Page 1

Direttore responsabile Corrado Moscelli

martedì 17 aprile 2018

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro - Stampato a cura di Lagostekne Editore: Comunica s.r.l. - via Nuti, 3 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/830710

www.fanoinforma.it

anno 7 - numero 72

Bilancio consuntivo: il Comune chiude il 2017 con un +23 milioni FANO – Il Comune di Fano chiude il bilancio consuntivo 2017 con un avanzo di amministrazione di 23.256.317,00 euro. Il documento, che sarà portato a breve in consiglio comunale, prevede che una parte di questa cifra, nello specifico 5 milioni di euro, possa già essere utilizzata per l’Edilizia Scolastica (scuola materna Rosciano-Cuccurano) per 4.050.000,00 euro e per l’impiantistica sportiva per 950mila euro. Se è vero che lo sviluppo del territorio e la sua crescita economica si misurano in base agli investimenti fatti, i numeri del Comune di Fano parlano da soli: nel 2017 sono state portate a termine oltre 10 milioni di opere pubbliche tra le quali spiccano 4,380 milioni per

la manutenzione stradale e 1,068 milioni per le scogliere. Altri importanti interventi riguardano la manutenzione dei cimiteri (680mila euro), i lavori di somma urgenza post sisma (432mila euro), la riqualificazione della Rocca Malatestiana (430mila euro), il restyling della sede comunale (330mila euro), la pista ciclabile Fano-Fenile (290mila euro), la sistemazione dell’ex caserma dei carabinieri (375mila euro), il risanamento conservativo di edifici scolastici (200mila euro), la riqualificazione di Via Garibaldi (250mila euro), il risanamento conservativo dei tetti della sede municipale, Pinacoteca e Sala dei Globi (360mila euro), gli interventi per eliminare il problema

delle esondazioni al Rio Crinaccio (250mila euro per il primo stralcio), il consolidamento delle Mura Malatestiane (180mila euro) e la sistemazione dell’ex tribunale per il trasferimento degli uffici comunali (110mila euro). Altre importanti opere portate a compimento con investimenti meno impegnativi riguardano, tra gli altri, l’installazione degli impianti di videosorveglianza, l’arredo urbano in Sassonia e la sistemazione della Darsena Borghese. Da sottolineare come i vari interventi di riqualificazione di diversi immobili di proprietà abbiano determinato una forte riduzione dei costi alla voce “Fitti passivi”. Altre 4.383.300,00 euro di opere pubbliche sono state finanziate nel

2017 ma non sono ancora completate o avviate come la riqualificazione del Pincio (950mila), l’impianto di sollevamento delle acque meteoriche al Lido (800mila), il dragaggio selettivo delle darsene interne del porto (845mila) e l’adeguamento sismico dell’istituto Nuti (500mila) e l’ampliamento dell’impianto sportivo tiro a volo Monteschiantello (218mila). Anche nel 2017 il Comune di Fano risulta tra i più virtuosi delle Marche e a confermarlo ci sono due dati: il non aver acceso nemmeno lo scorso anno dei mutui e con un trend di riduzione dell’indebitamento che ammonta a 9,258 milioni contro i 9.818 del 2016 e i 10.467 del 2015 e l’indicatore di tempestività dei pagamenti che vede il

Comune tra i migliori pagatori dei propri debiti con -18 giorni rispetto ai termini previsti per legge. Si evidenzia inoltre che tutti i servizi erogati continuano ad essere garantiti nel migliore dei modi senza incrementi tributari e tariffari con in più l’evidente capacità dimostrata da questa Amministrazione di attivare una consistente mole di investimenti pubblici. “Sono numeri – afferma l’assessore al bilancio, Carla Cecchetelli – che stanno a testimoniare la capacità del Comune sia a gestire questi consistenti importi, sia la capacità di cogliere e sfruttare tutte le opportunità che le varie leggi offrono e con una cassa solida a testimonianza di una gestione finanziaria sana ed efficiente”.

Difesa della costa,

Truffa dello “specchietto”, i carabinieri arrestano un 27enne siciliano

oltre 2 milioni di euro

Dopo averci provato a Fano, l’uomo stava cercando di raggirare una coppia di anziani a Pesaro con la più classica delle tecniche

dalla Regione Marche in arrivo FANO - La Giunta regionale ha dato il via libera all’Accordo di programma per opere di difesa della costa a Fano. “Investiamo a difesa dell’arenile risorse regionali per 2,1 milioni di euro, che mettono in movimento – informa l’assessore Sciapichetti – lavori di importo complessivo per 4,2 milioni di euro grazie al co-finanziamento di RFI spa. L’intervento prevede opere di difesa costiera e della linea ferroviaria Adriatica per un’estensione di circa mille e 300 metri a sud della foce del Fiume Metauro”. L’accordo di programma relativo a Fano, assieme a quello di Fermo, deliberati ieri dalla giunta regionale, portano a termine gli strumenti di programmazione per l’uso delle risorse stanziate e consentono ingenti lavori per un totale di 45,8 milioni di euro, per la sicurezza e il consolidamento del litorale regionale.

PESARO - Aveva tentato di raggirare una coppia di anziani con la truffa dello “specchietto”, ma per il 27enne siracusano si sono aperte le porte del carcere. A trarlo in arresto, in flagranza di reato, i carabinieri di Pesaro comandati dal maggiore Patrizia Gentili che erano sulle sue tracce in seguito ad una segnalazione per una truffa analoga che si era verificata a Fano poco prima. Il 27enne, artigiano con precedenti, alla guida della sua Volkswagen Polo bianca, in mattinata aveva individuato una coppia di anziani 73enne e dopo averli seguiti e attirato con i fari la loro attenzione era riuscito a farli fermare a Pesaro nei pressi di Strada delle Marche, in uno dei tanti parcheggi lato ferrovia. L’uomo iniziava la discussione incolpando immediatamente la signora di avergli provocato con un avvicinamento imprudente la rottura dello specchietto ed insisteva

nel chiedere un risarcimento di 300euro. La signora, molto diffidente ma preoccupata, consegnava all’uomo 100euro visto che lo stesso stava iniziando a diventare aggressivo tanto da strappargli di mano il telefono alla minaccia della donna di chiamare il 112. Ad

interrompere l’azione del siracusano l’arrivo dei Carabinieri alla vista dei quali l’uomo si dava alla fuga. Dopo un breve inseguimento i militari raggiungevano e bloccavano l’uomo nei pressi dell’istituto alberghiero arrestandolo per i reati di truffa e rapina. Come detto, la

pattuglia era alla ricerca del truffatore in quanto poco prima era stata allarmata dalla Compagnia Operativa di Pesaro su segnalazione di un anziano fanese, evento che in poco tempo aveva fatto partire anche un gran tam tam mediatico sui social.


martedì 17 aprile 2018 www.fanoinforma.it

anno 7 - numero 72 FANO - Si svolgerà giovedì 19 aprile alle 21, nella sede del Darwinlab in via Monfalcone 44 a La salute del tuo cane Fano, il primo incontro “La salute del tuo cane: percorso gratuito forti sta a cuore?Al via un percorso mativo”. Durante il primo appuntamento si formativo gratuito tratteranno argomenti come la prevenzione e come utilizzare i repellenti per fronteggiare l’arrivo della bella stagione e quindi dei pappa-

taci, delle zanzare, delle pulci e delle zecche. Alla serata interverranno il medico veterinario Antonio Pettinelli, il Biologo Lorenzo Tufano, entrambi del Darwinlab e il farmacista Pharmalab Nicola Carnaroli. Per partecipare alla serata gratuita è necessaria la prenotazione al numero 0721.855637 (posti limitati). I prossimi incontri si svol-

geranno il 28 aprile alle 16 nella sede di Passione Animali Megastore in via Einaudi 4 (Cosa metto in ciotola?) prenotazioni allo 0721.854082 e il 12 maggio alle 10 nella sede di Dog Time Asd Centro Cinofilo in via Papiria 88 (Menù a 4 zampe: le diete nel cane, etichette, intolleranze alimentari e rischio torsione gastrica) prenotazioni al 393.2466520.

Fede, carità e cultura, la Confraternita di Santa Maria del Suffragio compie 400 anni In occasione dei festeggiamenti partiranno una serie di eventi tra cui la pubblicazione di un volume sulla storia della congregazione FANO – Ha superato le soppressioni napoleoniche e il Decreto d’Italia, carestie, guerre e fame ed è arrivata al 2018 portando avanti le proprie attività e i propri ideali di fede, carità e cultura. Stiamo parlando della Confraternita di Santa Maria del Suffragio che quest’anno festeggia il 400 ° anno dalla sua costituzione. Una confraternita decisamente attiva condotta dal priore Carlino Bertini (Nella foto a sinistra e sullo sfondo della foto di destra) che ancora oggi vanta iniziative come l’omonima scuola di fotografia, diretta dal confratello Stefano Bramucci (A lato della foto di destra), un’orchestra da camera, una scuola di musica, una spezieria visitabile dove è possibile trovare alcuni particolari olii essenziali e un coro di musica sacra. La confraternita, che ha sede nella chiesa di Santa Maria del Suffragio, all’interno dei propri locali

custodisce opere d’arte e grandi reliquie legate al mondo ecclesiastico. Per festeggiare i 400 anni di vita, sono tanti gli appuntamento organizzati dai membri del gruppo. A partire dalla presentazione de il libro “400 anni di fede, carità e cultura”, di Giorgio Fiacconi Editore, scritto da Giovanni Tonucci, Massimo Bonifazi, Giuditta Giardini e Giovanni Perugini. La parte fotografica è stata invece realizzata da Stefano Bramucci. Nei prossimi mesi di giugno, luglio, agosto e settembre, si susseguiranno inoltre una serie di eventi come saggi musicali, serate culturali e uscite naturalistiche. Tra le particolarità legate alla confraternita Santa Maria del Suffragio, anche quella dell’omonimo vino, prodotto dalla cantina Morelli. Una ricetta donata ai produttori direttamente dai confratelli, i quali hanno realizzato il “Suffragium” che in occasione

della ricorrenza sopracitata, si è fregiato di una particolare etichet-

ta celebrativa.

Stefano Orciani

Il Fano Rugby mette paura alla capolista e sfiora il colpaccio Play out C1, non riesce lo sgambetto alla squadra di Walter Colaiacomo che perde a San Benedetto per 36-24 FANO – Tiene testa alla capolista del girone per 30 minuti e nella ripresa fallisce l’occasione ad un soffio dal colpaccio. Ritorna con una sconfitta da San Benedetto il Fano Rugby ma non con le ossa rotte, anzi, il viaggio di ritorno è la consapevolezza, l’ennesima, che la strada intrapresa è quella giusta. Finisce 36-24 per i padroni di casa la gara valida come settima giornata dei play out salvezza con il risultato bloccato sullo 0-0 per mezz’ora e le due squadre a darsi battaglia a viso aperto con Fano che sceglie la tattica dei calci di punizione senza andare in touche per aumentare lo spettacolo. A cavallo del 30esimo San Benedetto passa per due volte a causa anche di una sbavatura difensiva fanese dettata dall’inesperienza e, purtroppo per gli ospiti, i locali ne

approfittano trovando altre due segnature prima dell’intervallo contro la sola dei rossoblù siglata da Stefano Rossolini. Il 23-5 con cui si chiude il primo tempo non scoraggia il Fano che anzi nei secondi 40 minuti dimostra tutta la propria voglia andando a schiacciare l’ovale in meta altre tre vol-

te, una ancora con Rossolini e poi con Luca Serafini e Matteo Fulvi Ugolini (due le trasformazioni di Alessandro Gasparini). A far pendere l’ago della bilancia in favore del San Benedetto l’episodio avvenuto sul 29-19 quando ad un centimetro dalla meta al Fano manca la zampata decisiva e

proprio nell’azione di contrattacco locale subisce una meta che poi, conti alla mano, risulterà decisiva ai fini dello score finale. “Gran bella partita – commenta il tecnico Walter Colaiacomo a fine gara -. Ci siamo presentati in casa della prima della classe con tanti giovani e privi di pedine fondamentali ma non per questo abbiamo reso vita facile ai nostri avversari, anzi, con un briciolo in più di fortuna e esperienza avremmo potuto vincere. Sono contento dei progressi dei miei ragazzi e dell’apporto che stanno dando anche gli juniores, 4 in campo in questa occasione. Domenica in casa contro Castel San Pietro proveremo anche a ritrovare la vittoria sperando di far uscire anche qualche giocatore dall’infermeria”.

Fanoinforma n. 72 - 17 Aprile 2018  
Fanoinforma n. 72 - 17 Aprile 2018  
Advertisement