Page 1


Pe rc h é

PER… Lasc iare trac c ia d e l c am m ino intrapre so , d e lle strad e pe rc o rse , d e lle m e te raggiunte .

Co sa

Le e spe rie nze utili a c o m pre nd e re no n so lo c o sa è stato fatto , m a anc he c o m e è stato fatto .


QUALI ESPERIENZE DOCUMENTARE Dal GOLD‌ Le esperienze che è opportuno documentare sono esperienze nate all'interno del curricolo, con l'obiettivo di risolvere problemi di punta(cognitivi, relazionali affettivi), di sperimentare nuovi approcci per un apprendimento efficace: . che abbiano raggiunto obiettivi misurabili; . sulle quali sia stata fatta una riflessione; . che abbiano elaborato strumenti didattici utili e trasferibili.


QUALI ESPERIENZE DOCUMENTARE Solo il progetto?

NO

Solo il prodotto?

NO

Attività, strumenti, processi, prodedure, metodi, rilessioni…


QUANDO INIZIARE A ORGANIZZARE I DATI

Organizzare i dati A priori dal momento in cui si progetta un percorso didattico: annotazione in progress dei punti cruciali dell’esperienza, riflessione in itinere, memoria del momento,rielaborazione finale. (DOCUMENTAZIONE FACILITATA) A posteriori quando si è rivelato un percorso di successo: motivazioni, metodologia, riflessioni, oggetti didattici…recuperati e ricostruiti. (DOCUMENTAZIONE DIFFICOLTOSA)


DOCUMENTAZIONE GOLD IN SEI PASSI 1. Entra nel sito degli Archivi Regionali 2. Entra in "Proponi Esperienza” 3. Introduci login (codice meccanografico della scuola) e password (scelta dalla scuola all’atto della registrazione). 4. Entra nella scheda-catalogo e compilala. 5. Allega il file o l’URL con il testo o ipertesto della descrizione dell’esperienza. dell’esperienza 6. Allega il/i file di uno o più oggetti didattici.


COMPONENTI DELLA DOCUMENTAZIONE La scheda catalogo • Titolo esperienza • Ente promotore e coordinatore • Progetto • Conduttore/Area di appartenenza • Date • Età degli alunni destinatari dell'esperienza • Lingua e Paese • Idea e tema centrale • I tre aspetti più interessanti • Presentazione e diffusione • Note • Indicizzazione per soggetto I descrittori • Condizioni di trasferibilità • Materiali realizzati • Descrizione dell'esperienza • Oggetto didattico


COMPONENTI DELLA DOCUMENTAZIONE La descrizione dell’esperienza

Quadro di riferimento e motivazioni •Qual è il contesto sociale, culturale e pedagogico della realtà scolastica in cui l'esperienza è maturata e in particolare della classe o delle classi direttamente interessate? •Quali sono i punti di forza e quali quelli di debolezza? •Quale problema o quali problemi hanno spinto a progettare l'esperienza? •Che cosa si intendeva stimolare/valorizzare? •Oppure che cosa si voleva superare/migliorare?


COMPONENTI DELLA DOCUMENTAZIONE La descrizione dell’esperienza Finalità, obiettivi specifici e scelte di contenuto •Qual era la finalità generale del progetto? •Nell'ambito di questa finalità, quali erano gli obiettivi specifici del progetto? •Quali i loro tempi e quale la loro concatenazione logica? •Quali contenuti sono stati scelti per il conseguimento degli obiettivi?

Riferimenti teorici •L'elaborazione di questa esperienza si è avvalsa della lettura e discussione di testi teorici? •Quali gli autori? •Quali i testi? •In che senso si è sviluppata la discussione?


COMPONENTI DELLA DOCUMENTAZIONE La descrizione dell’esperienza Percorso •Come si è sviluppata l'esperienza? •Quali sono stati i passi più significativi del percorso? •Quali gli aspetti più originali? •Su quali contenuti e in quali momenti l'esperienza ha modificato strategie e stili di apprendimento, clima di lavoro e relazioni interpersonali? •Quali collaborazioni si sono rivelate più interessanti e perché?


COMPONENTI DELLA DOCUMENTAZIONE La descrizione dell’esperienza

•Metodi di insegnamento/apprendimento, risorse/strumenti e procedure •Quali metodologie didattiche e quali forme di collaborazione fra colleghi ed alunni sono stati usati? •Qual è stata la suddivisione dei ruoli fra colleghi? •Quali risorse e quali strumenti sono stati necessari nelle diverse fasi di realizzazione dell'esperienza? •Strumenti e risorse erano già presenti? •Se no, come è stata programmata la loro ricerca o la loro ideazione/elaborazione?


COMPONENTI DELLA DOCUMENTAZIONE La descrizione dell’esperienza Valutazione •Quante sono state le fasi di valutazione? •Che cosa hanno riguardato? •Quali criteri hanno guidato la/e verifica/che? •Quali strumenti sono stati utilizzati? •Erano già in uso e in tal caso come sono stati adattati? •I risultati delle eventuali valutazioni intermedie hanno apportato delle modifiche alle fasi successive dell'esperienza? •Quali? Risultati e ricaduta sul resto della didattica •In che misura gli obiettivi iniziali sono stati raggiunti? •I risultati della valutazione finale hanno eventualmente suggerito degli spunti di cambiamento per un Rinnovamento dell'esperienza? Quali? •Quali ricadute sono state rilevate nella didattica corrente, nei comportamenti degli alunni che possono essere fatte risalire a questa esperienza?


COMPONENTI DELLA DOCUMENTAZIONE L‘oggetto didattico E’ UN PRODOTTO SPENDIBILE E TRASFERIBILE ANCHE AL DI FUORI DEL CONTESTO SPECIFICO DELL’ESPERIENZA (es. una procedura, uno strumento di osservazione/valutazione, un’unità didattica, un software...) Campo 1: Titolo dell’oggetto didattico (es.scheda di lettura, griglia di valutazione, mappa concettuale....) Campo 2: Autore/i Campo 3: Descrittore Campo 4: Motivazioni e contesto di applicazione In quale momento dell’esperienza l’oggetto è stato utilizzato? Quale ipotesi o quale problema ha determinato la sua ideazione? Qual era l’obiettivo della sua applicazione? Campo 5: OGGETTO Campo 6: Modalità di applicazione consigliate


QUALITA’ DELLE ESPERIENZE INSERITE NEL GOLD 1

QualitaÕ degli obiettivi, dei processi, degli strumenti, dei risultati

M e to d o F o n d a m e n t i t e o r ic i A p e rtu ra

INDICATORI P r o d u t t iv i t à

C ongruenza

F o c a l iz z a z io n e

O r i g i n a lit à


QUALITA’ DELLE ESPERIENZE INSERITE NEL GOLD 2 Qualità della riflessione sull’esperienza Riflessione formalizzata e documentata su se stessa, testimonia il grado di consapevolezza su ciò che si è fatto. RIFLESSIONE SULL’ESPERIENZA IN ITINERE -Strategie di riflessione sistematica e monitoraggio in itinere: -Diario di bordo -Momenti di confronto. -Strumenti di monitoraggio e valutazione intermedi. RIFLESSIONE SULL’ESPERIENZA A POSTERIORI -Stesura di una relazione finale: competenze e abilità, motivazione, soddisfazione, benessere, ricaduta didattica… -Riflessione sul “processo”. -Sviluppi dell’esperienza e applicabilità in altri contesti. -Presenza di modalità di valutazione elaborate in situazione/ affidate ad esterni


QUALITA’ DELLE ESPERIENZE INSERITE NEL GOLD 3

Qualità della documentazione dell’esperienza Capacità di dare una rappresentazione efficace di ciò che si è fatto e si fa in modo che altri possano giovarsene. Scrittura

Chiarezza, precisione, sintesi, linguaggio adeguato

Scheda catalogo

Compilazione corretta dei vari campi

Organizzazione

Congruenza tra le varie parti della documentazione

Produzione

File leggibili, leggeri in formati standar, link funzionanti

Descrizione esperienza

Presenza indice, chiarezza formale,completezza

Oggetto didattico

Autonomia, usabilità, trasferibilità


STRUMENTI DELLA DOCUMENTAZIONE Procedure, mappe, script, schemi, cronologie.

Descrivere

Narrare

Raccontare le emozioni, far entrare nella situazione, metafore.

A teorie, autori, correnti didattiche e pedagogiche.

Collegare

Riflettere

attribuiscono significato

Oggetto didattico

Generalizza re, selezionare ciò che non dipende dal contesto, elementi ripetibili.

COSA E COME DOCUMENTARE  

CHE COSA DOCUMENTARE? L’identità dell’alunno ATTRAVERSO prodotti individuali, … CHE COSA DOCUMENTARE? L’identità del gruppo ATTRAVERSO elab...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you