Page 1

Direttore responsabile Corrado Moscelli

Martedì 10 gennaio 2017

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro - Stampato a cura di Computer Sistemi Editore: Comunica s.r.l. - via Alavolini, 6 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/830710

www.fanoinforma.it

anno 6 - numero 6

Via Cavour, il sindaco rassicura i commercianti FANO – “Qualsiasi decisione sarà presa di concerto con le associazioni di categoria e i commercianti attraverso un percorso di condivisione, come questa amministrazione ha sempre fatto e sempre farà”. Il sindaco di Fano, Massimo Seri, ha rassicurato così ieri sera i commercianti di Via Cavour che hanno incontrato l’amministrazione comunale nella Sala della Concordia. Un incontro chiesto dagli stessi esercenti e voluto fortemente dalla giunta per fare chiarezza sulle tante voci circolate in questi giorni

in merito ad un cambiamento di viabilità della via. “E’ nostra intenzione – ha detto il sindaco – riqualificare Via Cavour, così come altri luoghi nevralgici del centro (Piazza Costanzi, Piazza Amiani, Piazza Marcolini) e così come già fatto sul primo tratto di Via Garibaldi, ma al momento non ci sono elementi che possano far pensare ad una trasformazione della via in Ztl. Abbiamo affidato ai nostri tecnici la realizzazione di progetti atti a trasformare il borgo in ‘salotto’

della città, ma prima di rendere operativi tali progetti ci rincontreremo con i commercianti perché siamo consapevoli delle loro esigenze e non è assolutamente nostra intenzione danneggiarli”. Tanti i suggerimenti che i commercianti presenti hanno avanzato all’amministrazione che, preso atto delle osservazioni, ha dato appuntamento agli stessi al mese di giugno quando su carta si potranno vedere, e quindi valutare insieme, i progetti redatti dagli uffici tecnici. “Nella mia testa –

ha spiegato il sindaco – c’è l’idea di far diventare Piazza Costanzi e Via Cavour il ‘prolungamento naturale’ di Corso Matteotti e nel momento che avremo tutti gli elementi a disposizione, comprese le risorse che possiamo destinare a tali finalità, valuteremo il da farsi ma sempre attraverso un tavolo allargato con tutti quei soggetti che lì hanno degli interessi. Ringrazio tutti i commercianti e i rappresentanti di categoria che hanno preso parte all’incontro. Abbiamo ascoltato con interesse

i loro punti di vista, l’ascolto e la partecipazione rimarranno sempre dei capisaldi di questa amministrazione”. Durante la serata è stato fatto poi un cenno anche alla nuova veste di Via Garibaldi: “Un intervento indispensabile – hanno detto il sindaco e l’assessore ai Lavori Pubblici Cristian Fanesi – che ci hanno chiesto gli stessi residenti ed esercenti e che ora è sotto gli occhi di tutti. La via ha cambiato totalmente aspetto e i primi ad essere soddisfatti sono gli stessi commercianti”.

I commercianti chiedono parcheggi: “L’ex caserma e il Foro Boario non bastano” Massiccia partecipazione all’incontro nella Sala della Concordia del Comune di Fano tra l’amministrazione e gli esercenti di Via Cavour FANO - Hanno apprezzato molto l’incontro chiesto ed ottenuto con l’Amministrazione che ha dato loro modo di far sapere, a chiare lettere, tutte le preoccupazione su una possibile chiusura al traffico della loro via. Erano in tanti ieri i commercianti di Via Cavour, tutti sulla stessa lunghezza d’onda: “Siamo i primi a volere la valorizzazione del centro e la sua riqualificazione, ma soltanto dopo che si sono creati i parcheggi a servizio dei clienti come accade in tutte le altre città”. Questo il pensiero dei commercianti che aggiungono: “Attualmente l’unico

parcheggio a servizio del centro è l’ex caserma che alle 9 di mattina è già al completo, cosi come quello del Foro Boario che accoglie l’utenza dell’Ospedale. Borgo Cavour, a differenza del corso, ha una sua specificità e le attività sopravvissute alla crisi hanno la necessità di avere una fruibilità mentre la chiusura significherebbe far morire il centro storico. Con la ztl – fanno notare gli esercenti - passerebbero tutti coloro che hanno il privilegio di un permesso e gli unici che non avrebbero accesso sarebbero i clienti delle attività. All’Auchan sono

stati autorizzati giustamente nuovi posti auto perche c’è una diretta corrispondenza tra posti auto e fatturato, pertanto per far vivere e valorizzare il centro storico la prima cosa che va fatta è l’aumento dei parcheggi o la creazione di nuovi posti a sosta breve. Chi si batte per eliminare i posti auto – insistono i commercianti di Via Cavour – lo fa per puro egoismo e perché magari non trova il parcheggio sotto casa perché è occupato da un cliente di un negozio. Ribadiamo la nostra volontà di migliorare la città in cui viviamo ed operiamo – conclude la nota - e siamo

grati per l’incontro di ieri sera in cui abbiamo avuto l’opportunità

Ristorante Pizzeria

Bella Napoli

La vera pizza napoletana con farina macinata a pietra da gustare anche a pranzo Specialità di carne e pesce

Chiuso il mercoledì

Piazzale Fratelli Rosselli, 7 Fano (PU) Tel. 0721826393 Cell. 3465262619

di spiegare al Sindaco e all’amministrazione le nostre ragioni”.


martedì 10 gennaio 2017 anno 6 - numero 6

Fano sud, residenti preoccupati per il possibile arrivo di profughi Gli extracomunitari (32 in tutto) dovrebbero alloggiare nei locali dell’ex colonia a Ponte Sasso FANO – Sono preoccupati i residenti di Torrette, Ponte Sasso e Marotta per il possibile arrivo sul territorio di profughi (sembra 32) che dovrebbero alloggiare nei locali dell’ex colonia di Ponte Sasso. Tale notizia ha scosso profondamente gli animi dei residenti che ieri si sono riuniti: “Siamo preoccupati – si legge in una nota dei cittadini – delle ripercussioni dal punto di vista sociale, di sicurezza pubblica e anche economica che potrebbero verificarsi. Da anni si parla di valorizzare l’ex colonia ma non si e’ mai trovato l’accordo economico. Si pensava ad un asilo, ad un ricovero per anziani, ad un centro di aggregazione per giovani ma tutto questo non si e’ mai concretizzato”. Ad appoggiare la tesi dei cittadini c’è anche il comitato appena costituito a Ponte Sasso “Noi vivere insieme” e varie associazioni di categoria: “Riteniamo – scrivono – che possa essere un grosso rischio per lo svolgimento regolare della prossima stagione estiva,

Antiche tradizioni: a Fano un corso per imparare a fare la pasta a mano

Fano sud ospita la maggior parte di turisti del Comune di Fano ed eventuali scelte sbagliate andrebbero a danno di tutta la comunità”. “Apprendiamo con piacere – pro-

segue la nota – che dall’amministrazione comunale c’è piena disponibilità ad incontrarci nel giro di qualche giorno insieme alle cooperative interessate a ge-

stire i profughi e alla proprietà dello stabile, ma la domanda che ci poniamo è: perchè ospitare 32 ragazzi in una struttura che ne può contenere centinaia?”.

FANO - Puntare sulla qualità e sulle antiche tradizioni. E’ con questi obiettivi che ha aperto Pasta della Peppa, il primo negozio di pasta fatta a mano (situato al civico 18 di via Cavour) in cui la pasta viene “tirata” a mano con il mattarello in tempo reale perché il tutto avviene proprio davanti ad una grande vetrata che si affaccia sulla strada per fare in modo che anche i passanti possano toccare con mano l’artigianalità del lavoro svolto. Caratteristiche che sono state apprezzate a tal punto dalla clientela che Pasta della Peppa ha deciso di organizzare delle lezioni di pasta

fatta a mano. Una vera e propria scuola in cui si potrà imparare a “tirare” la pasta come facevano le nostre nonne e a degustarsela a fine serata. Le lezioni cominceranno lunedì 23 gennaio alle ore 20. Come serata inaugurale i partecipanti (massimo 8 persone) si potranno cimentare con tagliatelle, gnocchi e passatelli. Tutti gli intervenuti riceveranno parananza e cappello e verranno affiancati nella preparazione da Ornella Dolci, la pastaia-sfoglina di Pasta della Peppa. Al termine della lezione si cenerà con le paste realizzate dai partecipanti

e verrà loro consegnato un ricettario delle preparazioni così da poter riproporre la realizzazione della pasta anche a casa. La durata media delle lezioni è di 2 ore al costo di 40 euro a partecipante. Le altre date in calendario sono giovedì 26 gennaio con la pasta ripiena (cappelletti / tortelloni/ ravioli), lunedì 30 gennaio con la pasta fresca (tagliatelle/ gnocchi/ passatelli) e giovedì 2 febbraio con la pasta ripiena (cappelletti/ gnocchi). Per avere informazioni sulle lezioni è possibile contattare il coordinatore del progetto Luca Di Giulio al 340.0696959.

Jump, garanzia di successo anche nella stagione invernale Conclusa la versione “winter” del famoso centro estivo di Asi che tornerà con tante novità a giugno FANO - Un’opportunità colta al volo dalle famiglie fanesi, specialmente da quelle che nel periodo natalizio non hanno usufruito di ferie o giorni liberi. Asi Pesaro e Cooperativa Polis brindano al successo del Centro Jump, versione invernale del Centro Estivo che ogni anno coinvolge centinaia e centinaia di bambini grazie anche alla collaborazione dell’Asd Sportfly. Erano circa 40 quelli che dal 23 dicembre al 7 gennaio hanno partecipato a questa utile ed interessante iniziativa che ha coinvolto bambini dai 3 ai 9 anni che si sono riuniti ogni mattina nei locali della Palestra Nuti per giocare, fare attività motoria e laboratori d’intrattenimento come pittura, lezioni d’inglese e lettura. “I numeri – dicono gli organiz-

zatori –, anche se ben lontani da quelli estivi, ci soddisfano molto specialmente se si considera che l’80% degli iscritti proveniva dal Centro Estivo Jump 2016. Questo – sottolineano - è un segnale evidente che alle famiglie piace come lavoriamo e come ‘trattiamo’ i loro figli e ad ogni occasione ci rinnovano la fiducia”. E forte soddisfazione per l’esito del Centro Invernale Jump la esprime anche la presidente di Asi Pesaro, Francesca Petrini: “Cerchiamo sempre di offrire un servizio completo alle famiglie in ogni periodo dell’anno mettendo a loro servizio professionalità e competenze, quelle competenze garantite dai nostri educatori, laureati o laureandi in scienze motorie o materie psicologiche e umanistiche. Crediamo – precisa la presidente – che le famiglie ab-

biano bisogno di valide alternative ai tablet o ai pc per i loro figli e le presenze al Jump ce lo dimostrano. Fare attività fisica e socializzazione è sicuramente un bel modo di passare le vacanze, che siano esse estive o invernali”. 11 giorni di attività che hanno visto la

abbigliamento uomo/donna Via Froncini, 14 Fano - Tel. 339 8481616

presenza alla scuola Nuti anche di diverse “new entry” e hanno dato modo agli organizzatori di capire quali sono le esigenze dei ragazzi e dei lori genitori per arrivare così al meglio al Jump versione Summer 2017 che partirà la prima settimana di giugno.

www.fanoinforma.it

Fanoinforma n.6 - 10 gennaio 2017  

Fanoinforma n.6 - 10 gennaio 2017

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you