Page 8

Quaderni di Gruppoanalisi

cura del malessere mentale individuale decide di intervenire nel sociale non può perdere l’occasione di utilizzare la propria competenza per occuparsi del malessere sociale, sebbene questa possibilità sia stata a lungo evitata forse per soggezione o per una sorta di snobismo professionale”. La scelta del mezzo cinematografico come stimolo al confronto e alla riflessione è scaturita dall’analogia tra la funzione che il sogno ha per l’individuo e che il cinema ha per la società. Il sogno attraverso la produzione di immagini, di costruzione di scene, dona voce alle esperienze emotive profonde dell’individuo, a quelle esperienze, cioè, difficili da mentalizzare e di conseguenza da comunicare. Il cinema, attraverso la produzione di sequenze di immagini, cerca allo stesso modo di rendere pensabili e comunicabili questioni squisitamente umane, che riguardano l’individuo, i gruppi e la società. Il cinema e la psicoanalisi, in occasione di questo Workshop, si sono parlati e per farlo hanno cercato un “luogo d’incontro” senza rinunciare ai propri strumenti e al proprio linguaggio che ne caratterizzano la rispettiva specificità. Questo ha permesso di incontrarsi e incontrare il sociale, attraverso la visione dei film e i dibattiti serali aperti alla cittadinanza, come momento di riflessione e stimolo fecondo da riportare nei lavori del Workshop del giorno successivo. Il lavoro nei gruppi esperienziali a conduzione gruppoanalitica ha rappresentato un momento di decantazione ulteriore delle emozioni, permettendo il difficile passaggio dal sentire al pensare, attraverso il confronto con gli altri, la riflessione, il mettersi in gioco, lo sperimentare il proprio e l’altrui modo di affrontare e gestire il conflitto. Ringraziamo i relatori che si sono susseguiti per il loro prezioso contributo; il gruppo di lavoro dei soci Apragi e Coirag che ha pensato e realizzato il Workshop e quanti vi hanno partecipato. Si ringraziano i conduttori dei gruppi: L. Pianarosa, A. Dughera, N. Benedetto, R. Soncini, G. Gallicchio, A. Simonetto, W. Scategni, C. Novero, T. Campagna, E. Pellegrini, A. Mulasso, M. Gianaria. Si ringraziano inoltre i recorder dei gruppi: gli allievi del Training Apragi della Scuola Coirag della Sede di Torino: Paola de Frino, Simone Ioppolo, Valentina Lodi, Viviana Lucà, Chiara Marchetti, Laura Molinar Roet, Manuela Mondino, Maria Piera Mondo, Federica Nespole, Sabrina Olivieri, Sabrina Ramonda, Rosanna Romeo, Gabriella Rosone, Claudia Sola, Evaristo Steffanelli. I soci Apragi Maria Paola Golzio e Ina de Fazio.

8

Quaderni di Gruppoanalisi n.17 - Atti del workshop ATTRAVERSARE LO SCHERMO 2011  

Atti del workshop ATTRAVERSARE LO SCHERMO 2011

Quaderni di Gruppoanalisi n.17 - Atti del workshop ATTRAVERSARE LO SCHERMO 2011  

Atti del workshop ATTRAVERSARE LO SCHERMO 2011

Advertisement