Page 18

INFRASTRUTTURE

LA CASA NELLA CASA a Tenna

Luca Valentini

Studio X Architettura

Baiti. Il progetto si innesta e mira ad attivare dinamiche virtuose di “ristrutturazione” del paesaggio. In qualche modo tende a essere il prototipo, il grado zero, di un processo territoriale più grande, in cui il manufatto ritorna ad avere il ruolo baricentrico nel sistema ambientale. L’idea è di riconfigurare queste rovine, anche con nuove funzioni e attraverso nuovi innesti compositivi, partendo dallo studio della loro dislocazione, dei caratteri costruttivi, dall’analisi di questo “tipo” edilizio, largamente diffuso attorno ai laghi di Levico e Caldonazzo e sopra il Lago di Canzolino negli appezzamenti dove veniva coltivata la vite. La gradatura del terreno in pendenza permetteva attraverso i muretti a secco, la costruzione di 18

terrazzamenti e la realizzazione del “caneveto”. Oggi emergono come rovine in campagne abbandonate, con i muri crollati. Crediamo che l’innesto di questo nuovo elemento, opportunamente ampliato, dotato di raccolta acqua, di energie rinnovabili, di posti letto, e realizzato attraverso microfinanziamenti dai locali istituti di credito, secondo lo spirito fondativo della cooperazione, possa riportare nei nuovi attori, giovani, pensionati, artisti per lavori site specific, passione e amore per le cose e una cura per un paesaggio rigenerato. La Casa nella Casa. L’edificio risultava in pessime condizioni, la copertura stava crollando e si presenta ammalorato; si intende pertanto recuperarlo. Un attento studio di questa tipologia 15

Profile for ARChALP-IAM

ArchAlp 15  

Architetture minime

ArchAlp 15  

Architetture minime

Advertisement