Page 1

Regione Calabria       

http://www.regione.calabria.it/

Catanzaro  Cosenza  Province: 

Crotone Reggio Calabria  Vibo Valentia

Stato:

Italia

Zona: Capoluogo:  Superficie:  Abitanti:  Densità: 

Italia meridionale   Catanzaro  15.082 km² 2.007.707  (12‐2007)  133,1 ab./km²

             

Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 1 de 19


Crotone   

Sito istituzionale           http://www.comune.crotone.it/

   

Stato:  Italia  Regione:  Calabria  Provincia:  Crotone  Coordinate: 

39°5′0″N 17°7′0″E Coordinate:  39°5′0″N 17°7′0″E   Altitudine:    8 m s.l.m.  Superficie:  179,8 km²  31‐12‐06 60.673  Abitanti:  Densità:  337 ab./km²  Frazioni:  Apriglianello, Carpentieri, Cipolla, Farina, Gabella Grande, Iannello, Maiorano, Margherita,  Papanice   Comuni contigui:  Cutro, Isola di Capo Rizzuto, Rocca di Neto, Scandale,  

Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 2 de 19


1 – A nossa viagem A nossa viagem correu muito bem de portugal para itália e de itália para portugal. Todo o grupo esteve muito unido, manifestando grande entusiasmo no intercâmbio e na aprendizagem de uma nova língua e cultura. Estamos todos de parabéns pelo grupo, viagem, aprendizagens e principalmente, pela organização! Obrigado por esta oportunidade única…e cá esperamos os nossos colegas e amigos italianos.

Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 3 de 19


Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 4 de 19


Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 5 de 19


Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 6 de 19


Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 7 de 19


Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 8 de 19


Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 9 de 19


Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 10 de 19


Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 11 de 19


2 - Musica della Calabria

La musica della Calabria fa parte della tradizione musicale italiana. Come altre regioni, nel sud Italia, la Calabria per molti sefcoli fu parte integrante del Regno di Napoli e la vita musicale tendeva ad essere eclissata dalle attività della capitale al nord, i conservatori, i compositori, la musica ecclesiale. Tuttavia, la Calabria moderna ha sviluppato un vibrante vita musciale basata sulla sua storia e dedicandosi alla costruzione di nuove strutture teatrali e musicali, molte delle quali vengono definite polivalenti e multifunzione. La musica popolare è, per definizione, un genere musicale che affonda le proprie radici nelle tradizioni di una determinata etnia, popolazione, ambito geografico o culturale. Da alcuni anni stiamo assistendo, anche in Calabria, ad un fenomeno di notevole

importanza

sociale

e

culturale:

la

riscoperta

della

musica

popolare.

La musica ed il canto tradizionale sono state, prima dell’avvento dell’era della televisione,

il

divertimento

quasi

esclusivo

della

gente

di

Calabria.

La musica tradizionale ed i suoi strumenti (organetto, zampogna e tamburello) accompagnavano tutte le fasi del ciclo della vita e dell'anno: dagli eventi lieti e gioiosi ( matrimoni, battesimi, feste comandate) ad eventi più tristi (funerali) la musica scandiva le fasi della vita. Tutte le feste private erano inoltre rallegrate dal suono tradizionale costituendo una continua occasione di socializzazione e di divertimento, legata soprattutto ai momenti di ballo. Essa rappresentava uno strumento di comunicazione che poteva essere più facilmente accettato nell'ambito di una comunità ristretta e spesso chiusa. Ad esempio, "dichiararsi" alla donna amata era più facile con i canti d’amore della serenata piuttosto che cercare l'occasione per farlo di persona! L’amore per le cose semplici e genuine della nostra terra ha spinto numerosi gruppi a restare fuori dalle grandi scene musicali ed a ritornare alle origini per far rivivere quella musica viva ed ignorata della Calabria, sviluppando negli ultimi anni una vivace e vibrante esperienza musicale.

Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 12 de 19


3 - Gruppi e cantanti musicali calabresi di musica tradizionale 3.1 – Gino Grande

Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 13 de 19


3.2 - Kalamu

http://www.kalamu.org/

http://it.wikipedia.org/wiki/Kalamu

Biografia

I Kalamu ( il cui nome significa musica kalabra), nascono nel 2005, quando un gruppo di giovani calabresi sperimenta un percorso musicale che vede la loro terra d’origine protagonista in un’evoluzione di suoni contaminati dal mondo che la circonda. Parte il progetto che riprende brani della tradizione popolare meridionale rielaborati con l’uso di sempre nuovi generi musicali e brani composti interamente da loro utilizzando la musicalità dei loro dialetti con testi che affrontano tematiche sociali, politiche, culturali della loro terra e del resto del mondo, attraverso occhi di giovani che non smettono di sperare in un futuro migliore. Nel marzo 2005 esce il singolo "Kalamu" che contiene 3 brani e che li fa già conoscere a livello nazionale, seguono, infatti, concerti importanti quali il Villaggio Globale di Roma, il C.P.A. di Firenze, di gran rilievo il seminario musicato organizzato dall'Università della Calabria, il primo sperimentato dall'università, che riscuote grande successo. Nel maggio 2005 esce l'album "Calafrica", prodotto dalla Sana Records di Milano e distribuito in

Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 14 de 19


tutta Italia dalla Audioglobe. Dodici tracce inedite che riscuotono fin da subito l'approvazione del pubblico. Sonorità etniche si mescolano alle più pure e semplici melodie del Sud Italia. Una combinazione che riesce spontanea, quasi naturale, in cui si parte dalla Calabria per abbracciare tutte le culture. Parte l'omonimo tour con un programma ricco di date: oltre 40 concerti estivi che vedono i Kalamu percorrere, affascinare e travolgere tutto il sud Italia. Un susseguirsi di grandi date, dal Nunnefacundo Festival di Buonabitacolo (SA) al Notte Rock Festival di Finale di Pollina (PA), fino ad arrivare all'Italian Gusto Festival al Barbican Centre di Londra. Il tour invernale si svolge nel centro e nel nord Italia tra i circoli Arci di Milano, Bergamo, Roma, Brescia e altre città tra cui spicca un bellissimo concerto all'Auditorium Flog di Firenze; tante le tappe, gli incontri e gli scambi con artisti e nuovi amici. Importante l'uscita del Cortometraggio "I am Calabrese" regia di Antonio Malfitano con colonna sonora dei Kalamu dall'album "Calafrica" (l'omonimo brano Calafrica e la Tarantella Mediterranea) che vince moltissimi premi ed è trasmesso dalla RAI e da altre emittenti televisive. A marzo 2006 esce il singolo"Cultura Popolare", distribuito nelle radio di tutta Italia e a maggio dello stesso anno l'omonimo album prodotto dalla Sana Records di Milano e distribuito in tutta Italia dalla Venus. L'album contiene 11 tracce tra cui 4 popolari rielaborate e 7 pezzi inediti che rispecchiano l'identità di un gruppo ormai consolidato, un viaggio attraverso i luoghi, la gente, la vita che li circonda. La realtà, a volte cruda, delle terre del Sud viste con gli occhi di chi non smette mai di sperare e di sognare. L'album suscita grande interesse della critica e del pubblico.

Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 15 de 19


http://br.youtube.com/watch?v=OjJU85cVsvI&eurl=http://www.kalamu.org/video.htm

3.3 - Calabruzi      http://www.calabruzi.it/

http://it.wikipedia.org/wiki/Calabruzi

Calabruzi sono un gruppo folkloristico calabrese sorto negli anni '80 a Lamezia Terme Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 16 de 19


(CZ). Il nome Calabruzi è dovuto al fatto di voler collegare, tramite la loro musica, i calabresi di oggi e i calabresi del passato (gli antichi bruttii, o bruzi) . Il gruppo è diretto da Pino Renda (Premio Internazionale "Il Pino d'Oro" nel 1990 per il folklore ed è composto da circa 20 elementi, proponendo così balli e canti caratteristici della tradizione popolare calabrese. I temi presenti nel loro repertorio sono di vario genere: l'amore, la bellezza paesaggistica calabra, il matrimonio, la nostalgia, le feste e la quotidianità del passato. Un esempio sono: I mariti, U vinuzzu, Calabria blues, Terra mia... Gli abiti dei Calabruzi sono tipici della tradizione calabrese. Gli strumenti utilizzati sono quelli tradizionali: organetto, fisarmonica, chitarra e tamburelli. I Calabruzi vengono considerati tra i migliori gruppi folkloristici calabresi e hanno partecipato a numerose manifestazioni in Italia ed all'estero (in Belgio, Francia, Germania, Olanda, Svizzera, Lussemburgo, Australia, Argentina e Canada). Hanno anche partecipato ad alcune trasmissioni televisive RAI ed al programma regionale di Video Calabria: "Si giri ccu mmia... te sciali chi via", uno dei programmi più visti nel 2005 secondo i dati auditel in tutta la Calabria. Tutti gli album sono stati prodotti da Elca Sound.

http://br.youtube.com/watch?v=xP8‐ZuexEE8 

Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 17 de 19


3. 4 - QuartAumentata

 http://it.wikipedia.org/wiki/QuartAumentata

http://www.quartaumentata.it/

Il gruppo dei QuartAumentata nasce nel 1998 dall'incontro artistico di quattro musicisti calabresi provenienti da esperienze diverse (jazz, pop, classica): l'occasione dell'incontro è la stesura delle musiche del progetto teatrale "Gruppo Spontaneo". Forti dell'esperienza teatrale, iniziano a comporre il loro primo album orientando la musica verso la riscoperta delle tradizioni musicali calabresi, ma rielaborate e contaminate da melodie, atmosfere e ritmi della World Music. A livello di testo i QuartAumentata si concentrano su temi intimisti e storie di vita quotidiana, narrati alternando l'uso dell'italiano a quello del dialetto calabrese. Il gruppo è impegnato a rivitalizzare la tradizione linguistica vernacolare locale, arricchendola musicalmente con le sonorità, melodie, atmosfere e ritmi che caratterizzano oggi la “ World Music”, evidenziando, dal punto di vista dei testi, anche le condizioni di vita, i problemi e Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 18 de 19


le speranze della gente del Sud, il tutto inquadrato in una cornice musicale originale e di facile ascolto, risultato di diverse influenze in cui le ricche tradizioni locali convivono facilmente con stimoli e input provenienti da differenti latitudini musicali. L’intensità delle interpretazioni dei brani è affidata alla voce di Paolo Sofia, che è anche autore delle canzoni insieme al bassista Giuseppe Platani; la chitarra e il mandolino sono di Salvatore Gullace. Il gruppo vanta una presenza d’eccezione,

alle percussioni e alla batteria, affidate alla

straordinaria abilità artistica di Massimo Cusato, oramai riconosciuto talento che, nonostante la giovane età, vanta un lungo elenco di importanti collaborazioni (Eugenio Bennato, Massimo Ranieri, Niccolò Fabi, ecc.) che potrete esaminare nel dettaglio nel curriculum artistico che riportiamo di seguito a quello del gruppo. In considerazione dell’importante contributo reso alla cultura calabrese i Quartaumentata sono stati scelti dagli organizzatori della manifestazione Capodanno in Pace 2006 La vertigine non è paura di cadere ma voglia di volare per affiancare Jovanotti, nei concerti che il cantante toscano ha tenuto il 31 dicembre 2005 e il 1 gennaio 2006, rispettivamente a Cosenza ed a Locri (RC), e con il quale hanno dato vita ad una spettacolare

“contaminazione” di linguaggi musicali diversi.

http://br.youtube.com/quartaumentata      Professor: Aquiles Manuel Crespo Boiça 30‐11‐2008 

Página 19 de 19

Viagem-Crotone  

A nossa viagem correu muito bem de portugal para itália e de itália para portugal. Todo o grupo esteve muito unido, manifestando grande entu...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you