Page 1

DIRE FARE MANGIARE

FESTIVAL

MILANO. CAPITALE DELLA FOTOGRAFIA 15 SETTEMBRE / 1 NOVEMBRE 2015

Con il patrocinio di

www.milanophotofestival.it www.photofestival.it

Con il patrocinio di

Un evento


DIECI VOLTE PHOTOFESTIVAL È con grande orgoglio che vi presentiamo questa edizione di Photofestival che taglia un traguardo davvero importante, quello delle dieci edizioni. Un obiettivo raggiunto da condividere con la Camera di Commercio di Milano, l’Unione Confcommercio e l’AIFAssociazione Italiana Foto & Digital Imaging per il loro sostegno attivo, con Photographer’s e AFIP/CNA con cui collaboriamo, con Comune e Regione del cui patrocinio ci pregiamo. Quest’anno, così fondamentale per una Milano su cui grazie a Expo si sono puntati gli occhi di un pubblico internazionale, è stato importante anche per la fotografia, che ancora una volta ha mostrato tutta la sua vitalità. Noi per un verso l’abbiamo assecondata accogliendo quanto le gallerie private e istituzionali hanno programmato e per l’altro l’abbiamo incoraggiata, lo dimostrano le numerose mostre prodotte per questa occasione e segnalate in questo catalogo. Un ruolo di stimolo per realizzare proposte capaci di rivolgersi a quel pubblico sempre più ampio che sa accogliere ugualmente le opere degli autori affermati e quelle di coloro che tentano di seguirne le tracce. In questo 2015 abbiamo proposto due edizioni facendo seguire a quella primaverile, ormai classica, questa autunnale: se i numeri parlano del grande seguito che Photofestival ha ottenuto con le oltre duecento esposizioni complessivamente proposte, è la collaborazione con Photoshow che ha segnato un’ulteriore conferma di fiducia nei nostri confronti, visto che siamo stati incaricati di realizzare le mostre d’autore che caratterizzeranno questa edizione della manifestazione. Accanto a queste novità altri elementi restano a ribadire il nostro rinnovato impegno in un periodo in cui le difficoltà 50&Più è il grandenon mancano: l’originale formula che non prevede un unico luogo espositivo ma una diffusione capillare nei più diversi spazi della città che si allarga Sistema Associativo e di Servizi • vita associativa anche(nato a quelli dell’hinterland, e cresciuto all’interno diil ruolo centrale giocato dai nostri Palazzi della Fotografia, l’ampiezza di iniziative (incontri, dibattiti, presentazioni di libri) che verranno segnalate sul • eventi Confcommercio - Imprese per nostro sito www.photofestival.it che per tutto l’anno ha ospitato anche le iniziative che si • patronato l’Italia) per rispondere alle sono svolte nel periodo compreso fra le due edizioni di Photofestival. richieste di consulenza, • assistenza fiscale continuiamo a credere in questo Infine, nonostante le difficoltà economiche che comporta, 50&Più Milano assistenza e benessere sociale ricco catalogo – lo potete trovare •gratuitamente nei luoghi delle esposizioni – che con turismo Venezia, 47che sappiamo delle copie persone,costituisce attraverso un importante strumento diCorso le sue 8.000 divulgazione • editoria Tel. 0276013399 l’opera di 2.200 professionisti e ai lavori e dal pubblico. molto apprezzato dagli addetti

La tua è una fantastica storia da raccontare. Crediamo che ogni giorno nasconda un momento straordinario e che per trovarlo basti guardare il mondo da un altro punto di vista: così scoprirai che la tua vita è una storia fantastica da raccontare, insieme a PhotoSì.

Fotolibri, calendari, oggetti di design e regalistica. Scopri di più su: www.photosi.com

più di 1.000 punti operativi in

YOUR LIFE IS A SHOW

• università

mail: enasco.mi@enasco.it

Photofestival. artistica: Roberto Mutti www.50epiu.it/milano • assicurazioni Italia, Direzione tutti al tuo servizio. Comitato organizzatore: Dario Bossi, Cristina Comelli, Pierluigi Mutti 3


FOTOGRAFARE LA NUOVA ENERGIA DI MILANO “Per fare grandi fotografie, devi dare loro grande energia”. Questa energia, di cui parlava il fotografo Robert Mapplethorpe, è presente oggi più che mai a Milano e spinge a raccontare ai milioni di persone che quest’anno visiteranno la nostra città storie di personaggi comuni e straordinari, di luoghi esotici o vicini, di attimi che possono durare in eterno. Photofestival si nutre di quest’energia e raddoppia l’appuntamento con un programma ricchissimo che entra di diritto nel palinsesto di Expo in città. Infatti, dopo la consueta edizione primaverile con 125 mostre organizzate tra le principali gallerie d’arte milanesi ed edifici storici della città come Palazzo Castiglioni e Palazzo Bovara, nell’anno di Expo la kermesse celebra la fotografia italiana e internazionale con un inedito programma autunnale, dal 15 settembre fino al 1 novembre, che coinvolge Palazzo Turati e Palazzo Giureconsulti, sedi della Camera di commercio. Ecco che la fotografia di Photofestival diventa anche un’occasione per fare imprenditoria a Milano, per dare nuova linfa, nuove energie appunto, all’economia della città. Sono 4mila le imprese lombarde che si dedicano a questa arte, oltre 12mila gli addetti ai lavori che permettono a Milano di confermare il suo ruolo come capitale italiana della fotografia. La fotografia torna quindi a essere la protagonista della vita culturale di Milano grazie a Photofestival e ai suoi organizzatori, in particolare all’AIF. La città si mostra al pubblico accogliendo giovani fotografi emergenti ma anche autori affermati, con mostre che abbracciano ogni angolo della città, che dal cuore di questa dilagano in tutto l’hinterland milanese, ribadendo l’importanza del fare fotografia come forma d’arte ma anche come attività che può creare benessere economico. La Camera di Commercio di Milano sostiene dunque Photofestival per le possibilità che quest’evento dà alla città e ai milanesi: l’occasione di scoprire una Milano attraversata da questa nuova energia, un’energia innanzitutto culturale e artistica che la plasma nei modi di percepire la vita cittadina, ma anche una forza che ne trasforma l’aspetto, facendola svettare con i grattacieli del suo nuovo skyline. Questa è la fotografia della nostra città oggi, questa è la fotografia che vorremmo sempre ammirare: una Milano bella come non mai, coinvolgente, Milano a place to be. Carlo Sangalli, presidente Camera di commercio, industria, artigianato, agricoltura di Milano 4

Image Mag è la prestigiosa rivista bimestrale interamente dedicata alla fotografia e ai suoi interpreti. È l’espressione del desiderio di parlare ad appassionati di fotografia usando la lingua degli appassionati di fotografia. Una rivista che presenta immagini stupefacenti realizzate da celebri professionisti e lavori di appassionati che compongono gli epici portfolio, cuore e anima di questo straordinario magazine.

ABBONATI! 62,00 euro

42,00 euro

con spedizione postale!

con ritiro rivista in negozio! Ritira la tua copia di IMAGE MAG presso il tuo

Risparmi 32,00 euro sul prezzo di copertina!

negozio Photop di fiducia e risparmi 30,00 euro!

(spese postali 22,00 euro incluse)

Puoi acquistare la rivista in tutti i punti vendita Photop oppure puoi abbonarti con ritiro in negozio o con spedizione postale direttamente a domicilio. Se preferisci puoi abbonarti o acquistare la rivista su www.imagemag.it Su www.imagemag.it è possibile acquistare anche i numeri arretrati. Seguici su Facebook

facebook.com/ImageMagWeb

5

Image Mag è una pubblicazione

LA CATENA ITALIANA DI FOTOGRAFIA & IMAGING


PH. VANIA BROCCOLI

UNO SGUARDO A 360° SULL’IMAGING 3 GIORNI DI MANIFESTAZIONE 12 ORE AL GIORNO 4 AREE TEMATICHE: FASHION, FOOD, DESIGN, ART & LANDSCAPE 8 MOSTRE DI FOTOGRAFI ITALIANI 150 ORE DI EVENTI Photoshow, promossa da AIF - Associazione Italiana Fotografia e Digital Imaging, è la più importante rassegna italiana del mondo dell’Imaging.

UN EVENTO

IN COLLABORAZIONE CON

FESTIVAL

WE ARE IMAGE

23-25 Ottobre 2015 dalle 10 alle 22

FASHION, FOOD, DESIGN, ART & LANDSCAPE NEGLI OBIETTIVI DEL NUOVO PHOTOSHOW

SUPERSTUDIO PIU’, VIA TORTONA 27, MILANO WWW.PHOTOSHOW.IT

CON LA PARTECIPAZIONE DI

ORGANIZZAZIONE

MEDIA PARTNER

Un Evento

La 15a edizione della manifestazione si terrà a Milano dal 23 al 25 Ottobre presso il Superstudio Più con una formula completamente rinnovata che prevede la diffusione del progetto in tutta la zona di Via Tortona e Via Savona, per una grande festa dedicata al mondo delle immagini che coinvolgerà l’intera città.

Photoshow 2015 sarà un appuntamento dedicato alla straordinaria evoluzione del digital imaging e alle innovazioni tecnologiche, ma avrà anche un ricco palinsesto di eventi, mostre, workshop e seminari che metteranno in luce la valenza culturale e la forza emozionale delle immagini.


I PALAZZI DELLA FOTOGRAFIA

Palazzo Bovara Arnaldo Chierichetti La città che cambia

Arnaldo Chierichetti a Milano è una storica insegna: quella di un negozio di ottica e fotografia di Porta Romana, vetrina di storia decennale della città. Un’onorata carriera legata alla fotografia ha prodotto una raccolta fotografica che testimonia come Milano nel secolo scorso abbia cominciato quel processo che l’ha modellata e plasmata a ritmo dello scorrere degli anni. Degne di nota sono le serie che immortalano angoli di Milano ormai scomparsi, come il quartiere del Bottonuto, ieri centralissimo e oggi sconosciuto ai più, o il Naviglio Interno, nascosto alla vista negli anni ’30 oggi vicino alla riapertura. Un viaggio nel passato di una città che permette di prendere una consapevolezza nuova e di camminare per le vie con occhi diversi.

5/16 ottobre inaugurazione: 5 ottobre h 18 Palazzo Bovara Corso Venezia 51 – 02.771501 lunedì-venerdì 8.30-18 www.unionemilano.it/circolo circolo.commercio@unione.milano.it Come arrivare: MM1 Palestro – Tram 9, 23

8

Palazzo CASTIGLIONI Fabio Zonta Atomismo

a cura di Antonia Jannone 6/21 ottobre inaugurazione: 6 ottobre h 18 Palazzo Castiglioni Corso Venezia 47 - 02.77501 lunedì-venerdì 8.30-18 Come arrivare: MM1 Palestro

9

Spesso osservando una fotografia non l’associamo a un’esperienza materiale, ma a una sensazione indefinibile e impalpabile. La sensazione che ci colpisce guardando le fotografie di Fabio Zonta è di trovarci circondati da un silenzio innaturale, etereo. L'avventura creativa da cui nascono le immagini pure e iconiche delle piante “ritratte” da Zonta è il risultato di un trascorso silenzioso e poetico. […] Cactus, fiori, semi diventano testimonianza visiva di un moderno memento mori. Ancestrale ricordo del transitorio che ne fa dimenticare l’idea negativa per proiettarsi in una maniera nuova, definitiva, fissata dall’abile occhio di Fabio, per trasportarci verso un universo candido e puro, dove il temporaneo viene dimenticato per far posto a eteree opere d’arte. Vincenzo Circosta, Museo Nazionale Alinari per la Fotografia, Firenze.


Trittico

Dario Viganò, Interruzioni

Palazzo Castiglioni

Palazzo CASTIGLIONI Corrado Pastore Fuori dall’ombra e nel tempo

Non più alla ricerca di un flash o della luce giusta, qui la storia va a ritroso. È l’oggetto che non c’è il protagonista assoluto. Un oggetto che vive altrove in una dimensione fantastica, in un fraseggio della mente, in una stringa fra tempo e spazio. E da prim’attore si concede, si cela e si svela. È stato un viaggio in una dimensione “altra” aspettarne pazientemente la costruzione ad opera di luce e spazio, di sfumature cromatiche come pennellate, a volte, di polveri galattiche. […] Tra simbolico e astratto capita di perdersi in neri di bellezza arcana dalla quale sembra potrebbe svelarsi ancora qualcos’altro. Una serie di scatti che costituiscono un unicum di sommessa bellezza che, dopo avere giocato a raccontarsi e reinventarsi, aspettano che sia l’osservatore a mettersi in gioco in un dialogo di una fragilità imperiosa. Alessandra Zottoli

6/21 ottobre inaugurazione: 6 ottobre h 18 Palazzo Castiglioni Corso Venezia 47 - 02.77501 lunedì-venerdì 8.30-18 Come arrivare: MM1 Palestro

10

AA.VV. “Chiuso per crisi-Save the bees” Panorami contemporanei 2015

Pensieri visivi sul tema “Chiuso per crisi-Save the bees”. L’idea è sviluppare il concetto dell’alveare... struttura sociale ecosostenibile dove tutto è correlato. Se il sistema non è in equilibrio rischia di collassare tutta la struttura... così come le api sono inserite in un ecosistema più ampio (in Cina, vista la moria di api, si sono creati gli “uomini api” che manualmente impollinano i fiori da frutta...), ogni volta che un esercizio commerciale chiude compromette il tessuto sociale, la qualità delle relazioni e il benessere della cittadinanza. Le immagini che presentiamo sono la testimonianza di tessuti urbani che si stanno impoverendo, il filo narrativo che lega ogni immagine è la percezione di ripetute interruzioni di connessione che portano a una progressiva perdita di vitalità degli spazi deputati alla vita collettiva.

a cura di R. Tomasin G. Salvati D. Viganò 6/21 ottobre inaugurazione: 6 ottobre h 18.30 Palazzo Castiglioni Corso Venezia 47 - 02.77501 lunedì-venerdì 8.30-18 Come arrivare: MM1 Palestro

11


Pirati dei Caraibi

Liliana Barchiesi, Donne, ieri oggi ©GiuliaGiornaliste

Palazzo Castiglioni Giuseppe Pisacane Il sapore delle immagini

La fotografia di food ha sperimentato quasi tutto e per essere originali servono idee davvero nuove. È lo spunto di questo lavoro di Giuseppe Pisacane che, forte di una pluridecennale attività nel dare vita fotografica ai piatti più disparati, ha creato un connubio tra cucina e cinema. Si parte da un film, si crea un piatto che lo rappresenti e gli si costruisce intorno un’ambientazione che renda perfettamente l’atmosfera. Nasce così “Il sapore delle immagini”, un progetto – che è anche un libro – che raccoglie 14 situazioni create attorno a film famosi: da Arancia meccanica a Guerre stellari, da Blade runner a Chi ha incastrato Roger Rabbit. Un equilibrio così riuscito da non capire quasi più chi è il protagonista: il film, il piatto o la serie di curiosi oggetti che popolano le immagini.

6/21 ottobre inaugurazione: 6 ottobre h 18.30 Palazzo Castiglioni Corso Venezia 47 - 02.77501 lunedì-venerdì 8.30-18 Come arrivare: MM1 Palestro

12

Palazzo Castiglioni AA.VV. Donne Elettriche - luce nutrimento energia

"Donne Elettriche - luce nutrimento energia" è il titolo della terza edizione del 2015 del premio fotografico bandito dall'associazione Gi.U.Li.A., rete nazionale che raccoglie oltre ottocento giornaliste nata nel 2012 attorno alla condivisione di un Manifesto e a importanti impegni come quelli di promuovere l’eguaglianza di generi e difendere l’immagine della donna costruendo una sua rappresentazione mediatica aderente alla realtà. Il premio è dedicato alla forza e ai talenti   delle donne, che producono e sono nutrimento anche per le generazioni future. In questa fotografia di Liliana Barchiesi, "Donne, ieri oggi" , è rappresentato il passaggio di testimone di una signora in abiti seicenteschi a una contemporanea ragazza in jeans.

6/21 ottobre inaugurazione: 6 ottobre h 18 Palazzo Castiglioni Corso Venezia 47 - 02.77501 lunedì-venerdì 8.30-18 Come arrivare: MM1 Palestro

13


Lanfranco Colombo fotografato da Giuliana Traverso

Palazzo GIURECONSULTI AA.VV. Il Diaframma 1967-1996: una storia italiana

Il 13 aprile 1967 a Milano in via Brera 10 nasce, dalla volontà e dalla passione di Lanfranco Colombo, la prima galleria europea dedicata alla fotografia: Il Diaframma, che in trent’anni di storia ha rappresentato un fondamentale punto di riferimento. Questa mostra rende omaggio all’attività di Colombo attraverso le opere di alcuni fra i moltissimi fotografi che hanno esposto al Diaframma. L’accostamento fra generi e stili diversi, propri di autori lontani fra di loro per formazione, origine, nazionalità ripropone lo spirito con cui la galleria è stata gestita. Se oggi esiste in Italia tanto fermento attorno alla fotografia è anche merito di questa strada tracciata con determinazione e spirito pionieristico: questa mostra prodotta dall’Archivio fotografico della Fondazione 3M è anche l’espressione di una gratitudine.

a cura di Roberto Mutti 21 settembre/5 ottobre inaugurazione 21 settembre h 18 Palazzo Giureconsulti Piazza Mercanti 2 – 02.85155873 lunedì-venerdì 8.30-18 www.palazzogiureconsulti.it infogiureconsulti@mi.camcom.it Come arrivare: MM1 e MM3 Duomo – Tram 2, 3, 12, 14, 19, 24, 27 Bus 50, 58

14

Palazzo TURATI Giuliano Ferrari Grand Tour

Punto di partenza: il Grand Tour di italica ispirazione effettuato dai principali studiosi e intellettuali rinascimentali, un viaggio di formazione e conoscenza ma anche di narrazione e illustrazione. Meta: restituire la bellezza di quel viaggio di conoscenza avendo sulle spalle il bagaglio del reportage e del concetto di durata. Mezzo di trasporto: la fotocamera di un cellulare. Giuliano Ferrari adotta un mezzo tecnologico fotografico “a bassa postproduzione” per beneficiare della tecnologia ma anche dell’immediatezza che l’eliminazione di un processo di postproduzione comporta. Un viaggio sentimentale nel già visto, osservato con occhi interiori, narrato con la mente e con il cuore.

22 settembre/5 ottobre inaugurazione: 22 settembre h 18 Palazzo Turati Via Meravigli 9B – 02.85155873 lunedì-venerdì 8.30-18 www.palazzoturati.it infogiureconsulti@mi.camcom.it Come arrivare: MM1/MM3 Duomo, Mm1 Cairoli – Tram 2, 3, 12, 14, 19, 24, 27 – Bus 50, 58

15


Lietta

Palazzo TURATI Gianluigi Di Napoli Nel cuore di Saltimbanco

Gianluigi DI Napoli, fotografo il cui nome è legato a riviste come Vanity Fair, ma anche Vogue Gioiello, Le Monde e Corriere della Sera, è famoso per il suo rapporto con la scena, musicale ma soprattutto circense. Nello spazio magico del circo, davanti agli occhi di un clown o in una realtà mascherata, Di Napoli ha saputo catturare e restituire momenti dove il circo si tinge di realtà e vita vissuta. In questa mostra, a dieci anni dal debutto del Cirque du Soleil a Milano e in occasione dello spettacolo che il complesso canadese ha in scena a Expo, Di Napoli espone un reportage dedicato ai saltimbanchi più famosi al mondo, rappresentando il più grande spettacolo del mondo nel quotidiano dietro le quinte.

22 settembre/5 ottobre inaugurazione: 22 settembre h 18 Palazzo Turati Via Meravigli 9B – 02.85155873 lunedì-venerdì 8.30-18 www.palazzoturati.it infogiureconsulti@mi.camcom.it Come arrivare: MM1/MM3 Duomo, MM1 Cairoli – Tram 2, 3, 12, 14, 19, 24, 27 – Bus 50, 58

16

Palazzo TURATI Vania Broccoli Hic Sunt Leones

Che cosa rimane di una persona quando lascia questa terra? Il rischio è l’oblio per tutti gli individui soli ed emarginati. Hic Sunt Leones erano quei luoghi di antiche mappe ritenuti pericolosi perché inesplorati. In un punto di questa mappa Vania Broccoli ha trovato l’oblio, una casa di riposo per donne con disagi psichici e fisici. Avventurandosi senza paura, con curiosità e umanità, Vania Broccoli si è trasformata nella persistenza della memoria di queste persone, ritraendo le donne nella loro individualità e intimità, fotografandole circondate dagli oggetti per loro cari, indispensabili finanche ossessionanti. Tutto per far sì che di loro non rimanesse una sterile rappresentazione, ma un vero e proprio racconto fedele di chi davvero sono e sono state.

a cura di Roberto Mutti 22 settembre/5 ottobre inaugurazione: 22 settembre h 18 Palazzo Turati Via Meravigli 9B – 02.85155873 lunedì-venerdì 8.30-18 www.palazzoturati.it infogiureconsulti@mi.camcom.it Come arrivare: MM1/MM3 Duomo, MM1 Cairoli – Tram 2, 3, 12, 14, 19, 24, 27 – Bus 50, 58

17


expo e la fotografia

Risaia ©Contrasto

Pesco ©Contrasto

expo 2015 Gianni Berengo Gardin Paesaggi di Riso

Nella classicità dei suoi scatti in bianconero, Gianni Berengo Gardin trasmette sempre un fascino particolare. Lo si ritrova inevitabilmente in Terre di riso, la mostra che raccoglie le fotografie realizzate in luoghi lontanissimi fra di loro – la Pianura Padana, la Cina, la Francia – eppure accomunati da quella che viene definita come cultura del riso perché comprende conoscenze, abilità, testimonianze storiche. Il lavoro antico delle mondine il cui ricordo è mantenuto dalla ricostruzione delle loro stanze da letto e il panorama dei campi coltivati, l’acqua stagnante che riflette il cielo come uno specchio e i trattori che cercano di delimitarla nella geometria dei canali: tutto questo ci parla dello stretto legame che accomuna quanti al riso hanno dedicato tempo, passione e competenza.     

a cura di Magnum Photos e Contrasto fino al 31 ottobre Cluster Riso Sito espositivo Expo 2015 Come arrivare: MM 1 Rho Fiera – Passante ferroviario S5, S6, S14 – Treno stazione Rho Fiera Milano

18

expo 2015 Irene Kung Il giardino delle meraviglie

Dopo le sue sorprendenti immagini in bianconero che avevano come soggetto architetture che sembravano emergere dal buio, Irene Kung ha intrapreso una nuova ricerca che l’ha portata a misurarsi anche con la bellezza degli alberi. L’uso di colori particolarmente delicati ha permesso alla fotografa svizzera di evocare gli antichi racconti che riferivano di intere civiltà completamente dedite, con grande cura e competenza, alla cura delle specie arboree di ogni genere. In questo suo “Il giardino delle meraviglie” legumi, e soprattutto alberi da frutta, diventano soggetti al centro della sua singolare, personalissima ricerca.  

a cura di Magnum Photos e Contrasto fino al 31 ottobre Cluster Frutta e Legumi Sito espositivo Expo 2015 Come arrivare: MM 1 Rho Fiera – Passante ferroviario S5, S6, S14 – Treno stazione Rho Fiera Milano

19


Cacao ©Magnum Photos - Contrasto - Studio Trisoli Napoli

expo 2015 Joel Meyerowitz Il pane del mondo

Facile dire pane, ma basta un poco di riflessione e di ricerca per rendersi conto che in tante parti del mondo questo, pur essendo sempre presente, lo è nelle forme e nelle lavorazioni più diverse. Per raccontare questa storia di sapore antropologico il fotografo americano Joel Meyerowitz ha scelto un filtro di tipo artistico realizzando delle installazioni prodotte appositamente per questo progetto dove la varietà degli aspetti esteriori del pane allude simbolicamente ai diversi modi con cui le civiltà attraverso questo cibo si rappresentano.

a cura di Magnum Photos e Contrasto fino al 31 ottobre Cluster Cereali e Tuberi Sito espositivo Expo 2015 Come arrivare: MM 1 Rho Fiera – Passante ferroviario S5, S6, S14 – Treno stazione Rho Fiera Milano

20

expo 2015 Martin Parr Oops…chocolate!

Da sempre guidato da una curiosità che lo spinge a indagare il mondo che lo circonda fin nelle pieghe della quotidianità, l’inglese Martin Parr, presidente di Magnum, nel corso dei suoi viaggi è stato testimone del modo con cui, nelle sue molte varietà, il cacao è presente nella vita di tutti gli abitanti del pianeta. Nei suoi scatti il cioccolato, prodotto, consumato e venduto in tutto il mondo, ha perduto il suo originale mistero di cibo degli dei e di protagonista di complessi rituali, pur conservando quel suo particolare fascino tutto da scoprire.

a cura di Magnum Photos e Contrasto Studio Trisorio Napoli fino al 31 ottobre Cluster Cacao e Cioccolato Sito espositivo Expo 2015 Come arrivare: MM 1 Rho Fiera – Passante ferroviario S5, S6, S14 – Treno stazione Rho Fiera Milano

21


El Salvador ©Sebastião Salgado

Vanuatu ©Magnum Photos

expo 2015 Sebastião Salgado

Forse anche perché nato in una famiglia che alla cura della terra aveva dedicato tempo ed energie, il grande fotografo brasiliano Sebastião Salgado ha lavorato negli ultimi dieci anni documentando tutti i processi di coltivazione, raccolta, essiccamento, selezione e trasporto del caffè. Muovendosi in varie parti del mondo anche per scoprire il modo di vivere di tante popolazioni, il fotografo ha realizzato un racconto lirico ed epico che vede come protagonisti assoluti gli uomini e le donne grazie alle quali il caffè viene tuttora prodotto.

a cura di illy fino al 31 ottobre Cluster Caffè Sito espositivo Expo 2015 Come arrivare: MM 1 Rho Fiera – Passante ferroviario S5, S6, S14 – Treno stazione Rho Fiera Milano

22

expo 2015 Alessandra Sanguinetti Tre oceani, storie di isole

Fin dai suoi primi e ormai famosi progetti, “On the Sixth Day” e “The Adventures of Guille e Belinda” realizzati in Argentina, la fotografa americana Alessandra Sanguinetti ha mostrato la sua capacità di usare l’immagine per raccontare storie con uno stile sognante e poetico. In questo caso ha indagato sulla vita delle famiglie nelle Isole Oceaniche, con tre storie diverse realizzate negli Oceani Atlantico, Pacifico e Indiano, facendo emergere gli aspetti di una natura primigenia dominata dall’esotismo e dalla carnalità.

a cura di Magnum Photos e Contrasto fino al 31 ottobre Cluster Isole, Mare e Cibo Sito espositivo Expo 2015 Come arrivare: MM 1 Rho Fiera – Passante ferroviario S5, S6, S14 – Treno stazione Rho Fiera Milano

23


Barca in costruzione ©Magnum Photos

Zone aride ©Contrasto

expo 2015 Ferdinando Scianna Mediterraneo, un mare di storie

Se c’è un autore capace di riassumere nelle immagini, come nella sua visione, il senso stesso della mediterraneità, questo è Ferdinando Scianna. Membro della agenzia Magnum dove è entrato su segnalazione di Henri CartierBresson, fotogiornalista ma anche scrittore di notevole spessore, ha spesso raccontato le atmosfere del Mediterraneo in una complessa ricerca che, partendo dalle sue origini siciliane, è approdata all’esplorazione di altri paesi per documentarne la cultura, la vita e i riti. Lo si nota in questa mostra dove gli elementi storici si intrecciano alla visione di un paesaggio carico di elementi evocativi.

a cura di Magnum Photos e Contrasto fino al 31 ottobre Cluster Biomediterraneo Sito espositivo Expo 2015 Come arrivare: MM 1 Rho Fiera – Passante ferroviario S5, S6, S14 – Treno stazione Rho Fiera Milano

24

expo 2015 George Steinmetz In volo sui deserti

Usando un suo speciale deltaplano costruito appositamente per permettergli le riprese fotografiche da un’altezza notevole ma adatta a cogliere i particolari e perciò definita “a volo di uccello”, l’americano George Steinmetz documenta le Zone Aride del mondo realizzando immagini di una spettacolare bellezza. In volo sui deserti da un lato vuol essere un forte segnale di allarme per il pericoloso avanzare dell’aridità, ma dall’altro lo è anche di speranza perché in molti casi queste zone sono state riadattate alla fertilità e alla coltivazione di prodotti agricoli.

a cura di Magnum Photos e Contrasto fino al 31 ottobre Cluster Zone Aride Sito espositivo Expo 2015 Come arrivare: MM 1 Rho Fiera – Passante ferroviario S5, S6, S14 – Treno stazione Rho Fiera Milano

25


Spezie India ©Magnum Photos Contrasto

expo 2015 Alex Webb La Via delle Spezie

Ci voleva un grande, sognante interprete della fotografia di viaggio, uno degli autori più in vista del National Geographic e membro di Magnum come l’americano Alex Webb per raccontare nel suggestivo reportage “La Via delle Spezie” la grande varietà di questi prodotti. Lo fa ripercorrendo gli antichi cammini che collegavano il mondo occidentale a quello orientale soffermandosi con l’incanto di un tempo sui tanti suggestivi mercati dell’Asia dove le spezie dominano imponendosi per i loro accesi cromatismi e i loro intensi, acuti effluvi.

a cura di Magnum Photos e Contrasto fino al 31 ottobre Cluster Spezie Sito espositivo Expo 2015 Come arrivare: MM 1 Rho Fiera – Passante ferroviario S5, S6, S14 – Treno stazione Rho Fiera Milano

26


PHOTOSHOW

da “Il tempo rallentato”, 2009

PHOTOSHOW Nino AA.VV. Migliori La Acqua morte perdella la vita natura A cura di Giovanni Pelloso ed Elisabetta Polezzo 23/25 ottobre 24 aprile/10 maggio Superstudio Più23 aprile h 18.30 Inaugurazione: Via Tortona 27 h 10-22 Civico di Milano Acquario Viale Gadio 2 – 02.88445392 www.photoshow.it Orari di apertura: martedì-domenica 9/13 – 14/17.30 Come arrivare: www.acquariocivicomilano.eu MM2 Porta Genova, S. Agostino – Tram 14, 29, 30 c.acquario@comune.milano.it Bus 47, 59, 68, 74, 90, 91 Come arrivare: MM2 Lanza – Tram 4, 12, 14 – Bus 45, 57

28

Nelle sue molte ricerche Nino Migliori si era già imbattuto nel cibo nel 1977, quando in un supermercato aveva visto vaschette in cui, allora per la prima volta, verdura e frutta erano trasformate da elementi naturali in prodotti industriali. Su questo tema è tornato nel 2009 con queste immagini de Il tempo rallentato. Il fotografo scruta all’interno di vasi di conserva: il suo (e il nostro) sguardo si perde in quella che sembra una foresta o fra quelli che paiono tronchi che solo in un secondo tempo si rivelano essere ciuffi di coriandolo, pannocchie, cetrioli, peperoni immersi in un liquido che ne prolunga la vita in modo artificiale. Davvero straordinaria è la capacità di Nino Migliori di coniugare la bellezza delle immagini con una riflessione profonda sul nostro modo di rapportarci con il cibo ma anche, in ultima analisi con la vita.

PHOTOSHOW Francesca Moscheni I dodici apostoli

I dodici apostoli è un’unica grande opera scandita in dodici differenti fotogrammi, ingredienti della cucina italiana presentatati soli su un tavolo di legno accostati uno a uno a formare, frame dopo frame, un unico lunghissimo desco. Così, l’ultima cena viene citata simbolicamente e gli ingredienti sono visti come apostoli, portatori della ‘divina’ tradizione italiana. Le immagini sono montate su cassonetti e stampate su tela in cotone ripiegata fino a ricoprirne anche i lati. In tal modo, esposte una accanto all’altra a pochi centimetri di distanza e disposte su una mensola appoggiata al muro, le fotografie creano un effetto di continuità. La doppia citazione degli ingredienti prima appoggiati al tavolo e poi esposti sul ripiano crea un voluto effetto di tridimensionalità.

23/25 ottobre Superstudio Più Via Tortona 27 h 10-22 www.photoshow.it Come arrivare: MM2 Porta Genova, S. Agostino – Tram 14, 29, 30 Bus 47, 59, 68, 74, 90, 91

29


Cernobbio, 2008

PHOTOSHOW Giovanni Gastel Una storia a colori

Autore dotato di innata eleganza ed estro raffinato, Giovanni Gastel dagli anni Ottanta, quando ha cominciato a lavorare per Vogue Italia, a oggi ha scritto pagine fondamentali nella storia della fotografia di moda. Questa mostra racconta le tappe del suo percorso espressivo, accostando immagini diverse accomunate dalla ricerca di soluzioni insolite. Se nei ritratti il fotografo mostra una grande capacità di creare ambientazioni per renderli particolarmente originali, quando si misura con gli still life lascia libero sfogo a una fantasia che trasforma gli oggetti conferendo loro nuovi, imprevedibili aspetti. Succede poi che Giovanni Gastel voglia spiazzare il suo pubblico accostando still life e ritratto per creare creature dotate di una leggiadria figlia di una visione sottilmente surreale.

23/25 ottobre Superstudio Più Via Tortona 27 h 10-22 www.photoshow.it Come arrivare: MM2 Porta Genova, S. Agostino – Tram 14, 29, 30 Bus 47, 59, 68, 74, 90, 91

30

PHOTOSHOW Aldo Fallai Seduction

Nelle immagini di Aldo Fallai si trovano spesso rimandi alla pittura, al cinema, alla stessa storia della fotografia ma mai esibiti, semmai rivolti con garbo a chi sa coglierli in modo da stabilire con loro un sottile rapporto di complicità. Nella realtà la sua è soprattutto una grandiosa indagine sul linguaggio del corpo che alterna posture, sguardi, movimenti, attimi di riposo e atteggiamenti attentamente studiati. Aldo Fallai sa mescolare con grande perizia l’atmosfera del set di lavoro, dove bisogna costantemente alludere alla realtà, e quella della vita dove alla prevedibilità del quotidiano si contrappone la teatralità. Quando dice “fare il fotografo è un lavoro magnifico” sottintende che non si tratta solo di fotografare ma di progettare un mondo del possibile per dargli una consistenza capace di renderlo, infine, persino plausibile.

23/25 ottobre Superstudio Più Via Tortona 27 h 10-22 www.photoshow.it Come arrivare: MM2 Porta Genova, S. Agostino – Tram 14, 29, 30 Bus 47, 59, 68, 74, 90, 91

31


Riavvio

PHOTOSHOW Franco Donaggio Gli spazi di Morfeo

Abituati a porre al centro del nostro percorso cognitivo la ragionevolezza, affidiamo a chi sa usare con maestria le immagini il compito di guidarci alla scoperta di quanto può sorprenderci. Franco Donaggio nel suo “Gli spazi di Morfeo” ci accompagna in una dimensione in cui emerge lo stretto rapporto che lega la realtà e l’immaginazione. È questa, a ben pensarci, l’essenza stessa del design che qui emerge già con un’immagine di grande potenza dove si mescolano la solennità di una nave la cui prua fende il mare e il vigore della donna che la governa. L’ambiente in cui tutto è collocato è il protagonista di un mondo dove la morbidezza sensuale di un magnifico corpo femminile si confronta con le linee acute degli edifici, svetta in uno slancio che si innalza verso il cielo come volesse sfidarlo.

23/25 ottobre Superstudio Più Via Tortona 27 h 10-22 www.photoshow.it Come arrivare: MM2 Porta Genova, S. Agostino – Tram 14, 29, 30 Bus 47, 59, 68, 74, 90, 91

32

PHOTOSHOW Giuseppe Pino A little bit of ..nothing

Giuseppe Pino non si accontenta di fotografie qualsiasi perché ogni sua immagine ha una forza, un’intensità, un guizzo che non passano inosservati. Dotato di un’ironia graffiante che sa trasformare all’occorrenza in sarcasmo e di una rara capacità di ricorrere alle contraddizioni suggeritegli dall’enigmistica, Pino è un grande ritrattista capace di inserire i suoi soggetti in contesti che ne raccontano l’estro. Accostando a volti e figure dei più noti designer immagini delle loro opere e corpi di modelle, crea un percorso dove ogni fotografia è inserita come elemento di un discorso più ampio fatto di dittici e trittici uniti da analogie stilistiche, formali o psicologiche. Fra soggetti ammiccanti e oggetti che si animano come fossero vivi, la sequenza acquista così un ritmo che ricorda le variazioni della musica jazz.

23/25 ottobre Superstudio Più Via Tortona 27 h 10-22 www.photoshow.it Come arrivare: MM2 Porta Genova, S. Agostino – Tram 14, 29, 30 Bus 47, 59, 68, 74, 90, 91

33


Parigi, La balena, 2015. Courtesy Costantini Art Gallery

Le Petit Palais

PHOTOSHOW Nicolò Quirico PhotoParis

Nicolò Quirico si confronta con una città da sempre nell’immaginario collettivo e che annovera una lista quasi infinita di sguardi e cuori catturati dal suo fascino. Le immagini di “PhotoParis” catturano perché guardano la città negli occhi, senza concessioni al volutamente bello, chiamandoci a una scoperta nuova su molteplici livelli. La tecnica cui l’autore ci ha abituato, il suo tratto distintivo, prevede una complessa struttura di riprese multiple ricomposte in un collage e stampate su fogli di vecchi libri, opere uniche che in questo caso trovano come “base” alcuni libri di letteratura, arte e anche di ingegneria comprati sulle bancarelle lungo la Senna. L’immagine finale è così frutto di una fusione fra diversi linguaggi che conferisce alla fotografia di architettura urbana una inedita, sorprendente vitalità.

23/25 ottobre Superstudio Più Via Tortona 27 h 10-22 www.photoshow.it Come arrivare: MM2 Porta Genova, S. Agostino – Tram 14, 29, 30 Bus 47, 59, 68, 74, 90, 91

34

PHOTOSHOW Daniele Cametti Aspri Dark cities: Paris

Come accade in una camera stenopeica dove un piccolissimo raggio di luce dipinge la fotografia sul negativo, le immagini di “Dark Cities” arrivano all’occhio dello spettatore come se si trovasse in una camera oscura: è questa la chiave di lettura del progetto. Entrare nell’universo descrittivo della luce, o in questo caso della sua quasi assenza, in un delicato gioco fatto di ombre e oscurità, ci fa scoprire lentamente luoghi noti e meno noti in una visione lontana dal consueto. In queste perlustrazioni notturne in cui l’umanità è pressoché assente si avverte il silenzio, la solitudine di un uomo immerso nel buio che si tiene distante dalla società e ne osserva il suo evolversi, in disparte e nascosto. Luce e oscurità sono i due lati opposti dello stesso percorso narrativo con cui l’autore racconta i territori che attraversa.

23/25 ottobre Superstudio Più Via Tortona 27 h 10-22 www.photoshow.it Come arrivare: MM2 Porta Genova, S. Agostino – Tram 14, 29, 30 Bus 47, 59, 68, 74, 90, 91

35


in città

AD GALLERY Cinzia Susca Minimali Armonie

Less is more è un’esortazione che in fotografia è dogma. Per Cinzia Susca è un percorso artistico che denota la sua ricerca in ambito architettonico. Con la mostra Minimali Armonie viene affrontata la città di Milano attraverso un processo artistico che procede per sottrazione e che conduce a una visione degli spazi attraverso colori, segni grafici, linee e soprattutto dettagli semplici da risultare per lo più invisibili nella loro apparente insignificanza. Aspetti insoliti, essenziali e complessi allo stesso tempo.

15/31 ottobre inaugurazione: 15 ottobre h 19 AD Gallery Via Petrella 21 – 02.36555767 9-13 / 14-18 e su appuntamento www.facebook.com/adgallerydeplano ad@annadeplano.it

AREA 35 Tomasz Tomaszewski Overwhelmed by the Atmosphere of Kindness. Podlaskie fino al 29 settembre Hungry Eyes – Area 35 Via Vigevano 35 – 339.3916899 lunedì-domenica 10-22 www.cortonaonthemove.com/it/hungryeyes info@cortonaonthemove.com Come arrivare: MM2 Porta Genova – Tram 2, 9, 19 – Bus 47, 59, 74

Come arrivare: MM1 Lima, MM2 Caiazzo – Tram 1 - Bus 90

36

37

Tomasz Tomaszewki è un fotogiornalista polacco che si è recato in una particolare regione della sua terra, la Podlaskie. Territorio molto selvaggio e ricco di tradizioni, questa regione è famosa per i suoi boschi, i fiumi e soprattutto per la commistione di influenze polacche, russe, ortodosse ed ebraiche. Lo sguardo giornalistico di Tomaszewski però non si è fissato, come sarebbe ovvio, sul paesaggio, bensì sull’essere umano, una popolazione di persone molto interessata allo scambio con gli stranieri, aperta ma radicata nel territorio. Da qui il titolo della mostra che ne celebra la gentilezza. La mostra fa parte della rassegna Hungry Eyes organizzata dal festival internazionale di fotografia Cortona on the move.


Contessa di Castiglione, 2014

AREA 35 Joel Meyerowitz Taking my time

Street photography, paesaggio e ritratto sono le tre strade che il grande fotografo di origine polacca, ma naturalizzato americano, ha percorso cominciando dagli anni ’60 sino ad arrivare ai giorni nostri. Meyerowitz, primo tra i fotografi a utilizzare con convinzione la pellicola a colori, è stato l’unico fotografo autorizzato ad accedere a Ground Zero dopo l’11 settembre. La mostra Taking my time è una retrospettiva che ne ripercorre la carriera. La mostra fa parte della rassegna Hungry Eyes organizzata dal festival internazionale di fotografia Cortona on the move.

1/30 ottobre inaugurazione: 1 ottobre h 18.30 Hungry Eyes – Area 35 Via Vigevano 35 – 339.3916899 lunedì-domenica 10-22 www.cortonaonthemove.com/it/hungryeyes info@cortonaonthemove.com Come arrivare: MM2 Porta Genova – Tram 2, 9, 19 – Bus 47, 59, 74

ARTCURIAL Mario Cresci In bilico nel tempo

Mario Cresci e le sue fotografie sotto una luce inedita, quella del tempo. La mostra si pone l’obiettivo di far convivere immagini del fotografo che si riferiscono a momenti distinti della sua produzione, accomunati dall’atto del guardare e dal concetto di tempo dell’arte. Ritratti di ritratti, origami di fotografie, geometrie di cornici, astrazioni, identità fotografica. Una mostra che parla di storia dell’arte e di storia della fotografia stravolgendo e astraendo alcuni suoi concetti di base.

2/31 ottobre inaugurazione: 1 ottobre h 18.30 Artcurial Palazzo Crespi Corso Venezia 22 – 02.49763649 lunedì-venerdì 10-18 www.nicolettarusconi.com www.artcurial.com/milano press@nicolettarusconi.com mometto@artcurial.com Come arrivare: MM1 Palestro – Tram 9, 23

38

39


Holy Shit! ©Federico Terni

ARTEPASSANTE PORTA VENEZIA AA.VV. studenti e studentesse dell’Itsos Albe Steiner di Milano Identità Mente

Uno, nessuno e centomila riassume il concetto di adolescenza: l’identità, la visione di sé e dell’altro e di se stessi rispetto a tutti gli altri. Ci si sente frammentati, sdoppiati, si esige l’attenzione e l’approvazione ma si cerca la solitudine e allo stesso tempo il confronto. Gli studenti dell’Itsos Albe Steiner si sono concentrati sul tema dell’identità e hanno sviluppato tante ramificazioni, ognuna delle quali contiene le radici dell’io di ognuno di questi giovani artisti emergenti.

a cura di Alessandra Attianese e Silvia Mercalli 15 settembre/15 dicembre inaugurazione: 15 settembre h 18 Artepassante Vetrine del Passante ferroviario Porta Venezia 347.1589478 - lunedì-domenica 6-24

ARTEPASSANTE PORTA VENEZIA Federico Terni !POPERFECT!

Non è mai troppo superfluo parlare di perfezione. Quello che un tempo era l’ideale di bellezza classico, bello e perfetto ma pur sempre umano, si è plasmato tanto da assumere una connotazione astratta, che ben poco ha di umano. Federico Terni ci porta con le sue foto nel mondo dell’irreale perfezione pubblicitaria cui oggi tanto si anela. Le sue foto, sapientemente ricche di dettagli, sono patinate come la copertina di una rivista, colorate, opulenti e velatamente critiche.

a cura dell’Itsos Albe Steiner di Milano 15 settembre/14 ottobre inaugurazione: 15 settembre h 18 Artepassante Vetrine del Passante ferroviario Porta Venezia 347.1589478 - lunedì-domenica 6-24 www.artepassante.it info.lebellearti@fastwebnet.it

www.artepassante.it info.lebellearti@fastwebnet.it

Come arrivare: MM1 e Passante ferroviario Porta Venezia Tram 5, 9

Come arrivare: MM1 e Passante ferroviario Porta Venezia Tram 5, 9 40

41


Alessandro Triulzi, Faycal Zaouali

ARTEPASSANTE PORTA VENEZIA Emanuele Minetti Milano: la città invisibile

Qual è la risposta che Milano dà alle vostre domande? Parafrasando Italo Calvino, si potrebbe dire che le pieghe della città nascondono migliaia di meraviglie: basta cambiare un punto di vista, innalzarlo o sprofondarlo nell’asfalto, per rendersi conto che le mura di Milano si innalzano anche su tante piccole visioni invisibili che solo un occhio attento sa restituire. Tutte insieme quelle visioni, fotografie di Emanuele Minetti, ci restituiscono un’unica grande e silenziosa risposta. All’osservatore il compito di saperla ascoltare.

a cura di Giulia Minetti 30 settembre/30 ottobre inaugurazione: 3 ottobre h 18 Artepassante Galleria del Passante ferroviario Porta Venezia 347.1589478 - lunedì-domenica 6-24 www.artepassante.it info.lebellearti@fastwebnet.it

ARTEPASSANTE PORTA VENEZIA AA.VV. studenti e studentesse dell’Istituto Italiano di Fotografia GuardaMI. Volti e storie della città verso l’EXPO

GuardaMI è un progetto di Istituto Italiano di Fotografia che si compone di tre sezioni: AfricaMI, AsiaMI e AmericaMI. Questi capitoli compongono un’originale storia di Milano, letta e raccontata attraverso i volti di tutti quei cittadini stranieri che a Milano si sono inseriti sviluppando la propria vita e la propria attività senza per questo aver messo da parte la propria cultura. Una lettura originale del tema “cibo”, traslato in questo caso come nutrimento della mente.

2/30 ottobre inaugurazione: 2 ottobre h 18 Artepassante Vetrine superiori del Passante ferroviario Porta Venezia - 347.1589478 lunedì-domenica 6-24 www.artepassante.it info.lebellearti@fastwebnet.it

Come arrivare: MM1 e Passante ferroviario Porta Venezia Tram 5, 9

Come arrivare: MM1 e Passante ferroviario Porta Venezia Tram 5, 9 42

43


Borderline Flow ©Alessandro Bremec

ARTEPASSANTE PORTA VENEZIA Alessandro Bremec Borderline Flow

Alessandro Bremec è partito dal suo ambiente e dai luoghi che lui e i suoi coetanei frequentano. Senza allontanarsi troppo dal mondo cui appartiene si è armato di macchina fotografica, di passione e di attenzione verso gli eventi e le serate che vive. Il suo è l’universo del rap e dell’hip hop, le sue foto seguono il ritmo sincopato di quella musica e si animano del colore della grande festa collettiva che risponde al nome di concerto.

a cura dell’Itsos Albe Steiner di Milano 15 ottobre/15 novembre inaugurazione: 15 ottobre h 18 Artepassante Vetrine del Passante ferroviario Porta Venezia 339.7687400 - lunedì-domenica 6-24

ASSOCIAZIONE APRITI CIELO Raffaella Tagliaferri In Viaggio

Proust diceva che in viaggio la vera scoperta non consiste nel trovare nuovi paesaggi ma nell’avere nuovi occhi. Raffaella Tagliaferri sembra aver fatto propria questa lezione di romanzesca memoria: in mostra ci offre una serie di fotografie di paesaggio che nulla hanno di statico, bensì tutto è visto attraverso il filtro del movimento. Come in un film on the road, le fotografie di Tagliaferri si dipanano davanti all’osservatore come se fosse al finestrino del treno, immerso nei pensieri e assorto nello scorrere del cielo.

13/18 ottobre inaugurazione: 13 ottobre h 19 Associazione Apriti Cielo! Via L. Spallanzani 16 – 02.99203159 / 349.8682453 martedì-giovedì 15-18, venerdì-domenica 18-20 oppure su appuntamento

www.artepassante.it info.lebellearti@fastwebnet.it

www.apriti-cielo.it info@apriti-cielo.it

Come arrivare: MM1 e Passante ferroviario Porta Venezia Tram 5, 9

Come arrivare: MM1 e Passante ferroviario Porta Venezia – Tram 9

44

45


Allievi di una scuola di musica, Sarajevo, 1993

Mosaico

BEL VEDERE fotografia Uliano Lucas Fotografie

Una caratteristica di fondo che rende le fotografie di Uliano Lucas riconoscibili è la loro elegante immediatezza. Uno stile che ha sempre accompagnato i suoi reportage – quelli nei paesi africani usciti dal colonialismo e quelli dei pazienti cui la legge Basaglia offriva nuove prospettive di vita – assieme a un’attenzione per il sociale mai banale né retorica. Per questo i suoi soggetti appaiono sempre come costruttori di storie: gli intellettuali e gli artisti con cui ha stretto rapporti di amicizia fin dai tempi del bar Jamaica, i giovani che sventolavano le bandiere delle loro utopie, gli operai al cui lavoro ha dedicato immagini cariche di dignità e rispetto. Anche una piccola antologica come questa sa trasmettere quel senso della narrazione e quella passione umanistica che fanno di Lucas un grande interprete del fotoreportage italiano.

9 ottobre/7 novembre inaugurazione: 8 ottobre h 18 Bel Vedere Fotografia Via Santa Maria Valle 5 – 02.6590879 martedì-sabato 15-19 www.belvederefoto.it info@belvederefoto.it Come arrivare: MM1/MM3 Duomo - Tram 2, 14

46

Biblioteca Dergano-Bovisa Mauro Colella Cappadocia, un mondo a parte

La Cappadocia, regione della Turchia centrale, possiede un paesaggio unico al mondo: le antiche popolazioni che la abitarono scavarono le proprie case direttamente nel tufo, creando così delle città abbarbicate tra le rocce. Mauro Colella si avventura tra i “camini delle fate” e ci restituisce le immagini di un mondo antico e di un paese di rifugi senza tempo. La Cappadocia è stata per secoli la terra dove i cristiani si nascondevano tra quei cunicoli, in una fetta di terra turca che vede toccarsi la mano umana e quella del paesaggio, creando così un labirinto di pinnacoli che svettano e di gallerie che, nere, occhieggiano dai promontori.

19 settembre/3 ottobre inaugurazione: 19 settembre h 19 Biblioteca Dergano - Bovisa Via Baldinucci 76 – 02.88445361/02.88465807 orari di apertura della biblioteca francesco.cosenza@comune.milano.it Come arrivare: Tram 2 – Bus 82

47


Carré noir n. 1, 1953

Palestra di pugilato del circolo Arci Bellezza, dove Visconti girò alcune scene del film Rocco e i suoi fratelli

BIBLIOTECA SORMANI Luigi Cavagna Riscoprire un autore

Che nel dopoguerra la fotografia italiana fosse attraversata da una vitalità creativa figlia dell’entusiasmo per un futuro di pace è noto. Sorprende che accanto a nomi affermatisi nel tempo altri ce ne siano ancora da scoprire: è il caso di Luigi Cavagna che dal 1951 al 1958 a Voghera realizza con la sua Leica immagini di sorprendente bellezza “nella costante oscillazione fra i due elementi salienti della fotografia del tempo, l’attenzione alla ricerca formale e la scoperta del reale” per dirla con Tatiana Agliani e Uliano Lucas, curatori della monografia dell’autore. Intrapresa la carriera di notaio, Cavagna non poté dedicare più tempo a quell’antica passione ma sono le sue stampe del tempo a raccontarci la qualità di quella ricerca che con questa mostra vogliamo ricordare.

19 ottobre/5 novembre inaugurazione: 19 ottobre h 18 Biblioteca centrale – Palazzo Sormani Corso di Porta Vittoria 6 – 800.88.00.66 lunedì-sabato 9-19.30 www.comune.milano.it/biblioteche c.bibliocentrale@comune.milano.it Come arrivare: MM1 San Babila, MM3 Missori -Tram 12, 23, 27 Bus 54, 60, 73, 84, 94

48

Biblioteca Valvassori Peroni Laura Rizzi e Cristina Fiorentini Milano Insolita

Una mostra itinerante che esplora i luoghi più insoliti, nascosti eppure alla portata di tutti, di Milano. Ognuna delle fotografie esposte e realizzate da Laura Rizzi e Cristina Fiorentini mostra allo spettatore ambienti della città che nessuno conosce ma tutti potrebbero frequentare: le fotografie sono infatti accompagnate da schede approfondite per illustrare ciascuno dei luoghi e indicare le modalità di visita. Per non dimenticare che si può essere esploratori anche in casa propria. Gli altri appuntamenti: Biblioteca Affori 2/20 settembre; Biblioteca Sant’Ambrogio 4/20 novembre; Biblioteca Dergano Bovisa 12 dicembre/16 gennaio; Biblioteca Chiesa Rossa 6/20 febbraio.

a cura di Giovanna Calvenzi

29 settembre/10 ottobre inaugurazione: 29 settembre h 18.30 Biblioteca Valvassori Peroni Via Carlo Valvassori Peroni 56 – 02.88465095 lunedì-sabato 9-19, mercoledì 14-19 www.comune.milano.it photo@laurarizzi.it Come arrivare: MM2 Lambrate – Tram 23, 33

49


I pesci volanti di Kashan

LA Casa di vetro Marco Ferrari Reflections

Il riflesso è un’immagine che ci viene restituita da una particolare superficie. È un viaggio che parte da un fenomeno fisico per tradursi in qualcosa di visionario. La mostra Reflections si basa proprio su questo viaggio nel reale, rappresentato da una raccolta di fotografie dove la quotidianità ci viene rimandata e raccontata da punti di vista diversi: acqua, vetro e metallo, tutti mediati e accomunati dal punto di vista cardine, quello del fotografo.

10/18 ottobre inaugurazione: 10 ottobre h 17 La Casa di Vetro Via Luisa Sanfelice 3 – 02.55019565 15-19.30 chiuso il giovedì

CHIAMAMILANO NEGOZIO CIVICO Maja Galli Expo prima e dopo 21 settembre/3 ottobre inaugurazione: 23 settembre h 18 ChiAmaMilano Negozio Civico Via Laghetto 2 – 02.76394142 lunedì-sabato 12-20

www.lacasadivetro.com federica.candela@effeci-facciamocose.com

www.chiamamilano.it negozio@chiamamilano.it

Come arrivare: MM3 Lodi – Passante ferroviario Porta Vittoria Tram 12 – Bus 66, 84, 90, 91, 92, 93

Come arrivare: MM1 San Babila/Duomo MM3 Missori/Duomo Tram 12, 15, 23, 27 – Bus 54, 60, 73, 77, 84, 94

50

Maja Galli da anni incentra il suo lavoro sul reportage sociale e di viaggio. Concentrandosi sulla Milano di Expo ha deciso di raccontare antropologicamente il prima e il dopo Expo: partendo dall’area da urbanizzare, Maja Galli ha raccontato i mesi di lavoro, i cantieri, l’intervento antropomorfizzante dell’uomo sul territorio sino a creare, e quindi a mostrare, il risultato di quella lunga gestazione. Un reportage che mostra sotto una nuova prospettiva un evento destinato a rimanere nelle cronache e nella storia.

51


Artificio

Daniele Guastamacchia

CHIAMAMILANO NEGOZIO CIVICO Circolo Fotografico Milanese Live Expo 2015

I giovani del Circolo Fotografico Milanese, cresciuti sotto l’egida del reportage, raccontano Expo. Lo fanno attraverso le immagini del sito di Expo stesso ma anche attraverso attimi catturati in giro per la città: tra le installazioni, i turisti, i milanesi, gli eventi temporanei, le manifestazioni artistiche, i nuovi spazi urbani e ricreativi nati per l’occasione. Un grande album di fotografie che narra l’evento a 360°.

5/17 ottobre inaugurazione: 8 ottobre h 18 ChiAmaMilano Negozio Civico Via Laghetto 2 – 02.76394142 lunedì-sabato 12-20 www.chiamamilano.it negozio@chiamamilano.it

CityART assOCIAZIONE cultURALE Giulio Crosara L’equilibrio nascosto della natura nell’artificio della notte milanese

Nella sospensione della notte il tempo è rarefatto. In quest’atmosfera ovattata l’attenzione, in una città come Milano, si può rivolgere a numerosi elementi. L’attenzione di Giulio Crosara in particolare si è soffermata su soggetti che vivono una nuova natura: le realtà naturali, anche solo il più piccolo germoglio in fiore, così come le realtà artificiali create dai cantieri che di notte si addormentano insieme alla città. Natura e artificio, di giorno in silenzioso contrasto, in queste fotografie notturne dialogano creando nuovi e insoliti connubi.

9/24 ottobre inaugurazione: 9 ottobre h 18.30 City Art Via Dolomiti 11 – 02.87167065 / 335.7689814 mercoledì-sabato 15.30-19.30 www.cityart.it info@cityart.it

Come arrivare: MM1 San Babila/Duomo MM3 Missori/Duomo Tram 12, 15, 23, 27 – Bus 54, 60, 73, 77, 84, 94

Come arrivare: MM1 Turro – Bus 72

52

53


Croce Rossa Italiana Massimo Allegro Milano. Sguardi di solidarietà 15/30 settembre inaugurazione: 15 settembre h 19 Croce Rossa Italiana Comitato Provinciale di Milano Via Marcello Pucci 7 – 02.3883 / 320.1807203 mercoledì-domenica 11-13/14-19, venerdì fino alle 22 www.crimilano.it comunicazione@crimilano.it Come arrivare: MM1/MM2 Cadorna, MM5 Domodossola Tram 1 – Bus 37

Milano è stata narrata da tanti punti di vista: i suoi particolari, la sua natura, le architetture, la storia, il passato, il futuro. Massimo Allegro non si è immedesimato nella città ma nelle sue pieghe invisibili e nelle persone che qui si incontrano. Allegro ha seguito i volontari che si spingono verso ogni angolo recondito, avventurieri della solidarietà che portando il quotidiano aiuto a chiunque ne abbia necessità. Sguardi di solidarietà è la mostra che permette a Milano di riscoprirsi città con il cuore mano, nonostante tutto.

Expo Gate Cairoli Giuliano Cingoli La separazione delle cotture

La fotografia nella sua semplicità si veste di un ruolo didascalico puro e si pone a servizio della cucina: il risultato è un nuovo metodo di insegnamento delle arti culinarie, metodo che vede sintetizzarsi diversi passaggi separati e condensati in una sola immagine. Nessun artificio, nemmeno nelle luci: solo la semplicità iconografica, la logica della successioni, insieme alla sensazione materiale e sensoriale della cucina. Cingoli possiede un laboratorio dove sperimenta non solo la fotografia ma anche e soprattutto la cucina: il risultato in mostra è frutto di nove anni di esercizio del metodo della separazione, ovvero cuocere ogni ingrediente in maniera autonoma, coi mezzi e tempi più adatti, per poi riunire tutto alla fine.

29 settembre/3 ottobre inaugurazione: 29 settembre h 10 Expo Gate - Largo Cairoli lunedì-domenica 10-20 Con il patrocinio del comitato scientifico per 2015 del Comune di Milano www.laboratoriocingoli.it g.cingoli@laboratoriocingoli.it Come arrivare: MM1 Cairoli – Bus 50

54

La mostra si sposta poi fino al 31 ottobre al Laboratorio Cingoli, via Tucidide 56 328.2162847 - Bus 38, 54

55


Michael Nichols, The last great picture

Luigi Erba, Brianza, 1974

Fondazione Luciana Matalon AA.VV. Wildlife Photographer of the Year

Il Wildlife Photographer of the Year è il premio dedicato alla fotografia naturalistica più antico e prestigioso al mondo, una sorta di Oscar della fotografia che giunge quest’anno al suo 50° anniversario. La mostra, composta da 100 scatti dalla bellezza dirompente, è itinerante: parte da Londra, dove avviene la premiazione, e da lì viaggia per portare davanti agli occhi del mondo le immagini mozzafiato premiate e giunte in finale al celebre concorso. Quest’anno anche sette italiani figurano nel palmarès dei finalisti delle diverse categorie in gara.

9 ottobre/23 dicembre inaugurazione: 8 ottobre h 18.30 Fondazione Museo Luciana Matalon Foro Buonaparte 67 – 02.878781 tutti i giorni 10-19, giovedì e venerdì fino alle 22, chiuso il lunedì www.radicediunopercento.it info@radicediunopercento.it Come arrivare: MM1 Cairoli – Tram 1, 4, Bus 50, 61

Fondazione Corrente AA.VV. Corrente e dintorni

Ideale continuazione della mostra “I luoghi di Corrente”, questa proposta vuole indicare come la lezione legata alle suggestioni di quel movimento abbia stimolato una ricerca che si è articolata ben oltre i suoi confini storici e filologici. “Corrente e dintorni” è una riflessione sul passato che parte dal celebre “Occhio quadrato”, il libro fotografico di Alberto Lattuada del 1941. Scelte per creare analogie e suggestioni, le opere esposte alludono alla passione per la ricerca di Luigi Veronesi, come anche all’intenzione di indagare la realtà – combattendo ogni deriva retorica – che si ritrova nelle opere di Mario Cattaneo, Gabriele Basilico, Cesare Colombo, Virgilio Carnisio, Enrico Cattaneo, Luigi Erba. Si ringraziano per il prestito delle opere l’Archivio Fotografico della Fondazione 3M e gli autori.

a cura di Roberto Mutti 14 ottobre/15 gennaio inaugurazione: 14 ottobre h 18 Fondazione Corrente Via Carlo Porta 5 – 02.6572627 martedì-giovedì 9-12.30/15-18.30 venerdì 15-18.30 www.fondazionecorrente.org info@fondazionecorrente.it Come arrivare: MM3 Turati – Tram 1 - Bus 43, 61, 94

56

57


The top of water

Mario De Biasi

Foto ottica Giovenzana Giuseppe Corbetta Forme d’acqua

L’acqua ha un potere che non può essere contenuto, ma ha un aspetto che può essere rappresentato. Sia essa conservata in qualcosa di artificiale, sia essa libera di assumere qualsiasi forma, di correre e scorrere, incresparsi e zampillare, l’acqua insieme alla luce è in grado di dare vita a volumi dal forte valore estetico. Giuseppe Corbetta si concentra su questi mutamenti cogliendone le forme e gli spostamenti e fissandoli in una rappresentazione di carattere permanente.

15 settembre/14 ottobre inaugurazione: 15 settembre h 18 Foto Ottica Giovenzana Via Fontana 25 – 02.55199510 martedì-sabato 10.15-13.30/16.15-19.30 giovenzana.fotografia@vodafone.it Come arrivare: MM1 San Babila – Tram 12, 23, 37

Foto ottica Giovenzana Giuseppe Candiani Protagonisti della fotografia anni ‘90

L’obiettivo del fotografo smette di guardare al mondo e si rivolge stavolta verso il fotografo stesso. Giuseppe Candiani, tra gli anni ’90 e il 2000, ha ritratto, grazie ai suoi rapporti di conoscenza e amicizia, alcuni tra i principali protagonisti della fotografia italiana: i ritratti di Scianna, Berengo Gardin, Giacomelli o Bruce Davidson sono connotati da un grande senso di intimità e vanno così a formare, insieme alla memoria che l’osservatore ha delle loro fotografie, un unico grande quadro generale.

17 ottobre/21 novembre inaugurazione: 17 ottobre h 18 Foto Ottica Giovenzana Via Fontana 25 – 02.55199510 martedì-sabato 10.15-13.30/16.15-19.30 giovenzana.fotografia@vodafone.it Come arrivare: MM1 San Babila – Tram 12, 23, 37

58

59


Maggiorino Gramaglia, Spettralizzazione dell’Io, 1931 Coll. Museo Nazionale del Cinema, Torino

Torre Unicredit

four points by sheraton milan center Marco Moggio Milano. Exposizioni Urbane

Le fotografie di Marco Moggio celebrano la città dell'Expo, ma quello che viene esposto di Milano è un silenzioso quanto imperioso dialogo che si tiene tra le forme architettoniche moderne e quelle ottocentesche. Fiori all'occhiello storici, artistici e di letteraria memoria appartenenti alla città, come il Castello Sforzesco, la Rotonda della Besana, la Basilica di S.Eustorgio, si ergono in un campo-controcampo dove l'altra parte del dialogo è composta dalle nuove architetture che salgono alla conquista del cielo, modificando lo skyline alla conquista di un loro pezzo di memoria futura, stagliandosi su cieli di volta in volta luminosi e illuminati da colori diversi.

a cura di Stefano Bianchi fino al 31 ottobre

Four Points by Sheraton Milano Center Via Gerolamo Cardano 1 – 02.6674611 lunedì-domenica 9-23 www.pontixlarte.eu info@pontixlarte.eu Come arrivare: MM2 Gioia – Bus 60

60

galleria CARLA SOZZANI Fotografia Futurista

In occasione del 25° anniversario, la Galleria Carla Sozzani presenta questa mostra che indaga, nell'arco di mezzo secolo, il modo in cui i futuristi si sono impossessati del linguaggio fotografico per fissare l'invisibile della pulsione vitale e trascrivere la realtà come creazione e divenire. Articolata in quattro sezioni, dalla distruzione della mimesi come illusione naturalista alle ricerche innovatrici degli anni ’20‘30, comprende il fotodinamismo formalizzato dei fratelli Bragaglia, gli autoritratti di Depero, i fotomontaggi di Tato fino alle foto-perfomance, in sintonia con le migliori avanguardie europee, contestatarie e rivoluzionarie, libertarie ed eccentriche, iperboliche e irrecuperabili per i canoni della società borghese. Oltre cento fotografie originali provenienti da collezioni private e da fondi storici nazionali.

a cura di Giovanni Lista fino al 1 Novembre

Galleria Carla Sozzani Corso Como 10 - 20154 Milano - 02.653531 tutti i giorni 10.30-19.30 mercoledì e giovedì fino alle 21 press@galleriacarlasozzani.org www.galleriacarlasozzani.org Come arrivare: MM2 Porta Garibaldi, MM5 Garibaldi Tram 29, 30, 33

61


Dana Kyndrová, 1983

Asilo-Asylum

galleria centro Ceco AA.VV Dietro la cortina di ferro – 20 anni in bianco e nero

1969-1989: la Cecoslovacchia di questo ventennio si racconta attraverso le fotografie in bianco e nero di alcuni autori che dietro la cortina ci vivevano. Siamo abituati alla storia e alle immagini raccontate da chi si recava al di là di quella linea d’ombra: ora vediamo la vita attraverso l’occhio partecipante di alcuni grandi fotografi cecoslovacchi che hanno saputo fermare momenti fortemente connotati politicamente, ma anche immagini crude di vita quotidiana sino all’estetica sfregiata delle strade e al nuovo corso dettato dalla rivoluzione nel 1989.

23 settembre/31 ottobre inaugurazione: 22 settembre h 18.30 Galleria Centro Ceco Via G.B.Morgagni 20 – 02.29411242 lunedì-giovedì 13-18, venerdì 10-16, ogni ultimo sabato del mese 10-17 www.milano.czechcentres.cz ccmilano@czech.cz

Galleria ANTONIA jannone Marco Palmieri Standing on the beach

L’infinito del mare fa da sfondo a figure tracciate in modo secco, con ombre altrettanto nette. È questa l’atmosfera delle immagini raccolte in questa mostra, che rimanda apertamente a riferimenti diversi: il titolo di una canzone dei Cure che a loro volta citavano esplicitamente Lo straniero di Albert Camus. Palmieri pare inseguire il segno dell’acquerello ritraendo attimi sospesi, pause, sensazioni oniriche su spiagge deserte ritratte nel mese di giugno. Un universo che appare totalmente indifferente alla presenza dell’uomo. Un gioco di specchi in ‘presa diretta’, senza post produzione, che vede protagonisti piccoli oggetti realizzati e fotografati dall’autore.

23 settembre/24 ottobre inaugurazione: 23 settembre h 19 Antonia Jannone Corso Garibaldi 125 - 02.29002930 martedì-sabato 15.30-19.30 mattina su appuntamento www.antoniajannone.it info@antoniajannone.it Come arrivare: MM2 Moscova – Bus 94

Come arrivare: MM1 Lima – Bus 60, 81

62

63


galleria Scoglio di Quarto Nino Lo Duca Artisti visti da un artista ed altro

Per oltre quarant’anni Lo Duca si è avventurato in quello spazio unico che è l’atelier dell’artista, autentico pensatoio dove prendono vita ideali e dove il concetto assume una forma. Non solo artisti al lavoro, ma anche artisti in città, artisti in libertà, artisti in sintonia con ciò che li circonda. I ritratti di Lo Duca sono istantanee di storia dell’arte contemporanea, “cronache di cultura”, diario di viaggio nell’Italia popolata da grandi nomi, milanesi, italiani e stranieri.

22 settembre/6 ottobre inaugurazione: 22 settembre h 18 Galleria Scoglio di Quarto Via Ascanio Sforza 3 – 02.58317556 / 348.5630381 martedì-venerdì 17-19.30 e su appuntamento

Galleria Studio Gabelli Jessica Tradati Nepal, oltre il terremoto fino al 30 settembre Galleria Studio Gabelli Galleria Buenos Aires 11 – 02.2047853 lunedì-venerdì 9-19 sabato e domenica su appuntamento

www.galleriascogliodiquarto.com info@galleriascogliodiquarto.com

www.artegabelli.com info@artegabelli.com

Come arrivare: MM2 Porta Genova – Tram 3, 9, 19

Come arrivare: MM1 Lima

64

Cosa significa essere al posto giusto al momento giusto? Se per i più significa ritrovarsi in un posto tranquillo o piacevole, per un fotografo di reportage quasi sicuramente vuol dire capitare in un luogo dove accade qualcosa, non necessariamente di positivo, ma che grazie alla fotografia può assumere un nuovo senso. Jessica Tradati era fresca di collaborazione al Kathmandu Post e si stava ambientando nella sua nuova città quando il terremoto più distruttivo degli ultimi 80 anni ha investito il Nepal. Le sue fotografie raccontano il risveglio tra le macerie, il proseguire della vita, l’impegno degli aiuti, la storia che si sgretola e si ricostruisce.

65


Settimio Benedusi

Gianni Rizzotti studio Gianni Rizzotti Shapes in action

Una mostra dove il nudo d’arte si confronta con oggetti artistici ma anche di uso quotidiano. Gianni Rizzotti accosta tre forme di resina nera, realizzate dagli artisti Verter Turroni e Emanuela Ravelli, ad alcune modelle provenienti da tutto il mondo. Il corpo femminile interpreta, si sposa, si confronta, si distacca dalle tre forme creando una relazione di volumi armonici e di contrasti cromatici. Allo stesso modo Rizzotti ha utilizzato la medesima modalità chiedendo alle modelle di interpretare con il loro corpo una semplice e grezza corda teatrale. Ne emergono immagini che sono pura forma espressiva.

30 settembre/30 ottobre inaugurazione: 30 settembre h 19 Studio Fotografico Gianni Rizzotti Via Pastrengo 14 – 02.6071892 lunedì-venerdì 18-20.30 www.giannirizzotti.it gianni@giannirizzotti.it, studio@giannirizzotti.it Come arrivare: MM2/MM5 Porta Garibaldi (uscita su via Pepe), MM5 Isola – Tram 33

Kasa dei libri Cheese I fotografi di Image MAG e i loro libri

Fin dalla sua nascita nel 2012 il bimestrale IMAGE MAG si è caratterizzato per il fatto di presentare completi portfoli e interviste di grandi autori italiani e internazionali le cui fotografie vengono valorizzate dalle dimensioni insolitamente ampie della testata. Questa mostra raccoglie una serie di ritratti comparsi nelle copertine e nei servizi interni unitamente ad alcuni libri monografici comuni e rari che illustrano la loro produzione. In tal modo i fotografi compaiono anche come protagonisti capaci di presentarsi con respiro autoriale. Durante il periodo della mostra sono previsti incontri con alcuni di questi autori che parleranno del loro lavoro.

14/23 ottobre inaugurazione: 13 ottobre h 18 Kasa dei libri largo Aldo De Benedetti 4 - 02.66989018 lunedì-venerdì 15-19 www.facebook.com/KasaLibri mostre@lacasadeilibri.it Come arrivare: MM2 Gioia

66

67


IIF WALL Guido Bartoli In viaggio 16/29 settembre inaugurazione: 16 settembre h 18.30 IIF Wall Via Enrico Caviglia 3 – 02.58105598 / 02.58107623 lunedì-sabato 10-13 / 14-19 - chiuso il 20 settembre www.istitutoitalianodifotografia.it info@istitutoitalianodifotografia.it

Per viaggiare e fotografare non serve recarsi dall’altra parte del mondo, a volte basta rimanere fermi nella propria quotidianità per rendersi conto di quanto ogni giorno si viaggi: per andare al lavoro, per andare a scuola, per tornare a casa. Guido Bartoli rivolge lo sguardo fuori dal finestrino dei comuni mezzi pubblici e, attraverso esasperazioni cromatiche, documenta così scorci di stazioni e strade che tutti i giorni si animano di inconsapevoli viaggiatori.

Istituto italiano di fotografia Fabio Maggi DC9 IH870 – Ustica: una guerra mai dichiarata

Con questo progetto dedicato alla strage di Ustica la fotografia di scena perde la sua funzione di documento di finzione, e diventa reportage di rievocazione. La documentazione, 35 anni dopo la strage ancora tanto discussa, si svolge in occasione di una rassegna teatrale creata proprio per perpetuarne la memoria e si carica così di emozioni, significati più profondi e allegorie.

22 settembre/3 ottobre inaugurazione: 22 settembre h 18.30 Istituto Italiano di fotografia Via Enrico Caviglia 3 – 02.58105598 / 02.58107623 lunedì-sabato 10-13 / 14-19 - chiuso il 27 settembre www.istitutoitalianodifotografia.it info@istitutoitalianodifotografia.it

Come arrivare: MM3 Corvetto – Bus 34, 77, 95

Come arrivare: MM3 Corvetto – Bus 34, 77, 95

68

69


Steps & legs

HOEPLI - LIBRERIA INTERNAZIONALE Giuliano Leone Stepping Alive

Piazza del Duomo di Milano ha una caratteristica che tante altre piazze non hanno: incita al movimento e alla falcata. Mentre in molte piazze italiane si converge verso il centro per poi rallentare e fermarsi, piazza del Duomo porta chiunque, autoctono o turista, a camminare e attraversare il sagrato con passo sostenuto. È su questo movimento che Giuliano Leone ha voluto soffermarsi: sulla personalità dei passi, sullo stile delle camminate, sull’identità pedestre attraverso lo scorrere dei mesi e delle strade a ridosso della Madonnina e del centro di Milano. Un racconto su più piani che si incrociano per restituirci l’immagine di una città dinamica, unica anche quando si abbassa lo sguardo.

24 settembre/10 ottobre inaugurazione: 24 settembre h 18 Hoepli - Libreria Internazionale Via Hoepli 5 - 02.86487201 lunedì-sabato 10-19.30 www.hoepli.it hoepli@hoepli.it Twitter @Hoepli_1870 – Pinterest Hoepli Facebook Hoepli – La Grande Libreria Online

HOEPLI - LIBRERIA INTERNAZIONALE Lorenzo De Simone Milano passo a passo

Per chi non è nato a Milano passeggiare per la città è un’esperienza sorprendente. Città storicamente operosa, accogliente, frenetica e rassicurante, conserva la traccia di secoli di storia e proprio nella fusione tra passato e contemporaneo sta il fascino che la caratterizza. Lorenzo De Simone, autore delle fotografie del volume di Chiara De Capoa, Carlotta Collarin e Concetta Scilipoti “Milano passo a passo” edito da Hoepli, fissa il suo obiettivo inquadrando il vecchio e nuovo volto della città attraverso chi la vive. Visitatori frettolosi all’ingresso della Fiera, innamorati su una panchina di piazza dei Mercanti, ragazze a passeggio verso Porta Ticinese, bambini che corrono nel cortile del Castello Sforzesco. La città dell’Expo sempre in movimento.

13/31 ottobre inaugurazione: 13 ottobre h 18 Hoepli - Libreria Internazionale Via Hoepli 5 - 02.86487201 lunedì-sabato 10-19.30 www.hoepli.it hoepli@hoepli.it Twitter @Hoepli_1870 – Pinterest Hoepli Facebook Hoepli – La Grande Libreria Online Come arrivare: MM1 MM3 Duomo, MM1 San Babila

Come arrivare: MM1 MM3 Duomo, MM1 San Babila

70

71


Inverno in montagna

Profumo di rosa

Made4art Paolo Bongianino Arbor, arboris. Omaggio all’albero della vita a cura di Gigliola Foschi 15/29 settembre inaugurazione: 15 settembre h 18.30 M4A Made4Art Via Voghera 14, ingresso da via Cerano 02.39813872 lunedì 16-19, martedì-venerdì 10-13/16-19 www.made4art.it info@made4art.it

Paolo Bongianino incontra gli alberi e a loro, alla loro storica memoria e rassicurante imponenza, rende omaggio. Non c’è nulla di epico o sublime nelle sue immagini, piuttosto raccontano la malinconia e l’intimità del confronto uomo-natura durante una passeggiata, ne rappresentano la struggente bellezza ed è la poesia, quasi pittoresca, di vedere fronde e rami stagliarsi tra acqua e cielo. Una serie di immagini in bianco e nero eleganti e raffinate.

Made4art Guido Alimento Melodie della natura. Guido Alimento tra immagine e musica

Nelle due serie di questa personale - Profumo di rosa e Mare fra realismo e astrazione - Guido Alimento mette in luce le caratteristiche della sua poetica che esalta le emozioni che nascono dalla natura e ricerca una musicalità che ritiene intrinseca a ogni essere vivente. Se nella prima serie il soggetto da simbolo della caducità diventa icona di eternità e sacralità della vita, nella seconda il senso del Sublime invade l’animo umano dando vita a un senso pànico della natura che suscita stupore e meraviglia nell’osservatore. L'autore - con scatti che fissano la luce e i particolari di un istante per sottrarli allo scorrere del tempo - ci conduce a scoprire la Bellezza della natura, nei suoi dettagli e nella sua infinita vastità, nell’armonia di un fiore come nella forza dirompente e inebriante delle onde del mare.

a cura di Vittorio Schieroni ed Elena Amodeo 1/12 ottobre inaugurazione: 1 ottobre h 18.30 M4A Made4Art Via Voghera 14, ingresso da via Cerano 02.39813872 lunedì 16-19, martedì-venerdì 10-13/16-19 www.made4art.it info@made4art.it

Come arrivare: MM2 Porta Genova – Tram 2, 9,14, 19 Bus 47, 59, 74

Come arrivare: MM2 Porta Genova – Tram 2, 9,14, 19 Bus 47, 59, 74 72

73


La mensa

Sequenza azzurra

Manusardi ArtPhotoStudio Paolo Manusardi Alfa Romeo “il Portello abbandonato”

Attorno alle sorti del Portello ancora si discute molto, come sempre accade quando si desidera ridare lustro a un nobile decaduto dell’architettura urbana e industriale. Paolo Manusardi negli anni ’90 ha realizzato un reportage all’interno del grande complesso, allora sotto il nome di Alfa Romeo, per documentarne lo stato di abbandono dopo i fasti della grande produzione. Le immagini, tutte realizzate su diapositiva e in un secondo momento trasposte su stampa in formato 6x6, documentano l’abbandono da parte dell’uomo ma anche la vita e la rinascita da parte della natura pronta a prendere il sopravvento.

15 settembre/30 ottobre inaugurazione: 15 settembre h 17.30 Manusardi ArtPhotoStudio Via Tortona 26 – 02.89400619 / 335.8368897 lunedì-venerdì 10.30-13/15.30-19 www.artphotostudio.it, www.manusardi.it info@artphotostudio.it, paolo@manusardi.it Come arrivare: MM2 Porta Genova – Tram 2, 9, 14, 19 Bus 47, 59, 74

74

Minozzi Antichità Enrico Pozzoli Mare e spazio interiore

L’uomo di fronte al mare è un’immagine che da secoli riempie l’iconografia artistica. Di sapore pittorico sono le fotografie di Enrico Pozzoli che fornisce una sua interpretazione di questo rapporto uomo-mare, sovvertendo sentimenti ed emozioni attraverso le sue istantanee a colori. Fotografie di memoria impressionista vogliono fornire quella sensazione di libertà e abbandono che solo il mare sa dare.

14/31 ottobre inaugurazione: 14 ottobre h 17.30 Minozzi Antichità Via Santa Marta 15 – 02.72002714 martedì-venerdì 10.30-12.30/16-19.30 lunedì e sabato mattina chiuso minozziantichita@nenepiatti191.it Come arrivare: MM1 Duomo e Cordusio, MM3 Duomo Tram 2, 3, 12, 14, 27

75


Stop 2

Ölfusà River, Iceland, 2012

MyMicroGallery stefania carrozzini Ekatherina Savtchenko Dance with the earth

Il lavoro fotografico di Ekatherina Savtchenko pone insieme reportage, pittura e autoritratto e, attraverso l’immagine, comunica il movimento e l’armonia dell’individuo insieme alla terra. Dodici fotografie pittoriche in cui il corpo umano dell’artista si fonde e diventa un tutt’uno con l’ambiente circostante, in una danza dove reale e sentire parlano lo stesso silenzioso linguaggio.

a cura di Stefania Carrozzini 24 ottobre/5 novembre inaugurazione: 24 ottobre h 18.30 MYMICROGALLERY Via Giovanni Boccaccio 24 – 338.4305675 aperto su appuntamento

Palazzo DELLA RAGIONE FOTOGRAFIA Edward Burtynsky

Golfo del Messico, Devastazioni, Controllo, Agricoltura, Acquacoltura, Rive, Sorgenti: sono i sette capitoli in cui è articolata la mostra del grande interprete canadese. Qui, dopo avere ripreso negli anni scorsi le immagini legate alle cave e al petrolio, si concentra sulla risorsa primaria per eccellenza, l’acqua. E documenta tutti gli aspetti legati alla sua natura e al suo sfruttamento. Come sempre, Burtynsky propone un corpo di immagini che illuminano gli effetti dell’azione dell’uomo sulla natura, l’impatto sulla superficie del pianeta. Stimolando una riflessione quanto mai utile.

a cura di Enrica Viganò fino al 1 novembre Palazzo della Ragione fotografia Piazza Mercanti 1 – 02.43353535 martedì-domenica 9.30-20.30, giovedì e sabato 9.30-22.30 Ingresso: 10 € www.palazzodellaragionefotografia.it

www.mymicrogallery.com stefaniacarrozzini@gmail.com

Come arrivare: MM1/3 Duomo – Tram 2, 3, 12, 14, 19, 24, 27 Bus 50, 58

Come arrivare: MM1/MM2 Cadorna – Tram 16, 27 – Bus 50, 94

76

77


Photo discount Pietro Collini Going Home

Una raccolta di immagini di street photography che narrano il fortuito del quotidiano, ovvero quell’incontro inaspettato in cui spesso capita di imbattersi facendo ritorno a casa. La fotografia si sofferma su quell’attimo (s)fuggente in cui due persone e due mondi si toccano prima che ciascuno possa fare ritorno alla propria realtà, alla propria vita.

fino al 30 settembre Spazio espositivo Club Photo Discount Piazza De Angeli 3 – 02.4690579 lunedì-venerdì 9.30-12.30 / 15.30-19.30, sabato 10-13 / 15.30-19.30 www.photo-discount.org photo.discount@tiscali.it

Photo discount AA.VV. Il violino, un’arte

Tre fotografi si recano a Cremona, entrano nella bottega del Mastro liutaio Stefano Comi e scoprono un mondo. Quello di sapienti artigiani che da secoli, di bottega in bottega, si tramandano l’arte e il mestiere di trasformare un pezzo di legno in un magico strumento sonoro. Il reportage è svolto da tre fotografi: Adelio Bajardi, Giorgio Mungioli e Mauro Cominelli. Tre personalità diverse per un’unica comunità d’intenti.

3/26 ottobre inaugurazione: 3 ottobre h 18 Spazio espositivo Club Photo Discount Piazza De Angeli 3 – 02.4690579 lunedì-venerdì 9.30-12.30 / 15.30-19.30, sabato 10-13 / 15.30-19.30 www.photo-discount.org photo.discount@tiscali.it

Come arrivare: MM1 De Angeli – Bus 90, 91

Come arrivare: MM1 De Angeli – Bus 90, 91

78

79


Bottle Babies

polifemo fotografia Daniele Pennati Sul corridoio. Territori europei alla prova dell’alta velocità

Il lavoro di Daniele Pennati è un racconto di confine. Un confine lungo quanto la distanza che collega il Portogallo all’Ucraina, ovvero quel corridoio dove i binari dell’Alta Velocità si faranno strada per dare all’Europa un sistema ferroviario simbolo di un’Europa allargata. Le fotografie di Pennati però non raccontano i traguardi o le ambizioni, ma si concentrano sulle storie delle popolazioni che abitano i centri che si trovano lungo il corridoio: popolazioni che accettano, che protestano, che sono costrette al cambiamento e che vedono l’artificio imporsi. Un viaggio fotografico a bassa velocità laddove l’alta velocità imprimerà la sua trasformazione.

16/30 settembre inaugurazione: 15 settembre h 19 Associazione Culturale Polifemo Fotografia Via Procaccini 4 – 02.36521349 lunedì-venerdì 10-18 www.polifemo.org info@polifemo.org

ponti x l'arte David McEnery Smiling Food

Avere senso dell’umorismo significa possedere arguzia, intelligenza e soprattutto senso della proporzione. Se a queste virtù si aggiungono una grande capacità e un’infinita pazienza abbiamo come risultato David McEnery, definito il fotografo più divertente del mondo. Purista del bianco e nero, assorto nell’osservazione del quotidiano, McEnery era in grado di saper aspettare sempre lo scatto giusto, e quasi mai veniva deluso. I suoi lavori sono caratterizzati da un grande umorismo proprio perché la sua pazienza era premiata con quel momento insolito che per un attimo fugace fa irruzione nella quotidianità. In questa mostra sono raccolte alcune delle sue fotografie più divertenti che hanno come fil rouge la presenza del cibo.

a cura di Stefano Bianchi 22 settembre/8 gennaio inaugurazione: 22 settembre h 18 Ponti x l’Arte Studio Dr. Guido delli Ponti Via Luigi Vitali 1 – 02.798500 / 335.6926106 lunedì-venerdì 10.30-18.30 chiuso mercoledì www.pontixlarte.eu info@pontixlarte.eu Come arrivare: MM1 Palestro – Tram 9, 23

Come arrivare: MM2 Moscova/Porta Garibaldi MM5 Porta Garibaldi Tram 12 – Bus 37, 94 80

81


Puglia

Cobalto

Seven Re

Sabrina Raffaghello arte contemporanea Franco Fontana Absolute

Per Cézanne la luce non poteva essere riprodotta in nessun modo se non attraverso il colore. Per Franco Fontana la forma è “la chiave dell’esistenza” ed è questo l’obiettivo che da cinquant’anni il fotografo persegue: rappresentare l’essenza della vita attraverso movimento, forma e colore. Nelle sue fotografie non c’è scissione tra questi elementi perché insieme creano un’armonia tanto perfetta da essere quasi sonora. La mostra Franco Fontana Absolute raccoglie molti scatti inediti di nudo e paesaggio, tutti accomunati da una mano inconfondibile che infonde movimenti, perfezione, relazione.

a cura di Roberto Mutti 1 ottobre/2 novembre inaugurazione: 1 ottobre h 18 Sabrina Raffaghello Arte Contemporeanea Via Gorani 7 – 345.0064190 lunedì-venerdì 11-19 e su appuntamento www.sabrinaraffaghello.com info@sabrinaraffaghello.com Come arrivare: MM1/MM3 Duomo, MM1 Cairoli/Cordusio Tram 2, 3, 12, 14, 19, 24, 27 – Bus 50, 58

Norma Picciotto Riproducetevi e moltiplicatevi

L’acqua nella sua trasparenza, nel suo essere senza forma e sapore riesce ad attirare le attenzioni di artisti e fotografi. Norma Picciotto approccia l’elemento con sguardo critico. Il fotografo assume il punto di vista di un’umanità chiamata ad affrontare la sfida più importante per il futuro: come reperire l’acqua. Che fare quando la risorsa vitale e primordiale per eccellenza inizia a scarseggiare? Lo spirito critico passa attraverso la fotografia, si riveste di poesia, si nutre delle più recenti informazioni e scoperte in ambito tecnico e idrico. Ne nascono immagini dove sono rappresentate tutte quelle forme che dall’acqua traggono vita e che grazie al mare e alle nuove tecnologie applicate dall’uomo, potranno continuare a farlo battendo sul nascere una possibile guerra per l’acqua.

8/15 ottobre inaugurazione: 8 ottobre h 19 Galleria Seven Re Via Pietro Borsieri 29 – 02.89096942 335.5425472 15-19.30 www.normapicciotto.com norma.picciotto@gmail.com Come arrivare: MM3 Zara MM5 Isola

82

83


Raoul Iacometti

Lan Gao, Crudi

spazio cairoli AA.VV. Obiettivo Lampedusa

Obiettivo Lampedusa. Tre fotografi d'eccezione, Alvise Alessandro Crovato, Raoul Iacometti, e Francesco Rocco, raccontano la vera Lampedusa, quella del sole, del mare, della vita, della gente che la abita. Tre professionisti volutamente scelti nel nord Italia, mai stati a Lampedusa, perché le emozioni potessero fluire libere attraverso i loro obiettivi e arrivare a chi guarda queste immagini inedite, dal sapore unico, con la forza di chi vive per la prima volta la bellezza di quest'isola magica. Un progetto ricco e appassionato quello di Monica Olivero, realizzato per mostrare la verità di Lampedusa con occhi limpidi, senza preconcetti né sovrastrutture. La mostra è accompagnata da un libro, pubblicato da Silvana Editoriale, che potrà essere acquistato anche in galleria: parte del ricavato sarà devoluto a Lampedusa.

a cura di Monica Olivero

25 ottobre/8 novembre inaugurazione: 27 ottobre h 18.30 Spazio Cairoli Vicolo San Giovanni sul Muro 5 (angolo Via S. Giovanni sul Muro) – 02.72994776 lunedì-venerdì 10-14/16-19 sabato e domenica 10-18 www.spaziocairoli.com reception@spaziocairoli.com lampedusablog@gmail.com lamialampedusa.blogspot.it Come arrivare: MM1 Cairoli, MM1 e MM2 Cadorna Tram 1, 4, 16, 27, Bus 50, 57, 61

84

Spazio Mantegna AA.VV allieve e allievi dell’Accademia di Belle Arti di Brera della docente Mena Stelitano Cibo naturale come multiplo necessario

Dato un argomento, si sviluppa un filone. La docente di grafica Mena Stelitano ha affidato ai suoi allievi il tema della moltiplicazione del cibo in maniera naturale, una tematica volta a sensibilizzare ed educare sull’argomento anche studiando discipline in apparenza lontane da noi, come le teorie del botanico e filosofo giapponese Masanobu Fukoka. Dalle teorie si generano le immagini, si moltiplicano le vedute del cibo e si accresce la sua presenza. Le opere d’arte germinano come fossero semi.

23 ottobre/3 novembre inaugurazione: 23 ottobre h 18.30 Spazio Mantegna Associazione Culturale Via Piero della Francesca 4/7 – 339.61399586 lunedì-sabato 15-19 su appuntamento www.lauradifazio.it spaziomantegna@gmail.com Come arrivare: MM5 Gerusalemme – Tram 12 – Bus 37, 43, 57

85


Dalla serie ‘Dove il cielo è più vicino’

SPAZIO PORPORA

Spazio Oberdan Moira Ricci Capitale terreno

Moira Ricci si addentra nei territori della civiltà contadina. Lo fa con uno stile inconfondibile, leggero come un passo in punta di piedi eppure forte come un pugno ben assestato, forte come solo un ricordo del passato tornato nel presente sa essere. Il suo lavoro si compone di due serie fotografiche: Da buio a buio, dove anima personaggi appartenenti al mondo e al folklore contadino; Dove il cielo è più vicino, racconto fotografico e non di territori sempre meno ritenuti capitali dell’uomo, sempre più abbandonati. La mostra si inserisce all’interno del progetto “Dal territorio alla terra. Progetto per un museo di fotografia diffuso” e anticipa la nuova identità che presto il Museo di Fotografia Contemporanea adotterà.

a cura di Emanuela De Cecco mostra ideata e realizzata dal Museo di Fotografia Contemporanea fino all'11 ottobre Spazio Oberdan V.le Vittorio Veneto 2 – 02.77406302/6381 martedì-venerdì 12-19.30, sabato e domenica 10-19.30 www.cittametropolitana.milano.it/cultura Come arrivare: MM1 Porta Venezia – Tram 9

86

Luigi Lazzaro Mancanze

Il linguaggio proprio di Luigi Lazzaro è l’immagine panoramica, una fotografia lunga e stretta che ben si presta ad accogliere vita ed elementi…Oppure adatta a raccontare il vuoto, l’assenza, la mancanza. Più si teme qualcosa, più la si ricerca quasi ossessivamente. È in quest’ottica che Lazzaro ha scelto di guardare al mondo, attraverso uno sguardo interiore ampio quanto basta per raccogliere l’ingombro delle assenze, siano esse urbane, emotive, esistenziali: laghi svuotati, ambienti sterili, città deserte e fugacità del tempo umano.

21/26 settembre inaugurazione: 23 settembre h 18 Spazio Porpora Via Porpora 16 – 335.6185927 lunedì-sabato 15.30-19.30 www.spazioporpora.it you@spazioporpora.it Come arrivare: MM1 e MM2 Loreto

87


Pettegola controluce

Orlando: the Origin III

SPAZIO PORPORA Marco Ronconi Impressioni Naturali

Le fotografie di Marco Ronconi e la sua visione sono permeate da un’atmosfera ovattata. Paesaggi naturali abitati da animali, le sue non sono meramente fotografie naturalistiche, sono visioni rubate alle stagioni, immagini dai profili abbozzati e forme sinuose che si stagliano su superfici ampie. Il suo sguardo si concentra su frammenti di una realtà naturale che nel suo essere piccola è potente.

26 ottobre/2 novembre inaugurazione: 27 ottobre h 18 Spazio Porpora Via Porpora 16 – 335.6185927 lunedì-sabato 15.30-19.30 www.spazioporpora.it you@spazioporpora.it

Spazio Raw Orlando Myxx The Origin

Un progetto fotografico che narra, esplora e mostra l’identità di genere, ambito di studio prescelto dal fotografo Orlando Myxx. Snodandosi tra il percorso personale e quello sociale, questo progetto fotografico viaggia su un doppio binario: Maschilità XX nel quale poesia e fotografia si accompagnano; Orlando: the Origin che mescola fotografia a videoproiezione.

a cura di Anna Mola 15/26 settembre inaugurazione: 15 settembre h 18.30 Spazio RAW Corso di Porta Ticinese 69 – 02.49436719 lunedì-sabato 15-19.30 www.spazioraw.it info@spazioraw.it

Come arrivare: MM1 e MM2 Loreto

Come arrivare: MM2 S.Ambrogio – Tram 2, 3,14,15 – Bus 94

88

89


Giovanni Tamanza, Quartiere Adriano, 2015

Spazio Raw Zoe Vincenti Invisible Mothers

Le madri invisibili del titolo di questa mostra sono le donne marocchine che concepiscono un figlio fuori dal matrimonio, spesso non per loro scelta. La legge in Marocco è fortemente discriminante nei loro confronti e queste donne vengono di fatto escluse da tutti, società e famiglia. Zoe Vincenti ha da qualche anno scelto di dedicarsi al reportage incentrato sulle tematiche sociali ed è così riuscita a aprire uno squarcio su una realtà ignorata dai più.

1/18 ottobre inaugurazione: 30 settembre h 19 Spazio RAW Corso di Porta Ticinese 69 – 02.49436719 lunedì-sabato 15-19.30 www.spazioraw.it info@spazioraw.it

Spazio Raw AA.VV. Milano Street Photography

Per chi ama catturare attimi di strada, di vita o di cambiamento, Milano è il paesaggio ideale. Un libro dai molteplici racconti, Milano ha una pagina adatta a chiunque desideri leggere e creare la sua storia. In questa mostra collettiva un gruppo di fotografi si cimenta nel focalizzare l’attenzione sui numerosi spaccati di questa metropoli fatta di tradizione e innovazione, di relazione e osservazione.

a cura di Sara Munari e Matteo Deiana 23 ottobre/15 novembre inaugurazione: 22 ottobre h 19 Spazio RAW Corso di Porta Ticinese 69 – 02.49436719 lunedì-sabato 15-19.30 www.spazioraw.it info@spazioraw.it

Come arrivare: MM2 S.Ambrogio – Tram 2, 3,14,15 – Bus 94

Come arrivare: MM2 S.Ambrogio – Tram 2, 3,14,15 – Bus 94

90

91


Labirinti

Spazio Tadini Norman Douglas Pensa Introspection

Per uno scozzese le colline e i paesaggi rappresentano un elemento vitale. Nell’occhio del fotografo paesaggio e corpo femminile si fondono trovando corrispondenza e andando a rappresentare l’interiorità. Tuttavia le fotografie di Pensa non si esauriscono in una forma armoniosa né hanno nulla di puramente estetico o di facile interpretazione. Sono immagini surreali, a volte concettuali, che ben si prestano al gioco dell’indagine e della risoluzione.

a cura di Fortunato d’Amico 10/31 ottobre inaugurazione: 10 ottobre h 18.30 Spazio Tadini Via Niccolò Jommelli 24 – 02.26829749 martedì-sabato 15.30-19 o su appuntamento

Spazio Tadini David Hiscock e altri autori internazionali Danny Pope – The printer’s eye

Dietro un grande fotografo c’è un grande stampatore. I fotografi possono percorrere due strade: imparare l’arte (ma soprattutto l’artigianato) della stampa oppure trovare uno stampatore. Che in epoca analogica doveva essere bravo davvero, in grado di capire quanto il nero dovesse essere nero, quanto bianco lasciare, quanti grigi conoscere e quanto colore dosare. Danny Pope è stato uno di quei grandi stampatori, perfezionista e studioso della materia. Diventato parte integrante della Magnum, lavorando tra Milano e Londra è stato al servizio di fotografi di fama internazionale, interpretando le loro infinite gradazioni. La mostra, oltre a contenere un archivio di fotografie realizzate da nomi del calibro di Hiscock, è un viaggio attraverso le mutazioni e le tecniche di stampa degli ultimi decenni.

28 ottobre/14 novembre inaugurazione: 28 ottobre h 18.30 Spazio Tadini Via Niccolò Jommelli 24 – 02.26829749 martedì-sabato 15.30-19 o su appuntamento www.spaziotadini.com ms@spaziotadini.it

www.spaziotadini.com ms@spaziotadini.it

Come arrivare: MM1 e MM2 Loreto, MM2 Piola – Bus 81,62

Come arrivare: MM1 e MM2 Loreto, MM2 Piola – Bus 62, 81

92

93


Spazio Tadini Paolo Maggiani SpectraFire

Paolo Maggiani è un fotografo che nella sua carriera artistica ha sempre dato largo spazio alla luce, elemento primo e primordiale per la fotografia. Dalla luce naturale che nasce e sparisce con il ritmo del sole quotidiano sino alla casualità della luce quando, libera di (s)correre, crea giochi, scie, movimenti e si palesa quasi con un corpo fisico. Con tecnica e sensibilità il fotografo si pone a servizio e ricerca di questo corpo luminoso e ce lo restituisce in questa mostra.

28 ottobre/14 novembre inaugurazione: 28 ottobre h 18.30 Spazio Tadini Via Niccolò Jommelli 24 – 02.26829749 martedì-sabato 15.30-19 o su appuntamento www.spaziotadini.com ms@spaziotadini.it

Spazio Tadini Daniele Cametti Aspri Extra-ordinario a Km 0

Daniele Cametti Aspri guarda al reale con occhio distaccato ma allo stesso tempo coinvolto. Consapevole che il quotidiano viene percepito come noioso e che sul circostante cala un velo di invisibilità, Cametti Aspri solleva questa coltre nebulosa e scatta fotografie che permettono di illuminare il territorio, le città gli spazi, i palazzi, i paesaggi, l’insolito (ma anche il solito, perché no?) che troviamo accanto a noi. Come un famoso film insegna, ogni tanto bisogna saper cambiare prospettiva. In mostra estratti da: Uncommon Ostia, American Dream, Lungo il mare e Dark Cities Milano.

a cura di Federicapaola Capecchi 28 ottobre/14 novembre inaugurazione: 28 ottobre h 18.30 Spazio Tadini Via Niccolò Jommelli 24 – 02.26829749 martedì-sabato 15.30-19 o su appuntamento www.spaziotadini.com ms@spaziotadini.it

Come arrivare: MM1 e MM2 Loreto, MM2 Piola – Bus 81,62

Come arrivare: MM1 e MM2 Loreto, MM2 Piola – Bus 81,62

94

95


Last

SpazioFarini6 Virginio Favale Alone

Il lavoro fotografico di Virginio Favale, proveniente dalla serie Tokyo 365, si compone di fotografie in movimento, poetiche e sospese, che si incentrano sull’individuo nella metropoli. La città di indagine è Tokyo, una metropoli nota per la sua spersonalizzazione, in un paese dove l’individuo ha valore in quanto parte di una comunità. Ecco che le fotografie di Favale fermano questi volti, il soggetto diventa eterno e il caos metropolitano diventa solo sfondo. Emozioni, visioni, frammenti e attimi che sono accomunati solo dallo scorrere e arrestarsi a intermittenza del tempo.

a cura di Luca Rondoni 23 settembre/23 ottobre inaugurazione: 22 settembre h 18.30 SPAZIOFARINI6 Via Farini 6 – 02.62086626 martedì-venerdì 16-19 www.spaziofarini6.com info@spaziofarini6.com

SpazioFarini6 ThyMournia Forgotten

ThyMournia è un giovane fotografo e poeta iraniano e Forgotten è la prima mostra in Italia allo Spaziofarini6. Nelle sue fotografie poesia e arte oltrepassano l’una i confini dell’altra. I bianchi e neri della serie Forgotten sono versi poetici, labili e malinconici, rievocano atmosfere fumose, oniriche, letterarie e misteriose. Sono versi di ricordi pronti a riaffiorare dal passato e a prendere forma plasmandosi grazie alla realtà incontrata.

23 settembre/23 ottobre inaugurazione: 22 settembre h 18.30 SPAZIOFARINI6 Via Farini 6 – 02.62086626 martedì-venerdì 16-19 o su appuntamento www.spaziofarini6.com info@spaziofarini6.com Come arrivare: MM2, MM5 e Passante Ferroviario Garibaldi Tram 2, 4, 12, 14, 33 – Bus 37, 94

Come arrivare: MM2, MM5 e Passante ferroviario Garibaldi Tram 2, 4,12, 14, 33 – Bus 37, 94

96

97


Maschera, 1990 circa

Spaziotemporaneo Enrico Cattaneo Quali maschere?

Nella poetica di Enrico Cattaneo l’attenzione per il mondo apparentemente inanimato sfocia in elaborazioni dove oggetti d’uso comune sono trasfigurati dall’accuratissima composizione degli still life. Quelli che alle persone comuni sembrano solo lattine schiacciate dalla automobili, coperchi che un tempo proteggevano bidoncini di vernice, pezzi di lamiera smangiati dalle ossidazioni, posti al centro di quel piccolo teatro delle meraviglie che è la postazione da still life del fotografo si trasformano. Davanti ai nostri occhi meravigliati, mentre la luce vi scivola sopra impigliandosi fra i grumi di ruggine, compaiono le espressioni antropomorfe di volti corrucciati, minacciosi, sorridenti, di maschere che si librano nel vuoto e a cui la pregevolissima stampa in bianconero conferisce una bellezza rara.

23 ottobre/3 novembre inaugurazione: 22 ottobre h 18 Spaziotemporaneo Via Solferino 56 – 02.6598056 martedì-sabato 16-19 www.galleriaspaziotemporaneo.it spaziotemporaneo@tiscali.it Come arrivare: MM2 Moscova – Bus 94

98

Spaziotemporaneo Laura Ferrari Quali maschere?

Laura Ferrari conosce il modo in cui la fotografia ha affrontato il tema della maschera con esiti affascinanti – quelle dietro cui si nascondeva Francesca Woodman o quelle dei ritratti tribali in Nuova Guinea di Irving Penn – ma ha preferito indagare in una direzione completamente diversa. Sospese nel vuoto, circondate da uno spazio scuro da cui emergono con un effetto che sa di magia, le sue maschere alludono a identità enigmatiche caratterizzate da raggi di luce che ne sottolineano le fattezze. Pur usando una composizione attenta e un uso sapiente della luce, Laura Ferrari va oltre il realismo descrittivo per accompagnarci in un sorprendente viaggio interiore che indaga nel profondo e, come la psicanalisi, scopre un mondo stupefacente da cui farsi incantare.

23 ottobre/3 novembre inaugurazione: 22 ottobre h 18 Spaziotemporaneo Via Solferino 56 – 02.6598056 martedì-sabato 16-19 www.galleriaspaziotemporaneo.it spaziotemporaneo@tiscali.it Come arrivare: MM2 Moscova – Bus 94

99


Fluid Symbiodies Venice

STUDIO CERNIGLIARO Elena Tagliapietra Symbiodies

Con la serie Symbiodies Elena Tagliapietra presenta un viaggio per il mondo dove un paesaggio fortemente connotato dalla presenza architettonica dell’uomo entra in simbiosi con il corpo stesso, anch’esso modificato nei colori, dell’essere umano. In un dialogo tra uomo e ambiente creato dall’uomo si giocano così rimandi, contrasti, similitudini cromatiche e di volumi.

19/29 ottobre inaugurazione: 19 ottobre h 18.30 finissage: 29 ottobre h 18.30 Studio Cernigliaro Via Melzo 9 – 349.5939305 lunedi-venerdi 9-13/14-18.30

Teatro dell'Elfo Laila Pozzo Breakaleg

Laila Pozzo si muove tra le assi del palcoscenico del Teatro Elfo Puccini, teatro che ha visto nascere il suo progetto che prende il nome dal motto inglese “Break a leg!”: una sorta di augurio di buona fortuna che si dice tra teatranti nei paesi anglosassoni. Nei suoi ritratti compaiono tutti gli attori che hanno animato la passata stagione teatrale. Attori e personaggi posano insieme davanti all’obbiettivo, fusi nella stessa persona, fuori dal palcoscenico ma all’interno di un’opera che sa essere anche vita.

21 ottobre/4 novembre inaugurazione: 21 ottobre h 18.30 Teatro Elfo Puccini Corso Buenos Aires 33 – 02.660606 martedì-sabato dalle 19, domenica dalle 14.30 www.elfo.org biglietteria@elfo.org

www.elenatagliapietra.it elenatagliapietrart@gmail.com

Come arrivare: MM1 Lima – Passante ferroviario Porta Venezia Tram 5, 33 – Bus 60, 81

Come arrivare: MM1 e Passante Ferroviario Porta Venezia Tram 9

100

101


Pierre Pellegrini, Luce d’inverno

Twenty14 contemporary Miho Kajioka “And, where the peacocks go?”

Miho Kajioka, giapponese cresciuta artisticamente tra gli Stati Uniti e il Canada, si pone una domanda molto simile a quella del giovane Holden: se lui si chiedeva che fine facessero le anatre di Central Park al ghiacciarsi del lago, Kajioka si chiede che fine avessero fatto i pavoni liberati nella zona di evacuazione attorno a Fukushima dopo il recente disastro. Si immagina uno scenario surreale, deserto ma abitato da splendidi esseri che nulla hanno a che vedere con quanto accaduto, creando così una visione a doppio strato che la fotografa conserverà anche per tutti i suoi lavori successivi. Le fotografie di questa mostra sembrano provenire dal mondo pittorico giapponese ma anche da un altro tempo e da un’altra dimensione.

1 ottobre/17 novembre inaugurazione: 24 settembre h 18.30 Twenty14 Contemporary Piazza Mentana 7 – 02.49752406 martedì-sabato 11-19.30 www.twenty14contemporary.com twenty14contemporary@gmail.com Come arrivare: MM1 Duomo/Cordusio – Tram 14

102

VALERIA BELLA AA.VV. DiversaMente

Quattro fotografi, quattro stili, quattro visioni, quattro mondi. Giuseppe Mastromatteo, Bruno Cattani, Pierre Pellegrini e Umberto Agnello. Recarsi alla galleria Valeria Bella significherà avventurarsi in un mondo popolato da volti e figure umane surreali e di confine, mutati dal mezzo digitale, proiettati nel futuro; confrontarsi con memorie senza tempo dal gusto famigliare e tradizionale, dolce e amaro, conosciuto ma nostalgico; farsi incantare da paesaggi specchio d’anima, perfetti e imponenti nella loro lineare semplicità; cercare le similitudini tra architetture e cibi, tra il cemento e l’organico a confronto nella loro rappresentazione grafica e estetica.

23 settembre/16 ottobre inaugurazione a inviti 22 settembre h 18.30 Valeria Bella Via Santa Cecilia 2, ingresso da Via San Damiano 02.76004413 martedì-sabato 10-19, lunedì 15-19 www.valeriabella.com photo@valeriabella.com Come arrivare: MM1 San Babila – Bus 50, 94

103


FUORI città

Gianni Maffi, Chichicastenango

Gianni Berengo Gardin

Cascina Grande AA.VV. CIBO&CIBO

Ermanno Barchiesi, Francesco Cito, Luca Cortese, Lucia Covi, Giani Maffi, Fausto Meli, Pino Ninfa, Stefano Parisi, Graziano Perotti, Paola Salvioni, Pio Tarantini, Roberto Toja e Daniele Vita sono fotografi dai differenti background: reportage di viaggio, guerra, etnografico e sociale, fotografie di scena o di architettura. Questa mostra li unisce sotto uno stesso comune intento, quello che anima la Milano dell’Expo: confrontarsi sul tema del cibo. Forti delle loro personalità e dei loro differenti approcci al mezzo fotografico, gli autori restituiscono, ciascuno secondo il proprio stilema, immagini e declinazioni del tema cibo.

17 ottobre/14 novembre inaugurazione: 17 ottobre h 16 Centro Culturale Cascina Grande Via Togliatti, Rozzano – 02.89225931 lunedì e sabato 9-18, martedì-venerdì 10-20 www.cascinagrande.it biblioteca@comune.rozzano.mi.it Come arrivare: Tram 15 – Bus 220 (dal capolinea del 15)

104

Cascina Roma AA.VV. Sui binari del tempo 19 settembre /18 ottobre inaugurazione: 19 settembre h 18 Cascina Roma Via delle Arti 2, San Donato Milanese - 02.52772409 lunedì-sabato 9.30-12.30/14.30-18.30, domenica 10-12.30/16.30-19 i.pontarini@comune.sandonatomilanese.mi.it Come arrivare: MM3 San Donato – Bus 130, 132

105

Il primo schermo cinematografico che si conosce, a ben pensarci, è il finestrino del treno. I protagonisti di questo film sono i passeggeri, sono le stazioni, le storie, gli addii e i ritorni, sono i treni e i binari stessi. Berengo Gardin, narratore della poesia quotidiana, è capofila di questo folto gruppo di fotografi che dai binari si dirama, ciascuno di loro raccontando una storia diversa che segue il filo conduttore del binario.


Onda sonora

Paesaggi del Ticino, Torre d’Isola

Circolo Fotografico Cizanum Barbara Miele Suoni di luce

Suoni di luce non è un ossimoro ma un’unione: quella della scrittura di luce (la fotografia) con la matericità degli strumenti musicali. La finalità è quella di rappresentare iconograficamente l’armonia del suono musicale e Barbara Miele ben ci riesce: all’interno della Scuola Civica di Liuteria di Milano esplora le forme e le dimensioni degli strumenti che da materiale grezzo in divenire si trasformano in opera d’arte la cui bellezza è solo preludio di ciò che verrà creato dopo.

4/18 ottobre inaugurazione: 4 ottobre h 11.15 Villa Marazzi – Circolo Fotografico Cizanum Via Dante 47, Cesano Boscone – 339.1392457 venerdì 17-19, sabato-domenica 10.30-12.30/17-19 www.cizanum.org cizanum@gmail.com

Civica Fototeca Sesto SAN GIOVANNI Erminio Annunzi …di boschi, di acqua, di terra

La fotografia di paesaggio può conoscere nuove declinazioni? La risposta è sì, indipendentemente dal mezzo fotografico. Erminio Annunzi è un fotografo con una padronanza della tecnica che ha pochi pari, assiduo frequentatore della pellicola in bianco e nero, convinto che si possano fare grandi cose con pochi mezzi e senza allontanarsi troppo da dove si vive. Le fotografie in mostra sono tutte realizzate a pochi chilometri da Milano, all’interno del Parco del Ticino, dove il fotografo si è avventurato a più riprese restituendo un paesaggio essenziale e allo stesso tempo ricco. Reale ma onirico, grazie alla costante presenza di acqua e nebbia che insieme si fondono esplorando tutte le gradazioni che dal bianco portano al nero.

17 ottobre/7 novembre inaugurazione: 17 ottobre h 17 Civica Fototeca Città di Sesto San Giovanni “Tranquillo Casiraghi” – Galleria FIAF S Via Dante 6, Sesto San Giovanni – 02.36574350/42/45/24 martedì-venerdì 10.30-18, sabato 10.30-17.45 chiuso il lunedì fototeca.sesto@csbno.net

Come arrivare: MM1 Bisceglie – Bus 72

Come arrivare: MM1 Sesto Rondò

106

107


Galleria Cart Pina Inferrera Echi di Normandia

La ricerca di Pina Inferrera si concentra sul rapporto uomo-natura, una relazione che per contrasto o per analogia, per armonia o per eccesso, è stata indagata fin dagli albori della civiltà. I suoi scatti, concentrati sugli elementi incontrati in Normandia, sono una fusione di cielo e terra, di legno e di verde. Non restituiscono un semplice paesaggio naturale, ma una poesia degli elementi che condivide la sua espressività anche con le suggestioni pittoriche e poetiche.

19 settembre/31 ottobre inaugurazione: 19 settembre h 18.30 GalleriaCart Via Sirtori 7, Monza – 039.329101 / 334.8520320 martedì-sabato 15.30-19.30 www.galleriacart.com info@galleriacart.com

MUSEO DI FOTOGRAFIA CONTEMPORANEA Collettivo Cesura Cambia_Menti. Quattro storie contemporanee

Cambia_Menti è una mostra che racconta con le immagini l’effetto farfalla: lo fa spiegando quanto il singolo individuo possa realizzare per la realtà che lo circonda. Quattro storie che partendo da diversità (e difficoltà) riconosciute fondano su di esse la propria forza creando un cambiamento per la collettività: quattro percorsi che per strade diverse giungono alla stessa meta raccontando di integrazione, territorio, buona politica, tecnologia, successo femminile, qualità della vita, rinascita ma soprattutto raccontando di forza e determinazione.

a cura di Roberta Valtorta e Diletta Zannelli 20 settembre/31 gennaio inaugurazione: 19 settembre h 18 Museo di Fotografia Contemporanea via Frova 10, Cinisello Balsamo – 02.6605661 mercoledì-venerdì 15-19, sabato e domenica 11-19 www.mufuoco.com info@mufuoco.org

Come arrivare: Stazione FS Monza

Come arrivare: MM5 Bignami - Tram 31

108

109


Sahara

SERRONE DELLA VILLA REALE Kazuyoshi Nomachi Nomachi. Le vie dell’anima

Il fotografo giapponese Kazuyoshi Nomachi in quasi 50 anni di attività ha fatto della sacralità il suo più grande progetto fotografico. Dall’età di 25 anni a oggi le sue fotografie hanno indagato diverse culture, dall’Asia buddhista all’Africa più aspra, dall’Etiopia all’Islam passando attraverso il Nilo e il Sahara. Il filo conduttore del suo lavoro è sempre stato il rapporto con la preghiera e la ricerca della sacralità nella vita quotidiana, anche in rapporto alla sopravvivenza in territori insidiosi. Le vie dell’anima raccoglie storie di uomini e di mondi, di spazi e forza, storie illuminate dalla spiritualità insita in ogni esistenza.

fino all’8 novembre Reggia di Monza – Serrone della Villa Reale Viale Brianza 1, Monza – 02.89096942 martedì-domenica 10-19, venerdì 10-22 www.mostranomachi.eu Come arrivare: Navetta dalla Stazione FS di Monza

Villa Visconti d'Aragona Antonio Grassi La 25ma Ora

La 25ma ora è quello spazio mentale privato, inesistente ma presente, dove tutto può succedere e dove qualsiasi dimensione può farsi largo. È questo che la 25ma ora rappresenta per Antonio Grassi, un luogo privato dell’io dove dare forma a sentimenti e stati d’animo legati agli eventi della vita. Di questo spazio segreto ci arrivano frammenti fotografici, quasi fossero finestre astratte alle quali affacciarsi per avere testimonianza di un mondo a parte.

10/18 ottobre inaugurazione: 10 ottobre h 18 Sala Conferenze Villa Visconti D’Aragona Via Dante 6, Sesto San Giovanni 02.36574350/42/45/24 lunedì-venerdì 15-18, sabato-domenica 10-12.30/15-18 fototeca.sesto@csbno.net Come arrivare: MM1 Sesto Rondò

110

111


Giuliano Cingoli / La separazione delle cotture Expo Gate - Largo Cairoli

Luigi Lazzaro / Mancanze Spazio Porpora

87

dal 30 SETTEMBRE

19

Federico Terni / !POPERFECT! ARTEPASSANTE

dal 22 SETTEMBRE

Emanuele Minetti / Milano: la città invisibile ARTEPASSANTE

42

Giuliano Ferrari / Grand Tour Palazzo Turati

66 90

dal 15 SETTEMBRE

Gianni Berengo Gardin / Paesaggi di Riso Cluster Riso - Expo 2015 Irene Kung / Il giardino delle meraviglie Cluster Frutta e Legumi - Expo 2015 Joel Meyerowitz / Il pane del mondo Cluster Cereali e Tuberi - Expo 2015 Martin Parr / Oops…chocolate! Cluster Cacao e Cioccolato - Expo 2015 Sebastião Salgado Cluster Caffè - Expo 2015

20 21 22

Massimo Allegro / Milano. Sguardi di solidarietà Croce Rossa Italiana - Comitato Provinciale di Milano 54 Giuseppe Corbetta / Forme d'acqua Foto Ottica Giovenziana

Alessandra Sanguinetti / Tre oceani, storie di isole Cluster Isole, Mare e Cibo - Expo 2015 23

Paolo Bongianino / Arbor, arboris. Omaggio all'albero della vita M4A Made4Art

Ferdinando Scianna / Mediterraneo, un mare di storie Cluster Biomediterraneo - Expo 2015

Paolo Manusardi / Alfa Romeo "il Portello abbandonato" Manusardi ArtPhotoStudio

24

41

58

72

74

George Steinmetz / In volo sui deserti Cluster Zone Aride - Expo 2015

25

Alex Webb / La Via delle Spezie Cluster Spezie - Expo 2015

Daniele Pennati / Sul corridoio. Territori europei alla prova dell'alta velocità Associazione Culturale Polifemo

26

Orlando Myxx / The Origin Spazio RAW

Tomasz Tomaszewski / Overwhelmed by the Atmosphere of Kindness. Podlaskie Hungry Eyes - Area 35

37

dal 16 SETTEMBRE

Marco Moggio / Milano. Exposizioni Urbane Galleria Four Points by Sheraton Milano Center

60

Guido Bartoli / In viaggio IIF WALL

80 89

68

Fotografia Futurista Galleria Carla Sozzani

61

dal 19 SETTEMBRE

Jessica Tradati / Nepal, oltre il terremoto Galleria Studio Gabelli

65

Mauro Colella / Cappadocia, un mondo a parte Biblioteca Dergano-Bovisa

Edward Burtynsky Palazzo della Ragione fotografia

77

AA.VV. / Sui Binari del tempo Cascina Roma San Donato

105

78

Pina Inferrera / Echi di Normandia Galleria Cart - Monza

108

Collettivo Cesura / Cambia_Menti. Quattro storie contemporanee Museo di Fotografia Contemporanea Cinisello Balsamo

109

Pietro Collini / Going Home Photo Discount Moira Ricci / Capitale terreno Spazio Oberdan

86

Kazuyoshi Nomachi / Nomachi. Le vie dell'anima Reggia di Monza - Serrone della Villa Reale 110

15

Gianni Rizzotti / Shapes in action Studio Fotografico Gianni Rizzotti

Gianluigi Di Napoli / Nel cuore di Saltimbanco Palazzo Turati

16

Zoe Vincenti / Invisible Mothers Spazio RAW

Vania Broccoli / Hic Sunt Leones Palazzo Turati

17

dal 1 OTTOBRE

AA.VV. / Dietro la cortina di ferro - 20 anni in bianco e nero Galleria Centro Ceco

62

Nino Lo Duca / Artisti visti da un artista ed altro Galleria Scoglio di Quarto 64 Fabio Maggi / DC9 IH870 - Ustica: una guerra mai dichiarata Istituto Italiano di Fotografia

69

David McEnery / Smiling Food Ponti x l'Arte

81

Virginio Favale / Alone SPAZIOFARINI6

96

ThyMournia / Forgotten SPAZIOFARINI6

97

dal 23 SETTEMBRE 47

dal 21 SETTEMBRE

AA.VV. / Il Diaframma 1967-1996: una storia italiana Palazzo Giureconsulti 14

Marco Palmieri / Standing on the beach Galleria Antonia Jannone AA.VV. / DiversaMente Valeria Bella

63 103

dal 24 SETTEMBRE

Giuliano Leone / Stepping Alive Hoepli - Libreria Internazionale

55

Joel Meyerowitz / Taking my time Hungry Eyes - Area 35

38

Mario Cresci / In bilico nel tempo Artcurial - Palazzo Crespi

39

Guido Alimento / Melodie della natura. Guido Alimento tra immagine e musica Made4Art

73

Franco Fontana / Absolute Sabrina Raffaghello Arte Contemporanea

82

Miho Kajioka / "And, where the peacocks go?" Twenty14 Contemporary

102

dal 2 OTTOBRE

AA.VV. dell'Istituto Italiano di Fotografia / GuardaMI. Volti e storie della città verso l'EXPO ARTEPASSANTE 43 dal 3 OTTOBRE

AA.VV. / Il violino, un’arte PhotoDiscount

79

dal 4 OTTOBRE 70

Barbara Miele / Suoni di luce Villa Marazzi - Circolo Fotografico Cizanum

dal 29 SETTEMBRE

dal 5 OTTOBRE

Laura Rizzi e Cristina Fiorentini / Milano Insolita Biblioteca Valvassori Peroni 49

Arnaldo Chierichetti / La città che cambia Palazzo Bovara Circolo Fotografico Milanese / Live Expo 2015 ChiAmaMilano

106

8 52

indice delle mostre

indice delle mostre

51

18

AA.VV. studenti e studentesse dell'Itsos Albe Steiner di Miano / Identità Mente ARTEPASSANTE 40

Maja Galli / Expo prima e dopo ChiAmaMilano Negozio Civico

mostre inaugurate prima del 15 SETTEMBRE


Fabio Zonta / Atomismo Palazzo Castiglioni Corrado Pastore / Fuori dall'ombra e nel tempo Palazzo Castiglioni

dal 14 OTTOBRE 9 10

AA.VV. / "Chiuso per crisi-Save the bees" Panorami contemporanei 2015 Palazzo Castiglioni

11

Giuseppe Pisacane / Il sapore delle immagini Palazzo Castiglioni

12

AA.VV. / Donne Elettriche - luce nutrimento energia Palazzo Castiglioni 13

AA.VV. / Wildlife Photographer of the Year Fondazione Museo Luciana Matalon

Enrico Pozzoli / Mare e spazio interiore Minozzi Antichità

Nino Migliori / La morte della natura PHOTOSHOW - Superstudio Più

28

Ekatherina Savtchenko / Dance with the earth MYMICROGALLERY

75

Francesca Moscheni / I dodici apostoli PHOTOSHOW - Superstudio Più

29

dal 25 OTTOBRE

Giovanni Gastel PHOTOSHOW - Superstudio Più

30

AA.VV. / Obiettivo Lampedusa Spazio Cairoli

dal 15 OTTOBRE

Aldo Fallai / Seduction PHOTOSHOW - Superstudio Più

31

dal 26 OTTOBRE

Alessandro Bremec / Borderline Flow ARTEPASSANTE

44

Franco Donaggio / Gli spazi di Morfeo PHOTOSHOW - Superstudio Più

32

Marco Ronconi / Impressioni Naturali Spazio Porpora

Giuseppe Pino / A little bit of…nothing PHOTOSHOW - Superstudio Più

33

dal 28 OTTOBRE

Nicolò Quirico / PhotoParis PHOTOSHOW - Superstudio Più

34

Daniele Cametti Aspri / Dark cities: Paris PHOTOSHOW - Superstudio Più

David Hiscock e altri autori internazionali / Danny Pope - The printer's eye Spazio Tadini

93

35

Paolo Maggiani / SpectraFire Spazio Tadini

94

Daniele Cametti Aspri / Extra-ordinario a Km 0 Spazio Tadini

95

56

AA.VV. / CIBO&CIBO Centro Culturale Cascina Grande - Rozzano

104

Norma Picciotto / Riproducetevi e moltiplicatevi Galleria Seven Re 83

Erminio Annunzi / …di boschi, di acqua, di terra Civica Fototeca - Sesto San Giovanni 107

dal 9 OTTOBRE

dal 19 OTTOBRE

Giulio Crosara / L'equilibrio nascosto della natura nell'artificio della notte milanese City Art Associazione Culturale 53

Luigi Cavagna / Riscoprire un autore Biblioteca Sormani

50

Norman Douglas Pensa / Introspection Spazio Tadini

92

Antonio Grassi / La 25ma Ora Villa Visconti D'Aragona - Sesto San Giovanni

111

dal 13 OTTOBRE

Raffaella Tagliaferri / In Viaggio Associazione Apriti Cielo!

45

Cheese, I fotografi di Image MAG e i loro libri Kasa dei Libri

67

Lorenzo De Simone / Milano passo a passo Hoepli - Libreria Internazionale

71

84

36

46

Marco Ferrari / Reflections La Casa di Vetro

76

Cinzia Susca / Minimali Armonie AD Gallery

Giuseppe Candiani / Protagonisti della fotografia anni '90 Foto Ottica Giovenzana 59

dal 10 OTTOBRE

dal 24 OTTOBRE

57

dal 17 OTTOBRE

dal 8 OTTOBRE

Uliano Lucas / Fotografie Bel Vedere Fotografia

AA.VV. / Corrente e dintorni Fondazione Corrente

dal 23 OTTOBRE

Elena Tagliapietra / Symbiodies Studio Cernigliaro

48 100

dal 21 OTTOBRE

Laila Pozzo / Breakleg Teatro Elfo Puccini

101

dal 22 OTTOBRE

AA.VV. / Milano Street Photography Spazio RAW

91

Enrico Cattaneo / Quali maschere? Spaziotemporaneo

98

Laura Ferrari / Quali maschere? Spaziotemporaneo

99

AA.VV. allieve e allievi dell'Accademia di Belle Arti di Brera della docente Mena Stelitano / Cibo naturale come multiplo necessario Spazio Mantegna 85

88

indice delle mostre

indice delle mostre

dal 6 OTTOBRE


PHOTOFESTIVAL

Un evento di AIF - Associazione Italiana Foto & Digital Imaging Con la collaborazione di Unione Confcommercio Milano, Camera di Commercio Milano Media Partner Aifotoweb.it, Photographers.it Crediamo che ogni giorno nasconda un momento straordinario e che per trovarlo basti guardare il Direzione artistica: Roberto Mutti mondo da un altro punto di vista: così scoprirai chePierluigi la tua vitaMutti è una storia fantastica da raccontare, Coordinamento e segreteria: Testi: Roberto Mutti, Stefania Ciocca nsieme a PhotoSì. Ufficio stampa: Cristina Comelli Grafica: Francesca Todde, Sara Tessari Stampa:oggetti LIFESTYLE.ART Fotolibri, calendari, di design e regalistica. Scopri di più su: www.photosi.com

La tua è una fantastica storia da raccontare.

www.milanophotofestival.it www.facebook.com/milanophotofestivalmilano

YOUR LIFE IS A SHOW

50&Più è il grande Sistema Associativo e di Servizi (nato e cresciuto all’interno di Confcommercio - Imprese per l’Italia) per rispondere alle richieste di consulenza, assistenza e benessere sociale delle persone, attraverso l’opera di 2.200 professionisti e più di 1.000 punti operativi in Italia, tutti al tuo servizio.

• vita associativa • eventi • patronato • assistenza fiscale • turismo • editoria • università • assicurazioni

50&Più Milano Corso Venezia, 47 Tel. 0276013399 mail: enasco.mi@enasco.it

www.50epiu.it/milano


Catalogo Photofestival Milano 2015 Edizione autunnale  

Catalogo Photofestival Milano 2015 Edizione autunnale

Catalogo Photofestival Milano 2015 Edizione autunnale  

Catalogo Photofestival Milano 2015 Edizione autunnale

Advertisement