Page 100

DIDATTICA Tesi di laurea

PROGETTARE IN ALTA QUOTA Rifunzionalizzazione e ampliamento del Rifugio Vittorio Emanuele II Raena Aboussedgh Il Rifugio ‘‘Vittorio Emanuele II’’ si localizza nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, a 2732 m, in Valsavarenche, Valle d’Aosta; il rifugio serve la via normale al Gran Paradiso, l’unico quattromila interamente in territorio italiano, e costituisce una meta molto frequentata in tutte le stagioni. L’impianto originario risale al 1932-33, su progetto dell’architetto Armando Melis De Villa. A causa del sopraggiungere della seconda Guerra Mondiale i lavori si fermarono e il completamento definitivo avvenne nel 1961. La scelta progettuale dell’ampliamento, oggetto della tesi, è andata nella direzione del mantenimento e della valorizzazione del nucleo storico originario e della rimozione delle varie aggiunte susseguitesi nel tempo, per tornare alla situazione volumetrica originaria. L’ampliamento si presenta come un volume semplice a sviluppo verticale, che tenta di ridefinire l’identità dell’edificio nel paesaggio e di ricercare allo stesso tempo la complementarietà con la volumetria orizzontale della preesistenza adiacente. Si è cercato di adottare la massima astrazione formale, accompagnata alla riduzione e semplicità dei materiali impiegati: la struttura portante e l’involucro sono concepiti totalmente in legno (un sistema costruttivo prefabbricato in diversi moduli, trasportabili in quota con l’elicottero), mentre facciate e tetto sono avvolti da Rhenzink. Gli elementi di parete, solaio e copertura, realizzati in questa maniera, possono essere prodotti in stabilimento a 100

differenti livelli di prefabbricazione e successivamente montati in cantiere; ciò consente tempi molto rapidi nell’assemblaggio, oltre ad altri vantaggi come la libertà nella composizione architettonica e un’ottima prestazione di isolamento termico. Relatore: prof. Antonio De Rossi, correlatore: prof. Davide Maria Giachino. Anno Accademico 2018-2019; Corso di Laurea in Architetturaper il progetto sostenibile, Politecnico di Torino.

15

ArchAlp 15  

Architetture minime

ArchAlp 15  

Architetture minime

Advertisement