Page 1

Giornalino – anno III – n. 1

01 marzo 2013

Intervista al Dirigente Generale del C. N. dei Vigili del Fuoco ing. guido parisi L’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco in Campania rappresenta per me un forte stimolo ed una opportunità Pagina 2, 3

Editoriale del presidente gianni andreanelli Ancora due anni di lavoro per chiudere al meglio la legislatura … Pagina 4, 5

BANDO DI CONCORSO PER BORSE DI STUDIO A FAVORE DEGLI ORFANI DEGLI APPARTENENTI AL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO per la frequenza di corsi di scuole Primarie e Secondarie di Primo e Secondo grado ed Università (Anno scolastico/accademico 2012/2013)

Nuova Polizza Assicurativa 2013

XX Raduno Nazionale 2013 - Sicilia

Carissimi amici, vista la scadenza dell’annuale copertura assicurativa per i Soci iscritti …

Carissimi amici, il lavoro per garantire una consistente partecipazione dei…

1


Giornalino – anno III – n. 1 Ing. Guido PARISI Direttore Regionale dei Vigili del Fuoco della Campania L’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco in Campania rappresenta per me un forte stimolo ed una opportunità poiché essa testimonia l’impegno e la dedizione di quanti si riconoscono ancora in una organizzazione, quella del Corpo Nazionale, che ha nella storia un valore da rispettare e da conservare. E’ grazie al costante confronto con i soci dell’Associazione, con cui condividiamo le radici di quello che siamo stati, si riesce a tramandare valori fondamentali che oggi troppo spesso vengono trascurati o peggio ancora ignorati dai più giovani: senso di appartenenza, solidarietà e di sacrificio . In questi trenta mesi di lavoro a Napoli, ho sempre trovato una pronta risposta da parte delle sezioni provinciali dell’ANVVF ad aderire e a sostenere le diverse iniziative promosse nel campo della divulgazione della sicurezza, basti pensare al progetto "W i Bambini" che nasce dalla concreta possibilità di partecipare a un processo di interazione sistemico tra comunità, istituzioni, territorio e mondo della scuola, al fine di pianificare le strategie di sicurezza contro gli incendi e gli incidenti che possono verificarsi nei luoghi abitualmente frequentati dai bambini (casa, scuola, spazi pubblici ecc.). L'iniziativa, rivolta a migliaia di alunni delle Elementari, ha coinvolto anche gli adulti, insegnanti e genitori, essendo nata con lo scopo di sensibilizzare i più giovani sulle insidie e sui pericoli che si nascondono a scuola e a casa, affinché imparino a riconoscerli e ad evitarli, rendendo gli altri sempre più consapevoli della necessità di rivolgere un'attenzione crescente ai problemi della sicurezza negli ambienti frequentati dai bambini. Tale attività formativa è consistita, tra l’altro, nella diffusione di un questionario in un

01 marzo 2013

centinaio di classi, anticipato da un incontro con i docenti da parte di un funzionario tecnico coadiuvato da un socio dell’Associazione, per spiegare le modalità di diffusione del questionario relativo alla sicurezza domestica, i cui risultati sono stati poi commentati in aula. A conclusione dell’iniziativa, sono state previste decine di tappe conclusive, in tutta la regione, con la presenza del percorso “Pompieropoli”, dove sono state simulate le consuete attività di intervento dei Vigili del Fuoco: la scala orizzontale, il tubone, l'arrampicata e la teleferica. Per i bambini che hanno affrontato il circuito non si è trattato solo di un gioco, ma sono stati stimolati all'attenzione verso i pericoli per acquisire i rudimenti minimi che possono aiutarli in caso di incidente, per cui alla fine è stato rilasciato il diploma "Vigili del fuoco Junior" . Sempre con l’Associazione e i Comandi provinciali abbiamo istituito un gruppo di lavoro per costituire una “Galleria storica” dei reperti dei vigili del fuoco della Campania, che verrà inaugurata in occasione dell’imminente consegna della centenaria e gloriosa sede storica dei vigili del fuoco in Via del Sole, nel cuore del centro storico di Napoli e vicina alla famosa via dei presepi a S. Gregorio Armeno. L’edifico è stato ristrutturato, sapientemente, proprio nell’ottica della conservazione dei luoghi tanto cari ad ogni pompiere del passato. L’austera e sobria cappella, ubicata al secondo piano, rappresenterà tutti i Vigili del Fuoco della Campania poiché conterrà documenti, foto e cimeli vari tra i più significativi della nostra storia. Ritengo che sia impossibile guardare al futuro con fiducia se non si conosce e si rispetta il passato della nostra storia e di coloro che ci hanno preceduto. Ogni Comando Provinciale della Regione Campania insieme all’Associazione si sta 2


Giornalino – anno III – n. 1 prodigando affinché ogni significativo documento del recente e remoto passato, ogni cimelio del nostro vivere di Vigile del Fuoco, possa trovare ospitalità nella Galleria. In particolare, i suddetti documenti verranno esposti nei locali, che diventeranno la futura sede di questa Direzione Regionale, con apposita segnaletica indicante la presunta o certa datazione, nonché il Comando Provinciale di provenienza che, tra l’altro, sarà sempre il loro “proprietario”. Le sezioni provinciali dell’ANVVF stanno rivestendo un fondamentale ruolo nell’attuazione del progetto da realizzarsi: i loro componenti, con particolare riferimento ai decani, sono in possesso delle memorie più lontane nel tempo e quindi più preziose, che saranno rese disponibili grazie alle riprese video realizzate dal Centro Documentazione di Napoli. La visione di questi filmati e la lettura della documentazione in possesso di alcuni vigili del fuoco evidenziano come alcuni temi siano ancora di estrema attualità, per cui sembra a volte che il tempo sia trascorso invano, dovuto forse al fatto di non aver coltivato a sufficienza la memoria storica, la cui conoscenza è essenziale per un futuro migliore grazie anche a un presente capace di innovarsi. Infine, nei sotterranei verrà allestita una esposizione dei documenti riguardanti il periodo della seconda guerra mondiale, per cercare di colmare una lacuna di conoscenza sulle azioni coraggiose dei nostri vigili del fuoco, a fronte di enormi sacrifici di tanti “pompieri” colpiti a morte durante i numerosi attacchi che hanno interessato le città della Campania, basti pensare a Napoli che venne bombardata per ben 181 volte. Nel novembre del 2013 saranno trascorsi centottanta anni dalla fondazione degli “artefici pompieri” di Napoli, che coincise con

01 marzo 2013

l’occupazione della sede di via del Sole, che era un ex convento, per cui i documenti che verranno esposti testimonieranno in maniera superba l’azione svolta in quasi duecento anni di attività e contribuiranno sicuramente a ridare un ulteriore riconoscimento e una giusta dignità a quanti si sono sacrificati nella seconda guerra mondiale, che vide i vigili del fuoco operare in silenzio e nell’ombra come capita ancora oggi. L’istituzione di una Galleria storica ha quindi una importanza significativa per l’aggiornamento della conoscenza delle nostre origini spingendosi fino agli ultimi eventi che hanno visto le storie dei vigili del fuoco di Napoli intrecciarsi con quelle dell’Italia, anche a livello internazionale, concorrendo così alla valorizzazione e al rispetto delle tracce del passato. L’ultima sfida che abbiamo ora lanciato, dopo aver sottoscritto il protocollo di intesa, è quella di un possibile coinvolgimento nelle attività logistiche di supporto in caso di mobilitazione a seguito di una calamità, per cui intendo manifestare la mia massima gratitudine all’ANVVF perché dimostra continuamente attraverso i soci un attaccamento assoluto, una passione infinita e un fortissimo amore, non solo per la memoria storica dei vigili del fuoco, riaffermando quali siano le reali motivazioni che hanno reso il Corpo una “famiglia universale” e dalla quale non ci si distacca mai, neanche durante la meritatissima pensione, anzi sono capaci di trasferire questi valori anche a chi gli sta vicino e in particolare alle loro seconde “metà”, che partecipano entusiaste alle diverse iniziative. L’Associazione è sicuramente tra i migliori interpreti della citazione di Sofocle: “L'opera umana più bella è di essere utile al prossimo”.

3


Giornalino – anno III – n. 1

01 marzo 2013

Editoriale del Presidente nazionale ANVVF L’Associazione, con la sua IV Conferenza Nazionale di Organizzazione, è ormai arrivata alla metà della legislatura in corso, legislatura che si era aperta con la tenuta di un congresso di straordinaria importanza per i temi dibattuti e le tante presenze registrate, in primis quelle del Capo Dipartimento Prefetto Tronca e del Capo del Corpo Ing. Pini. Il messaggio univoco uscito da quel Congresso andava nella Direzione di potenziare e qualificare ulteriormente la collaborazione con il Corpo, una collaborazione capace di coinvolgere i due livelli organizzativi del Corpo: quello nazionale, che nel corso di questi anni ha già prodotto buoni risultati e quella territoriale, che deve essere ulteriormente perseguita e perfezionata per affermare a tutti i livelli la pratica della collaborazione. E’ proprio su questo ultimo terreno che vorrei soffermare il mio ragionamento perché nella misura in cui saremo capaci di qualificare ed irrobustire operativamente questo secondo livello, la qualità dei rapporti e della collaborazione con l’Amministrazione sarà in grado di fare un ulteriore e significativo balzo in avanti, superando così la logica frenante della corrente alternata. L’esperienza realizzata sul campo in questi anni è stata tale da evidenziare che lo sviluppo dei buoni rapporti e della progettualità con il Corpo, non può far

leva che su due livelli: nazionale, di indirizzo ed orientamento; territoriale, saldamente orientato a far crescere rapporti fruttuosi con le Direzioni Regionali e i Comandi Provinciali VV.F. e tali da non sciogliersi come neve al sole alle prime difficoltà., sapendo che se queste dovessero emergere, come sono emerse, la via maestra non è quella di superarle con decisioni unilaterali restrittive, come da parte di qualche Comando è stato fatto anche di recente, perché creerebbero inopportune tensioni, ma attraverso un esame congiunto delle situazioni per ricercare soluzioni condivise e tali da salvaguardare il cammino della progettualità. Se queste sono le indicazioni che ci sono pervenute dall’esperienza di questo nostro fruttuoso lavoro, dobbiamo fare in modo che esse vengano assunte con coerenza, coraggio e determinazione, pur consapevoli delle difficoltà che si potranno incontrare e dei contrasti dialettici che si dovranno sostenere, ma non per questo dobbiamo scoraggiarci o venir meno al nostro ruolo di spostare il baricentro del confronto, del dialogo e dell’ iniziativa anche verso le strutture decentrate del Corpo. La testimonianza di quanto ancora sia necessario ricercare dialogo e collaborazione con il Corpo a livello territoriale la ritroviamo, per non andare molto distanti, anche nella attuazione dei 4


Giornalino – anno III – n. 1

contenuti della Convenzione di Cortina, rispetto alla quale in diverse realtà regionali sono venuti meno i necessari accordi di gestione. Accanto a questa necessità di sviluppare e calibrare al meglio tra le parti i livelli della collaborazione, c’è anche un altro tema sul quale dobbiamo concentrare l’attenzione, esso riguarda l’avanzamento del quadro giuridico/istituzionale che sta alla base dei rapporti tra l’Amministrazione e l’ANVVF. Il disposto legislativo sul riconoscimento del Sodalizio da parte del Corpo ha esercitato in questi anni la propria spinta propulsiva e dato il meglio di sè con la definizione della Convenzione sottoscritta a Cortina, ovviamente ciò non significa che esso abbia esaurito la propria funzione, perché la validità dei contenuti del provvedimento sono permanenti, anche se, probabilmente, hanno bisogno di qualche ulteriore sostegno. In questa fase, anche se la cosa non è priva di difficoltà,, continuo a vedere una sola strada percorribile per muovere i primi passi verso il qualificante obiettivo, trovare da parte dell’Amministrazione, nella fase di elaborazione del nuovo regolamento del volontariato del Corpo, uno spazio specifico finalizzato a codificare anche la presenza e le caratteristiche del nostro volontariato operativo all’interno del Corpo. Concretizzare questo primo passo ci consentirebbe di avere qualche risposta positiva alle esigenze derivanti dalla nostra operatività sussidiaria e di

01 marzo 2013

supporto logistico e pertanto tale tema non va lasciato cadere, ma portato all’attenzione dell’Amministrazione in tutte le occasioni di confronto che matureranno in questi mesi. Infine ritengo che le Conferenze Regionali di Organizzazione in corso siano anche l’occasione per una discussione collettiva su queste vitali problematiche, mentre le conclusioni Nazionali, affidate al prossimo Consiglio Nazionale, non potranno non tenere conto delle linee politiche ed organizzative uscite dall’ultimo Congresso e di quanto emergerà dal dibattito in corso nelle Conferenze Regionali, con il risultato di approvare delibere operative, che per i loro contenuti, siano in grado di promuovere idonee e specifiche iniziative per affermare un concreto avanzamento delle scelte che saranno operate. Riprendere con forza l’insieme di questi temi, comprese le difficoltà presenti, perché nulla ci è dovuto per diritto divino, ma tutto è terreno di conquista, significa non solo governare al meglio il presente, ma anche prepararci a governare il futuro.

Gianni ANDREANELLI

5


Giornalino – anno III – n. 1

Bando di Concorso per Borse di Studio per l’anno scolastico/accademico 2012-2013 Lettera ai Presidenti Cari Colleghi, Con newsletter in data odierna Vi è stata data comunicazione della pubblicazione sul nostro Sito Nazionale del Bando di concorso per Borse di Studio per l’anno scolastico/accademico 2012-2013. Come già portato a conoscenza delle SS.LL. in precedenti comunicati e da ultimo in quello in data 5 novembre, relativo alla sintesi dei lavori della Direzione Nazionale del 29 ottobre scorso, l’iniziativa è stata possibile grazie alla generosa donazione , da parte di alcuni Colleghi Dirigenti e Funzionari del Corpo Nazionale, dei diritti d’Autore derivanti dalla pubblicazione dei libri “La Nuova Prevenzione Incendi” e “La Nuova Prevenzione Incendi. Guida commentata al D.M. 7 agosto 2012” editi da UTET Scienze Tecniche. Si tratta ora di dare la massima divulgazione del Bando tra tutti i nostri Soci ed il personale in servizio del Corpo ed a ciò l’impegno delle SS.LL. sarà determinante per fare sì che l’iniziativa assuma quel carattere di stretta e connaturale collaborazione con il Corpo Nazionale ma soprattutto quale pensiero di riconoscenza a quanti dei nostri colleghi hanno dato la propria vita per il Corpo

01 marzo 2013

Comandi dei vigili del fuoco elenchi nominativi degli ex dipendenti del Corpo Nazionale deceduti ovvero dispensati dal servizio secondo la previsione di cui al 2° comma dell’art. 1 del Bando di Concorso che abbiano figli che rientrano nei corsi scolastici/accademici di cui al successivo art.3. Ai fini dell’accesso per la rilevazione dei dati personali, l’Ufficio del Capo del Corpo emanerà apposita istruzione ai propri Uffici periferici vv.f. Ovviamente, i medesimi elenchi dovranno essere predisposti per le categorie interessate per i soci delle proprie Sezioni Provinciali che si trovino nelle condizioni previste dal Bando di Concorso. Tutti i dati stessi contenenti i nominativi delle persone ed i relativi indirizzi, numeri telefonici ed e-mail presso cui inviare copia della lettera, a firma del Presidente Nazionale, dovranno pervenire alla Segreteria Nazionale in Via Sorianello 1 – 00178 Roma. Si confida nella più fattiva collaborazione delle SS.LL che nella iniziativa dovranno farsi coadiuvare dai rispettivi Coordinatori regionali Fraterni saluti IL PRESIDENTE NAZIONALE

L’impegno delle SS.LL. consisterà nell’ assumere presso le Segreterie dei rispettivi 6


Giornalino – anno III – n. 1

01 marzo 2013

Nota del Capo Dipartimento Prefetto F. Paolo TRONCA agli uffici territoriali del Corpo

7


Giornalino – anno III – n. 1

8

01 marzo 2013


Giornalino – anno III – n. 1

01 marzo 2013

esso rappresenta invece l’occasione per ricordare una grande personalità: l’Ing. Mario Arrigo, Presidente Onorario della nostra Associazione, figura storica ed indimenticabile della grande famiglia dei Vigili del Fuoco.

XX RADUNO NAZIONALE 2013 SICILIA LAVORARE PER GARANTIRE UNA GRANDE PRESENZA

Carissimi amici, il lavoro per garantire una consistente partecipazione dei Soci, delle loro famiglie e dei simpatizzanti al 20° Raduno Nazionale, che si terrà in Sicilia, non può essere vissuto come se fosse un avvenimento di ordinaria amministrazione,

Questo Raduno Nazionale rappresenta una straordinaria occasione per commemorare tutti insieme questa grande e nobile figura che non si è mai risparmiata di fronte agli impegni e al lavoro associativo, contribuendo in modo determinante a rafforzare la collaborazione E’ quindi un dovere di tutti lavorare per garantire al 20° Raduno Nazionale una partecipazione di massa per ricordare ed onorare l’Ing. Mario Arrigo, figura prestigiosa ed amata da tutti, non solo per il prezioso contributo dato al Sodalizio, ma anche per sua umanità e per il suo essere maestro di vita. Grazie a tutti e arrivederci al Raduno Nazionale. Il Presidente - Gianni ANDREANELLI Ancona 10/12/2012

Sul sito nazionale potete acquisire i documenti da produrre per partecipare

Polizza Assicurazione 2013 Ai Sigg. Presidenti delle Sezioni dell’ANVVF Loro Sedi

Documento di Sintesi - Come ormai noto la Direzione Nazionale ha provveduto a stipulare una polizza di copertura assicurativa contro gli Infortuni, Malattie e Responsabilità Civile con la Società Cattolica di

Assicurazione e considerata l’importanza della divulgazione della stessa a tutti i soci e viste le continue richieste di chiarimenti, si pensa di fare cosa utile pubblicando il seguente documento di sintesi:

9


Giornalino – anno III – n. 1 1. INFORTUNI: (Art. 16 - Oggetto del Contratto - pag. 7/19 e Art. 37 Ricovero per infortunio - pag. 11/19 delle condizioni di assicurazione) la polizza garantisce la copertura assicurativa contro gli infortuni che dovessero accadere ai Soci dell’ANVVF di qualsiasi categoria nello svolgimento delle attività previste dallo Statuto nazionale - Art. 2 Finalità; Sono altresì compresi gli infortunio che gli assicurati dovessero subire durante la permanenza nei locali delle sedi dell’ANVVF o avvenuti durante i lavori attinenti la conduzione e/o la manutenzione delle stesse ed i rischi in itinere, intendendosi come tali gli infortuni che gli assicurati possono subire durante il percorso dalla propria abitazione alla sede dell’ANVVF e/o presso il luogo dove si svolgono dette attività; In caso di ricovero ospedaliero dovuto ad infortunio verrà corrisposta, dopo il quinto giorno dal ricovero stesso, un’indennità giornaliera pari ad Euro 25,00 (venticinque/00). 2. MALATTIE: (Art. 16 - Oggetto del Contratto - pag. 7/19 e Art. 38 Ricovero per malattia - pag. 12/19 delle condizioni di assicurazione) la polizza garantisce la copertura assicurativa contro le malattie che dovessero essere contratte in conseguenza dell’attività svolta nell’ambito statutario; In caso di ricovero per malattia in istituto di cura verrà corrisposta, dopo il quinto giorno dal ricovero stesso, un’indennità giornaliera pari ad Euro 5,00 (cinque/00). 3. RESPONSABILITA’ CIVILE: (Art. 45 - Oggetto della garanzia R.C.T. pag. 15/19 delle condizioni di assicurazione)la polizza garantisce la copertura assicurativa contro i danni causati a terzi in conseguenza di un fatto accidentale verificatosi in relazione allo svolgimento delle

01 marzo 2013

attività previste dallo Statuto nazionale con conseguenze di morte, lesioni personali - distruzione o deterioramento di cose. Le denunce per gli Infortuni e/o Malattie (Art. 42 - Denuncia del sinistro pag. 13/19) vanno trasmesse con Raccomandata A/R entro e non oltre i 5 giorni dall’accadimento dello stesso all’Agenzia sotto indicata, mentre la domanda di rimborso delle spese mediche sostenute dal Socio a seguito infortunio (chiusura pratica) corredata dai documenti giustificativi (fatture e/o ricevute fiscali) deve essere presentata alla medesima Agenzia, a pena la decadenza, entro il 30° giorno successivo a quello in cui è terminata la cura medica e/o la decenza ospedaliera (Art. 39 - Rimborso spese mediche, farmaceutiche, chirurgiche ed ospedaliere a seguito infortunio - penultimo capoverso - pag. 12/19). Le denunce relative alla Responsabilità Civile vanno comunicate entro e non oltre i 3 giorni dall’accadimento del sinistro (Art. 55 - Obblighi in caso di sinistro - pag. 18/19 ) all’Agenzia sotto indicata sempre con Raccomandata A/R. Copia di tutta la documentazione inviata all’Agenzia assicurativa (denunce di sinistro, ecc…, ecc…) vanno inviate per conoscenza al Consigliere Nazionale Marino COMIN tramite e-mail m.comin@anvvf.it. L’inadempimento di tali obblighi può comportare la perdita totale o parziale del diritto d’indennizzo ai sensi dell’Art. 1915 del Codice Civile. Si confida sulla collaborazione dei Presidenti di Sezione per una buona gestione della procedura.

Roma 29/01/2013 Il Presidente Nazionale Gianni ANDREANELLI 10


Giornalino – anno III – n. 1

01 marzo 2013

VITA DALLE SEZIONI Sezione di LECCE Solidarietà per NICOLO' “AMICO DEI VIGILI DEL FUOCO” La festa dei Vigili del Fuoco, Santa Barbara, è stata particolarmente significativa ed emozionante per la consegna ai Nonni del piccolo Nicolò di una pergamena con dedica: Al CARISSIMO NICOLO’ “AMICO DEI VIGILI DEL FUOCO”, contenente l’immagine di S. Barbara con la Preghiera del Vigile del Fuoco e di un Assegno pari a euro 6.082,00 (seimilaottantadue/00), il totale raccolto nel progetto: Solidarietà per Nicolò, un bambino affetto da tetra paresi spastica e bisognoso di continue cure mediche.

Sezione di BENEVENTO – “DONNA IN… SICUREZZA", Venerdì 25 gennaio, il comando dei Vigili del Fuoco di Benevento ha partecipato al convegno "DONNA IN… SICUREZZA", organizzato dall'associazione FIDAPA (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari), presso la Sala Vergineo del Museo del Sannio. La partecipazione, insieme all'ANVVF sezione di Benevento, s'inserisce nell'ambito delle iniziative che il comando sta svolgendo per la promozione dell'immagine dei Vigili del Fuoco e dell'attività di conoscenza per la prevenzione e sicurezza, nell'intento di favorire rapporti amichevoli, di reciproca comprensione e proficua collaborazione. Nel convegno si è messo in risalto il ruolo della donna quale fulcro della sicurezza nella casa, intesa questa, quale "nido e nodo" nella storia della vita e del lavoro della donna. Gli interventi hanno riguardato la sicurezza domestica e i comportamenti sicuri riguardo i rischi interni alla casa, «i rischi antropici – valutazione e comportamenti per la sicurezza», e quelli provenienti dall'esterno, «i rischi naturali - criteri e metodi per l’approccio in sicurezza». È stata inoltre affrontata la tematica su «La norma a tutela della salute e della sicurezza della donna». L'incontro ha voluto così offrire dati ma soprattutto informazioni utili, raccomandazioni, suggerimenti e consigli per la sicurezza non solo tra le pareti domestiche, ma anche in ambiente esterno, in caso di calamità naturali.

Sezione di PRATO – Banco Farmaceutico si è svolto in tutta Italia la raccolta del Banco Farmaceutico ed a Prato hanno chiesto la collaborazione della nostra Associazione. Così la mattina alle ore 9 ci siamo ritrovati in dodici soci e ci siamo divisi in dieci farmacie affiancati dai soci del Banco farmaceutico, il nostro compito si è svolto nel sensibilizzare i clienti che entravano in farmacia in maniera che devolvessero dei medicinali, acquistati, alla Caritas di Firenze 11


Giornalino – anno III – n. 1

01 marzo 2013

Sezione di PIACENZA - "Vigili del Fuoco in pensione - Eroi di Solidarietà". In occasione del ventennale della fondazione della sezione dell'ANVVF di Piacenza il quotidiano cittadino LIBERTA' ha pubblicato un articolo intitolato . "Vigili del Fuoco in pensione - eroi di solidarietà".

Sezione di SIENA – Consegna Diplomi ai Soci Fondatori Domenica 27 gennaio 2013 a Siena si è organizzata una conviviale tra i Soci della Sezione durante la quale sono stati consegnati i diplomi di benemerenza ai Soci che nel 1996 fondarono e nel 2002 ricostruirono la Sezione di Siena dell’ANVVF. Grazie a questi amici oggi la Sezione è una ONLUS particolarmente attiva verso le scuole nel campo della sicurezza ambientale nonché nei confronti dei propri associati.

Anno II n. 1 – Marzo 2012 – organo ufficiale dell’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco del Corpo nazionale – ROMA P.za del Viminale Ministero dell’Interno DGPC e SA – c/o l’ufficio del Referente nazionale per i rapporti con l’Associazione - ( via Sorianello, 1 - 00178 Capannelle ROMA ) – Registrazione Tribunale di Forlì n. 10/99 del 16/03/1999 – L.R:. Gianni ANDREANELLI – Direttore Responsabile: Mauro VESPIGNANI – Redazione: via Sorianello, 1 - 00178 Capannelle ROMA - tel. 067183780

12

Pompiere Sempre  

Giornalino online - anno III n. 1 del 1 marzo 2013