Issuu on Google+

venerdì 14 febbraio 2014

Direttore responsabile Bruno Chiavazzo

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro, proprietà Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091, stampato a cura di Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091.

www.fanoinforma.it

anno 3 - numero 28

Salviamo il Santa Croce

FANO - “Il Santa Croce va difeso visto che sul nuovo ospedale unico ci sono solo parole a cui non credo più”. Sul nuovo nosocomio Stefano Aguzzi ricalibra la sua posizione ed entra a muso duro nei confronti della sanità regionale, non risparmiando stoccate ai vertici del Pd. Le affermazioni del sindaco arrivano dopo quelle dell’assessore regionale alla Sanità Almerino Mezzolani che, ieri, ha detto che entro primavera uscirà il bando

per il project financing del nuovo ospedale Fano-Pesaro. Il primo cittadino oggi ha fugato ogni dubbio su quella che sarà la sua posizione fino al termine del mandato: “Se l’integrazione tra gli ospedali di Fano e Pesaro doveva essere funzionale ad una nuova struttura che sarebbe nata nel giro di 4-5 anni avrei continuato a sostenere questa posizione. Purtroppo oggi è chiaro che l’ospedale unico non verrà fatto

nel giro di poco tempo. Se andrà bene ci vorranno almeno 10 anni e, a questo punto, il Santa Croce resterà l’unico presidio territoriale per i fanesi per tanto tempo. A questo punto vanno riviste alcune situazioni per fare in modo che i servizi più importanti restino al loro posto. Se un primario andrà in pensione dovrà subito essere sostituito altrimenti c’è il rischio che la mobilità passiva possa aumentare con il conseguente aggravio dei

costi della sanità regionale”. Oltre a difendere il Santa Croce, Aguzzi ha puntato il dito contro l’assessore Mezzolani: “Premetto che mi è simpatico, ma ormai non fido più delle sue parole e delle sue promesse. Come fa a dire che a marzo uscirà il bando, quando ancora non hanno fatto nemmeno l’esproprio dei terreni?”. Per Aguzzi la partita è, comunque, interna al Pd: “Credete che Spacca, che farà nuovamente il gover-

“Il nuovo Pepe” a cura di Carlo Moscelli

Dopo la vittoria alle primarie del centrosinistra Max Serius rischia di esser sorpreso alla guida in stato di ebrezza….

Poi, accortosi che delle tante infrastrutture che Fano aveva un tempo era sopravvissuto l’aeroporto, ha iniziato una “guerra aerea”.

Il candidato sindaco del M5S Radar Cioli si è alleato con Bene Comune con cui non aveva molto in comune per far bene in comune.

Sino a poche settimane fa tutti zitti con la speranza di farselo alleato. Ora tutti stanno sparando contro Giancarlo Amianto. Che accada

come nelle partite di calcio dove ad esser fischiato è sempre il giocatore più forte?

avevano sbagliato luogo o si erano dimenticati di non essere più pidieppini?

Il Comitato per la viabilità sostenibile chiede per il secondo tratto dell’Interquartieri: limite dei 30 Km/h, barriere arboree e non prefabbricate, eliminazione dell’ingresso carrabile in viale Italia, ridefinizione della pista ciclabile, aumento degli attraversamenti pedonali, divieto di transito per i mezzi pesanti, spostamento dei marciapiedi all’esterno delle barriere. Un po’ troppo per chi non è riuscito a mettere il limite dei 30 ed a fare un attraversamento perdonale in via della Giustizia….

Dopo averla fatta fuori del vaso con Banca Marche, la Fondazione Carifano ora la piscina vuole farla a Fano.

L’altro giorno Daniel San Chioni ed Oretta Ciancabella si sono presentati ad una iniziativa del PD;

Nuovo slogan di Luke of Stefanel by Marx: “Fano Unita, PD diviso”. Il Tuttologo sarà presente al Carnevale…non come Pupo. Cammei del vecchio Pepe: Nell’ultimo consiglio comunale sia i consiglieri di maggioranza sia quelli di minoranza si sono dissetati al nuovo boccione dell’acqua; Gianfranco Mastengo si è astenuto. Poi i consiglieri si sono scambiati gli auguri di buone vacanze; Gianfranco Mastengo si è astenuto.

natore, permetterà di fare un nuovo ospedale nel territorio che presto verrà affidato a Ucchielli con cui ha un pessimo rapporto? Inoltre, i pesaresi dicano chiaramente quali sono le loro reali intenzioni, visto che ogni tanto qualcuno sulla stampa se ne esce dicendo che l’ospedale dovrà essere a Muraglia. Infine, va tenuto in considerazione quanto pesa Mezzolani negli equilibri del Pd pesarese”. Jacopo Frattini

Lavori terza corsia A14: giovedì l’incontro definitivo a Roma FANO - Opere accessorie ai lavori della terza corsia dell’A14: giovedì la conferenza dei servizi definitiva a Roma. Il sindaco Stefano Aguzzi parteciperà per cercare di ottenere l’intervento nella sua totalità. Il primo cittadino ha come obiettivo, anche, quello di sbloccare il casello Fano Nord fermo a causa del diniego della Soprintendenza. “L’Ente - afferma Aguzzi - sta bloccando decine di milioni di euro di investimenti a favore della dorsale adriatica già interessata dall’ampliamento autostradale”. “Farò in modo - conclude Aguzzi - di ‘portare a casa’ tutte le opere accessorie, strategiche per la viabilità fanese”. Quando si parlò per la prima volta di opere accessorie fu prevista solo la complanare che univa Fano-Pesaro. Una volta tramontata tale ipotesi fu proposto il secondo casello.


venerdì 14 febbraio 2014 anno 3 - numero 28

SaintHonorébatteCaprese:Luciaèinsemifinale L’apprendista commercialista ha battuto nel quarto di finale che si è svolto al Bon Bon, l’impiegata Barbara. Prossime sfide il 17 e 18 febbraio

FANO - E’ stata un’altra sfida all’ultimo cucchiaio quella che si è svolta ieri sera, al Bon Bon, per il secondo quarto di finale di Chef in the City “Cake Edition”, la prima iniziativa di pasticceria amatoriale della provincia. A confrontarsi davanti a una giuria popolare, composta da decine e decine di persone, sono state l’apprendista commercialista Lucia Vincenzi e l’impiegata Barbara Giorgi. La prima ha preparato “Valiosa”, una sorta di Saint Honoré, la seconda una rivisitazione della Caprese dal titolo “Caprese fior di bosco”. Dopo aver assaporato la cena aperitivo servita dal locale di viale Cairoli, la giuria popolare ha potuto assaggiare i due dolci e, subito dopo, votarli. Equilibrio nel giudizio della giuria popolare: Lucia è stata premiata con 48 voti, Barbara con 42. Divario limitato anche per i “tecnici” (Matteo Cavazzoni del Caffè Centrale, Andrea Urbani de L’Altro Caffè by Guerrino e Francesco Dionisi del Bon Bon), che hanno dato 217 voti a Lucia e 195 a Barbara. Alla fine ha prevalso la “Valiosa della Vincenzi per 265 voti a 237, ma entrambi i dolci sono stati giudicati degni di una pasticceria professionale. Durante la serata sono stati estratti a sorte i premi per il pubblico: Paola De Santis e Silvana Airoldi si sono aggiudicate una confezione di vino della cantina Conti di Buscareto mentre Traudel Baumuller ha vinto un massaggio proposto dal centro estetico Le Rose. A Barbara Giorgi, invece, è stato consegnato un kit di mestoli in silicone griffati Zeal (che riceveranno anche gli altri concorrenti) messi in palio da

Arredare La Tavola che omaggerà anche il secondo classificato con una valigetta di utensili per la cucina. Lunedì 17 febbraio, sempre al Bon Bon, a sfidarsi saranno Pamela Tripodi e Michela Mengarelli. Martedì 18 febbraio a L’Altro Caffè by Guerrino si affronteranno Susanna Castagnaro e Katia Bortoluzzi. Per prenotarsi come giurati popolari è necessario contattare le pasticcerie che ospitano le sfide: Bon Bon (0721.807277), Caffè Centrale (0721.801417) e L’Altro Caffè by Guerrino (0721.808731). Chef in the City “Cake Edition” iniziativa inserita all’interno del Carnevale di Fano, è organizzata grazie al contributo di chebolletta, Conti di Buscareto, Natura Sì, biondi Alcide Eredi, Latticini Giuliana, Vizzo, Arredare La Tavola, Ventuno, Midor e centro estetico Le Rose.

Centro estetico Le Rose: il rifugio della bellezza Fino al 28 febbraio valida la promozione a 25 euro per un trattamento ayurvedico al viso a base di polveri di piante e spezie dalle straordinarie proprietà FANO - Quattro giovani donne professioniste della bellezza e della cura del corpo, un “rifugio” all’avanguardia in pieno centro storico, promozioni studiate ad hoc per ogni tipo di pelle e di età. Il centro estetico Le Rose è uno spazio unico. Unico perché a gestirlo sono Katia, Francesca, Eleonora e Barbara, sorriso sulle labbra e professionalità, perfezionata da continui corsi di aggiornamento, sulle spalle. Unico perché si trova in un palazzo di pregio, palazzo Martinozzi fatto erigere dal nobile Francesco Martinozzi nel 1564, in piazza Avveduti, in cui le travi a vista, le luci soffuse e l’arredo ospitale accolgono i clienti per farli sentire, da subito, in una dimensione speciale. E’ per questo, e per molto altro, che il centro si conferma, anno dopo anno, dal 1995, punto di riferimento per chi vuole conoscere il vero benessere. A confermarlo sono i continui corsi alla

prestigiosa Accademia Mekong, specializzata nelle tecniche di massaggio ayurvedico e orientali, a cui partecipa, in modo continuo, lo staff di Le Rose. Per questo le variegate proposte di benessere offerte dal Centro possono soddisfare ogni tipo di esigenza: dai pacchetti completi, alle promozioni studiate, fino ai percorsi benessere e bellezza, tutti con l’obiettivo di

regalare un momento di completo relax attraverso la cura professionale del corpo. Un’occasione per scoprire Le Rose è provare la promozione, a 25 euro, valida fino al 28 febbraio, che prevede un trattamento viso ayurvedico a base di polveri di piante e spezie dalle straordinarie proprietà pulenti, drenanti e detossinanti. Il Centro

di palazzo Martinozzi è anche uno degli sponsor della sfida di pasticceria amatoriale Chef in the City “Cake Edition”. Al vincitore della gara ha assegnato un trattamento di ossigenoterapia e una seduta di manicure e pedicure. A estrazione la giuria popolare dell’evento potrà vincere, ogni sera di gara, un massaggio offerto dallo staff de Le Rose.

www.fanoinforma.it


Fanoinforma n. 28 - 14 febbraio 2014