Issuu on Google+

Direttore responsabile Bruno Chiavazzo

giovedì 14 novembre 2013

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro, proprietà Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091, stampato a cura di Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091.

www.fanoinforma.it

anno 2 - numero 223

Lanciato o dalle mura Lanciat

FANO - Non è la prima volta che dei vandali lanciano oggetti, come sassi o bottiglie sulla ferrovia, ma ieri sera, si è toccato il fondo. Uno scooter, intorno alle 22, è stato gettato dalla Rocca Malatestiana ed è finito a meno di un metro dai binari. Un atto gravissimo, che poteva portare a conseguenze tragiche in caso fosse atterrato sulle rotaie. Grande lo stupore anche del proprietario del mezzo, un 20enne

fanese, che ieri sera si trovava al cinema poco distante. “Il fatto - commenta il proprietario, che ha preferito rimanere anonimo - è successo tra le 21 e mezzanotte, mentre ero in sala a vedere il film. Una volta uscito, mi sono subito accorto che il mio motorino, uno Zip della Piaggio, era sparito. In un primo momento ho pensato che qualcuno me lo avesse rubato ma poi, per caso, mi sono

affacciato dalle mura e l’ho visto vicino alla ferrovia”. Un atto, quello subìto dal ragazzo che, se preso singolarmente, potrebbe essere scambiato per un attacco personale, se non fosse che a pochi metri di distanza, i presunti vandali si siano accaniti su un altro mezzo parcheggiato: “Quando ho capito - racconta il 20enne - che qualcuno aveva alzato di peso il mio scooter e lo aveva

gettato dalle mura, ho pensato ad un dispetto personale, ma poi mi sono accorto che nel parcheggio vicino al cinema, c’era un grosso suv della Bmw con il parabrezza sfondato”. I presunti autori del gesto sono probabilmente gli stessi che qualche minuto prima se la sono presa con lo scooter del giovane. Non soddisfatti, hanno sfondato con un grosso mattone il vetro anteriore

del suv e hanno rubato un navigatore e diversi accessori per cellulare, che hanno trovato all’interno dell’abitacolo. È caccia aperta, adesso, ai responsabili, da parte degli agenti del commissariato di Fano, coordinati dal dirigente Stefano Seretti. Il motorino, anche se ormai inutilizzabile, è stato riconsegnato questa mattina al legittimo proprietario. Stefano Orciani

Barista evade il fisco per 200mila euro Arriva Wi-Fano: internet gratis in tutto il centro

Azzerava gli scontrini senza farsi vedere dai clienti, fermato dalla finanza Il Comune stanzia 22mila euro per un progetto work in progress che coinvolge anche gli esercenti della città PESARO - Veniva considerato un onesto contribuente, il barista di Sant’Angelo in Lizzola, che, dal primo caffè della mattina all’ultimo bicchiere di vino della sera, batteva tutti gli scontrini. Peccato che i documenti fiscali emessi erano falsi e che negli ultimi 2 anni aveva nascosto al fisco oltre 200.000 euro di ricavi. Gli bastava un semplice “clic” nel registratore di cassa del suo bar-tabaccheria, per attivare una funzione che azzerava di fatto gli importi battuti, rendendo cosi gli scontrini a valenza nulla. Questa operazione permetteva al gestore, di apparire corretto e onesto nei confronti della propria clientela, che di solito non si soffermava a guardare il contenuto della ricevuta emessa, dove, appariva

comunque la dicitura “total void”, tradotta in italiano, “totale svuotato”. Pur riuscendo ad ingannare gli occhi dei clienti, l’uomo, non è riuscito a farla franca di fronte al controllo della guardia di finanza di Pesaro. Le fiamme gialle, grazie ad un’accurata indagine, hanno scoperto il trucchetto del barista e lo hanno sottoposto ad un controllo fiscale che ha permesso di accertare l’evasione dei 200.000 euro. Le indagini dei finanzieri non si sono fermate a questo episodio in quanto, oltre a controllare tutte le attività svolte in precedenza dall’evasore in questione, stanno indagando in tutta la provincia di Pesaro e Urbino, ritenendo il sistema utilizzato dal barista di Sant’Angelo in Lizzola, più diffuso del previsto. S.O.

FANO - Una città al passo con i tempi e soprattutto sempre più 2.0 ossia collegata al mondo del web, dei social network e alla comunicazione con smartphone, tablet e tutti i dispositivi esistenti per essere sempre connessi. Per fare in modo che tutto questo fosse possibile l’assessorato all’Innovazione tecnologica ha dato vita al progetto “Wi-Fano” che permetterà a cittadini e turisti di poter utilizzare la rete in modo gratuito e accedere al mondo internet. Il servizio che è costato all’Amministrazione circa 22mila euro da pagare in 3 anni a partire dal 2014, sarà attivo in alcune zone già da sabato 16 novembre in occasione della manifestazione “Fano + Giovani idee per la Fano che verrà” e per il momento coprirà solo il centro storico. L’assessore Luca Serfilippi ha già annunciato di essersi messo al lavoro per trovare finanziamenti per poter “esportare” il progetto anche nel lungomare e nei diversi quartieri della città. Il sistema è in grado di offrire un servizio di accesso ad internet semplice, veloce e soprattutto unifor-

me sull’area di copertura. Anche l’erogazione da parte degli esercenti e degli operatori turistici aderenti sarà immediata e senza codici o complicate registrazioni. Infatti il sistema di autenticazione avverrà attraverso i più conosciuti social network come Facebook, Google o Twitter, che con un semplice “Mi Piace” sulla pagina dell’esercente, faranno accedere ad internet. Anche per questi motivi il progetto per caratteristiche tecniche, per il suo modello di collaborazione con gli esercenti privati e gli importanti

risvolti in ambito turistico è molto evoluto. “Wi-Fano - ha commentato l’assessore Luca Serfilippi - ha l’obiettivo di creare una città in cui ogni cittadino o turista possa accedere gratuitamente ad internet con i propri mezzi tecnologici. Inoltre l’importanza di questo Wi-Fano sta nel fatto che non è legato solo a un discorso di comodità ma a un progetto più ampio che è quello di Fano Smart City che sarà presentato a breve”. Alessandro Bianchi


giovedì 14 novembre 2013 anno 2 - numero 223

Chef in the City: passanoTonucci e Palella

www.fanoinforma.it

Ieri sera le sfide nei ristoranti Osteria Al26 e Cile’s, 130 giurati popolari hanno scelto gli ultimi semifinalisti della sfida di cucina FANO - Grande successo anche per il secondo turno di quarti di finale di Chef in the City, la prima gara di cucina amatoriale organizzata da Anteprima Web, che si sono svolti all’Osteria Al26 e al ristorante Cile’s. In totale sono stati 130 i giurati popolari che hanno partecipato alle due serate pagando un menù fisso e dando dimostrazione che l’obbiettivo principale dell’iniziativa, far lavorare i ristoranti nei giorni di “magra”, è stato raggiunto. Da sottolineare anche il livello dei piatti in gara che hanno messo a dura prova non solo il giudizio del “popolo” ma anche quello del

tavolo degli esperti composto, all’Osteria Al26, da Sara Bracci, Ambasciatrice del Gusto, Giovanna Suzzi dell’Accademia Italiana della Cucina, Stefano Cordella e Sara Parroni di chebolletta e Claudio Gabellini e Mara Bindella dell’azienda Conti di Buscareto. Da Al26 mamma Chiara Tonucci, che ha proposto “Il favoloso pollo di Amelie”, ha battuto il fisioterapista Eugenio Mazini e il suo “Medaglione speck&fossa in compagnia” per 9 punti. Anche da Cile’s non è stato semplice decidere quale era il piatto migliore in gara tra la “Spada nell’orto” l’antipasto di Renato Bardeggia e gli

“Involtini di spigola mediterranea con tortino di zucchine e patate” di Antonino Palella. La giuria tecnica era composta da Alberto Vivenzio dell’Accademia Italiana della Cucina, Sergio Francesconi dell’azienda Conti di Buscareto, Vittorio Serritelli chef professionista e docente dell’istituto alberghiero di Senigallia, Simona Zonghetti di Fano Tv e dal comandante della Capitaneria di Porto Fabrizio Marilli. Alla fine ha avuto la meglio Palella con 127 punti della giuria tecnica e 71 della popolare contro i 106 (tecnica) e 69 (popolare) raccolti da Bardeggia. Durante le serate sono state estratte a sorte

delle confezioni di vino Conti di Buscareto e due massaggi offerti dal centro estetico Baccarà che inaugurerà il 7 dicembre in via San Paterniano. A tutti i giurati popolari è stata invece consegnata una padella griffata Flonal Spa. I prossimi appuntamenti con Chef in the City sono con le due semifinali della prossima settimana, alle ore 20. Martedì 19 novembre al ristorante Il Galeone si sfideranno Antonino Palella (antipasto) e Chiara Tonucci (secondo) mentre mercoledì 20 novembre Al26 si affronteranno Luigi Orsini (antipasto) e Cristiana Francolini (secondo).

+ + + +

risparmio sulle bollette di luce e gas riferito alla quota energia della tua ultima bolletta

servizio di consulenza dedicato servizio dedicato alle problematiche, sempre a disposizione

assistenza immediata e gratuita consulenza e assistenza di un operatore per ogni esigenza

gestione fatture e pagamenti online possibilità di gestire fatture, pagamenti, visionare i consumi e risolvere le problematiche online

*

numero verde 800-56 60 40 * riferito alla quota energia della tua ultima bolletta


Fanoinforma n. 223 - 14 novembre 2013