Page 1

[Arch] 515 x Prato - PROGRAMMA

ANALISI DELL’ATTUALE CONTESTO PROFESSIONALE Le azioni oggi devono necessariamente tenere conto della grave crisi che attraversa la nostra professione e le professioni in genere. I dati del Cresme sulla attività lavorativa degli architetti dicono questo: 150.000 tra Architetti, Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, nelle due sezioni dei nostri albi, in pratica un terzo degli architetti europei Il nostro reddito medio si attesta sui 20.000 € annui ed è sceso di un terzo negli ultimi sei anni. il 35% dei colleghi ha meno di 40 anni il 73 % dei giovani architetti inizia l‟attività come collaboratore mono committente il 40 % dei colleghi pensa di trasferirsi all‟estero per poter lavorare.

PUNTI PROGRAMMATICI

1. L’ARCHITETTURA, LA CITTA’, IL PAESAGGIO “L’architettura è la volontà dell’epoca tradotta nello spazio”. (Ludwing Mies Van der Rohe (1886-1969 architetto tedesco) “Le città non hanno paura delle loro forme né del disordine che si potrebbe manifestare: esse hanno paura solo di fermarsi” (Bruno Fortier (1946 - urbanista francese) “Quando noi camminiamo vediamo il paesaggio che è composto da strade e ogni sorta di elemento. Se la disposizione di questi elementi esprime un ritmo chiaro, se il rapporto dei volumi sta nelle giuste proporzioni, l’occhio trasmette al cervello sensazioni coordinate e lo spirito ne trae sensazioni di piacere e di ordine elevato: questa è architettura”. (Le Corbusier (1887-1965 architetto e teorico francese di origine svizzera) Prime azioni proposte Proposta di una serie di eventi culturali che aprano l‟Ordine Architetti alla città, interagendo con essa e promuovendo la figura professionale all‟interno del calendario di eventi culturali cittadini Proposta di istituire una “Notte Bianca dell’Architettura “a Prato con eventi culturali correlati al Centro Pecci Promozione di tavoli di partecipazione sui temi critici e sul futuro della nostra città, con attenzione alle aree di particolare interesse: ospedale, stadio, macrolotto 0, Cironi - Filippino Lippi - Santa Margherita.


[Arch] 515 x Prato - PROGRAMMA

2. PROMOZIONE DEL VALORE DELLA PROFESSIONE E‟ necessario rivalutare il valore del „lavoro intellettuale‟, evidenziando le differenze culturali e di metodo che distingue la professione dal mestiere e nel particolare quella dell‟architetto dalle altre professioni tecniche. La nostra cultura e la nostra preparazione ci permettono di superare il tecnicismo e la segmentazione delle conoscenze professionali specialistiche, e ci consente di poter essere i coordinatori di un processo di qualificazione urbana avanzato e complesso. Azioni proposte Dialogo con le università per la condivisione delle offerte formative in modo che siano maggiormente professionalizzanti. Mantenere alta la qualità formativa dei colleghi Promuovere l‟iterdisciplinarietà negli studi favorendo l‟aggregazione tra colleghi per meglio rispondere alle complessità del progetto e superare la condizione „artigianale‟ dei nostri studi la cui composizione media è pari ad 1,5 addetti

3. RIGENERAZIONE URBANA E RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA La Riqualificazione Energetica Sostenibile delle città è oramai l‟unica modalità per rigenerare il nostro tessuto urbano, in grado di liberare risorse, di autofinanziarsi con il risparmio prodotto, e quindi uno strumento importante per la ripresa dell‟economia e del lavoro, inoltre promuove un approccio etico con il territorio e la sua trasformazione. Azioni proposte la Riqualificazione di Condomini: un metodo di lavoro e creazione di alcune start up condominiali e start up di gruppi di progettazione, “progettazione europea” per ottenere fondi europei per progetti di rigenerazione urbana con il coinvolgimento sociale ed ambientale del territorio pratese coinvolgendo società e quindi i professionisti. attivare, sulla scia del recente esperimento partecipativo Prato Sostenibile, promosso dall‟Ordine Architetti, un„adeguata commissione di colleghi che si occupi di promuovere iniziative legate alla riqualificazione energetica dell‟esistente, mantenendo attivo il network di conoscenze tecniche e stakeholders che il tavolo ha consentito di generare.

4. NUOVI MERCATI: INTERNAZIONALIZZAZIONE Pensare al metodo con il quale la nostra professionalità possa essere utilizzata nei mercati esteri. Prendere coscienza della qualità formativa e culturale italiana e comprendere come possa essere promossa in sintonia con il CNAPPC. Azioni proposte Corsi di Formazione per l‟acquisizione dell‟inglese tecnico e degli standard di rappresentazione tecnica internazionale. Attivare Protocolli di intesa con gli albi e le associazioni professionali estere, al fine di incentivare “scambi culturali e di lavoro” con colleghi di altre Nazioni Attivare servizi di facilitazione per il colleghi, spesso giovani, che si trovano a svolgere la professione all‟estero.


[Arch] 515 x Prato - PROGRAMMA

5. EFFICIENZA DEI PROCESSI: SEMPLIFICAZIONE NORMATIVA E BUROCRATICA Nella necessaria revisione dell'attività professionale, dobbiamo garantire e mantenere la nostra professionalità per ottenere una semplificazione dell'attività burocratica e lasciare al pubblico la sola funzione di controllo. Azioni proposte Lavorare ad un Testo Unico dell‟edilizia per la Regione Toscana. Favorire a tutti i colleghi l‟accesso alle tecnologie digitali anche attraverso veloci corsi formativi ed informativi.

6. FORMAZIONE Dal prossimo agosto gli architetti devono obbligatoriamente adeguare le loro conoscenze durante tutta l'attività professionale. Ad un‟attenta individuazione e gestione dei filoni di aggiornamenti e delle esigenze formative degli iscritti, dobbiamo dare anche una risposta che tenga conto della situazione economica, attraverso alcune strategie: controllo dei contenuti e dei costi dei corsi, attivazione di corsi on-line a costo quasi-zero, utilizzazione e valorizzazione di professionalità locali. Azioni proposte Costituzione di un gruppo con gli altri Ordini della Toscana capace di mettere in rete la formazione promossa dai singoli e di organizzare corsi itineranti. Adesione alla piattaforma di gestione on-line della Formazione promossa dal CNAPPC. Corsi specifici per nuove funzioni: project management e il ruolo del certificatore della qualità

7. IDEE E STRATEGIE PER L’AVVIO E LA GESTIONE DELL’ATTIVITA’ PROFESSIONALE E‟ necessario attivarsi con idee che favoriscano l‟aggregazione tra colleghi ed individuare accordi o strategie di contenimento dei costi per l‟attività professionale, favorendo gli start up di nuovi studi interprofessionali e monitorando le opportunità offerte da bandi locali ed europei per la creazione di nuovi studi tecnici di giovani professionisti Azioni proposte Favorire ed incentivare attività di co-working anche interprofessionali, a partire dagli spazi e dalle opportunità offerte dal Palazzo delle Professioni, con la proposta di acquisizione di strumentazioni tecniche condivise (plotter, termocamera) a disposizione degli iscritti a prezzi favorevoli. Il co-working è una nuova concezione del lavoro che prevede di condividere uno spazio di lavoro, un‟attività di segreteria, rete internet e la strumentazione tecnica (software, pc, stampanti) anche per periodi di tempo limitati, corrispondendo un canone di locazione proporzionale al tipo di servizio richiesto e al tempo impiegato. La recente crisi del settore, che ha costretto molti professionisti a forti tagli sulla spesa di gestione del proprio ufficio, unitamente alla tendenza di lavorare sempre più fuori dai locali dello studio tecnico, operando su piattaforme mobile, rende il coworking una realtà consolidata e diffusa in molte zone d‟italia e all‟estero. Convenzione con l‟Ordine dei Commercialisti per l‟erogazione della prestazione a prezzi concordati anche tenendo conto degli studi con piccoli fatturati Conferma e potenziamento delle convenzioni con studi legali per la consulenza agli iscritti


Programma [Arch] 515 x Prato  

Programma del Gruppo [Arch] 515 x Prato per le elezioni del prossimo Consiglio dell'Ordine Architetti PPC della Provincia di Prato

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you