Issuu on Google+

LA STORIA DI LANCIANO


LE ORIGINI LA CITTÀ DI LANCIANO FU FONDATA ALL’ INIZIO DEL SECOLO XII A.C. DAL TROIANO SOLIMA, COMPAGNO DI ENEA. EGLI SI FERMÒ NELLA PIANURA A NORD DEL FIUME DI SANGRO E PER ONORARE LA MEMORIA DI UN SUO COMPAGNO, ANXA, FONDÒ’ LA CITTÀ CHIAMANDOLA ANXANUM. L’ORIGINE ANTICA È SOSTENUTA NON SOLO DALLA TRADIZIONE; GLI SCAVI ARCHEOLOGICI COMPIUTI NEGLI ULTIMI DECENNI E I RITROVAMENTI NEI VECCHI QUARTIERI DANNO TESTIMONIANZA CERTA DELLA PRESENZA DI UNA POPOLAZIONE DEL PERIODO NEOLITICO.


IN EPOCA ROMANA LA CITTÀ FU CHIAMATA ANXANUM ED ERA RITENUTA IL CENTRO PIU’ IMPORTANTE DEI FRENTANI. NEL MEDIOEVO IL SUO NOME ERA LANZANO PER POI FISSARSI, DEFINITIVAMENTE, NELLA FORMA ATTUALE DI LANCIANO. LA CITTÀ ERA RICCA, COLTA E BEN GOVERNATA; GLI ABITANTI VI PRATICAVANO L’ARTE DELLA TESSITURA DELLA LANA, DELLA LAVORAZIONE DELLE PELLI E LE CONSEGUENTI ATTIVITÀ COMMERCIALI. FAMOSE ERANO LE NUNDINAE, I SUOI MERCATI SI TENEVANO NEL MESE DI MAGGIO E SETTEMBRE, ERANO FREQUENTATI DA MOLTI MERCANTI DA OGNI PARTE D’ EUROPA E DEL MONDO MEDITERRANEO.


LE CHIESE : LA CATTEDRALE LA CATTEDRALE È STATA COSTRUITA SUL FAMOSO PONTE DIOCLEZIANO GRAZIE ALLA DECISIONE DELLA CITTADINANZA LANCIANESE, LA QUALE DECISE DI FAR COSTRUIRE IL TEMPIO IN ONORE ALLA MADONNA. L’ATTUALE PROSPETTO IN FORME NEOCLASSICHE È STATO ESEGUITO SU DISEGNI DEL TERAMANO EUGENIO MICHITELLI.


LA CHIESA DI SAN FRANCESCO LA CHIESA DI SAN FRANCESCO RISALE ALLA MET À DEL SEC. XIII° . NEL SANTUARIO SI CONSERVA IL PRIMO E PIÙ IMPORTANTE MIRACOLO EUCAURISTICO DELLA CHIESA CATTOLICA CRISTIANA, AVVENUTA NEL VIII° SECOLO NELLA CHIESA DEI SANTI ELEGONZIANO E DOMIZIANO. DURANTE LA MESSA , SUBITO DOPO LA CONSACRAZIONE, IL MONACO BASILIANO CHE CELEBRAVA, IN RISPOSTA AL SUO DUBBIO SULLA REALE PRESENZA DI CRISTO NELL’ EUCARESTIA , HA VISTO L’OSTIA DIVENTARE CARNE VIVA ED IL VINO FARSI SANGUE E COAGULARSI IN CINQUE GLOBULI DI VARIA FORMA E GRANDEZZA. SULLA NATURA DI QUESTE SACRE RELIQUIE LA CHIESA HA FATTO CONDURRE NEL TEMPO VARIE RICOGNIZIONI SCIENTIFICHE. L’ULTIMA NEL 1981 DOVE VIENE ACCERTATO CHE LA CARNE È VERA CARNE ED E’ PARTE DI UN CUORE E CHE IL SANGUE E’ VERO SANGUE ED HA TUTTE LE PROTEINE TIPICHE DEL SANGUE UMANO.


LA CHIESA DI SANTA MARIA MAGGIORE L’ESPRESSIONE ARCHITETTONICA PIÙ CONOSCIUTA È LA CHIESA DI SANTA MARIA MAGGIORE CON LA SUA LARGA FACCIATA IMPREZIOSITA DAL PORTALE GOTICO DI FRANCESCO

PETRINI.

LA CHIESA DI SANTA MARIA MAGGIORE È STATA FONDATA NEL 1227 SULLE ROVINE DEL TEMPIO DEDICATO AD APOLLO.


LA CHIESA DI SAN BIAGIO IN FONDO A VIA DE FRENTANI C’È LA CHIESA DI SAN BIAGIO, FONDATA PRIMA DEL 1059. ÈUNA DELLE CHIESE PIÙ ANTICHE DI LANCIANO, BELLA NELLA SUA SEMPLICITÀ ARCHITETTONICA. LA CHIESA VIENE APERTA AL PUBLICO IN OCCASIONE DELLA FESTA RELIGIOSA DEL 3 FEBBRAIO QUANDO UNA LUNGA QUASI INTERMINABILE PROCESSIONE DI LANCIANESI VI SI RECA PER L’UNZIONE DELLA GOLA.


LA PORTA DI SAN BIAGIO DOPO LA CHIESA, AL TERMINE DELLA VIA DEI FRENTANI, SI CONSERVA BENE ANCORA OGGI L’UNICA SUPERSTITE DELLE NOVE PORTE MEDIEAVALI DI ACCESSO ALLA CITT À: PORTA DI SAN BIAGIO DEL SECOLO XI° CONSISTENTE IN UN ARCO ACUTO IN PIETRA DORATA MOLTO USATA A LANCIANO


LA FONTE DEL BORGO NEL QUARTIERE BORGO È COLLOCATA LA FONTE OGGI CHIAMATA DEL BORGO MA CHE ORIGINARIAMENTE SI DENOMINAVA DELLA PIETROSA RISALENTE AL XVI° SECOLO . .

LA FONTE DI CIVITANOVA È LA PIÙ GRANDE E MONUMENTALE DLLE FONTANE CHE SERVIVA AI QUARTIERI PER L’ACQUA POTABILE. ALIMENTATA DALLE NUMEROSE SORGENTI NATURALI CHE SI TROVANO NELLA ZONA ERA USATA SIN DALL’EPOCA ANTICA ED HA SUBITO CONTINUI AMPLIAMENTI E RIFACIMENTI.


LE BOTTEGHE MEDIEVALI LA CASA QUATTROCENTESCA, CON LE BOTTEGHE, SI TROVA FRA VIA FRENTANI E PIAZZA DEI FRENTANI. DI RECENTE RESTAURAZIONE FU COSTRUITA NEL XV° SECOLO. È UN PALAZZO A DUE PIANI E SUL PIANO DELLA STRADA SI AFFACCIANO DUE BOTTEGHE.


LE TORRI MONTANARE QUESTA CITTÀ SI APRE PER VARIE PORTE FABBRICATE CON GUARDIE TORRI E PONTI LEVATOIO, PER POTER IMPEDIRE QUALUNQUE INCURSIONE. OGGI ESISTONO LE TORRI MONTANARE CHE GUARDANO LA VALLE CHE SI APRE VERSO LA MAIELLA. VENNERO ERETTE VERSO LA FINE DEL X° SECOLO.


IL PONTE DI DIOCLEZIANO QUANDO ERA IMPERATORE DIOCLEZIANO, NEL III° SECOLO D.C., PER RAGGIUNGERE PIÙ AGEVOLMENTE LA PIANA DELLA FIERA E FACILITARE IL TRANSITO DELLE MERCI, DESTINATI AI MERCATI ANNUALI, I LANCIANESI HANNNO FATTO COSTRUIRE UN PONTE SUL FOSSATO DELLA PIETROSA. SOPRA IL PONTE, NELLA PRIMA METÀ DEL ‘400, È STATA ERETTA UNA CAPPELLA IN ONORE DELLA MADONNA DEL PONTE.


I QUARTIERI: LA SACCA È IL QUARTIERE STORICO A NORD DELLA CITTÀ. EBBE ORIGINE NEGLI ANNI ALLA FINE DEL XII° SECOLO AL TEMPO DEI NORMANNI. IL QUARTIERE È CARATTERISTICO PER LE VIE STRETTE E PER I VICOLI DI PICCOLE DIMENSIONI DOVE È ANCORA POSSIBILE VEDERE QUALCHE CASA MEDIEVALE.


IL QUARTIERE DI LANCIANOVECCHIA DA PIAZZA PLEBISCITO SALE IN DIREZIONE NORD-EST VIA DEI FRENTANI, LA PRINCIPALE DEL QUARTIERE LANCIANOVECCHIA, RICOSTRUITO INTERAMENTE SULLE ROVINE DEL TERREMOTO DELL’ VIII° SECOLO.

QUARTIERE IL BORGO DA PIAZZA PLEBISCITO, VERSO SUD - OVEST, HA ORIGINE CORSO ROMA LA VIA PRINCIPALE DEL COLLE PIETROSA SUL QUALE SI È SVILUPPATO IL QUARTIERE BORGO CON LE ABITAZIONI PIU’ ANTICHE RISALENTI AI SECOLI XII° E XIII°.


QUARTIERE CIVITANOVA NEL SECOLO XIII°, AL TEMPO DI FEDERICO II, CON LA RIPRESA DELLE ATTIVITA’ COMERCIALI E L’ APERTURA DI NUOVI CENTRI COMERCIALI NEL VICINO ORIENTE A SEGUITO DELLE CROCIATE, LANCIANO POTÈ GODERE DEI PRIVILEGI DELLA CITTÀ DEMANIALE CON PROPRI FEUDI E CON UNA AUTONOMIA AMMINISTRATIVA. AMPLIÒ IL SUO CENTRO ABITATO DANDO ORIGINE AL NUOVO QUARTIERE CHE PRESE IL NOME DI CIVITANOVA.


La storia di Lanciano