Issuu on Google+

Chi Siamo Come Raggiungerci ANTEA Associazione onlus, nasce nel 1987 con lo scopo di garantire l’applicazione dei principi delle Cure Palliative nell’assistenza gratuita sia a domicilio che in hospice a pazienti di ogni età, in fase avanzata di malattia. Grazie all’elevata professionalità dei suoi operatori (medici, infermieri, psicologi, fisioterapisti, volontari, assistenti sociali e spirituali, operatori socio sanitari e terapisti occupazionali), Antea è in grado di fornire ai pazienti un programma personalizzato nel pieno rispetto della sua volontà e dignità. Nel 2000, ANTEA Associazione crea ANTEA Formad, il Centro di Formazione e Ricerca in Medicina Palliativa. Una realtà convenzionata con le Università degli Studi di Roma: Tor Vergata, Sapienza, Campus Bio-medico, Cattolica del Sacro Cuore. La presenza del Centro ANTEA - Rete di Cure Palliative nella stessa struttura sede di ANTEA Formad, consente a quest’ultima di fondare l’attività formativa su una forte partnership tra teoria in aula e pratica in hospice e a domicilio.

DIRETTORE DIDATTICO DEI CORSI DR. GIUSEPPE CASALE

CENTRO ANTEA RETE DI CURE PALLIATIVE Piazza S. Maria della Pietà, 5 - ROMA Padiglione XXII

Da Aeroporto di Fiumicino: • Treno Leonardo Express fino a Stazione Termini Da Termini, prendere Metro A (direz. Battistini), • opzione 1: scendere a Valle Aurelia (8 fermate), e prendere il treno F3 (direz. Cesano/Bracciano), scendere alla Stazione Monte Mario e proseguire a piedi fino a Piazza S. Maria della Pietà (5 minuti); • opzione 2: scendere a Baldo degli Ubaldi, prendere autobus 994 (direz. Ospedale S. Filippo Neri), scendere a fermata MATTEI-S. Maria della Pietà. In automobile (da Firenze o da Napoli) •prendere Grande Raccordo Anulare (direz. Aeroporto di Fiumicino), uscire a Trionfale (uscita 4), proseguire per via Trionfale direzione Centro città per circa 4 km, svoltare a dx per P.zza Santa Maria della Pietà.

TI STRINGEREI LA MANO MA NON POSSO

Cure palliative nel paziente affetto da SLA

12-18-21 Settembre CENTRO ANTEA RETE DI CURE PALLIATIVE PIAZZA S. MARIA DELLA PIETÀ, 5 ROMA

PRESIDENTE ANTEA FORMAD DR.SSA CHIARA MASTROIANNI SEGRETERIA ORGANIZZATIVA ANTEA FORMAD DR.SSA SABRINA CASTELLANA Tel. 06.30332529 - Fax 06.30332555 e-mail: formad@antea.net

2012


TI STRINGEREI LA MANO MA NON POSSO

Cure palliative nel paziente affetto da SLA

La Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), rappresenta un enorme problema sociosanitario, non solo perché manca una terapia risolutiva, ma anche per lo stigma che accompagna malati e familiari lungo tutto il decorso della malattia. Un dramma nel dramma che diventa spesso intollerabile quando si deve affrontare il tratto finale di questo percorso. In una realtà dove l’aumento della vita media si coniuga strettamente con l’incremento delle patologie cronico-degenerative, diventa imperativo dare concretezza al significato più profondo delle cure palliative ampliando la panoramica della loro applicazione oltre l’ambito oncologico. Affrontare la complessa problematica della SLA significa inquadrarla sia da un punto di vista clinico che psico-sociale ed etico. Diventa quindi determinante l’identificazione di un corretto approccio relazionale con la persona malata ed il gruppo sociale di riferimento affrontando con coscienza e conoscenza le problematiche della qualità di vita e dell’intensità di cura. Inevitabile, uno sguardo attento alla compatibilità dei servizi con le risorse disponibili che, in un frangente così delicato per il nostro Paese, obbliga a ripensare i criteri di spesa per favorire la maggiore appropriatezza possibile senza andare a scapito della qualità percepita.

2012

Docenti Monia Belletti*** Giuseppe Casale*** Amelia Conte* Lanfranco Cortegiani*** Maria Teresa Iannone*** Federica Lerro*** Maria Assunta Mariani*** Emiliana Meleo*

Alessandra Pilato** Mario Sabatelli* Marco Scapigliati* Riccardo Sonnino*** Centro Antea * Policlinico Gemelli ** AISLA *** Centro Antea

Iscrizione al corso

Cure palliative nel paziente affetto da SLA: 1° giorno 12 Settembre 2012 Inquadramento clinico

Richiesto accreditamento ECM per medici, infermieri, fisioterapisti, terapisti occupazionali e psicologi. 9.00-9.30

Inquadramento diagnostico ed epidemio logico delle malattie neurologiche con particolare attenzione alla SLA M.Sabatelli/A.Conte

9.30-10.00

Inquadramento prognostico della SLA: indici prognostici M.Sabatelli/A.Conte

10.0-11-00

Il passaggio di cure del malato neurologico M.Sabatelli,G. Casale/R.Sonnino

11.00-11.30 Le principali problematiche del malato

neurologico (comunicazione, dolore, depressione, nutrizione) M.A. Mariani

1 giorno: €60 (IVA compresa) 2 giorni: €100 (IVA compresa) 3 giorni: €150 (IVA compresa) Per l'iscrizione vai sul sito fad.antea.net, seleziona il corso e segui le istruzioni per iscriverti.

11.30-13.00 Le problematiche respiratorie nel paziente con SLA

M. Scapigliati /E. Meleo

2° giorno 18 Settembre 2012 La gestione clinico strumentale

Richiesto accreditamento ECM per medici, infermieri. 9.00 -13-00

ECM L’attribuzione dei crediti formativi è subordinata alla frequenza all’intero evento ed alla corretta compilazione del questionario ECM. L’accreditamento non verrà confermato per le categorie che non dovessero raggiungere il numero minimo di 5 iscritti.

Le problematiche respiratorie nel paziente con SLA(esercitazioni pratiche) R. Sonnino, M.A. Mariani, L. Cortegiani, M. Scapigliati, E. Meleo.

Verranno predisposte “isole” pratiche sulle procedure e manovre di seguito riportate: broncolavaggio, supporti ventilatori invasivi e non, aspirazione tracheo-bronchiale, canula tracheostomica, macchina per la tosse.

3° giorno 21 Settembre 2012

Aspetti etico-relazionali-comunicativi

Richiesto accreditamento ECM per medici, infermieri, fisioterapisti, terapisti occupazionali e psicologi. 9.00-10.00

I problemi di comunicazione con il paziente affetto da SLA in fase terminale M.Sabatelli/A.Conte

10.00-11.30 Aspetti psicologici del paziente famiglia e

operatore M. Belletti, A.Pilato

11.30-13.00 La

complessità del malato con SLA: risvolti etico/giuridici M.T. Iannone, F. Lerro, A. Conte, R.Sonnino

13.00- 13.15 Domande e conclusione.


Cure palliative nel paziente affetto da SLA