Page 32

INFRASTRUTTURE

UN MURO ORDINATORE La parete di arrampicata sportiva di Ostana, in Valle Po Massimo Crotti

IAM -Politecnico di Torino

La parete di arrampicata realizzata nel 2011 all’ingresso della borgata Villa di Ostana rappresenta in modo esemplare la casistica dei progetti considerati “minori” nelle pratiche edilizie correnti. Si tratta di manufatti edilizi che sono spesso trascurati dalle pubbliche amministrazioni e

dai progettisti, perché considerati oggetti tecnici necessari e in qualche misura standardizzati e ricorrenti e che, per questo, non necessitano di particolari attenzioni progettuali. In altri termini non degni di ambire alla dignità di architetture, alla necessità di un progetto.

La parete di arrampicata è il segno ordinatore del Porto Ousitano di Ostana (fotografia di M. Crotti).

32

15

ArchAlp 15  

Architetture minime

ArchAlp 15  

Architetture minime

Advertisement