Page 1


Orto Botanico di Modena

Immagine tratta da www.ortobotanicoitalia.it


FORME DI ADATTAMENTO DELLE PIANTE Adattamento alla disponibilità d’acqua;

Adattamento alla disponibilità di luce;

Adattamento alla disponibilità di sali minerali.


LE PIANTE SUCCULENTI Adattamento alla mancanza di acqua Echinocactus 

La pianta ha un magazzino d'acqua che serve per sopravvivere nel deserto; Le radici si estendono in orizzontale; La cellula ha una forma tondeggiante ed è caratterizzata da vacuoli molto grandi. I vacuoli contengono anche le mucillagini idrofile che attirano l'acqua. La fotosintesi avviene nel fusto delle piante succulenti. Durante la notte, l'unico momento in cui gli stomi sono aperti, viene immagazzinata anidride carbonica che viene disciolta nell'acqua del vacuolo. Quando spunta il sole viene ripescata l'anidride carbonica e si innesca la fotosintesi.


LE PIANTE SUCCULENTI •

Le foglie si sono modificate in spine; esse hanno funzione di protezione e limitazione delle perdite d’acqua tramite la traspirazione; la loro superficie è limitata quindi contengono pochi stomi.

Fico d’India (Opunzia), pianta originaria del Messico.


LE PIANTE SUCCULENTI Un’altra forma di adattamento all’ambiente è il mimetismo.

Lithops Lithops


LE PIANTE ACQUATICHE Adattamento all’eccesso di acqua

Gli adattamenti delle piante acquatiche sono legati alla galleggiabilità delle foglie. Ninfee: caratteristiche Radici attaccate al fondo dello stagno;

Foglie sottili e distese;

Tessuti che devono favorire l’immagazzinamento dell’aria. •


LE PIANTE ACQUATICHE Adattamento all’eccesso di acqua

Foglie di loto: caratteristiche Radici attaccate al fondo dello stagno;

Foglie sottili e distese;

Tessuti che devono favorire l’immagazzinamento dell’aria. •


LE PIANTE NATANTI Adattamento all’eccesso di acqua

Le piante natanti non hanno le radici attaccate al fondo dello stagno. Lenticchie d’acqua


NELLE FORESTE DEL GUATEMALA… Adattamento alla disponibilità di luce

Monstera deliciosa


LE PIANTE CARNIVORE Adattamento alla disponibilità di sali minerali

Dionea: caratteristiche Possiede foglie divise a metà che contengono delle setole sensibili che fanno scattare la chiusura della foglia quando arriva l’insetto (attratto dal nettare e dall’odore ): esso viene ridotto in poltiglia e assimilato fornendo alla pianta la giusta quantità di sali minerali; •

Il picciolo svolge la fotosintesi;

E’ entomofila e porta i fiori in alto in modo che l’insetto possa favorire l’impollinazione. •


LAVORO SVOLTO DA

Visita all'Orto Botanico di Modena  

La classe 1^ A della scuola secondaria di I grado "F. Montanari" di Mirandola in visita all'orto botanico di Modena. 23 Maggio 2014

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you