Issuu on Google+


Gennaio 2009

Etruscan Chocohotel: l'hotel paradisiaco per gli amanti della cioccolata! Il cioccolato è uno dei piaceri del palato a cui difficilmente si può rinunciare. Molti considerano il cioccolato la cura contro la tristezza, per altri è l’antidoto contro la malinconia! Tanti mangiano il cioccolato per il semplice appagamento del palato ma, indipendentemente dalle ragioni, è praticamente impossibile trovare qualcuno in grado di rinunciarci!! Sarà a tutto ciò che hanno pensato gli ideatori dell’ Etruscan Chocohotel di Perugia quando hanno deciso di realizzare il paradiso della cioccolata! L’Etruscan Chocohotel è la prima struttura al mondo dedicata al cioccolato! Si tratta di un hotel a tema, unico nel suo genere, di categoria 3 stelle, che si distingue per originalità e cura dei particolari. Ottimamente posizionato consente di raggiungere facilmente le affascinanti cittadine dell’Umbria quali Assisi, Gubbio, Todi, Spello, Spoleto, il Lago Trasimeno, Orvieto e gli altri centri minori. All’Etruscan Chochotel di Perugia tutto è dedicato al cioccolato, a partire dalla hall, dove troverete un fornitissimo chocostore con prodotti di cioccolata da tutto il mondo, artigianali e non: Amedei, Antica Dolciaria Perugina, Catinari, Cuba, De Bondt, De Castro, Dolphin, Domori, Gobino, Maide, Mannori, Rovira, Valrhona, Weiss. Troverete anche numerosi chocogadget tra cui libri, poster, tazze da degustazione e un’assoluta novità, la linea della bellezza: shampoo al cacao, acceleratore abbronzatura al cacao, crema slim al cacao, doposole choco menta, sapone vegetale panetto e al taglio! Inoltre sarà possibile: ammirare una piccola ma preziosa parte della collezione di incarti di cioccolata di Kramsky (simpaticissimi oggetti di cioccolata), degustare una splendida cioccolata in tazza, assaporare le praline fresche e molto altro ancora! L’Etruscan Chocohotel dispone di 94 confortevoli camere, distribuite su tre insoliti piani; anch’essi un inno al cioccolato. I piani si distinguono per nome: Piano al Latte, Piano Gianduia e Piano Fondente. Ogni stanza è dotata di TV, minibar, telefono, asciugacapelli ed aria condizionata ed è decorata con affreschi di ispirazione etrusca. A completare l’arredamento, assolutamente particolare e simpatico, vi è una Chocoscrivania. Anche l’aspetto culinario è particolarmente curato e non abbandona mai il tema dell’albergo: l' Etruscan Chocohotel infatti ospita al suo interno un elegante ristorante che propone oltre al Menu alla Carta, con prodotti tipici umbri e un po’ di fantasia, anche un Menù tutto cacao, dall'antipasto al dessert: il ChocoMenù. L’Etruscan Chochotel di Perugia non lascia nulla al caso e presta molta attenzione anche ai bambini, che sono i primi appassionati di cioccolata; quindi se vi spostate con i vostri piccoli avrete a disposizione scalda biberon, vaschetta per il bagno, pennarelli e matite colorate per i loro disegni e, molto importante, la possibilità di utilizzare la cucina per le pappe. Per i bimbi più grandi anche dei menu dedicati ai piccoli! La scoperta di questo hotel è stata piuttosto casuale, ma per la particolarità della struttura, la cura dei minimi dettagli e soprattutto l’amore per il cioccolato, siamo certi che sarà la nostra prossima tappa. E la vostra?! Buona vacanza…e buon appetito! Marianna Mollica


23 Gennaio 2009


23 Gennaio 2009


Febbraio 2009


16 Febbraio 2009


3 Aprile 2009

Pasqua con chi vuoi, ma anche dove vuoi, vista la miriade di iniziative che abbiamo trovato per quella data. Mancano ancora nove giorni, ma per darvi il tempo di organizzarvi già oggi leggerete di gite, eventi e visite da non perdere. Si parte col cioccolato: all’Hotel Principe di Savoia di Milano domenica 12 i bambini saranno coinvolti in lezioni di pittura di uova pasquali e nella caccia al tesoro di Pasqua organizzata nei giardini dell’albergo, 02.62305555. Pacchetti personalizzati e offerte al famoso Choco Hotel di Perugia, chocohotel.it. Nelle due opzioni fondente e gianduia (mezza pensione e b&b), sono compresi un dolce benvenuto, la colazione pasquale, un omaggio per i bimbi e un pernottamento a soli 0,99 centesimi in un altro hotel della catena. Cena cioccolatosa anche a Villa Edvige Garagnani di Zola Predosa (Bologna): fissata il 9 aprile al costo di 35 euro, è organizzata dall’Accademia della Muffa Nobile e dalla Compagnia del Cioccolato, info 339.7561121. Il prossimo weekend è perfetto per godere dell’ultima neve. Sentierando.it propone un giro con le ciaspole in Val di Vizze, in Alto Adige: ritrovo venerdì 10 in piazzale Lotto alle 6.45 e rientro lunedì 13 in serata, info 320.1963771. Relax, buona cucina e accessi economici alle piste all’Alpe di Mera in Valsesia, con lo snowpark che chiuderà in bellezza la stagione invernale, meraski.com. I panorami montani più belli si vedono salendo sul Trenino Rosso del Bernina, treninorosso.it, ferrovia che scala le vette tra Valtellina e Svizzera partendo da Tirano per arrivare a Pontresina e Saint Moritz con vista spettacolare sul ghiacciaio del Monteratsch e sul gruppo del Bernina. Il Forte di Bard, in Valle d’Aosta, fortedibard.it, dall’8 aprile al 30 agosto ospiterà invece Verso l’alto. L’ascesa come esperienza del sacro, mostra che raccoglie capolavori e documenti per indagare le componenti simboliche, spirituali e antropologiche della montagna. Ci spostiamo al Castello di Belgioioso. Il 12 e 13 aprile si terrà la terza edizione di Belgioioso Fantasy, la più grande manifestazione europea sul Signore degli Anelli: la saga di Tolkien rivivrà attraverso abiti, armi, oggetti, spettacoli, espositori, laboratori, scuole di magia e incantesimi, musica e danze, 0373.278314. Cambiamo costumi d’epoca e ci tuffiamo al Palatexas di Voghera, che ospiterà Scappa dalla città, due giorni nel Wild Wild West per vivere le esperienze dei cowboys mangiando bistecche e fagioli. Se cercate qualcosa di più tranquillo, l’Associazione Culturale Tracce organizza una visita guidata e gratuita alla Chiesa e al Convento di Santa Maria del Lavello di Calolziocorte (Lecco). Ci si ritrova alle 15 nel Chiostro Maggiore, 0341.202069. Nella vicina Gravedona è allestita una profumata mostra delle camelie, info allo 0344.85291. Chiudiamo con le escursioni sui tre principali bacini lombardi: sul sito navigazionelaghi.it si trovano idee per una crociera col vento tra i capelli sul Garda, sul Maggiore e sul Lago di Como.

Il Braccino


Blog Radio Deejay Il Braccino

4 Aprile 2009


17 Aprile 2009 Perugia: Camera matrimoniale a 99 centesimi Scritto da Noemi Montanari

Dopo il successo della campagna "Festeggia il compleanno in albergo con 99 centesimi" dello scorso anno, gli alberghi Etruscan Chocohotel, Hotel Giò Wine e Jazz Area di Perugia propongono una nuova offerta da non perdere per soggiornare presso di loro sempre a soli 99 centesimi, il nome della promozione 2009 è: "E tu ce l'hai il fisico!" Grazie a questa opportunità entrambi gli hotel metteranno a disposizione una camera doppia a 99 centesimi per le coppie la cui differenza di altezza è di 10 centimetri per l'Hotel Giò Wine e Jazz Area oppure di 5 centimetri per Etruscan Chocohotel. Ovviamente per evitare incomprensioni o assurde scene in cui gli ospiti si misurano portandosi il metro da casa verrà considerata valida l'altezza riportata sulla carta d'identità. E se la vostra differenza di altezza non è di 5 o 10 cm? Non disperate, per risparmiare potete ricorrere al vostro numero di scarpa... Infatti entrambi gli Hotel mettono a disposizione 5 camere al giorno il cui prezzo viene stabilito dal numero di scarpa inferiore tra i due componenti della coppia, passiamo ad un esempio pratico: se Lui ha un 44 e lei un 37 verrà scelto il 37 che diventerà il prezzo della vostra camera doppia. Inoltre ogni mese sarà presente una promozione mensile aggiuntiva, quella di Aprile è riservata alle coppie i cui lei ha i capelli ricci e lui gli occhi azzurri, mentre quella di Maggio potrà essere sfruttata se lui è calvo e lei bionda! Per informazioni e prenotazioni: Hotel Giò Wine & Jazz Area - 075/5731100


29 Aprile 2009


Maggio 2009 E TU CE L’HAI IL FISICO? A PERUGIA CAMERA DOPPIA A 0,99 CENTS Scritto da Federica Piersimoni

La recente promozione E tu ce l'hai il fisico?! propone camere matrimoniali in doppia a 0.99 cents a notte. No, non è uno scherzo ma una divertente, quanto low cost, offerta fatta da due hotel di Perugia. L'Hotel Gio e il l'Etruscan Chocohotel propongono per tutto il mese di giugno questa grande iniziativa, per dare la possibilità a tutti di passare un week end all'insegna del low cost nella bella Italia. Le condizioni sono semplici, ma molto precise, senza le quali sarebbe impossibile accedere al soggiorno. La condizione per avere una camera all'Hotel Gio è di avere esattamente 10 centimetri di altezza di differenza tra i due partner che soggiorneranno all'hotel. Per l'Etruscan Chocohotel la condizione è di avere 5 centimetri di differenza, ne uno di più, ne uno di meno. Una camera al giorno per tutto giugno verrà offerta a chi si prenota prima e certifica queste condizioni. E tu, quanto sei alto?


5 Maggio 2009


15 Maggio 2009


11 Giugno 2009


Luglio 2009 UMBRIA, UNA TERRA TUTTA DA SCOPRIRE

Dimenticatevi per un attimo il jazz e il cioccolato. L'Umbria non è solo Perugia o Assisi, Orvieto, Spoleto. Accanto a questi importanti centri, di fama internazionale, mete canoniche dei flussi turistici, ci sono tante realtà che oggi, per situazioni ambientali, storiche e culturali, hanno tutte le carte in regola per attirare turisti da tutto il mondo. Ed è proprio alla scoperta di queste "eccellenze nascoste" che abbiamo trascorso qualche giorno nel cuore verde d'Italia per capire come l'Umbria possa incantare non solo per i suoi paesaggi, ma anche per la sua capacità di mantenere viva l'identità delle cose e delle persone di questa terra. Ecco il diario del nostro tour. 1 GIORNO Milano-Perugia Arrivati a Perugia a ricordarci che ci troviamo nella città che, ogni anno nel mese di luglio, ospita Umbria Jazz, il festival jazz italiano più importante d'Europa, ci pensa l'Hotel Giò Wine e Jazz Area , dove soggiorneremo per tutta la durata del nostro viaggio. Situato in prossimità del centro storico e a soli 200 metri dalla stazione Case Bruciate del minimetrò, inaugurato nel 2008, è interamente dedicato alla musica. Nella hall pianoforti d'epoca, punti d'ascolto, vinili da collezione in mostra e foto d'autore. A tema anche le 76 rooms dove i clienti trovano in omaggio un cd di musica jazz da ascoltare (tutte le camere hanno un lettore cd), magari stando comodamente sdraiati su una delle 40 poltrone massaggianti posizionate in ogni stanza (un'ottima soluzione per riprendersi dalle cinque ore di viaggio in treno, ndr). L'albergo è anche dotato di 32 vasche idromassaggio. Agli amanti del vino, di cui l'Umbria è ricca, è dedicata un'altra ala della struttura, collegata alla prima da un'orginale galleria, dominata da una grande tastiera di pianoforte, con video musicali dei grandi musicisti del jazz. Per gli amanti del cioccolato (ogni anno nel mese di ottobre a Perugia si tiene Eurochocolate) consigliamo Etruscan Chocohotel. All'interno dell'albergo è situato il Ristorante Enoteca Giò Arte e Vini (ahimé forse poco apprezzato dai perugini) rinomato per gli ottimi prosciutti, la coratella, i piatti a base di agnello grigliato, lo stracotto di cinghiale ai borlotti. Ottima anche la carta dei vini (oltre mille etichette). 2 GIORNO Perugia-Bettona, Bettona-Torgiano, Torgiano-Città di Castello Prima tappa del nostro tour è Bettona, borgo in altura di origini medioevali. Per raggiungerla scegliamo di percorrere La Strada dei Vini del Cantico e, in particolar modo, La Strada del Vino e dell'Arte, dove sulla collina di Brufa, frazione del comune di Torgiano, luogo di elezione per la coltivazione della vite, dal 1987 sono esposte, in via permanente, le sculture realizzate in occasione dell'annuale manifestazione Scultori a Brufa. Un singolare percorso dove en plein air si possono ammirare opere di artisti contemporanei che hanno interpretato il paesaggio agrario e l'ambiente rurale. Arrivati a Bettona , unico insediamento etrusco sulla riva sinistra del Tevere Umbro, scopriamo gli affreschi custoditi nelle sale del Palazzetto del Podestà del XIV secolo quali la Madonna della Misericordia e Santi di pietro Vannucci detto il Perugino (1450-15239), nonché opere di Jacopo Siculo, Dono Doni, Fiorenzo di Lorenzo e del Della Robbia. A pochi passi da piazza Cavour si trova la Chiesa di Sant'Andrea, posta di


fronte alla porta principale della Chiesa di Santa Maria Assunta, oratorio della Confraternita dei Disciplinati di S. Andrea Apostolo, la cui costruzione si può far risalire agli inizi del 1300. All'interno si può ammirare un artistico soffitto ligneo a cassettoni, adornato di rosoni di buon intaglio, opera di Benedetto da Montepulciano (XVI), destinato all'indoratura, ma mai terminato. L'altare maggiore è opera pregevole del 1700, con la particolare mostra a stucco, a sembianze di fine drappeggio. Il ciclo pittorico, che si può ammirare integralmente sulla parete sinistra, ed in modo estremamente frammentario su quella destra, è dedicato alla passione di Cristo, tema tradizionale della pittura mistica e della letteratura medioevale. Merita una visita anche la Chiesa di Sant'Onofrio annessa all'omonimo monastero, retto dal 1550 dai Cappuccini, oggi di proprietà comunale. Dal 1869 la chiesa funge da cappella per il camposanto monumentale di Bettona. Al suo interno si possono ammirare importanti affresci tardo-giotteschi (XIV-XV sec). A 5 chilometri da Bettona troviamo Torgiano, borgo medioevale, che sorge su un'altura che domina la confluenza dei fiumi Tevere e Chiascio, famoso per la sua vocazione vitivinicola. Qui in Piazza della Repubblica la nuova Biblioteca Comunale ospita la ricca Collezione delle vaselle d'Autore per il Vino Novello. Da non perdere anche la mostra permanente dei Vinarelli, acquerelli che vengono realizzati con colori diluiti nel vino durante la tradizionale Festa dell'Agosto Torgianese. Interessante anche la Collezione Nino Caruso, un importante corpus di opere donate dallo scultore alla città per la quale ha curato alcune delle più importanti manifestazioni culturali locali. Da visitare anche il seicentesco Palazzo Graziani Baglioni, con annesso giardino (per visite contattare il signor Rapetti al numero 338/8344767). Segnaliamo, inoltre, il Museo del Vino, inaugurato nel 1974, con annessa biblioteca e una raccolta di disegni, incisioni e ceramiche, che vanta fama di essere tra i più completi. Nei pressi del Museo si trova l'Osteria del museo, dov'è possibile degustare l'olio prodotto sulle colline circostanti e, naturalmente, i vini D.O.C. torgianesi, la cui storia è legata ad una tradizione che risale al XIV secolo. Dopo una sosta al ristorante Siro per una degustazione di prodotti locali, nel pomeriggio ci spostiamo alla volta di Città di Castello per apprezzare il raffinato artigianato locale. La città che ha dato i natali nel 1915 all'artista Alberto Burri (e non a Monica Bellucci, come erroneamente molti credono), medico di formazione diventato poi protagonista dell'arte italiana del Novecento (alcune sue opere sono raccolte nello spazio espositivo agli Ex Essiccatoi del Tabacco, a completamento della collezione di Palazzo Albizzini), è infatti legata ad un'importante e prestigiosa tradizione della tipografia e dell'editoria, a partire già dal XVI secolo. E proprio nei locali del Museo della Tipografia Grifani-Donati, che hanno sede fin dal 1799 nei locali soprastanti l'antica chiesa di San Paolo (sec XIII), in Corso Cavour, è possibile riscoprire le antiche e preziose tecniche artiginali dell'arte della stampa. All'interno della tipografia, il cui titolare continua la tradizione di famiglia, sono conservati il vecchio torchio ottcentesco, i banchi della composizione a mano, alcune macchine da stampa di varie epoche. A pochi passi di distanza troviamo il laboratorioTela Umbra fondato nel 1908 dai benemeriti Baroni Alice e Leopoldo Franchetti, per contribuire al miglioramento delle condizioni di arretratezza in cui vivevano le famiglie dell'epoca, che ancora oggi continua l'antica arte della tessitura con telai a mano. E che oggi è meta ideale per gli acquisti di qualità: tovaglie, asciugamani, fazzoletti, coperte da letto e bomboniere tutti prodotti rigorosamente in puro lino lavorato esclusivamente a mano. Oltre alla visita al laboratorio di tessitura, al secondo piano di Palazzo Tomassini troviamo il museo dedicato alla Collezione Tessile di antichi manufatti. Da qui, per una piccola pausa, si va al Caffè Latino, nella centrale piazza Matteotti. 3 GIORNO Perugia-Vallo di Nera, Vallo di Nera-San Venanzo Merita un viaggio Vallo di Nera, un libero castello fondato grazie ad una concessione della città di Spoleto nel 1217, nei pressi un insediamento feudale preesistente, denominato Flezano, sopra un colle a dominio di uno slargo della valle del Nera. Oggi inserito nel Club dei Borghi più belli d'Italia per l'armonia architettonica del tessuto urbano, la ricchezza degli affreschi, la qualità del patrimonio edilizio e soprattutto per la viabilità. Vallo di Nera è infatti un caratteristico borgo d'altura che conserva intatto un tessuto edilizio da fortezza medioevale con impianto urbanistico a pianta ellittica cinto da mura e da torri di difesa. Le mura possenti e le antiche torri circondano le case in pietra che sono addossate le une sulle altre, interrotte solo da ripide viuzze, da archi e sottopassaggi. Peraltro i suoi edifici, recentemente restaurati, costituiscono uno dei migliori esempi di restauro e conservazione dell'aspetto urbanistico originario. Da vedere la Chiesa di Santa Maria, a navata unica con elementi di passaggio tra romanico e gotico, che vanta affreschi di notevole bellezza e pregio (visite solo su prenotazione contattando il Comune o la Comunità Montana). Vale una visita anche la Casa dei Racconti , inaugurata il 10 dicembre 2005, posta nei locali del Palazzotto di Portella, centro di ricerca e documentazione sulla letteratura orale che raccoglie ed espone materiale cartaceo, audiovisivo e digitale prodotto dalle ricerche di studiosi di cultura popolare. Da Vallo di Nera ci spostiamo nel territorio del comune di Ferentillo. Qui immersa in un fitto bosco, con una


meravigliosa vista sulla vallata, si trova l'Abbazia San Pietro in Valle, posizionata all'interno del Parco Naturale del fiume Nera, oggi residenza d'epoca trasfromata in albergo. Da scoprire il chiostro, il portale, la maestosa torre campanaria e la chiesa. Quest'ultima, chiusa per lavori di manutenzione, sarà riaperta al pubblico a partire dal mese di giugno. Per visitarla contattare Don Rinaldo ai seguenti numeri 074478078 3356543008. Dopo una sosta enogastronomica al Piermarini di Ferentillo, ristorante a gestione familiare nonché fattoria didattica (i proprietari organizzano su prenotazione percorsi didattici alla scoperta del tartufo nero nel bosco circostante con seguente dimostrazione di cucina per la preparazione di piatti), ci dirigiamo verso la zona vulcanologica di San Venanzo (TR), posizionata alle pendici del Monte Peglia, conosciuta da più di cento anni per la presenza di tre piccoli vulcani attivi più di 265mila anni fa, uno dei quali ha prodotto una colata lavica chiamata Venanzite caratterizzata da minerali rari che la rendono unica al mondo, per una visita al Museo Vulcanologico. Per valorizzare questo importante sito è stato creato il Parco Vulcanologico, riconosciuto area protetta dalla provincia di Terni, composto da un museo e un sentiero didattico, che si sviluppa all'interno dell'ex cava di Venanzite, dove si possono ammirare da vicino le strutture vulcaniche. 4 GIORNO Perugia- Milano Non si vive di sola arte e spirito così l'ultimo giorno del nostro tour lo dedichiamo a una velocissima visita al cuore di Perugia. Per spostarci verso il centro storico della città ci serviamo del minimetrò, la metropolitana leggera, progettata dall'architetto Jean Nouvel, che collega la zona periferica della città con l'acropoli. Il consiglio, sempre che si abbia tempo a disposizione, è di percorrere tutti i tre chilometri circa della linea, da Pian di Massiano fino a Pincetto, per vedere Perugia da una prospettiva diversa e lasciarsi incantare dal paesaggio. Una volta arrivati alla città alta e dato un colpo d'occhio al Duomo, al Palazzo dei Priori e alla Fontana Maggiore, è d'obbligo una sosta alla storica Pasticceria Sandri, la più antica della città, che spicca per l'eleganza dell'arredamento ottocentesco e per le specialità dolciarie e gli ottimi cioccolatini. In tempo di crisi, per lo shopping meglio puntare agli outlet aziendali di cui l'Umbria è ricca. Anche se la capitale della moda rimane sempre Milano, dove tra l'altro fra qualche ora faremo ritorno.


Luglio 2009


12 Luglio 2009


1 Agosto 2009


20 Agosto 2009


16 Settembre 2009


17 Settembre 2009


17 Settembre 2009

Perugia, con ‘Faceciok’ primo raduno web a Eurochocolate Il tradizionale appuntamento con ‘Eurochocolate’, l’evento più dolce dell’anno patrocinato dal comune provincia e Camera di commercio di Perugia che si terrà dal 16 al 25 ottobre, quest'anno si apre all’insegna di Facebook. Ad inaugurare la manifestazione sarà, infatti, il primo raduno ‘Faceciok’, riservato agli amici della golosa comunità web creata da eurochocolate.com su Facebook, che si terrà all’Etruscan Chocohotel di Perugia, l’unico albergo al mondo dedicato al cioccolato. Altra novità l’imperativo di derivazione militaresca che è stato scelto come claim della sedicesima edizione di ‘Eurochocolate’: ‘Rompete le righe!’. Secondo gli organizzatori è un chiaro invito a superare gli schemi, a dare spazio alla propria individualità, ad andare oltre le consuetudini per potersi gustare il cibo degli dei in modo nuovo ed in tutta la sua complessità. Strumenti di questa dolce e pacifica rivoluzione, immagini simbolo della nuova campagna di comunicazione di Eurochocolate 2009 sono il martelletto, che simboleggia la ‘rottura’ e il righello, già ribattezzato il Golosimetro. Ad interpretare nello spirito di ‘Eurochocolate’ i due oggetti e a farne originali gadget sono stati due importanti firme del design italiano, Matteo Ragni, food designer che da anni collabora con Eurochocolate nella realizzazione di prodotti al cioccolato sempre curiosi e d'impatto e Paolo Ulian, appartenente alla nuova generazione di designer italiani. Assicurati animazioni, convegni, mostre, laboratori didattici per adulti e bambini e il ‘Chocolate Show’ che con la più ricca varietà di cioccolato italiano e straniero torneranno a coinvolgere i golosi in un turbinio di appuntamenti davvero per tutti i gusti. Ritorna poi il tradizionale appuntamento con ‘Eurochocolate World’, la sezione speciale di ‘Eurochocolate’, interamente dedicata al mondo della produzione e del consumo del cacao e al commercio equo e solidale, patrocinata dall’International Cocoa Organization e da Fairtrade Italia. Paese ospite di ‘Eurochocolate World’, quest’anno, sarà l’Indonesia, presente a Perugia con iniziative culturali e folcloristiche per il pubblico della kermesse. All’interno della Rocca Paolina sarà, infatti, aperta un’area in cui foto, suoni e manufatti artigianali locali ci trasporteranno in un viaggio ideale nell’Indonesia meno turistica e conosciuta, mentre il centro storico diventerà, nel week end, teatro di affascinanti danze tipiche. Incontri riservati, tavole rotonde e meeting vedranno invece protagonisti gli operatori economici del Paese, terzo produttore al mondo di cacao, dopo Costa d’Avorio e Ghana. Sempre all’interno della Rocca Paolina, la Galleria Internazionale ospiterà le delegazioni di Ecuador, Perù, e Costa d’Avorio che mostreranno, tra l’altro, le antiche tecniche di preparazione del cioccolato e i riti tradizionali legati alla raccolta dei semi del cacao.


7 Ottobre 2009


8 Ottobre 2009


20 Ottobre 2009

Il prezzo di una matrimoniale? ...dipende da te Se ti sei rifatta il naso o il seno, a novembre la camera doppia ti costa solo 0,99 centesimi al giorno. L'inedita offerta arriva da due hotel di Perugia: il quattro stelle Hotel Gio', una struttura dedicata al Jazz e al vino, e il tre stelle Etruscan Chochotel tutto incentrato sul cioccolato. La fantasia promozionale dei titolari non si esaurisce qui. Per tutto il 2009 la camera matrimoniale, infatti, costa sempre 0.99 centesimi al dì alla coppia in cui la differenza di altezza è di 10 centimetri esatti (all’Hotel Gio’ Wine e Jazz area) e di 5 centimetri (all’Etruscan Chocohotel). Chi invece non possiede questi requisiti, paga un prezzo equivalente al numero delle scarpe che indossa. Piedini di fata avvisati!


Il Braccino Blog Radio Deejay

5 Dicembre 2009


6 Dicembre 2009


16 Dicembre 2009


16 Dicembre 2009 ROMA - Regalare agli amici una 'cena con delitto' ricca di suspense e di colpi di scena; fare una romantica dichiarazione d'amore regalando un angolo di cielo; sorseggiare champagne, sotto il cielo stellato, la neve tutt'intorno e di fronte le meravigliose Dolomiti; visitare Perugia pagando la camera d'albergo 1 euro: queste e tante altre le possibilità offerte dagli operatori del mondo del turismo che tentano così di 'sollevare' le sorti del settore che, a causa dell'euro forte e della crisi internazionale, si dibatte ormai da tempo tra forti difficoltà. Ed ecco allora che si scatena la fantasia di albergatori e operatori del mondo del turismo, perché, come sostiene Valeria Guarducci, amministratore delegato di due alberghi a tema di Perugia, che offrono ogni mese alcune stanze a 99 centesimi, "dare maggiore visibilità alle nostre località turistiche attraverso politiche di promozione e strategie di comunicazione che destano curiosità, sarà una svolta vincente anche per il comparto turistico nella sua interezza: il prodotto italiano è meraviglioso, va solo comunicato meglio, con maggiore originalità e perseveranza, talvolta neanche con fondi eccessivamente importanti, basta un po' di fantasia, che in Italia è un bene prezioso, diffuso e a costo contenuto: basti pensare ai tanti giovani che si potrebbero coinvolgere in campagne promozionali dei territori italiani".


16 Dicembre 2009 ROMA – Per Natale non sai cosa regalare? Ci hanno pensato gli albergatori e operatori del mondo del turismo: “Cene con delitto”. Eh già la fantasia si è proprio scatenata stavolta … come sostiene Valeria Guarducci, amministratore delegato di due alberghi a tema di Perugia, che offrono ogni mese alcune stanze a 99 centesimi, "dare maggiore visibilità alle nostre località turistiche attraverso politiche di promozione e strategie di comunicazione che destano curiosità, sarà una svolta vincente anche per il comparto turistico nella sua interezza: il prodotto italiano è meraviglioso, va solo comunicato meglio, con maggiore originalità e perseveranza, talvolta neanche con fondi eccessivamente importanti, basta un po' di fantasia, che in Italia è un bene prezioso, diffuso e a costo contenuto: basti pensare ai tanti giovani che si potrebbero coinvolgere in campagne promozionali dei territori italiani". Quantomeno non sarete tacciati di banalità: una 'cena con delitto' è ricca di suspense e di colpi di scena, sorseggerete champagne sotto il cielo stellato, di fronte le meravigliose Dolomiti. Visiterete Perugia pagando la camera d'albergo 1 euro: queste e tante altre le possibilità offerte dagli operatori del mondo del turismo che tentano così di 'sollevare' le sorti del settore che, a causa dell'euro forte e della crisi internazionale, si dibatte ormai da tempo tra forti difficoltà.


17 Dicembre 2009


18 Dicembre 2009


18 Dicembre 2009

Regalare agli amici una 'cena con delitto' ricca di suspense e di colpi di scena; fare una romantica dichiarazione d'amore regalando un angolo di cielo; sorseggiare champagne, sotto il cielo stellato, la neve tutt'intorno e di fronte le meravigliose Dolomiti; visitare Perugia pagando la camera d'albergo 1 euro: queste e tante altre le possibilità offerte dagli operatori del mondo del turismo che tentano così di 'sollevare' le sorti del settore che, a causa dell'euro forte e della crisi internazionale, si dibatte ormai da tempo tra forti difficoltà. Ed ecco allora che si scatena la fantasia di albergatori e operatori del mondo del turismo, perché, come sostiene Valeria Guarducci, amministratore delegato di due alberghi a tema di Perugia, che offrono ogni mese alcune stanze a 99 centesimi, "dare maggiore visibilità alle nostre località turistiche attraverso politiche di promozione e strategie di comunicazione che destano curiosità, sarà una svolta vincente anche per il comparto turistico nella sua interezza: il prodotto italiano è meraviglioso, va solo comunicato meglio, con maggiore originalità e perseveranza, talvolta neanche con fondi eccessivamente importanti, basta un po' di fantasia, che in Italia è un bene prezioso, diffuso e a costo contenuto: basti pensare ai tanti giovani che si potrebbero coinvolgere in campagne promozionali dei territori italiani".


21 Dicembre 2009 Con un poco di zucchero la pillola va giù… Stelle di natale, cene, pranzi e cinepanettoni. Anche quest’anno il natale si prospetta come la migliore delle tradizioni. Ma a che prezzo? Lunghe file dell’ultimo momento per i ritardatari, sfuriate di moglie deluse sotto l’albero, corse all’ ultimo regalo riciclato per ospiti inattesi. O c’è anche chi per risparmiare un po’ le compere le ha fatte il mese scorso…perchè si sa che in fretta e in furia, ”a natale tutto costa di più”. Via libera dunque alla fantasia per rimediare o entusiasmare amici e parenti, perchè almeno le idee non risentono del rincaro dei prezzi: dai mercatini natalizi che affollano le città, con l’artigianato o non ai fantasiosi svaghi che delle antiche usanze sanno ben poco: sorseggiare champagne nelle acque termali, festeggiare la mezzanotte sotto cieli stellati, con fiaccolate o con riti di buon augurio, notti romantiche nello chalet sull’ albero. E se per festeggiare con i nostri amici saremo stufi dei soliti cenoni perchè non proporgli una “cena con delitto” piuttosto che la classica scorpacciata con tombola? Le iniziative territoriali spronano ad uscire da casa: per risollevare le sorti del settore turistico la fantasia di albergatori e tour operator non sono da meno. Se il volo low cost è impensabile durante le feste, non sarà insolito pagare i famosi “99 centesimi” tutto incluso, per una notte nelle splendite città d’arte, come Perugia. E’ lo stesso, amministratore delegato di due alberghi a tema di Perugia,Valeria Guarducci, a dichiarare gli intenti: “dare maggiore visibilità alle nostre località turistiche attraverso politiche di promozione e strategie di comunicazione che destano curiosità, sarà una svolta vincente anche per il comparto turistico nella sua interezza: il prodotto italiano è meraviglioso, va solo comunicato meglio, con maggiore originalità e perseveranza, talvolta neanche con fondi eccessivamente importanti, basta un po’ di fantasia, che in Italia è un bene prezioso, diffuso e a costo contenuto: basti pensare ai tanti giovani che si potrebbero coinvolgere in campagne promozionali dei territori italiani”. Combattere il carovita, non ha prezzo. Bisogna solo trovare come. Ilaria Salzano


23 Dicembre 2009

Natale: hai il fisico? Dormi in hotel a soli 99 centesimi A Perugia, in due alberghi, si può soggiornare a meno di un euro se la coppia ha dei requisiti. Per tutto dicembre, fino a Capodanno, lui dovrà avere i capelli lunghi, lei corti. Ecco come si scatena la fantasia degli operatori turistici contro la crisi. Regalare un angolo di cielo, una stella con il nome dell'amata, o sorseggiare champagne davanti a un camino, con la neve fuori che crea atmosfera. Idee originali per il Natale e il veglione di Capodanno, magari offrendo a parenti e amici una 'cena con delitto' ricca di suspense e di colpi di scena, o una notte in hotel a poco meno di un euro. In tempi di crisi economica, c'è un enorme ventaglio di possibilità offerte dagli operatori del mondo del turismo, alle prese con iniziative bizzarre per 'sollevare' le sorti del settore che, a causa dell'euro forte e della crisi internazionale, si dibatte ormai da tempo tra forti difficoltà. E allora, ecco che la fantasia di albergatori e operatori del mondo del turismo, non trova limite. Perchè, come fa notare Valeria Guarducci, amministratore delegato di due alberghi a tema di Perugia, che offrono ogni mese alcune stanze a 99 centesimi, "dare maggiore visibilità alle nostre località turistiche attraverso politiche di promozione e strategie di comunicazione che destano curiosità, sarà una svolta vincente anche per il comparto turistico nella sua interezza: il prodotto italiano è meraviglioso, va solo comunicato meglio, con maggiore originalità e perseveranza, talvolta neanche con fondi eccessivamente importanti, basta un pò di fantasia, che in Italia è un bene prezioso, diffuso e a costo contenuto: basti pensare ai tanti giovani che si potrebbero coinvolgere in campagne promozionali dei territori italiani'". La Guarducci, ha già fatto decollare nei suoi due alberghi perugini questa strategia di successo. Per tutto il 2009 nelle due strutture di cui è amministratore delegato, il Giò, un 4 stelle dedicato al pianeta Jazz, e l'Etruscan Chocohotel, il 3 stelle dove tutto ruota intono al 'cibo degli Dei', è stato possibile dormire pagando solo 99 centesimi. E sarà possibile anche durante le vacanze di Natale e a Capodanno, anche se già si è registrato il tutto esaurito. Ma per usufruire di questa strabiliante offerta ci vuole il fisico, nel vero senso della parola. Come funziona? Ce lo racconta Irene Fallucchi, web marketing del Chocohotel: "Con l'iniziativa 'E tu ce l'hai il fisico?', abbiamo offerto le camere a 99 centesimi solo se le coppie che venivano possedevano determinati requisiti - spiega dall'altezza, ai tatuaggi, ai piercing, ad altre caratteristiche. Per ognuno dei due alberghi è a disposizione una camera al giorno, inutile dire che per Capodanno c'è già il tutto esaurito"”. Si è iniziato con un primo requisito dell’altezza: "Per le coppie che soggiornavano al Giò prosegue la web marketing - la differenza tra lui e lei doveva essere di dieci centimetri, cinque invece per quelle che sceglievano il Chocohotel. Il tutto certificato dalla carta d'identità. E per chi non rispondeva queste caratteristiche, niente paura: cinque camere a 1 euro per il numero di scarpa più basso: ad esempio, se lei aveva il 37, il costo della stanza, per tutti e due era di 37 euro". Non solo: ogni mese è stata offerta una camera in più a 99 centesimi, spiega Fallucchi, a chi aveva un tatuaggio, un piercing o altri requisiti fisici.


"A dicembre, quindi fino a Capodanno - spiega – la caratteristica deve essere: lui con i capelli lunghi, lei corti". E se uno arriva in hotel senza quelle caratteristiche? "Purtroppo non può usufruire dell'offerta - replica la web marketing - siamo molto rigidi. Ci piace giocare sui requisiti, ma lo facciamo con serietà. Non sarebbe corretto nei confronti di altri albergatori. E per avere la prova che lui e lei rispondono a quelle caratteristiche abbiamo un misuratore d'altezza che viene attivato appena la coppia arriva in hotel". Anche nel 2010, sarà possibile dormire nelle due strutture a soli 99 centesimi, ma, come anticipa Fallucchi "non ci sarà più la richiesta di elementi fisici, abbiamo stressato abbastanza i nostri clienti". Per chi soggiorna al Chocohotel, al piano terra, nella hall ha a disposizioneun fornitissimo chocostore con prodotti di cioccolata da tutto il mondo, artigianali e non: amedei, antica dolciaria perugina, catinari,cuba, de bondt, de castro, dolphin, domori, gobino, maide, mannori, rovira, valrhona, weiss e altro. Ma anche gadget, libri, poster, tazze da degustazione. L'ultima novità, è una linea di bellezza: shampoo e acceleratore abbronzatura al cacao, crema slim, doposole choco menta e sapone vegetale in panetto e al taglio. Un Natale più 'dolce' è inimmaginabile. Per chi invece ama i colpi di scena, il capodanno 2010 potrebbe essere 'con delitto'. 'Colori Toscani' (www.coloritoscani.com ), il primo tour operator ufficiale di Incoming della provincia di Arezzo, organizza un fine settimana con la possilità di passare 4 giorni (dal 31 dicembre al 3 gennaio) in un hotel 4 stelle nella meravigliosa cornice del Casentino interpretando il ruolo di investigatore. Si parte con l'aperitivo in giallo, durante il quale saranno date le istruzioni ai partecipanti e saranno esposte le regole del gioco. Poi si prosegue con il cenone di fine anno e, tra una fetta di panettone ed un bicchiere di spumante, ecco che può capitare l'imprevisto: delitto a Capodanno! Chi sarà stato il colpevole? Il mistero sarà svelato solo per la cena dell'indomani dopo che le vostre scrupolose ed attente indagini saranno giunte a conclusione. E dopo tanto mistero e tanta suspense, il 2 gennaio vi potrete dedicare al relax (trattamenti benessere, escursioni) o ad attività all’aria aperta, come lunghe passeggiate a cavallo o visite agli incantevoli borghi medievali del Parco Naturale delle Foreste Casentinesi. Insomma: un delitto perfetto! Valentina Marsella


Choco 2009