Page 1

35° di Fondazione: 1976-2011

L’ORATORIO D’ANGHIARI GRUPPO DONATORI DI SANGUE FRATRES

ANGHIARI (AR)

Inserto redazionale allegato al N. 3/2011 de ‘L’ORATORIO DI ANGHIARI

35° DI FONDAZIONE 1 9 7 6 - 2 0 11

ngo... 35 a u l o n o d n ni” n U “

Anghiari, Sabato 2 e Domenica 3 Luglio 2011


Donatori di Sangue Fratres

“A tutti i donatori di sangue fratres di ieri, oggi e domani…”

“Nessun uomo è inutile se allevia il peso di qualcun altro” (Mahatma Gandhi)

DONATORI DI SANGUE FRATRES DI ANGHIARI

DONATORI DI SANGUE! DONATORI DI VITA!

“Egli era vita e la vita è la luce per gli uomini, quella luce risplende nelle tenebre” (Gv 1,4-5)

Un doveroso ringraziamento a tutta la redazione del giornalino parrocchiale “L’ORATORIO DI ANGHIARI”, per la preziosa collaborazione.


35° di Fondazione: 1976-2011

UN DONO LUNGO… TRENTACINQUE ANNI di Pietro Ganganelli, Presidente Fratres Anghiari

“La Donazione del Sangue”, un fatto di cui si parla troppo poco, un’esperienza di vita ed un progetto di salute troppo spesso dimenticati. In un momento di vita politico sociale così difficile, pieno di contraddizioni ed egoismi, siamo chiamati a riflettere seriamente su ciò ed a scendere concretamente in campo affinché fraternità, solidarietà e generosità prevalgano sempre ed ovunque. Non possiamo continuare a far finta di niente, quali spettatori indifferenti delle quotidiane necessità umane. Ed ecco, allora, come non approfittare dell’importante traguardo dei trentacinque anni di vita dell’associazione che ho il piacere di presiedere ormai da tanti anni, per poter realizzare, unitamente a quelli che saranno i festeggiamenti veri e propri, una testimonianza scritta, una “piccola storia” che, nel documentare il passato dei “Fratres” anghiaresi, costituisse per tutti un costante richiamo all’importanza di quei valori di civiltà ed amore verso il prossimo, così profondamente radicati nel gesto della donazione del proprio sangue. Trentacinquesimo compleanno, quindi, UN DONO LUNGO… TRENTACINQUE ANNI da non far passare sotto silenzio ma da festeggiare nel migliore dei modi, insieme a tutto il paese. Tanti sono i motivi per fare festa. Rispetto ai primi diciannove volontari e sette soci sostenitori di quel lontano diciotto marzo 1976, il Gruppo conta oggi oltre ottocento iscritti di cui quattrocento cinquanta donatori attivi. Le donazioni sono aumentate di anno in anno, passando da un record all’altro e conquistando alla fine del 2010 la storica cifra delle settecento ed il primo posto tra i ventitrè gruppi “Fratres” della provincia. Tanti sono i giovani che continuano ad iscriversi all’associazione. Numerose ed apprezzate le iniziative sociali. Continuo l’impegno di tutta l’associazione in difesa della vita non solo nel campo specifico della donazione del sangue. Questa pubblicazione così modesta nell’aspetto, ma per noi tanto significativa, vuole essere oltre che un libro dei ricordi da sfogliare e rileggere con piacere, un valido strumento di promozione. Un opuscolo, quindi, non da tenere dentro un cassetto o dimenticare in qualche ripostiglio, ma da diffondere più capillarmente possibile negli ambienti in cui quotidianamente ci troviamo a vivere, con lo scopo di arrivare alle coscienze di quanti ancora non donano e far comprendere loro quanto sia grande la gioia di questo gesto d’amore. Lo abbiamo detto tante volte: “Il sangue umano non si produce ma si… dona”. Solo il senso civile e la generosità di tutti, quindi, potranno assicurare ai nostri malati questa indispensabile risorsa. Che la celebrazione del trentacinquesimo compleanno della grande famiglia dei “Fratres” anghiaresi rafforzi tra la nostra gente questa convinzione, così da permetterci di confermare nel futuro questo DONO LUNGO… TRENTACINQUE ANNI!

- 3 -


Donatori di Sangue Fratres

LA GRATUITÀ CHE AVETE FATTO VOSTRA È QUELLA STESSA DI DIO Il saluto del Vescovo diocesano

Cari amici di Anghiari, dall’antico e fecondo ceppo della Misericordia, 35 anni fa veniva fondato il vostro “Gruppo Fratres”, per assicurare il sangue ai malati che ne avessero bisogno. Le ragioni della benemerenza sociale di un’opera come la vostra sono note e palesi. Donare il sangue è anche un segno di civiltà, per assicurare un soccorso, tra i più importanti per contrastare i danni di alcune gravi patologie. Molti vi hanno già espresso il loro compiacimento e la gratitudine per quanto, ormai da tanti anni, state facendo. Credo invece che sia necessario condividere con voi almeno due riflessioni. Innanzitutto la logica della gratuità che avete fatto vostra è quella stessa di Dio. Nella Bibbia il sangue è sinonimo di vita e donare la vita per gli altri è esattamente quello che ha fatto Gesù, salvando tutti noi. La seconda riflessione che volevo fare a voi che siete ben esperti e che sapete che il sangue è un organo del corpo umano, prezioso, insostituibile, capace di funzioni tra le più complesse e delicate, è che la vostra è una scelta di vita, a favore della vita, donando la vita. L’augurio che vi faccio in questo vostro momento di festa è che la vostra vita sia veramente segnata dal dono che fate. Come siete tutti impegnati, per poter donare il sangue, che nessuna infezione lo renda inservibile, così cercate di essere “cittadini degni del Vangelo” perché la qualità delle vostre scelte permei l’ambiente attorno a voi di generosità e di giustizia.

+ Riccardo Fontana Arcivescovo

Arezzo, Maggio 2011

“Quello che facciamo è soltanto una goccia nell’oceano ma se non ci fosse, quella goccia all’oceano mancherebbe.” (Madre Teresa di Calcutta) - 4 -


35° di Fondazione: 1976-2011

MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA CONSOCIAZIONE NAZIONALE DEI GRUPPI DONATORI DI SANGUE FRATRES D’ITALIA, LUIGI CARDINI

Carissimi donatori e donatrici della FRATRES di ANGHIARI. È motivo di grande gioia condividere con Voi la ricorrenza del trentacinquesimo anniversario della fondazione; un traguardo significativo nella vostra vita associativa, ma anche un punto di nuova partenza per continuare l’insostituibile missione d’amore e di solidarietà in favore di coloro che da questo gesto molte volte hanno salva la vita. Il vostro dono fatto senza nulla chiedere e senza nulla pretendere, consapevoli come ciò sia anche un dovere civico, rappresenta un gesto di quell’amore fraterno che ci lega tutti come figli di un unico Padre. La ricorrenza è motivo di riflessione su come si possa perpetuare una missione; è evidente che nel tempo si è consolidata la realtà del vostro Gruppo Fratres come qualcosa che si è tramandato di generazione in generazione e lo scorrere di questi trentacinque anni ha sancito in modo chiaro la cultura del dono, quello che tutti Voi avete saputo interpretare come missione di vita. Il mio personale ringraziamento per quanto avete fatto e la mia esortazione affinché questa opera non abbia mai sosta anche attraverso il costante insegnamento dei nostri principi alle future generazioni. Oggi dobbiamo anche far memoria e ricordare coloro che ci hanno preceduto in quest’opera continua, perché da loro è venuta la storia del Gruppo; dobbiamo ringraziare i dirigenti attuali, le donatrici ed i donatori che esprimono questo grande DONO in ogni momento ed in ogni circostanza, affinché mai accada che un nostro fratello continui a soffrire per la mancanza di questo bene prezioso che noi mettiamo a disposizione di chiunque ne abbia bisogno. Se, tutti insieme, sapremo fare questo, ci saranno ancora tantissimi compleanni, perché la VITA della Fratres non segue la vita degli uomini, ma da questi può essere resa perenne.

Luigi Cardini Presidente Nazionale

Firenze, Aprile 2011

- 5 -


Donatori di Sangue Fratres

CONSIDERAZIONI E RICORDI DELLA DOTT.SSA PAOLA VANNINI responsabile da sempre del Centro Trasfusionale di zona

Il Gruppo Donatori di Sangue di Anghiari compie 35 anni: gran bel compleanno, per la eccellente maturità di questa Associazione unita ad una freschezza e ad un entusiasmo tutto giovanile. Del resto anche la composizione del Consiglio Direttivo della Fratres di Anghiari ne è una ulteriore conferma: alcuni “anziani” esperti e ricchi di memorie insieme ad un buon numero di “giovani” dotati delle più moderne tecnologie e capaci di utilizzare modi semplici e diretti di comunicare; gli uni e gli altri, però, animati dallo stesso spirito di servizio e decisi ad ottenere risultati di altissimo livello in campo umanitario sempre nel totale, reciproco, rispetto. Era nato bene, questo Gruppo, già nel 1976. Iniziarono a fare le prime donazioni ad Arezzo dove io lavoravo sotto la Direzione del Dott. Pitta, un burbero benefico brontolone ma coerente. Nel 1980 fu aperto il Centro Trasfusionale di Sansepolcro. Fui trasferita - ancora molto giovane - insieme al tecnico Franco Scarpini ad organizzare il nuovo Servizio: non nego che l’impresa mi preoccupasse ma devo dire che, a parte qualche rara eccezione, tutti i Donatori si dimostrarono molto benevoli nei miei confronti e mi permisero una crescita professionale serena e proficua. Dopo poco entrò in Servizio l’infermiera Katia Rosati, un angelo protettore dei Donatori, dolce e precisa, che è stata una delle rocce su cui si è basata l’attività del Servizio Trasfusionale. In 35 anni è cresciuto il Servizio da me diretto e sono cresciute le Associazioni dei Donatori con risultati talvolta stupefacenti. In questo percorso gli Anghiaresi sono stati grandi: sempre in testa ad iniziative “belle” che riescono a tirare avanti in pochi ma con risultati sorprendenti! Una grande, saggia famiglia dove i naturali contrasti vengono superati nel nome di un bene comune. E mi vengono in mente incontri, conferenze, pranzi cene e rinfreschi, commedie e concerti, gare sportive e gite, e ancora… ancora… un fiume di iniziative tutte con una buona ragione per essere fatte, tutte con il loro bel risultato: pensate da pochi, organizzate da ancora meno ma partecipate da tanti, tantissimi! E questo è stato a buon diritto il merito grandissimo di questa Associazione: avere creato, sì, un gruppo bello e motivato di Donatori di Sangue; ma anche di essere entrato nel cuore di tutti, avere dato una mano a tutti quelli che ne avevano bisogno, avere insegnato comportamenti - anche di tipo sanitario - a tanti; essere entrati nelle scuole e nelle famiglie non con le parole ma con i fatti; essere presenti con una mente aperta e disponibile a qualunque novità e a qualunque impegno. Per questo dobbiamo ringraziarli: per il loro grande cuore, per il loro grande cervello e per la loro grandissima modestia. Paola Vannini - 6 -


35° di Fondazione: 1976-2011

UNA STORIA LUNGA…TRENTACINQUE ANNI “18 MARZO 1976”: è questa la data ufficiale di nascita del Gruppo Donatori di Sangue “Fratres”di Anghiari, costituito su iniziativa dell’allora Magistrato della locale Confraternita di Misericordia, il cui Governatore Fedele Boncompagni promosse una intensa opera di sensibilizzazione, facendo recapitare ad ogni famiglia una lettera personale esplicativa delle finalità di questa nuova associazione, all’insegna del motto “Una stilla del mio sangue, per un palpito del tuo cuore”. I RICORDI Non molti furono, in verità, quelli che DEL FONDATORE risposero prontamente a tale importante invito. Diciannove i primi donatori e sette i Quest’anno si celebra in Anghiari il soci collaboratori: le novità, si sa, pur belle e trentacinquesimo della fondazione del significative, ci mettono del tempo per essere GRUPPO DONATORI DI SANGUE comprese ed apprezzate!!!. Primo presidente FRATRES. La mente mi riporta subito del gruppo la sig.ra Mara Calli, che mantenne al lontano marzo 1976 quando il l’incarico fino al giugno dell’anno successivo. Magistrato della Misericordia, su mia Ad essa subentrò il sig. Pozzoli Agostino, iniziativa quale Governatore, accolse coadiuvato dal vice Vellati Veniero, che diresse unanimemente e con entusiasmo la l’associazione con impegno e dinamismo per proposta di costituire anche nel nostro ben otto anni, facendole compiere un bel passo paese un gruppo donatori di sangue. in avanti in termini di donatori attivi, soci Da tempo la Confederazione Nazionale sostenitori e di media annuale delle donazioni delle Misericordie, tramite il suo presidente avv. Merlini, profondeva di sangue.

Assemblea Sociale 2008: Il tavolo della Presidenza.

Nel dicembre 1985 venne eletto dall’assemblea dei soci un nuovo Consiglio Direttivo che nei giorni successivi individuò nella persona di Massimo Redenti il presidente: questi rimarrà alla guida dell’associazione per dodici anni, insieme alla sua vice Gamberonci Paola. - 7 -

molte delle sue energie per aggiungere questa indispensabile moderna attività di assistenza e di fratellanza alle tante altre già esplicate dall’ associazione. Le adesioni dei cittadini anghiaresi, che compresero subito l’ importanza dell’iniziativa, furono immediate e numerose, sia come soci donatori sia come soci collaboratori e sostenitori. Avevamo previsto bene. Certamente la perfetta riuscita dell’iniziativa si deve principalmente all’assiduità delle centinaia di donatori che si sono alternati in questi trentacinque anni ed alla generosa capacità organizzativa dei quattro presidenti che si sono succeduti e dei loro collaboratori. Un grazie indistinto a tutti. Fedele Boncompagni


Donatori di Sangue Fratres

È questo il periodo durante il quale il gruppo riuscì a conseguire la piena maturità, grazie al proficuo lavoro non solo del suo presidente ma anche di un attivo e consolidato Consiglio Direttivo, nonostante l’imperversare di grosse problematiche nazionali che in quegli anni iniziarono a coinvolgere, più o meno direttamente, il mondo della trasfusione (aids, primi casi di sangue infetto…). I donatori raggiunsero (anno 1995) la ragguardevole cifra di 320, con 370 donazioni annuali, mentre i soci sostenitori salirono a 254. Il Gruppo si fece promotore di tante altre iniziative che, finalizzate sempre alla promozione nel paese della donazione del sangue, coinvolsero il mondo della scuola (concorsi riservati a tutti gli studenti del paese, pubblicazione del volume “Annali della terra di Anghiari” di Lorenzo Taglieschi), quello dello sport (sponsorizzazioni di numerose società) e quello turistico ricreativo (gite sociali). L’attuale presidente, Pietro Ganganelli, assume la guida del Gruppo nel gennaio 1998, con la stretta collaborazione della vice presidente Franca Madiai e di un Consiglio Direttivo sempre più giovane e motivato. Con impegno e continuità vengono confermate le linee guida già seguite dai predecessori, puntando tutto sul consolidamento ulteriore del gruppo, attraverso una sistematica azione di sensibilizzazione della popolazione anghiarese verso i valori morali e civili della donazione del sangue. In questa ottica, si inizia ad organizzare annualmente, grazie alla preziosa collaborazione del consulente medico del Gruppo dott.ssa Rosella Guadagni, Convegni Medico-Scientifici su svariate tematiche di interesse pubblico, dalla donazione degli organi a quella del sangue, dalle anemie alle epatiti, dalle vaccinazioni al diabete. Ad essi partecipano ogni volta

qualificati professionisti ed operatori della ASL provinciale. Come non ricordare, in particolare, quello del 2006, anno in cui l’associazione ha festeggiato i trent’anni di vita. Dedicato alle problematiche connesse alle Cellule Staminale, vede come principale relatore il famoso ematologo fiorentino prof. Rossi Ferrini (vedi foto), per la prima volta in Valtiberina Toscana, in una sala strapiena di gente comune e di operatori sanitari.

CONVEGNO 2006: l’ematologo fiorentino Rossi Ferrini insieme agli altri relatori.

Si riallacciano i legami con il mondo della scuola ( 3a e 4a edizione del Concorso per tutti gli studenti del paese), si riprende ad organizzare, con crescente successo, viaggi turistici nelle più svariate località della penisola (Venezia, Acquario di Genova, Isola d’Elba, Cinque Terre, Tarquinia, Tuscania, Lago di Bolsena, Grotte di Postumia, Puglia, Valle d’Aosta, Lago di Como, Il trenino rosso del Bernina e S. Moritz ecc…). Viene proposta per la prima volta la “Festa Estiva del donatore” che, giunta alla XIII edizione, costituisce ormai, insieme all’annuale “Giornata del donatore”, un appuntamento importante e tanto atteso non solo dagli iscritti ma anche dal resto del paese. Particolarmente gradite dal pubblico anche le edizioni del Concerto di Natale che il Gruppo organizza da diversi anni, in collaborazione con la Parrocchia e

- 8 -


35° di Fondazione: 1976-2011

l’Amministrazione Comunale di Anghiari, nel primo giorno della novena di preparazione alla festa religiosa più importante dell’anno, coinvolgendo ogni volta giovani musicisti ed associazioni corali.

Concerto di Natale 2009: Il Gruppo Corale protagonista della serata.

In occasione di questo evento musicale, l’associazione è solita dare pubblicamente il benvenuto a quanti si sono iscritti per la prima volta ad essa come donatori di sangue nell’anno in corso, consegnando loro un piccolo omaggio. Dal 2001 viene infine ripresa anche la tradizione dell’annuale “Veglione Carnevalesco del Donatore”, nella storica dimora di Baldaccio, il Castello di Sorci. Come non ricordare, infine, l’importante riconoscimento che l’Amministrazione Provinciale di Arezzo ha assegnato al Gruppo il 30 novembre 2006, in occasione della tradizionale Festa della Toscana, dedicata in quell’anno al Volontariato Sociale d’eccellenza, per i risultati raggiunti nel campo della donazione del sangue e per l’impegno profuso nel promuovere tra la sua gente la cultura della solidarietà umana e della carità cristiana. È sicuramente grazie anche a tutto ciò che il gruppo si consolida ulteriormente passando di successo in successo: da una media di 350/400 donazioni degli ultimi anni ’90 si passa gradualmente

a quella significativa di 500/550 degli anni 2003/2004, fino a sfiorare nel 2005 l’impensabile soglia delle 600, grazie all’arrivo di numerosi giovani donatori. Tale traguardo viene comunque non solo raggiunto ma anche ampiamente superato quattro anni dopo, quando viene raggiunta la storica cifra di 666 donazioni. Ma è alla fine dell’anno appena trascorso che si assiste ad un vero e proprio boom: contro ogni più rosea aspettativa l’associazione migliora ulteriormente i già ottimi risultati piantando la propria bandiera in cima alla vetta delle settecento, divenendo così il primo gruppo fratres della provincia aretina in termini di donazioni non solo di sangue intero ma anche di plasma. Nei primi mesi del nuovo anno ed alla vigilia dei festeggiamenti per il trentacinquesimo di fondazione, l’associazione sta confermando l’andamento positivo di sempre, presentandosi in ottima salute e con il solito entusiasmo, pronta a rispondere ancora una volta alle sempre più crescenti esigenze del nostro sistema trasfusionale e contribuire a far sì che nei nostri ospedali non venga mai a mancare questa indispensabile risorsa, grazie alla sensibilità civile ed alla generosità di tutti i suoi associati. Orteip ‘11

- 9 -

Arezzo, 30 Novembre 2006 Sala dei Grandi della Provincia: Il Presidente ed il Capogruppo al momento della premiazione.


Donatori di Sangue Fratres

I PRIMI CONSIGLI DIRETTIVI …. Nella prima assemblea sociale del neonato Gruppo Donatori di Sangue Fratres vengono eletti quali membri del Consiglio Direttivo i signori: CALLI Mara (presidente), DRAGONETTI Carlo, GAGGIOTTINI Fernando, MAFUCCI Gastone, POZZOLI Agostino e ZANCHI Mario. A questo succede ad appena una anno di distanza quello formato da: POZZOLI Agostino (presidente), VELLATI Veniero (vicepresidente), DRAGONETTI Carlo, PACI Luciano, INCI Ettore, GUADAGNI Marino. Nel 1981 è la volta di: POZZOLI Agostino (presidente riconfermato), Vellati Veniero (ancora vicepresidente), CANCELLIERI Vadero, DRAGONI Vittoria, GRAZIOTTI Vadero, MERCATI Franco, PACI Luciano, PACINI Dario e VELLATI Vesta. L’assemblea del dicembre 1985 elegge: REDENTI Massimo (presidente), CANCELLIERI Vadero, GAMBERONCI Paola, LEONARDI Roberto, MERCATI Franco, POZZOLI Agostino, VELLATI Muzio, VELLATI Veniero, VELLATI Vesta e ZANCHI Maris. Nei consigli direttivi successivi operano attivamente anche REDENTI Mario, BARTOLINI Domenico, CRISTINI Franco, LODOVICI Gastone, MADIAI Francesca, VALBONETTI Giampiero, DRAGHI Massimo, REDENTI Sara, FRAGAI Massimo, BIVIGNANI Alessandro, TRAMONTANI Maurizio, PACCHINI Monia, BALDELLI Lorenzo, RICCI Michele, PUCCI Luca, MONDANI Alma, CAREMANI Luca.

E QUELLO DI OGGI L’attuale Consiglio Direttivo è stato eletto nel corso dell’Assemblea Sociale 2008 e pertanto rimarrà in carica, come previsto dallo statuto sociale fino a tutto il 2011. Questi i nomi dei QUATTORDICI componenti: GANGANELLI Pietro, presidente; LEONARDI Carlo, vicepresidente; PERNICI Ermindo, segretario economo; BERNI Giovanna, segretaria; VELLATI Fabiano, capogruppo; BIGIARINI Stefano, BOLDRINI Simona, BRUTTINI Emanuela, COMANDUCCI Sara, DEL PIA Rita, MADIAI Francesca, MATTEUCCI Piero, MERCATELLI Gessica, TAPPETO Luigi, consiglieri. Fanno poi parte di diritto del Consiglio Direttivo l’Assistente Spirituale SALVI don Marco ed il consulente sanitario GUADAGNI dott.ssa Rosella.

- 10 -


35° di Fondazione: 1976-2011

QUATTRO PRESIDENTI PER 35 ANNI DI VITA PERIODO 1976 - 1977 1978 – 1985 1985 -1997 1998 - 2011

Mara Calli, primo presidente del Gruppo

COGNOME NOME CALLI Mara POZZOLI Agostino REDENTI Massimo GANGANELLI Pietro

Pozzoli Agostino, ex presidente ed instancabile animatore dei tanti Pranzi Sociali, con le volontarie Franca ed Alma.

Pietro Ganganelli, presidente in carica, insieme ai collaboratori Fabiano, Carlo e Stefano durante una delle tante feste.

Redenti Massimo, presidente del Gruppo Fratres per 12 anni ed attuale Governatore della Misericordia.

IL COLLEGIO SINDACALE DEI REVISORI DEI CONTI CAMAITI Frido BONCOMPAGNI Silvano FROSINA Salvatore MONTAGNOLI Sergio POZZOLI Agostino

Presidente Vicepresidente Segretario Supplente Supplente - 11 -


Donatori di Sangue Fratres

L’ATTIVITÀ DEL GRUPPO IN CIFRE LE DONAZIONI EFFETTUATE ANNO 1976 1978 1980 1982 1984 1986 1988 1990 1992 1994 1996 1998

DONAZIONI 32 70 106 130 143 155 202 274 304 364 389 417 TOTALE GENERALE

ANNO DONAZIONI 1999 425 2000 455 2001 445 2002 558 2003 534 2004 588 2005 599 2006 582 2007 563 2008 584 2009 666 2010 700 UNDICIMILASETTANTAQUATTRO

GLI ISCRITTI ANNO 1976 1978 1980 1982 1984 1986 1988 1990 1992 1994 1996 1998 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010

DONATORI 19 51 63 108 143 165 220 280 302 320 345 382 408 442 477 485 500 510 515 525 540 565 575

SOSTENITORI 07 45 71 120 159 198 225 230 253 256 258 260 264 278 279 281 270 265 261 260 258 254 254

- 12 -

TOTALE 26 96 134 228 302 363 445 510 555 576 603 642 672 720 756 776 770 775 776 785 798 819 829


35° di Fondazione: 1976-2011

TRENTACINQUE ANNI DI DONAZIONI: ISTOGRAMMA  



                          



GRAFICO DONATORI ATTIVI PER FASCE D’ETÀ         ANNO 2010 

 



     

 



- 13 -


Donatori di Sangue Fratres

UN TEMPIO PER TUTTI I DONATORI D’ITALIA Anche il Gruppo di Anghiari ha contribuito alla sua realizzazione Titta Cecchella, uno dei primi donatori della provincia di Treviso, di ritorno dall’inaugurazione di un albergo nell’abetaia di Pianezze, si chiese “Perché non costruire una chiesa lassù?”. L’idea di Cecchella, piacque all’arciprete don Angelo Zaramella, che pensò di dedicare il Tempio al “Sangue Preziosissimo di nostro Signore” e quindi al Donatore di Sangue, come pure all’allora sindaco di Valdobbiadene. Era la primavera dell’anno 1962. Il 16 ottobre 1962 ci fu la posa della prima pietra. Per le fondamenta del Santuario, come simbolo di pace (durante la guerra Pianezze era una postazione di cannoni che sparavano sul Montello e sul Grappa) furono usati sassi raccolti dal greto del Piave. Già nel 1964 una parte della Chiesa, l’attuale sacrestia, ospitò le celebrazioni. Difficoltà economiche fecero poi rallentare il completamento del Tempio, che comunque fu portato a termine nel 1979. Il 16 settembre di quello stesso anno il Tempio fu consacrato dal vescovo di Padova, mons. Girolamo Bortignon, alla presenza di oltre 400 sezioni di Donatori, provenienti anche dall’estero. Da allora molte Associazioni e privati contribuirono a impreziosire la Chiesa, come le Misericordie d’Italia e i Gruppi FRATRES ai quali si deve l’affresco realizzato da Carmelo Puzzolo e collocato sull’abside. L’opera, inaugurata nel 1986, descrive le “sette opere di misericordia” con le quali esprimiamo il nostro amore a Dio e la solidarietà con i fratelli e vede la presenza di due personaggi che rappresentano il dono del sangue e degli organi: da quel momento essi furono considerati come l’ottava e la nona opera di Misericordia. È molto bella la storia di questo affresco che vide nel 1985 una attenta valutazione del bozzetto. Le Misericordie d’Italia ed i Gruppi Fratres, committenti dell’opera, chiesero all’allora Arcivescovo di Firenze Silvano Piovanelli di sottoporre all’attenzione del Santo Padre, Papa Wojtyla, la possibilità di inserire in un affresco che rappresentasse le sette opere di carità corporale anche la donazione del sangue e la donazione di organi. Il Santo Padre aderì favorevolmente a questa richiesta ed autorizzò la realizzazione dell’opera nei modi e nelle forme richieste da Firenze. Subito le Misericordie d’Italia ed i Gruppi Fratres si attivarono presso le affiliate di tutta Italia per reperire i fondi necessari per il pagamento dell’importante affresco. Anche il Gruppo Donatori Sangue Fratres di Anghiari fece la sua parte, contribuendo all’iniziativa con un’offerta di lire centomila (era l’anno 1986). È per questo motivo che, con un pizzico di orgoglio, quando un donatore di Sangue Fratres di Anghiari si reca al Tempio del donatore a Pianezze di Valdobbiadene e sosta davanti al bellissimo affresco di Carmelo Puzzolo, posto sull’abside della chiesa, può pensare che qualche pennellata di colore che ha davanti agli occhi è merito del proprio “Gruppo”. Massimo Redenti - 14 -


35° di Fondazione: 1976-2011

IL NOSTRO IMPEGNO NEL MONDO Continuano nel tempo le due adozioni a distanza Sono ormai trascorsi oltre quindici anni da quando il Gruppo Donatori di Sangue Fratres di Anghiari decise di adottare due bambini del terzo mondo, accettando l’invito delle Suore Agostiniane di S. Giovanni Valdarno, da sempre impegnate con le loro missioni a portare sostentamento e conforto a quanti si trovano a vivere in situazioni veramente precarie. Questi i loro nomi: BERTAU Valdomiro, un vispo maschietto del Mozambico (Africa), RINCY Mary, bambina indiana di otto anni. Nel frattempo questi sono cresciuti e diventati maggiorenni. Valdomiro, per esempio, si è distinto negli studi laureandosi in agronomia. Ma il loro posto è stato occupato da altri due bambini, così che questa storia d’amore potesse continuare nel tempo. Ed ecco arrivare nella nostra grande famiglia dall’India, SWEETA Tenzing e dal Mozambico, VALOIA Silverio. Ma che cosa e chi spingono ad adottare bambini di terre così lontane? Ce lo siamo chiesto frequentemente ed ogni volta abbiamo trovato la risposta nel Comandamento divino “AMA IL TUO PROSSIMO COME TE STESSO”. Certamente consapevoli che tutto ciò è solo un granellino di sabbia, siamo comunque certi che esso contribuisca ad offrire un futuro migliore a questi bambini, consentendo di garantire loro almeno cibo e salute. Pensate che per ottenere tutto ciò è sufficiente l’equivalente del costo di un caffè al giorno. Come quindi rinunciare all’adozione a distanza di almeno un bambino e non restare indifferenti alle richieste di solidarietà ed aiuto che quotidianamente riceviamo? “Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio!”, c’è scritto nel Vangelo. Offrendo la nostra solidarietà a questi bambini, operiamo anche noi per portare pace e costruire così un mondo migliore. Francesca Madiai

- 15 -


Donatori di Sangue Fratres

LE ANNUALI “GIORNATE DEL DONATORE” Dal punto di vista societario, sicuramente l’appuntamento più atteso da iscritti e simpatizzanti. Consolidata la data: seconda domenica di dicembre, a pochi giorni dal S. Natale. Altrettanto dicasi per il programma: S. Messa solenne in Propositura alla presenza delle autorità e dei rappresentanti degli altri gruppi Fratres ed Avis e poi via, di gran carriera, verso il ristorante di turno per il Pranzo Sociale, gratuito come sempre per tutti i donatori attivi. Ecco alcune immagini delle trentacinque Giornate del Donatore di Sangue Fratres di Anghiari, occasioni importanti per far ritrovare insieme i propri iscritti non tanto per passare insieme una domenica diversa, ma quanto per riconfermare con la propria presenza l’adesione a quelle che sono le finalità del nostro “fare gruppo”. f g pp

GIORNATA 2008: Il Tavolo della presidenza al pranzo sociale.

GIORNATA DONATORE 2010: I giovani, la vera fforza del Gruppo. pp

GIORNATA DONATORE 2005: Una parte degli oltre duecento commensali al Pranzo Sociale. GIORNATA 2007: Autorità ed associazioni alla S. Messa.

- 16 -


35° di Fondazione: 1976-2011

LE FESTE ESTIVE Con lo scopo preciso di accrescere la sensibilizzazione della nostra gente verso l’importanza della donazione del sangue, soprattutto nei mesi estivi, quando nei nostri ospedali scarseggiano le necessarie scorte di sangue, è stata pensata ed organizzata nell’ormai lontano 1998 la prima edizione della FESTA ESTIVA DEL DONATORE. Arricchitasi negli anni di tante iniziative, ha ormai conquistato un posto di tutto rispetto nel fitto calendario degli avvenimenti dell’estate anghiarese: controllo gratuito di glicemia, colesterolo e pressione arteriosa, gare sportive e spettacoli di varietà sono i principali eventi che animano da tredici anni piazza Baldaccio, nel primo fine settimana di luglio.

FESTA 2001: Esibizione del Corpo di Ballo della Palestra Dynamis.

FESTA 2003: Il pubblico in piazza Baldaccio.

FESTA 2007: Il controllo gratuito della glicemia. FESTA 2009: Piazza Baldaccio gremita di gente, per lo spettacolo del comico Gianni Giannini

- 17 -


Donatori di Sangue Fratres

I CONVEGNI MEDICI Sono ormai tante le edizioni degli incontri a carattere medico scientifico che il Gruppo ha promosso negli anni, alla vigilia di importanti ricorrenze, con lo scopo dichiarato di contribuire a diffondere una corretta conoscenza delle più importanti problematiche che interessano la salute umana. Merito indiscusso di queste iniziative va sicuramente alla dott.ssa Rosella Guadagni, consulente sanitaria del Gruppo ed attenta organizzatrice nonché alla disponibilità di medici e specialisti della Asl provinciale. Tanti gli argomenti affrontati, dalla Cellule Staminali alla donazione degli organi, dal diabete all’inquinamento ambientale.

CONVEGNO 2001: Convegno su donazione degli organi e del sangue.

CONVEGNO 2007: “Le Anemie”. Una parte del pubblico presente.

CONVEGNO 2010: “Salute ed Ambiente” La coordinatrice dott.ssa Guadagni e i relatori. CONVEGNO 2008: “Vaccinazioni ed Epatiti” I due relatori.

- 18 -


35° di Fondazione: 1976-2011

LE PREMIAZIONI In ogni associazione è giusto e doveroso riconoscere periodicamente particolari traguardi conseguiti dai propri iscritti, sia come atto di ringraziamento per quanto da essi realizzato che come esempio concreto da porre all’attenzione di tutti e da cercare di imitare. Tante sono state le cerimonie in proposito, in occasione di importanti festeggiamenti sociali ed altrettanto numerosi gli attestati e le medaglie d’oro, d’argento e di bronzo consegnate ai nostri più attivi volontari del sangue per il raggiungimento, rispettivamente, di 20, 30 e 50 donazioni.

Anno 1993

Anno 2007

Anno 1999

Anno 2011

Anno 2002

- 19 -


Donatori di Sangue Fratres

LE ATTIVITÀ CON LE SCUOLE Come non dare la giusta considerazione al mondo della scuola? Pienamente coscienti dell’importanza di contribuire alla formazione delle nuove generazioni, i responsabili del gruppo si sono fatti spesso promotori di iniziative che coinvolgessero tutti gli istituti scolastici del paese, dalla scuola primaria a quella secondaria superiore. Almeno cinque i concorsi indetti nel corso degli anni che hanno visto i nostri ragazzi partecipare con entusiasmo e realizzare lavori scritti o grafici su tematiche di carattere sociale. Eccone alcune immagini:

SETTEMBRE 2009: È la volta delle Superiori. FEBBRAIO 2009: Incontro con gli studenti delle Scuole Medie.

MANIFESTAZIONE 2009 2009: IIncontro t finale l al Campo della Fiera. CONCORSO 1998. Una parte dei tanti elaborati in Mostra.

- 20 -


35° di Fondazione: 1976-2011

I RAPPORTI CON IL MONDO DELLO SPORT Dopo pochi anni dalla sua fondazione, nasce all’interno del Gruppo stesso l’Associazione sportiva di Calcio Fratres, che per tanti anni ha militato nei principali campionati amatoriali della provincia aretina. Decine e decine i giovani coinvolti , lusinghieri i risultati conseguiti. Molti giocatori sono anche stati dei bravi donatori di sangue, a testimoniare che lo sport è anche solidarietà ed impegno sociale. Ma non di solo calcio vive l’uomo. Ed ecco quindi l’impegno dell’associazione di sponsorizzare annualmente altre due importanti realtà sportive: le giovani atlete della Pallavolo Femminile Valtiberina ed il dinamico Gruppo Ciclistico Dynamis Fratres. Anche in questo caso, molti sono gli atleti che sono diventati donatori di sangue.

Una delle prime formazioni dell’A.C. “Fratres” di Anghiari g ((anno 1982/’83))

Alcune atlete della Fratres Pallavolo Valtiberina.

Raduno ciclistico

- 21 -


Donatori di Sangue Fratres

I VIAGGI TURISTICI DELLA FRATRES Non c’è località turisticamente importante in Italia, isole comprese, che non abbia accolto le centinaia di turisti che hanno viaggiato con noi. Dalla Sicilia alla Valle d’Aosta, dalla Puglia alla Sardegna, passando per Le Cinque Terre, Genova, Venezia, il Lago Maggiore e quello di Como, Trieste, Caserta, Napoli, Amalfi, Capri, la Val d’Orcia e la Valtellina. Molte anche le mete oltre confine: Parigi, Malta, Postumia, S. Moritz… Come dimenticare, infine, il pellegrinaggio a Lourdes del 2006, in occasione del 30° di fondazione.

Agosto 2007: “Quel ramo del Lago di Como”.

Agosto 2005: Matera, davanti ai famosi Sassi.

Maggio 2006: A piedi verso il Sasso di Simone.

Agosto 2010: Il trenino rosso del Bernina. Luglio L li 2006: 2006 Lourdes, L d il gruppo dei d i pellegrini. ll i i - 22 -


35° di Fondazione: 1976-2011

35° DI FONDAZIONE IL PROGRAMMA DEI FESTEGGIAMENTI

Sabato 2 luglio 2011-Santuario del Carmine Ore 18.00 - Solenne CONCELEBRAZIONE LITURGICA alla presenz a del Vescovo diocesano e delle autorità civili e militari. Ore 19.00 - Premiazione dei donatori particolarmente attivi. Ore 19.30 - Cena Buffet per tutti nel chiostro del Santuario. Ore 21.00 - Concerto.

Domenica 3 Luglio 2011-Piazza Baldaccio Ore 09.00 - PREVENZIONE E’ VITA: controllo gratuito di pressione del sangue, colesterolo e glicemia, in collaborazione con i volontari della locale Confraternita di Misericordia e gli operatori del Distretto Socio-Sanitario. Ore 09.30 - LA PEDALATA DEL DONATORE: passeggiata in biciclet ta per la campagna anghiarese a cura del Gruppo Sportivo Fratres Dynamis. Al rientro in piazza, rinfresco per tutti i partecipanti. Ore 17.00 - MAGO MERLETTO scende in piazza: magie,illusionismi, giochi vari. Ore 18.30 - Esibizione del GRUPPO STORICO di Porta Fiorentina del PALIO DEI RIONI DI CASTIGLION FIORENTINO, con Musici e Sbandieratori. Ore 21.00 - GRANDE FESTA DA BALLO IN PIAZZA, con l’Orchestra Spettacolo “LA QUINTA STAGIONE”.

Vi Aspettiamo Numerosi!!! Il Consiglio Direttivo Un doveroso ringraziamento da parte di tutta l’associazione alla direzion e della BANCA di CREDITO COOPERATIVO di ANGHIARI e STIA ed alle ditte CAFFE’ RIVER, PERNICI MARCO e ORO DEL BORRO per il sostegno economico concesso ai festeggiamenti per il 35° di fondazione.


Donatori di Sangue Fratres

“ UNA STILLA DEL MIO SANGUE PER UN PALPITO DEL TUO CUORE” “Motto del donatore fratres”

ERE L A V C N I ITA V I FA ONA SANGUE ! D E PLASMA

GRUPPO DONATORI DI SANGUE FRATRES DI ANGHIARI Corso Matteotti, 129 - 52031 Anghiari (Ar) tel. 0575/789577 - fax 0575/ 749250 e.mail: gruppoanghiari@fratres.eu sito web: www.fratresanghiari.it Per informazioni: 339 5323663 (Pietro) - 338 1484889 (Fabiano)

2011-3_1 Opuscolo Donatori 2011  

35° DI FONDAZIONE 35° DI FONDAZIONE 1976 - 2011 1976 - 2011 GRUPPO DONATORI DI SANGUE FRATRES ANGHIARI (AR) Anghiari, Sabato 2 e Domenica 3...

Advertisement