Page 1

-10%

-10%

sulle bollette di Luce e Gas Numero Verde gratuito

800 56 60 40

sulle bollette di Luce e Gas

mercoledì 3 ottobre 2012

Direttore responsabile: Bruno Chiavazzo

Fanoinforma collegata e a cura della redazione della testata on-line www.fanoinforma.it, registrazione n. 539 del 22/09/2006 presso il Tribunale di Pesaro, nuova proprietà Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091, comunicazione depositata il 05/04/2012 presso il tribunale di Pesaro, stampato a cura di Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091.

FANO - Che le amministrazioni locali siano in difficoltà è un dato di fatto. Il patto di stabilità e i minori trasferimenti da parte del governo Monti non sono una giustifcazione ma una terribile realtà per chi deve far tornare i conti pubblici. Bisogna fare cassa ma anche questa non è cosa semplice visto che alcune delle ultime aste che il Comune ha effettuato per terreni ed immobili sono andate deserte. Ecco allora che tutti gli occhi sono puntati sull’Aset ed in particolare sul servizio Igiene Ambientale. Il sindaco già da alcuni mesi ha annunciato che non gli dispiacerebbe venderlo alla Multiservizi, in caso di proposta particolarmente vantaggiosa. Quello che si fa fatica a capire è perchè oggi la Spa sia diventata tutta d’un tratto un’azienda da vendere quasi ad ogni costo. “Così come è oggi difficilmente potrà reggersi in futuro” ha detto Aguzzi al nostro giornale proprio oggi, ma così come è oggi cosa significa? E soprattutto chi ce l’ha fatta diventare? E poi, prima di vendere un’azienda che garantisce servizi non sarebbe meglio cercare di fare cassa con quei beni che non hanno poco di pubblico come negozi e appartamenti? Insomma fino a qualche anno fa non si voleva vendere Aset alla Multiservzi (con socio privato Hera) perchè la nostra era l’unica azienda “sana” oggi la situazione si è capovolta. Perchè? Corrado Moscelli

800 56 60 40

www.fanoinforma.it

anno 1 - numero 3

(S)Vendere l’Aset, ma perchè?

Numero Verde gratuito

Aguzzi: “Aset senza futuro”

Per il primo cittadino la Spa così come è oggi non riuscirà ad andare avanti e dovrà essere venduta

FANO - Alterato come non mai con il consigliere comunale Luciano Benini che lo ha attaccato dal punto di vista politico e sempre più convinto che l’Aset così come è oggi difficilmente si reggerà in futuro e per questo deve essere venduta. Il sindaco Stefano Aguzzi, replica con una certa grin-

ta alle dichiarazioni rilasciate ieri sulle pagine del nostro quotidiano dall’ “apetta” Benini, il quale aveva parlato di un primo cittadino in grande difficoltà in cerca di rilancio. “Un conto è fare l’opposizione – commenta il sindaco Stefano Aguzzi - proponendo alternative

che possono migliorare quanto fatto dalla maggioranza, un altro è raccontare cose non vere lontane dalla realtà che vogliono solamente inasprire il dibattito politico, strumentalizzandolo. Io ho ricevuto un mandato dai cittadini, che mi hanno scelto per ricoprire questo incarico in uno dei momenti peg-

Sanità, D’Anna e Zaffini: “Per Fano e Pesaro serve pari dignità” Presentata proposta di legge per sopprimere l’azienda Ospedali Riuniti Marche Nord FANO - Il vice presidente del- state rispettate, soprattutto quelle la commissione sanità, Giancar- che richiedevano pari dignità tra lo D’Anna e il capogruppo della le due strutture e il rispetto delle Lega Nord Marche, Roberto Zaf- professionalità. fini, hanno presentato questa mat- Si assiste infatti, secondo D’Anna, tina, la nuova proposta di legge ad una forte riduzione dei serviper la soppressione zi dell’ospedale Santa dell’azienda ospe- “ci vuole facile Croce di Fano a favodaliera “Ospedare della struttura San li Riuniti Marche accessibilità Salvatore di Pesaro. Nord”. “Nel 2009 “La presente Proposta - dichiara D’Anna di Legge – concludono ai servizi - quando si è votain coro D’Anna e Zafto per la creazione fini – intende pertanto sanitari” di ‘Ospedali Riuniti garantire una reale pari Marche Nord’, sono stato l’uni- dignità ai due ospedali, perseguenco, assieme a Raffere Bucciarelli do altresì l’obiettivo di una facile a votare contro, perché non erano accessibilità ai servizi sanitari a ben chiari i rispettivi ruoli degli tutti i cittadini, sia che essi siaospedali di Pesaro e Fano”. no dell’entroterra o della costa, in A distanza di tre anni, il pensiero considerazione delle peculiarità del vice presidente non è cam- del territorio della provincia di Pebiato: “Le linee guida deliberate saro e Urbino”. dalla giunta regionale, non sono Stefano Orciani

Da sin: Giancarlo D’Anna e Roberto Zaffini

giori per le amministrazioni locali. Il mio unico dovere è quello di impegnarmi per governare nel migliore dei modi la città e parallelamente mi sento nella condizione di affermare che sto dedicando anima e corpo per raggiungere l’ obiettivo”. Aguzzi poi aggiunge: “Al consigliere Benini non interessa il bene comune tanto che in ogni circostanza cerca di mettersi in mostra per la sua personale visibilità politica. Siccome non è riuscito a governare la città cerca di apparire dall’opposizione creando sempre un clima negativo, di sospetto e di diffidenza. Se lui dice veramente di essere un uomo cattolico, dovrebbe usare la buonafede e non la malafede. Inoltre lo stesso Benini guarda con tanta simpatia al centro sinistra per una eventuale alleanza solamente per la sua carriera politica”. Nella stessa circostanza Aguzzi rimarca la convenienza, non solo economica ma anche imprenditoriale, che ci potrebbe essere nel vendere il ramo rifiuti di Aset. “Oltre all’indirizzo di istituire un ambito provinciale unico, vendere i rifiuti e’ un opportunità perché l’azienda così come è oggi potrà difficilmente reggersi in futuro e occorre, prima che diventi non produttiva, cercare una soluzione conveniente sotto tutti i punti di vista. Certo non versiamo nelle stesse condizioni della Provincia però non possiamo ritenerci fuori da qualsiasi rischio e pertanto siamo obbligati a vendere qualcosa”. Jacopo Frattini

San Salvatore e Santa Croce, i medici: “siamo già integrati” FANO - Marche Nord non è un’azienda divisa. Sono stati gli stessi medici del Santa Croce e del San Salvatore a puntualizzare che l’integrazione è già partita. Per Giuseppe Migliori, primario di Otorino, l’integrazione è già storia: “E’ dal 2008 che lavoriamo sul progetto e abbiamo diversificato molte attività. La chirurgia complessa viene fatta a Fano e sono gli stessi medici pesaresi a venire qui”. Lo stesso discorso vale per Bruno Giannotti, primario di Oculistica, che ha già omogeneizzato le procedure ed i protocolli di reclutamento dei pazienti. Gabriele Frausini della Medicina Interna ha allargato il percorso del paziente colpito dall’ictus cerebrale anche a Pesaro. Insomma l’integrazione c’è già, ma l’ospedale unico che fine ha fatto?


mercoledì 3 ottobre 2012 www.fanoinforma.it

anno 1 - numero 3

Il centro diviso in sei Ztl entro l’anno Silvestri ha avuto il via libera per cercare di ridurre il traffico nel cuore della città

Tanto rumore per nulla

ADERISCI SUBITO a avrai uno

sconto del 10 % sul costo della luce e del gas della tua bolletta. *

* sulla quota energia

FANO - Novità in arrivo per quanto riguarda la mobilità all’interno del centro storico, previste per la fine 2012. Infatti, come dichiarato quest’oggi dall’assessore alla Viabilità Michele Silvestri, la giunta ha dato il via libera alla suddivisione del centro in sei microzone . “Il progetto - ha dichiarato Silvestri - è stato studiato per cercare di migliorare la qualità e la vivibilità del centro storico cercando di diminuire il traffico di automobili da cui ogni giorno è afflitto”. In questo momento infatti, il centro storico è suddiviso solo in due aree, da via Garibaldi verso Nord, e da via Garibaldi verso Sud, in direzione Marotta. Entro dicembre, le microzone all’interno della cinta muraria, saranno invece sei; questo per fare in modo che i cittadini con permesso, possano comunque aver modo di accedere tranquillamente alle proprie abitazioni o attività, ma senza andare ad intasare come ora altri tratti. Questo impedirà anche ai corrieri di poter transitare liberamente in tutte le vie. Anche i punti di accesso saranno diminuiti, si passerà dalle attuali 27 entrate a 7 e questo prevederà anche alcuni

Per contattare

Via Garibald, oggi linea di confine per l’organizzazione del traffico nella Ztl

cambiamenti sui sensi di marcia. Per facilitare questa “rivoluzione viaria” gli orari della Ztl di via Cavour e Castracane, saranno più ampi e vi si potrà accedere dalle 8 alle 20 così come per il tratto nord di via Nolfi che avrà delimitazioni solo in orario d’ingresso e uscita

degli scolari della scuola media Gandiglio. “Per verificare che tutto proceda in maniera fluida - dichiara l’assessore Silvestri - saranno insatallate nei punti nevralgici delle videocamere che rileveranno le infrazioni e potranno essere utili anche in termini di sicurezza”.

FANO - Per oltre un mese in città non si è fatto altro che parlare dell’iniziativa “Bici sicure” voluta dal Questore Italo D’Angelo. Per oltre un mese, prima a Pesaro e poi a Fano, i cosidetti “pattuglioni” formati da Esercito, Polizia Stradale e Vigili Urbani hanno fermato, istruito e a volte multato (ma solo a Pesaro) i ciclisti indisciplinati. Non c’è stato politico che non abbia detto la propia sulla questione e sono stati sco-

A questo si aggiungerà l’installazione della segnaletica, in particolare per i ciclisti, ai quali sulle vie principali del centro storico, sarà assicurato il passaggio anche contromano, grazie alle ampie carreggiate. Alessandro Bianchi

modati persino i pareri della Corte di Cassazione su vicende analoghe. Poi, come accade spesso, passata la tempesta è tornato il sereno e nel centro storico le bicilette shanno continuato a scorrazarre in lungo e in largo come sempre hanno fatto in barba ai divieti. Per mettere tutti d’accordo sarebbe bastato un semplice cartello. co.mo.

la redazione di Fanoinforma invia una mail a redazione@fanoinforma.it Per la tua pubblicità su Fanoinforma telefona al numero 0721 831507

Romito potrebbe già firmare “Dato uno spazio, dato un mezzo” Arriva dopo una stagione finita a Pergocrema Domani inaugura mostra al 2.18 Gallery

-10%

*

sulle bollette di Luce e Gas

Da sin: Tommaso Mei e Andrea Belacchi

FANO - Domani, giovedì 4 ottobre 2012, alle ore 19, al 2.18 Gallery (Corso Matteotti, 170), inaugurerà “Dato uno spazio, dato un mezzo”. Questa nuova esposizione prevede l’intervento di 35 autori di diversa estrazione, artisti, fotografi, musicisti, registi, attori, designer e architetti, provenienti da tutto il territorio, che si sono prestati ad utilizzare una vecchia Polaroid

per esprimersi e per interpretare il piccolo spazio della Galleria curata da Tommaso Mei e Andrea Belacchi. La mostra vuole essere un incentivo e una sfida alla valorizzazione dell’arte contemporanea nel nostro territorio, sfida raccolta anche dall’assessore alla Cultura del Comune di Fano, Maria Antonia Cucuzza, che ha reso possibile questa esposizione.

Chiama il numero verde

800 566040 e scopri tutti i vantaggi

* sulla quota energia

FANO - E’ arrivato stamattina, si è portando i partenopei in cadetteallenato oggi pomeriggio e doma- ria. I 190 cm di altezza, insieme ai ni potrebbe già firmare. 76 chili di peso rendono Romito Tommaso Romito classe 1982, di un atleta possente dotato di grande professione fa il difensore centra- fisicità e forza. le potrebbe essere la pedina man- Una vita in C1 con le maglie di cante nello scacchiere difensivo di Chieti, Salerinitana, Pescara e Lazzaro Gaudenzi. Lanciano dove come Dopo le bocciature di di squadra “Il difensore compagno Garaffoni prima e di ebbe Tommaso CoVillagatti poi, il soda- ha vestito anche lombaretti. lizio granata, insieme Nell’ultimo anno il al suo direttore sporha giocala maglia del difensore tivo Giuseppe Pompito a Lanciano prima, lio, è stato costretto a per poi concludere la Napoli” rituffarsi nel mercato stagione tra le fila del alla ricerca di uomo Pergocrema. di esperienza che fosse in linea Per quanto riguarda la squadra arcon il budget a disposizione. rivano buone notizie dall’infermeIl difensore sicuramente ha tocca- ria visto che sia capitan Amaranti to l’apice della sua carriera nella sia Forabosco potrebbero essere stagione 2006, quando con la pre- recuperabili per la prossima sfistigiosa maglia del Napoli, con- da in trasferta con il Forlì dove la tribuì alla vittoria del campionato squadra spera di centrare i 3 punti.

Fano Informa - Quotidiano, 3 Ottobre 2012  

Il nuovo quotidiano gratuito distribuito nella tua città