Issuu on Google+

Lo

Stivale

N.75 ottobre 2010 - gennaio 2011

‌quel piccolo aiuto in piÚ


L’ITALIA DALLE CENTO SFUMATURE

Ingrid de Gray

L’Italia è conosciuta in tutto il mondo come il paese della storia, dell’arte, della moda e di tanti altri aspetti geografici e culturali. Registi cinematografici e pittori hanno da sempre cercato di immortalare il fascino di questo paese nelle loro opere. Quelli che visitano le varie regioni italiane possono vivere di prima persona queste sensazioni uniche nel loro genere. La copertina de Lo Stivale ci è stata disegnata da Duncan Pawley, uno studente della terza media del Collegio San Tommaso More di Ħamrun. Pawley raccoglie nel suo immaginario fervido i vari aspetti dell’Italia che indubbiamente la rendono una delle mete più ambite dai turisti. La scelta dei colori dà respiro al disegno e offre ai lettori un mixage vivo di ciò che rende l’Italia ciò che è....la terra di cultura in tutta la sua gamma. Il disegno è condito dalle note musicali, simbolo della tradizione musicale italiana. La scelta della maschera del famoso carnevale veneziano contribuisce ad alimentare quell’elemento di fascino misterioso che le vetrine dei calli veneziani esercitano sui turisti. Dal lato gastronomico, non potrebbe mancare la pizza e i famosi gelati! Pawley ritrae inoltre, i dolci e la cassatella siciliani insieme al vino che nasce dai vigneti fertili, testimoni di vite di contadini sconosciuti che lavorano con grande dedizione. SOMMARIO L’Italia dalle cento sfumature.................................. p.  2

Il nuovo idolo dei ragazzi . ..................................... p. 14

Messaggio del nuovo Ambasciatore!...................... p.  3

Il reality trionfa ancora . ......................................... p. 15

C’è Posta per Rozy................................................. p.  4

Italo Americani........................................................ p. 16

Cambia pelle .......................................................... p.  5

Il gatto.................................................................... p. 17

Il mondo dei videogame.......................................... p.  6

La Pasta alla Norma . ............................................ p. 18

La ragazze piú pettegola della tv............................ p.  7

Il giro d’Italia .......................................................... p. 19

Comportarsi con Grazia …...................................... p.  8

È Successo in Italia................................................ p. 20

Ben 10..................................................................... p.  9

Alla scoperta con Sciari.......................................... p. 22

Sono cose da pazzi!............................................... p. 10

Lo sport che passione............................................ p. 23

Una favola moderna............................................... p. 11

Anagrammi illustrati................................................ p. 24

Federico e i pesci................................................... p. 12 Caporedattore: Cav. Anthony M. DeGabriele Redattori: Christine Borg, Kurt Curmi, Marco Micallef, Sandra Zammit. Lo Stivale è un giornalino scolastico per gli studenti di Malta e Gozo pubblicato dal Ministero dell’Educazione, nella tipografia del Governo a Marsa. Distribuzione e pagamenti: Kurt Curmi, Scuola Media Superiore, Giovanni Curmi, Naxxar Sito Web: http://schoolnet.gov.mt/lostivale - Indirizzo email: lostivale@schoolnet.gov.mt La redazione ringrazia Duncan Pawley per la copertina di questo numero.

2


La redazione de Lo Stivale è molto lieta di dare il benvenuto a Malta al nuovo Ambasciatore d’Italia, E. Luigi Marras. Questo che segue è il messaggio dell’Ambasciatore, indirizzato ai nostri giovani lettori.

Cari lettori, Credo di avere già avuto l’occasione di conoscere alcuni di voi. Complimenti per le idee che grazie a voi circolano su questo giornalino. Potersi esprimere e dialogare per iscritto è una bella risorsa. Se già non ve ne siete accorti, lo realizzerete quando sarete più grandi. Credo sia anche un piacere. Vi viene offerta, insomma, una opportunità preziosa, che non tutti hanno a disposizione e che è in parte diversa dagli scambi su internet. Complimenti a tutti coloro che rendono possibile questo risultato editoriale. Esprimendovi in italiano, acquisite o mantenete una dimestichezza con una lingua che esprime tante cose: un atteggiamento e un modo di vivere, dei valori, una storia che voi, magari senza saperlo, contribuite a proseguire. Non è poca cosa, se ci pensate bene. Sono giunto a Malta da poche settimane. Nel mio lavoro, che consiste nel rappresentare l’Italia a Malta, mi propongo di prestare particolare attenzione alle istanze delle generazioni più giovani, italiane e maltesi. Spero che avremo l’occasione di assumere iniziative o organizzare eventi ai quali prenderete parte e che, mi auspico, susciteranno anche il vostro interesse. Vi saluto molto cordialmente e vi auguro successo nei vostri impegni e nelle vostre aspirazioni.

Luigi Marras Ambasciatore d’Italia

3


4


“L’estate sta finendo e un anno se ne va.. in spiaggia di ombrelloni non ce ne sono più...” cantavano i Righeira nel 1985 con tono leggermente malinconico che segna il ritorno alla realtà dopo lunghe giornate di vacanza e relax! Se mare e sole ti hanno lasciato i segni…se la tua pelle è visibilmente più secca e spenta…se la tua abbronzatura sta iniziando a sbiadirsi e vedi già le prime spellature…se la crema sembra non bastare più…leggi questo articolo con attenzione!

La pelle è il nostro biglietto da visita, è una delle prime cose che notiamo in una persona. È anche un organo molto importante, da preservare con cura, giorno dopo giorno, dedicandogli tutte le attenzioni che merita. Dopo l’estate e l’esposizione al sole si possono presentare macchie sulla pelle e viso dovute a melanina. Quindi, care donne, rimbocchiamoci le maniche, pensiamo un po’ alla cura della nostra bellezza e riportiamo le condizioni della nostra pelle alla stato iniziale, quindi alla normalità.

Scegliete la parola giusta dal riquadro accanto e avrete alcuni consigli per salvare la vostra pelle.

frutta - settimana - pelle - colore - viso

1 - Esfoliare: Anche se potrà sembrare contraddittorio, ma un buono scrub, fatto due volte a _______________, è la cosa migliore per mantenere l’abbronzatura. Infatti, se eliminiamo la pelle morta in superficie, il _____________ sarà più omogeneo e luminoso e ovviamente ci liberiamo delle odiose e antiestetiche pellicine bianche. 2 - Idratare: Dopo aver esfoliato, la nostra ___________ avrà bisogno di tanto nutrimento. Perciò, ogni giorno non dimentichiamo di usare un buon idratante per il ____________ e uno per il corpo 3 - Alimentare: Aiutiamo ancora la nostra pelle con un’alimentazione equilibrata preferendo _____________ e verdura, e se vogliamo possiamo aggiungere anche degli integratori, sempre dietro consiglio del nostro medico.

I “beauty must have” per lui!

• • • •

Lo sapevi che...

Una crema idratante Uno scrub Il gel per le sopracciglia Il lip conditioner

I primi a pensare al benessere del corpo sono stati i greci e romani con le thermae, ma gli arabi hanno ottimizzato le loro tecniche diventando i precursori, senza volerlo, del “wellness” inteso come benessere del corpo e dell’anima. Di fatti questo è un principio che si sposa bene con la cultura islamica. Nel Corano si legge che l’uomo prima di fare la preghiera deve purificarsi, dunque, deve lavare il suo corpo: viso, mani e piedi. E se non può farlo con l’acqua, qualora si trovi nel deserto, deve farlo con la sabbia.

Dobbiamo riconoscere che l’uomo, soprattutto negli ultimi tempi, è diventato sempre più protagonista indiscusso dei centri di benessere e centri estetici tanto da rivoluzionare anche le tendenze delle case cosmetiche. Di fatti, se un tempo si preoccupava solo dei propri capelli (pensiamo alle vecchie pubblicità sulla brillantina o gelatina) o solo della lametta per la barba, oggi compra creme antirughe, si tira le sopracciglia, si depila e fa trattamenti per il viso come lo scrub. Dunque, se dobbiamo fare una valutazione di principio, possiamo dire con certezza che almeno da questo punto di vista, gli uomini e le donne sono sullo stesso piano. Quello dell’estetista. E la domanda è una sola: “Ma dove andremo a finire?”

Create un messaggio pubblicitario per: • Una crema idratante per il viso • Uno scrub per il corpo

5


Ciao ragazzi, sono di nuovo io, Nathan Drake. Oggi vi parlerò di tre videogiochi molto interessanti sui vari console. Poi sotto, alla vostra destra, c’è il nuovo quiz “Impara l’italiano giocando”. Rispondete alle domande e osservate bene le lettere iniziali delle risposte. Alla fine avrete un nome. Quello è il mio i.d online. Buona fortuna.

Infamous 2: L’avventura continua

Prince of Persia: Le sabbie dimenticate è su PSP

In Infamous 2 troviamo Cole e la sua spalla Zeke decisamente cambiati in aspetto dal primo gioco. Cole è più giovane, con capelli ricresciuti e Zeke si mostra un aiuto fondamentale per il protagonista anche se con un carattere difficile. Cole e Zeke, mescolati tra la folla come normali cittadini si trovano a New Marais per reperire nuove informazioni sulla Bestia, il pericoloso mutante apparso alla fine del precedente capitolo. I combattimenti con i mutanti sono molto più spettacolari quando paragonati al primo gioco. Già dall'inizio, Cole possiede tutti i poteri del precedente capitolo ma ci saranno moltissimi nuovi poteri tra cui un combattimento corpo a corpo spettacolare. Inoltre, la città e la grafica del gioco saranno più accese dal precedente capitolo.

A quanto pare, sembra che Ubisoft abbia voluto chiudere, per il momento, la piccola parentesi aperta dal precedente capitolo che aveva visto la comparsa di un Principe diverso rispetto al passato. Con questo nuovo titolo, la software house francese vuole tornare con forza alle origini della serie e lo fa proponendo un quarto capitolo della trilogia (ora quadrilogia) delle Sabbie del Tempo; Le Sabbie Dimenticate anche su PSP. La grafica del gioco è molto attraente e chi parteciperà in questo gioco su Ps3, Xbox 360 o PSP, di certo ne uscirà soddisfatto.

Impara l’italiano giocando

Voto - 8/10

Ddu: 2011

Voto - 7/10

Ddu: 20.5.10

Il nome del protagonista di Infamous 2:

_ole

Balliamo con Grease su Wii

Voto - 8/10

Come si chiama il fratello di Solid Snake?

Canta, balla e muoviti a ritmo di musica insieme a Danny e Sandy in questo gioco per Wii ispirato al cult film Grease. Il film narra la storia di un amore sofferto e dell'insensatezza delle regole sociali e della capacità di crescere e rimanere insieme. Però ora Grease è anche un videogioco e vi farà partecipare ad un’incredibile festa per tutta la famiglia! Questo titolo divertente e dinamico include una serie di minigiochi ispirati alle scene più memorabili del musical hollywoodiano in cui il giocatore è la star che si cimenta a ritmo di musica in tantissimi mini-giochi diversi di sport, abilità, corse d’auto e molto di più per ottenere la vittoria finale. Con canzoni bellissime e una coreografia straordinaria, non sorprende che Grease sia un fenomeno musicale campione di incassi che abbia conquistato i cuori di milioni di appassionati. Che aspettate allora? Microfono alla mano, radunate i vostri amici e iniziate la festa in onore di Grease. Ddu: 24.9.10

Il famoso esploratore di tesori:

_ _ _ _ _ _ _ Jones In questo gioco esiste il mondo di Cocoon:

_ _ _ _ _ Fantasy XIII Il re dei giochi da combattimento:

___ken

- Online i.d

Voto - 7/10 *Ddu – Data d’uscita

6

_ _ _ _ _ _ snake


!

7 !"#$%#&'()*)+','--").%.)$%##%.%),%/"&'01)

!


In questa edizione de ‘Lo Stivale’ daremo un’occhiata al bon ton quando siamo a tavola! Leggete il testo e risolvete gli anagrammi; le parole in fondo vi aiuteranno.

Se uno ha degli _________________ (iotpsi) per cena, bisogna tenere in mente alcune regole per la disposizione dei posti. Prima di tutto bisogna alternare i posti per uomo e donna. Il padrone e la padrona di casa _________________ (cnpocoua) i due posti capotavola, per poter presiedere

alla _________________ (nsecoavnorzie). È importante ricordare che due fidanzati non vanno mai divisi; al contrario marito e moglie possono sedersi l’uno di fronte all’altra.

La padrona di casa deve _________________ (reiacegcol)

con sorriso tutti gli invitati e fare un breve dialogo con tutti gli invitati. Il marito invece è quello che si occupa degli aperitivi, sceglie i vini e anche i _________________ (mgiforag).

Anche se il momento del pasto è un momento di relax, le buone maniere bisogna mantenerle lo stesso. Infatti prima

di _________________ (sidsere) a tavola,

bisogna lavarsi le mani se non le si è lavate prima di arrivare dai padroni di casa. Quando uno sta _________________ (adgiomanan) bisogna stare dritti e non troppo vicini al piatto. Il cibo deve essere portato alla bocca alzando il braccio. Non si devono _________________ (papogirage) i gomiti sulla tavola, ma bisogna tenerli lungo i fianchi. Quando ci si siede, si piega il _________________ (lioltoaovg) sulle ginocchia. Non è da educati legarlo attorno al

collo. Quando si finisce di mangiare lo si riappoggia alla sinistra del piatto prima di alzarsi.

Prima di cominciare a mangiare si aspetta che tutti gli invitati attorno al

tavolo siano serviti e che il/la padrone/a prenda il primo boccone. Se invece ci sono molti ospiti e la padrona invita tutti a mangiare per non far _________________ (frafereddar) il cibo, la si deve accontentare.

Ecco le parole da inserire nel testo che avete appena letto: accogliere, appoggiare, conversazione, formaggi, mangiando, occupano, ospiti, raffreddare, sedersi, tovagliol

8


9


Di Johan Micallef Viaggio nel paese con i nomi più pazzi del mondo. Perché è diventato famoso un piccolo paesino delle Marche chiamato Pioraco? Semplice, per la “fantasia” di alcuni genitori che hanno chiamato i loro poveri figli con nomi davvero inusuali. Già chiamarsi Primo è strano. Se poi gli altri tuoi fratelli si chiamano Secondo, Terzo e Quarto, la cosa non può non sembrare strana. Ma non a Pioraco perché in questo paesino abitato da 1.206 persone, si trovano i nomi più pazzi d’Italia. Sempre qui troviamo altri nomi alquanto originali. C’è un signore di nome Guerriero e un altro chiamato Ribelle. Meglio non litigare con questa gente! Anche i nomi di alcune signore sono molto buffi. A Pioraco ci sono Roma, Rometta, America, Selvaggia e Pronta. Ma se andiamo a vedere l’elenco telefonico italiano troviamo altri nomi davvero simpatici. Ecco alcuni di quelli più divertenti: Ave Maria, Bianco Natale, Sabato Malinconico, Domenica D’Agosto, Torno Domenica, Primo Degli Uomini, Zucchero Di Canna, Pizza Margherita, Massimo Sconforto, Nella Nebbia, Perla Pace. Poi troviamo quelli nominati per celebri cartoni o film di successo. Gente come: Peter Pan, James Bondi e Sandokan Porcu. Meno male che una recente legge italiana vieta ora ai genitori di dare nomi ridicoli ai propri poveri bambini! Napoli. Treno Eurostar per Taranto dimentica a terra il controllore.

Napoli. Arriva l’Eurostar, la fermata dura pochi minuti e riparte. Dalla coda del treno si sente una voce gridare: «FERMA, FERMA». Nessuno ci fa caso pensando ovviamente a un passeggero che aveva perso la coincidenza. Ma con lo stupore di molti era una donna. Non una donna come le altre, ma una con una divisa da controllore. Tutti, una volta capito che si trattava di un controllore «rimasto a piedi», dalla rabbia del ritardo della metropolitana, scoppiano a ridere. Ladri inseguiti dalle vittime, chiamano il 113. Quasi una scena da film comico, con i furfanti che chiamano le guardie. A Bolzano, due ladri entrano di nascosto in un negozio che vende auto usate e rubano alcune taniche di benzina. I proprietari si accorgono dei ladri e li seguono con delle mazze da baseball e delle spranghe di metallo. I ladri impauriti, mentre corrono, chiamano la polizia: “Arrestateci, altrimenti ci picchiano”, dicono presi dal panico. I due vengono arrestati dopo alcuni momenti e “salvati” così da una brutta fine.

10


Edward Marmarà

Elena è contentissima! Finalmente compra il suo videogame preferito, Teens got talent. Da tanto tempo desidera questo gioco perché, come tutte le amiche della sua età, desidera diventare una famosa popstar.

una popstar.

Elena frequenta corsi di danza ogni mercoledì, il venerdì ha il corso di recitazione mentre due volte a settimana ha il corso di canto. Per una ragazza di dodici anni, lei ha una settimana abbastanza piena. Elena è una ragazza che si impegna molto anche a scuola! Ha una determinazione incredibile e sa bene che lo studio serve molto anche per diventare

Così, dopo una settimana piena zeppa di attività, Elena dedica il tempo libero al suo videogame. La protagonista del gioco è una ragazza molto simile ad Elena: ha la stessa età, le stesse passioni e soprattutto, la sua stessa determinazione. Nel gioco lei deve affrontare diverse prove per acquistare punti. Alla fine del gioco lei diventa una popstar internazionale. Tuttavia, essere conosciuta in tutto il mondo non è una cosa semplice. Tutto conta, l’abbigliamento, la forma fisica, il look e soprattutto, l’intuizione e l’intelligenza. Elena rimane meravigliata da questo gioco. È così coinvolgente che rimane per ore ed ore incollata al piccolo schermo. I suoi occhi brillano quando vede quei passi di danza. Fa attenzione alla protagonista, a come si muove, a come canta e a come si comporta. Mentre ammira lo schermo sente qualcuno toccare le sue spalle. Si gira e non può credere ai suoi occhi! È lei, Samanta oppure, come tutti la chiamano, Sam cioè la vera protagonista del gioco. A questo punto Sam invita Elena a fare parte anche lei del gioco. Elena non ha alcun dubbio. Accetta e finalmente il suo sogno è più vicino alla realtà! Per superare la prima prova Elena e Sam devono affrontare l’argomento Musica in Italia. Rispondi alle domande, riempendo la griglia: Orizzontali 1. Una persona che scrive e canta le proprie canzoni. 2. Nel 2006 questa cantante italiana vince un grammy award per il miglior CD pop latino dell’anno. 3. Canta la canzone popolare Nel blu dipinto di blu che tutti conoscono come Volare. 4. Una persona che scrive la musica di una canzone è il _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _. Verticali 5. Il festival della canzone italiana è il festival di _ _ _ _ _ _ _. 6. Un genere musicale. 7. Il compositore lirico italiano più famoso nel modo.

Se ti appassiona la musica italiana www.italianissima.net è un sito dedicato alla Musica Italiana .Qui troverai informazioni, news, links di cantanti, cantautori, gruppi, musicisti... e una vivace Community per discutere e scambiare opinioni.

11


LE AVVENTURE DI FEDERICO

di Frederick G. Borg

FEDERICO E I PESCI (1a parte) Federico non è dei Pesci: nato il 20 maggio, è del Toro. Ma con quegli esseri acquatici coperti di squame e forniti di coda e pinne ha sempre avuto un rapporto particolare. Se percorriamo la sua vita, troviamo degli episodi più che interessanti. Tutto inizia quando, veramente piccino, viene portato da alcuni zii in una casa di villeggiatura situata a qualche passo dal mare. Lì non solo incontra i cugini ma fa conoscenza anche di una semplice canna da pesca già preparata con amo e lenza. Il bambino chiede la canna in prestito, all’amo attacca come esca un pezzetto di pane impastato con acqua, e va a tentare la sua sorte seduto in riva coi piedini a penzoloni sul mare. Ogni tanto tira la

canna su per controllare l’esca, vede che questa è ancora attaccata all’amo e la ributta in mare. Dopo una mezzoretta, tira su per togliere i pezzi di alga attaccati al filo e scopre che, appeso all’amo, c’è un pesciolino immobile: è tanto piccolo che all’inizio Federico lo scambia per un filo d’erba ma, una volta accortosene, decide di far sapere a tutti l’esito della sua gloriosa impresa. Rapito dall’euforia, lancia per aria un grido alla Tarzan: “L’ho preso! L’ho preso!” I passanti, increduli che una voce così potente possa uscire da un bimbo così piccolo, si accostano a vedere cosa succede e per poco non gli pestano il pesciolino tant’è invisibile sdraiato sull’asfalto della strada. Ma Federico raccoglie tutto e corre verso la casa degli zii a mostrare il prestigioso trofeo, il primo di una vincente serie.

12

Sì, perché, da quel giorno il nostro eroe diventa a poco a poco un abile pescatore. Il babbo gli procura una piccola canna e lo porta a pescare con lui. Anche se adopera una canna tre volte più lunga di quella del figlio e prova diverse esche, il padre non riesce mai a prendere pesci quanto ne prende Federico, che per esca usa semplicemente del pane bianco impastato bene con acqua marina. A dieci anni, il ragazzo diventa imbattibile nella pesca dei cefali*: in un’oretta è capace di prenderne un centinaio. Adesso, in estate, la sua famiglia si trasferisce in villeggiatura al mare e, così, lui ha tutto il tempo per esercitarsi. Nel tardo pomeriggio, i passeggianti gli si radunano intorno quando lo scorgono a tirare su i pesci a due a due. E qualche volta, meravigliati dalla sua bravura, anche dei turisti si fermano a posare con lui per una foto ricordo. La sera, poi, in casa di Federico e in quella di amici e vicini, è spesso festa di pesce fresco. E durante una di quelle cene il ragazzo sta per soffocarsi perché un osso di pesce gli si conficca in gola. Ma la vigilante zia che gli siede accanto è prontissima a sferrargli un colpo sul dorso del collo che gli salva la vita: è un cazzotto degno di un incontro di pugilato, che stacca subito l’osso dalla gola di Federico ma per poco non gli stacca anche l’intera testa dal collo. Da quel giorno, a tavola, il ragazzo sta più attento a separare gli ossi dalla carne e, specialmente quando si mangia il pesce, va a sedersi almeno due posti in là dalla zia, preferibilmente di fronte con l’intero tavolo che li separa. Un pomeriggio grigio, umido e ventoso di settembre, Federico è seduto a pescare dei cefali quando un tizio, venuto in macchina per pescare le anguille, lo avvicina e gli chiede di vendergli tutta la pescata. Il mare è un po’ agitato ed è ideale per la pesca delle anguille ma quell’uomo ha finito l’esca portata da casa e vorrebbe i pesci del ragazzo per tagliarli a pezzi e usarli come esca. Federico non vorrebbe separarsi dai suoi cefali ma, vedendo quanto è ansioso quell’uomo di continuare a pescare in un giorno così favorevole, ne ha compassione e, anche se a malincuore, gli cede tutta la pescata. L’altro, in cambio, gli dà uno scelino (circa €0.12). Il ragazzo torna a casa piuttosto triste perché non è abituato a tornarci col secchiello vuoto ma, appena entrato,


dichiara trionfalmente a tutti i presenti d’essere diventato un pescatore professionista. Con il denaro ricavato quella sera Federico compra due tavolette di cioccolato che, dopo la cena, condivide con tutta la famiglia, dando prova che chi è allevato bene con buoni sentimenti apprezza quel poco che ha e, apprezzandolo, trova piacere a condividerlo con gli altri. Nei giorni piovosi d’autunno e d’inverno, quando è impossibile stare fuori a pescare, il ragazzo non si dà pace ma qualcosa inventa per non privarsi del tutto della sua passione. Prende le mollette del bucato dal cestino della mamma e le sparge per il pavimento della camera da letto dei genitori. Poi, salito sul lettone, cerca d’agganciarle con l’amo della canna da pesca e portarle “a riva” finché il cestino si riempie. La pazienza non gli manca di certo. Torna l’estate e Federico si dà alla pesca in apnea con maschera, pinne e una fiocina. Il suo piatto preferito è il polpo all’aglio, olio e prezzemolo; perciò fa del suo meglio a prenderne uno. Ma nei luoghi che frequenta i polpi scarseggiano o è lui che ci va nell’ora sbagliata oppure, da inesperto qual è, non sa riconoscere la tana dei polpi. Fatto sta che riesce a prendere solo triglie, scorfani e simili specie dei fondali ma nessun polpo. Una volta, però, ritornando a riva dopo una battuta di caccia, tocca con le punte della fiocina un cencio rosso punteggiato di bianco che giace in fondo al mare. Al contatto il cencio si ritira subito dentro una buca ed a Federico nasce il sospetto d’aver finalmente trovato una tana di polpo e che quel “cencio” altro non sia che un tentacolo. Perciò il ragazzo decide di affondare l’arma con tutta la sua forza dentro la buca. Quando la estrae, vi esce attaccato un bell’esemplare di polpo e Federico risale subito sulle rocce per poterlo staccare dalla fiocina. Ma, da preda, la bestiolina diventa cacciatore e, aggrappatasi con gli otto tentacoli ad un braccio del

ragazzo, comincia a salire verso la sua spalla e, ad un certo punto, lo morde all’avambraccio. Mancando d’esperienza, Federico è decisamente in difficoltà, ma viene salvato da alcuni bagnanti che riescono a liberarlo dal polpo. Quel giorno il ragazzo impara a capovolgere la testa al polpo ma, per qualche settimana, sfoggia al braccio il segno della creatura marina che (Federico l’ha imparato a proprie spese) al centro degli otto tentacoli ha un becco simile a quello dei pappagalli. Passano gli anni, il ragazzo diventa adulto e si fidanza. Siccome in estate lui è in villeggiatura coi suoi, ogni tanto è la fidanzata che va da lui: così possono godere il mare insieme. Spesso lui va ad incontrarla alla fermata dell’autobus e, mentre l’aspetta con l’inseparabile canna da pesca in mano, riesce a prendere una o due dozzine di cefali. Così, torna a casa con la fidanzata da una parte e la canna e il secchiello coi pesci dall’altra. Poi i due innamorati fanno una nuotata rinfrescante prima del pranzo. Qualche volta, di pomeriggio, il giovane porta la fidanzata a pescare con lui. Lei, però, non ha la disposizione ad aspettare pazientemente tenendo una canna da pesca in mano ma, a modo suo, cerca di rendersi utile: quando casualmente un pesce salta fuori dal secchiello del fidanzato e saltella sporcandosi per terra, lei lo prende con due dita dalla coda e va a sciacquarlo nel mare, col risultato che il pesce, appena si sente immerso a testa in giù nell’acqua marina, si libera con due colpi di coda e nuota via. Quando capita un episodio simile, Federico si arrabbia doppiamente: perdere un pesce ch’è già preso non è mai desiderabile e, in più, secondo una credenza condivisa da molti pescatori, un pesce liberato dà l’allarme ai compagni ignari del pericolo che gli aspetta e scappano tutti via. Si sa che, quando si è innamorati, i peccatucci da parte del fidanzato o della fidanzata si perdonano facilmente. Federico, però, dopo due o tre eventi di questo genere, comincia ad evitare di andare a pescare in compagnia dell’amata. Continua nel prossimo numero * mulett.

13


CINEMA

                       

Fiorella-M. Farrugia

Il nuovo idolo dei ragazzi

5 Curiosità su Taylor Lautner: il nuovo Tom Cruise Taylor Lautner

Le ragazze lo amano per il suo fisico da urlo, per i maschietti è un idolo ed è l’uomo ideale che ogni madre vorrebbe per la propria figlia. In questo numero de lo Stivale scopriremo qualche curiosità in più su questa nuova stella di Hollywood. Nato a Michigan negli Stati Uniti, l’11 febbraio del ’92, questo ragazzo è l’attore più pagato tra i suoi coetanei. La sua arma vincente? Fare i propri stunt. Proprio come Tom Cruise, Taylor non si ritira dalle azioni pericolose sul set, dichiara che è una delle cose che gli piace fare in un film. Infatti, Lautner ha recentemente firmato un contratto da $7,5 milioni per Stretch Armstrong 3D, un film che uscirà nelle nostre sale cinematografiche nel 2012. Qualcosa che non è sicuramente nei suoi piani è l’amore. Ha già avuto delle storie con Taylor Swift e Selena Gomez, con le quali è rimasto amico ma purtroppo, il nostro attore ha altre priorità: il lavoro. Ha un’agenda così piena che non ha neanche il tempo di pensare a questo. In che cosa può un diciottenne spendere i soldi? Evidentemente, nelle auto prestigiose. Infatti, Lautner possiede al minimo tre auto di lusso: una Porsche 911 Turbo che può costare dai $132,000 ai $143,000, una Lamborghini ($450,000) e la sua preferita, che è la Audi R8 che definisce come la sua auto da sogno – e che costa $154,000! Non vedremo Taylor Lautner al cinema prima del prossimo anno. Il suo prossimo film si chiamerà Abduction, un triller americano su un ragazzo che scopre che sta vivendo con un inganno. Poi ci sarà la prima parte dell’ultimo capitolo della saga di Twilight, Breaking Dawn, previsto per il novembre del 2011. Ci sono delle chiacchiere su una possibile continuazione del film Valentine’s Day, intitolato New Year’s Eve, per dicembre dello stesso anno e poi per il 2012 avremo anche la possibilità di vederlo vestire i panni di Armstrong, un giovane supereroe che ha il potere di allungare le braccia e i piedi. Questa produzione uscirà in un formato 3D, un’occasione per vedere meglio questo attore che è anche cintura nera di arti marziali. Adesso provate a risolvere questo cruciverba. 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

14

Leona, la cantante preferita di Taylor Lautner. L’auto preferita di Taylor. Con Kellan ... fa delle partite di braccio di ferro. Lo sport che gli piace giocare durante le riprese. Ci è nato. Una delle sue ex-ragazze. Il nome del suo personaggio da supereroe.

1. Non ama tanto sperimentare con il cibo ma Kristen Stewart l’ha convinto a gustare il Sushi. 2. Ama fare delle gare di braccio di ferro con Kellan Lutz. Chi ha vinto? Lutz! 3. La sua cantante preferita? Leona Lewis. Si dichiara un grande fan della cantante brittannica. 4. Durante le riprese del film Eclipse amava giocare con i suoi colleghi a football americano. 5. Ama giocare a bowling, specialmente con gente di età avanzata, nessuno al di sotto degli 80 anni.


Musica

x

Hertian Gauci

Il reality trionfa ancora

Proprio come lo scorso anno, il vincitore di Sanremo è stato un cantante di un reality show televisivo. Quest’anno il vincitore della sessantesima edizione del festival più famoso d’Italia è stato Valerio Scanu con la canzone “Per tutte le volte che...”. Come il vincitore dell’anno precedente, Marco Carta, anche Valerio Scanu è stato un concorrente del famoso talent show Amici, condotto da Maria de Filippi su Canale 5. I due cantanti hanno percorso strade simili nel programma; infatti entrambi hanno avuto lo stesso insegnante, Luca Jurman che li ha aiutati a crescere nel mondo della musica. La carriera musicale di Valerio è iniziata ben prima della partecipazione ad Amici 8 e non è nuovo a trasmissioni televisive. Nato nel 1990 in Sardegna, la seconda isola per grandezza in Italia, Valerio fa il suo debutto in televisione alla tenera età di sette anni nel programma Canzone sotto l’albero. Qui si classifica al terzo posto. Nel 2002 ha anche partecipato al programma Bravo bravissimo condotto da Mike Buongiorno vincendo la dodicesima edizione. Nel 2008 ha partecipato all’ottava edizione di Amici dove si è classificato al secondo posto dietro ad Alessandra Amoroso. I due sono molto amici infatti durante Sanremo Alessandra ha cantato in duetto con Valerio durante la terza e la quarta serata del festival. Valerio ha vinto il festival nonostante le numerose critiche ricevute che decretavano che la sua canzone sembrava una canzone degli anni settanta. Il televoto ha naturalmente aiutato molto il cantante, diventato molto popolare grazie alle sue numerosissime presenze in televisione. Dopo Sanremo è uscito il suo secondo album Per tutte le volte che... con cui ha ottenuto il disco d’oro per aver superato le 50,000 copie vendute. Anche il suo primo album Valerio Scanu gli ha fatto ottenere un disco d’oro e nel 2010 ha vinto il premio Wind Music Awards per le vendite di entrambi gli album. Per saperne di più visitate il suo sito ufficiale http:// www.valerioscanuofficial.com 15


Italo Americani

Donna R. Farrugia

Cosa hanno in comune Gwen Stefani e Lady Gaga? Sì, entrambe sono delle cantanti ma hanno un’altra cosa che le accomuna… sono italoamericane! Entrate nel sito http://it.wikipedia.org/wiki/Italoamericani Cosa significa la parola italoamericano? ________________________________________________________ Quando è iniziata l’emigrazione italiana? ________________________________________________________ Da dove proveniva la maggior parte degli immigrati? _______________________________________________ Perché andavano all’estero? ___________________________________________________________________ Dove c’è la più alta percentuale d’italoamericani? _________________________________________________ Adesso entrate nel sito http://www.italianiamericani.it Quali sono le quattro categorie d’italoamericani? _________________________________________    _________________________________________ _________________________________________    _________________________________________ Indovina il nome di questi personaggi italoamericani. (Se avete delle difficoltà ad indovinare i nomi potete consultare altri motori di ricerca inserendo le parole in corsivo) 1.  Attore e wrestler. Il suo vero nome e Terrence “Terry” Gene Bollea : ________________________ 2.  Il vero nome del cantante è John Francis Bongiovianni Jr. Suo padre proveniva da Sciacca provincia di Agrigento: ________________________ 3.  Il suo ultimo album musicale The Element of Freedom ha avuto molto successo. Il suo vero cognome è Augello-Cook: ________________________ 4.  Lui è soprattutto famoso per i suoi ruoli nei film Titanic, The Aviator e Shutter Island:__________ 5.  Il suo vero nome è Mark Sinclair Vincent. Famoso per i suoi ruoli nei film The Fast and the Furious e XXX:________________________ 6.  Lei si chiama Stefani Joanne Germanotta. Famosa per le sue canzoni Paparazzi e Bad Romance: ________________________ 7.  Famosa per il suo ruolo nella serie televisiva ‘Charmed’ meglio conosciuto in Italia come Streghe:

________________________

Altri personaggi italo americani

16


Il gatto domestico è un mammifero carnivoro della famiglia dei felini. Oggigiorno si contano una cinquantina di razze differenti riconosciute con delle certificazioni. Questo mammifero è essenzialmente un predatore territoriale di piccoli animali, come topi o uccelli. Per comunicare il gatto utilizza vari vocalizzi (più di 16), le fusa, le posizioni del corpo e produce degli odori noti come feromoni. Il gatto può essere addestrato ad obbedire a semplici comandi e può imparare da solo a manipolare semplici meccanismi come le maniglie delle porte. Il gatto deve mangiare frequentemente ma in piccole quantità. Il colore del pelo è molto vario a seconda delle razze: si va dalle razze a pelo lungo fino a razze quasi senza pelo come lo Sphynx (immagine in alto). Probabilmente in origine il pelo era di colore grigio-marrone tigrato adatto alla mimetizzazione durante la caccia. Il gatto possiede dei sensi molto sviluppati e percepisce il mondo diversamente da noi umani. Il gatto raggiunge la sua maturità sessuale circa a sei mesi d’età e la gravidanza dura in media 65 giorni. Una cucciolata comporta in media da 4 a 5 gattini e ogni gattino nasce cieco (con gli occhi chiusi) e sordo. Quando apre gli occhi, intorno agli otto-dodici giorni, questi hanno un colore blu, fino al cambiamento definitivo verso i due mesi. Il miagolio è un verso caratteristico del gatto; il verbo miagolare deriva dall’onomatopea ‘miao’. Il gatto in posizione di attacco o di difesa, è anche capace di ringhiare, soffiare e sputare per intimorire e avvisare l’avversario. Secondo alcuni ricercatori il soffio imita il comportamento del serpente. Quando è aggressivo, specialmente in rapporto con altri suoi simili, il gatto può emettere un ringhio di tonalità molto bassa e profonda, che è considerato l’ultimo avviso prima dell’attacco. Diversi studi hanno evidenziato come la compagnia di un gatto può aiutare le persone con problemi psichici, le persone sole o stressate abbassandone la tensione. Esistono persino delle tecniche di gattoterapia, ossia di “pet therapy” con i gatti.

!

domestico felini fusa addestrato mimetizzazione gattino ringhiare carnivoro aggressivo gatto

mammifero predatore feromoni pelo gravidanza miagolio gattoterapia tigrato territoriale caccia 17


La Pasta alla Norma

Abigail Camilleri

Andando verso Catania è impossibile non notare il vulcano più alto del continente europeo, cioè l’Etna. Un vulcano attivo che ha fatto “ballare” i catanesi per ben sette volte. Noto tra i coetanei come “a muntagna”, l’Etna è temuto da tutti a causa delle sue continue eruzioni, ma allo stesso tempo è anche amato perché l’Etna significa anche bellezze naturali, terre fertili e turismo. La ricetta che vi do oggi è La Pasta alla Norma. Il nome di questa ricetta è un omaggio al compositore Vincenzo Bellini che ha composto “La Norma”, un’opera lirica. Una ricetta catanese, i cui ingredienti vengono associati proprio all’Etna. Lava fumante di salsa Metodo di pomodoro, rocce laviche di tocchetti di melanzane, neve di ricotta salata e Lavate le melanzane ed affettatele sottilmente. un tocco di verde grazie al basilico. Sistematele in un colapasta cospargendole di sale. Lasciatele così per un’ora o due affinché perdano Un primo piatto facile da preparare. tutta la loro acqua amara. Copritele con un piatto e Allora eccovi la ricetta: Ingredienti per 4 persone 500 gr di pomodori da sugo 350 gr di spaghetti 3 melanzane Due spicchi di aglio Una manciatina di basilico fresco Ricotta salata grattugiata Olio d’oliva Sale e pepe

sistemate al di sopra di esso un peso. Nel frattempo preparate il sugo. Scottate in acqua bollente i pomodori, pelateli e eliminate i semi. Versate in una padella un po’ d’olio d’oliva e aggiungete l’aglio schiacciato. Mettete il recipiente sul fuoco. Appena l’aglio sarà colorito, aggiungete i pomodori tagliuzzati e il basilico tritato. Lasciate cuocere per 15 minuti. Mettete sul fuoco abbondante acqua salata e quando alzerà il bollore aggiungete gli spaghetti o se volete anche penne.

Intanto asciugate le fettine di melanzane e friggeteli in olio abbondante. Quando sono ben colorite trasferitele su della carta assorbente da cucina per perdere l’olio in eccesso. Aggiungete pepe e sale, tagliatele a listrelle o a tocchetti e aggiungetele al sugo già pronto. Scolate la pasta leggermente al dente e unitela al condimento in padella. In fine, aggiungete della ricotta salata grattugiata, le restanti foglie di basilico e qualche fetta di melanzana intera per condire il piatto. E adesso tutto è pronto per essere servito. Ora che avete letto il metodo di preparazione, cercate di mettere queste immagini in ordine scrivendo i numeri nelle piccole caselle.

18


19


Mario Pace Ph.D Impostazione: Marco Micallef

impostazione In primo piano

Sandra Mondaini non è riuscita a sopravvivere, al suo amato Raimondo molto a lungo. Dopo la morte del marito, il 15 aprile scorso, la Mondaini era stata ricoverata più volte. "Che noia che barba che barba che noia", inno rap all'italiana di Sandra Mondaini, è uno di quei tormentoni che ce la farà ricordare per sempre. Sandra Mondaini aveva alle spalle sessant’anni di carriera, cinquanta dei quali sono stati trascorsi al fianco di suo marito, con il quale ha interpretato anche gran parte dei venti film in cui ha recitato tra il 1955 e il 1966. Lei, che aveva vinto la battaglia contro il cancro ma aveva tanti acciacchi dell'età, non ha resistito un anno senza di lui. Sandra interpretava anche il clown Sbirulino, molto acclamato e amato dai giovani e dai non più giovani negli anni 80.

Il Palio di Siena si corre il 2 luglio e il 16 agosto

Curiosità

Regolarmente, al suo rientro in casa dopo una giornata di lavoro, il merlo dei vicini la insultava pesantemente. Così, dopo aver sopportato per un po', la donna, una giovane ucraina che vive a Lecco, si è rivolta al tribunale degli animali. E ha vinto: il merlo è stato condannato alla rieducazione, e la famiglia proprietaria dovrà pagare un risarcimento simbolico di 100 euro. Il tribunale degli animali ha concesso .un mese di tempo per far insegnare all'uccello a salutare sostituendo un educato "buon giorno signorina" all'usuale insulto. La sentenza precisa l'associazione animalista – è stata accettata da entrambe le parti e il merlo verrà inviato, a spese del padrone, in un centro di rieducazione d'oltralpe ad apprendere le buone maniere.

Ci sono criminali che non fanno distinzione fra sacro e profano. Lo dimostra un’insolita vicenda avvenuta nella chiesa del Carmine, a Torre del Greco, in provincia di Napoli, dove un bambinello è stato rubato dalle braccia della Vergine Maria. “Non è il primo furto che subiamo,” ha detto don Mario Pasqua, parroco della chiesa. “A giugno sono stati rubati due crocifissi dalle mani delle statue di S. Giuseppe e di S. Teresina, che sono anche state danneggiate.” Rubare i soldi delle offerte dalle cassettine potrebbe essere comprensibile, ma chi ruba un oggetto sacro poi cosa se ne fa? Il parroco ha lanciato un appello affinché la statua del bambinello venga restituita. Dopo la denuncia fatta dal parroco, proseguono le indagini dei carabinieri per risalire agli autori del furto del ‘bambinello’ rubato dalla chiesa.

20

«Se la Catalogna ha rinunciato alla corrida, anche noi possiamo rinunciare a qualche corsa o palio». Lo ha affermato a palazzo Chigi il ministro del Turismo, Michela Vittoria Brambilla, annunciando la firma di un decreto per stabilire i contributi agli enti pubblici per le iniziative e le manifestazioni turistiche che «non dovranno comportare lo sfruttamento degli animali». L’Italia, sostiene la titolare del turismo, deve promuovere all’estero «l’immagine di un paese animal friendly» e per questo «se la Spagna è arrivata ad abolire la corrida credo che sia il momento di rivedere le feste e le manifestazioni dove gli animali vengono maltrattati». Il Palio di Siena «è la più famosa» ma ci sono altre iniziative che prevedono l’utilizzo di cavalli, asini e oche con «crudeltà che non hanno più senso e di cui possiamo fare a meno». Dunque il Palio sarà abolito? Vediamo!

Il palio del 16 agosto 2010


Venerdì 6 agosto è deragliato un treno a Napoli: secondo la polizia, oltre alla vittima, un uomo di 71 anni deceduto dopo aver perso le gambe, sono 58 le persone rimaste ferite. L’accaduto viene descritto come «un incidente gravissimo e intollerabile». Si sospetta che il deragliamento sia avvenuto per il superamento dei limiti di velocità. Però, secondo alcune testimonianze, il macchinista del treno, che mentre guidava stava parlando al cellulare, subito dopo l’incidente è scappato. Dopo la fermata del centro direzionale, anziché girare a sinistra il treno è andato dritto, sbattendo contro un muro – raccontano i sopravvissuti. Dettaglio agghiacciante. Adesso il conducente del treno deragliato verrà ascoltato dagli inquirenti che indagano per accertare le cause dell’incidente.

«È vietato il trasporto di cani, di biciclette e di oggetti ingombranti». Questo passaggio ha fatto saltare la mosca al naso a tutti gli amanti dei cani! Le parole tra virgolette stanno esposte in bella evidenza nella bacheca della biglietteria nei pressi della Piazzetta di Capri, parte di un avviso agli utenti. Sugli autobus in servizio pubblico di linea è vietato il trasporto di cani. È ironico che si parla tanto in questi giorni dell’abbandono dei cani da parte dei proprietari e dei tentativi di aiutare coloro che vogliono portare in vacanza l’amico a quattro zampe, ma poi alle parole non si fanno seguire i fatti. E basta questa semplice norma per costringere i viaggiatori in possesso di un cane a rinunciare ai bus di linea, in un’isola dove questo mezzo di trasporto è fondamentale per spostarsi! La norma andrebbe abrogata se davvero si vuole incentivare la possibilità, per le tante famiglie che hanno un cane (una su tre secondo le statistiche), di portarlo con sé in vacanza, dicono in tanti. Il punto è, però, che gli autobus capresi sono già tanto affollati, specie in alta stagione.

Ha fatto scalpore la proposta del sindaco di un comune in provincia di Belluno, seguito a ruota dal primo cittadino di Cortina, che invoca una tassa sui pic nic («Sporcano e non pagano, questo turismo mordi e fuggi non ci serve»). Il popolo delle griglie si divide: c’è chi condivide l’idea e chi la critica, argomentando che sarebbe una tassa impopolare. “Pagare per un pic-nic? Molti non ci stanno. L’Italia è un paese libero e poi in questi tempi di crisi ci sono molte famiglie che hanno difficoltà.” Per molti sembra un’offesa alla povera gente farla pagare anche per una grigliata fuori porta. In molti paesi dolomitici, la proposta del sindaco è sulla bocca di tutti e per alcuni è un’usanza che sta prendendo piede anche in altre località. E poi, far pagare una quota simbolica per utilizzare un’area attrezzata, non sembra un’idea così cattiva.

"Ti sposo quando l'Inter vince la Champions" aveva detto alla sua fidanzata e dopo un mese dalla vittoria lei si è sentita fare la proposta. Non è ancora chiaro se il tifoso interista aveva fatto la sua promessa convinto che l'Inter non ce l'avrebbe fatta o solo per posticipare la data di nozze! Certamente per chiedere la mano della sua fidanzata, tifosa rossonera, lui non si è risparmiato, dimostrando molto romanticismo. Ha esposto sul balcone della loro casa un enorme striscione, lungo più di quattro metri, con scritto a

caratteri cubitali:"Sara, mi vuoi sposare?". Sotto, a caratteri più piccoli: "Voglio stare con te, invecchiare con te, niente ci può separare". Nemmeno il tifo calcistico, a quanto pare.

21


22


La Racchetta Entra su http://it.wikipedia.org/wiki/Francesca_Schiavone riempi i dati della tennista italiana:

e

Nome: ________________ ____________________ Data di nascita: _____ ________________ ___________ Lavoro: tennista Titoli vinti: ________ Miglior Ranking nel singolo: 8º Famosa perché:nel giugno 2010 vince il Roland Garros (Parigi) ed è la prima italiana a farlo. Lavoro a casa: Entra su http://www.sonyericssonwtatour.com/page/RankingsSingles/0,, 12781~0~1~100,00.html e scrivi i nomi dei tennisti italiani. Poi va su: http://www.atpworldtour.com/Rankings/Singles.aspx e anche in questo caso, scrivi i nomi dei tennisti italiani.

!

!"#$!%&'$(%)*+)&,-.-&

RECORD MONDIALI 2010 ! )/&'01234/5&23&64/630&23&7859:;4110&<&9:4:0&81&=01234/5&25//5&>?3=5&@0/:5A&)1B4::3&<&/4&>?3=4&@0/:4& Il Mondiale di calcio di quest’anno è stato un mondiale delle prime volte! Infatti è 6C5DDD& la prima volta che... ! 3/&=01234/5&93&239>8:4&31&*B?364& /4&E>4F14&4??3@4&31&B314/5& !  il mondiale si disputa in Africa !  la Spagna arriva in finale E>4F14&5&$/4124&93&31601:?410&31&B314/5& !  Spagna e Olanda si incontrano in finale /4&E>4F14&@3165&3/&'01234/5&  la Spagna vince il Mondiale ! 814&97842?4&58?0>54&@3165&B80?3&24/&!"##$%&'#&()%("()"&  una squadra europea vince fuori dal vecchio continente /;):4/34&4??3@4&8/:3=4&15/&F3?015&601&-&@3::0?35! !  l’Italia arriva ultima nel girone con 0 vittorie !

"#$%&!'()!'*$+,!-$$.,//*$01*2*.34*&0+%5/1*2*/6*7+#+'7*83#$*9&773''+%*9&)97&8.*+#&$+98+#4*&)394*97&)7*+!3! Entra sul sito: http://it.wikipedia.org/wiki/Riconoscimenti_accessori_al_campionato_ %*38.*!)&!5%*5)*&,! mondiale_di_calcio e riempi la griglia: ! E64?>4&2;$?0&,-.-&G& H?0B50&I43?&J/4K&,-.-&G& J4//015&2;$?0&,-.-&G& '3F/30?&L30@415&,-.-&G& L841:0&2;$?0&,-.-&G& &

! !

“Giochi, divertiti, goditi gli attimi più belli del tuo sport!”

Michael Jordan – Basket - USA 23


Elimina le figure i cui nomi si anagrammano ( es. CALICE – CICALE) con le seguenti parole: ALBERI – BANALE – BARRITO – BIGLIETTO - CARPA DENTE – LEPRE - MALE – ORTO - SANO - TEGOLA. Le lettere iniziali dei nomi rimasti, prese di seguito nell’ordine, daranno il nome del grande scrittore e poeta del Rinascimento qui raffigurato. Joe Navarro

24


Lostivale75