Page 128

Un meraviglioso albero...

Soc ietà

... che deve crescere sempre più robusto Sicuramente sai che nel mondo, nei Paesi in via di sviluppo, milioni di bambini muoiono di fame o di malattie che per noi sono trascurabili; milioni di bambini non vanno a scuola, non hanno una casa; molti sono addirittura costretti a fare la guerra. Anche nei nostri ricchi Paesi, fino a non molti anni fa, moltissimi bambini erano costretti a lavorare duramente e non andavano a scuola. E non dobbiamo dimenticare che ancora oggi, nei Paesi più industrializzati, fame e povertà non sono state del tutto sconfitte. Per fortuna, però, qualcosa è stato fatto. Nel 1989 l’ONU ha approvato la Convenzione internazionale sui Diritti del fanciullo: si tratta di un documento in cui sono scritti i diritti dei bambini e degli adolescenti fino ai 18 anni di età. Nel 1991 anche l’Italia ha approvato questo documento importante e impegnativo. Naturalmente l’impegno è quello di fare di tutto perché non rimanga solo sulla carta, ma si traduca in fatti!

Ma quali sono questi diritti? Possiamo immaginarli come un grande albero: osserva pagina 126. Parti dalle radici, dai BISOGNI FONDAMENTALI (1): se questi non vengono soddisfatti prima di tutti gli altri, non si può vivere. Quali sono? Osserva il tronco e i primi rami (2): quali sono I DIRITTI che sono scritti nei rami più bassi? Nei rami più alti (3) ci sono diritti importantissimi, che sono anche i più difficili da far rispettare. Quali sono? Discuti con i tuoi compagni sul significato del termine DIRITTO; se puoi, fai alcuni esempi.

unità 4

In: Guida ai diritti dei bambini, Consiglio Regionale della Lombardia

127

0896443_84E76_zoi_d_paderni_a_cardinale_e_barbierato_m_ghidinelli_s_troisi  
0896443_84E76_zoi_d_paderni_a_cardinale_e_barbierato_m_ghidinelli_s_troisi  
Advertisement