Page 146

APERTURE

QUANDO IL GHIACCIO ERA UNA RISORSA Il lago e la ghiacciaia nel Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertand Clara Bertolini Cestari, Tanja Marzi IAM - Politecnico di Torino

In Piemonte nei decenni di fine Ottocento e primi Novecento, il mutamento dello stile di vita creò la necessità di trovare un sistema economico e pratico per la conservazione delle derrate alimentari. Il freddo divenne risorsa naturale di primaria necessità nella gestione degli esercizi turistici e ricreativi. Si rese quindi necessaria una ricerca nelle montagne intorno a Torino per individuare i siti più affidabili con una resa costante per l’approvvigionamento estivo del ghiaccio. Occorreva inoltre valutare il costo di estrazione e di trasporto, al quale si aggiungeva la perdita di peso subita dal ghiaccio durante il trasporto. Il mezzo più rapido ed economico all’epoca era il trasporto su rotaia che aveva però il limite di servire solo il fondovalle. L’unica valle piemontese che disponeva di una linea ferroviaria vicino ai grandi nevai era la Valle di Susa, in cui vi era però la difficoltà di dover estrarre e trasportare

a valle il ghiaccio che veniva prelevato a quota 3060 m dal fianco orientale del ghiacciaio Galambra. La mancanza di strade e l’altitudine complicavano tale operazione: l’unico mezzo per il trasporto a valle del ghiaccio era la slitta o lèia (realizzata in legno di maggiociondolo e/o frassino, in grado di sopportare forti sollecitazioni). La discesa costituiva un’operazione impegnativa, faticosa e pericolosa visto l’enorme carico e le difficoltà incontrate nel superare passaggi angusti, pendenze notevoli e pietraie incoerenti. Questa operazione di discesa di oltre 2000 m di dislivello, che veniva eseguita solo nel periodo estivo, provocava una riduzione di volume dovuta allo scioglimento del carico, con conseguenti problemi connessi alla legatura dei blocchi che rendevano estremamente complesso e rischioso il trasporto. Per risolvere questo problema, verso la fine dell’Ottocento, era stato messo a punto un sistema di legatura

La Ghiacciaia nel Gran Bosco: a sinistra apertura per l’ingresso dei blocchi di ghiaccio, in centro l’apertura principale, a destra l’apertura laterale (fotografia T. Marzi).

146

13

Archalp 13  
Advertisement