Page 36

cultura

A tu per tu con Giuseppe De Leo, Presidente e Sovrintendente della Fondazione Teatro della Fortuna La stagione teatrale 2011-2012 del Teatro della Fortuna appena conclusasi, è stata un successo sotto tutti i punti di vista. La presenza di personaggi illustri del calibro di Bocelli e la risposta del pubblico in termini di affluenza, con record di incassi e abbonamenti, hanno sicuramente soddisfatto a pieno tutte le aspettative. Ma com’è stato possibile tutto questo? Come si determina il successo di una stagione teatrale e come si organizza un programma adeguato? Abbiamo intervistato il Presidente della Fondazione Teatro della Fortuna, Giuseppe De Leo, che ci ha aiutato a far luce su i dietro le quinte di un’organizzazione così importante, lasciandosi sfuggire anche qualche sogno nel cassetto per il futuro.

Quali sono le strategie organizzative per realizzare una stagione teatrale come quella che si è appena conclusa? Una volta nominato Presidente e Sovrintendente della Fondazione Teatro della Fortuna ho iniziato a concepire il nostro teatro come una “fabbrica della cultura”: un teatro sempre aperto con un’attività diversificata (prosa, lirica, concerti, eventi, teatro per ragazzi) e di grande valore artistico che permettesse, da un lato, di adempiere al meglio

36

la via dell’informazione

agli scopi istituzionali e statutari della Fondazione, dall’altro, con un salto di qualità, di riconquistare un ruolo di primo piano nel panorama nazionale, prendendo le distanze dalla condizione di mera sopravvivenza in cui versano gran parte dei teatri italiani. Se si hanno queste ambizioni non si smette mai di lavorare all’organizzazione della stagione teatrale successiva.

Piu Magazine - Luglio Agosto 2012  

Piu Magazine - Luglio Agosto 2012

Piu Magazine - Luglio Agosto 2012  

Piu Magazine - Luglio Agosto 2012

Advertisement