Page 1

ME

architettura e paesaggio GRAlCA

Elisa Monte portfolio

mail. monte.elisa@gmail.com


Curriculum Vitae

CV informazioni personali Elisa Monte | 21.11.1985

email. monte.elisa@gmail.com

ESPERIENZE LAVORATIVE

Periodo Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilitĂ

14.02.13 – oggi arch. Claudia Marcon, arch. Adriano Venudo - Stradivarie architetti associati

Periodo Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilitĂ

15.10.11 – 13.02.2013 arch. Claudia Marcon, arch. Adriano Venudo - Stradivarie architetti associati

Periodo Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilitĂ

01.12.10 – 28.02.11 Studio Ing. Giuseppe Carniello, Via Terme Romane 10, 33170, Pordenone

Studio di architettura e paesaggio Professionista associata Redazione di progetti afferenti all’ambito del paesaggio, allo spazio urbano e della strada; redazione di istanze di autorizzazione paesaggistica e monuPHQWDOHUHGD]LRQLGLSURJHWWLJUDƂFLGLSURJHWWD]LRQHLGHD]LRQLGLLPPDJLQL coordinate

Studio di architettura e paesaggio Collaborazione Redazione di progetti afferenti all’ambito del paesaggio, allo spazio urbano e della strada; redazione di istanze di autorizzazione paesaggistica e monuPHQWDOHUHGD]LRQLGLSURJHWWLJUDƂFLGLSURJHWWD]LRQHLGHD]LRQLGLLPPDJLQL coordinate

Studio di ingegneria Prestazione occasionale Collaborazione nella redazione dello studio di fattibilità intitolato 3JĚGMRI MHVEYPMGLIDYHQWHFRPHƂQHODYHULƂFDGHOODSRVVLELOLW½GLLQVWDOODUHLPSLDQWLD coclea idraulica lungo le linee d’acqua del comune di Pordenone. 3


Portfolio Elisa Monte

Periodo Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilitĂ

01.03.10 – 13.11.10 Arch. Annalisa Marini, Via Cartiera 23, 33080 Porcia PN

Periodo Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilitĂ

01.10.08 – 25.06.09 Arch. Annalisa Marini, Via Cartiera 23, 33080 Porcia PN

Periodo Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilitĂ

20.12.07 – 30.09.08 6HWWRUH9,,,$PELHQWHH0RELOLW½t6HUYL]LR6LVWHPD,GULFR$UHH9HUGLH3DUFKL t8QLW½2SHUDWLYD$UHH9HUGLH3DUFKLGHO&RPXQHGL3RUGHQRQH

4

Studio di architettura e paesaggio Prestazione occasionale Collaborazione nella redazione del progetto per un 4IVGSVWS1YWIEPI 7XSVMGS(MHEXXMGSWYPPE6SWE%RXMGE, presso il Parco della Villa Galvani a 3RUGHQRQH/HPDQVLRQLVYROWHVRQRVWDWHULFHUFDUHGD]LRQHGHOOHWDYROHGL progetto, visite in cantiere e cura della parte relativa alla comunicazione e alla JUDĆ‚FDGHO0,5$t0XVHR,WLQHUDULRGHOOD5RVD$QWLFDLVWLWXLWRLQVHJXLWRDOOD realizzazione del roseto.

Studio di architettura e paesaggio Prestazione occasionale Collaborazione nella redazione dell’incarico connesso al TVSKIXXSKIRIVEPIu TVIPMQMREVIHIRSQMREXSr'SQTEVXSHM7ER+MYPMERSs. Le mansioni svolte VRQRVWDWHULFHUFDHDQDOLVLLQL]LDOHIXQ]LRQDOHDOODVWHVXUDƂQDOHGHOSURJHWWR LQGDJLQHIRWRJUDƂFDHVRSUDOOXRJKLUHGD]LRQHGHOOHWDYROHGLSURJHWWR

Pubblica Amministrazione Incarico a progetto 5HDOL]]D]LRQHGLXQDFDUWRJUDƂDDOƂQHGLHYLGHQ]LDUHWXWWHOHD]LRQLLSURJHWWL gli interventi effettuati, quelli in corso di realizzazione, quelli programmati del Sistema Idrico Aree Verdi e Parchi. Nell’ambito di questo incarico sono rienWUDWHDQFKHDOWUHDWWLYLW½TXDOLODUHDOL]]D]LRQHHRUJDQL]]D]LRQHGLPDWHULDOH relativo ai parchi e alle aree verdi delComune di Pordenone, la realizzazione GLDOFXQHSDJLQHGHOVLWRLQWHUQHWGHO&RPXQHDOƂQHGLSXEEOLFDUHOHLQIRUPD]LRQLUHODWLYHDOSDWULPRQLRYHUGHGHOODFLWW½,QROWUHVLVRQRVYROWHVYDULDWH PDQVLRQLGLFROODERUD]LRQHFRQOp8IƂFLR$UHH9HUGLH3DUFKLGHO6LVWHPD,GULFR $UHH9HUGLH3DUFKLt6HWWRUH9,,,$PELHQWHH0RELOLW½


Curriculum Vitae

Periodo Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilitĂ

10.08.07 – 31.12.07 6HWWRUH9,,,$PELHQWHH0RELOLW½t6HUYL]LR6LVWHPD,GULFR$UHH9HUGLH3DUFKL t8QLW½2SHUDWLYD$UHH9HUGLH3DUFKLGHO&RPXQHGL3RUGHQRQH

Periodo Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilitĂ

15.01.07 – 14.05.07 6HWWRUH9,,,$PELHQWHH0RELOLW½t6HUYL]LR6LVWHPD,GULFR$UHH9HUGLH3DUFKL t8QLW½2SHUDWLYD$UHH9HUGLH3DUFKLGHO&RPXQHGL3RUGHQRQH

Periodo Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda Tipo di impiego

Estate 2006 2SHUD6DFUD)DPLJOLD6RFLHW½GL0XWXR6RFFRUVR,VWUX]LRQHH$VVLVWHQ]D Sociale, Via della Comina 25, 33170 Pordenone

Periodo Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda Tipo di impiego

04.07.05 – 26.08.05 2SHUD6DFUD)DPLJOLD6RFLHW½GL0XWXR6RFFRUVR,VWUX]LRQHH$VVLVWHQ]D Sociale, Via della Comina 25, 33170 Pordenone

Pubblica Amministrazione Incarico a progetto Incarico per prosecuzione aggiornamento dell’archivio, dei rilievi e delle LQIRUPD]LRQLULJXDUGDQWLOHDUHHYHUGLGLSURSULHW½FRPXQDOH1HOOpDPELWRGL questo incarico si sono svolte mansioni di progettazione e programmazione GHOODPDQXWHQ]LRQHGHOOHDUHHYHUGLGLSURSULHW½FRPXQDOHHGLLQWHUD]LRQH con il pubblico.

Pubblica Amministrazione Tirocinio Censimento delle aree verdi e parchi del Comune di Pordenone. RealizzaziRQHGLFDUWRJUDƂHDJJLRUQDPHQWRGHOOpDUFKLYLRGHLULOLHYLHGHOOHLQIRUPD]LRQL ULJXDUGDQWLOHDUHHYHUGLGLSURSULHW½FRPXQDOHSURJHWWD]LRQHHSURJUDPPD]LRQHGHOODPDQXWHQ]LRQHGHOOHDUHHYHUGLGLSURSULHW½FRPXQDOHLQWHUD]LRQH con il pubblico.

6RFLHW½GL0XWXR6RFFRUVR,VWUX]LRQHH$VVLVWHQ]D6RFLDOH Supplente animatrice

6RFLHW½GL0XWXR6RFFRUVR,VWUX]LRQHH$VVLVWHQ]D6RFLDOH Animatrice

5


Portfolio Elisa Monte

6


Curriculum Vitae

ISTRUZIONE E FORMAZIONE Data

17.04.2013 ,VFUL]LRQHDOOp2UGLQHGHJOL$UFKLWHWWL3LDQLƂFDWRUL3DHVDJJLVWLFLH&RQVHUYDWRUL della Provincia di Pordenone, n° 813.

Data

13.12.2012 Conseguimento abilitazione all’esercizio della professione di Architetto (Sezione A).

Data )RUPD]LRQH

11.07.2011 Conseguimento Laurea Specialistica in Architettura, con indirizzo Restauro HSURJHWWD]LRQHGHO3DHVDJJLRSUHVVROp8QLYHUVLW½GHJOL6WXGLGL8GLQH con valutazione 110/110 e lode con una tesi intitolata r4VSKIXXSHM TEVGSYVFERSRIPPqEQFMXSHMWGIREVMHMZEPSVM^^E^MSRIHIPPETMERYVE TSVHIRSRIWIs (relatrice prof. arch. Laura Zampieri).

Data )RUPD]LRQH

22.04.09 6HPLQDULRq,OSDUFRJLRFKLDWWUH]]DWXUHGLYHUGHSXEEOLFRr&RPLWDWR RUJDQL]]DWRUHVRFLH$,$336H]LRQH7ULYHQHWR(PLOLD5RPDJQDDUFK$QQDOLVD Marini - arch. Elisabetta Sari, Pordenone

Data )RUPD]LRQH

29.10.07 /DXUHDLQ6FLHQ]HGHOOp$UFKLWHWWXUDSUHVVROp8QLYHUVLW½GHJOL6WXGLGL8GLQH )DFROW½GL,QJHJQHULD FRQYDOXWD]LRQHHORGH

Data )RUPD]LRQH

2004 0DWXULW½VFLHQWLƂFDSUHVVRLO/LFHR6FLHQWLƂFRq0*ULJROHWWLrGL3RUGHQRQHFRQ valutazione 100/100.

7


Portfolio Elisa Monte

ALTRE ATTIVITÀ Data 7LSRGLDWWLYLW½

04.2013 ,GHD]LRQHHUHGD]LRQHGHOSURJHWWRJUDƂFRGHOODPRVWUDqHQSOHLQDLUrLQWLWRODWD q/HURVHGL5HGRXWÆrWHQXWDVLSUHVVRLO0XVHR,WLQHUDULRGHOOD5RVD$QWLFDt MIRA – Pordenone, dal 12 maggio 2013 al 30 novembre 2013.

Data 7LSRGLDWWLYLW½

13.03.2013 q3URJHWWRGL3DUFR8UEDQRQHOOp$PELWRGLVFHQDULGLYDORUL]]D]LRQHGHOOD SLDQXUDSRUGHQRQHVHr5HODWULFHDO/DERUDWRULRGL3URJHWWD]LRQHGHO Paesaggio – Corso di Laurea in Architettura – A.A. 2012-2013 – prof. $GULDQR9HQXGRWXWRUDUFK&ODXGLD0DUFRQt8QLYHUVLW½GHJOL6WXGLGL7ULHVWH

Data 7LSRGLDWWLYLW½

30.03.2013 5HODWULFHDOZRUNVKRSRUJDQL]]DWRGDOOp,6,$t5RPDq/DVHWWLPDQDGHOGHVLJQr VXOWHPDGHOVLVWHPDGHOOHDFTXHGHOODFLWW½GL3RUGHQRQH

Data 7LSRGLDWWLYLW½ Ruolo

06.04.2011 $VVRFLD]LRQHq/D&RPSDJQLDGHOOH5RVHr Socia fondatrice, ho il compito di seguire la parte di comunicazione e RUJDQL]]D]LRQHGLHYHQWLDOƂQHGLSURPXRYHUHWUDOHDOWUHDWWLYLW½LO0,5$t Museo Itinerario della Rosa Antica, che ha sede presso il Parco Galvani di Pordenone.

Data 7LSRGLDWWLYLW½

30.09.10 – 2.10.10 &MIRREPI)YVSTIEHM%VGLMXIXXYVEHIP4EIWEKKMS&EVGIPPSREu )WTSWM^MSRI-RXIVRE^MSREPIHMTVSKIXXMHIPPI9RMZIVWMX¾HM%VGLMXIXXYVE HIP4EIWEKKMSu8IQEr0MUYMH0ERHWGETIWs Partecipazione all’Esposizione Internazionale di progetti di Architettura del 3DHVDJJLRFRQLOSURJHWWRLQGLYLGXDOHLQWLWRODWRq$FOLSSDUNEHWZHHQ&DRUOH DQG%LELRQHrVXLWHPLOHJDWLDLFDPELDPHQWLFOLPDWLFLGLLQWHUHVVHJOREDOH e locale, ai fenomeni di subsidenza e incremento del cuneo salino, alla previsione di nuovi modelli agricoli produttivi, fondati sull’agricoltura biologica ed energetica.

Ruolo

8


Curriculum Vitae

Data 7LSRGLDWWLYLW½

01.10 Recensione del testo Breviario di architettura (S. Giedion, a cura di Carlo 2OPR%ROODWL%RULQJKLHUL7RULQR SXEEOLFDWDQHOYROXPH&RVWUXLUH $ELWDUH3HQVDUHDFXUDGL)DELR)LOLSX]]LH/XFD7DGGLRHGL]LRQL0LPHVLV Milano – Udine, 2009.

Data 7LSRGLDWWLYLW½

05.12.08 6HPLQDULR8QDSRVVLELOHDUFKLWHWWXUDGHLULƂXWLQHOOpDPELWRGHO&RUVRGL Laboratorio di Politiche urbane e territoriali, Corso di Laurea Specialistica in Architettura, con indirizzo Restauro e progettazione del Paesaggio, presso Op8QLYHUVLW½GHJOL6WXGLGL8GLQH Relatrice.

Ruolo

Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D. lgs. 196/03. 9


Portfolio Elisa Monte

10


Curriculum Vitae

CAPACITÀ E COMPETENZE Madrelingua Altre lingue

Italiana Inglese s&DSDFLW½GLOHWWXUD  s&DSDFLW½GLVFULWWXUD  s&DSDFLW½GLHVSUHVVLRQHRUDOH

%8212 %8212 %8212

6RIWZDUH26

2WWLPDFRQRVFHQ]DGHLVLVWHPLRSHUDWLYL0LFURVRIW :LQGRZV;3 Vista). 2WWLPDFRQRVFHQ]DGL0LFURVRIW2IÆ‚FH0LFURVRIW2IÆ‚FH Buona conoscenza di Adobe Photoshop CS5. 2WWLPDFRQRVFHQ]DGL$GREH,OOXVWUDWRU&6 Buona conoscenza di Adobe InDesign CS5. 2WWLPDFRQRVFHQ]DGL$GREH$FUREDW;3UR 2WWLPDFRQRVFHQ]DGL$XWR&DG'HFRQRVFHQ]DGLEDVHGL AutoCad2010- 3D. 2WWLPDFRQRVFHQ]DGL*RRJOH6NHWFK8S Buona conoscenza QuantumGIS 2.0

3DJLQH:HE

$OFXQHWDYROHGHLSURJHWWLVYROWLGXUDQWHOHHVHUFLWD]LRQLDOOpXQLYHUVLW½VRQR YLVLELOLDOODSDJLQDKWWSHXURSDFRQFRUVLFRPDXWKRUV(OLVD Monte 0HQWUHLOSRUWIROLRFRPSOHWRÃ…YLVXDOL]]DELOHHVFDULFDELOHFROOHJDQGRVLDOOLQN KWWSLVVXXFRPDUFKPHGRFVSRUWIROLRBHOLVDBPRQWH

Patente

B

11


Portfolio Elisa Monte

LAVORI UNIVERSITARI

12


/$925,81,9(56,7$5,

Due parcheggi di interscambio per la fortezza di Palmanova, Udine

/HVH]LRQLHJOLVFKHPLQHOODSDJLQDDƂDQFR rappresentano tre diverse situazioni in cui, in relazione alla posizione in cui si ci trova, la percezione e l’orizzonte cambiano. Ad esempio nella prima situazione ci si trova all’interno GHO SHUFRUVRqFRSHUWRr OXQJR LO IRVVDWR HG Å evidente come lo sguardo sia impedito dalla cortina e dal muro opposto. Questo cambia solo in corrispondenza delle porte (vedi lo schema che rappresenta la situazione in pianta) dove lo sguardo si apre all’esterno data la particolare conformazione dello spazio. Nella seconda sezione è rappresentata la situazione se ci si pone lungo la strada perimetrale della fortezza, in cui la percezione DVVXPH XQD GRSSLD YDOHQ]D OR VJXDUGR SX� perdersi nel paesaggio agricolo circostante (dove questo si è conservato, altrimenti si LPEDWWHQHOOpHGLƂFDWR RSSXUHSX�LQFRQWUDUHOH IRUWLƂFD]LRQL GLVWLQJXHQGR FRQ UDJJXDUGHYROH precisione le lunette e i rivellini e cominciando a distinguere i bastioni. 1HO WHU]R FDVR IRUVH LO SLÖ VLJQLƂFDWLYR H caratterizzante il luogo in esame, ci si trova VXO SXQWR SLÖ DOWR GHOOD IRUWLƂFD]LRQH RVVLD LO cavaliere, a otre 28 metri di altezza. Questo punto privilegiato permette di avere una SHUFH]LRQH SDU]LDOH GHOOD FLWW½ XQD YLVLRQH XQLFD GHOOD IRUWLƂFD]LRQH H OH VXH VXFFHVVLYH aggiunte e permette di avere uno sguardo completo sul paesaggio circostante. Inoltre nei JLRUQLLQFXLLOFLHORÅOLPSLGRVLSX�DGGLULWWXUD arrivare a scorgere le montagne. Questa analisi VXOODSHUFH]LRQHFKHVLSX�DYHUHLQUHOD]LRQH al luogo in cui ci si pone nell’osservare il paesaggio, mi ha suggerito un criterio per stabilire i percorsi da individuare all’interno del SDUFRXUEDQRFRVWLWXLWRGDOOHIRUWLƂFD]LRQLHGDL terrapieni. Questa è infatti l’unica destinazione plausibile, a mio parere, utile per salvaguardare il patrimonio storico.

3° anno - laurea triennale in Scienze dell’Architettura insegnamento: laboratorio di architettura del paesaggio docente: arch. Laura Zampieri tutor: arch. Chiara Bettuzzi 2007 13


Portfolio Elisa Monte

Posizione 1. Ci si trova all’interno del fossato di difesa, l’orizzonte è molto ristretto e si amplia solo in corrispondenza delle porte di accesso DOODFLWW½ Posizione 2. $OOpHVWHUQR GHOOD IRUWLƂFD]LRQH QRQ VL KD SHUFH]LRQH GL FL� FKH DFFDGH DOOpLQWHUQRRVVLDFKHYLVLVYLOXSSDXQDFLWW½ Posizione 3. Ci si trova nel punto piÚ elevato GHOOD IRUWH]]D GD FXL VL WUDJXUDGD WXWWR LO SDHVDJJLR FLUFRVWDQWH ƂQR D GRYH QRQ VL LQFRQWUDQR RVWDFROL ƂVLFL FKH LPSHGLVFRQR OD vista.

14


/$925,81,9(56,7$5, Roggia Canale (GLƂFDWR Percorso ciclopedonale a valenza regionale $FFHVVLDOODFLWW½GDOSDUFR

Il sistema dei percorsi ciclabili si sviluppa lungo i percorsi delle rogge non ancora interrate e i canali di irrigazione dei campi con l’intento di realizzare un modo nuovo con cui avvicinarsi al paesaggio e osservarlo. Si viene cosÏ a creare un sistema integrato di percorsi che, oltre a FRQQHWWHUVLDOODFLWW½IRUWH]]DVHUYRQRDGXQD migliore coesione dei diversi aggregati che sono sorti attorno a Palmanova. I percorsi trovano collocazione lungo le rogge

e hanno come sbocco principale la strada FKHSHULPHWUDODFLWW½HFKHDQGUHEEHGRWDWD di un’adeguata pista ciclabile dato anche l’ampio spazio a disposizione. Questo percorso metterebbe poi in condizione l’eventuale IUXLWRUHGLVYROJHUHDOFXQHDWWLYLW½TXDOLDQGDUH in bicilcetta, correre, passeggiare, ecc... il tutto immersi in uno spazio unico e non rintracciabile in nessun altro luogo.

15


Portfolio Elisa Monte

lama in cemento

lama in cemento piani inclinati inerbiti piano inclinato a paercheggio

lama in cemento

Sopra. Planimetria parcheggio interscambio. Sotto, plastico parcheggio interscambio a nord.

16


/$925,81,9(56,7$5, Il parcheggio di interscambio posto a nord GHOOD FLWW½ /pLGHD GL SURJHWWR FRQVWLVWH QHOOD modellazione del suolo attraverso piani inclinati trattati con materiali diversi. Questa superifcie ha lo scopo primario di accogliere le auto e fare in modo che esse vengano lasciate all’esterno di Palmanova, ma in altre occasioni potrebbe essere sfruttata per accogliere manifestazioni pubbliche. Tre lame in calcestruzzo hanno la funzione di sottolineare i percorsi e inserirsi nel terreno sottolineandone la morfologia particolarissima e unica. Lo stesso avviene nel secondo parcheggio posto a sud e di cui è riportata la pianta in basso.

lama in cemento

piano inclinato a parcheggio

ƂODULDOEHUDWL

Sopra. Planimetria parcheggio interscambio. Sotto, plastico parcheggio interscambio a sud.

17


Portfolio Elisa Monte

18


/$925,81,9(56,7$5,

L’idea di cittĂ

1° anno - laurea specialistica in Architettura insegnamento: laboratorio di progettazione del territorio

In questa proposta per una nuova idea di FLWW½ KR YROXWR FHUFDUH XQ HOHPHQWR FKH potesse mettere in connessione tutti gli ambiti LQGLYLGXDWL LJUDQGLVSD]LHGLĆ‚FDWLLYXRWLXUEDQL i luoghi di valenza socio-culturale,...) per fare in PRGRFKHODFLWW½QRQVLDXQLQVLHPHGLHSLVRGL puntiformi indipendenti gli uni dagli altri, ma un sistema di relazioni tra le parti. /pHOHPHQWRGLXQLĆ‚FD]LRQHĂ…UDSSUHVHQWDWRGDO VLVWHPDGHOOHDFTXHVXSHUĆ‚FLDOLGLFXLĂ…ULFFRLO territorio di Udine. Le rogge potrebbero ospitare dei nuovi percorsi ciclo-pedonali anche per far fronte al ĆƒXVVR FRQQHVVR DOOD PRELOLW½ OHQWD SHGRQL H ciclisti). A nord la roggia di Palma taglia trasversalmente il territorio e si propone come un percorso a cui si appendono, tra gli altri, l’ambito del peep a est e il complesso universitario a ovest. A est la roggia si biforca andando penetrando QHO FXRUH GHOOD FLWW½ H LQWHUVHFDQGRVL FRQ LO SHUFRUVRGHOODJUHHQZD\FKHYHUUHEEHULFDYDWR sul sedime del tracciato ferroviario dismesso. Questo ingresso lungo Via Planis seguendo il percorso della roggia, permetterebbe di DJJDQFLDUVL DOOD FRVLGGHWWD qFLQWXUD YHUGHr attraverso il parco della Rimembranza; si potrebbe quindi attraversare longitudinalmente OpLQWHUD FLWW½ SDVVDQGR DWWUDYHUVR LO SDUFR (l’area oggetto dell’esercitazione) e proseguire verso sud attraverso il tratto del canale Ledra - Trevignignano, mettendo quindi in FRPXQLFD]LRQHODFLWW½DQFKHFRQTXHVWDSDUWH GLHGLĆ‚FDWR A ovest lungo il torrente Cormor potrebbe HVVHUH GHĆ‚QLWR XQ SHUFRUVR FKH DWWUDYHUVD LO Parco procedendo tangenzialmente all’ambito del peep - ovest e dell’annesso vuoto urbano. In questo punto il percorso proseguirebbe lungo Viale Monsignor Nogara e Viale Leonardo 'D9LQFLĆ‚QRDGHQWUDUHQXRYDPHQWHLQFLWW½ Anche in questo caso sarebbe possibile attraversarla longitudinalmente per poi proseguire verso sud agganciandosi al canale Ledra. /pLQWHQ]LRQH Ă… TXLQGL TXHOOD GL GHĆ‚QLUH XQ organismo complesso in cui anche l’apporto della periferia risulta determinante per dare un FDUDWWHUHDOODFLWW½

docente: arch. Elena Olivo 2008 19


Portfolio Elisa Monte

IDEA DI CITTĂ€ - Udine - Esperimenti di rappresentazione

20


/$925,81,9(56,7$5,

Ipotesi di parco

Schemi

21


Portfolio Elisa Monte

ESERCIZI DI PSICOGEOGRAFIA - Viale Trieste, Udine La SVLFRJHRJUDƂD VL FRQƂJXUD FRPH una metodologia di indagine dello spazio sviluppatasi nell’ambito della corrente artistica del lettrismo. /D SULPD GHƂQL]LRQH GL SVLFRJHRJUDƂD venne pubblicata all’interno del primo numero del %ROOHWWLQR 8IƂFLDOH GHOOp,QWHUQD]LRQDOH 6LWXD]LRQLVWDSXEEOLFDWRQHOHUHFLWDYD q6WXGLR GHJOL HIIHWWL SUHFLVL GHOOpDPELHQWH JHRJUDƂFRGLVSRVWRFRVFLHQWHPHQWHRPHQR

che agisce direttamente sul comportameno DIIHWWLYRGHJOLLQGLYLGXLr ,Q TXHVWR VHQVR TXLQGL OD SVLFRJHRJUDƂD intende analizzare il rapporto natura/architettura - uomo in modo univoco, studiando gli effetti della natura o dell’architettura sull’uomo e non contemplando un viceversa. Per questo motivo le analisi degli ambienti urbani effettuate da questi studiosi si rivelano HVVHUH PROWR FULWLFKH DUULYDQGR D GHƂQLUH WDOL

spazi come dei luoghi coercitivi imposti dalla classe dominante nei confronti dei cittadini. &L� FKH JOL SVLFRJHRJUDƂ SURPXRYHYDQR HUD quindi la decostruzione degli spazi esistenti a fronte della costruzione di nuovi luoghi urbani le cui caratteristiche dovevano essere la HIƂPHULW½LOFRQWLQXRPXWDPHQWRHODPRELOLW½ Il fulcro della progettazione doveva essere lo studio delle relazioni tra ambiente (urbano e naturale) e psiche, rigettando le classiche

l’angolo visivo si amplia amplia l’angolo si si L‘angolovisivo visivo amplia amplia

WHRULH GHOOD GLVFLSOLQD JHRJUDƂFD SHU DUULYDUH DGXQDGHƂQL]LRQHQXRYDGHOORVSD]LRXUEDQR Il metodo di indagine dello spazio urbano è FRVWLWXLWRGDOODFRVLGGHWWDq'HULYDr GLFXL*X\ Debord, uno dei maggiori esponenti di tale FRUUHQWH GD XQD GHƂQL]LRQH HVDXVWLYD  FKH consiste nel percorrere uno spazio annotando sensazioni, percezioni, ... attraversando luoghi diversi e puntando l’attenzione su elementi che 22

non si sarebbero notati.

come se fosse la prima volta. Un modo per agevolarlo è camminare con passo cadenzato LA DERIVA e sguardo leggermente inclinato verso l’alto, in modo da portare al centro del campo visivo q3HU IDUH XQD GHULYD DQGDWH LQ JLUR D SLHGL l’ARCHITETTURA e lasciare il piano stradale al senza meta od orario. Scegliete man mano il margine inferiore della vista. Dovete percepire SHUFRUVRQRQLQEDVHDFL�FKH6$3(7(PD lo spazio come un insieme unitario e lasciarvi LQ EDVH D FL� FKH 9('(7( LQWRUQR 'RYHWH DWWUDUUHGDLSDUWLFRODULr *X\'HERUG

essere STRANIATI e guardare ogni cosa


/$925,81,9(56,7$5,

2IQUALIlCAZIONEURBANISTICAAREEDELLE “Casermette” - Rivalta, TO

&RQFRUVR GL LGHH SHU OD ULTXDOLƂFD]LRQH urbanistica dell’area delle Casermette di Rivalta a Torino. Si tratta di un’esercitazione progettuale condotta nell’ambito del corso di progettazione architettonica e urbana al primo anno del corso di laurea specialistica in architettura.

1° anno - laurea specialistica in Architettura insegnamento: laboratorio di progettazione architettonica e urbana docente: arch. Alessandro Santarossa 2008 23


Portfolio Elisa Monte L’area di progetto è collocata tra due frazioni del comune di Rivalta, a nord - ovest Gerbole e DVXGHVW7HWWL)UDQFHVL$RYHVWVLHVWHQGRQR due imponenti industrie a cui è annesso un parcheggio costituito da una distesa di asfalto.

area di progetto

viabilità principale

industrie

viabilità secondaria

aree agricole

viabilità di quartiere

area prettamente residenziale

viabilità di progetto

area con attrezzature sportive parcheggio asfaltato edifici per l’istruzione cascine area sportiva

24

A est invece lo scenario è molto diverso in quanto si è conservato un paesaggio agricolo. Da questa breve descrizione è evidente la HWHURJHQHLW½ FKH FRQQRWD TXHVWR WHUULWRULR LQ FXL Å GLIƂFLOH WURYDUH GHJOL HOHPHQWL D FXL DSSRJJLDUVLRDJJDQFLDUVL/pXQLFDRSSRUWXQLW½ offerta da questo territorio è appunto il territorio agricolo su cui sorgono alcune cascine. Nel progetto si è tenuto conto di questo aspetto tracciando un percorso ciclo - pedonale che si va ad unire ad una di queste preesistenze. A ovest viene conservata la barriera verde HVLVWHQWH SHU RIIULUH XQ ULSDUR DJOL HGLƂFL GL progetto nei confronti del parcheggio e delle industrie. L’intera area di progetto si dispone come cerniera tra le due frazioni dispondendo in testa a nord una piazza attrezzata che diventerebbe la piazza di Gerbole, mentre a sud un percorso ciclo-pedonale connette l’area con la zona destinata all’istruzione della frazione di Tetti )UDQFHVL


/$925,81,9(56,7$5,

Masterplan

283.8

284.5

282.4

281.4 282.4

282.4

282.4 280.4

I

d

t t

it i l di

i

l t

it i l

l

i

ti

T

25


Portfolio Elisa Monte

Masterplan - schemi Gerbole Cascina Carrozzero

spazio aperto di connessione tra Gerbole e l’area di progetto

espansione

Attività commerciale Prealpi piemontesi

espansione

aree verdi pubbliche aree verdi a servizio delle residenze aree verdi a servizio dell’attività commerciale aree verdi private

percorso ciclo-pedonale rialzato (+2.00 m) percorso ciclo-pedonale a raso spazi pubblici quali snodi dei percorsi ciclo-pedonali

aree verdi a prato aree verdi alberate

26

edifici residenziali edifici per i servizi/commercio spazi aperti attrezzati casermette

complessi scolastici della frazione di Tetti Francesi

1. edificio per il commercio 2. biblioteca 3. centro per gli anziani e i giovani 4. spazio aperto 5. corte interna 6. area gioco per i bambini 7. area attrezzata con campi da bocce 8. aule studio e micro nidi di codominio

parcheggi a raso a servizio delle residenze parcheggi interrati parcheggio a raso a servizio dell’attività commerciale parcheggio a raso a servizio della biblioteca del centro anziani-giovani viabilità di progetto viabilità esistente

superfici morbide superfici dure


/$925,81,9(56,7$5,

Progetto di parco a scala territoriale tra Caorle e Bibione

2째 anno - laurea specialistica in Architettura insegnamento: laboratorio di architettura del paesaggio docente: arch. Laura Zampieri tutor: arch. Chiara Bettuzzi (partecipazione alla Biennale di Paesaggio di Barcellona - 2010) 27


Portfolio Elisa Monte Questo parco territoriale si propone di YDORUL]]DUHOHSRWHQ]LDOLW½GLXQWHUULWRULRFKHD WXWWpRJJL ULVFKLD GL SHUGHUH OD SURSULD LGHQWLW½ OHJDWD DO WXULVPR FRVWLHUR H DOOD SURGXWWLYLW½ agricola. Questo rischio deriva in primo luogo da fattori di piÚ ampia scala legati ai cambiamenti climatici in atto (innalzamento del livello del mare) ed a fenomeni, comuni a PROWHDUHHERQLƂFDWHGLVXEVLGHQ]DHULVDOLWD del cuneo salino. Azioni a cui devono seguire delle reazioni a contrasto portate avanti sia da soggetti pubblici (controllo degli argini, dei prelievi di acqua dalle falde, realizzazioni di fasce boscate) sia da soggetti privati (le aziende agricole, a fronte di un riscontro HFRQRPLFR LQWUDSUHQGRQR DWWLYLW½ SURGXWWLYH legate all’agricoltura biologica ed energetica diventando esempio per tutto il territorio circostante). Si è ragionato sul paesaggio GHOOD ERQLƂFD FRPH XQ WHUULWRULR FRVWLWXLWR da una tabula rasa sulla quale intervenire tramite incisioni, segni e volumi. Il parco, cosÏ pensato, si impone come una enorme graffetta (metafora dello spesso bordo boscato) capace di tenere assieme i due ultimi lacerti della laguna, sia ecologicamente che turisticamente. 6L GHƂQLVFH FRVÉ XQD FRQQHVVLRQH WUD OH GXH ORFDOLW½ EDOQHDUL GL &DRUOH H %LELRQH introducendo un nuovo tipo di turismo attento alla natura, ma anche al palinsesto di segni storici che hanno costruito questo territorio.

28


/$925,81,9(56,7$5,

Inquadramento territoriale e possibilitĂ di interscambio

29


Portfolio Elisa Monte

1. La prima fase consiste nella diffusione di un nuovo sistema produttivo legato al sistema DJULFROR 6L GLIIRQGHU½ XQ PRGHOOR EDVDWR VXOOD coltivazione di colture energetiche e biologiche, facendo in modo che ogni azienda possa diventare un’azienda - pilota specializzata in una VSHFLĆ‚FD FROWXUD 9HUU½ UHDOL]]DWR XQ VLVWHPD GL Ć‚WRGHSXUD]LRQHGHOOHDFTXHSURYHQLHQWLGDOOpDWWLYLW½ agricola prima di essere reimmessa nel circuito delle acque dolci.  9HUUDQQR LQGLYLGXDWH DUHH VSHFLĆ‚FKH LQ FXL installare vivai forestali atti a fornire le piante che andranno a costituire il bordo del parco territoriale. In questo modo non si dovranno recuperare risorse esterne, ma tutto il materiale vegetale QHFHVVDULRVDU½RWWHQXWRGDOODSURGX]LRQHLQWHUQD di questi vivai. 3. Realizzazione dell’impianto del bosco umido H GHO ERUGR GL ERVFR SODQL]LDOH H ĆƒXYLDOH OXQJR LO OLPLWH HVWHUQR DIĆ‚DQFDQGR OpDUJLQH HVLVWHQWH ULTXDOLĆ‚FD]LRQHGHLSHUFRUVLFLFORSHGRQDOL 4. Progettazione e realizzazione del parco DJULFRORGLGDWWLFRORVFRSRĂ…TXHOORGLGHĆ‚QLUH XQpDUHDLQFXLVLSRVVDQRVYROJHUHDWWLYLW½GLWLSR educativo e divulgativo sugli aspetti naturalistici al Ć‚QH GL GLIIRQGHUH XQD PDJJLRU VHQVLELOLW½ DL WHPL ambientali. 30


/$925,81,9(56,7$5,

31


Portfolio Elisa Monte

Lungo due punti stratetigici del bordo boscato, si prevede la collocazione di questo manufatto. Realizzato con struttura in acciaio e rivestimento LQOHJQREULVHVROHLOFKHSHUPHWWRQRGLƂOWUDUH la luce del sole. Questi panneli in alcuni casi, sono mobili per aprire viste sempre nuove e diverse sul paesaggio, non solo quello della laguna, ma anche quello agricolo. D’estate, alcuni moduli si aprono completamente per permettere di alloggiarvi dei rifugi mobili, che durante il resto dell’anno, vengono portati in giro per il parco, a supporto delle manifestazioni che vi si svolgono. Inoltre questo manufatto ha anche la funzione di permettere l’alaggio di piccole imbarcazioni e il loro riparo nei periodi di inutilizzo. Nell’ottica di fornire un’offerta turistica accattivante, si propone la realizzazione di un rifugio galleggiante, che muta la sua FRQƂJXUD]LRQH LQ UHOD]LRQH DOOpLQQDO]DUVL H abbassarsi della marea. In casi eccezionali, ma solo per poco tempo, il rifugio potrebbe essere totalmente disconnesso dalla terraferma.

Manufatto a servizio del parco agricolo. 32


/$925,81,9(56,7$5,

6FKHPDYDULD]LRQHFRQƂJXUD]LRQHLQUHOD]LRQHDOODPDUHH Marea eccezionale +1,10

Marea + 0,60

Marea + 0,18

Marea + 0,80

Marea + 0,53

33


Portfolio Elisa Monte

34


/$925,81,9(56,7$5,

35


Portfolio Elisa Monte

36


/$925,81,9(56,7$5,

Progetto di parco urbano nell’ambito di scenari di valorizzazione della pianura pordenonese

tesi di LS in Architettura insegnamento: architettura del paesaggio relatrice: arch. Laura Zampieri 2010/2011

La tesi è stata sviluppata effettuando successivi affondi a partire da una lettura attenta del territorio della pianura pordenonese. 6L VRQR PHVVH LQ HYLGHQ]D FULWLFLW½ H SRWHQ]LDOLW½ GL XQ WHUULWRULR FDUDWWHUL]]DWR dall’attraversamento in senso trasversale della linea delle risorgive, piÚ propriamente una fascia della larghezza di qualche chilometro, che determina un graduale passaggio da suoli estremamente permeabili e a scheletro prevalente, a suoli piÚ fertili, impermeabili e argillosi. L’attenzione è stata posta in particolar modo sulla porzione di pianura a nord della linea delle risorgive, in quanto si tratta di luoghi fortemente in crisi dal punto di vista produttivo e anche ecologico. Questo ha costituito il primo tema affrontato nel piano di valorizzazione della pianura. Un secondo accento è stato posto sulla questione legata alla salvaguardia LGUDXOLFDGHJOLHGLƂFDWLSRVWLDYDOOHGHOODOLQHD delle risorgive, divenuta in questi ultimi anni una questione primaria per la corretta gestione del territorio. In particolare si tratterebbe di avere i mezzi per poter gestire piÚ correttamente ed HIƂFDFHPHQWHOHSRUWDWHGLDFTXDSURYHQLHQWL dall’area montana in concomitanza di fenomeni metereologici che non rientrano piÚ nella categoria degli eventi straordinari, piuttosto in quelli che si ripetono con una frequenza sempre piÚ serrata da qualche anno a questa parte. Le questioni affrontate hanno sempre DYXWRFRPHƂOURXJHOpHOHPHQWRoDFTXDpFKHKD guidato la scelta dei tracciati dei nuovi percorsi di attraversamento del territorio, le scelte approntate per la laminazione e gestione delle SLHQH OpLQFUHPHQWR GL XQD TXDOLW½ DPELHQWDOH ed ecologica, le scelte progettuali di affondo sul parco urbano. Con questo approfondimento si FRQFOXGHLOSHUFRUVRGHOODWHVLVLWUDWWDGLXQpDUHD FRPSUHVD WUD GXH UDPL GHO ƂXPH 1RQFHOOR a Pordenone, che conserva caratteristiche di pregio dal punto di vista naturalistico ma non solo. Per la sua posizione particolare, si è potuti intervenire con poche azioni mirate GLUHWWH D LQVHULUH SHUFHWWLYDPHQWH LO SDUFR nel tessuto urbano attraverso una riscoperta GHOOHOLQHHGpDFTXDPLJOLRUDUHODTXDOLW½GHOOH DFTXH RIIULUH DOOD FLWW½ XQ OXRJR FKH SRWHVVH essere vissuto attivamente dalle persone non compromettendo le caratteristiche uniche da punto di vista naturalistico, ma al contrario, valorizzandole. 37


Portfolio Elisa Monte ,OWHUULWRULRGHO&RQVRU]LRGL%RQLƂFD&HOOLQD Meduna.

38


/$925,81,9(56,7$5, Copertura del suolo del territorio del Consorzio GL%RQLĆ‚FD&HOOLQD0HGXQD

26.240 ha - area considerata nel progetto

seminativi 17.000 ha 65%

vigneti 608 ha 0.8%

frutteti prati stabili 2.901 ha 1765 ha 0.1% 6.7%

39


Portfolio Elisa Monte Prospettiva a volo d’uccello con descrizione GHJOL VFHQDUL IXWXUL GL PRGLƂFD]LRQH GHO paesaggio.

40


/$925,81,9(56,7$5,

41


Portfolio Elisa Monte 6WUDWHJLHSURGXWWLYHLSRWHVLGLVHVWLGLLPSLDQWR HDWWLYLW½SURGXWWLYH Attori e azioni.

42


/$925,81,9(56,7$5,

43


Portfolio Elisa Monte Individuazione percorsi e punti di interesse.

44


/$925,81,9(56,7$5, ,OSHUFRUVRDOOpLQWHUQRGHOODFLWW½

45


Portfolio Elisa Monte Luoghi di interesse, di cultura, musei, ecc...

Alla pagina successiva. Sistema di gestione delle acque in caso di forti piogge improvvise.

Luoghi di interscambio.

Raccolta acque.

46


/$925,81,9(56,7$5,

47


Portfolio Elisa Monte

48


/$925,81,9(56,7$5, Stato di fatto Esondazione del 1965, si raggiunsero i 18.55 m s.l.m. Esondazione del 1966, si raggiunsero i 18.05 m s.l.m. Esondazione del 2002/2010, si sono raggiunti i 17.00 m s.l.m. > > >

> > > Stato di progetto. Nuova quota sicurezza 14.50 portata a 15.40 m s.l.m. Scenario esondazione - 14.00 m s.l.m. Scenario esondazione quota max 15.40 m s.l.m. 49


Portfolio Elisa Monte

50


/$925,81,9(56,7$5,

Specie erbacee presenti nella zona più umida e. Achillea roseoalba Anthoxanthum odoratum Betonica officinalis Brachypodium rupestre Briza media Bromopsis erecta Buphthalmum salicifolium Campanula rapunculoides Campanula rapunculus Centaurea jacea Cirsium pannonicum Dactylis glomerata Daucus carota Dianthus monspessulanus Filipendula vulgaris Galium verum Hypochaeris radicata Knautia illyrica Leucanthemum vulgare Linaria vulgaris Plantago lanceolata Prunella grandiflora Ranunculus acris Rhinanthus freynii Salvia pratensis Sanguisorba minor Scabiosa triandra Silene flos-cuculi Silene latifolia alba Trifolium rubens

b c

3

cm 60 m c 60 c 100

m

3

2

d

3 1

e

3

3

2

Specie, componenti il prato stabile, in purezza, zona più secca

cm 40 m c 40

d. Valeriana officinalis Lamiun arvensis Bellis perennis Ranunculus repens Poa annua

c. Equisetum arvense Urtica dioica

a

1

cm 20

b. Typha latifoliae Phragmites australis Phalaris arundinaceae

a. Myosotis palustris Nasturzium officinale Callitriche palustris Veronica anagallis-acquatica Ranunculus acquatilis

1. Globularia punctata Dianthus monspessulanus Sanguisorba minor Centaurea jacea Campanula rapunculoides Campanula rapunculus

2. Hypochaeris radicata Trifolium rubens Buphthalmun salicifolium Ranunculus acris Filipendula vulgaris Galium verum

3. Achillea roseoalba Anthoxanthum odoratum Betonica officinalis Brachypodium rupestre Briza media Bromopsis erecta Buphthalmum salicifolium Campanula rapunculoides Campanula rapunculus Centaurea jacea Cirsium pannonicum Dactylis glomerata Daucus carota Dianthus monspessulanus Filipendula vulgaris Galium verum Hypochaeris radicata Knautia illyrica Leucanthemum vulgare Linaria vulgaris Plantago lanceolata Prunella grandiflora e P. laciniata Ranunculus acris Rhinanthus freynii Salvia pratensis Sanguisorba minor Scabiosa triandra Silene flos-cuculi Silene latifolia alba Trifolium rubens

Specie, componenti il prato stabile, in miscuglio

Fasce con specie in purezza Prato stabile sfalciato Prato stabile non sfalciato

Specie erbacee ripariali - idrofite - a

Specie erbacee per zone umide - b, c, d

Prato stabile per zona umida - e

51


Portfolio Elisa Monte

ESPERIENZE PROFESSIONALI

52


(63(5,(1=(352)(66,21$/,

Roseto MIRA - Museo Itinerario della Rosa Antica, Pordenone

In questo lavoro ho collaborato subentrando nella fase esecutiva del progetto del roseto. +RVHJXLWRODSDUWHGLSUHVHQWD]LRQHJUDƂFDH redazione delle tavole esecutive ed, in parte, anche alla progettazione soprattutto per quanto ha riguardato la risoluzione di problemi sorti in cantiere. Questo lavoro, realizzato e terminato nel novembre 2010, è stato utile in particolar modo per acquisire esperienza del cantiere.

Collaborazione con lo studio di architettura e paesaggio arch. Annalisa Marini, Porcia 2010 53


Portfolio Elisa Monte

Planimetria generale dell’intervento. 54


(63(5,(1=(352)(66,21$/,

55


Portfolio Elisa Monte

56


(63(5,(1=(352)(66,21$/,

)MMAGINEGRAlCADEL-)2! -USEO Itinerario della Rosa Antica

Questo lavoro è consistito nella ideazione e UHDOL]]D]LRQHGHOORJRLGHQWLƂFDWLYRGHOQHRQDWR Mueso Itinerario della Rosa Antica, presso il Parco Galvani di Pordenone. Il simbolo della URVD VWLOL]]DWR ROWUH D LGHQWLƂFDUH LO SHUFRUVR di rose visitabile nel parco, richiama il passato storico dell’area. La villa presente nel parco era infatti residenza della famiglia Galvani che VLGLVWLQVHLQFLWW½SHUDYHUDYYLDWRXQDƂRUHQWH produzione di ceramiche ad uso domestico FKH DYHYDQR FRPH GHFRUD]LRQH LGHQWLƂFDWLYD proprio la rosa.

Collaborazione con lo studio di architettura e paesaggio arch. Annalisa Marini, Porcia 2010 57


Portfolio Elisa Monte

58


(63(5,(1=(352)(66,21$/,

59


Portfolio Elisa Monte

60


(63(5,(1=(352)(66,21$/,

Studio di fattibilità /FlCINE)DRAULICHE

Collaborazione nella redazione dello studio di IDWWLELOLW½ LQWLWRODWR 2IƂFLQH LGUDXOLFKH DYHQWH FRPH ƂQH OD YHULƂFD GHOOD SRVVLELOLW½ GL installare impianti a coclea idraulica lungo le linee d’acqua del comune di Pordenone. Il lavoro è consistito in particolar modo in una ricerca storica sull’utilizzo dell’acqua come ULVRUVDDƂQLSURGXWWLYLQHOODFLWW½GL3RUGHQRQH 6XFFHVVLYDPHQWHVLÅUDJLRQDWRVXOODSRVVLELOLW½ di installare lungo le rogge questi impianti. A TXHVWRƂQHVRQRVWDWLUHDOL]]DWLGHJOLLQVHULPHQWL fotorealistici.

Collaborazione con lo studio di ingegneria Giuseppe Carniello, Pordenone 2011 61


Portfolio Elisa Monte

,PPDJLQL IRWRUHDOLVWLFKH UHDOL]]DWH DO ƂQH GL studiare l’inserimento di impianti a coclea per la produzione di energia idroelettrica lungo le URJJHGHOODFLWW½GL3RUGHQRQH

62


Comunicazione ASSOCIAZIONE “La Compagnia delle Rose”

Realizzazione di materiali per la FRPXQLFD]LRQHGHJOLHYHQWLHDWWLYLW½SURPRVVH dall’Associazione La Compagnia delle Rose.


Visualizzazioni - fotosimulazioni di architettura del paesaggio

Portfolio_Elisa Monte  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you