Page 1

LA SICILIA

40.

MARTEDÌ 27 OT TOBRE 2009

SIRACUSA

Pachino

Comune, senza luce il punto Enel

In breve PORTOPALO

Situazione al limite del paradosso verificatasi per morosità. A essere penalizzati gli uffici di via Anita Punto Enel senza luce. Questa la paradossale situazione venutasi a creare ieri mattina a Pachino dove diversi uffici municipali, dislocati in sedi distaccate, si sono trovati senza fornitura energetica. Distacchi causati da morosità. Tra gli uffici a cui è stata tagliata la luce c’è anche quello che ospita il punto Enel dove i cittadini quotidianamente si recano per segnalare guasti e disfunzioni o per chiedere la riattivazione dell’energia staccata per morosità. E qui siamo al paradosso dei paradossi. I distacchi si sono registrati, infatti, nello stabile di via Anita che ospita diversi servizi tra i quali quello delle relazioni con il pubblico, l’ufficio leva e quello deputato ai passaggi di proprietà e appunto lo sportello Enel. Distacchi anche nei centri sportivi di contrada Guastella. La corrente elettrica, già venerdì scorso, era stata abbassata, fornendo il minimo

indispensabile. Da quando infatti l’Enel ha installato i nuovi misuratori elettrici, prima di procedere al distacco totale in caso di morosità, provvede a ridurre la potenza, quasi per avvisare di quello che succederà nel caso del protrarsi della situazione di mancato pagamento delle bollette. A seguito del calo di tensione, il personale aveva dovuto adottare diverse precauzioni come quello di tenere le luci spente pur di mantenere in funzione i computer e non bloccare l’attività istituzionale ed i servizi per l’utenza. Una situazione che fotografa in quali condizioni si trova il Comune da un punto di vista finanziario. Ieri, il gestore dell’energia elettrica ha sospeso completamente l’erogazione, con il conseguente blocco totale delle attività, peraltro molto intense considerata la ripresa del lavoro dopo la pausa del fine settimana. Secondo

PORTOPALO

Il mare Ionio sud occidentale raccontato dall’artista Baronello PORTOPALO. Verrà inaugurata venerdì prossimo a Catania la mostra fotografica intitolata «Portopalo» dell’artista catanese Federico Baronello, artista già noto in Usa, Giappone ed in vari Paesi europei per la qualità dei suoi lavori. Nel lavoro di Baronello il tema è il paesaggio, argomento fondamentale e ricorrente del Modernismo. Lo è anche per quegli artisti contemporanei che attraverso i modelli e le strutture moderniste rimettono in gioco il nostro modo di vedere il paesaggio. Da anni il lavoro di Federico Baronello, insignito alcuni anni fa a Portopalo del premio «Più a sud di Tunisi», persegue efficacemente questo indirizzo. Le opere esposte a Catania ci presentano un paesaggio ben preciso, quello di Portopalo e del mare Ionio sud occidentale. In

(ser.tac.) Si è adagiata sui fondali del porto una delle imbarcazioni sequestrate perché adibite a traffico di immigrazione clandestina. Il peschereccio, che si evidenzia per le numerose immagini dipinte sullo scafo, già alcuni giorni prima era andato a fondo dopo l’apertura, da parte di ignoti, delle prese mare. La barca è affidata in custodia al titolare di un cantiere di alaggio dell’area portuale.

quanto si è appreso dai funzionari della casa municipale, non si sarebbe trattato di una morosità totale ma solo di ritardi nei pagamenti. Immediatamente è stato provveduto a inviare via fax le ricevute delle bollette pagate, senza tuttavia ottenere l’esito sperato. La colonna sonora all’interno degli uffici oscurati è rimasta quella di una celebre cover anni sessanta dei Dik Dik. Il gestore energetico, infatti, non ha provveduto a riattivare la fornitura, applicando al Comune lo stesso trattamento di una normale famiglia con difficoltà economiche che non ha potuto provvedere a pagare in tempo utile la bolletta bimestrale recapitata. Non è stato tenuto conto del rapporto con il pubblico e dell’attività amministrativa che, senza corrente elettrica, non può andare avanti. SERGIO TACCONE

questo paesaggio, tecnicamente presentato attraverso stampe fotografiche e video fullHD, le informazioni sono numerose e differenti, non senza ampi riferimenti all’impegno del parroco locale Don Palacino, in memoria dei 283 naufraghi morti al largo di Capo Passero nel 1996. Un lavoro che non tralascia, inoltre, l’installazione nelle medesime acque al largo di Portopalo, da parte dell’Istituto di Fisica Nucleare, di un potentissimo telescopio sottomarino, una sorta di antenna studiata per rivelare neutrini astrofisici di altissima energia. La mostra di Baronello rimarrà aperta, dopo l’inaugurazione di venerdì, dal 31 ottobre 2009 al 30 gennaio 2010 (ore 10-13; 1721, escluse le giornate di domenica e lunedì). SA.MAR.

Affonda imbarcazione posta sotto sequestro

PARTITO DEMOCRATICO Soddisfazione per l’esito delle primarie (Sa.Mar.) Si sono dichiarati molto soddisfatti gli aderenti al Partito democratico di Pachino dopo l’esito delle primarie svoltesi in città nella giornata di domenica. In città si sono registrati 414 votanti, confermando di fatto il numero di votanti già registratosi nelle primarie in altre occasioni. A Pachino si è affermato Pierluigi Bersani con 251 consensi, mentre Franceschino ha riportato 92 voti e Marino 69. due le schede bianche. Per quanto riguarda i candidati alla segreteria politica regionale del Pd Mattarella ha avuto 197 voti contro i 125 di Lumia e gli 87 di Lupo. Cinque le schede bianche.

LA SEDE DEL PALAZZO DI CITTÀ

Vaccarisi: «Migliorati i servizi del laboratorio di analisi» L’azienda sanitaria provinciale di Siracusa reagisce alle critiche quotidiane portate dal comitato a difesa della sanità pubblica di Pachino e del suo portavoce Nino Gullotta, e replica alle accuse di calo di efficienza e di servizi del laboratorio analisi di Pachino, bollandole come infondate. A replicare è il direttore della patologia clinica del distretto ospedaliero Sr1 Corrado Vaccarisi che afferma: «Gullotta non spiega quali sono i presunti disservizi che sarebbero stati creati dopo il 9 settembre con la trasformazione del laboratorio analisi in centro prelievi, mentre rifiuta il confronto con i responsabili dell’Asp di Siracusa. Infatti, alla riunione concordata per il 21 settembre non si è presentato, mentre il sindaco ha delegato l’assessore alla Sanità il quale, dopo un con-

fronto fra le parti, con il direttore generale si è dichiarato pienamente soddisfatto». Secondo Vaccarisi inoltre i servizi sarebbero sensibilmente migliorati dato che il trasferimento dei prelievi continua ad avvenire come nel passato, con la differenza che prima gli esiti per alcuni esami arrivavano anche dopo dieci giorni, mentre oggi vengono consegnati nell’arco di 24-48 ore e per le urgenze l’esito può essere ottenuto anche telefonicamente dopo qualche ora. Respinte anche le ipotesi di un calo delle prestazioni. «Non si registra alcuna diminuzione dei prelievi, -ha spiegato Vaccarisi- ed in 23 giorni, di cui 17 lavorativi, dall’1 ottobre ad oggi, sono stati eseguiti 397 prelievi e realizzati 3042 esami». SALVATORE MARZIANO

IL PUNTO PRELIEVO ALL’OSPEDALE DI PACHINO

Rosolini RINNOVO CARICHE

Una schiera di candidati per il Consiglio baby (ce. gal.) Il 12 novembre le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale baby. I candidati: Calvo Maria Chiara, Cavallo Clelia, Ciccazzo Giovanni, Criscione Salvatore, Falco Davide, Giurato Vincenzo, Latino Vania,Lorefice Pietro, Magrì Giuseppe Santi,Matarazzo Vincenzo, Odierna Natalia, Paternò Rosario, Salemi Giuliana, Sortino Anna Maria, Vignigni Salvatore Agosta Emanuela, Borek Sebastian Dominik, Calvo Michele, Cappabianca Martina, Cicero Alessio, Cozzo Emanuela, Figura Nicoletta , Garofano Giuseppe, Gennaro Salvatore, Giannì Chiara, Giordanella Alessandro, Immermina Vincenzo, Lacari Antonino, Miceli Salvatore, Nastasi Gioele, Nuzzarello Miriam, Papaleo Francesca, Papaleo Lorenzo, Scollo Salvatore, Spada Giusy, Assenza Rebecca, Capello Floriana, Covato Carmelo, Di Dio Marco, Latino Daniele, Latino Ludovica, Latino Orazio, Licita Rosaria, Liuzzo Caterina, Lorefice Giovanni, Lorefice Marco, Maltese Delia, Miceli Paola, Monti Rossella, Paternò Diletta, Petrolo Damiano, Santacroce Carmelo, Speranza Francesco, Vizzini Simone Pietro, Adamo Giovanni, Baglieri Graziella, Catania Luigi, Gallo Serena, Giallongo Davide, Guarino Giorgio, Lorefice Francesca, Mazza Gianluigi, Pitrolo Andrea, Porterfield Lynn, Renzo Pietro, Sambito Carla, Sammito Giorgio, Scala Corrado.

Slitta il progetto centro naturale Gli esercenti, a eccezione di uno, non si sono presentati alla riunione promossa dall’Amministrazione

L’ASSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO MARIA IEMMOLO

E’ andata in fumo, almeno per il momento, l’ipotesi di costituire un centro commerciale naturale nel centro storico. Gli esercenti, infatti, ad eccezione di uno, non si sono presentati alla riunione promossa ieri mattina dall’amministrazione comunale al fine di individuare almeno venti soggetti, numero minimo previsto dalla Regione, che dovrebbero riunirsi in consorzio per poter ottenere il finanziamento dall’assessorato al commercio. L’iter deve essere avviato entro il 31 ottobre, data che ormai non potrà essere rispettata, dunque si dovrà attendere la riapertura dei termini fra sei mesi. La mancata adesione degli addetti al settore potrebbe essere riconducibile al fatto che le associazioni di categoria ultimamente si sono disgregate, dunque manca un coordinamento e quindi dei referenti che si facciano portavoce del-

le istanze degli operatori commerciali e che portino avanti il dialogo con le istituzioni. Per poter far parte del C.C.N., inoltre, i soggetti interessati devono essere in possesso del certificato camerale comprensivo del nulla-osta antimafia, documentazione di cui, anche per una semplice dimenticanza, alcuni non dispongono. Intanto l’assessore al ramo, Maria Concetta Iemmolo, non si perde d’animo ed insieme alla responsabile del settore, Agata Tramontana, farà in modo di illustrare ancor meglio agli esercenti le opportunità che la nascita di un centro commerciale naturale offre. «Si tratta- spiega la Iemmolo- di un importante strumento per riqualificare l’immagine e migliorare la vivibilità urbana, potenziare il servizio per i consumatori, sfidare la grande distribuzione e rivitalizzare il cuore cittadino. L’istituzione di

un centro commerciale naturale consente di ottenere dei finanziamenti con cui realizzare anche animazione urbana, attività promozionali, arredo urbano, riconversione di immobili inutilizzati, manifestazioni culturali, ecc..Secondo l’iter, una volta costituito il consorzio tra almeno venti soggetti, questi devono inoltrare istanza al sindaco che, entro 45 giorni, acquisita la presa d’atto del consiglio comunale, propone all’assessorato regionale l’accreditamento del C.C.N.». «L’amministrazione dovrebbe innanzitutto far brillare il centro storico- afferma Franco Aprile, titolare di una storica ditta locale- rendendolo appetibile attraverso la concessione di agevolazioni ai commercianti. Allo stato attuale gli affitti sono proibitivi e scoraggiano dall’avviare un’attività». CECILIA GALIZIA

Consultorio, disposta la bonifica Aproda, nuova formazione CINETEATRO SANTA CATERINA

Il direttore del Distretto di Noto, Consiglio, interviene dopo la protesta delle mamme

UNA STANZA DEL CONSULTORIO

Un problema momentaneo in attesa di riorganizzazione. Questa la risposta del direttore del Distretto di Noto Giuseppe Consiglio alle proteste delle mamme frequentanti il corso preparto nella sede Asp di Rosolini. Le mamme avevano infatti chiesto maggiore attenzione alle attività del consultorio che al momento svolgeva i corsi preparto nella vecchia cucina dello stabile, un ex albergo riadattato ad uffici, con le conseguenti mancanze di igiene e salubrità nell’ambiente. «Com’è noto- scrive Consiglio in una notal’intera struttura di via Granati Nuovi è in fase di riadeguamento organizzativo con il trasferimento graduale di servizi dalla vecchia sede. La direzione distrettuale ha dispo-

sto comunque una bonifica della struttura e, nelle more di una sistemazione definitiva per i corsi pre parto, l’attivazione di ogni possibile soluzione temporanea, con l’individuazione di adeguati locali idonei a garantire continuità ai corsi nel rispetto dei principi di igiene, confort e sicurezza. In effetti, in occasione del sopralluogo effettuato il 12 ottobre scorso, il corso veniva già tenuto in una stanza diversa da quella in discussione». Il cambiamento di sede, da quella storica di via Sipione a quella di via Granati Nuovi sarebbe dunque «stato disposto per eliminare le difficoltà di accesso alla vecchia sede che non aveva i requisiti previsti dalla normativa sulla sicurezza». SA. GIA.

che si dedica alla disabilità La città accoglie la nascita di una nuova associazione dedicata ai diversamente abili. Si tratta dell’Aproda, presentata alla cittadinanza sabato nella sala cineteatro di Santa Caterina, alla presenza del presidente e della referente cittadina Eligia Cavarra. La nuova formazione associativa, infatti, ha la sua sede principale ad Avola, dove agisce dal 2004, anno della sua fondazione, con vari progetti a favore dei diversamente abili. Nello specifico nel comune avolese, in convenzione con i servizi offerti dall’amministrazione, gestiscono il servizio igienico personale nelle scuole elementari, materne e medie e l’assistenza domiciliare per i disabili. Diversi poi i progetti ricreativi ed educativi rivolti ai diversamente abili ed alle lo-

ro famiglie. «I nostri progetti- spiega la presidente Sebastiana Veneziano- prevedono sempre la presenza di normodotati, in modo da favorire una integrazione completa». Gli stessi servizi saranno offerti dalla sezione rosolinese dell’Aproda, che, come spiega la referente comunale Eligia Cavarra, «vuole arricchire l’offerta dei servizi della città, senza competere con nessuno». Il gruppo vanta già la presenza di tre educatori, tre operatori Osa e tre volontari, mentre la sezione avolese conta ad oggi 123 soci, molti dei quali educatori, pedagogisti e professionisti nel campo della formazione. La sede dell’associazione sarà nei locali della parrocchia di Santa Caterina. SANTINA GIANNONE


Articolo Rosolini  

articolo giornalistico

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you