Page 1

-10%

-10%

Direttore responsabile: Bruno Chiavazzo

mercoledì 28 novembre 2012

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro, proprietà Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091, stampato a cura di Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091.

anno 1 - numero 42

Assestamento di bilancio, il plauso di Mattioli FANO - “L’assestamento di bilancio conferma quanto di buono era già stato deciso in sede di previsione”. Lo sostiene il capogruppo de La Tua Fano Giaccomo Mattioli che poi entra nel merito dei numeri. “Partiamo dall’Imu -esclama Mattioli - le aliquote sono rimaste invariate rispetto alle previsioni e questo, in un periodo in cui i Comuni stanno facendo a gara a chi le alza di più per restare nel patto di stabilità, non era scontato né banale. Anzi va apprezzato anche più di quanto stanno facendo altri Comuni anche vicini a noi come Pesaro. Il secondo punto riguarda l’indebitamento del Comune. A differenza della Provincia, Fano è un Comune che ha un debito molto basso e che, nonostante questo, cerca di ridurlo ulteriormente estinguendo in anticipo alcuni mutui per liberare risorse da spendere per la collettività. In questo senso vale la pena ricordare che, sempre a differenza della Provincia, Fano ha mantenuto la società di servizi in mano totalmente pubblica senza il bisogno di vendere quote ai privati per non uscire dal patto di stabilità. Le tariffe applicate continuano a essere le più basse a livello provinciale, e ciò significa un ulteriore peso in meno sulle tasche dei cittadini. Infine, nonostante il patto di stabilità che continua a stritolare i Comuni, con un’oculata politica di ulteriore riduzione di spesa degli assessorati è stato possibile liberare risorse da utilizzare nei settori dei Lavori Pubblici e dei Servizi Sociali”.

Braccati FANO - Non è passata inosservata ai carabinieri di Fano la Citroen C3 che l’altra sera intorno alle 20 è transitata nelle vicinanze del canale Albani a velocità sostenuta e con i fanali spenti. I militari, capendo di trovarsi davanti a dei possibili criminali, hanno deciso di pedinare la vettura da una distanza di sicurezza per cercare di non farsi notare. Quando però la Citrone ha iniziato ad aumentare la velocità mettendo in pericolo pedoni e ciclisti presenti lungo la vecchia Flaminia i militari hanno dovuto farsi notare e a quel punto i fuggitivi han-

no imboccato il quartiere Fano 2. Dopo essere finiti in una strada chiusa i malviventi hanno preferito abbandonare la macchina ancora in moto e darsela a gambe nella campagna circostante. I carabinieri a bordo della gazzella, che nel frattempo erano stati raggiunti dai colleghi guidati dal Capitano Cosimo Giovanni Petese, hanno dovuto prima arrestare la vettura ancora in movimento e poi mettersi alla ricerca dei fuggitivi. All’interno della Citroen, risultata rubata nei giorni scorsi a Chiaravalle (AN), è stata rivenuta consi-

stente attrezzatura da scasso costituita da una grossa smerigliatrice (frullino) con tre dischi metallici in grado di aprire armadi blindati e casseforti, una mazza da muratore di kg. 5, due grossi grimaldelli ed altrettanti cacciaviti, una prolunga elettrica ad uso industriale ed una grossa chiave inglese. L’autovettura è stata così sequestrata unitamente all’attrezzatura per i successivi accertamenti tecnico-scientifici da parte dei militari. Si ritiene che i tre fuggitivi, sicuramente stranieri (albanesi o romeni) provenienti da altre zone, fossero a Fano con l’intenzione di

Numero Verde gratuito

800 56 60 40

* sulla quota energia

800 56 60 40

* sulla quota energia

Numero Verde gratuito

*

sulle bollette di Luce e Gas

*

sulle bollette di Luce e Gas

www.fanoinforma.it

compiere ingenti furti ai danni di aziende o di abitazioni isolate. Le ricerche dei tre stanno continuando anche in queste ore. Sempre a Fano questa mattina sono scattate le manette ai polsi di un imprenditore 30enne della città. Le accuse, per l’uomo incensurato, sono di detenzione e spaccio di stupefacenti in quanto è stato trovato in possesso di svariati panetti di hashish e dosi di cocaina pronti per essere venduti. Le indagini, da parte dei Carabinieri di Pesaro insieme ai colleghi di Fano, sono ancora in corso. f.r.

Il Pd attacca la giunta sugli arretrati dei dipendenti Tra gli altri temi oggetto di dibattito anche i servizi cimiteriali e l’assestamento di bilancio. Criticati alcuni assessori FANO - Tanta carne al fuoco nella conferenza di questa mattina convocata dal Pd. Tre i temi sotto la lente d’ingrandimento del partito democratico: la questione dei dipendenti comunali, quella dei cimiteri e infine il bilancio. Per quanto riguarda la trattativa sugli arretrati del personale comunale, il consigliere Rosetta Fulvi ha richiesto di porre fine alla confusione politica messa in atto dalla giunta e in particolare dall’assessore che sta portando avanti il dialogo con i dipendenti, Luca Serfilippi. “Dopo la battuta d’arresto di ieri - afferma Rosetta Fulvi - abbiamo il legittimo presentimento che questo sia dovuto a motivi politici e non tecnici. Ci sembra infatti che l’intento sia quello di mettere uno contro

gli altri i dipendenti e i dirigenti, per spostare il pallino del dibattito”. Sottolineando come in queste condizioni sia difficile lavorare il consigliere Fulvi ha poi continuato affermando: “Invitiamo l’amministrazione ad usare il buon senso e ad erogare in maniera unilaterale quanto possibile, cercando di corrispondere a tutti i dipendenti quello che devono ricevere. A questo punto vorremmo sapere in dettaglio se i soldi ci sono e quanto è stato accantonato anno per anno”. In coda al discorso sugli arretrati si è posto il problema, che sarà poi oggetto di un’interrogazione, dei servizi cimiteriali. “Alcuni cittadini hanno lamentato il mancato impegno da parte dell’amministrazione comunale per quanto riguarda la realizzazio-

ne delle riquadrature e del cippo in marmo. Tutto questo nonostante avessero pagato anticipatamente. A noi - commenta la Fulvi - non basta la giustificazione dell’assessore Silvestri che ammettendo la grave mancanza, attribuisce il problema al patto di stabilità”. L’ultima battuta del Pd è stata sull’assestamento di bilancio e in particolare sul provvedimento che assegna alla Fondazione Teatro della Fortuna, le risorse che le erano state sottratte. Ieri, infatti, sarebbero stati restituiti 80 mila euro e su questo il Pd ha sottolineato: “In un momento come questo tale somma poteva essere utilizzata per altre questioni più importanti”. Alessandro Bianchi


mercoledì 28 novembre 2012 anno 1 - numero 42

Tatuatori “fai da te”: è boom

www.fanoinforma.it

Spopola la moda di “marchiare” l’amico o il conoscente nel garage di casa. Rischio salute

a avrai uno

sconto del 10 % sul costo della luce e del gas della tua bolletta. * sulla quota energia

*

Per contattare la redazione di Fanoinforma invia una mail a questi abusivi perché oltre a ledere, chi come noi ha un’attività in regolare, rischiano di trasmettere infezioni o addirittura malattie ben più gravi”. Dello stesso parere sono i titolari del Bloody Roots Tatoo di via Nol-

fi. “Anche nel nostro studio vengo a richiedere del materiale come aghi, colori o tubi per poter realizzare tatuaggi. Alle volte ci sono persone che si sono fatte tatuare e che non sono soddisfatte del lavoro e perciò vo-

FANO - Favorire l’integrazione scolastica tra studenti italiani e stranieri attraverso una serie di iniziative. E’ uno degli obbiettivi dell’assessore ai Servizi Educativi Franco Mancinelli, che a tale proposito puntualizza: “Secondo i dati forniti dalle direzioni scolastiche fanesi, gli alunni con cittadinanza non italiana, che hanno frequentato le scuole primarie e secondarie di primo grado durante l’anno scolastico 2011/12, sono 415; il paese

più rappresentato è l’Albania con 103 studenti e di essi 39 sono nati in Italia. L’obiettivo delle iniziative, è la ricorrenza del centenario dell’indipendenza dello dello Stato di Albania”. L’assessorato ha promosso venerdì 30 novembre alle ore 10.30 alla Sala S. Michele l’incontro “Cento anni dell’Albania”. Sarà inoltre inaugurata la mostra didattica “Storia e identità del popolo albanese” che resterà aperta dal 30 novembre al 6 dicembre.

“Sport @scuola”: due giorni con professori ed ex sportivi FANO - I responsabili del corso di scuola dello sport dell’istituto comprensivo “G. Padalino”, i professori Cinzia Ceccarelli e Giorgio Turiani, insieme al dirigente Pierluigi Addari, hanno organizzato per venerdì 30 novembre e sabato 1 dicembre un convegno dal titolo “Sport @scuola”. L’evento, che si svolgerà per la prima giornata nei locali della scuola media Padalino in via Lanci n. 2 e per la mattinata di sabato nella Sala della Fondazione Carifano in via Montevecchio, nasce dalla volontà di

mettere in evidenza come i due mondi, della scuola e dello sport siano assolutamente complementari. Al convegno parteciperanno anche i docenti della scuola media a indirizzo sportivo di Tavagnacco (UD), che già dallo scorso anno collaborano con quella di Fano al fine di confrontarsi su strategie e metodologie didattiche messe in atto per perseguire intenti comuni. Venerdì alle ore 15 il professore Bardini, docente di Scienze motorie di Udine, terrà un corso di aggiornamento per insegnati della

glio rimediare in qualche modo alla situazione. Ci sono perfino individui che arrivano con infiammazioni o cose del genere ma noi gli indirizziamo direttamente dal medico curante”. Federica Rossini

scuola primaria sull’uso di materiali poveri. Durante la mattinata di sabato nomi di rilievo in ambito educativo si alterneranno a grandi sportivi come il maratoneta paraolimpico Andrea Cionna, che con la sua testimonianza dimostrerà quanto contano la determinazione e la forza di volontà per ottenere grandi risultati, il pallavolista Andrea Zorzi e l’uomo del basket italiano Walter Magnifico. Si dibatterà inoltre su temi di grande rilievo quali” Etica e sport” con il professore Ario Federici della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Urbino e “Sport e salute” con il medico sportivo Riccardo Moroni.

Pranzo di Natale per i circoli anziani FANO - È in programma domenica 2 dicembre, al ristorante Settimo Cielo di Serrungarina, il tradizionale pranzo di Natale organizzato dalla Fondazione Fano Solidale e che vedrà la partecipazione oltre che dei soci anche dei circoli anziani del Comune di Fano. È ancora possibile iscriversi rivolgendosi alla sede della Fondazione in via S.Eusebio 32 (tel. 0721/862576) all’interno del Centro Commerciale di S.Orso. Nel corso del pomeriggio verranno premiati i referenti dei Conad cittadini e verrà comunicato l’importo assegnato a ciascuna associazione di volontariato in ragione della convenzione in essere.

+ + + +

redazione@fanoinforma.it o chiama il numero 0721 803497 Per la tua pubblicità su Fanoinforma telefona al numero 0721 803497

-10% sulle bollette di Luce e Gas

*

“Storia e identità del popolo albanese”

ADERISCI SUBITO

Chiama il numero verde

800 566040 e scopri tutti i vantaggi

risparmio sulle bollette di luce e gas riferito alla quota energia della tua ultima bolletta

servizio di consulenza dedicato servizio dedicato alle problematiche, sempre a disposizione

assistenza immediata e gratuita consulenza e assistenza di un operatore per ogni esigenza

gestione fatture e pagamenti online possibilità di gestire fatture, pagamenti, visionare i consumi e risolvere le problematiche online

*

numero verde 800-56 60 40 * riferito alla quota energia della tua ultima bolletta

* sulla quota energia

FANO - Con la crisi è esplosa la moda del “fai da te” anche nel mondo dell’estetica e dell’acconciatura, con scantinati e garage trasformati in laboratori in cui si fanno cerette, massaggi e trattamenti per il viso. La Cna, lo scorso anno ha realizzato una campagna pubblicitaria per cercare di contrastare questo fenomeno che oggi ha contagiato il mondo dei tatuaggi. Un fenomeno molto pericoloso perchè chi lo pratica abusivamente mette a rischio la salute dei clienti, visto che spesso si opera in condizioni igieniche davvero al limite. Ecco perchè gli operatori autorizzati invitano gli utenti a fare molta attenzione. “Noi siamo ipercontrollati - afferma Umberto Geirola, titolare del Palla 8 - mentre queste persone svolgono la nostra stessa attività senza alcun controllo e molto spesso con condizioni igieniche al di sotto degli standard richiesti. È anche capitato che in studio siano arrivate mamme che ‘accusano’ noi di aver fatto, sulla pelle dei figli, un piercing o un tatuaggio senza autorizzazione, ma in realtà se lo erano fatto fare da un amico o in uno di questi studi abusivi. Addirittura c’è chi al coraggio di venirti a chiedere un ago perché ne hanno finiti e devono fare il tatuaggio ad un conoscente. Noi chiediamo più controlli verso


Fanoinforma - Quotidiano, 28 Novembre 2012  

Il nuovo quotidiano gratuito distribuito nella tua città

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you