bocca, scopiamo e facciamoci penetrare solo con il preservativo.” Parole forti. Era il caso di affiggere manifesti simili in una pudica città di provincia come Bolzano? Ma poi ci siamo detti: E’ la campagna ufficiale dell’Arcigay, dunque sapranno cosa stanno facendo. Un tragico errore. Quello che non sapevamo era che i manifesti della campagna erano due: Uno era riservato ai luoghi di aggregazione gay-lesbici come locali, saune, pub e usava perciò un linguaggio volutamente crudo e schietto volto a sensibilizzare una minoranza su un pericolo ancora in agguato. L’altro manifesto era indirizzato al grande pubblico, da affiggere sulle strade e aveva dunque una scritta più “soft” per rispetto verso la sensibilità di tutti. Si, sembra una barzelletta, ma noi di Centaurus abbiamo affisso per strada il manifesto sbagliato, quello crudo e sexy. Le conseguenze? Apriti cielo! E’ bastato che un bambino puntasse il dito su uno dei

> Andreas Unterkircher 8

----- Messaggio inoltrato da luigi.spagnolli@comune.bolzano.it ----Data: Wed, 7 Jan 2009 19:03:25 +0100 Da: Luigi Spagnolli <luigi.spagnolli@comune.bolzano.it> Oggetto: Re:Lettera dell‘associazione Centaurus al Sindaco di Bolzano Dottor A: vorstand-direttivo@centaurus.org Gentili signore e signori, ricevo solamente oggi la Vostra mail del 24 dicembre. Ero già informato del disguido, ma Vi ringrazio per avermi scritto, e per il modo in cui lo avete fatto. Mi dispiace molto del risalto mediatico che ha avuto la vicenda dei manifesti, che non ha fatto bene né a Voi, che come Associazione Vi siete ritagliati un ruolo credibile e serio occupandovi di questioni che la nostra Società spesso non riesce (ancora) a metabolizzare come sarebbe giusto, né alla città, che non si merita i personaggi che colgono queste occasioni per farsi bassa pubblicità tra il popolino, e che pure non mancano mai. Personalmente poi mi debbo scusare per aver involontariamente confuso, nella mia conferenza stampa settimanale pre natalizia in cui ho affrontato l’argomento, ’’argomento, le espressioni „ARCI GAY“ e „ANTI AIDS“ ricavandone un impietoso e non voluto „ANTI GAY“ che ovviamente gli attenti giornalisti mi hanno sottolineato, nei resoconti successivi. Per quello che sono e per il ruolo che ricopro non potrò mai essere ANTI, se non nei confronti di chi infrange norme. Ma non è il Vostro caso, anzi: grazie soprattutto alla Vostra attività il mondo del dell’’omosessualità sta diventando sempre più una componente normale, e come tale riconosciuta, del mondo in generale. Avanti così. Auguri di un sereno e produttivo 2009. Luigi Spagnolli 9

Profile for Arcigay Aosta

Centaurus Magazine 04  

Rivista lgbt in italiano e tedesco dell'Alto Adige. La redazione Vi augura una lettura interessante e stimolante, come è stato per noi il l...

Centaurus Magazine 04  

Rivista lgbt in italiano e tedesco dell'Alto Adige. La redazione Vi augura una lettura interessante e stimolante, come è stato per noi il l...

Advertisement