Issuu on Google+

POSTE ITALIANE SPA TASSA PAGATA INVII SENZA INDIRIZZO AUT. DC/DCI/PD/7919/00/CS del 27/10/00

n· Notiziario della giunta municipale '09 Comune di Curtarolo

ANNO 1, N. 1 - NOVEMBRE '09 Distribuzione gratuita Redazione: Ass. alla Cultura Direttore: Silvia Bergamin Editore: Comune di Curtarolo Stampa: Graphico - Cittadella Reg. Trib. PD

Sindaco Marcello Costa

Editoriale

Primo piano

Trasparenza e partecipazione Pieve si rifà il "salotto" Cari Concittadini, inizia un’esperienza nuova di dialogo di questa Amministrazione allo scopo di realizzare, con semplicità e trasparenza, la partecipazione di tutte le componenti della Comunità alla vita amministrativa. Questo periodico vuole essere occasione di contatto tra l’Amministrazione Comunale e le famiglie di Curtarolo fornendo le informazioni più importanti circa le linee di fondo sulle quali abbiamo operato o abbiamo in animo di operare. È intenzione di questa Amministrazione rinnovare spesso questo appuntamento con Voi. Il periodo nel quale questo giornale giungerà nelle vostre case è dedicato alla definizione del Bilancio del Comune: il documento in cui vengono tracciate le linee essenziali sulle quali ci muoveremo nei prossimi mesi. Per tanti motivi abbiamo, di fronte a noi, grandi difficoltà. I Comuni sono chiusi in una morsa. Non si tratta, come è evidente, di questione di schieramento, ma di ruolo e dignità dei municipi nel sistema istituzionale. Paradossalmente, dopo tanto parlare di federa-

lismo, si sta delineando una situazione di neo-centralismo statale e regionale. Confidiamo che si possa arrivare invece ad un vero federalismo fiscale che ci consenta di portare avanti i diversi progetti che abbiamo ancora in cantiere. Faremo dunque tutto il possibile per effettuare quegli investimenti che ci stanno a cuore. Il futuro verso cui tendiamo, nel nostro lavoro amministrativo, è quello del miglioramento della qualità dei servizi offerti al cittadino, all’impresa e al territorio in generale, potenziando così il vero sviluppo locale. L’innovazione tecnologica, la cooperazione in ambito sociale, la riqualificazione del territorio, sono alcuni dei nostri obiettivi; siamo consapevoli della necessità di sinergie forti tra pubblico e privato, con l’apporto di ogni singolo e di tutte le associazioni locali, per la condivisione di finalità di sviluppo e per il reperimento di risorse adeguate a favore di investimenti di interesse pubblico comune. Anche questo Comune, seppur piccolo, sta cercando di non ridurre la spesa sociale, malgrado i tagli imposti dalle

politiche finanziarie, e di reperire fondi e finanziamenti per entrare nel circolo “virtuoso” degli investimenti a favore dello sviluppo locale. In questo tragitto, come per l'intera tornata amministrativa, vi chiediamo di seguirci, di informarvi, di partecipare alla vita democratica della città. Noi, chiamati ad amministrare il bene pubblico cittadino, sappiamo che, operando, possiamo anche sbagliare. Rischieremo meno di cadere in errore se sapremo di poter contare sulla vostra attenzione. Democrazia e libertà poggiano sul valore inestimabile della partecipazione, che vorremmo sempre più aperta, organizzata ed informata. Queste poche righe sono un primo passo per la condivisione, di volta in volta, di temi da approfondire e da dibattere. Invito la popolazione e tutti i protagonisti della vita sociale ed economica della nostra realtà locale a visitare con regolarità queste pagine di informazione, le news dell’Amministrazione Comunale, e a cogliere questa opportunità di partecipazione attiva al lavoro quotidiano amministrativo.

VIVERE CURTAROLO è stampato su carta a impatto 0.

Tra i molti lavori che in questo periodo si stanno svolgendo nel territorio di Curtarolo, spicca sicuramente l’intervento nella piazza di Pieve. La prima parte dell’opera è in fase di ultimazione: comprende tutti i sottoservizi (fognature, scarichi meteorici, linee telefoniche, del gas ed elettriche), la ristrutturazione di gran parte di Via Padre Bernardo Longo, il rifacimento della mura di recinzione della scuola materna e della canonica, la costruzione di nuovi marciapiedi e la pavimentazione in porfido e pietra naturale, la posa dell’impianto di illuminazione, l’ampliamento delle zone a parcheggio e l’asfaltatura dell’intera area. Nel frattempo

è già stato approvato il progetto definitivo per completare la realizzazione di quest’importante e tanto attesa opera: dopo il via libera della Commissione Diocesana Arte Sacra e della Sovrintendenza ai Beni Culturali, si prevede la pavimentazione del sagrato e dei marciapiedi che stanno intorno all’area della Chiesa, l’abbellimento e la ristrutturazione complessiva della piazza che diventerà così il cuore della frazione, aperto e funzionale per ogni attività di carattere sociale, parrocchiale e comunitario, ricreativo e culturale. Un pò il “salotto” di Pieve, un luogo dove socializzare, fare una passeggiata, prendere un caffè.

ALL'INTERNO Piano Casa: il via libera del consiglio

Internet gratis in biblioteca

Cantieri in tutto il Comune

Auser, la terza età è attiva


Notiziario della giunta municipale Comune di Curtarolo

Assessore all'Edilizia Privata Angelo Caregnato

Assessore ai Lavori Pubblici - Vicesindaco Fernando Zaramella

Il via libera del Consiglio

Lavori in corso: Curtarolo cambia e migliora

Il nostro Piano Casa "Curte Rodulo": un vero centro In questi giorni si è parlato molto del “Piano Casa” con convegni, incontri pubblici, ecc.. La Regione Veneto con la legge n. 14 dell’8 luglio 2009, si è posta l’obiettivo di favorire la ripresa del settore edilizio. Si tratta di una normativa speciale (ha finalità di tipo economico e non urbanistico) ed ha una scadenza: la sua efficacia è limitata a due anni. Il provvedimento ha sostanzialmente sospeso la programmazione urbanistica in vigore nei vari comuni per favorire l’ampliamento delle abitazioni e delle attività produttive nella misura del 20% e del 30% se si costruisce con particolari accorgimenti di tipo ambientale. La normativa prevede anche la possibilità - al fine di adeguare il patrimonio edilizio esistente - di aumentare, a determinate condizioni, fino al 50% la volumetria esistente (demolizione e ricostruzione, ristrutturazione, ricomposizione urbanistica). La legge, definita dalla Regione stessa di tipo “economico”, in realtà non ha nulla di economico nel senso che non finanzia o eroga contributi per l’edilizia ma si limita e cambiare le regole urbanistiche per un periodo breve. Modifiche che, secondo quanto affermato da più esperti nel settore, potrebbe generare contenziosi legali. Le deroghe introdotte dalla Regione, per stessa indicazione del legislatore, non sono efficaci però in aree dove valgono le norme nazionali. Le principali: codice della strada, e quindi non si può ampliare l’edificio ricadente nella fascia di rispetto stradale; rischio idraulico così come disegnato dall’Autorità Bacino Alto Adriatico (zone classificate P3 dal P.A.I. - Piano Assetto Idraulico e quindi soggette a rischio di allagamento del fiume Brenta). Tra le altre cose la legge regionale ha affidato l’incarico ai Comuni di determinare alcune modalità di applicazione della legge. Con la delibera appro-

vata dal Consiglio Comunale venerdì 30 ottobre l’Amministrazione Comunale ha voluto confermare nel modo più ampio l’applicazione della legge senza ulteriori “paletti” che non fossero di carattere generale e di buon senso, come ad esempio confermando in cinque metri la distanza delle costruzioni dai confini (così come prevede attualmente il PRG). Inoltre, viste le situazioni ambientali ed urbanistiche di particolari aree del comune, non si applicherà la legge regionale 14/2009 “piano casa”: a) alle attività produttive ubicate fuori dalle zone artigianali/industriali; b) alle abitazioni presenti all’interno delle zone artigianali/industriali; c) in una parte del centro abitato di Pieve. Perché sono state assunte queste decisioni? Vediamo: a) gli edifici destinati ad attività produttive non ubicati in zona artigianale/industriale possono essere ampliati secondo il P.R.G. vigente e/o applicando la normativa nazionale e regionale denominata “sportello unico” quindi non è necessaria una norma straordinaria; b) le abitazione definite “alloggio custode” sono ubicate in zona artigianale/industriale e quindi non risulta opportuno confermare ed ampliare la residenza in un’area non destinata all’attività residenziale; c) il centro “storico” della frazione di Pieve è stato oggetto di una importante variante urbanistica nel 2005. In quella occasione sono stati definiti alcuni interventi importanti, sia dal punto di vista architettonico che volumetrico. Non era quindi utile modificare quel disegno urbanistico con ulteriori ampliamenti. Per una lettura integrale della delibera consigliare e per approfondire la conoscenza della normativa di riferimento visitate il sito web del Comune di Curtarolo alla voce “strumenti urbanistici” e “piano casa”.

Non abbiamo messo in cantiere solo la Piazza di Pieve: andiamo qui ad elencare le altre opere pubbliche sulle quali ci stiamo impegnando. "Curte Rodulo". La piazzetta centrale - chiamata “Curte Rodulo”, per ricordare l’antico nome della famiglia che fondò il nostro Comune - è diventata davvero molto bella, accogliente, vivibile. Gli edifici, di impianto architettonico razionalista (per stare sul modello delle vecchie scuole elementari “C. Battisti” da poco restaurate e diventate sede del Consiglio Comunale e della Biblioteca pubblica) sono adesso visibili nella loro imponenza e nel loro aspetto definitivo. Con un risultato che crediamo sia piacevole e molto funzionale. Anche le voci critiche, che nel passato si erano levate contro questo intervento, si stanno ricredendo, convinte ora sia della necessità di dare dignità al centro di Curtarolo sia dell’ottimo risultato. L’intera area diventerà vitale e importante dal punto di vista commerciale e civico, con negozi, una nuova banca, attività direzionali ed uffici, un bar, ecc. Tra l’altro, sempre all’interno della nuova struttura, entro l’anno sarà aperto il nuovo Centro Anziani, molto grande e funzionale, completo di ufficio, archivio, sala riunioni e cucina. Inoltre è previsto uno spazio per le Associazioni e troveranno la loro nuova sede sia la Pro Loco che altre importanti gruppi che operano nel Comune. Anche l’ufficio Anagrafe e la sede della Po-

lizia Municipale saranno trasferiti nei nuovi locali. Il punto sulla viabilità.

Sono state completate le asfaltature della Statale Valsugana, di Via De Gasperi, di Via Montello, di Via Isonzo e posati dei limitatori di velocità in Via Sant’Andrea e Via del Donatore: è la prima parte di un complesso e importante piano per la sicurezza stradale che interesserà l’intero territorio comunale. Si stanno posando più di cento nuovi punti luce nelle varie vie, stiamo cambiando molti corpi illuminanti e ristrutturando delle centraline. Nei prossimi mesi altri interventi interesseranno le aree e le vie ancora scoperte, con priorità alle zone più pericolose per la viabilità e maggiormente abitate. È stata ultimata Via Dalmazia, con la nuova asfaltatura, fognature, sottoservizi, pista ciclabile e marciapiedi e nuova illuminazione. Si stanno chiudendo le pratiche per l’assunzione dei finanziamenti e per l’avvio delle opere per l’asfaltatura di vari tratti di strade bianche e la riasfaltatura di altre: in particolare, Via Trento, Via San Martino, Via Sant’Antonio, Via Monte Ortigara, Via Negri. Inoltre si stanno facendo vari interventi, sparsi un po’ dappertutto, per il

Premiato il progetto comunale

150.000 € di contributo La Giunta Regionale, su proposta dell'Assessore Massimo Giorgetti, ha approvato il piano di riparto dei contributi del 2009 per il completamento degli impianti sportivi grazie al quale è stato disposto a favore del Comune di Curtarolo il riconoscimento di 148.913,46 euro per la realizzazione di un edificio per spazi

complementari a servizio dell’impianto. Il contributo sarà erogato nei prossimi mesi al termine della procedura di assegnazione. L’Amministrazione a nome di tutti i Cittadini ringrazia la Giunta Regionale per l’attenzione dimostrata e per questo importante contributo che premia la capacità progettuale dimostrata in questi anni.

www.curtarolo.info | Tel. 049.9699913 | amministrazione@comune.curtarolo.pd.it

riassetto di marciapiedi e strade. Verso la soluzione il "rischio idraulico" ad est di Pieve. È stato affidato il lavoro per la realizzazione del nuovo tratto di fossato per lo scolo delle acque in zona Via Marconi/area industriale: andremo a risolvere definitivamente la questione del rischio idraulico in zona Pieve est. Si avvieranno a breve anche vari interventi di pulizia ed escavazione di alcuni fossi (Via Piave, Via Cà Ferri, Via Roma, Via San Martino); allo stesso tempo, sarà intensificato il controllo sull’operato dei privati e sul rispetto delle regole e del buon senso civico dei privati, al fine di tenere puliti i vari fossi sull’intero territorio. Zone ricreative.

Sono in fase di ultimazione le ristrutturazioni delle zone ricreative e dei parchi gioco a Pieve (zona Via Gandhi), Curtarolo (area Forum) e Santa Maria di Non. Videosorveglianza. Saranno installate telecamere per il controllo del territorio in alcuni punti molto frequentati. Piano Commerciale. È in fase di studio il nuovo Piano Commerciale Regolatore dei pubblici esercizi e dei mercati settimanali.


Ricevimento della giunta municipale Sindaco Marcello Costa Riceve previo appuntamento giovedì dalle ore 18 alle ore 19 e sabato dalle ore 11 alle 12.30. Vicesindaco Fernando Zaramella Riceve sabato dalle ore 10 alle 12 o in altro giorno da concordarsi. Tel. 333.4467199. Ass. Angelo Caregnato Riceve previo appuntamento: 049.9699969 - 049.9699968. Ass. Mariangela Rigato Riceve previo appuntamento

martedì dalle ore 11 alle ore 12. Ass. Eddy Bazzan Riceve sabato dalle ore 11 alle 12.30 o in altro giorno da concordarsi. Ass. Fabio Tellatin Riceve sabato dalle ore 11 alle 12.30 o in altro giorno da concordarsi. Per appuntamenti Ufficio Relazioni con il Pubblico (049.9699913), tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 13.

Assessore alla Cultura Eddy Bazzan

Wireless in Biblioteca e a Palazzo Battisti

Altri 5.000 € alla prima infanzia

Internet gratis per tutti

Vicini alle famiglie

Già da tempo gli utenti della biblioteca di Curtarolo hanno la possibilità di usufruire di due postazioni informatiche appositamente predisposte (computer e stampante) attraverso le quali utilizzare gli applicativi più diffusi o accedere alla rete Internet. Il numero delle postazioni e le richieste degli utenti hanno reso inevitabile contingentare i tempi di utilizzo in modo tale che tutti abbiano la possibilità di usufruire del servizio. Per accedere al servizio occorre iscriversi, un’operazione semplice che si può fare direttamente in biblioteca. Per gli utenti minorenni, serve anche l’autorizzazione dei genito-

L’Amministrazione Comunale sostiene le famiglie con minori redditi stanziando 5 mila euro di contributi, che saranno concessi per le spese sostenute nell’anno scolastico 2009/2010, per la frequenza della scuola dell’infanzia e dei servizi educativi per la prima infanzia. Possono accedere al contributo per la scuola dell’infanzia le famiglie che hanno un Isee inferiore od uguale a 12.405,09 euro relativo ai redditi 2008 dichiarati nel 2009. L’importo massimo del contributo per la scuola dell’infanzia per ciascun figlio è di 330 euro (famiglie con Isee nella fascia 0 - 8.000 euro) e di 200 euro (famiglie con Isee nella fascia 8.000,01

ri. E c’è un’altra buona notizia: da alcune settimane il Comune ha esteso l’utilizzo di Internet agli utenti della biblioteca e del Palazzo Battisti, mettendo a disposizione un collegamento adsl con accesso senza fili. È così possibile, per chi sia in possesso di una adeguata strumentazione, ad esempio un notebook o un telefonino predisposti per wi-fi, accedere ad internet, dopo aver chiesto le credenziali di autenticazione al personale della biblioteca. Verranno quindi consegnati, previa iscrizione al servizio, un codice utente ed una password, di durata annuale. La normativa vigente ci obbliga

a registrare gli utenti autorizzati e garantire il monitoraggio dell’attività di prenotazione. Abbiamo tuttavia cercato di ridurre al minimo le complicazioni burocratiche, perché crediamo in questo progetto che può dare nuove possibilità ai vari utenti del Palazzo Battisti (si pensi ad esempio a conferenze, consigli comunali) e della Biblioteca; quest'ultima potrà essere utilizzata, all’interno e negli spazi attigui, non solo per le attività tradizionali di lettura, consultazione e ricerca, ma anche come aula studio dotata di accesso internet w-ifi. Che dire, vi aspettiamo.

- 12.405,09 euro). Possono invece accedere al contributo per i servizi educativi per la prima infanzia le famiglie che hanno un Isee inferiore od uguale ad 25 mila euro (sempre riferito al 2008). L’importo massimo del contributo per i servizi educativi per la prima infanzia per ciascun figlio è di 550 euro. Tuttavia, se l'istanza viene presentata a favore di soggetti con handicap accertato, si tralascia l’accertamento della soglia Isee e - con per la scuola dell’infanzia - si avrà un contributo unico di 330 euro. Nel caso le domande superino il "tetto" dei 5 mila euro di stanziamento, si andranno a ridurre proporzionalmente i contributi.

Una domenica con gli anziani

Terza età e relazioni Assessore alle Politiche Sociali Mariangela Rigato Domenica 27 settembre si è tenuto nella Sala Forum un importante momento conviviale a favore delle persone anziane organizzato dall’Auser, in collaborazione con il Comune. L’iniziativa, giunta al terzo appuntamento, ha visto una partecipazione notevole. Intorno alle tavole imbandite si sono ritrovate infatti più di un centinaio di persone anziane che hanno trascorso una domenica serena in buona compagnia, circondate dalle cure e dalle attenzioni di una ventina di volontari dell’Auser. Nel suo saluto iniziale il Prof. Paolo Sensolo, Presidente del Circolo Auser di Campo San Martino e Curtarolo, ha sottolineato come la gran maggioranza dei problemi che riguardano il mondo degli anziani sia riconducibile alla solitudine. Questo è purtroppo un dato inconfutabile.

Noi tutti possiamo constatare come, molto spesso, il tempo libero di cui gode abbondantemente l’anziano sia un tempo di forzata inattività, è tempo “inutile”, è esclusione da ogni partecipazione ad attività collettive che può sfociare nell’emarginazione sociale e nella solitudine. La solitudine toglie alla persona anziana la possibilità di rispondere ai suoi bisogni di affetto e alla sua esigenza di comunicare. Il numero di persone presenti al pranzo ci ha dato la conferma che, anche nel nostro territorio, sono tante le persone che, per una serie di eventi (vedovanza, cessazione dell’attività lavorativa, perdita dell’autonomia, incomprensioni con i figli...), conducono una vita di solitudine. Sono situazioni che hanno sempre interessato le nostre Politiche Sociali e che avallano

ogni progettazione finalizzata al miglioramento della qualità della vita relazionale di questa fascia d’età. Nell’ambito dei nostri interventi rientrano anche le numerose collaborazioni con Associazioni, gruppi o singoli cittadini che si prodigano per dare risposte concrete ai bisogni dell’anziano. Tali collaborazioni hanno consentito la realizzazione di alcuni progetti quali: - il servizio di trasporto sociale con l’Avis; - le visite ai nostri ultraottantenni (più di trecento!) in occasione delle Feste natalizie con El Filo’; - il brindisi di Natale e il pranzo degli “anni più” con Pro Loco, El Filo’, FNP e singoli cittadini; E ultime, in ordine di tempo, non certo per importanza: - le conferenze dell’Università Popolare, le uscite culturali, i concerti (Auser);

- i pranzi per persone anziane sole (Auser); - i servizi di compagnia, di accompagnamento,di piccole manutenzioni (Auser - Filo d’Argento). Si tratta di attività di vario genere finalizzate non solo alla creazione di relazioni, di aggregazioni e di situazioni di reciproco aiuto, ma anche a tener viva la voglia di cultura e di trasmissione di conoscenze e di valori. Considerando l’importanza di tutte queste iniziative e i loro positivi effetti, riteniamo giusto e doveroso rivolgere un sentito ringraziamento ai volontari delle Associazioni e a tutti quei cittadini che - con grande generosità - mettono, o vorranno mettere, a disposizione degli altri il loro tempo, le loro forze, il loro sorriso e le loro straordinarie doti umane. Grazie!

www.curtarolo.info | Tel. 049.9699913 | amministrazione@comune.curtarolo.pd.it

Influenza A L'Influenza A è una normale influenza, con queste 5 regole si combatte meglio: 1) lavati con cura e spesso le mani con acqua e sapone; 2) copri il naso e la bocca con un fazzoletto quando tossisci o starnutisci e gettalo subito nella spazzatura; 3) se hai dimenticato di lavarti le mani, non toccarti occhi, naso o bocca; 4) ricordati di aprire sempre le finistre per cambiare l'aria; 5) se hai febbre, raffreddore, difficoltà respiratorie, tosse e mal di testa resta a casa e chiama il medico di famiglia.


Notiziario della giunta municipale Comune di Curtarolo

FLASH

Spettacoli teatrali

Lettura animata 12 novembre: Paola Casonato, Laura Zaniolo e Ottavia Mazzon, “Peppina, piccina picciò” di Antonella Abbatiello. 26 novembre: Piera Canton ed Elisa Favero, "Storie per tutti". 10 dicembre: Piera Canton ed Elisa Favero, "Raccontami una storia...". 17 dicembre: Paola Casonato e Ottavia Mazzon, “I dolci di Natale sono scomparsi”.

Incontri in Biblioteca, alle ore 16.30.

28 novembre, ore 21.00 In Sala Forum (Piazzetta Unicef) la Filodrammatica “Guido Negri” (Compagnia Teatrale fondata nel 1972) presenta: "La Morte Stramanona", commedia inedita in dialetto veneto di Nina Scapinello per la regia di Ermanno Reffo. L’incasso sarà devoluto alle case famiglia di ASA – Ecuador sostenute dalla “Rete Famiglie Aperte” dell’Associazione Maranathà Onlus. Info: www.retemaranatha.it

Incontri Auser Martedì 10 novembre, ore 15.00: "Le strade romane: la Via Flaminia". Prof.ssa Franca Brocca. Martedì 17 novembre, ore 15.00: "Come nasce una colonna sonora di un film". Dr. Diego Schiavo (sound designer). Martedì 24 novembre, ore 15.00: "Uomo e animale: quale rapporto?". Prof. Giovanni Tonellotto (guardia zoofila). Martedì 1 dicembre, ore 15.00: "Dormire bene con una sana alimentazione". Prof. Fabrizio Moda. Martedì 15 dicembre, ore 15.00: "Curtarolo nella storia". Relatore Renato Martinello. Martedì 22 dicembre, ore 15.00: "La ferrovia Padova-Piazzola-Carmignano". Relatore Mario Santinello.

Incontri in Sala Forum. Ingresso libero.

Mercato dell'arte

A tutto ballo

12-13 dicembre, Mostra Mercata dell'Arte. Orari: sabato, dalle 15 alle 20; Domenica, continuato dalle 10 alle 20. Nello spazio della Mostra verrà allestito un banchetto per la raccolta fondi per Telethon promosso dalla Sezione Comunale dell'Avis.

Appuntamenti per gli amanti del liscio in Sala Forum. Liscio-Revival anni '60-'70-'80 con il Dj Paolo Bortolami. Le date: sabato 7 novembre, ore 20.30; domenica 15, 22 e 29 novembre, ore 15.00; domenica 6 dicembre, ore 15.00.

GIOCARAMBLA. Domenica 8 novembre, dalle 9.00 fino a sera: una giornata ludica aperta a tutti dove l'unica finalità è il piacere di giocare con qualsiasi gioco da tavolo ci si porti da casa o si trovi disponibile in loco... L'ingresso è libero e gratuito e nella Sala Forum saranno disposti più tavoli possibile per poter giocare. Durante la giornata ci sarà 1 Torneo a tempo di Risiko, 1 Torneo di Pitch Car e un Torneo delle Associazioni Ludiche del Veneto itinerante dove i partecipanti si sfideranno in 4 giochi e chi otterrà il punteggio complessivo più alto vincerà la tappa di Curtarolo. INCONTRI CON LA CITTADINANZA.

Mercoledì 21 ottobre, nella palestra delle scuole Elementari di Pieve di Curtarolo, l’Amministrazione ha incontrato la cittadinanza: è il primo di una serie di incontri con cui l’Amministrazione incontrerà i cittadini creando un dialogo costruttivo ed esponendo le attività in corso. Il prossimo incontro sarà con la frazione di Santa Maria di Non il giorno giovedì 3 dicembre alle ore 20.45 nella Palestra delle Scuole Elementari. NASCE IL GRUPPO ALPINI. Sabato 21 novembre si svolgerà la Festa di Costituzione del nuovo Gruppo dell’ ANA (Associazione Nazionale Alpini) di Curtarolo, affiliato alla Sezione di Villa del Conte. Questo il programma della serata: Ore 20.00: alzabandiera di fronte al Monumento in Piazza Martiri della Libertà, alla presenza delle Autorità Civili, Militari e Religiose, delle Associazioni d’arma e dei Combattenti e

Reduci, delle Associazioni e Gruppi del Volontariato sociale, sportivo, culturale e ricreativo, dei ragazzi delle Scuole e del Consiglio Comunale dei ragazzi. Ore 20.30: in Sala Forum, proiezione di un documentario storico. Ore 21.15: concerto del Coro ANA di Cittadella con letture di poesie e brani storici. 0re 22.30: conclusione della serata con piccolo rinfresco e raccolta adesioni. OSSERVATORIO SUL TERRITORIO DELLA PARROCCHIA. Sabato 21 novembre, alle ore 10, nella Sala Polifunzionale Parrocchiale di Curtarolo, si svolgerà un incontro organizzato dall’Osservatorio sul Territorio sul tema “Etica e formazione”; interverranno rappresentanti del mondo della scuola, di Banca Padovana – Credito Cooperativo, dell’imprenditoria locale e responsabili della Pastorale per il Lavoro della Diocesi di Padova. PROTEZIONE CIVILE. Venerdì 11 dicembre alle ore 20.30 in Sala Forum si svolgerà un incontro organizzato dal Distretto della Protezione Civile del Medio Brenta; nel corso della serata, inaugurazione del nuovo camion in dotazione al Distretto e proiezione di foto/video sull’attività svolta dai volontari in Abruzzo. NUOVA BANCA A CURTAROLO.

Da giorni è operativo in centro lo sportello della Carife. L’Amministrazione Comunale dà il benvenuto al Direttore di filiale dott. Lorenzo Cavallari e ai suoi collaboratori che lo affiancheranno in questo nuovo progetto, segno della vitalità economica del nostro territorio.

Tel. 049/557851 | Fax 049/557840 | curtarolo@carife.it

Carife: una nuova filiale a Curtarolo La Cassa di Risparmio di Ferrara il 7 settembre scorso ha aperto una nuova filiale a Curtarolo. La neo filiale, ubicata in una zona strategica lungo la Sr 47 che collega Padova a Bassano del Grappa, sorge all’interno di un nuovissimo complesso immobiliare che vedrà diverse attività commerciali ed un ampio parcheggio. Con l’apertura della nuova dipendenza il gruppo Carife raggiunge quota 168 filiali e si rafforza così ulteriormente nella regione Veneto, ove è già presente, con le

sedi di Padova, Vicenza e Rovigo, e le filiali di Monselice, Piove di Sacco, Adria, Badia Polesine, Castelmassa, Lendinara, Polesella, Portoviro e Santa Maria Maddalena. L'occasione della nuova apertura è motivo di interesse per i residenti della zona di Curtarolo e dintorni, in particolare perchè vengono offerti conti correnti gratis per i primi 6 mesi e successivamente collegati a condizioni particolarmente vantaggiose, oltre che a libretti a costo zero, tasso annuo 2% lordo

(i bolli vengono pagati da Carife) per i giovani da zero a 18 anni. Tra l'altro Carife offre la possibilità di trasferire il mutuo prima casa (surroga) con zero spese, notaio compreso. La filiale è situata in piazza Curte Rodulo 11, di fronte a Piazza Martiri, 35010 Curtarolo Padova. Il telefono è 049/557851, il fax 049/557840, la mail curtarolo@carife.it. Il direttore Lorenzo Cavallari


notiziario della Giunta comunale 1/2009