Page 1

Direttore responsabile Corrado Moscelli

martedì 12 giugno 2018

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro - Stampato a cura di Lagostekne Editore: Comunica s.r.l. - via Nuti, 3 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/830710

www.fanoinforma.it

anno 7 - numero 110

Marotta torna a Fano? Sarà la Corte Costituzionale a decidere FANO – Ancora nulla di fatto sul possibile ritorno di Marotta nel Comune di Fano. Ancora un rinvio per il contenzioso relativo al referendum per il distacco della frazione di Marotta culminato con la Legge della Regione Marche n.15/2014. L’amministrazione comunale di Fano rende noto infatti che il Consiglio di Stato, con ordinanza pubblicata in data 11/06/2018, ha nuovamente rinviato alla Corte Costituzionale gli atti. “Tale iniziativa era ampia-

mente prevedibile – si legge in una nota - e sana l’errore procedurale relativo alla precedente “sentenza non definitiva” tenuto conto che l’unico giudice competente a conoscere del relativo contenzioso è la Corte Costituzionale; ciò in ragione del fatto che, in pendenza del contenzioso già proposto avanti al giudice amministrativo, il precedente Consiglio Regionale ha deciso di forzare i tempi approvando la legge sul distacco. L’intervenuta legge regionale in pen-

denza del contenzioso non poteva certo privare il Comune di Fano, quale ricorrente, dell’intangibile diritto alla tutela giurisdizionale -principio supremo dell’ordinamento costituzionale- che pertanto sarà accordata non più dal giudice amministrativo ma direttamente dal giudice delle leggi. Vero è che la sentenza della Corte Costituzionale n.2/2018 non si è espressa nel merito della nozione afferente le “popolazioni interessate” al referendum ma solo sugli aspetti

procedurali che incidono in ordine alla competenza a giudicare risolvendo, correlatamente, il conflitto d’attribuzioni sollevato dalla Regione Marche nei confronti del Consiglio di Stato. La vicenda troverà, pertanto, prossima e definitiva soluzione attraverso il giudicato della Corte Costituzionale che esaminerà a fondo i motivi eccezionali, la ragionevolezza e la legittimità del procedimento legislativo adottato dalla Regione Marche circa l’individuazione

delle “popolazioni interessate” al referendum tenuto conto che la regola generale è quella che vede coinvolti gli elettori di ambedue i comuni”. La decisione del distaccamento di Marotta da Fano, è stata votata, tramite un referendum solamente dai residenti del comune di Mondolfo, mentre, secondo il giudizio del Consiglio di Stato ai quali aveva fatto ricorso il Comune di Fano, sarebbero dovuti essere coinvolti anche i cittadini fanesi.

Ufficiale: Gabellini vende l’Alma Juventus Fano

Fano 2, i cittadini protestano: “Quando finiranno i lavori allo sgambatoio e nel parco?”

FANO – Mancava solo l’ufficialità della società che è arrivata in mattinata. “L’Alma Juventus Fano – si legge in un comunicato diramato dai granata - comunica che è stato siglato un accordo preliminare con un consorzio di servizi romano con interessi a livello nazionale per la cessione del 100% della società. La nuova struttura è già al lavoro per programmare la nuova stagione, in quanto la procedura di iscrizione per il campionato di LegaPro è stata già avviata da tempo e sarà formalizzata nei tempi previsti. Nei prossimi giorni si andrà a presentare il nuovo assetto societario che guiderà l’Alma e saranno poi ufficializzati i nomi che comporranno l’organigramma societario. Attesa anche la reazione da parte dell’amministrazione che per bocca dall’assessore Caterina Del Bianco aveva detto i giorni scorsi che avrebbe voluto incontrare Gabellini per definire alcune questioni.

FANO – Nonostante ad inizio maggio sia stato inaugurato lo sgambatoio, ancora molti proprietari lasciano correre incustoditi i loro cani (anche di grossa taglia), con conseguente pericolo per i residenti. La denuncia arriva via facebook dal Comitato Cittadini di Fano 2 che attribuiscono le colpe non solo alla mancanza di senso civico degli abitanti, ma anche ai tempi lunghi per la conclusione dei lavori allo stesso sgambatoio e al quartiere in generale, da parte dell’amministrazione. “Grazie alle segnalazioni di molti cittadini di Fano Due – si legge in un post su facebook - il Comitato torna a denunciare lo stato di degrado del quartiere. Cani di grossa taglia continuano a girare liberi, senza guinzaglio a due passi dal-

L’assessore Cristian Fanesi rassicura: “A breve arriveranno panchine, fontanelle e giochi per bambini, è solo questione di tempo” lo sgambatoio. Molti cittadini si chiedono ancora quando saranno messe acqua e panchine all’interno della recinzione messa in opera ormai un mese e mezzo fa. Al sindaco Massimo Seri e agli assessori Cristian Fanesi e Samuele Mascarin chiediamo quando sarà terminato lo sgambatoio e soprattutto quando saranno installati i giochi”. “Mi sento di tranquillizzare i residenti - spiega l’assessore Cristian Fanesi – ai quali dico che le panchine sono già in ordine e quindi è questione di tempo, pochissimo tempo. Per quanto riguarda le fontanelle per l’abbeveraggio occorrerà pazientare un po’ di più ma anche per quelle è veramente questione di poco”. Secondo i residenti, i tempi dettati dall’amministrazione “scadevano” entro la seconda

metà di maggio, compresi quelli per l’installazione di giochi per bambini e porte da calcetto nel parco. “E’ nostra intenzione riqualificare il quartiere – conferma

sicuro Cristian Fanesi – e anche se con qualche giorno di ritardo rispetto ai tempi annunciati, effettueremo tutti i lavori annunciati”. ma.del.


martedì 12 giugno 2018 www.fanoinforma.it

anno 7 - numero 110

Domani Giuseppe Papagni presenta il saggio “Ceramica decima Musa”

FANO - Un saggio dedicato alla maiolica rinascimentale già presentato a Pesaro e che oggi sbarca a Fano. E’ quello di Giuseppe Papagni che verrà presentato mercoledì 13 giugno alle 18 nella Sala della Concordia del Comune di Fano. “Ceramica decima Musa – Musica, simboli e versi nella maiolica rinascimentale metaurense” è il nome del libro che come obiettivo si pone quello di rispondere alla domanda”quando il ceramista è interprete dei miti essendo lui stesso, talvolta, ceramista e poeta? “L’intento – spiega l’autore, Giu-

seppe Papagni – è di dimostrare come la ceramica del nostro territorio ha saputo richiamare il trascorso evocativo di note, simboli e versi nell’ambito del visivo e del muisicabile attraverso le officine di Pesaro, Urbino e Casteldurante. Com’è stato affermato, il rapporto tra musica e arti visive parte da lontano: i bisonti di Altamira sono contemporanei ai primi strumenti a fiato o a percussione. Il richiamo dei miti classici con la musica si traduce nelle raffigurazioni di Orfeo, incarnazione del potere, della poesia e della melodia, tema spes-

so trattato nella maiolica istoriata rinascimentale assieme alle tre arti come la pittura, la letterature e la musica”. Il saggio di Papagni è contestualizzato nel fanese nei cosiddetti “piattelletti”, le mattonelle in ceramica della Chiesa Santa Maria del Riposo che nel contesto della ceramica pavimentaria rinascimentale richiama un intrigante simbolismo inteso come espressione dell’intimo e del privato che evoca e trasmette tutto ciò che riguarda la credenza o la mescolanza del tempo senza fine: quello della fede.

Sapori&Motori, il ritorno al Lido alla base del successo

Soddisfatti gli organizzatori che per il futuro chiedono più sostegno da parte di istituzioni e imprenditori FANO - L’edizione n. 11 di Sapori & Motori chiude i battenti tra la soddisfazione generale dei visitatori che a migliaia nello scorso week end hanno affollato il lungomare del Lido dove si svolgeva la manifestazione. “Ho potuto constatare la buona riuscita della manifestazione – ha detto Giampiero Pedini, responsabile generale dell’organizzazione di Sapori & Motori – e come la zona del Lido si sia rivelata adatta ad ospitare l’evento. Certamente in questo ritorno al Lido abbiamo anche visto che si potrebbero migliorare alcuni aspetti organizzativi per le prossime edizioni”. E proprio per quanto riguarda il futuro Pedini lascia aperti gli spazi a diverse soluzioni. “Quello che mi ha fatto decidere di continuare anche quest’anno – ha detto – è stata la grande passione che ho per i motori in generale. La presenza di numerosi stand di auto e di moto presenti quest’anno mi ha riempito di soddisfazione perché ho capito che questa manifestazione funziona e può crescere ancora in meglio. Per poter proseguire però c’è bisogno di certezze che possono

venire solo dalla convinzione da parte delle istituzioni pubbliche e del mondo dell’imprenditoria locale che Sapori & Motori è un evento importante che qualifica la stagione estiva e rilancia l’imma-

gine della nostra città a livello nazionale”. Lo sforzo organizzativo per far aderire i corpi di sicurezza dello Stato, i più noti marchi del mondo delle due ruote, gli espositori di auto d’epoca è stato enor-

me, ma alla fine i tre giorni della manifestazione si sono svolti nel rispetto di ogni regola e in assoluta sicurezza per alcune migliaia di visitatori che hanno decretato il successo della manifestazione.

Gioco d’azzardo, attivo l’infopoint per prevenire le dipendenze patologiche A Fano lo sportello sarà attivo il mercoledì dalle 17 alle 19 nell’ambito del progetto “Login” dell’Ats 6 FANO - Una mano tesa verso quelle persone che soffrono di disturbi patologici derivanti dal gioco o che sentono che stanno per entrare nel tunnel. L’Ambito Territoriale Sociale 6 porta a conoscenza che sono state avviate, nell’ambito del progetto LOGIN – Luoghi di Orientamento al Gioco ed Internet, le attività degli sportelli Infopoint. In particolare, rispetto al territorio dei comuni dell’Ats 6 (capofila Comune di Fano), saranno presenti due sportelli aperti nei seguenti orari: Fano, mercoledì dalle 17 alle 19 (335-7004190; infopoint3@loginzone.it) e Mondolfo, martedì dalle 17 alle 19 (3357004190; infopoint3@loginzone. it). Il progetto è attuato dalle cooperative IRS, Labirinto e Cresce-

re, dal Dipartimento Dipendenze Patologiche AV1 ASUR Marche e Regione Marche, nell’ambito dell’attuazione del Piano Regio-

nale per il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio da Gioco d’Azzardo Patologico e della Dipendenza da nuove tecno-

logie e Social Network. Gli sportelli Info-point, punti di ascolto finalizzati ad orientare i cittadini in merito alle tematiche del Gioco D’Azzardo Patologico e delle Dipendenze Tecnologiche sono distribuiti su tutto il territorio di Area Vasta 1 della Provincia di Pesaro ed Urbino, svolgendo un’attività di orientamento rispetto ai servizi presenti sulle tematiche di cui sopra e di consulenza di tipo economico finanziario, legale e di cura. Sarà possibile prenotare telefonicamente degli appuntamenti o presentarsi negli orari di apertura. Tutte le informazioni relative al progetto Login – Luoghi di Orientamento al Gioco ed internet sono presenti sul sito www.loginzone. it.

Fanoinforma n. 110 - 12 Giugno 2018  
Fanoinforma n. 110 - 12 Giugno 2018  
Advertisement