Issuu on Google+

Direttore responsabile Bruno Chiavazzo

martedì 3 settembre 2013

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro, proprietà Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091, stampato a cura di Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091.

www.fanoinforma.it

anno 2 - numero 173

La carica dei rimandati

FANO - Insufficienza piena per i temutissimi esami di riparazione che si sono conclusi pochi giorni fa. Circa uno studente su 10 che ha dovuto sottoporsi ai test di fine agosto perché “rimandato a giudizio” in una o più materie, non ce l’ha fatta. C’è chi sostiene che gli esami di recupero reinseriti tra le norme scolastiche dal Ministro Fioroni,

Oggi Consiglio comunale sul “caso Aset” FANO - Alle 19 di oggi si riunirà il Consiglio comunale, come di consueto in una seduta aperta al pubblico, per discutere il caso Aset Spa. Il sindaco Stefano Aguzzi e la giunta sono stati chiamati a chiarire, durante una seduta monotematica richiesta la scorsa settimana dall’opposizione riunita, motivazioni e conseguenze del decadimento del cda della municipalizzata dello scorso 14 agosto. L’assemblea sarà chiamata a discutere anche la mozione d’urgenza a firma del consigliere di Bene Comune Luciano Benini in cui si chiede di modificare lo statuto di Aset e la possibilità di nominare il cda dell’azienda senza attendere tre anni come previsto ad oggi. A breve dovrebbe essere comunicato il nome del nuovo presidente di Aset.

siano solo una sorta di proforma, un piccolo test superabile senza grandi sforzi. I dati sulla città della Fortuna smentiscono in pieno questa diceria perché, dei 481 studenti che hanno sostenuto gli esami, ce ne sono stati ben 43 che non sono riusciti a superarli. Il primo posto per la scuola con più rimandati se lo aggiudica l’i-

stituto professionale Alessandro Volta, del Polo scolastico 3, che conta 11 studenti non ammessi alla classe successiva sui 66 che hanno dovuto sostenere il test di recupero. A seguirlo a ruota è l’Adriano Olivetti di via Nolfi che segnala 10 studenti rimandati degli 85 partecipanti agli esami di riparazione. L’istituto tecnico navale Archime-

de, forte dei soli 17 studenti con materie da recuperare, segna tra le sue file un solo bocciato. Situazione migliore per i licei che aprono la loro personale classifica con il classico Nolfi e lo scientifico Torelli che a fronte dei rispettivi 33 e 132 esaminati, contano 7 bocciati a scuola. Il liceo linguistico si aggiudica la seconda posizione con 4 ragaz-

zi che non hanno superato il test tra i 45 che lo hanno sostenuto. L’ultimo posto, in termini di bocciature, va al liceo delle Scienze Umane. Sono stati 78 i ragazzi che hanno dovuto sostenere gli esami di riparazione ma il temuto “Non ammesso alla classe successiva” è apparso solo nella bacheca di 2 studenti. Stefano Orciani

Asfaltatura notturna di via Roma e della Giustizia

Da mercoledì 4 settembre il via ai lavori. Il termine delle operazioni è previsto per il 9 settembre FANO - Inizieranno mercoledì, alle 21, i lavori di asfaltatura di due delle vie più trafficate della città: via Roma, dalla rotatoria del Ponte Storto all’intersezione con l’interquartieri, e l’intera via della Giustizia. Proprio per il fatto di essere ad alta densità di circolazione l’assessorato ai Lavori Pubblici ha deciso che le operazioni, nei due tratti di strada, si svolgeranno “in notturna”. “Abbiamo adottato questa soluzione di fare il lavoro nelle ore notturne - ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Mauro Falcioni - dopo un incontro con la ditta incaricata (avuto nella mattinata, ndr) per evitare che la circolazione nelle ore diurne subisca un intralcio tale da crearci troppi problemi, visto che si tratta di due strade particolarmente trafficate”.

L’intervento inizierà dalle 21 del 4 settembre, da via della Giustizia, per concludersi, entro lunedì 9 settembre, con il tratto di via Roma. Nell’elaborare gli orari e i giorni

di intervento il Comune “ha tenuto conto anche delle condizioni meteo e del fatto che ancora non è iniziata l’attività scolastica”. “Mi scuso in anticipo invece con

i residenti lungo le due vie - ha concluso l’assessore Falcioni - per i rumori notturni che potrebbero sentire a causa del lavoro delle macchine operatrici”.


martedì 3 settembre 2013 www.fanoinforma.it

anno 2 - numero 173

Integrazione: concorso fotografico de L’Africa Chiama

FANO - “Conoscersi per comprendersi” è il titolo del concorso fotografico organizzato da L’Africa Chiama, sul tema dell’integrazione e contro il razzismo. Le foto partecipanti al concorso, che dovranno arrivare entro domenica 15 settembre all’indirizzo e-mail serena@lafricachiama.org, saranno pubblicate sulla pagina Facebook dell’associazione e votate degli utenti del social network. Il concorso è aperto a tutti, sia ai

singoli, sia alle classi di studenti di ogni ordine e grado, che possono partecipare in modo collettivo. Le tre foto vincitrici e i migliori scatti verranno esposti durante la XVI edizione della Settimana Africana Regionale che si terrà a Fano dal 28 settembre al 5 ottobre. Per informazioni contattare L’Africa Chiama allo 0721.865159.

Imu per Cna ci rimetteranno le imprese

Il segretario provinciale dell’associazione, Moreno Bordoni: “Oltre al danno, si rischia ora la beffa” PESARO - “Una vera e propria stangata sugli immobili destinati alle attività produttive”. Così il segretario provinciale di Cna Moreno Bordoni ha definito la cancellazione dell’Imu stabilita dal Governo Letta. La preoccupazione dell’associazione è che, a pagare il prezzo più caro del mancato gettito da Imu, saranno le aziende. “Non vorremmo - afferma Bordoni - che, per compensare i buchi nei bilanci comunali provocati dalla cancellazione dell’Imu sulla prima casa, si delineasse una stangata sugli immobili destinati alle attività”. Il timore dell’associazione è che “il vistoso deficit che si è generato (oltre 4 miliardi della quota destinata agli enti locali) finisca per essere ripianato da un maxi rincaro delle aliquote applicate agli immobili utilizzati dalle

imprese per svolgere il proprio lavoro”. In sostanza, la preoccupazione della Cna è che “dopo la girandola di esclusioni ed esenzioni, estese anche agli immobili agricoli, il capro espiatorio del mancato gettito derivato dell’Imu divengano ora le attività produttive”. “Insomma - continua il segretario provinciale -, oltre al danno, si rischierebbe ora la beffa. Sono tanti i Comuni che stanno mettendo le mani avanti denunciando i problemi che si sono creati nei loro conti. Nel 2012 le imprese hanno pagato aliquote salatissime su laboratori, negozi e fabbricati industriali, quantificabili in aumenti di oltre il 100% rispetto al vecchio gettito Ici. I Comuni della provincia in qualche caso hanno applicato solo sconti minimi sulle aliquote più alte. Non vorremmo per questo

Per contattare la redazione di Fanoinforma invia una mail a che venissero applicate d’ufficio le aliquote più alte previste dalla legge, provocando così un’ulteriore

insanabile ferita nei conti di piccole aziende, già ridotte allo stremo dalla crisi”.

Matrimoni: no agli inviti su Facebook L’80% dei fanesi giudica in maniera negativa l’uso dei Social al posto delle partecipazioni tradizionali FANO - C’è chi li utilizza per le loro funzioni più comuni, rimanere in contatto con parenti lontani e per ritrovare vecchi amici d’infanzia, ma vengono usati anche per scopi più particolari ed importanti, come indagini di polizia o per seguire in diretta degli interventi chirurgici. I social network sono sempre più parte della quotidianità. Nonostante questo, alla domanda “Cosa ne pensi degli inviti ai matrimoni fatti via Facebook?” l’80% dei fanesi si è espresso con parere negativo: “Non penso che sia il modo migliore per invitare parenti e amici a un evento così importante - commenta Alessandro Santi -, passino compleanni e feste di laurea ma il matrimonio proprio no”. Parole confermate da Guendalina Moroni che aggiunge: “Non mi è mai capitato di ricevere un invito di questo genere tramite Facebook, lo ritengo più adatto per altri tipi di eventi, il matrimonio è una cosa sacra”. Anche per Enrico Micali le tradiz ioni sono da custodire: “Valori importanti come la famiglia o le nozze non devono essere toccati da una cosa futile come Facebo-

redazione@fanoinforma.it o chiama il numero 0721 803497 Per la tua pubblicità su Fanoinforma telefona al numero 0721 803497

Andrea Dellasanta

Guendalina Moroni

Nicola Magi

Enrico Micali

Lorenzo Perlini

Alessandro Santi

C’è anche chi vede le cose con un occhio più pratico e, soprattutto, economico. “In tempi di crisi - commenta Lorenzo Perlini -, trovo sia un’idea moderna e originale: è una valida alternativa alle partecipazioni, che

sono un costo alto per gli sposi”. Per Nicola Magi, giovane fanese, “non c’è problema, è un bel metodo per risparmiare e poi ormai le usanze di questo tipo fra un po’ scompariranno del tutto”. Stefano Orciani

ok”. Con un po’ di titubanza anche Andrea Dellasanta alla fine cede al fascino delle classiche partecipazioni: “ Non ci ho ancora pensato, ma forse per il mio matrimonio continuerei ad usare il vecchio metodo delle lettere”.


Fanoinforma n.173 - 3 settembre 2013