Page 1

Via XXVII Agosto, 19/A FANO (PU) Tel. 0721 805156 Fax 0721 813784 www.buldrighini.it RINNOVO PATENTI

Direttore responsabile Corrado Moscelli

venerdì 13 luglio 2018

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro - Stampato a cura di Lagostekne Editore: Comunica s.r.l. - via Nuti, 3 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/830710

Via XXVII Agosto, 19/A FANO (PU) Tel. 0721 805156 Fax 0721 813784 www.buldrighini.it RINNOVO PATENTI

www.fanoinforma.it

anno 7 - numero 133

Oggi i Ludi, domani Bacchanalia e La Notte degli Dei FANO – Un successo strepitoso per la Fano dei Cesarini che ha riempito l’area del Pincio in ogni ordine di posto. I piccoli romani delle fazioni si sono dati battaglia per difendere i propri colori nella grande arena, creando uno spettacolo divertente ed emozionante. La prima sfida, le Sabbie della Fortuna, simpatica corsa dove i concorrenti dovevano riempire un’anfora portando dell’acqua da una parte all’altra del percorso, è stata vinta dalla Fazione del Delfino. Secondo posto per il Lupo, seguito da Cinghiale e Volpe. La corsa delle Bighette, che non ha bisogno di presentazioni, dopo 4 batterie per scegliere i

Tragedia al Conad Vallato, trovato senza vita uno dei titolari

FANO - E’ stato trovato senza vita da un collega, intorno alle 8 di questa mattina, Antonio Mura, classe 1965, uno dei titolari del Conad Vallato. Da una prima ricostruzione fornita dagli agenti del Commissariato di Fano, sembrerebbe che l’uomo si sia accasciato a terra, mentre stava sistemando il banco nel reparto orto frutta. Il decesso sarebbe avvenuto per cause naturali e nulla hanno potuto i sanitari del 118 che sono accorsi dopo pochi minuti per rispondere alla chiamata. Sul posto anche gli agenti della polizia di stato, coordinati dal dirigente Simone Pineschi

campioni delle relative fazioni, è stata vinta dal Cinghiale. Secondo il Delfino, poi Lupo e Volpe. Punteggi che varranno sommati ai ludi dei giovani che si svolgeranno, dalle 18.30 di oggi al Pincio e a quelli di domani in programma alle 19. Nei ludi del sabato, le 4 fazioni si batteranno a colpi d’arte. Lupo, Volpe, Cinghiale e Delfino porteranno in scena spettacoli, balletti, letture e quant’altro, per poi essere giudicati da una giuria di esperti che stilerà la classifica finale. Terminati i giochi, spazio ai grandi festeggiamenti che coinvolgeranno tutta la città. A partire dalla zona del Pincio con

Bacchanalia dove sarà possibile cenare con le fazioni. Lunghe tavolate si coloreranno con le tonalità di Volpe, Delfino, Lupo e Volpe, che si uniranno in una cena al Thermopolium, con l’ospite d’eccezione della serata: il maialino al giro arrosto. Per partecipare alla cena delle fazioni e quindi avere diritto al menù calmierato di 17 euro, è possibile acquistare i biglietti dai vari responsabili: Cinghiale Piero Valori 3288868685; Delfino Lucia Lucarelli 3345003285; Lupo Massimo Pierelli 3394963115; Volpe Michele Tamburini 3393008586 o direttamente alla Proloco 3395828551. Ovviamente è obbli-

gatorio presentarsi vestiti del colore della propria fazione. La cena di Bacchanalia sarà comunque aperta a tutti, anche a chi si presenterà in abiti civili con possibilità di cenare alla carta ed assaggiare tutti i piatti della serata, materie prime del nostro territorio, rielaborate a tema romano dal ristorante Montecucco. Il banchetto festoso sarà accompagnato dalla musica dei Cisal Pipers, gruppo di musica folk e celtica che allieterà la serata a suon di cornamuse. Nello stesso momento, in tutta la città calerà l’attesissima “Notte degli Dei”: serata romana che si estenderà dal centro alle zone mare dove partiran-

no una serie di eventi a tema per una grande festa generale. Tanti i locali che hanno aderito alla Notte degli Dei e che allestiranno il proprio evento, compresi stabilimenti balneari delle zone mare di Lido e Sassonia. Tornando in zona Pincio, alle 22.30 un altro momento emozionante con l’abbinamento dell’Auriga ad ogni fazione e le premiazioni dei Ludi Fortunae. La classifica finale determinerà l’ordine di sfilata nella grande parata di domenica. La giornata si concluderà con il grande spettacolo “Tra Rito e Mito: I Fuochi Sacri” a cura del gruppo storico Colonia Iulia Fanestris.

Parchi urbani, partita la riqualificazione a Fenile, Fano2, San Lazzaro e Sassonia Entro la prossima settimana sarà ultimata l’installazione di nuovi giochi e panchine. Investimento complessivo: 100.000 euro FANO – Fenile, San Lazzaro, Fano2 e Sassonia. Sono questi i quattro quartieri della città che in questi giorni stanno vedendo nascere, o rinascere, i parchi pubblici. Sono iniziati da qualche giorno e termineranno presumibilmente entro la prossima settimana i lavori di riqualificazione e sistemazione dell’arredo urbano nei giardini di queste quattro zone che, oltre ad essere frequentati da bambini, sono il centro in molti casi del quartiere e svolgono quindi anche un ruolo di socialità . “Soprattutto in estate – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Cristian Fanesi – l’esigenza di avere un luogo di ritrovo pulito e accogliente si fa sentire per questo siamo felici dell’investimento effettuato (100mila euro, ndr) che riqualifica di fatto l’intero quartiere”. “La qualità di una città si misura anche valorizzando spazi

comuni che si vivono quotidianamente – ha detto il sindaco, Massimo Seri -. Appena insediati abbiamo fatto una mappatura dei luoghi che necessitavano di manutenzione ed entro la prossima primavera la quasi totalità sarà sistemata. Ovviamente – ha spiegato il sindaco insieme all’assessore Fanesi – non si può intervenire dappertutto e subito (spesso sono le ditte private che non riescono a consegnare i lavori velocemente come vorremmo) ma stiamo arrivando

dappertutto. Siamo partiti dalle zone più critiche come ad esempio Tombaccia e Via dello Squero al Lido, per poi passare ai Passeggi, Paleotta, Vallato e Centinarola e oggi aggiungiamo quattro importanti tasselli”. Andando nel dettaglio degli interventi, nel parco di Via Coppi a Fenile e in quello nuovo di Fano2 (Via Tullio Serafin, vicino lo sgambatoio) sono stati dismessi i vecchi giochi fatiscenti che saranno sostituiti con strutture ludiche

composte, altalene e panchine. Così sarà fatto anche a San Lazzaro con l’aggiunta anche di un gioco a molla e ulteriori cestini dell’immondizia. Nei giardini di Sassonia invece, in quell’area che tutti conoscono come “patibolo” (vicino al ristorante Elixir), saranno eliminati i gazebo pericolanti e sarà cementificata la pavimentazione nella quale sarà installata una sorte di “nave pirata” . Matteo Delvecchio


venerdì 13 luglio 2018 www.fanoinforma.it

anno 7 - numero 133

Un quadro di Matteo Meletti esposto nella residenza municipale

FANO – E’ stato appeso nella residenza municipale, precisamente all’ingresso dell’ufficio del sindaco, e attraverso un apposito atto di giunta rimarrà all’interno del Comune di Fano per sempre. Grande momento di festa questa mattina nel municipio fanese dove è stato ricevuto Matteo Meletti, ragazzo 22enne diversamente abile, che dopo aver frequentato il liceo artistico ha continuato a portare avanti la sua grande passione per la pittura. Matteo, dopo aver partecipato a concorsi e mostre in tutta Italia, di recente ha vinto il primo premio ad un concorso nazionale a Lec-

ce con il suo “ “Gente a Mare” e come accade per ogni cittadino illustre e meritevole, l’amministrazione ha voluto attribuirgli il giusto riconoscimento. Alla cerimonia, oltre ai genitori

di Matteo, anche il sindaco Massimo Seri, il vicesindaco Stefano Marchegiani e l’assessore ai Servizi Sociali e alle Pari Opportunità Marina Bargnesi. ma.del.

Sostegno a famiglie con minori in difficoltà e disabili: aumentano le risorse Sempre maggiori le richieste di servizi. L’assessore Bargnesi: “Non ci distraiamo mai da quelle che sono le vere esigenze” FANO – “Non ci distraiamo mai da quelle che sono le vere esigenze, per questo abbiamo aumentato le risorse destinate ai servizi per minori in difficoltà e disabili”. L’assessore ai servizi sociali Marina Bargnesi (nella foto) ha reso note questa mattina importanti novità in ambito di prevenzione e sostegno in seguito al continui aumento di richieste che pervengono al Comune di Fano. Seguendo la direttiva ministeriale, l’assessorato in questi giorni ha indetto un nuovo appalto che implementerà le attività di sostegno educativo domiciliare e gli spazi di ascolto e confronto assegnando a tale scopo circa 190mila euro a fronte dei 105mila del 2017. Ad oggi sono 37 i minori che ricevono sostegno educativo a domicilio mentre 15 sono quelli che svolgono attività di compiti/ doposcuola. 3 sono i ragazzi per i quali è richiesto servizio di vigi-

lanza durante gli incontri protetti genitori-figli mentre 34 sono quelli che frequentano il centro estivo “Gas Gas”. Accanto al centro estivo “Gas Gas” rivolto principalmente ai ragazzi che proseguono l’attività educativa svolta durante l’anno con interventi domiciliari e di doposcuola, altri 39 ragazzi frequentano centri estivi promossi da operatori privati, in regime di convenzione. In totale dunque sono 73 i bambini e i ragazzi che partecipano ai centri estivi su invio e con spesa a carico dei servizi sociali. Nell’ottica di prevenzione, sarà ampliato anche il progetto P.i.p.p.i. che prevede “azioni di sistema”, atte ad evitare lo spostamento di minori in istituti allontanandoli quindi dalle famiglie. Ad oggi sono 442 i minori “monitorati” dai Servizi Sociali ma solo 14 sono quelli che sono stati affidati a strutture. Anche per quanto riguarda i ser-

vizi dedicati a minori disabili c’è stato un incremento di investimenti con 719.203euro di fondi stanziati a fronte dei 569mila del 2016. In ambito domiciliare il servizio viene erogato per tutto l’anno solare in favore di 32 ragazzi con gli operatori che agiscono nell’ambito di un progetto educativo individualizzato. In ambito scolastico invece, le richieste sono passate da 117 nel 2017/2018 a 132 per il 2018/2019. E ad essere in aumento sono anche le erogazioni di servizi in favore di soggetti con diagnosi di spettro autistico: 22 alunni nell’anno in corso, 28 il prossimo. 106mila euro è invece la spesa per garantire il trasporto a 47 alunni che a causa della disabilità necessitano di particolare mezzi. “La parola chiave è prevenzione – hanno sottolineato l’assessore Bargnesi e le funzionarie dell’ufficio minori Roberta Galdenzi e Adriana Antogloni -: primaria,

quindi con interventi per evitare di aggravare situazioni già conclamate; secondaria e terziaria quindi rivolta a fasce di popolazione esposta a rischi di emarginazione o più semplicemente più vulnerabili”. Matteo Delvecchio

I ragazzi di Omphalos e Csi insieme per un grande progetto di inclusione sociale A San Lazzaro, in una delle sedi dei centri estivi, dal 7 al 20 luglio giocano insieme ragazzi con diagnosi dello spettro autistico e normodotati FANO - Da una parte i ragazzi del progetto “Summer School” di Omphalos destinato ad adolescenti con diagnosi dello spettro autistico, dall’altra quelli ospiti del “Gioco&Sport” il centro estivo organizzato dal Csi di Pesaro-Urbino. Dal 7 al 20 luglio a San Lazzaro, presso la Sala Cubo, il Palas Allende e gli spazi verdi adiacenti, va in scena la festa dell’inclusione sociale grazie ad un campus intensivo svolto secondo i principi dell’Analisi applicata del comportamento (approccio ABA) fortemente orientato allo sviluppo delle autonomie personali e nella vita di relazione che vede coinvolti educatori e psicologi di Omphalos e il personale Csi che proprio a San Lazzaro svolge una parte dell’attività estiva con i ragazzi dei centri estivi. Grazie a questo progetto, cui collaborano anche amministrazione comunale, Asur e l’associazione I Bambini delle Fate

che ne finanza una parte, i ragazzi di Omphalos (6, 4 ragazzi e 2 ragazze) sono coinvolti in attività sportive e di relazione con i pari età normodotati, sempre guidati e supervisionati dagli esperti, in un contesto finalmente diverso da quello scolastico, che troppo spesso è l’unico che consente momenti

di integrazione e condivisione. Saranno anche predisposti momenti di vita negli spazi cittadini, in situazioni reali di piccoli acquisti e fruizione dei servizi pubblici. Tra le mansioni affidate al Csi anche quella di fornire i pasti e il supporto logistico e materiale. “I migliori progetti non si realizzano mai da

soli – afferma con soddisfazione il presidente di Omphalos, Gianfilippo Di Benedetto -. In dieci anni di vita abbiamo costruito una rete importante che coinvolge gli enti pubblici ma anche quegli organismi privati del no–profit in cui possiamo trovare specifica competenza in materie che non sono le nostre e, soprattutto, l’accoglienza di cui i nostri bambini e ragazzi hanno estremo bisogno. In quest’ottica abbiamo trovato terreno fertile nel Csi che ha sempre un occhio di riguardo nei confronti delle persone con difficoltà”. La “fusione” tra la Summer School di Omphalos e il “Gioco&Sport” del Csi è in realtà di un progetto-ponte: gli organizzatori si ripromettono infatti di creare anche dopo l’estate, percorsi individualizzati di avviamento alla pratica sportiva per i ragazzi autistici, ovviamente sempre sotto la supervisione degli esperti.

Fanoinforma n. 133 - Venerdì 13 Luglio 2018  
Fanoinforma n. 133 - Venerdì 13 Luglio 2018  
Advertisement