Page 1

Aprilia Cisterna Cori

22

Latina Oggi Giovedì 12 Agosto 2010

Aprilia, l’allarme dei residenti di via Nicolini era stato lanciato sabato

Arrivano gli artificieri Il Genio Militare interviene per rimuovere il proiettile di Pantanelle SONO arrivati ben prima del previsto gli artificieri del Genio Militare di Caserta per bonificare via Nicolini, una traversa di via Pantanelle al confine tra Aprilia e Anzio, dove è stato rinvenuto un proiettile da mortaio di medie dimensioni praticamente abbandonato a terra, sul ciglio della strada da chissà chi. L’incubo dei residenti della zona è pertanto finito ieri mattina, quando i militari del nord campano insieme agli agenti della Polizia Municipale hanno rimosso quell’ordigno residuato bellico che qualcuno aveva provveduto a coprire con una cassetta di frutta, una sorta di ulteriore (e

insufficiente) schermo protettivo parallelo alla circoscrizione del tratto di terra per meno di un metro quadro operato da vigili urbani. L’allarme era scattato sabato, quando il proiettile è stato visto, tra lo stupore generale. Non è certo la prima volta che capita. Nella terra dello Sbarco di Anzio e teatro di una delle più violente azioni di guerra in Italia durante il secondo conflitto mondiale, gli ordigni sono pressoché all’ordine del giorno quando si rassodano o rizollano i ter-

reni. Ma così, praticamente a ridosso della strada, alla portata di mano di chiunque, anche dei bambini che giocano, quel proiettile aveva des t a t o v iva preo ccupazione. La Polizia Locale ha risposto con quanto di sua competenza, con la segna lazione del pericolo e un paio di visite di controllo al giorno sul posto. Ma occorreva attendere l’arrivo del Genio Militare, la cui competenza per queste terre è per l’appunto di Caserta.

Ieri mattina almeno altre cinque le operazioni

I timori dei residenti della zona riguardavano la lentezza dell’intervento, aggravata da questo periodo immediatamente alla vigilia di Ferragosto. Invece ieri mattina gli artificieri sono arrivati. E si sono visti in non meno di cinque altre zone del vecchio fronte di guerra dello sbarco di Anzio dove si erano segnalati nei giorni scorsi episodi analoghi. Sono pagine di storia quelle che affiorano dalla terra, la storia dell’Agro pontino bonificato dalla palude ma subito caduto nel baratro di una guerra. I mesi terribili del conflitto hanno segnato il territorio che ancora ne porta i segni.

Lotta quotidiana contro i roghi estivi CORI

Il progetto UN percorso tracciato lungo le vie del paese, che attraversa la periferia, le piazze, il centro storico, lì dove spontaneamente e storicamente si sono addensati i negozi, i bar, i ristoranti e i servizi, accanto alle altre funzioni vitali di paesi e città. E’ quanto accadrà a Giulianello da fine settembre dove sarà allestito e inaugurato il «Centro commerciale naturale», per restituire ai consumatori il piacere dello shopping in un ambiente familiare e non artificiale, il gusto di fare acquisti all'aria aperta. Il Comune di Cori è rientrato nei Comuni che usufruiranno dei finanziamenti regionali per concretizzare il progetto. Pervenuta già una tranche di 75mila euro, le casse del comune lepino riceveranno altri 75mila euro il prossimo anno. I fondi saranno investiti soprattutto per la promozione del centro, per un sito web, per inserzioni pubblicitarie. Un inizio per convincere i commercianti a credere alle potenzialità del territorio, sperando

Arrivano i finanziamenti Un inizio per convincere i commercianti a credere nelle potenzialità del territorio

Da settembre Centro commerciale naturale

Shopping all’aperto, la svolta di Giulianello

APRILIANO IN MANETTE

Tenta di rubare un furgone, arrestato

L’ASSESSORE L’assessore Felici del Comune di Cori Sopra, una veduta della comunità di Giulianello

DARIO P., un uomo residente ad Aprilia, è finito in manette martedì per tentato furto aggravato. L’uomo è comparso ieri davanti al Tribunale di Velletri per essere processato per direttissima dopo l’arresto in flagranza di reato per avere tentato di rubare un furgone ad Anzio. L’imputato è stato bloccato dai carabinieri della locale Compagnia all’interno del mezzo mentre stava tentando di metterlo in moto con l’aiuto di un complice che

un percorso tracciato sulla strada, lungo la quale saranno istallati tabelloni elettronici e panchine. «Spero che i commercianti sappiano recepire le potenzialità di questo progetto ambizioso e si riapproprino dello spirito imprenditoriale. Con il centro commerciale naturale ci sono tutte carte in regola per rilanciare l’economia del paese». Emanuele Galoni

Baracca a fuoco a Borgo Flora BRUCIA una baracca a Borgo Flora, zona all’estrema periferia di Cisterna, al confine con il capoluogo di provincia. Il fuoco sarebbe partito dalle sterpaglie del lotto incolto che circondava la costruzione in lamiera e con il pavimento in legno. Le fiamme hanno trovato terreno fertile. Il capannone è a n d a t o d istrutto e, al suo interno, sono andati in fumo anche un motorino e una piccola stufa. Per domare le fiamme, nella calda e neanche troppo umida mattinata di ieri, sono intervenuti i vigili del fuoco, una squadra del 115 proveniente dal nucleo di Aprilia. Le operazioni di spegnimento e di messa in sicurezza della zona circostante hanno impegnato gli uomini del 115 per diverso tempo. Sono giorni di intenso lavoro per gli uomini della sicurezza anti-incendio, anche se va detto che questa stagione calda sarà ricordata come quella in cui la prevenzione ha lasciato il segno. Insieme ai vigili del fuoco, del resto, c’è un’intera schiera di volontari della protezione civile che sta sacrificandosi per dare manforte e

è riuscito ad allontanarsi e a far perdere le sue tracce. La difesa, sostenuta dall’avvocato Sinuè Luccone, ieri in aula ha chiesto ed ottenuto i termini a difesa. Il giudice monocratico Picca ha convalidato l’arresto e concesso all’imputato gli arresti domiciliari come da analoga richiesta della difesa. L’uomo dovrà ora comparire nuovamente in aula il prossimo 18 agosto. L.G.

intervenire laddove necessario, sia in fase di monitoraggio e prevenzione che in fase operativa vera e propria. Il nucleo di protezione civile dell’associazione Carabinieri di Aprilia, ad esempio, dal 15 giugno espleta qu ot id ianamente attività di servizio di p r e v e nzione di incendi b o s c h iv i con presidi territoriali di avvistamento. Per il servizio, co or di nato dal tenente Rob e r t o Arioli, presidente del nucleo di Aprilia, vengono utilizzati mezzi idonei e volontari specializzati nel settore. Nell’immediatezza dell’avvistamento vengono adottate tutte le procedure del caso, avvisando la sala operativa regionale, che dispone l’invio di unità antincendio pronte all’attività di spegnimento del fuoco. I volontari di Aprilia hanno già fatto registrare nella sola stagione 172 avvistamento di roghi, monitorando costantemente la catena nord dei Monti Lepini.

Profile for ANC Aprilia 70

Latina Oggi 12.08.2010  

Baracca a fuoco a Borgo Flora.

Latina Oggi 12.08.2010  

Baracca a fuoco a Borgo Flora.

Advertisement