Page 1

-10%

-10%

Direttore responsabile Bruno Chiavazzo

martedì 26 febbraio 2013

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro, proprietà Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091, stampato a cura di Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091.

Numero Verde gratuito

800 56 60 40

* sulla quota energia

800 56 60 40

* sulla quota energia

Numero Verde gratuito

*

sulle bollette di Luce e Gas

*

sulle bollette di Luce e Gas

www.fanoinforma.it

anno 2 - numero 41

Nuova era

FANO - Sul fatto che il Movimento 5 Stelle sia l’unico e indiscusso vincitore delle elezioni non ci sono dubbi. A livello locale però, è forse più importante capire da dove arrivano tutti i voti ricevuti dai grillini, visto che, rispetto alle precedenti amministrative (dato che abbiamo messo a confronto con il risultato della Camera), Grillo ha ottenuto circa 12.000 voti in più. Sicuramente dal Pd. Se guardiamo alle precedenti politiche il Partito Democratico ha perso sui 6.000 voti

Lara Ricciatti l’unica fanese eletta FANO - “Mi riempie di orgoglio il fatto di rappresentare in parlamento la mia città”. Lara Ricciatti ce l’ha fatta. Sarà, infatti, l’unica fanese ad entrare alla Camera di Deputati come esponente di Sinistra Ecologia e Libertà. “Queste elezioni hanno dimostrato che c’era una grande voglia di cambiamento. Non possiamo far finta di nulla e parallelamente dobbiamo assumerci la responsabilità di ascoltare le richieste del nostro popolo. Oggi dobbiamo cogliere al volo questa occasione per cercare di cambiare il domani”. Lara Ricciatti poi dichiara: “Voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto, a partire dalle primarie fino ad arrivare alle elezioni di ieri. Spero di ripagare con una buona azione di governo la fiducia concessami”.

ma ne ha invece guadagnati 2.500 se il riferimento diventano le comunali del 2009. Questo significa che c’è stata una forza politica con un portafoglio elettorale molto ricco, come La Tua Fano, che alle comunali aveva sfiorato i 10.000 voti, che in quest’ultima tornata elettorale ha distribuito consensi con una forbice piuttosto ampia. Probabile che le preferenze della lista civica siano finite al Pd quindi, ma anche ai grillini, a Mon-

ti (che a Fano ha riscosso 3.631 consensi) e perfino a Fratelli d’Italia, alla cui presentazione fanese c’erano molti esponenti della lista del sindaco. Non sono certamente andati al Pdl, che a livello locale ha pagato a caro prezzo la scelta di una lista con personaggi non molto legati al territorio. Quelli di Berlusconi però hanno potuto contare solo sulle proprie forze, dato che alcuni ex esponenti sono migrati in altre forze, e proprio da questo devono ripartire se

vogliono riconquistare il terreno perduto. Un altro partito che deve fare i conti con un risultato elettorale piuttosto negativo è l’Udc, che questa volta ha raccolto un terzo dei voti del 2008 e la metà rispetto alle amministrative del 2009. Anche per Delvecchio e soci è d’obbligo un’analisi approfondita per capire come mai non hanno ricevuto il sostegno nemmeno dai loro alleati più vicini. Tutte interpretazioni che devono

lasciare spazio all’unica certezza partorita dalle politiche e cioè che Lara Ricciatti di Sel è la sola rappresentante fanese eletta. A lei un grosso in bocca al lupo, lo stesso che rivolgiamo ai grillini, che da oggi dovranno smettere i panni della protesta per indossare quelli della proposta, visto che non saranno solo più idraulici, insegnanti, avvocati o salumieri ma onorevoli, deputati, consiglieri regionali e sindaci. Corrado Moscelli

Hadar Omiccioli: “Ora il Comune” Il responsabile fanese del Movimento 5 Stelle commenta il risultato elettorale e si candida a sindaco

FANO - Cambia la geografia, cambia la storia. Il voto di ieri ha, di fatto, aperto una nuova fase politica nella nostra città. I numeri esaltano la vittoria di Grillo sicuramente annunciata, ma forse in

pochi avrebbero scommesso sul fatto che potesse essere il primo partito sia a Fano, sia in provincia e perfino in regione ma, soprattutto, in Italia. Hadar Omiccioli, consigliere comunale di Fano a 5

Stelle e sostenitore di Grillo dalla prima ora, prova a commentare il risultato a Fano. “Siamo felicissimi di essere il primo partito della città. Da tempo sosteniamo che i partiti non sono più in grado di sostenere il vero cambiamento. Se devo essere sincero uno scenario simile me l’ero immaginato. La gente, in tal senso, aveva lanciato segnali chiari anche nel nostro Comune”. Omiccioli inizia poi a togliersi un po’ di sassolini dalle scarpe. “Questo risultato dimostra come i grillini non siano solamente i sostenitori del ‘no’. Sulle questioni più importanti in molti non ci hanno mai ascoltato. Ora dovranno prendere in considerazione il fatto che la prospettiva sia cambiata e noi ci batteremo per difendere l’opinione dei nostri numerosissimi elettori”. Omiccioli

ha le idee chiare su quali saranno le prossime mosse che contraddistingueranno l’azione politica del Movimento 5 Stelle fanese. “Già da adesso stiamo programmando la campagna elettorale per le prossime amministrative che, a grandi linee, dovrà iniziare a giungo”. Anche a breve dovranno essere sciolti i nodi relativi al nome del candidato sindaco. “Abbiamo sempre detto che correremo da soli e dopo questa vittoria ribadiamo tale volontà. In molti mi stanno chiedendo di candidarmi come sindaco perché in molti mi considerano un punto di riferimento. A me piacerebbe, però tutti dovranno essere d’accordo. Se ci sarà unità d’intenti prenderò in considerazione l’ipotesi”. Jacopo Frattini


martedì 26 febbraio 2013 www.fanoinforma.it

anno 2 - numero 41

Affluenza in salita sulla pagina Facebook di Fanoinforma

FANO - Una diretta sul campo, anzi sul seggio, che ha visto l’affluenza di migliaia di persone, non solo alle urne ma anche sulla pagina facebook di Fanoinforma con un totale di quasi 10.000 visualizzazioni. L’idea ha sicuramente attirato l’attenzione di tutti coloro che già ci seguono, ma anche di quelli che, affamati di notizie fresche provenienti dai seggi

elettorali, hanno voluto seguire in presa diretta i primi risultati. I video uploadati sul social network hanno avuto una media di 800 visualizzazioni ciascuno con il record di 1500, raggiunto dalla diretta dal seggio n°58 in cui, Giovanni Fontana rappresentante di lista del Movimento 5 Stelle, ha commentato i risultati del senato.

Pronto Soccorso: nuova sede, solite lamentele Il primario Antonio Dottori preoccupato per la stagione estiva: “Condizionatore insufficiente” FANO - Il “trasloco” del Pronto Soccorso del Santa Croce, oltre alla possibilità di ristrutturare una parte di edificio ormai obsoleta, porta anche il malcontento dei cittadini. Le voci che si sentivano questa mattina nella sala d’attesa, denotavano infatti un disagio, riguardante soprattutto i tempi di visita i quali, a parere dei pazienti, si sarebbero ulteriormente allungati. Critiche anche sulle dimensioni limitate della sala d’attesa. “E’ un problema che ci sarà sempre – commenta il primario Antonio Dottori -. Nell’attuale struttura abbiamo a disposizione solamente due sale e due medici addetti alle visite dei pazienti. L’attesa snervante è dovuta al fatto che le persone ancora si recano da noi anche solo per un mal di testa o un mal di schiena, tralasciando il fatto che questi locali dovrebbero essere adibiti esclusivamente alle emergenze. Per quanto riguarda la dimensione ridotta della sala d’attesa, mi rendo conto che può essere un problema, ma è quello che abbiamo a disposizione in questo momento”. Il primario, comunque soddisfatto di come si siano svolti i lavori per lo spostamento della sede avvenuti la notte tra il 25 e

Per contattare la redazione di Fanoinforma invia una mail a redazione@fanoinforma.it 26 febbraio, fa emergere una preoccupazione per il futuro, soprattutto in vista dell’estate: “I lavori di quella che sarà la nuova sede non termineranno il 31 giugno, com’era inizialmente previsto, ma verso la fine dell’estate. Questo vorrà dire che noi e i nostri pazienti passeremo tre mesi di pura sofferenza, visto che questi locali dispongono di un solo impianto di aria condizionata, totalmente insufficiente per una struttura del

genere. Spero che qualcuno intervenga applicando nuovi sistemi di aerazione i quali, una volta che il nostro reparto tornerà nella sede ristrutturata, rimarranno a disposizione di Fisioterapia”. La curiosità della mattinata è stata anche la grande affluenza di persone che, non sapendo dello spostamento del reparto, si sono recate in massa nella sede in ristrutturazione, mettendo a dura prova gli uomini della protezione civile pre-

senti per informare l’utenza. “Ho preso servizio da poche ore e già ho visto passare almeno 30 persone” commenta uno dei volontari, il quale non fa in tempo a finire la frase, che una macchina guidata da una signora sui sessant’anni, con a bordo il marito malato, gli sfreccia di fianco costringendolo ad inseguirla di corsa fino all’ingresso per spiegargli che lì, il Pronto Soccorso, non c’è più. Stefano Orciani

Ex zuccherificio: chiesto il rinvio della discussione Le associazioni di categoria sempre più preoccupate per le sorti del piccolo commercio FANO - Il nuovo centro commerciale previsto nella zona dell’ex zuccherificio sta preoccupando, e non poco, le associazioni Confesercenti, Confcommercio e Comitato “Apriamo il Centro”. “A seguito delle nostra richiesta di incontro rivolta ai capigruppo del consiglio comunale, siamo stati convocati mercoledì pomeriggio per poter motivare la nostra contrarierà al nuovo centro commerciale - spiegano i rappresentanti delle associazioni -. E’ ovvio, però, che se la discussione e l’eventuale approvazione del progetto non sarà rinviata, le nostre osservazioni risulterebbero del tutto inutili, dal momento che mancherebbero i tempi tecnici per presentare eventuali emendamenti. Insomma sarebbe un po’ come dare un ‘con-

tentino’ alla categoria sapendo già che, in concreto, non potrebbe più cambiare nulla di quanto è già stato deciso. Si scrive ‘contentino’ e si legge ‘fregatura’. Chiediamo, quindi, che la discussione del progetto in consiglio comunale sia comunque rinviata”. “Abbiamo realizzato - continuano - una locandina di protesta che sarà esposta in tutti i negozi. L’obiettivo è sensibilizzare opinione pubblica e cittadini contro il nuovo centro commerciale che non porterà niente in termini di occupazione, di turismo e di rilancio all’economia, ma contribuirà soltanto a seppellire definitivamente il piccolo commercio e ad aggravare la desertificazione del centro storico e dei quartieri”.

o chiama il numero 0721 803497 Per la tua pubblicità su Fanoinforma telefona al numero 0721 803497

Fanoinforma n.41 - 26 febbraio2013  

Fanoinforma n.41 - 26 febbraio2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you