Page 189

u t a v o r P

go Usare il dialo

e r o n e g A i d In casa

Nicolino e Agenore decidono di fare un nuovo gioco in bagno… Ho chiesto ad Agenore di poter vedere la vasca da bagno, perché avremmo potuto divertirci davvero. Mi ha guardato, si è pulito gli occhiali, poi mi ha detto di seguirlo. Nel bagno c’era una grande vasca e io ho detto che avremmo potuto riempirla e giocare alla flotta. Agenore ha detto che non ci aveva mai pensato, ma che non era una brutta idea. La vasca si è riempita molto in fretta. Agenore era seccatissimo perché non c’erano le navi per giocare. Mi ha spiegato che aveva pochissimi giocattoli, aveva soprattutto libri. Fortunatamente, io so fare le barche di carta e abbiamo preso i fogli del libro di aritmetica. Ci siamo divertiti moltissimo! Jean Jacques Sempè - Renè Goscinny, Il libro dei bambini terribili, Feltrinelli

Trasforma il testo usando il discorso diretto.

Ho chiesto ad Agenore: – Fammi vedere la vasca da bagno, dai! L’ho guardato e ho aggiunto: – Vedrai, ci divertiremo un sacco! Lui…

Ora inventa tu! Paolo va al centro commerciale con la mamma a comperare le scarpe da ginnastica. Il negozio è enorme: pareti, scaffali, ripiani, dovunque scarpe e accessori, magliette, tute… L’odore di gomma e di tessuto è forte. La musica di sottofondo è assordante, spinge a parlare a voce alta. C’è molta gente che prova, guarda, chiede… Paolo si avvicina a uno scaffale dove sono esposte le scarpe che vorrebbe. In quel momento arriva un commesso... Inventa tu: com’è il commesso? È giovane o più vecchio? Com’è vestito? Aggiungi dei particolari che lo rendano immaginabile; è gentile, o stanco e nervoso? Che cosa dice a Paolo? Come si comporta con lui? E con la mamma? Inventa un dialogo.

188

0896443_84E76_zoi_d_paderni_a_cardinale_e_barbierato_m_ghidinelli_s_troisi  
0896443_84E76_zoi_d_paderni_a_cardinale_e_barbierato_m_ghidinelli_s_troisi  
Advertisement