Issuu on Google+

LA SICILIA

40.

GIOVEDÌ 22 APRILE 2010

SIRACUSA

Avola

Servizio turistico a Cava Grande Il costone roccioso dovrà essere messo in sicurezza. Già affidato il servizio di progettazione del primo stralcio delle opere

Affidato il servizio per salvaguardare tutta la costa Affidato il servizio di progettazione del primo stralcio funzionale delle opere di difesa e salvaguardia della costa. L’ingegnere Massico Brocati, al quale è stato conferito l’incarico, provvederà a fornire, entro e non oltre i 72 giorni, il progetto esecutivo e il piano di sicurezza e coordinamento dei lavori. Compiaciuto l’assessore ai Lavori Pubblici, Corrado Morale: «L’assegnazione di questo incarico rappresenta l’ufficiale apertura della fase operativa di un grande progetto che l’Amministrazione comunale ha approntato per dare risoluzione Già stilato all’annoso problema dell’erosione costiera tuttora in atto sul litorale avolese». un elenco Da quando il Ministero dell’Ambiendelle te ha comunicato che il primo dei tre finanziamenti concessi per tale opera priorità. ammonta a 3 milioni di euro circa, è Il primo stato stilato un elenco delle priorità d’intervento. Queste sono scaturite dalfinanziale obiettive esigenze dei rischi maggiormento è mente presenti nel territorio, facendo attenzione sia ai crolli già avdi 3 milioni particolare venuti sia a quelli imminenti, come nel di euro caso del costone del tratto di spiaggia Loggia-Pantanello. Qui gli organi competenti, quali il Genio Civile e la Capitaneria di Porto, hanno disposto infatti un’ordinanza di sgombero. «Confidiamo di avere tutta la documentazione necessaria entro l’inizio di agosto, e così da settembre potremo dar via ai lavori», spiega Morale, il quale precisa che l’affidamento dei servizi inerenti la progettazione di questo primo stralcio rappresentano solo il punto di inizio di quella che sarà una svolta epocale per le sorti delle nostre spiagge. EMANUELA TRALONGO

Per i prossimi week end monitoraggio da parte degli operatori dell’Azienda foreste Gli operatori dell’azienda provinciale dell’agricoltura e foreste saranno presenti all’interno della Riserva naturale orientata di Cava Grande del Cassibile per i due prossimi week end, quello del 25 aprile e del I° maggio. Il servizio di monitoraggio e controllo turistico, ma non quello di informazione interrotto a causa della chiusura della postazione dell’azienda, sarà garantito per il ponte lungo che dovrebbe rappresentare l’avvio ufficiale della stagione turistica. Come supporto agli operatori della forestale, ci sarà una postazione comunale assicurata dall’ufficio assessorato la cui realizzazione è oggetto di studio da parte dello stesso assessore il quale dovrà verificarne, con l’amministrazione, la fattibilità. Queste, in sintesi, le determinazioni

frutto dell’incontro svoltosi ieri in tarda mattinata fra l’assessore al turismo, Fabio Cancemi, e il dirigente Uob2 dell’azienda forestale, Filadelfo Brogna. La fruizione del sentiero principale di accesso alla riserva, limitata dal 1 marzo alla fascia oraria compresa fra le 9 e le 17, e la chiusura della postazione della forestale hanno determinato tutta una serie di disagi e disguidi che sono stati particolarmente evidenti in occasione del lunedì di Pasquetta. Diversi visitatori, infatti, approfittando dell’assenza di ogni forma di controllo, in barba ai divieti imposti dal regolamento della riserva, sono entrati con cani a seguito, alcuni, addirittura hanno appiccato una serie di piccoli fuochi nella zona A e B, mentre bivacchi notturni sono stati individua-

In breve

ti nella Grotta della Ganziria o dei Briganti. «L’apertura del sentiero sarà garantito- ci tiene a sottolineare l’assessore Cancemi- così come sarà garantita la presenza della protezione civile. Cercheremo con la nostra postazione di migliorare il servizio nei mesi di giugno, luglio e agosto. L’incontro di questa mattina con il dirigente dell’azienda forestale è stato aggiornato a dopo il 25 aprile, a quella data sarà fatto il quadro completo sulla strategia da adottare nel periodo estivo». Provvedimenti che hanno il sapore di misure tampone e che non si capisce bene se saranno in grado di fronteggiare il flusso turistico che nel mese di agosto raggiunge il picco massimo. GABRIELLA TIRALONGO

Integrati con Aproda

ENTE FAUNA «Tutela e pianificazione del territorio» (e.t.) «Il territorio di Avola: tutela, pianificazione e prospettive di rilancio economico» è il tema dell’incontrodibattito fissato per domani alle 18 e 30 al Centro culturale giovanile. La conferenza è stata organizzata dall’Ente Fauna Siciliana, associazione naturalistica di ricerca e conservazione fondata il 31 gennaio del 1973. La onlus, che ha come simbolo l’Avvoltoio Grifone, è da sempre molto attenta all’attività di tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente. Da non dimenticare che per mezzo dell’ultimo incontro i membri dell’associazione hanno focalizzato l’attenzione sulla gestione e le prospettive future della riserva naturale di Cava Grande del Cassibile.

PALLAVOLO Stella del Sud Antares - Gravina al Tensostatico (e.t.) E’ previsto per sabato alle ore 16, al pallone tensostatico del Meno Di Pasquale di Avola, l’incontro di pallavolo tra il B&B Stella del Sud Antares e il Gravina. Il risultato ottenuto da questa partita sarà determinante per le sorti delle giovani atlete avolesi, che nel caso di una vittoria saranno matematicamente in serie C. A quattro giornate dalla fine del Campionato di serie D femminile, il B&B è ancora in vetta alla classifica, con ben 52 punti a proprio favore e a 7 punti di distanza dal secondo classificato, l’Isola verde Mascalucia.

Assistenza a tempo illimitato al centro diurno per diversamenti abili Dalla parte dei disabili, con assistenza a tempo illimitato. Può essere definito così «l’Open Space«, il centro diurno per diversamente abili progettato e attuato dai 140 soci volontari dell’A.pro.D.A.-onlus che partirà a giorni. Un piano di lavoro, dal lunedì al sabato di ogni settimana, che si inserisce in un quadro più complesso di azioni e interventi a sostegno della disabilità, con lo scopo di creare ed incentivare spazi e luoghi di integrazione sociale tra persone diversamente abili e normodotati. «Abbiamo raccolto le preghiere di molti genitori- dice la presidente Nella Veneziano- che sicuramente hanno un percorso quotidiano difficile da fare, noi ci siamo resi disponibili ad accogliere i loro figli tutti i giorni». Difatti, caratteristica peculiare di questa iniziativa, all’interno di una programmazione generale mirata a prevenire e contrastare condizioni di emarginazione delle persone con disabilità, è quella di offrire

SEBASTIANA VENEZIANO

una struttura permanente giornaliera di riferimento come luogo d’incontro dove poter svolgere laboratori ricreativi ed educativi. «Da una analisi fatta dai bisogni delle famiglie prese in esame - continua il vice presidente Giuseppe Raitiemerge un bisogno di collocare i propri ragazzi in attività programmate che oltre ad espletarsi in sede verranno attua-

te in altri contesti e luoghi». «Il progetto- prosegue la Veneziano- è molto impegnativo soprattutto per la nostra associazione che vive con i contributi delle famiglie e di donazioni che vengono utilizzate per l’acquisto del materiale e per le spese di gestione e che quindi realizza le propria attività grazie all’eccellente lavoro di professionisti volontari che rinunciano al proprio tempo per dedicarlo ai nostri utenti speciali». E il team del sodalizio ha avviato anche un progetto estivo «R-estate con noi 2010», rivolto a grandi e piccoli con attività diverse attività motorie. Gli utenti che attualmente frequentano l’associazione sono 25. L’associazione in questo periodo sta concretizzando numerose iniziative: sono iniziate le attività ludico-equestri e partirà il laboratorio di archeologia sperimentale guidato da Anna Raudino, esperta in didattica archeologica. CARMEN ORVIETO

Noto

I musei aperti gratuitamente Nell’ambito della Settimana della Cultura si possono ammirare Palazzo Nicolaci e la Sala degli Specchi In occasione della Settimana della Cultura che si concluderà giorno 25 aprile l’amministrazione comunale aprirà gratuitamente per tutta la giornata odierna, in accordo con i gestori dei siti museali, le porte dei musei a tutti i visitatori e turisti che vorranno visitare la città barocca. I siti da visitare sono quattro: Palazzo Nicolaci, la Sala degli Specchi di palazzo Ducezio, la Galleria d’Arte Civica «G. Pirrone» ed il teatro comunale «Vittorio Emanuele». L’iniziativa di far visitare gratuitamente i siti museali della città è da ascrivere all’impegno dell’assessore alla cultura, Giuseppe Lumera, che ringrazia sia il sindaco Corrado Valvo che i gestori dei quattro siti culturali per la sensibilità dimostrata nel condividere la proposta di aderire alla XII edizione della «Settimana della Cultura», indetta dal Ministero dei beni e delle Attività Culturali. I quattro siti culturali potranno essere visitati du-

rante l’intera la giornata di oggi dalle ore 10 alle ore 13,30 e dalle ore 15 alle 19,30 riguardante palazzo Nicolaci ed il teatro comunale e dalle ore 9,30 alle 13,30 e dalle 15 alle 19 la Sala degli Specchi e la Galleria d’Arte civica Giuseppe Pirrone. Tale iniziativa dell’assessorato alla cultura non si ferma qui in quanto, a seguito l’accordo siglato una decina di giorni fa dall’amministrazione comunale con i gestori dei siti museali, a partire dal 25 aprile prossimo fino al 30 settembre 2010 entrerà in funzione, per visitare i monumenti, il biglietto unico per tutti i musei aperti nella città barocca. Oltre ai siti suddetti potranno essere visitati anche con un biglietto modesto il museo «G. Pirrone» allocato nei locali dell’ex convento di Santa Chiara, lungo il Corso Vittorio Emanuele, ed il museo della Civiltà Contadina sito nella via Tommasso Fazello, nei locali dell’ex mattatoio comunale. «Far visitare i

siti museali nella giornata odierna gratuitamente - ha sottolineato l’assessore Giuseppe Lumera - vuole rappresentare ancora uno volta l’ulteriore sforzo messo in campo sia dall’amministrazione Valvo che dai gestori dei siti museali per invogliare sempre maggiormente i turisti a visitare la città barocca ricca di arte e di cultura». Grazie anche alla collaborazione della Curia vescovile i turisti potranno ammirare le bellezze più rappresentative esistenti nelle varie chiese brocche aperte al pubblico. L’assessore Lumera, considerato il successo di pubblico ottenuto nei mesi scorsi e cioè di lasciare i siti museali aperti fino a tarda notte, vuole lanciare alla Sovrintendenza di Siracusa ed all’Assessorato regionale ai Beni culturali l’idea di estendere l’iniziativa con il biglietto unico anche al sito della Villa de Tellaro. BENITO TAGLIAFERRO

In breve LICEO RAELI «Lavoro e Costituzione» Ro. Nas.) Una giornata di studio su «Lavoro e Costituzione» alla presenza dei docenti e degli studenti delle ultime classi del Liceo Matteo Raeli di Noto e di una classe del Liceo Bartolo di Pachino. Felice Giuffrè, docente di diritto costituzionale alla facoltà di giurisprudenza dell’università di Catania ha centrato la sua lezione sulla ispirazione spiccatamente sociale della Costituzione, che è costituzione di valori fondamentali poi trasformati in norme di diritto positivo e regole di comportamento tra cittadini e tra i cittadini e lo stato. Giuffrè ha sostenuto che i principi fondamentali non si possono modificare mentre nella sua totalità la Costituzione non può essere considerata un totem.

FESTA DELLA PRIMAVERA A disposizione 55 gazebo espositivi PALAZZO NICOLACI ILLUMINATA DI NOTTE

INTERVENTO DEL BOTANICO PAOLO MAUCERI

La potatura degli alberi fuori stagione

(b.t.) In occasione della Festa della primavera che si svolgerà dal 14 al 17 maggio il settore sviluppo economico del Comune comunica che in occasione della XXXI edizione dell’Infiorata, nel rispetto dell’ambizione turistica e dell’immagine della città di Noto, l’amministrazione comunale metterà a disposizione di chi ne farà richiesta numero 55 gazebo espositivi da utilizzare sia in piazza Mazzini, in via Ducezio, Villa comunale, Largo Pantheon.

SALA GAGLIARDI

I MEZZI UTILIZZATI PER LA POTATURA

Non poche perplessità e preoccupazioni fra gli abituali frequentatori dei sedili della villa comunale, per la potatura degli alberi in questo periodo. Osservatori attenti e sensibili, pensano che non sia giusto proprio in primavera, nella stagione in cui gli uccelli nidificano, fare scempio dei loro nidi e della loro riproduzione. Altri parlano dell’inopportunità di provocare lesioni traumatiche alle piante in periodo di fioritura inoltrata. L’opinione di Paolo Mauceri esperto zoologo e botanico, richiesto di una sua opinione, ha infuso tranquillità su alcuni punti e presentato serie preoccupazioni su altri. Ha detto che in generale i magnolioidi, quali i nostri alberi, ficus macrophilla, originari dall’Australia orientale, potendo arrivare ad altezze smisurate anche di oltre quaranta metri, necessitano di

una frequente potatura. «Trattandosi di specie sempre verde - sostiene Mauceri - non c’è necessità di rispettare periodi particolari per la potatura dei piccoli rami. Ben diversa la questione per i grossi rami, che conviene effettuare in inverno, in quanto con il freddo, il lattice che da essi fuoriesce copioso, si condensa più facilmente, evitando così infezioni alla pianta. Il problema dei passeri invece è collegabile con il periodo particolare della riproduzione che avviene in primavera, e quindi in questo periodo». L’esperto completa la sua spiegazione: «Senza volere entrare nel merito del sovraffollamento delle specie, viste le problematiche legate al sovraffollamento, tanto angosciante, dei piccioni, nel caso di passeracei, fra cui specie protette quali rondini e cardellini la potatura in que-

sto periodo arreca nocumento». Conferma questo rischio Corrado Bianca dell’Ente fauna siciliana. Egli sostiene: «Sicuramente la potatura, pur importante, si sarebbe dovuta fare prima. Il taglio del fogliame in questo periodo sicuramente arrecherà disturbo agli uccelli. I passeriformi hanno già deposto le uova che in questo periodo si schiudono o sono già nati i pulcini. Si spera, per ridurre quantomeno il danno, che non si tratti di una potatura drastica e che non intacchi la parte legnosa degli alberi, lasciando scoperti i nidi. In tal caso si danneggerebbero le uova o si ucciderebbero i pulcini. Inutile dire che il rumore determinato dai mezzi meccanici, potrebbe far sì che i nidi vengano abbandonati». ROBERTO NASTASI

Si presenta il volume di Angelo Fortuna (b.t.) in occasione del centenario della morte di Giuseppe Cassone sarà presentato alle ore 18 nella Sala Gagliardi di palazzo Trigona il volume «Giuseppe Cassone e Margit Hirsch: un amore cosmico» di Angelo Fortuna.

QUARTIERE AGLIASTRELLO Problemi con la raccolta differenziata (b.t.) Gli abitanti del quartiere Agliastrello lamentano che, da quando è iniziata la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta, sono sorti per i residenti del quartiere dei seri problemi con tutti quei sacchi sparsi per la casa. «Pur rispettosi dell’ambiente -dichiarano i residenti di Piazza Largo Nando Sauro - chiediamo se è possibile avere i cassonetti differenziati, laddove non sono mai stati messi, è dove al loro posto c’erano quelli tradizionali»


Integrati con Aproda