Page 14

za z e l l e b salute & NTI

LTATI RAGGIU SU RI I A TR IO NC LA BI UN : LI IL DOTT. CICO ED I PROSSIMI OBIETTIVI L’ospedale di Fano ha aperto le porte alla redazione di PiùMagazine sulla realtà spesso sconosciuta del reparto di Ginecologia ed Ostetricia, una delle eccellenze del Santa Croce, considerato il punto di riferimento di tutto il comprensorio sia per le mamme in attesa, che per le diverse problematiche ginecologiche, funzionali, organiche ed oncologiche. Ad accoglierci, con entusiasmo e professionalità, il Dott. Claudio Cicoli - classe ’57 - che dal 2009 è a capo dell’unità ginecologica. Una breve visita che ci ha fatto intuire immediatamente con quanta serenità, tranquillità ed impegno il primario ed il suo staff collaborano fianco a fianco per offrire un ottimo rapporto medicopaziente. Non tutti sanno, che negli ultimi anni, il Reparto di Ginecologia ed Ostetricia ha ricevuto direttamente dal Ministero della Salute un importante riconoscimento: due Bollini Rosa. Un risultato come approvazione dei servizi svolti per il parto indolore, per lo screening delle patologie cervicovaginali e tumori al collo dell’utero e, non ultimo, per l’assistenza che ogni giorno questo reparto offre. “Gli ospedali che si prendono cura delle donne si vedono da lontano”: questo lo slogan del progetto Ministeriale Bollini Rosa, i quali vengono assegnati alle strutture ospedaliere più virtuose ed attente alla salute femminile. Infatti, dal 2007, l’Osservatorio Nazionale sulla salute della donna premia le Strutture di eccellenza nella cura delle patologie femminili con l’assegnazione di uno, due o tre Bollini Rosa. Tante, infatti, le attenzioni che il Santa Croce rivolge all’universo femminile. Fano è il primo Ospedale ad operare seguendo la struttura e l’organizzazione dell’Istituto Oncologico Europeo, con dei risultati che amplificano ed esaltano le prestazioni mediche ed il soddisfacimento delle pazienti. Se in tutta la provincia, sono circa 60 i casi oncologici annui, solo nei primi quattro mesi del 2012, Fano ne ha registrati 22. Questo denota grande fiducia da parte dei pazienti oncologici - i quali molte volte hanno bisogno di prestazioni extra settoriali - nei confronti del nuovo dipartimento chirurgico, dove le discipline di urologia, chirurgia e ginecologia si fondono in un’unica realtà operativa. Realtà che esercita il proprio impegno quotidiano utilizzando tecnologie all’avanguardia e collaborazioni interdiscipli-

14

la via dell’informazione

nari tra le varie equipe per il raggiungimento di risultati notevoli. In aggiunta, da poco più di un anno e mezzo, il reparto di Ginecologia ed Ostetricia ha stretto una collaborazione con il dipartimento interno di Urologia, per approfondire la conoscenza e la chirurgia sui casi di correzione del pavimento pelvico (la cosiddetta incontinenza urinaria): quindi, alle pazienti viene proposta la correzione chirurgica, dopo essere state sottoposte ad esami di laboratorio e strumentali. Da circa cinque mesi, sono organizzate due sedute mensili, in cui urologi e ginecologi si adoperano tramite la chirurgia a quattro mani, al fine di risolvere problemi inerenti la patologia del pavimento pelvico, rappresentata da prolassi utero-vaginali, prolassi vescicali ed incontinenze urinarie. Oltre ad un’equipe chirurgica-ginecologica, diretta dal Dott. Cicoli con la collaborazione del suo braccio destro, fedele sostituto, il Dott. Perrella, e ad un ottimo servizio rivolto allo screening preventivo della patologia cervico-vaginale seguito dalla Dott.sa Perolo e Dott.ssa Bardeggia, l’Ospedale

Piu Magazine - Luglio Agosto 2012  

Piu Magazine - Luglio Agosto 2012

Piu Magazine - Luglio Agosto 2012  

Piu Magazine - Luglio Agosto 2012

Advertisement