Page 1

Direttore responsabile Bruno Chiavazzo

giovedì 13 marzo 2014

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro, proprietà Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091, stampato a cura di Anteprima web s.r.l. - via Nolfi, 56 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/831507 Fax 0721/837091.

www.fanoinforma.it

anno 3 - numero 47

L’ultimo candidato

FANO - Delvecchio è ufficialmente il candidato sindaco di “Uniti per Fano”. L’ufficializzazione è arrivata questa mattina attraverso un comunicato, ma la decisione è stata presa ieri sera quando si sono riunite tutte le componenti della coalizione. Sembra che la scelta su Davide Delvecchio sia stata facilitata dal fatto che la Cucuzza avrebbe, ad inizio incontro, annunciato di fare un passo indietro per motivi personali. Comunque la

stessa Cucuzza sosterrà il collega di giunta e sarà capolista di “Forza Italia”. A proposito di Forza Italia, all’incontro erano presenti Mauro Falcioni e il coordinatore provinciale Alessandro Bettini. A questo punto sembra evidente che il simbolo del partito di Berlusconi rimarrà alla coalizione e non andrà a sostegno di Mirco Carloni che, invece, godrà dell’appoggio della lista civica di Michele Silvestri. “In questi giorni

convulsi - hanno dichiarato Maria Antonia Cucuzza e Davide Delvecchio - da più parti sono stati fatti i nostri nomi come possibili candidati sindaco. Ci è stata chiesta una disponibilità per poter vagliare, all’interno della coalizione, chi riscontrasse la maggiore convergenza: non ci piacciono le autocandidature né, tantomeno, le candidature imposte. Crediamo, invece, nel confronto democratico. Nel corso della riunione di ieri

della coalizione è stata raggiunta la sintesi sul nome di Davide Delvecchio.” “Pertanto - prosegue Maria Antonia Cucuzza - reputo necessario, per senso di responsabilità, fare un passo indietro assicurando il mio totale appoggio ed impegno nella campagna elettorale di Davide Delvecchio. Collaboreremo strettamente per costruire un valido programma e per una forte coalizione che governi la città”. “Ringrazio Maria Antonia

Cucuzza - ha dichiarato il candidato - per il sostegno e l’attestato di stima che ricambio per aver, negli anni, dimostrato competenza e responsabilità”. Infine Davide Delvecchio conclude dicendo: “Siamo convinti di andare al ballottaggio”. La bocciatura di Sanchioni? “Resta una persona che stimo. Però lo strappo di Carloni e l’uscita di Silvestri hanno imposto un cambio di strategia”. Jacopo Frattini

La Rinascita di Fano appoggia la candidatura di Carloni

In “Fare Città” anche la Dopo aver ufficializzato Davide Delvecchio come candidato sindaco “Uniti per Fano” perde un altro tassello in vista delle elezioni lista “Noi Giovani Seri” FANO - “Habemus accordum”. Oltre a Ncd, Uniti per Fano perde un altro tassello. Infatti, la lista civica “Rinascita di Fano”, “dopo seduta plenaria tipo conclave cardinalizio” (come ha detto questa mattina Michele Silvestri) ha sciolto le riserve ed ha annunciato ufficialmente il proprio sostegno alla candidatura di Mirco Carloni. Monica Baldini, esponente della lista civica, spiega: “Alla luce delle ultime vicende politiche cittadine e dopo un’attenta valutazione, comunichiamo e con entusiasmo il sostegno alla candidatura a sindaco di Mirco Carloni in quanto meglio rappresentativa dell’azione politico amministrativa che si vorrà intraprendere a vantaggio della nostra città. La lotta alla burocrazia, l’impegno per favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, la difesa dell’ospedale Santa Croce

e dell’Aset sono i punti principali dell’impegno programmatico del candidato a sindaco Carloni. ‘La Rinascita di Fano’ ne condivide appieno l’importanza e la natura ideologica”. A proposito di Carloni, Monica Baldini spiega: “E’ una persona che ha voglia di proporre

un progetto nuovo, diverso, che rilanci il futuro di questa città. Ha un ottimo curriculum e intorno a lui c’è molta fiducia”. In conclusione Baldini afferma: “Siamo coesi nel supportare e nell’impegnarci in questa campagna perché Fano e i suoi cittadini

possano trarre giovamento da una politica del fare concreta che agisca con un’azione propulsiva per l’economia, sia di rilancio e ripresa e che anteponga l’impegno per i cittadini alla macchinosità politica”. Jacopo Frattini

FANO - Nella coalizione “Fare Città”, ci sarà anche la lista “Noi Giovani Seri”. “Questo progetto politico nasce - spiegano i ragazzi che ne fanno parte - esclusivamente per le prossime elezioni, ma faremo in modo che possa durare per dare forza alla voce dei giovani della nostra città”. E a proposito dei punti programmatici spiegano: “Vogliamo costituire un ufficio Europa, rendere la nostra città più vivibile attraverso la realizzazione di piste ciclabili, la rivalutazione delle periferie e un progetto per riqualificare la ferrovia Fano-Urbino. Per guardare al futuro servono formazione e proposte innovative e valide”. Massimo Seri, candidato della coalizione, ha detto: “Apprezzo questo impegno che denota la voglia di cambiare e di far crescere Fano. Questi giovani sono davvero in gamba”.


giovedì 13 marzo 2014 www.fanoinforma.it

anno 3 - numero 47

Campo nomadi all’ex-mattatoio 11 denunce

FANO - Un campo nomadi in piena regola allestito da 11 rumeni nell’area dell’ex-mattatoio. Tende, letti di fortuna e bagni a cielo aperto, questo lo spettacolo che i residenti della zona erano costretti a vedere ogni giorno. Residenti che da qualche giorno hanno detto “basta” e hanno allertato le forze dell’ordine. Questa mattina due pattuglie del commissariato di Fano si sono presentate all’ex matta-

toio per un sopralluogo e, dopo aver verificato la situazione, hanno portato in caserma tutti gli 11 nomadi. Il gruppo è stato denunciato in stato di libertà. “In questi casi - dicono dal commissariato non è possibile effettuare l’espulsione dal territorio italiano perché, nonostante siano persone senza fissa dimora, appartengono comunque alla comunità europea”.

Assalto al Bar Bomber di Tre Ponti, rubati 5.000 euro Oltre al denaro rubato, i ladri hanno fatto circa 20.000 euro di danni. Distrutte slot machine e un distributore di bibite dei campi da calcetto FANO - Sono andati diretti verso il sistema d’allarme e, nonostante questo sia scattato attivando la sirena, non si sono scoraggiati ma, armati di piede di porco, hanno forzato la porta laterale e sono entrati. È successo questa notte al Bar Bomber della Cooperativa Tre Ponti, in via Chiaruccia. I ladri, dopo essere riusciti ad entrare all’interno del locale, sono andati subito verso le slot machine e le hanno forzate riuscendo a rubare circa 5.000 euro in monete. Terminato il lavoro sulle macchinette da gioco, si sono concentrati sul registratore di cassa dal quale hanno rubato circa 300 euro. Non soddisfatti del bottino trovato all’interno del bar, i malviventi hanno attraversato la strada e raggiunto i campi da calcetto gestiti dalla Cooperativa, senza preoccuparsi della sirena del sistema d’allarme che nel frattempo continuava a suonare. Dopo aver forzato il cancello, non trovando niente di valore da rubare, i ladri si sono accaniti contro un distributore di bibite forzando il vano contenitore dell’incasso (circa 300 euro). Solo allora, dopo più di un’ora di “lavoro”, se ne sono andati. “Questa mattina - racconta Tania Luzi, barista del

locale -, alle 6.30 ho aperto il bar. Appena sono entrata ho visto il disastro che i ladri avevano combinato. Mi sono sentita svenire. Ho richiuso immediatamente la porta per paura che ci fosse ancora qualcuno dentro e mi sono allontanata per chiamare i carabinieri. Il problema non sono solo i 5.000 euro che i ladri sono riusciti a rubare, ma i circa 20.000 euro di danni che hanno fatto”. Non è la prima volta che la sfortuna si accanisce sul Bar Bomber: il 26 giugno scorso, un fulmine ha centrato la struttura ed è entrato proprio nella sala delle slot machine, sfiorando il titolare e distruggendo diverse apparecchiature elettroniche del valore di diverse migliaia di euro. Stefano Orciani

Nuova vita per il giardino “Radicioni” di San Paterniano Prevista per Pasqua l’inaugurazione dello spazio progettato e voluto dall’associazione di artisti guidata da Carla De Angelis FANO - Un’area verde intima, nel cuore della città, capace di catturare la creatività dei bambini, dare spazio ad associazioni, proiezioni di film, performance artistiche e al booksharing. Il giardino di via San Paterniano, dedicato a Bruno Radicioni, avrà una nuova vita. A fine aprile sarà inaugurato lo spazio verde che, come certificato da una delibera di dicembre, sarà gestito dall’associazione “Un giardino per l’arte” capitanata da Carla De Angelis. Proprio lei, “storica” artista della città, si è infatti battuta per anni per cercare di ottenere le chiavi e la possibilità di “sanare” un pezzo di Fano abbandonato all’incuria e al degrado. De Angelis ha chiamato a raccolta gli artisti che abitano nella zona e ha creato l’associazione.

Poi ha ideato il progetto che sta prendendo forma, da circa 1 mese, grazie al sostegno dei residenti (che hanno contribuito con offerte spontanee), dei commercianti e in particolare di un imprenditore locale, Fabio Fraternale, appassionato d’arte che ha deciso di mettere a disposizione dell’idea di Carla operai e macchinari della sua azienda di Marotta. “Sono sfinita ma contenta esclama -. In particolare del sostegno che ci è arrivato da diverse parti e da questo imprenditore. Grazie a lui siamo già riusciti a cambiare la rete di recinzione del giardino e sistemare i punti luce e le prese elettriche. Poi pianteremo l’erba nelle aiuole, sistemeremo ghiaia marina al centro dello spazio, pavimento anti-urto,

grandi pannelli a lavagna nell’area giochi dei bambini e i lampioncini”. A g l i artisti dell’associazione il compito di abbellire il giard i n o con un trompe l’oeil (un tecnica pittorica) raffigurante due bambini che innaffiano nel muretto esterno del parchetto, piantarci delle camelie bianche, carteggiare e verniciare le panchine, organizzare un torneo di burraco per recuperare

i circa 400 euro utili per sistemare il cancello d’ingresso e trovare un maxischermo in cui proiettare film a cielo aperto. “Speriamo di inaugurare per Pasqua con un concerto di Elisa Ridolfi- aggiunge De Angelis -. Faremo un festa per far conoscere alla città questo giardino che speriamo diventi un punto di ritrovo e di espressione artistica, libero e bello da vivere”. Alessandra Gasparini

Fanoinforma n. 47 - 13 marzo 2014  

Fanoinforma n. 47 - 13 marzo 2014

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you