Issuu on Google+

-10%

-10%

Direttore responsabile Bruno Chiavazzo

lunedì 25 marzo 2013

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro, proprietà Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091, stampato a cura di Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091.

Numero Verde gratuito

800 56 60 40

* sulla quota energia

800 56 60 40

* sulla quota energia

Numero Verde gratuito

*

sulle bollette di Luce e Gas

*

sulle bollette di Luce e Gas

www.fanoinforma.it

anno 2 - numero 61

Caccia al risparmio FANO - Giorni neri per i fanesi e non solo per le condizioni metereologiche. La scorsa settimana quasi tutte le famiglie hanno ricevuto la bolletta del gas relativa ai consumi degli ultimi mesi e per molte di queste si è trattato di una vera e propria stangata. C’è chi si è ritrovato bollette anche del 45% più alte rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Persone che vivono da sole in abitazioni inferiori ai 90 mq che dovranno pagare anche 900 euro di gas. Si è mossa perfino la Federconsumatori con il segretario provinciale Sergio Schiaroli per criticare la metodologia di fatturazione. “I

costi dei consumi invernali del gas sono stati concentrati (80%) in particolare sull’attuale bolletta, in molti casi  salatissima. Vorremmo sapere  come è stata adottata questa decisione, su quali presupposti e con quali consultazioni con le forze sociali. Le associazioni dei consumatori non sono state interpellate. A nostro giudizio andrebbe piuttosto verificata  l’opportunità di un  discorso inverso  individuando un meccanismo di distribuzione dei costi più costante durante l’anno.  Chiediamo un intervento  urgente dell’Amministrazione su questa vicenda con la sospensio-

ne delle bollette particolarmente onerose”. Ma gli utenti, oltre ad aggrapparsi alla speranza, quella cioè di un intervento del Comune che “blocchi” le bollette alle famiglie che si trovano in difficoltà, possono fare molto di più. Il mercato dell’energia (gas e luce) è libero e quindi i cittadini possono rivolgersi anche ad altri gestori per provare a risparmiare. Noi una prova l’abbiamo fatta ed abbiamo contattato un player energetico locale - chebolletta che ha sede a Fano - per capire se si può risparmiare e se è possibile ottenere una rateizzazione dei pagamenti. “Noi garantiamo un risparmio

minimo del 10% su luce e gas - spiega Erika Marini, responsabile commerciale - a prescindere dall’importo della bolletta”. In questo mercato però si sentono spesso promesse che poi sulla pratica non trovano posto. “Guardi, è più semplice di quello che pensa. L’utente può venire nei nostri uffici con l’ultima bolletta ricevuta e noi gli applicheremo uno sconto del 10% sull’energia che ha consumato”. Ma come fate a far risparmiare così tanto? “Come tutti i player anche noi acquistiamo l’energia ma decidiamo di rivenderla ad un prezzo più basso rispetto ad altri concorrenti.

Ztl in centro, questa sconosciuta Un tir oggi ha paralizzato via Nolfi all’ora di pranzo riportando in auge vecchi problemi

FANO - Traffico bloccato per una stessa domanda: “Che fine ha fatventina di minuti questa mattina to il nuovo piano del traffico del in via Nolfi. Il tutto è stato cau- centro storico?” L’assessore alla sato dal transito di un grosso tir Viabilità, Michele Silvestri, dopo che, cercando di svoll’ennesimo rinvio del tare all’incrocio con tanto discusso provia Arco d’Augusto, è il nuovo piano getto aveva dichiararimasto bloccato, coto, verso la metà del stringendo la coda di del traffico era febbraio scorso, che macchine che nel fratci sarebbe voluto un tempo si era formata, stato annunciato altro mese. ad effettuare una scoQuel mese è trascormoda marcia indietro. per metà marzo so ma del nuovo piaGrande la confusione e no del traffico nessuil nervosismo tra gli automobilisti, na traccia. che tra clacson spiegati e insulti Che sia stato definitivamente arverso il povero camionista, sono chiviato dall’amministrazione coriusciti non senza difficoltà a libe- munale? rare la strada. Sarebbe davvero un grave errore A seguito di quest’episodio, di- perchè mai come oggi il cuore delverse segnalazioni e commenti la città ha bisogno di esser regosono arrivati alla nostra redazio- lamentato dal punto di vista della ne, tutti quanti caratterizzati dalla viabilità.

I nostri margini sono ovviamente più bassi ma il cliente risparmia di sicuro. In una famiglia numerosa che vive in un appartamento di 90100 mq significa riuscire a risparmiare anche 600-800 euro l’anno. Poi è chiaro che tutto dipende dai consumi”. La vostra azienda rateizza le bollette? “Se una famiglia versa in particolari difficoltà noi siamo anche in grado di prenderci in carico l’ultima bolletta che ha ricevuto dal gestore concorrente e di spalmargliela poi sulle nostre fatture. Questo lo facciamo però analizzando ogni singolo caso perchè capiamo le difficoltà che oggi hanno molti cittadini”.

Frana l’Ardizio: la Statale Adriatica di nuovo chiusa

FANO - È stata chiusa nuovamente al traffico la Strada Statale Adriatica Nord, dopo la frana staccatasi dal Monte Ardizio. A causa delle continue piogge delle ultime settimane, un’importante quantità di terriccio e vegetazione si è distaccata dalla collina, invadendo entrambe le carreggiate e provocando la momentanea interruzione dell’arteria di collegamento tra Fano e Pesaro. La strada è stata chiusa al traffico all’altezza dello svincolo di Fosso Sejore per chi arriva da Fano e dal ponte che si affaccia sull’istituto Alberghiero per chi proviene da Pesaro. Sul posto tecnici del Comune, Provincia, Anas, Prefettura, autorità di bacino, protezione civile e la ditta Tecnorock che si è messa subito al lavoro per verificare la situazione.


lunedì 25 marzo 2013 anno 2 - numero 61

La variante che divide la città

www.fanoinforma.it

Alla vigilia della discussione in consiglio comunale, l’argomento continua a scuotere l’opinione cittadina FANO - Sulla variante dell’ex zuccherificio ed il nuovo “Palas”, le visioni sono sempre più contrapposte e, presumibilmente, nella discussione in consiglio comunale di domani gli animi saranno molto caldi. Dopo Confartigianato, anche la Cna si è schierata dalla parte di coloro che sono favorevoli spiegando che si tratta di una grande opportunità di lavoro: “In un territorio che si colloca al terzo posto per numero di disoccupati – spiegano dall’associazione - nella regione ogni occasione di investimento, di lavoro e di nuova occupazione, va salutata positivamente e deve essere agevolata ed incoraggiata. Ogni tentativo di sostenere le imprese locali deve essere visto di buon grado perché ci sarebbero benefici per tutti i comparti”. La Cna continua affermando che: “Questa zona, in questo momento, si trova in uno stato di abbandono. Quindi bisogna ragionare in termini generali di sviluppo armonico dell’intera area e di progettazione strategica per la città che punti in particolare al turismo”. A ribadire, questa mattina, i propri dissensi sono stati invece il Partito Democratico e la Confcommercio. Da un lato l’associazione del presidente Renzo Capecchi ha parlato del danno e della beffa, specificando che: “Se a qualsiasi persona che si occupa di sport a Fano chie-

Per contattare la redazione di dessero se vogliono il Madison Square Garden, la risposta sarebbe un unanime si. Peccato che a Fano non si farà né il Madison Square Garden e nemmeno il palazzetto della Chiaruccia. Per un semplice fatto che se martedì 26 passerà la variante all’exzuccherificio il palazzetto non rientra nelle opere compensatorie, se la variante non passerà martedì 26 non ci saranno opere compensatorie. Insomma una vera e pro-

Il giovane Filippo Pucci premiato a Roma

pria bufala”. Dall’altro lato gli esponenti democratici, in coro, hanno ripetuto i motivi del “no”, annunciando anche che nel consiglio comunale di domani porteranno circa 15 emendamenti relativi proprio alla discussione della variante. “Ci troviamo davanti ad un progetto piatto, senza anima che non contribuirà alla crescita economica. A nostro avviso non c’è stato uno studio approfondito, ma tutto

FANO - Grande risultato per il giovane Filippo Pucci. Il ragazzo fanese è arrivato quinto alla 23ª edizione del Premio del Museo, promosso dal Museo Nazionale delle Paste Alimentari di Roma il 21 marzo nel Teatro Salone Margherita “Il Bagaglino”. “Ritorno carico di nuove emozioni e tanta grinta”, questo il suo commento.

Una pedalata per riscoprire la Flaminia Iniziativa dell’istituto Battisti insieme all’associazione Argonauta e For Bici FANO - Paesaggio, storia, commercio e benessere. Sono questi gli ingredienti che hanno permesso all’istituto tecnico commerciale Cesare Battisti, insieme all’associazione Argonauta e For Bici, di promuovere l’iniziativa “In bici lungo l’antica Flaminia”, progetto di valorizzazione turistica del territorio, che partirà il 5 maggio. L’iniziativa prevede un percorso lungo ben 65 km che va da Fano a Pontericcioli e viceversa, nel quale gli amanti del turismo ciclo-pedonale e non solo, potranno visitare luoghi culturali, reperti storici e paesaggi incontaminati, semplicemente pedalando e scendendo verso il mare o salendo verso la collina. Il progetto prevederebbe anche

è avvenuto in fretta e furia senza concertare con le parti chiamate in causa. Per non dare la mazzata finale alle piccole e medie imprese che sono in ginocchio, la maggioranza farebbe bene a diminuire i 51mila metri destinati al commerciale, poiché in viale Piceno sono previsti altre aree commerciali”. Intanto per le 18,30 di oggi i commercianti del centro hanno deciso di spegnere le luci dei loro negozi in segno di protesta.

il supporto dell’azienda Adriabus nel trasporto di utenti e biciclette, con un mezzo dotato di un carrello. “Il nostro territorio - sottolinea il curatore dell’iniziativa Pierpaolo Giorgi - ha tutte le carte in regola per sviluppare un’attività di questo genere. Lungo l’itinerario è possibile trovare ogni 10 km circa, reperti storici risalenti all’antica Roma e parchi naturali come la gola del Furlo”. Il percorso che si snoda lungo l’antica Flaminia vede toccati tutti i comuni che si affacciano su questa importante arteria, e come suggerito dal preside dell’istituto Battisti Francesco Leoni, questo progetto potrebbe aiutare il turismo e tutti i settori e le attività che vi gravitano attorno.

Fanoinforma invia una mail a redazione@fanoinforma.it o chiama il numero 0721 803497 Per la tua pubblicità su Fanoinforma telefona al numero 0721 803497

Il dolce del Papa: una creazione di Stefano Ceresani FANO - Stefano Ceresani, proprietario dello storico “Caffè del Pasticcere”, ha dato vita ad una nuova creazione dolciaria. Si tratta di una torta con base di mandorle e arance, variegata ai frutti di bosco ricoperta di glassa alla mandorle, dedicata al nuovo Papa, il cardinale Jorge Mario Bergoglio, eletto lo scorso 13 marzo.


Fanoinforma - Quotidiano n. 61 - 25 marzo 2013