Page 1

-10

-10

sulle bollette

% di Luce e Gas

Numero Verde 800 566040

sulle bollette

% di Luce e Gas

Direttore responsabile Bruno Chiavazzo

martedì 25 marzo 2014

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro, proprietà Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091, stampato a cura di Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091.

Numero Verde 800 566040 www.fanoinforma.it

anno 3 - numero 55

Spiagge di fuoco

FANO - Potrebbero essere stati innescati dalla stessa mano gli incendi che questa notte hanno interessato i “Bagni Arzilla” e la “Spiaggia dei Gabbiani”. Gli agenti del commissariato e i carabinieri, dopo i rilievi fatti questa mattina dalla scientifica e dai vigili del fuoco, stanno infatti optando per l’origine dolosa. Il primo rogo in ordine di tempo è divampato all’Arzilla intorno alle 20 di ieri sera e ha completamente distrutto un capanno in legno utilizzato come rimessa per l’attrezzatura estiva. “Non abbiamo

la certezza matematica - afferma il dirigente del commissariato di Fano Massimo Zeloni - ma secondo noi il dolo è molto probabile. Il fatto che, nel momento in cui è scoppiato l’incendio stesse piovendo, lascia pochi dubbi sull’ipotesi che qualcuno si sia impegnato per appiccare il fuoco”. Atto intimidatorio o bravata che sia, il danno economico per la spiaggia è rilevante: “Proprio ieri mattina - afferma Enrico Cinotti bagnino dello stabilimento - avevamo messo diversa attrezzatura, pronta per la stagione all’interno

del capanno: box doccia in legno, spogliatoi, pali dei campi da beach volley e tanto altro. Si parla di un danno di circa 50.000 euro. Speriamo di riuscire comunque ad aprire lo stabilimento nei tempi che ci eravamo prefissati. Ci aspettano giorni di lavoro molto intensi”. Intanto nella mattinata di oggi, gli agenti del commissariato hanno fermato un ragazzo che, proprio durante i rilievi, si aggirava nei dintorni curiosando con insistenza. Dopo alcune domande di rito è emerso che il giovane aveva alle

spalle numerosi precedenti ed è stato condotto in caserma per ulteriori accertamenti. Pochi dubbi sulla causa dolosa anche per il secondo incendio della nottata ai danni di una piccola tettoia che conteneva giochi per bambini nella Spiaggia dei Gabbiani in zona Baia Metauro. “Non è la prima volta che cercano di dare fuoco a quella struttura - racconta Walter Stafoggia, proprietario -. Giovedì scorso, la guardia giurata della vigilanza ha visto del fumo provenire dallo stesso punto e si è subito accorta

che erano stati ammassati dei cartoni utilizzati per innescare il fuoco ai piedi del gazebo. In quell’occasione la prontezza del vigilante ha salvato la struttura. Purtroppo questi episodi si stanno ripetendo con una periodicità preoccupante. All’inizio pensavo che fossero bravate di qualche ragazzo poi, con il tempo e con l’aumento degli episodi, mi sono reso conto che dietro ci può essere qualcosa di più serio”. Sulla vicenda è stata aperta un’indagine da parte del commissariato di Fano. Stefano Orciani

Rapina al Conad di Carrara, arrestato un 41enne

Parcheggi a pagamento, Aguzzi: “Il regolamento non cambia” L’uomo aveva assaltato il supermercato armato di taglierino e si era fatto consegnare i 1000 euro dell’incasso giornaliero FANO - I carabinieri di Fano, capitanati dal comandante Alfonso Falcucci hanno arrestato il rapinatore che il 22 marzo scorso, alle 19.50, aveva assaltato il Conad di Carrara. L’uomo, con il volto travisato e armato di taglierino, dopo essere entrato nel supermercato, si era scagliato verso la cassiera, minacciandola con l’arma per farsi consegnare l’incasso. Dopo aver ottenuto il bottino (circa 1000 euro frutto dell’incasso della giornata), il rapinatore era scappato a bordo di una Lancia Y Elefantino con la targa coperta da uno strato di scotch. I militari intervenuti sul posto, dopo aver raccolto le testimonianze di personale e clienti, hanno avviato le ricerche senza avere successo. Nei giorni

successivi, il nucleo investigativo dell’arma, ha avviato una serie di indagini mirate, analizzando tutti i pregiudicati della zona. Selezionati alcuni possibili “obiettivi” i carabinieri hanno iniziato le perquisizioni nelle abitazioni fino ad arrivare ad A. S., 41enne fanese con numerosi precedenti alle spalle. Dopo aver negato qualsiasi responsabilità, l’uomo è stato costretto ad assumersi la responsabilità del gesto. Prove chiave dell’indagine, alcuni frammenti di scotch ritrovati ancora attaccati alla targa e 1000 euro nascosti dentro la custodia di un cd. Il rapinatore è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto e portato al carcere di Villa Fastiggi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

FANO - “Il regolamento sui parcheggi a pagamento non cambia” lo assicura il sindaco Stefano Aguzzi oggi, al termine della seduta della Giunta in cui si è discusso delle multe nei parcheggi a pagamento fatte dopo il termine previsto dal ticket. “Non essendoci al momento una precisa direttiva in materia ma trattandosi solo di una presa di posizione personale di un ministro - hanno detto Aguzzi facendo riferimento alla proposta del ministro ai Trasporti Lupi - non riteniamo di dovere cambiare il regolamento e abolire le multe dopo la scadenza dell’orario indicato nel ticket. Questo almeno sino a quando il Governo non si esprimerà a riguardo”. “Riteniamo invece utile- ha concluso - incentivare l’utenza del centro storico attraverso la rotazione dei parcheggi che consente ai commercianti di poter contare su un flusso maggiore e variegato di potenziali clienti”.


martedì 25 marzo 2014 anno 3 - numero 55

Aset Holding rimanda ancora la fusione

www.fanoinforma.it

In molti sostengono che, a questo punto, l’assenso del presidente Giuliano Marino non arriverà, facendo così saltare tutto FANO - Ancora una fumata nera. Aset Holding non ha approvato nemmeno questa mattina la delibera sulla fusione delle due Aset, nonostante ieri, a giudizio del sindaco Aguzzi, fossero state fugate tutte le perplessità tecniche che impedivano a Giuliano Marino, presidente della patrimoniale, di dare l’ok definitivo. A questo punto tornano di moda i dubbi del primo cittadino, il quale temeva che dietro questa melina di Marino ci fosse una motivazione, esclusivamente, politica. A sostenere l’ipotesi di Aguzzi ci sarebbero le conferme di alcuni esponenti del centrosinistra che avrebbero avvalorato la volontà di Marino di non proseguire con la creazione della nuova azienda dei servizi. Carla Scardacchi, membro del cda di Aset Holding, spiega: “Nel cda di questa mattina non sì è parlato della questione, perché non era all’ordine del giorno. Io e il consigliere Liberto Marchegiani abbiamo chiesto se c’era la possibilità di discuterne ugualmente, ma il regolamento non lo permetteva. La prima data utile per convocare un altro cda è il 28 marzo (poichè occorre dare un preavviso

di 3 giorni)”. Quindi venerdì resta l’ultimo giorno utile in cui la Holding può dare il via libera alla fusione. Se l’assenso alla delibera non ci sarà, salterebbe tutto, poiché non ci sarebbero le tempistiche per riportare la questione in consiglio comunale. Il sindaco Aguzzi, dopo l’incontro di ieri sera con i soggetti coinvolti nell’operazione, compresa l’Aset Holding, aveva mandato un ultimatum a Marino: “Deve approvare la fusione. Ora non ha più scuse. Visto che gli impedimenti burocratici sono stati chiariti, non può tergiversare ancora. Se non darà l’assenso confermerà ciò che pensavo, cioè che lui non vuole la fusione”. Non resta che attendere e vedere se Giuliano Marino convocherà il cda per venerdì e darà il definitivo benestare. Aguzzi sta aspettando con ansia. Chiaro che da questa vicenda dipenderà il futuro de “La Tua Fano”. Secondo Radio Londra sono molti quelli che nella lista civica del sindaco sono con i bagagli in mano, pronti a saltare nel centrosinistra. Vedremo. Jacopo Frattini

"CINEMA POLITEAMA" e "CINEMA MALATESTA"

SETTIMANA DAL 20 al 26 marzo

FANO - Il consigliere regionale Mirco Carloni candidato sindaco di Fano alle prossime amministrative, ha presentato questa mattina una mozione “per impegnare la Giunta regionale ad attivare le azioni necessarie affinché vengano eseguiti nell’immediato, tutti gli interventi strutturali e di manutenzione per porre fine al ripetersi della drammatica situazione dell’erosione marina”. Mirco Carloni, in particolare, concentra l’attenzione nel tratto di costa fanese, spiegando: “Specialmente ci si concentri nel tratto di Fano e la giunta provveda ad elaborare un programma di interventi strutturali che risolva definitivamente tale problema attraverso soluzioni adeguate, efficaci, rispettose dell’ambiente, ed in grado di rimuovere progressivamente le cause dell’erosione a Fano”.

Mozione di Carloni: “La giunta regionale risolva il problema dell’erosione marina a Fano”

MALATESTA LEI gio/ven 21,15 | sa 18 - 20,20 - 22,40 dom 16 - 18,30 - 21 | mer 21,15 PLANET OCEAN mar 25 marzo ore 21,15 Mr. THE SQUARE lun 21,15 POLITEAMA IDA gi 21,15 | sa 18,30 | do - 16 - 17,30 mar 21,15 | mer 21,15 SUPERCONDRIACO ve 21,15 | sab 18,30 | dom 19 - 21 MR. PEABODY E SHERMAN sa 18,30 | DOM 16,30 AMICI COME NOI gio/ven/mar/mer 21,15 | sab 20,30 - 22,30 - 18,30 do 16,30 - 18,45 - 21 ALLACCIATE LE CINTURE ve 21,15 | sa 20,30 | do 18,45 - 21 GLORIA gio 20 marzo ore 21,15 INDEBITO sab 22 marzo ore 21,15 CAPITAN HARLOCK mar 21,15 CAPTAIN AMERICA mar 21,15 www.cinemafano.it - Tel. 0721 1835218 Email:cinema@cinemafano.it

Torna, rinnovato, l’Amleto al Teatro della Fortuna

La produzione, tutta fanese, con la regia di Conversano farà tappa anche in altre città d’Italia.Appuntamento domenica 30 marzo alle ore 17 FANO - E’ una versione rinnovata rispetto a quella andata in scena alla chiesa di San Francesco lo scorso agosto quella dell’Amleto di Shakespeare con traduzione, adattamento e regia di Pietro Conversano in programma domenica 30 marzo, alle 17, al Teatro della Fortuna. “Amleto - dice Conversano - è un’opera straordinaria che accomuna ogni essere umano, in un percorso intimo e allo stesso tempo collettivo”. Confermata la partecipazione del coro di 15 giovani della Comunità di San Paterniano, la presenza dello stesso Conversano nel ruolo di Amleto e di Claudio Pacifici nel ruolo di Polonio. Novità tra i protagonisti della produzione tutta fanese del-

la tragedia: il ruolo del re sarà recitato da Renato Campese, attore che ha lavorato con i più grandi registi teatrali come Luca Ronconi, Pierpaolo Sepe e Giorgio de Lullo; Laura Mazzi nel ruolo di Gertrude; Filippo Quintini in quello di Laerte, Rosencrantz, Spettro; Angelo Tanzi in quello di Orazio, Guildestern, Becchino. I costumi sono di Claudio Pacifici e Dondup, la scena di Rosaria Ricci, la musica di Mario Mariani. Lo spettacolo farà tappa anche in altre città come Jesi, Viterbo e Napoli. Botteghino Teatro della Fortuna tel. 0721.800750 (aperto, il giorno dello spettacolo, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15 in poi). Informazioni wwwteatrodellafortuna.it

Piatti messicani, vegetariani, hamburger, insalate... Aperto tutti i giorni pranzo e cena pzz.le G. Amendola 6/b, Fano

nero! a b a h m e g u sta

Prenota allo 0721 804048 CONSEGNA A DOMICILIO

Fanoinforma n.55 - 25 marzo 2014  

Fanoinforma n.55 - 25 marzo 2014

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you