Page 1

DESIGN PORTFOLIO

ANDREA SCIARRINO


TESI, laurea specialistica magistrale in “Design del prodotto per l’innovazione” per NOAHguitars, Politecnico di Milano.

Dicembre 2013


rEvolution Metamorfosi materica di una tavola armonica per chitarra acustica

POLITECNICO DI MILANO FACOLTÀ DEL DESIGN

Studente: ANDREA SCIARRINO, matr. 766919 Relatore: GIULIO CEPPI DESIGN DEL PRODOTTO PER L’INNOVAZIONE

A.A. 2011/2012

Correlatori: GIOVANNI MELIS, RENATO RUATTI, MAURO MOIA


rEvolution / Andrea Sciarrino

rEvolution Metamorfosi materica di una tavola armonica per chitarra acustica L’idea di progetto nasce dalla collaborazione con Noahguitars,azienda di Milano che realizza chitarre elettriche e bassi in alluminio,sfruttando una fresa a controllo numerico per il corpo. La volontàomune era quella di ipotizzare e iniziare a dar corpo ad un nuovo modo di pensare la chitarra acustica. Questa tesi di ricerca ha come fine ultimo quello di realizzare un concept conseguente ad una metamorfosi materica, partendo dal legno (materiale primario utilizzato per gli strumenti a corda) per arrivare all’alluminio. L’ogetto di progettazione è la tavola armonica di una chitarra acustica. La metamorfosi in questione è stata suddivisa in tre fasi,che, per comodità ,chiameremo A,B,C. La metamorfosi A racconta il modo in cui le controfasce vengono inglobate nella tavola armonica. La Metamorfosi B consiste nella trasposizione del concetto di venatura nel legno in un materiale come l’alluminio. La Metamorfosi C riguarda il punto di vista strutturale, e ritratta il ruolo dell’incatenatura in una ipotetica tavola armonica in alluminio. “rEvolution” è un gioco di parole che somma due importanti concetti: rivoluzione ed evoluzione. La rivoluzione è data dalla metamorfosi materica in alluminio. L’evoluzione è data dalla ricerca e dalla progettazione che sta dietro le tre fasi di elaborazione del concept. A mio modo di vedere è proprio l’unione di questi due aspetti che porta come come risultato all’innovazione.

-

-

-

spessore A

Metamorfosi “A”

Spessore B

Metamorfosi “B”

Spessore C

Metamorfosi “C”

Grafico raffigurante la tre fasi della metamorfosi matemarica sulla tavola armonica.


Metamorfosi “A”

Metamorfosi “B”

Metamorfosi “C”

rivoluzione rEvolution

innovazione evoluzione


KITO, in collaborazione con Paolo Zaami, Concorso Design Mood.

Aprile 2013


/concept.


CALA, in collaborazione con Paolo Zaami, Bilancia a repulsione magnetica.

Maggio 2011


Cala


Cala

/concept.

Il progetto nasce dalla volontà di creare una bilancia senza componenti meccaniche ed elettroniche. Da questo punto di partenza è maturata la volontà di creare una bilancia che funzionasse in modo assolutamente non convenzionale, allontanandoci non soltanto da quello che oggi è presente nel mercato ma anche da quello che c’è stato in passato. Essendo entrambi affascinati da un tema ancora oggi poco indagato, quale quello della repulsione magnetica, abbiamo iniziato in primo luogo a documentarci e successivamente a effettuare diversi esperimenti con le calamite, iniziando a capire quali fossero le più indicate per essere applicate ad una bilancia. Ci siamo quindi recati da uno dei maggiori fornitori di magneti presenti nel milanese, la Calamit S.p.a., la quale ci ha spiegato che per quanto riguarda il mondo delle calamite, gli studi maggiormente effettuati riguardano l’attrazione magnetica più che la repulsione. Ma dopo una serie di esperimenti fatti in sede, abbiamo trovato la tipologia di calamita che più si adattava alle nostre esigenze progettuali.


Cala


Emsi light & things, Serie di lampade low cost per la realizzazione in filiera corta nell’area di Milano e provincia.

Maggio 2013 / Gennaio 2014


Backbone

/concept. Un modulo che si ripete venticinque volte a formare una struttura portante all’interno all interno della quale troviamo due semplici neon. Un nuovo vestito per un classico di quella parte del mondo delle lampade che preferisce la funzionalità all’estetica. Backbone oltre ad essere un chiaro riferimento alla colonna vertebrale da un punto di vista formale, ha l’ambizione di porsi tra questi due mondi e farli comunicare. Perchè una lampada che fa il suo sporco lavoro, rispettando un certo tot di lumen, garantendo un certo tipo di illuminazione, non deve essere anche gradevole nell’aspetto? Forse per i costi. Ma questo progetto è pensato anche per questo. Ogni singolo elemento è stato disegnato e progettato per ridurre al minimo i costi di produzione. Un progetto che ha l’ambizione di porsi come congiunzione tra tecnica ed estetica.


Paper clay

/concept. Ogni progetto racconta delle storie.Le storie intrinseche negli ogetti possono avere due diverse nature. La prima è legata al modo in cui l’ogetto nasce e prende vita, dalla materia prima al prodotto finito. La seconda è quella che ognuno di noi crea vivendo l’ogetto in questione. Paper clay è un progetto che, oltre ad avere le caratteristiche sovracitate, ha l’ambizione di voler raccontare vere e propriestorie, favole racconti, miti leggende e simili. Per riuscirci è stato necessario affidarsi alla capacità immaginifica di giovani illustratori emergenti che hanno il compito di sintetizzare in 12 fogli A5(realizzati in finissima porcellana) delle storie più o meno presenti nell’immaginario collettivo. Prima dell’avvento della scrittura le i miti le leggende e le favole erano affidati ai cantastorie, detti anche rapsodi, che mettendo in musica queste storie riuscivano a imprimere meglio i vari passaggi nella loro memoria, ma anceh e soprattutto nella memoria collettiva. Paper clay trasforma ogni singola illustrazione in note musicali che possono essere posizionate dallo stesso cliente su un vero e proprio p pr pentagramma in 3 dimensioni.


New Born

/concept. Come una persona, un oggetto ha una sua vita: nasce vive e muore. Per realizzare un qualsiasi ogetto molto spesso sono necessari degli stampi e la loro vita è direttamente legata a quanto un prodotto può essere piÚ o meno richiesto. A differenza degli ogetti che arrivano al cliente, non sempre gli stampi vengono scartati e buttati via, a volte vengono soltanto accantonati o messi da parte, finendo nel dimenticatoio delle piccole fabbriche o nelle botteghe degli artigiani, in attesa di un possibile riutilizzo. New born è la nuova nascita di due elementi che non avrebbero mai potuto comunicare tra loro nella loro prima vita. Il pezzo superiore è un component di un paralume in metacrilato opalino, e il tornito in alluminio ll i i era destinato d tii t invece i a sistemi i t i di di ventilazione tilil i in i grande d scala. l Girando Gi d per la l provincia di milano e visitando aziende e piccoli produttori, ho scoperto questi tesori e ho deciso di dargli una nuova vita, facendoli diventare luminosi.


MASTER OF TIME, board game presentato al salone del gioco al “Play modena� 2013, in collaborazione con Giulia Fiorinelli, Nicolas morales (Cile), Lina Estrella (Colombia), e Paolo Zaami.

Aprile 2013


32

1

31

2

30 3

29 4 16

28

1 15

5

14

27

2

8 6

26

1 3

25

13

7

6

12

24

8

4

2

Mast M ster st ter te er o of ti ttime ime im me /concept. 9

23

5

3

11

"Master of time" è un progetto di gioco che propone l'esperienza di viaggiare nel tempo. Il viaggio nel tempo è stato oggetto di studio nell'ambito della fantascienza in svariate occasioni. In questo caso abbiamo deciso di creare una nuova realtà spazio-temporale all'interno della quale poter viaggiare. Come in ogni viaggio del tempo che si rispetti ci sono delle macchine del tempo, dei varchi temporali(o dei portali) e dei livelli temporali (anelli) all'interno dei quali vengono riportate in ordine sparso le tappe fondamentali della storia dell'uomo. Anche se il gioco è ambientato nello spazio-tempo, i giocatori vengono proiettati in una vicenda che ha inizio nel 2012,data in cui ipoteticamente viene annunciata al pubblico l' invenzione che sconvolgerà il mondo per come lo conosciamo: la macchina del tempo. I protagonisti, sono sei personaggi (ogni giocatore vestirà i panni di almeno uno di loro) che erano presenti al convegno e che per motivi diversi si ritrovano nelle macchine del tempo in viaggio tra le varie epoche storiche. L'obiettivo di ognuno sarà quello di far completare il viaggio nel tempo al proprio personaggio superando i tre anelli temporali, diventando quindi ricevendo il titolo di “Master of time”. 10

22

5

4

6

11

21

10

7

12

9

8

20

13

19

14

18

15

16

17


STAMPO VARIABILE MODULARE PER TERMOFORMATURA, in collaborazione con Aldo Lo Monaco e Paolo Zaami.

Marzo 2011


Concept. Quando ci è stato chiesto di realizzare un progetto partendo dalla termoformatura, abbiamo iniziato a pensare a tutti i settori dove questo processo viene sfruttato, in modo tale da decidere il campo di applicazione del nostro progetto. Tra tutti i settori analizzati, l’ illuminotecnico ci è sembrato il più interessante. Abbiamo quindi deciso di realizzare una famiglia di lampade capaci di creare ambienti suggestivi per la realizzazione di allestimenti. Il nostro intento è stato sin dall’inizio quello di intervenire non soltanto sul prodotto, ma soprattutto sul processo di produzione. Tramite la combinazione di elementi modulari siamo riusciti ad ottenere da unico stampo, diverse soluizoni formali, in modo tale da abbattere nettamente i costi di produzione rispetto al tradizionale processo di termoformatura.


STAMPO VARIABILE MODULARE PER TERMOFORMATURA


Fine.

Portfolio andrea sciarrino  

My most important Projects

Advertisement