Page 16

Quale altro movimento è in grado di portare talmente tante persone in piazza? Purtroppo l’omosessualità viene ridotta all’atto sessuale e non viene valorizzato l’amore. Come si è espressa la Chiesa riguardo al vostro film? Luca: Non si è espressa affatto. Nonostante il nostro non è per niente un film sull’omosessualità, bensì sui diritti negati in Italia. Ma esporsi su questo tema sarebbe stato come ammettere che esistono le coppie e l’amore gay. Ed è l‘amore che fa paura. Le cose più belle che vi sono capitate ques quest’a ’ nno? Gustav e Luca: Avere partecipato con tutte le proiezioni „sold out“ alla „Berlinale“, che era il festival giusto per noi, perché è un festival per il pubblico, ci ha reso molto felici. La gioia per le quantità di mail delle persone che ci sono vicine e sono veramente solidali. È stato anche bellissimo il fatto che la casa editrice Salai abbia creduto nel nostro progetto e ci abbia dato la possibilità di fare, grazie al cofanetto Dvd-libro, finalmente una buona distribuzione. Inoltre l’immensa gratitudine di un monaco buddista, che dopo aver visto il nostro lungometraggio in un cinema di Bangkok ha deciso di regalarci le uniche 2 cose che possedeva. 2 borse arancioni fatte a mano da lui stesso, come atto di amicizia e solidarietà. In più ha anche scritto un articolo su di noi sulla rivista dei monaci buddisti. Perché vivete ancora in Italia? Gustav:Perilsemplicefattocheandarseneorasarebbe una sconfitta. Ci siamo imbattuti in quest‘avventura e la continueremo anche per tutta la gente che crede in noi. Se vi dico la parola „normale“, cosa vi viene in mente?

Gustav: Normale come chi? Progetti futuri? Luca: Saremo a Praga e a Montreal per il Festival dei Diritti Umani. Il nostro lavoro è collocato perfettamente in un festival con tale tematica. Sicuramente non ci sarà un „Improvvisamente l‘inverno scorso 2“. Gustav:Abbiamo ancora tante date e nuove richieste. Non abbiamo ancora avuto il tempo di pensare seriamente ad iniziare un nuovo progetto. Però mi piacerebbe fare un’altra cosa sull‘Italia e non per forza sul tema dell‘omosessualità. Se mi permettete il paragone, voi siete i Rob Epstein italiani. Il regista americano ha vinto l‘Oscar nel 1984 con il suo documentario „The times of Harvey Milk“. L’It ’ItItalia ’It alia è indietro? Luca: Molto. Almeno di 25 anni. È incredibile che oggigiorno un ragazzo gay si debba ancora nascondere soffrendo dietro una maschera per colpa di una convinzione borghese per una cosa che nel resto del mondo è normale. Se tutti potessimo mostrarci e venire accettati per quello che siamo, sarebbe più facile vivere felicemente. Vivete assieme da ben 10 anni. Qu Qual’’è la formula del vostro amore? Gustav: Ridere molto ed essere sinceri. Il nostro è un rapporto basato sulla sincerità. Ci siamo sempre detti tutto e mostrati per quello che siamo. Luca: La convivenza è un metodo di misura per l‘amore, perché ci si rende conto dei difetti propri e altrui, e se si ama il partner anche per quelli, allora quello è il vero amore. Non bisogna avere paura e gettare la spugna al sorgere dei primi problemi. > Christian Mair

30

Eheverbote zwischen Schwarzen und Weißen. Die gleichgeschlechtliche Ehe ist 2003 in Massachusetts eingeführt worden, eingetragene Partnerschaften (sogenannte civil unions) gibt es in Vermont, New Jersey, New Hampshire, Oregon, Hawaii, Maine, Washington und im District of Columbia. http://www.nytimes.com/2008/10/11/nyregion/11marriage.html

Connecticut (USA): Ehe für alle Ein Urteil des Obersten Gerichtshofs hat Ende 2008 die Ehe für gleichgeschlechtliche Paare in Connecticut geöffnet. Die Debatte darüber war in den vergangenen Jahren auf Staatsund Bundesebene so kontrovers geführt worden, dass selbst liberale PolitikerInnen sich nicht mehr trauten, homosexuelle Paare gesetzlich gleichzustellen. Die Entscheidung musste deshalb von acht homosexuellen Paaren gerichtlich erzwungen werden. Das Höchstgericht hat nun erklärt, dass das gesetzliche Verbot der gleichgeschlechtlichen Ehe gegen das verfassungsmäßige Recht auf Gleichbehandlung verstoße. Obwohl Connecticut 2005 die eheänlichen „civil unions“ eingeführt hatte, befand das Gericht, dass diese unterschwellig signalisieren würden, dass die Verbindung zwischen gleichgeschlechtlichen Paaren nicht dieselbe Bedeutung und Wichtigkeit habe wie die Ehe. Dies stehe in derselben diskriminierenden Tradition wie die früheren

Sudafrica: La Chiesa discrimina La Chiesa olandese riformata del Sudafrica è stata condannata dal Tribunale di Pretoria al pagamento dell’equivalente di ca. 7.000,00 Euro per un licenziamento ritenuto illegittimo, in favore di Johan Strydom. Il giovane insegnante di musica presso una scuola gestita dalla chiesa era stato licenziato quando la direzione era venuta a conoscenza che Strydom era omosessuale. Tale „stile di vita“ era stato considerato incompatibile con la morale evangelica. Nella causa intentata da Strydom contro il suo ex datore di lavoro 31

Profile for Arcigay Aosta

Centaurus Magazine 04  

Rivista lgbt in italiano e tedesco dell'Alto Adige. La redazione Vi augura una lettura interessante e stimolante, come è stato per noi il l...

Centaurus Magazine 04  

Rivista lgbt in italiano e tedesco dell'Alto Adige. La redazione Vi augura una lettura interessante e stimolante, come è stato per noi il l...

Advertisement