Page 1

Direttore responsabile Bruno Chiavazzo

martedì 9 aprile 2013

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro, proprietà Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091, stampato a cura di Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091.

www.fanoinforma.it

anno 2 - numero 71

Arresti shock

FANO - Ci sono anche tre fanesi ed un forsempronese nell’operazione “Titano” coordinata dalla procura di Napoli - Direzione distrettuale antimafia che ha portato all’arresto di 24 persone in tutta Italia. Nomi già noti alle forze dell’ordine, come quello di Francesco Agostinelli, imprenditore edile di 50anni che si trovava già in carcere e della sua compagna, la 40enne Giorgia

Serafini, insegnante. La figura che invece non ti aspetti di trovare in questa maxi operazione è quella di Roberto Giammattei, 65enne gallerista d’arte conosciuto in tutta la città con il soprannome di Melenti. Insieme a loro è finito in manette anche l’assicuratore di Fossombrone Roberto Pierucci. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta hanno eseguito

ordinanze di custodia cautelare in carcere, con la collaborazione dei carabinieri della Compagnia di Fano diretta dal capitano Cosimo Giovanni Petese, con una accusa molto pesante: associazione a delinquere di stampo mafioso e riciclaggio, con l’aggravante del metodo mafioso. Per il momento non si conoscono i particolari del blitz che è scattato

nelle prime ore di questa mattina ed i capi di imputazione specifici a cui saranno chiamati a rispondere i quattro arrestati del nostro territorio. Per Melenti, ad esempio, sembra che l’accusa sia di “concorso nella detenzione di arma illegale”, un particolare che però non è stato ancora reso noto dalla procura di Napoli. L’unica certezza, al mo-

Arresto “Melenti”, il mondo dell’arte incredulo

mento, è che nell’indagine è emersa una struttura che operava nelle Marche e nell’Emilia Romagna per gestire gli affari illeciti dei Casalesi con riciclo di denaro attraverso società di capitali nello stato di San Marino. Durante l’operazione sono stati sequestrati beni, a scopo preventivo, per un totale di 2 milioni di euro, comprese auto di lusso.

Agostinelli e Serafini Galleristi e appasionati all’unisono: “Brava persona, sarà sicuramento vittima di un equivoco” già arrestati nel 2011 FANO - Il mondo dell’arte fanese che da parte dell’amica Antonella è rimasto sconvolto dall’arresto di Capomagi che aggiunge: “Cado Roberto Giammattei, conosciuto dalle nuvole, è la persona più buoda tutti come Melenti. “Una per- na che conosco e ha sempre dato sona stimatissima che conosco da un grandissimo valore a legami anni - commenta l’artista fanese come l’amicizia. Sono sicura che Giancarlo Pucci - nesi è trovato dentro anche per un solo tutta questa storia minuto ho mai avuto senza rendersene In città tutti il sospetto che fosse conto”. Identica la difendono implicato in una sireazione dell’artituazione del genere. sta Virginio RosGiammattei: Mi ha accompagnato si che commenta a diverse mostre e la notizia “Ottima persona” così non ci ha mai spedell’arresto di culato, figuriamoci Melenti: “Dire che se si poteva pensare sono sorpreso non che fosse implicato in movimenti rende l’idea di quello che sto realcamorristici”. Stesso pensiero per mente provando in questo momenSimone Romagnoli, appassiona- to. Può essere che gli sia capitata to d’arte: “Sono basito, non ci questa cosa tra le mani e lui non si può credere ad una notizia del l’abbia compresa fino infondo”. genere”. Sbalordimento totale an-

FANO - Non è la prima volta che il nome di Francesco Agostinelli e quello della compagna Giorgia Serafini finiscono agli onori della cronaca associati al clan dei Casalesi. Nel febbraio del 2011, infatti, i due vennero arrestati a Riccione al termine di una operazione condotta dai carabinieri della locale compagnia. Agostinelli finì in manette all’uscita di una abitazione con altre due persone ed i tre vennero trovati in possesso di cocaina ed eroina, oltre che di una calibro 22. Quando la Serafini, che si trovava fuori in auto, capì cosa stava accadendo tentò di urtare i militari per cercare di far fuggire i tre e per questo venne a sua volta arrestata.


martedì 9 aprile 2013 anno 2 - numero 71

Asfaltature: in tilt il traffico in mezza città

www.fanoinforma.it

Da La Fano dei Quartieri il richiamo agli amministratori comunali: “Gestione inadeguata degli interventi” FANO – Oggi è toccato a viale XII Settembre mandare nel caos il traffico della città. Ancora una volta i lavori di rifacimento del manto stradale hanno causato problemi alla circolazione. Questa mattina le auto sono rimaste bloccate per diversi minuti nella zona limitrofa all’area dei lavori: da via Montegrappa a via Vittorio Veneto, da via Nini a via De Gabrielli. Le code sono state causate non solo dal restringimento della carreggiata dovuto ai cantieri ma anche dalla mancanza, più volte segnalata anche dai cittadini, dell’intervento degli agenti della municipale nel coordinare la viabilità e della giusta segnaletica orizzontale. I cartelli, infatti, in molte vie appaiono solo a metà della strada. A farsi portavoce del malcontento cittadino è l’associazione “La Fano dei Quartieri” che dice: “Che la nostra città necessitasse di asfaltature è cosa nota ed evidente - dice il portavoce Gianluca Cespuglio - ma che queste venissero eseguite nella più totale anarchia nella gestione del traffico è uno scempio”. Per Cespuglio quello di oggi è stato “uno sconcertante scenario a cui si è assistito in occasione dell’asfaltatura di viale XII settembre. Alle 8 del mattino, tutto il traffico che circolava dagli ex capannoni dei carri di carnevale era gestito da un singolo operaio che, armato di tutina arancione e paletta rosso/

Campionato italiano di scacchi: pedine pronte al J

Per contattare la redazione di Fanoinforma verde deviava tutto il traffico della nazionale su via Nini, mentre due vigili monitoravano, non si sa bene cosa e perché la rotatoria, lasciando totalmente sguarniti gli incroci nevralgici che nel frattempo si erano congestionati, come capitato nelle intersezioni tra via Nini e viale Mariotti con viale Veneto e tra viale Veneto con via Pisacane”.

“Non basta come cittadini aver subito in tutti questi mesi le pene dell’inferno per cercare di schivare le buche senza creare danni e incidenti e nel sostenere i costi dei danni arrecati dalle buche stesse, ma ci dobbiamo pure subire la totale disorganizzazione nella gestione del traffico. Se da un lato i nostri amministratori si sono sem-

FANO - Tutto è pronto per il campionato italiano di Scacchi Rapid 2013 che andrà in scena al Pala J di Marina dei Cesari dal 12 al 14 aprile. Per il terzo anno consecutivo la città avrà l’onore di ospitare questa importante manifestazione organizzata dal Circolo scacchi Fano 1988, che nell’occasione festeggerà anche il 25esimo anno della sua nascita. “Sono quasi 300 gli iscritti finora da tutte le

pre nascosti, accampando scuse, sull’assenza di fondi per le asfaltature dall’altro rileviamo come l’assenza di una programmata e corretta gestione del traffico rimane esclusivamente di loro competenza che, in questa occasione, appare totalmente inadeguata”. Con una segnaletica migliore si sarebbe ovviato al problema.

regioni d’Italia - afferma il presidente del circolo scacchi Fano Dario Pedini - ma le iscrizioni sono ancora aperte per tutti gli amanti di questo sport e puntiamo ad averne 500”. Durante la tre giorni ci sarà anche la premiazione di titoli assoluti di categoria, giovanili, femminili e seniores. Il montepremi complessivo della manifestazione ammonta a 18 mila euro.

Avviate le operazioni di bonifica dell’ex mattatoio L’intervento interessa 3 serbatoi per combustibili che saranno eliminati. L’immobile verrà messo in vendita FANO - Un mattatoio che sarà sempre più ex ma che diventerà anche una zona più “sicura”. Sono iniziati ieri i lavori di bonifica della struttura di proprietà comunale che la giunta ha deciso di ripulire per poi metterla in vendita. L’operazione che è costata intorno ai 40 mila euro, ha visto in azione i mezzi della ditta Petroltecnica di Pesaro. In particolare nell’area è stata constata la presenza di strutture in stato di degrado. Tra queste si possono elencare 3 serbatoi interrati a servizio di altrettante caldaie presumibilmente alimentate a gasolio o ad olio combustibile. L’ufficio Ambiente è stato poi incaricato dall’Amministrazione come supervisore dei lavori di bonifica

delle stesse cisterne che, al proprio interno, contenevano ancora dei liquidi. Adiacenti ai tre siti saranno inoltre installate anche 3 piazzole con fondo impermeabile per il deposito temporaneo dei materiali estratti dallo scavo in attesa del completo smaltimento. Una volta completati i lavori l’immobile sarà messo in vendita come previsto dal piano delle alienazioni 2013. A visitare l’avanzamento dei lavori anche l’assessore all’Ambiente Luca Serfilippi: “Si tratta di un’operazione molto importante e necessaria che fa seguito a quella effettuata nei mesi scorsi dove è stato bonificato anche parte dell’amianto presente che si era mostrato deteriorato”.

invia una mail a redazione@fanoinforma.it o chiama il numero 0721 803497 Per la tua pubblicità su Fanoinforma telefona al numero 0721 803497

Fanoinforma - Quotidiano n. 71 - 9 aprile 2013  

Fanoinforma - Quotidiano n. 71 - 9 aprile 2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you