Issuu on Google+

PERIODICO BIMESTRALE - POSTE ITALIANE - SPEDIZIONE IN A.P. D.L. 353/03 art. 1, comma 1 (conv. in L. 27/02/04 n. 46) DCB Verona - Contiene inserto pubblicitario

N.

4

luglio - agosto 2012 anno LII

Valutazione tori: sono made in Italy i top 6 a tipo Brune al top: un Poster da incorniciare! Quote rosa… in casa genomica disolabruna®: un anno di attività Jam 2012: flash dal Convegno americano Al via le giornate della Bruna: il Nord-Est inaugura l’iniziativa

COP 4_2012.indd 1

28/08/12 13:12


ELITE 12_PUB_ITA_21x28 9-08-2012 16:20 Pagina 1 C

M

Y

CM

MY

CY CMY

K

Colori compositi asta_OK.indd 1

24/08/12 09:34


N . 4 • L U G L I O / A G O S T O 2 01 2

rivista dell’Associazione nazionale allevatori razza Bruna italiana Sistema certificato ISO 9001:2008

4 SOMMARIO direttore responsabile Enrico Santus redazione Patrizia Cavuoto (coordinamento), Lino Pietroboni, Attilio Rossoni, Chiara Nicoletti, Francesca Frigo, Giovanni Carollo collaboratore di redazione Ettore Meschini traduzioni Marietta Santus, Peter Donsbach

EDITORIALE Opinioni condivise Enrico Santus

ECONOMIA E POLITICA AGRARIA Passi avanti per la Pac? Dario Casati

3

6

INCONTRI & MEETING La prima volta del Nord-Est Pietro Viemme Giornata splendente a Malga Blumone Mario Lussignoli Fra storia e tradizione a Noceto spazio ai giovani Apa Parma

40 43

45

fotocomposizione e impaginazione Emanuela Crivellaro, Silvia Dussin pubblicità e abbonamenti Francesca Frigo hanno collaborato a questo numero: Dario Casati, Marcello Zevolli, Ufficio L.G., Lino Testa, Pietro Viemme, Mario Lussignoli, Apa Parma fotografie Associazione nazionale allevatori razza Bruna, Apa, Luca Nolli, Giorgio Soldi, ©2009 Jupiterimages Corporation, Getty Images® direzione, redazione, pubblicità ed amministrazione: Loc.Ferlina, 204 37012 Bussolengo (VR) tel. +39/045/6760111 • fax +39/045/7156655 www.anarb.it • anarb@anarb.it conto corrente postale n. 12496378 abbonamento ordinario € 20,00 estero € 28,00 sostenitore € 28,00 un numero € 4,00 arretrati € 8,00 La sottoscrizione dell’abbonamento comporta l’autorizzaione sul trattamento dei dati personali ai sensi del D. Lgs n. 196/2003 autorizzazione Tribunale di Milano n. 5693 del 21/09/1961 progetto grafico e service: Nova Fotocomposizione - Verona stampa e confezione: Euro Stampa - Verona diffusione editoriale: ProntoPack - Verona La riproduzione totale o parziale, comunque effettuata o memorizzata, degli articoli pubblicati su la razza bruna, è consentita unicamente citando la fonte. La riproduzione delle fotografie è autorizzata solo previa concessione scritta. La direzione della rivista non è responsabile delle opinioni liberamente espresse dagli autori, né di quanto riportato negli inserti pubblicitari. In copertina: La Bruna nel blu della Malga Venegia (Trento). Foto: Enrico Santus.

Questo periodico è associato all’Unione Stampa Periodica Italiana

01_M_4_12.indd 1

DAGLI UFFICI ANARB Quote rosa... in casa genomica Attilio Rossoni Jam 2012: una calda settimana Marcello Zevolli Seme sessato disponibile Sono made in Italy i Top 6 a morfologia Attilio Rossoni Un Poster da incorniciare Chiara Nicoletti Manifestazioni... sì, no, quando, dove e perché Lino Pietroboni

STATISTICHE I migliori allevamenti per Ite Le migliori a morfologia Le migliori aziende per caseina

8 13 14 16 22

24

20 27 29

ANNUNCI Tullio Luttmann

LE RICETTE DI NONNA VIGE Filetto di maiale al Teroldego • Penne ai peperoni • Zucchine ripiene

46

7

48

INSERTI • Conoscere i tori, agosto 2012

INDICE DEGLI INSERZIONISTI

DISOLABRUNA Un anno di attività Patrizia Cavuoto

30

CENTRO GENETICO I torelli usciti in giugno-luglio 2012 l.t.

37

BRUNA JUNIOR CLUB Squadra che cambia... vince! Giovanni Carollo • Gita Bjc... oltreconfine

MANIFESTAZIONI Calendario manifestazioni 2012

38

Apa Brescia, pag. 12 • Consorzio Superbrown di Bolzano e Trento, pagg. 5/15/28 • Federazione provinciale allevatori - Bolzano, 2ª di copertina e pag. 42 • Federazione provinciale allevatori - Trento, 4ª di copertina • Federazione svizzera, pag. 44 • Progetto Polar, pagg. 10/18/26/36/47 • Veronesi Verona S.p.A. - Quinto (VR), pag. 2 • Anarb: Cremona, Life is Brown, 3ª di copertina • Valutazione genomica delle femmine, pag. 11

39

27/08/12 08:56


Veronesi 19x25 1 12@15_M_2_12.indd 14

21/02/12 17/04/12 10:40 08:45


Editor ial e

Opinioni condivise Enrico Santus

Un sano e corretto clima di concorrenza tra le razze è inevitabile e benefico. Quante volte ci siamo soffermati su questo aspetto io e Tullio Luttmann, il direttore della Pezzata Rossa. Lo facevamo con foga, passione, a sottolineare che i rapporti umani eccellenti, che ci sono sempre stati tra noi due, erano del tutto compatibili con gli sfottò quasi da stadio che solo i veri appassionati di vacche sanno mandarsi l’un l’altro. È per questo che ritengo anche del tutto compatibile ricordare un Amico, e la maiuscola non è un refuso tipografico, mentre abbozzo un discorso con spunti tecnici. Su molti punti ci trovavamo d’accordo: la follia di prevedere una semplice corsa alle produzioni e di puntare tutto sulla quantità del latte è giunta oramai al capolinea. D’altro canto, però, il riconoscimento economico di scelte diverse rimane il punto cruciale contro cui sbattiamo sistematicamente. Discorsi apparentemente diversi (duplice attitudine, proteine, caseine) vengono ricondotti secondo questa visione d’insieme ad un unico denominatore comune: una valutazione complessiva delle potenzialità dell’animale in un’ottica sempre più volta ad una collocazione armonica degli animali nei territori di appartenenza. Lo schema estremo d’industrializzazione delle stalle e di aggancio fortissimo con il mercato (alimenti, integratori, medicinali ecc.) mostra il fianco, sia in pianura sia in montagna, all’attacco furioso dei costi di produzione crescenti. E non sono i 5 o 10 quintali in più che si possono spremere da animali già spinti a poter risolvere i conti in azienda. Con il suo vocione, il gusto sistematico per l’iperbole, Tullio strappava spesso un sorriso esasperando questi concetti come lui sapeva fare. Con il suo accento triestino infilava esclamazioni e modi di dire raccolti in tutta Italia durante la sua carriera: Modena, Roma, Udine... Non posso certo scriverli in un editoriale, ma vi assicuro che sono forme dirette ed efficaci, oltre che molto divertenti. Dove andremo dal punto di vista selettivo? Verso animali più completi ed equilibrati, concordavamo. Gli animali che danno profitto in azienda sono quelli che l’allevatore non conosce. Non ha dovuto trattarli per la mastite, non hanno dislocato, hanno partorito senza problemi e rimangono gravidi con regolarità. Quando la salute ha cominciato a vacillare Tullio ha continuato, forse anche più di prima, a battagliare per le idee in cui credeva. Ci sentivamo al telefono, due secondi per i convenevoli che spesso si limitavano ad un “sono ancora qua”, e poi via a discutere del futuro. Eh sì, Tullio mi mancherà. Come manca un amico e uno stimato collega. n . 4

03@04_M_4_12.indd 3

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

3

27/08/12 09:00


E d i t o r i a l e

Common Opinions A sound and fair competition among the cattle breeds is as inevitable as beneficial. I can’t remember how many times Tullio Luttmann - the General Manager of the Italian Red Holstein Association – and I discussed about it. We discussed heatedly and passionately, proving that excellent humane relationship which has always existed between us was absolutely compatible with the teasing only real cow enthusiasts can exchange. This is why I think it is absolutely compatible remembering a Friend (the capital letter is not a misprint) while I am writing a somehow technical article. We agreed on a lot of different points: the folly to race for milk production and to stake everything on quantity has now come to an end but the economic award of a different choice is still the crucial problem we have to face every day. Apparently different topics (double-aptitude, protein, casein) have been led back to a single common denominator: a general assessment of the potential of the animal in the more and more popular perspective of a harmonious placement of the animals in their lands of origin. The extremely industrial management of the herds and the strong link with the market (food industry, supplements, drugs etc.) have been attacked, both in the flatland and in the mountains, by the increasing production costs and 500 or 1,000 kg of milk you might squeeze out of your already boosted cows do not make a difference and cannot solve the financial problems of a farm. With his loud voice and his love for exaggerations Tullio was always able to make you smile, overdoing these concepts as he only could do. In his Trieste accent he used idioms and exclamations collected from all around Italy during his long career: Modena, Rome, and Udine. Obviously I can’t write them in my editorial, but I can tell you they are very direct, effective and funny. Where will selection take us? We agreed we would have had more balanced and complete animals. The most profitable animals are usually those the breeders do not know very well because they did not have to be treated for mastitis, because they did not miscarried, they calved easily and were easily bred. Even when he realized his health was shaky, Tullio kept on fighting for the ideas he had believed in and on the phone - after a two-seconds greeting, often not more than an “I’m still here” - we used to speak about the future. I will miss him, as much as a friend and a highly qualified colleague are missed. Geteilte Ansichten Ein gesunde und faire Konkurrenz unter den Rinderrassen ist unvermeidlich und nützlich. Wie oft sind wir auf die4

03@04_M_4_12.indd 4

sen Aspekt eingegangen, ich und Tullio Luttmann, Geschäftsführer des Zuchtverbandes der Rotfleckrasse… Wir taten dies mit Eifer, Leidenschaft und unterstrichen dabei unsere stets hervorragende zwischenmenschliche Beziehung, absolut im Einklang mit den fast stadionartigen Foppereien, die sich nur echte Rinderfans an den Kopf werfen können. Völlig im Einklang steht daher auch das Gedenken an ihn als FREUND (bei den Großbuchstaben handelt es sich nicht Druckfehler), wenn ich an dieser Stelle fachliche Themen anschneide. In vielen Punkten waren wir uns einig: der Wahnsinn, nur der Leistung hinterherzurennen und allein auf die Milchmenge zu setzen, ist am Ende. Auf der anderen Seite ist die wirtschaftliche Anerkennung für alternative Entscheidungen der kritische Punkt, mit dem wir systematisch konfrontiert werden. Scheinbar unterschiedliche Stellungnahmen (Zweifachnutzung, Eiweiß, Kasein) bringen uns mit dieser erweiterten Sicht der Dinge auf einen gemeinsamen Nenner – die ganzheitliche Beurteilung des Tierpotenzials aus einer immer mehr befürworteten Perspektive der harmonischen Einbettung der Tiere im Zuchtgebiet. Das Extremmodell der Industrialisierung der Ställe sowie die starke Bindung an den Markt (Futtermittel, Zufütterung, Medikamente usw.) ist in der Tiefebene wie im Gebirge gleichermaßen dem furiosen Angriff steigender Produktionskosten ausgesetzt. Die fünf oder zehn Doppelzentner, die man den ohnehin schon an ihre Grenzen getriebenen Tiere entreißen kann, retten die Betriebsbilanz nicht. Mit seiner lauten Stimme und seinem systematischen Hang zur Übertreibung entlockte Tullio seinen Zuhörern so manches Lächeln, indem er seine Ideen auf die ihm eigene Weise auf die Spitze trieb. Mit seinem Triester Akzent warf er Ausrufe und Redewendungen ein, die er während seiner Laufbahn in den Städten Italiens wie Modena, Rom und Udine aufgegabelt hatte… Die lassen sich in einem Leitartikel gewiss nicht wiedergeben. Ich versichere Ihnen jedoch, dass es sich um direkte und witzige Ausdrücke handelte, die ihre Wirkung nicht verfehlten. In welche Richtung entwickelt sich die Zucht? Wir einigten uns auf insgesamt ausgewogenere Tiere. Die Tiere, die dem Betrieb Gewinn einbringen, sind diejenigen, die der Züchter nicht kennt, die er nicht wegen Mastitis behandeln musste, nie Dislokationen aufgewiesen, komplikationsfrei abgekalbt haben und regelmäßig trächtig werden. Als sich sein Gesundheitszustand verschlechterte, kämpfte er weiter, vielleicht sogar stärker noch, für seine Überzeugungen. Wir hörten uns, um gleich über die Zukunft zu diskutieren - die zwei Sekunden für den Austausch von Höflichkeiten beschränkten sich oft auf ein “bin noch da”. Ja, Tullio, du wirst mir fehlen. Als Freund und als ein geschätzter Kollege. n . 4

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

27/08/12 09:00


Pubblicit MIKE_08/12 22-08-2012 9:59 Pagina 1 C

SB

Mike

M

Y

CM

MY

CY CMY

K

Superbrown Mike 路 aAa 216453 IT02100490006 路 Moiado x Dominate

Mike Gerda

IT021001629428

1掳 Latt. 305 gg. 11.491 Kg - 4,30% - 496 Kg - 4,10% - 465 Kg

Solo con MIKE si ottengono questi risultati Consorzio SUPERBROWN di Bolzano e Trento

38121 TRENTO (Italy) - Via delle Bettine, 40 - Tel. +39.0461.657602 - Fax +39.0461.657930 www.superbrown.it - info@superbrown.it

Mike_ok.indd 1

www.stilcomp.com

Buon lavoro, lo Staff Superbrown

27/08/12 11:02


E co n o m ia

e

Po li tic a

Agraria

Passi avanti per la Pac? Lavori in corso per la riforma della Politica agricola. Fra meccanismi di codecisione e greening, l’incognita sul futuro dell’agricoltura, fino al 2020, rimane il tema caldo che richiama l’attenzione dell’intero settore

di

Dario Casati

Compie un nuovo passo avanti la riforma della Pac, con il complicato meccanismo istituzionale della “codecisione” fra Parlamento europeo e Consiglio dei ministri. Sarà il primo provvedimento di rilievo a seguire questo inedito iter normativo e dunque è difficile capire fino a che punto ciò inciderà sulle scelte finali, ma certamente qualche cosa di nuovo si intravvede sin d’ora. La proposta della Commissione dello scorso novembre è riuscita a scontentare tutti, persino la Corte dei conti europea, che non è stata tenera pur limitandosi a usare criteri di tipo tecnico-contabile, senza intervenire sulla sostanza della riforma. Ora il Parlamento europeo (Pe) ha buon gioco ad entrare nel dibattito con una vera e propria The CAP is being reviewed. The proposals from the Agriculture commission, the vote of the European parliament and of the Board of the Italian ministers next September have not show any common sense even though they do not involve general matters. What will agriculture in the EU be like until 2020? The variables are in the background because everyone is trouble by more worryin problem 6

06@07_M_4_12.indd 6

l’agricoltura dell’Ue fino all’anno 2020? In questa occasione le variabili agricole, che in passato condizionavano le scelte, sono relegate in secondo piano. Su tutto dominano altre preoccupazioni, a partire dall’incubo della crisi infinita. Nei suoi documenti la Commissione ha cercato di sintetizzare i termini della questione delineando cinque grandi problemi da risolvere: a) la necessità di promuovere un’agricoltura più idonea ad affrontare le sfide dei tempi in cui viviamo con mercati agricoli sempre più volatili, b) l’esigenza di intervenire con coerenza per definire le modalità di esercizio dell’attività agricola nel contesto di società avanzate come quelle europee, c) il rapporto con il quadro complessivo delle risorse economiche dell’Ue,

proposta, che si annuncia in molti punti migliorativa. A giugno i relatori della Commissione agricoltura del Pe hanno presentato il loro lavoro. Nei mesi successivi vi è spazio per ulteriori emendamenti, mentre a settembre la Commissione agricoltura arriverà ad una proposta che passerà al voto del Pe e poi al Consiglio dei ministri. La proposta del Pe, se confermata, aprirebbe un’interessante fase di dibattito perché interverrebbe sulla Riforma, pur senza alterarne la logica. Forse per la prima volta la discussione uscirebbe dal chiuso delle trattative ovattate acquistando maggiore evidenza. Incubo crisi La riforma della Pac, iniziata 20 anni fa, ora deve rispondere a una domanda chiave: quale sarà like the economical crises. Agriculture hopes some choices will favour this field which is able to create real profits for relounch economy.

Themen keine Stellung bezogen wird. Wie ist es um die EU-Landwirtschaft bis zum Jahr 2020 bestellt? Im Schatten vorrangiger Sorgen, wie die der Alptraumkrise, stehen die Unwägbarkeiten des Agrarwesens. Wünschenswert für die Agrarwirtschaft wären Entscheidungen zugunsten eines Sektors, der im allgemeinen wirtschaftlichen Niedergang realen Reichtum für den Wiederaufschwung produziert.

Die GAP-Reform schreitet voran. Die Vorschläge des Agrarkommission zur Abstimmung im Europaparlament und im Ministerrat im September zeugen von gesundem Menschenverstand, selbst wenn zu allgemeinen n . 4

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

27/08/12 09:12


Tullio Luttmann

La sede del Parlamento europeo di Bruxelles.

d) l’obbligo di una distribuzione interna più equilibrata del sostegno all’agricoltura, e) la continuità con un passato che non può essere improvvisamente cancellato.

nuove e più gravi sperequazioni. Quanto alla continuità con il passato, sembra proprio dimenticata senza nemmeno proporre una certa gradualità.

Il greening: un meccanismo complesso Le delusioni della proposta nascono dal fatto che i nodi principali non vengono affrontati in modo adeguato. Le sfide poste dalle crisi agricole sempre più frequenti, dalla volatilità crescente dei mercati, dalle prospettive incerte del rapporto domanda/offerta di alimenti vengono accantonate, addirittura con stanziamenti incerti e, comunque, fuori dalla Pac, senza cogliere il nesso fra il mercato mondiale e quello interno. La questione delle nuove richieste della società viene tradotta in un complesso e pasticciato meccanismo, il greening, che scontenta agricoltori e ambientalisti, complica inutilmente la gestione agricola dei terreni e, soprattutto, è tecnicamente inapplicabile. Le risorse economiche, pur in carenza della quantificazione che deve ancora giungere, vedono una riduzione mascherata del finanziamento, a cui non fa riscontro nemmeno una razionalizzazione. La redistribuzione, per ridurre le differenze fra vecchi e nuovi stati membri, non è realistica perché si basa sul solo parametro della superficie e quindi apre la strada a

Il buonsenso europeo Le proposte della Commissione del Pe, pur senza intervenire sui temi generali, e quindi con pochi miglioramenti sugli aspetti della crisi agricola, danno prova di grande buonsenso. Il greening diviene facoltativo e incide meno sugli ordinamenti colturali, oltre ad avere un’applicazione differenziata per le aziende piccole. La riduzione delle risorse viene contestata ripristinando quelle precedenti. Per la redistribuzione, oltre a proporre criteri che tengano conto di altri elementi, con ciò facendo recuperare in parte la perdita per l’Italia, viene introdotta una serie di correttivi per evitare un tracollo degli importi percepiti, assicurando continuità con il passato. La parola ora passa al Pe nel suo insieme e al dialogo con il Consiglio dei ministri, l’agricoltura si augura che alla fine, secondo logica, prevalga una scelta a favore di un settore che nello sfacelo economico generale produce ricchezza reale per la ripresa.

n . 4

06@07_M_4_12.indd 7

l u g l i o

/

a g o s t o

Lutto nel mondo degli allevatori per la prematura scomparsa, lo scorso giugno, di Tullio Luttmann, direttore dell’Associazione nazionale allevatori bovini di Pezzata Rossa italiana (Anapri). Classe 1952, Luttmann ha frequentato l’ateneo bolognese dove ha conseguito la laurea in Scienze della produzione animale nel 1979. Ha assunto l’incarico di direttore dell’Anapri nel 1987, dove ha lavorato ininterrottamente per venticinque anni. Lungimirante, profondo estimatore e promotore dell’innovazione tecnologica, nell’ultimo periodo ha portato avanti con assoluta convinzione l’investimento nella selezione genomica. Ha sempre sostenuto che chi è piccolo in termini numerici non deve scomparire, in quanto l’estinzione di una razza vuol dire una perdita di patrimonio genetico, di tradizioni, di cultura che sono correlati agli animali e al territorio di diffusione degli stessi. Intuito, capacità di capire come le cose alla lunga si potessero evolvere, una simpatia in grado di stemperare la tensione dei momenti più difficili e impegnativi sono alcune delle peculiarità che hanno caratterizzato l’operato e lo “stare” di Luttmann in Anapri. Vicini alla famiglia Luttmann e agli allevatori di Pezzata Rossa per la grave perdita, la presidenza, il comitato direttivo, la direzione, il corpo esperti e tutto il personale Anarb rinnovano le più sentite condoglianze. Nella foto: Tullio Luttmann durante il congresso europeo della Pezzata Rossa.

Prorettore Vicario dell’Università degli Studi di Milano, Dipartimento di economia, management e metodi quantitativi. 2 0 1 2

7

27/08/12 09:12


D a g li

U f f ici

A n arb

Quote rosa... in casa genomica Lo scorso 16 luglio, con la pubblicazione della prima valutazione genomica delle femmine genotipizzate nella popolazione della Bruna Italiana, è avvenuta la posa della chiave di volta che sorregge il ponte di un nuovo modo di fare selezione. Una metafora architettonica che identifica bene a che punto siamo nella costruzione di un nuovo tipo di selezione. Certo, il ponte tra il vecchio e il nuovo non è ancora concluso, ma l’arco portante è pronto e si può quindi iniziare a passare da una sponda all’altra. Da questo momento, serve costruire sull’infrastruttura, creare la strada e i servizi necessari che permettono un viaggio comodo e sicuro. Il passaggio dai maschi alle femmine Fare la valutazione genomica delle vacche poteva sembrare un passaggio banale, visto il cospicuo lavoro fatto per creare il sistema di valutazione genomica dei maschi. In effetti, è stato estremamente semplice applicare le equazioni di predizione stimate sui maschi ai 8

08@11_M_4_12.indd 8

necessari ulteriori approfondimenti che hanno determinato il ritardo della pubblicazione delle vacche rispetto ai tori. La prima valutazione sperimentale Il principale punto critico della valutazione genomica delle vacche, quindi, consisteva nel fatto che si era riusciti ad ottenere un indice genomico di buona qualità per le femmine genotipizzate, ma esso era espresso su scala maschile e quindi difficilmente confrontabile con la valutazione tradizionale delle altre vacche. A questo punto le possibilità erano due: cambiare la scala delle vacche genotipizzate o quella delle vacche con valutazione tradizionale. Dal punto di vista teorico, sarebbe forse più corretto riscalare la valutazione tradizionale sulla nuova scala, ma ciò richiederebbe di modificare la valutazione tradizionale. Inoltre, tale scelta si scontra con il fatto che le vacche genotipizzate sono solo 400 e quindi una variazione basata su di un numero così limitato di animali potrebbe generare instabilità nel sistema di valutazione. Da queste considerazioni è nata la scelta di portare la valutazione genomica sulla scala della valutazione tradizionale. La valutazione genomica delle femmine è stata quindi pubblicata in un’apposita lista che

genotipi delle femmine, ma, a quel punto, il valore genomico diretto così stimato era espresso sulla scala maschile. Agli utenti finali, spesso, ciò non risulta evidente perché è raro confrontare l’indice di una vacca con quello di un toro. Però, per varie

Al via la valutazione genomica della popolazione femminile. Si apre la strada per un nuovo modo di fare selezione motivazioni, le scale di espressione degli indici tradizionali di maschi e femmine sono estremamente diverse. A ciò va aggiunto il fatto che, nel caso dei maschi, l’aggregazione tra valore genomico diretto e indice tradizionale per determinare l’indice genomico pubblicato, è effettuata direttamente da Interbull attraverso una metodica difficilmente applicabile a livello nazionale. Di conseguenza, è stato necessario affrontare anche quest’aspetto. Questi due elementi hanno reso n . 4

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

27/08/12 09:18


D agli

A narb

Aumento di attendibilità

Importanza dell’Ebv e Gebv

Importanza relativa

Ebv

Dgv

20 25 30 35 40 45 50 55 60 65 70 75 80 85 90 95 99

Attendibilità con la genomica

76

100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0%

74 72 70 68 66 64 62 60 58 30

Attendibilità Ebv

si aggiunge e non si sostituisce alle precedenti e, per questo, è definita sperimentale. Tuffiamoci nei numeri Il primo elemento utile da tenere presente prima di guardare la singola valutazione, è capire quanto pesa l’indice genomico diretto (Dgv) all’interno della valutazione genomica complessiva. Come si può intuire dal grafico 1, quando parliamo di animali con una valutazione pedigree (attendibilità tradizionale tra il 20 e il 35%) l’indice basato solo sul Dna, rappresenta oltre 75% della valutazione genomica. Mentre per le vacche con controlli funzionali propri (attendibilità tradizionale tra il 45 e il 65%) il Dgv rappresenta solo tra il 40 e il 70% dell’ indice genomico. On July 16th the first Genomic Evaluation of the genotyped females was released. In order to solve the problems related to the new genomic index scale, the genomic indexes will be expressed using the traditional genetic •

08@11_M_4_12.indd 9

l u g l i o

/

a g o s t o

35

40

45

50

55

60

Attendibilità tradizionale

Grafico 1 - L’importanza dell’indice genomico diretto (Dgv) e dell’indice tradizionale (Ebv) varia in funzione dell’attendibilità dell’indice tradizionale.

n . 4

Uffic i

Grafico 2 - Aumento di attendibilità della valutazione genomica per le vacche in funzione dell’attendibilità dell’indice tradizionale.

L’elemento che meglio rappresenta quali potenzialità ha questo nuovo strumento di selezione è l’aumento di attendibilità (grafico 2). Già le vitelle giovani, che hanno un’attendibilità tradizionale intorno al 30-35%, possono avere una valutazione genomica con un’attendibilità attorno al 65%, valore superiore alle vacche con molte lattazioni controllate. Allo stesso tempo le vacche con analisi genomica, anche vecchie, raggiungono livelli di attendibilità (70-72%) prima inimmaginabili e paragonabili a quelli ottenibili con le prove di progenie con i metodi tradizionali. Queste considerazioni evidenziano come la valutazione genomica possa rivoluzionare il modo di scegliere le femmine all’interno dell’azien-

da, sia per la rimonta che per interventi di embryo transfer.

index until the number of the available genotyped females improves.

licht worden. Um das Problem der Skala für Genomzuchtwerte zu überwinden, hat man sich entschlossen, letztere auf die herkömmliche Skala zu übertragen, bis die Anzahl der geno typisierten Kühe steigt.

Am 16.Juli ist die erste genomische Zuchtwertschätzung der genotypisierten weiblichen Tiere veröffent2 0 1 2

Evitiamo di addentrarci in commenti specifici sul singolo animale, dal momento che le 400 vacche genotipizzate sono state in gran parte scelte, per motivi di ricerca, direttamente da Anarb. Cogliamo, invece, l’occasione per ringraziare gli allevatori che hanno collaborato al progetto. In generale, possiamo dire che gli scostamenti tra valutazione tradizionale e valutazione genomica sono molto sensibili sia per le variazioni dei singoli caratteri sia perché nella valutazione genomica prendiamo in considerazione anche nuovi caratteri finora non utilizzati per le vacche come, ad esempio, la velocità di mungi-

9

27/08/12 09:18


NIRVANA

MIR ZAST ACE NIRVANA *TM IT 048 990 022 965 All.: RICCIANICO di MARCHI Firenzuola (FI)

GIRINA All. I MANTI di Torresan G.

ZASTER ∫ ZOLDO MIR. ACE. ALPINA 2° 305 12.502 3.60% 3.50%

ACE MIR-DEN-TA 3° 305 8.697 4.00% 3.80%

DENMARK MIR GORD REGA 5° 305 10.190 4.00% 3.70%

INDICI GENOMICI ANARB AGOSTO 2012 I.T.E. RANK LATTE KG. GRASSO KG. GRASSO % PROTEINE KG. PROTEINE % FIGLIE PROD.

NIRVANA SERA All. Fatt. SAN MICHELE - Bassano del Grappa (VI)

• Tipo • Latte l le • Ma m m e Distributore per l’Italia

08@11_M_4_12.indd 10

STATURA FORZA - VIGORE PROFONDITÀ LINEA DORSALE ANGOLO GROPPA AMP. STRUTTURALE ARTI DI LATO QUALITÀ GARRETTO PASTOIE ALTEZZA TALLONI ATTACCO ANTERIORE ALTEZZA ATTACCO LARGHEZZA ATT. POST. POST. LARGHEZZA ALTEZZA ATTACCO ATT. POST. POST. LEGAMENTO PROFONDITÀ MAMM. DIREZIONE CAPEZZOLI LUNGH. CAPEZZOLI

711 94 1030 39 -0,03 34 -0,03 42

TIPO ICM ARTI E PIEDI FIGLIE MORF. LONGEVITÀ K - CASEINE MUNGIBILITÀ CELLULE SOMATICHE

131 129 131 37 103 AB 109 102

132 88 123 87 121 96 100 102 100 99 140 80 78 88 100 125 100 122 123 80 100 131 125 96 100 123 100 134 112 96 100 119 100 81

88

94

100

106

112

118

Distributore per l’estero

27/08/12 09:18


Ite

86%

Latte

90%

Kg proteina

88%

Kg grasso

89%

% grasso

88%

% proteina

90%

Punteggio finale

87%

Mammella

88%

Longevità

54%

Tabella 3 - Correlazioni osservate tra la valutazione tradizionale e la valutazione genomica.

tura e le cellule somatiche. Inoltre, la valutazione genomica per la longevità si differenzia molto dalla tradizionale perché prende in considerazione anche la longevità diretta e non solo quella basata sulle correlazioni con alcuni caratteri morfologici. Per dare un’indicazione delle

D agli

variazioni osservate, riportiamo alcuni numeri sul totale di 400 vacche: 22 animali perdono più di 20 fasce di rank, mentre oltre 70 animali aumentano di 20 fasce di rank, quasi metà delle vacche hanno variazioni, in positivo o in negativo, di circa 5 fasce di rank. Va però detto che l’Ite è il carattere dove si riscontrano le maggiori variazioni perché, come già ricordato, prende in considerazione i nuovi caratteri: infatti, la correlazione con la valutazione ufficiale di aprile è solo dell’86%. Pren-

VALUTAZIONE GENOMICA

Uffic i

A narb

dendo in esame, in tabella 3, le correlazioni anche per gli altri caratteri, si nota comunque che tutte sono inferiori al 90%. Particolarmente bassa è quella della longevità perché, come già citato in precedenza, si è passati dalla longevità morfologica a quella diretta. Di solito, tra due valutazioni successive, abbiamo correlazioni superiori al 99%, mentre lo scorso dicembre con l’introduzione della genomica per i maschi, si è osservata una correlazione per l’Ite del 94%. Attilio Rossoni

Grazie alla valutazione genomica, attraverso l’analisi del DNA, ogni allevatore potrà conoscere il valore del proprio animale, senza doverne attendere la discendenza. La valutazione genomica rappresenta un modo nuovo e molto più efficace per:  scegliere la rimonta;  aumentare l’attendibilità degli indici genetici;  permettere una maggiore efficacia nella scelta degli accoppiamenti. Per informazioni rivolgersi ad Anarb (www.anarb.it - 045/6760136)

L’elica per far volare più in alto il vostro allevamento. ANARB_Pag. analisi valutazione genomica_DEF.indd 1

n . 4

08@11_M_4_12.indd 11

l u g l i o

/

a g o s t o

24/08/12 09.48

2 0 1 2

11

27/08/12 09:18


COMUNITÀ MONTANA DI VALLECAMONICA COMUNE DI EDOLO AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE Brescia ASSOCIAZIONE PROVINCIALE ALLEVATORI Brescia CO.BRE.CA. Brescia

1 • 2 OTTOBRE

Giornate Zootecniche di Edolo (BS) 2012 Presso il Centro Servizi per l’Agricoltura e la Zootecnia Edolo, via Sora n. 1 PUBBLICITà.indd 1

Asta bovini di razza BRUNA PROGRAMMA Lunedì 1 ottobre

ore 14.30 Valutazione del bestiame ore 17.00 Concorso “Reginetta dell‘Asta” ore 17.30 Premiazioni

Martedì 2 ottobre

ore 9.00 Asta bovini di razza Bruna

27/08/12 09:22


D agli

Uffic i

A narb

Jam 2012: una calda settimana Ricercatori da tutto il mondo riuniti in Arizona per l’annuale convegno americano

Una settimana molto calda quella vissuta nel deserto dell’Arizona, a Phoenix, dal 15 al 19 luglio, sia dal punto di vista climatico, con il termometro che oscillava tra i 30 e i 40 gradi, sia dal punto di vista lavorativo. Jam 2012, infatti, è uno dei più importanti convegni annuali per chi si occupa di ricerca nell’ambito delle produzioni animali. Un incontro organizzato anche grazie alla collaborazione tra le associazioni americane, canadesi e messicane. Qualche numero per comprendere meglio la dimensione del convegno: 3.566 persone provenienti da 49 nazioni hanno seguito le presentazioni di oltre 2.200 ricerche. Molteplici gli argomenti trattati: nutrizione, trasformazione, fisiologia, gestione aziendale, trasferimento tecnologico, insegnamento, ecc.

Passando in rassegna le specie e le razze trattate, se ne trovano di tutti i tipi: vacche, bufali, capre, pecore, maiali, cavalli, cani, ecc.

The ANARB representatives attended the annual meeting of the American Researchers involved in profitable animal breeding researches held in Arizona from July 15th to 19th. Seven of the nine papers presented by the Italian researchers were about the Italian Brown breed,

underlining the key role of the Italian Brown cattle and its involvement in research.

n . 4

13@14_M_4_12.indd 13

l u g l i o

/

a g o s t o

Genetica Anarb ha partecipato al convegno, seguendo principalmente le sessioni dedicate alla genetica e ai bovini da latte. In linea generale, va detto che non è stata presentata nessuna ricerca rivoluzionaria. Sembra che gli studi di genomica siano arrivati ad una fase di stasi, in quanto tutti stanno analizzando nuovi modi per utilizzare le informazioni provenienti dai chip ad alta densità e dal sequenziamento, ma ancora non esiste un metodo di riferimento unanimemente accettato per questo nuovo aspetto di analisi del genoma.

Der Anarb-Verband hat am amerikanischen Jahreskongress der Nutztierforscher vom 15.-19.Juli in Arizona teilgenommen. Interessant 2 0 1 2

Il mondo della ricerca applicata, invece, sta lavorando in modo molto veloce e attivo sul perfezionamento degli strumenti dedicati alla selezione genomica. Molti lavori sono stati condotti per la stima di indici genomici legati a caratteri estremamente innovativi (emissione di gas serra, equilibrio degli acidi grassi nel latte, caratteristiche casearie del latte e resistenza a specifiche patologie con impatto sul reddito…). Sono stati inoltre presentati alcuni lavori che studiavano diversi aspetti per un migliore sfruttamento delle analisi genomiche per fini accessori. Il tutto, con lo scopo di rendere economicaNella foto in alto: Phoenix, Arizona, panoramica sul Convention Center, sede del convegno Jam 2012. die zweckorientierten Studien zur Genomik. Auch im Hinblick auf gemeinsame Forschungsvorhaben betonte Italien mit sieben von neun vorgestellten Arbeiten, in denen Braunviehdaten analysiert wurden, die Schlüsselrolle der italienischen Braunviehrasse. 13

27/08/12 09:24


Tipico paesaggio dell’Arizona con cactus giganti che crescono in questo deserto (foto a sinistra); logo del Convegno tenutosi a Phoenix nel luglio scorso (foto a destra).

genomiche nelle procedure di diagnosi di parentela senza dover analizzare nuovamente i campioni dei progenitori, ma utilizzando solo le informazioni disponibili, - come identificare particolari caratteristiche nel genoma che riducono la fertilità di specifici accoppiamenti.

Per quanto riguarda l’Italia, erano presenti i team dell’Università di Padova e di Sassari con diversi lavori. Delle nove ricerche italiane presentate, ben sette hanno analizzato dati relativi alla Bruna Italiana, evidenziando il ruolo chiave della razza anche per le collaborazioni di ricerca. Marcello Zevolli

Seme sessato disponibile

Distributore

1074

99

BB

Moiado x Dominate

1106

48

0.12

121

115

Superbrown

01US000000197305

1038

99

BB

Pronto x Emerald

661

33

0.13

125

126

Cosapam

Poster

01IT022000130210

993

99

BB

Poldi x Emico

760

43

0.22

118

115

Superbrown

Blogger

01IT024990069255

923

98

BB

Jublend x Gordon

289

40

0.43

113

117

Polar

Hot

01IT022990018902

852

97

AB

Hucos x Mazilo (W*)

Nirvana

01IT048990022965

711

94

AB

Zaster x Ace

Payoff

01US000000193627

698

94

BB

Rivaldo

01IT015530010307

648

93

AB

Peter

01IT021000897630

645

92

BB

1057

99

BB

Cross

Proteine

Latte

kg

%

Indice

01IT021001490006

Dally

Ite

finale

k-caseina

Punteggio

Rank

Mike

Nome e matricola

Fonte immagine: MedicalRF.com/Getty Images®

AGOSTO 2012 mammella

mente più vantaggiosa la genotipizzazione delle femmine. I principali studi a riguardo hanno analizzato i seguenti aspetti: - come verificare la corrispondenza del nonno materno anche quando la genotipizzazione della madre non è disponibile, - trovare una strategia per poter integrare le informazioni

900

34

0.03

112

97

1030

34

-0.03

131

129

Polar

Superbrown

Prelude x Collection

841

31

0.02

124

117

Anarb

Hussli x Prophet

378

19

0.09

125

122

Polar

President (D) x Lacher

590

19

-0.02

117

124

Superbrown

Zeus-Ch x Vinozak

392

33

0.27

119

129

Polar

GIOVANI TORI GENOMICI Zephir

01IT010990008842

Dati indici genomici (gebv) agosto 2012.

14

13@14_M_4_12.indd 14

n . 4

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

27/08/12 09:24


Pubblicit POSTER_08-12 22-08-2012 10:00 Pagina 1 C

SB

Poster

M

Y

CM

MY

CY CMY

K

Superbrown Poster *TM 路 aAa 261453 IT022000130210 路 Poldi x Emico

Poster Nelli Poster Beate Poster Andrea Poster Havana Poster Veicher

Il Toro Completo per la razza Bruna!

Forza - Dorsale - Arti - Latte - Proteine Consorzio SUPERBROWN di Bolzano e Trento 38121 TRENTO (Italy) - Via delle Bettine, 40 - Tel. +39.0461.657602 - Fax +39.0461.657930 www.superbrown.it - info@superbrown.it

POSTER_ok.indd 1

27/08/12 09:35


D a g li

U f f ici

A n arb

Sono made in Italy i Top 6 a morfologia Ottimo il risultato dei tori genomici, in linea con le attese Quella di agosto, pur ricadendo nel periodo delle ferie estive, risulta essere una delle valutazioni genetiche più importanti per la razza Bruna, in quanto verrà utilizzata per la scelta dei tori fino alla fine dell’anno. Dal punto di vista tecnico, l’attenzione è concentrata sulle possibili variazioni o conferme dei tori genomici che raggiungono la prima valutazione. Le impressioni sono molto positive. Infatti, i tori che a dicembre avevano valutazione genomica senza figlie, mentre oggi hanno figlie in produzione, hanno visto variazioni che per il 50% circa dei casi sono comprese tra i + e –50 kg a Ite. Inoltre, sono solo due i tori che hanno fatto registrare variazioni superiori ai 150 kg. Altro elemento positivo è che mediamente i tori che aggiungono le prime figlie valutate, aumentano il loro indice di circa 30 kg a Ite. Questo riconferma quanto atteso e voluto e cioè che le valutazioni genomiche, con lo scopo di essere caute nella promozione di questa tipologia di riproduttori, sono tenden16

16@19_M_4_12.indd 16

neato che, nonostante non siano ai vertici della classifica, alcuni di questi riproduttori risultano essere molto interessanti.

zialmente più prudenziali. L’estremo valore dei riproduttori italiani, per quanto riguarda le caratteristiche morfologiche, è un elemento già presente nelle scorse valutazioni, ma che teniamo particolarmente a sottolineare: le prime sei posizioni della speciale classifica per punteggio finale sono coperte da riproduttori nazionali. Dodici riproduttori italiani, inoltre, hanno una valutazione genomica per il complessivo mammella superiore ai 125 punti. Questi risultati sono significativi in quanto, per la maggior parte di questi riproduttori, le caratteristiche morfologiche sono un optional perché la loro vera qualità risiede nelle caratteristiche produttive. Guardando i primi 100 riproduttori della classifica internazionale, i tori italiani occupano il 25% delle posizioni.

Mir Zast Ace Nirvana *Tm (Zaster x Ace) Certamente Nirvana è quello che viene definito un “toro a tipo”. Infatti, risulta essere primo assoluto a punteggio finale, ampiezza strutturale e attacco anteriore della mammella. Anche gli indici genetici per la mammella (129), arti e piedi (131) descrivono figlie dalle estreme qualità morfologiche. A livello fenotipico si evidenzia un punteggio medio delle figlie superiore agli 81,5 punti. Per quanto riguarda le produzioni, il toro si dimostra essere buono per quantità e con titoli nella media. Il cross genetico gli fa totalizzare un indicatore di fuorilinea di 91. Questo ultimo elemento suggerisce una certa attenzione nella scelta delle vacche da fecondare con questo toro.

Prime pubblicazioni I 18 tori in prima pubblicazione sono figli di 12 padri diversi, il più rappresentato è Zeus-CH con 4 figli. Sono 6 i riproduttori che entrano tra gli autorizzati. Va sottolin . 4

Oliver Zeus Jetv Zelig Et (Zeus-Ch x Jetvin) Anche per quanto riguarda Zelig, la linea di sangue è particolar•

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

27/08/12 10:20


mente nuova (indicatore di fuorilinea di 96). Le caratteristiche genetiche del riproduttore sono simili a quelle del riproduttore precedente con indici morfologici buoni, indice latte molto interessante e caratteristiche funzionali e di qualità delle produzioni nella media. Questi elementi classificano il riproduttore tra i rank 94, aumentando sensibilmente la sua valutazione genomica senza figlie. Ora attendiamo la valutazione di dicembre per verificare con maggior sicurezza il valore del riproduttore. Steiner’s Zeus Antico Et *Tm (ZeusCh x Ace) Frutto delle prove di progenie internazionali effettuate in collaborazione con la Svizzera, è buono per le caratteristiche morfologiche e funzionali. Per quanto riguarda le produzioni ha un indice kg latte appena accettabile, ma con un buon tenore in proteina.

Nella foto, una delle figlie di Easy.

con alcune lacune su specifici tratti lineari come, ad esempio, l’ampiezza strutturale. Le ultime due prime pubblicazioni tra gli autorizzati sono rank 90: Paul un toro di importazione senza disponibilità di seme con indici produttivi mediocri e caratteristiche morfologiche interessanti e Salvador un figlio di Scipio con indice latte molto alto, ma medio per le altre caratteristiche.

Superbrown Cavaliere Et (Viking x Catullo) Tra i rank 92 troviamo Cavaliere, un riproduttore dalle caratteristiche produttive ben bilanciate, un indice mammella buono, ma

Variazioni e conferme Osservando le prime pubblicazioni della volta scorsa, notiamo una diminuzione nelle valutazioni di Prudens e Cocco che, aumen-

August Evaluation run is one of the most important runs for the Italian Brown breed because it will be used to choose the sire to be used in the herds until the end of the year. The comments about the First Run sires are quite positive and show, as expected, only little changes. On the average, the sires with their first evaluated daughters have improved

of about 30 kg their ITE, confirming the expected results. We are glad to point out that the Italian sires show excellent type indexes as in the previous Run. The first 18 First Run Sires have 12 different sires: the most popular is Zeus-CH with four sons. The best of them is Nirvana, an excellent type sire, with the highest Final Score, body width index and fore

n . 4

16@19_M_4_12.indd 17

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

tando il numero di figlie, vedono riallinearsi la loro valutazione con la valutazione genomica di dicembre effettuata senza dati sulle figlie. Voyager, grazie a 30 figlie nuove, sale tra i rank 97 migliorando di ben 7 kg l’indice proteina. Osservando i vertici della classifica, vediamo il cambio al vertice tra Huray e Moiado, il primo aumenta di 2 kg a proteina e 5 punti a longevità grazie all’aggiunta di oltre 140 nuove figlie. Scendendo alcune posizioni troviamo Nesta che, continuando ad aumentare il numero di figlie in second crop, migliora leggermente sotto tutti i fronti. udder attachment index. Zelig, like Nirvana, is not from a new blood line. The genetic indexes of both are similar: good type indexes, very interesting milk and functional indexes and average milk quality. Die Zuchtwertrunde vom August ist eine der wichtigsten für die Braun(continued on page 19) 17

27/08/12 10:20


Giovani tori Polar con indici genomici MIR DAL MOIA DUBFIRE *TM * TA IT 048 990 035 506

DALLY x MOIADO x JACKPOT (M)

ALIBABA x SESAM x AMARANTO (A)

Toro Asgard

ZEPHIR

1144 99 603 46 0,30 42 0,28 . 126 126 123 . 111 BB 129 112

STATURA FORZA - VIGORE PROFONDITÀ LINEA DORSALE ANGOLO GROPPA AMP. STRUTTURALE ARTI DI LATO QUALITÀ GARRETTO PASTOIE ALTEZZA TALLONI ATTACCO ANTERIORE LARGHEZZA ATT. POST. ALTEZZA ATTACCO POST. ALTEZZA ATTACCO POST. LARGHEZZA ATT. POST. LEGAMENTO PROFONDITÀ MAMM. DIREZIONE CAPEZZOLI LUNGH. CAPEZZOLI

INDICI GENOMICI ANARB AGOSTO 2012

Zeffira B+84 - B+84

Distributore per l’Italia

126 88 119 87 125 96 -100 95 100 -80 87 78 -100 114 100 110 80 123 100 109 96 128 100 125 100 129 96 106 100 80 100

88

I.T.E. RANK LATTE KG. GRASSO KG. GRASSO % PROTEINE KG. PROTEINE % FIGLIE PROD. TIPO ICM ARTI E PIEDI FIGLIE MORF. LONGEVITÀ K - CASEINE MUNGIBILITÀ CELLULE SOM.

1018 99 962 39 0,01 43 0,12 . 126 126 116 . 114 BB 113 116

STATURA FORZA - VIGORE PROFONDITÀ LINEA DORSALE ANGOLO GROPPA AMP. STRUTTURALE ARTI DI LATO QUALITÀ GARRETTO PASTOIE ALTEZZA TALLONI ATTACCO ANTERIORE LARGHEZZA ATT. POST. ALTEZZA ATTACCO POST. ALTEZZA ATTACCO POST. LARGHEZZA ATT. POST. LEGAMENTO PROFONDITÀ MAMM. DIREZIONE CAPEZZOLI LUNGH. CAPEZZOLI

STATURA FORZA - VIGORE PROFONDITÀ LINEA DORSALE ANGOLO GROPPA AMP. STRUTTURALE ARTI DI LATO QUALITÀ GARRETTO PASTOIE ALTEZZA TALLONI ATTACCO ANTERIORE LARGHEZZA ATT. POST. ALTEZZA ATTACCO POST. ALTEZZA ATTACCO POST. LARGHEZZA ATT. POST. LEGAMENTO PROFONDITÀ MAMM. DIREZIONE CAPEZZOLI LUNGH. CAPEZZOLI

106

112

118

124 88 105 87 111 96 -100 112 100 -80 90 78 -100 107 100 109 80 116 100 121 96 122 100 115 100 108 96 115 100 70 100

94

100

106

112

118

All.: Az. Agr. LAVAGE’ Rossiglione (GE)

K-BB 1057 99 392 32 0,23 33 0,27 . 119 129 127 . 114 BB 127 126

100

All.: SPRENGER Gabriel Curon (BZ)

88

I.T.E. RANK LATTE KG. GRASSO KG. GRASSO % PROTEINE KG. PROTEINE % FIGLIE PROD. TIPO ICM ARTI E PIEDI FIGLIE MORF. LONGEVITÀ K - CASEINE MUNGIBILITÀ CELLULE SOM.

94

K-BB

LAVAGE ZEUS VINO ZEPHIR *TM IT 010 990 008 842

ZEUS-CH x VINOZAK x EVEN

16@19_M_4_12.indd 18

I.T.E. RANK LATTE KG. GRASSO KG. GRASSO % PROTEINE KG. PROTEINE % FIGLIE PROD. TIPO ICM ARTI E PIEDI FIGLIE MORF. LONGEVITÀ K - CASEINE MUNGIBILITÀ CELLULE SOM.

All.: RICCIANICO di MARCHI Firenzuola (FI)

K-BB

ALIB SESA ASGARD *TM * TA IT 021 001 818 173 INDICI GENOMICI ANARB AGOSTO 2012

ASGARD

INDICI GENOMICI ANARB AGOSTO 2012

DUBFIRE

100 88 98 87 96 -100 98 100 -80 82 78 -100 125 100 129 80 123 100 117 96 122 100 112 100 119 96 105 100 74 100

88

94

100

106

112

118

Distributore per l’estero

27/08/12 10:20


D agli

Uffic i

A narb

Al contrario, il second crop di Vigor fa diminuire la valutazione del toro andando a classificarsi tra i rank 98. Sempre nella stessa fascia di rank troviamo anche Hupoly che aumenta di 131 kg ad Ite, grazie ad un miglioramento sia per l’indice proteina che velocità di mungitura. Easy, in attesa del parto delle figlie in second crop, grazie all’apporto delle figlie in prove di progenie, aumenta di 2 kg a proteine e di 5 punti longevità, salendo di 16 posti in classifica. Classifica dei giovani genomici La classifica dei giovani tori genomici è composta da 58 tori figli di 19 padri differenti. Il più rappresentato è Nesta con ben 11 figli, seguito da Vigor con 10 figli. Nell’ultimo trimestre sono entrati in distribuzione 4 nuovi soggetti di cui tre sono compresi entro i rank 98. Dubfire (Dally x Moiado), Asgard (Alibaba x Sesam) e Droopy (Dally x Zeus-ch) sono tre riproduttori che ben bilanciano gli aspetti di qualità e quantità delle produzioni con morfologia eccellente e

buone caratteristiche funzionali. In generale, la classifica dei giovani genomici subisce maggiori variazioni rispetto al consueto, perché sono stati implementati nuovi metodi di verifica e di controlli delle analisi genomiche a livello internazionale che hanno determinato lo scarto e la correzione di alcuni genotipi. Le prime tre valutazioni genomi-

che hanno dato risultati in linea con quello atteso, ciò ci lascia maggiormente tranquilli sull’utilizzo importante che si sta facendo di questo strumento nella preselezione dei torelli e ci fa ben sperare anche per il nuovo servizio di valutazione genomica delle femmine recentemente attivato da Anarb. Attilio Rossoni

(continued from page 17) viehrasse, da sie bei der Auswahl der bis zum Jahresende im Betrieb eingesetzten Stiere herangezogen wird. Einen sehr positiven Eindruck hinterlassen die Genomstiere, die bei insgesamt mäßigen und auf jeden Fall absehbaren Variationen ihre erste Zuchtbeurteilung bestreiten. Im Durchschnitt erhöht sich der GZW der Stiere mit den ersten beur-

teilten Töchtern erwartungsgemäß um etwa 30 kg. Dies war zwar schon in zurückliegenden Zuchtwertschätzungen so, allerdings müssen die extrem hohen Exterieurzuchtwerte der italienischen Vererber betont werden. Die 18 männlichen Neuzugänge stammen von 12 verschiedenen Vätern ab, darunter ist Zeus-CH mit 4 Söhnen am stärksten vertreten. Der Beste von ihnen ist der nach

Gesamtpunktzahl, Körperbau und Vordereuteraufhängung erstplatzierte Typ-Stier Nirvana. Man kann nicht behaupten, dass Zelig, wie Nirvana, eine neue Blutslinie bildet. Die Zuchtmerkmale beider Vererber sind mit guten Exterieurzuchtwerten, hochinteressantem Milchindex und Funktionsmerkmalen sowie durchschnittlicher Leistungsqualität ähnlich.

n . 4

16@19_M_4_12.indd 19

l u g l i o

/

a g o s t o

Nella foto, una delle figlie di Nesta.

2 0 1 2

19

27/08/12 10:20


D a g li

U f f ici

A n arb

I migliori allevamenti per Ite

Latte kg

Grasso %

Grasso kg

Proteine %

11

760

579

0,01

24

0,13

29

Hofer Johann - Ausserpflersch/Brennero (BZ)

6

719

598

0,01

24

0,08

27

Volgger Johann - Tulfer/Val Di Vizze (BZ)

7

657

689

-0,08

22

0,09

31

Reiterer Markus - Voeran/Verano (BZ)

7

643

678

-0,10

20

0,05

27

Bebbu F.lli S.S. - Arborea (OR)

8

643

591

-0,02

22

0,08

26

Gasteiger Walter - Ridnaun/Racines (BZ)

6

628

550

0,03

25

0,11

27

Kaserer Franz - Meiern//Martello (BZ)

7

614

492

-0,02

18

0,12

26

Pavoni F.lli Remo e Giovanni - Caprino Veronese (VR)

5

606

693

-0,09

21

0,01

25

kg

Ite

Gamper Karl - Fuchsberg/Naturno (BZ)

Proteine

Allevamenti da 5 a 15 vacche

N. vacche

Di seguito sono riportati i migliori allevamenti come media Ite delle vacche, figlie di tori f.a., presenti in stalla ad agosto 2012. Come è noto, raggiungere livelli geneticamente alti sulla media di stalla è tanto più difficile quanto più alto è il numero degli animali presenti. Per rendere, quindi, confrontabili le diverse realtà, sono state elaborate quattro differenti classifiche in base al numero dei capi presenti in azienda.

Oberjakober Petra - Pfalzen/Falzes (BZ)

7

594

673

0,04

29

0,08

30

Wellenzohn Helene - Tanas/Lasa (BZ)

14

594

459

0,01

19

0,09

23

Stark Josef - Allitz/Lasa (BZ)

28

629

585

-0,03

21

0,09

27

Runggatscher Gerhard - St. Magdalena/Funes (BZ)

18

580

482

-0,03

18

0,06

21

Allevamenti da 16 a 40 vacche

Neumair Florian - Pfunders/Vandoies (BZ)

17

577

507

0,02

22

0,10

25

Cuman Danilo - Schiavon (VI)

30

568

806

-0,05

28

0,03

31

Lamp Peter - Oberplanken/Casies (BZ)

29

551

428

-0,03

15

0,11

22

Az.agr. Le Giare Soc.Semp.Agr. - Scurelle (TN)

29

550

741

-0,16

18

0,08

32

Wurzer Johann - Ridnaun/Racines (BZ)

23

550

621

-0,06

20

0,05

25

Debertolis Fabio - Transacqua (TN)

35

541

579

-0,03

21

0,07

25

Niederhofer Albert - St. Magdalena/Casies (BZ)

18

533

672

0,01

28

0,03

26

Erlacher Konrad - Teis/Funes (BZ)

21

512

552

-0,06

18

0,05

23

20

20@21_M_4_12.indd 20

n . 4

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

27/08/12 09:39


D agli

Uffic i

A narb

Grasso %

Grasso kg

Proteine %

41

655

737

-0,09

23

0,05

29

Montorsi A.A. di Lino Balzarini - Modena (MO)

52

521

457

-0,06

14

0,05

20

Az. agr. Ciminiera F.lli Mangini - Monopoli (BA)

41

467

293

0,07

16

0,08

15

S.S.Agricola San Martino dei F.lli - Santa Giustina (BL)

60

456

421

-0,02

15

0,03

17

Gortani Dario e Riccardo S.S. - Santa Maria La Longa (UD)

47

447

365

-0,03

12

0,02

14

Az.agr.Boz Bruno Boz Rino&Renzo - Feltre (BL)

57

441

441

0,02

19

0,07

20

Fighera Tiziano e Fioravante S.S - Istrana (TV)

49

427

513

-0,08

15

0,01

19

Piazza Carlo - Feltre (BL)

46

416

431

-0,04

15

0,03

17

Consorzio di Miglioramento Fondi - Travesio (PN)

42

412

583

-0,09

16

0,00

21

Bonomi Daniele - Tenno (TN)

58

409

404

-0,05

13

0,04

17

Ciappesoni S.S. A. - Bulciago (LC)

76

522

659

-0,03

24

0,02

24

Riccianico di Marchi Remo & Brun - Firenzuola (FI)

82

510

682

-0,04

24

0,01

25

kg

Latte kg

Stramare Dario e Saverio Soc. Ag. - Segusino (TV)

Proteine

Allevamenti da 41 a 70 vacche

Ite

Altri allevamenti in classifica sono consultabili alla pagina “statistiche - i migliori allevamenti per Ite”

N. vacche

ww

anarb.it

w.

Allevamenti con più di 70 vacche

De Cet Modesto - Feltre (BL)

165

461

672

-0,06

22

0,00

23

Cigagna Gino e Franco S.S. - Arborea (OR)

174

434

412

-0,01

16

0,06

18

Peron Giuseppe - Schiavon (VI)

87

424

350

0,00

14

0,04

15

Fiandino F.lli - Villafalletto (CN)

149

397

434

-0,03

15

0,02

16

Haller Jakob - Kniepass/S. Lorenzo Di Se (BZ)

87

381

281

-0,04

8

0,07

14

Az. agr. La Bruna Di Fiandino D. - Monterosso Grana (CN)

83

378

433

-0,06

13

0,02

16

Az. agricola Bodengo di Quadrio - Samolaco (SO)

99

374

456

-0,04

16

0,03

18

Ponte Vecchio Ss Soc. agr. Curto S. - Vidor (TV)

91

369

303

-0,01

11

0,01

11

n . 4

20@21_M_4_12.indd 21

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

21

27/08/12 09:39


D a g li

U f f ici

A n arb

Un Poster da incorniciare

vità e 128 per l’indice mammella. Per quanto riguarda le prime pubblicazioni, sono 5900 le vacche che raggiungono almeno i tre controlli giornalieri e, di queste, 318 sono figlie di Poster. Quest’ultimo riproduttore, grazie al raddoppio delle figlie in popolazione, diventa non solo il padre più presente nelle prime pubblicazioni in generale, ma anche, grazie al suo ottimo potenziale genetico, quello più rappresentato tra le nuove rank 99 con 21 discendenti. Sua figlia, Zara, è la migliore new entry che si piazza in quinta posizione grazie ad indici ben bilanciati sia dal punto di vista produttivo che morfo-funzionale. In diciannovesima posizione entra Magno Bolide Palazia, un soggetto molto spinto a titoli (+0,32 per la proteina e +0,16 per il grasso) e con un indice longevità di tutto rispetto (132). Due figlie di Huray entrano in classifica per la prima vol-

Con l’arrivo delle figlie di second crop, Poster diventa il padre più rappresentato tra le prime pubblicazioni. Ben 21 vacche tra le rank 99 in prima uscita Vacche Una valutazione estiva all’insegna della stabilità nella classifica delle vacche, guidata a pieno titolo da Elite (Ite +1424), figlia di Huray e prima pubblicazione ad aprile. Ancora fortemente al comando, grazie ad indici produttivi strepitosi, Elite è una vera macchina da latte con 2140 kg a latte, 77 kg a proteina e 111 kg a grasso. Con quasi 100 punti di Ite di distacco, si conferma in seconda posizione Moiado Eleonora che, con l’inizio

della quarta lattazione, aumenta la produzione di latte (+1121 kg) e mantiene gli ottimi titoli (+0,28% proteina, +0,43% grasso). Dominic, figlia di Cousteau e prima pubblicazione ad aprile, raggiunge il terzo gradino del podio migliorando ulteriormente i già ottimi indici produttivi. Più di 700 le vacche rank 99 con indici produttivi medi di 760 kg di latte con 36 kg di proteina e 0,13 il titolo relativo, 121 punti medi per il punteggio finale e la longe-

Punteggio finale

Indice mammella

Longevità

0.17

47

0.2

120

124

119

-0.14

46

0.07

124

133

129

Moiad Nest Siattle

IT014990089105

Moiado

39

1056

728

29

0.01

42

0.22

124

126

118

Grasso

Proteina

49 35

Grasso %

909 1133

Latte

1138 1131

Ite

35 36

Attendibilità

Prohuvo Payssli Et

Padre

IT024990360653 IT025990065455

Matricola

Ca Mascari Prohuvo Litz Dec Vita

Nome

Proteina %

Le migliori manze dai 6 ai 30 mesi, figlie di tori di f.a., in prima uscita ad agosto 2012.

Prohuvo Erika

IT022990149772

Prohuvo

35

1045

617

36

0.15

36

0.2

117

120

123

Izia Et

IT014990081132

Payssli Et

36

1044

1362

29

-0.32

47

-0.03

126

132

125

Ixela Et

IT014990081133

Payssli Et

36

1044

1362

29

-0.32

47

-0.03

126

132

125

Ginevra

IT017991164682

Payssli Et

35

1042

883

40

0.06

44

0.17

124

128

115

Fusillo Dally Gina

IT073990153742

Dally

36

1021

1064

38

-0.06

41

0.04

128

131

119

Dec Marylin

IT025990065452

Dally

36

1009

715

35

0.08

31

0.07

121

130

135

22

22@23_M_4_12.indd 22

n . 4

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

27/08/12 09:40


ta in 24° e 26° posizione grazie ad indici morfo-funzionali tutti superiori alle due deviazioni standard. Molto bene anche le migliori prime pubblicazioni della valutazione precedente che confermano sostanzialmente le posizioni della volta scorsa ad eccezione di Scipio Sonia che, dal 4° posto, scivola alla 34° posizione per una correzione d’archivio. Manze Un po’ più di variabilità nella parte alta della classifica delle manze tra i 6 i 30 mesi figlie di tori di f.a., anche se le correlazioni tra gli indici delle due valutazioni rimangono molto elevate. Poster si conferma il padre con il maggior numero di figlie tra le manze vive in popolazione, seguito da Zaster e da Rivaldo. Se però guardiamo i padri delle 211 manze rank 99 in prima pubblicazione, la fanno da padrone i tori esteri, con Payssli in testa con 39 figlie, seguito da Prohuvo con 27 e Dally con 24. Con un Ite di +1150 migliora di due posizioni, raggiungendo così la testa della classifica, Ruby, una

Nella foto, una delle figlie di Jackpot. figlia di Huray, grazie agli ottimi indici sia dal punto di vista produttivo che morfo-funzionale. A due punti di Ite di distanza, in seconda posizione, risale anche Barly Dally Jacqueline, figlia di Dally, mentre per la medaglia di bronzo si inserisce la prima nuova pubblicazione, Ca Mascari Prohuvo Litz, figlia di Prohuvo e di Ca Mascari Poster Laica Et, una vacca in prima lattazione che, con l’aggiunta di nuovi controlli in questa valutazione, passa da rank 98 alla 20° posizione della classifica generale. In quarta posizione troviamo Fe-

dal Zz-Dallykiss, prima pubblicazione a capo della classifica nel giro precedente, tallonata ora da Dec Vita, new entry figlia di Payssli che eccelle soprattutto per un indice longevità di 129 e un indice mammella di 133. A seguire con le prime pubblicazioni (ben nove nei primi cinquanta posti della classifica) troviamo una figlia di Moiado in quindicesima posizione, una figlia di Prohuvo al ventesimo posto e tre discendenti di Payssli rispettivamente in ventunesima, ventiduesima e venticinquesima posizione. Chiara Nicoletti

After adding the results of his second –crop daughters Poster has become the most popular sire among the First Run sires with 21 cows included in rank 99 First Run cows. The summer evaluation run confirmed the heifer ranking list, with a daughter of Hurray, Elite, rightly leading the group. The heifers ranking list has shown more changes in the top position. Poster is still the sires with the highest number of living daugh-

ters, followed by Zaster and Rivaldo. If you take into account the whole group of rank 99 heifers, Payssli, Prohuvo and Dally are the most popular sires.

schätzung im Zeichen einer stabilen und zu Recht von der Huray-Tochter Elite angeführten Kuhliste. Stärkere Schwankungen im oberen Teil der Jungkuhliste, wo sich Poster, gefolgt von Zaster und Rivaldo, als Vatertier mit den meisten Töchtern im Bestand der lebenden Jungkühe behauptet. ein Blick auf die 211 Rank 99-Jungkühe lässt allerdings die Herrschaft von Payssli, Prohuvo und Dally erkennen.

n . 4

22@23_M_4_12.indd 23

l u g l i o

/

a g o s t o

Dank der Töchter aus der Nachzucht wird Poster mit immerhin 21 erstmals veröffentlichten Rank 99-Kühen unter den Neuzugängen zum am stärksten vertretenen Vatertier. Eine sommerliche Zuchtwert2 0 1 2

23

27/08/12 09:40


D a g li

U f f ici

A n arb

Manifestazioni… sì, no, quando, dove e perché Quando le mostre sono importanti per la promozione della selezione Guardando le performance conseguite in carriera dai soggetti pluripremiati nelle mostre degli ultimi anni, possiamo affermare che le manifestazioni, se opportunamente gestite, possono avere un’interessante valenza per la promozione dei risultati economici conseguibili con la selezione morfo-funzionale. Nei casi in cui, invece, le mostre enfatizzano solo la competizione estetica, risultano controproducenti, perché considerano un aspetto marginale rispetto alle “funzionalità” necessarie ai fini della redditività aziendale.

Le mostre degli anni 2000 Negli ultimi dieci anni, Anarb è stata coinvolta in circa 700 manifestazioni. Circa il 10% delle suddette manifestazioni si sono svolte nel Centro-Sud d’Italia, le restanti al Nord. L’aspetto più importante riscontrato è stato il numero di allevatori partecipanti. Oltre 2.000 hanno esposto almeno un capo. Per 150 di queste, gestite secondo il disciplinare del Libro genealogico, si sono registrate e archiviate circa 18.000 premiazioni assegnate ai diversi soggetti partecipanti. Per quest’ultimi riportiamo alcune elaborazioni statistiche.

Gli allevatori L’allevamento Barri di Sondrio è al vertice della graduatoria per quanto riguarda i premi conseguiti grazie al valore morfo-funzionale dei soggetti presentati, complessivamente più di 120, e per la numerosità delle partecipazioni. Oltre 40 le mostre alle quali ha presenziato in 9 località diverse, nel decennio considerato. Spostandoci dal Nord verso la Pianura Padana, per gli stessi aspetti, si distingue l’azienda Corrado Barella di Parma, che ha presenziato a oltre 30 mostre in una decina di diverse località. Al Sud, l’allevamento che pri-

Nelle foto, a sinistra: Estrumate, figlia di Jackpot, dell’allevamento Valserena (Parma), 4 parti, 447 q.li latte, 3,8% proteine. A destra, Giurmartina, figlia di Playboy, dell’allevamento Colle Giara (Ragusa), 5 parti, 684 q.li latte, 3,3% proteine.

24@25_M_4_12.indd 24

27/08/12 09:41


Nelle foto, a sinistra: SG Gordon.Birgit, dell’allevamento S. Giorgio (Belluno), 7 parti, 780 q.li latte, 3,7% proteina, madre di tori ia. A destra, Zante, figlia di Acciaio, dell’allevamento Barri (Sondrio), 5 parti, 525 q.li latte, 3,6% proteine.

meggia è quello dei F.lli Mangini di Bari, conosciuto come azienda Ciminiera, 10 mostre in 5 località diverse. Nelle isole si distinguono gli allevamenti di Valentino e Giulio Fettamelli di Oristano e Colle Giara di Giurdanella in quel di Ragusa, entrambi con oltre una decina di mostre in due o tre località, tra le quali la lontana Verona per la Nazionale. I padri Gordon è il padre con il maggior numero di figlie con premi significativi, seguito a breve distanza da Jetway. Tra i tori più recenti spicca Jackpot. Di seguito, alcune delle figlie più conosciute di questi riproduttori: Gordon Gorba di Nicola Mancino (Bari), Gordon Panna di Italo Pivetta (Oristano), Jet.Rustica di Comparing the performances of the prize-winners of the latest years, we can say that the cattle shows have a very important role in the promotion of the economy results reached by means of type and functional selection. When the shows highlight only the esthetical value of the animals, they take into account a sen . 4

24@25_M_4_12.indd 25

l u g l i o

/

a g o s t o

Costantino Freri (Cremona), Jet. Iva di Giovanni Celestre (Ragusa), Jack.Daria di Alessandro Galbardi (Brescia), Jacbleva dell’azienda Croce Grande (Taranto). Le performance dei soggetti pluripremiati Considerando i 5 soggetti più premiati degli allevamenti e dei padri sopra menzionati, per un totale di 40 bovine, si rilevano performance medie davvero significative: 5,32 il numero medio dei parti, 550 q.li il latte prodotto in carriera con il 3,6% di proteina. A onor di cronaca ricordiamo anche altre campionesse: la Brunello di Barri, la Leon di Barella, la Simon dell’allevamento Ciminiera, la Playboy di Colle Giara e la Johnny-D di Fettamelli. cond class aspect compared to the functional traits necessary to make a herd profitable. Was die Lebensleistung der mehrfach ausgezeichneten Tiere der letzten Jahre betrifft, so kann man sagen, dass die Veranstaltungen eine gewisse Rolle bei der Vermarktung 2 0 1 2

Conclusioni Per il futuro, è opportuno un maggior impegno per rendere ancora più evidente, già durante lo svolgimento delle mostre, la loro importante funzione promozionale nell’ambito del processo selettivo. Una funzione resa importante anche grazie all’attività svolta dai Libri genealogici. Un esempio al riguardo, già in atto da qualche anno, è rappresentato dalla categoria in concorso riservata alle “vacche produttive e longeve”. Nel frattempo, ringraziamo i molti allevatori che permettono l’attività promozionale attraverso la loro partecipazione alle manifestazioni, nella convinzione che da tali iniziative si è e si potrà prelevare linfa vitale utile al miglioraLino Pietroboni mento genetico. der dank morfologisch-funktionaler Selektion erwirtschafteten Risultate spielen. Negativ wirkt sich hingegen die Selbstdarstellung einer Viehschau als reinen Schönheitswettbewerb aus, weil anstatt der für das Betriebseinkommen unerlässlichen “Funktionstauglichkeit” ein Nebenaspekt betont wird. 25

27/08/12 09:41


RIVALDO

HUSS PROPH RIVALDO *TA IT 015 530 010 307 - aAa 243615 All.: SIRONI Mario e Alberto Besana in Brianza (MI)

ALDA B+84 - B+84mam All. TONON Danilo - Paese (TV)

HUSSLI ∫ HUSUM BERTINA 3° 305 11.642 3.50% 3.40%

PROPHET ET TROSA 4° 305 13.314 3.80% 3.30%

EMORY TRADITION TROSSY 2° 305 12.169 4.20% 3.40%

INDICI GENOMICI ANARB AGOSTO 2012 I.T.E. RANK LATTE KG. GRASSO KG. GRASSO % PROTEINE KG. PROTEINE % FIGLIE PROD.

ALDA B+84 - B+84mam All. TONON Danilo - Paese (TV)

Ty pe

648 93 378 14 -0,02 19 0,09 542

STATURA FORZA - VIGORE PROFONDITÀ LINEA DORSALE ANGOLO GROPPA AMP. STRUTTURALE ARTI DI LATO QUALITÀ GARRETTO PASTOIE ALTEZZA TALLONI ATTACCO ANTERIORE ALTEZZA ATTACCO LARGHEZZA ATT. POST. POST. LARGHEZZA ALTEZZA ATTACCO ATT. POST. POST. LEGAMENTO PROFONDITÀ MAMM. DIREZIONE CAPEZZOLI LUNGH. CAPEZZOLI

rivaldo.indd 1

125 122 104 477 109 AB 123 96

121 88 126 87 127 96 100 106 100 111 124 80 138 78 100 117 100 119 125 80 100 111 122 96 100 116 100 119 111 96 100 113 100 79

88

Distributore per l’Italia

TIPO ICM ARTI E PIEDI FIGLIE MORF. LONGEVITÀ K - CASEINE MUNGIBILITÀ CELLULE SOMATICHE

94

100

106

112

118

Distributore per l’estero

27/08/12 09:42


D agli

Uffic i

A na rb

Le migliori a morfologia Le pluripare che negli ultimi mesi hanno ottenuto un punteggio totale maggiore o uguale a 90 punti (ottimo). Si riportano, inoltre, le primipare valutate negli ultimi mesi ed entro i tre anni d’età che hanno ottenuto valutazioni morfologiche di rilievo. Nome

Matricola

Data di nascita

Padre

Punteggio

Proprietario

Totale Ap.m.

Pluripare Sterna

01IT021001525751

09/12/06

Moiado

90

92

Gasser Daniel - BZ

Pompeo Rachele

01IT095990069129

29/09/06

Pompeo

90

92

Fettamelli Valentino e Giulio - OR

Alstar Zeus Bibbia Et

01IT103990003815

28/12/05

Zeus-Us (M*)

90

91

Puliani Andrea - NO

Soraia

01CH120054700250 23/03/07

Rollingstone

90

91

Tumler Markus - BZ

Garda Turra

01IT017990340303

26/08/06

90

90

Alpe del Garda Soc.Coop.Agricola - BS

Trine

01IT021001576420

23/08/07

Scipio

90

90

Staffler Siegfried - BZ

Peter Farm Raissa

01IT023000363411

09/12/03

Peter

90

90

Chincarini Luca - VR

CC Scipio Alessia

01IT037990065307

14/09/07

Scipio

90

90

Palmieri Mario - BO

Reggiano Lia

01IT035000050630

31/10/02

Reggiano (M)(D)

90

90

Coop.Agr. Santa Lucia Soc.Coop - RE

Elvira

01IT088990131859

27/07/07

Jackpot (M)

90

90

Campo Vincenzo - RG

Taverna Gerbera

01IT097990009357

24/11/05

Wurl

90

89

Ciappesoni S.S. - CO

161 Viking Coimbra

01IT028990111094

19/04/06

Viking

90

89

Ferronato F.lli - PD

Scipio Urina

01IT072990163422

07/12/09

Scipio

88

88

Az. Agr. Petruzzi di Iaia Maria - BA

Nema

01IT072990165525

20/01/10

Nembar

87

87

Laera Alessandro - BA

Zaster Unica

01IT072990163415

02/08/09

Zaster

87

89

Az. Agr. Petruzzi di Iaia Maria - BA

Taverna Nibia

01IT097990028853

06/12/09

Rivaldo

87

88

Ciappesoni S.S. - LC

Crampiolo Poster Sara 01IT103990009703

07/11/09

Poster

87

87

Olzeri Adolfo - NO

Vigor Odissea

01IT095990129505

02/09/09

Vigor

87

88

Fettamelli Valentino e Giulio - OR

Fusillo Vigor Dollar

01IT073990110761

17/04/09

Vigor

87

87

Az.Ag.Zoot.Croce Grande - TA

Zaster Desdemona

01IT073990087689

13/06/09

Zaster

87

87

Turnone Domenico - TA

P.V. Glenn Nell

01IT026990255923

11/10/09

Glenn

87

86

Ponte Vecchio SS Soc.Agr.Curto - TV

Eleonor Et

01IT024990227768

20/12/09

Vigor

87

88

Finco Giuliano - VI

01IT023990257447

12/08/09

Shrek

87

88

Campostrini Massimo - VR

Primipare

ww

anarb.it

w.

n . 4

27_M_4_12.indd 27

Altri soggetti con punteggi di rilievo sono consultabili alla pagina “statistiche - le migliori a morfologia”.

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

27

27/08/12 09:44


SB_PUB_Zaster_21x28_2012-04 12-04-2012 9:23 Pagina 1 C

M

Y

CM

MY

CY CMY

K

Colori compositi zaster.indd 1

12/04/12 12:30


D agli

Uffic i

A narb

Le migliori aziende per caseina Pubblichiamo le migliori aziende per produzione media in kg di caseina ottenuta mediante un’elaborazione Anarb. L’elaborazione si basa sulla media della percentuale di caseina degli ultimi tre controlli funzionali, applicata alla media produttiva aziendale (ultimo Bollettino dei controlli). Media kg caseina

9905

2,94

291

6

10195

2,84

290

Mayr Monika - Terento - BZ

13

10012

2,88

288

76146

Az. agr. Galvani di Galvani Stefano - San Giovanni del Dosso - MN

10

9380

3,07

288

74205

Reichegger Martin - Gais - BZ

6

9592

2,99

287

42337

Zappini Paolo - Malé - TN

15

10105

2,84

287

16

10737

3,09

332

Ragione sociale

Media kg latte

14

Codice aziendale

Vacche controllate

Media % caseina

Allevamenti da 5 a 15 vacche 77

14602

Bove Michele - Paterno - PZ

37

66019

Az. agr. La Follia S.S. di Mussi Franco e Massimo - Pellegrino Parmense - PR

17

69135

12 17 18

Allevamenti da 16 a 30 vacche 17

54123

Rauter Reinhard - Velturno - BZ

17

62610

Ralser Walter - Campo di Trens - BZ

19

10261

2,97

305

17

86509

Wieser Gerhard - Rasun Anterselva - BZ

22

9891

3,01

298

18

15105

Zucol Enrico - Sarnonico - TN

19

9589

3,05

292

10

22101

Castelnuovo Gianpietro - Cesana Brianza - LC

27

9217

3,09

285

18

51558

Az. agr. Le Giare Coc.Sem.Agr. - Scurelle - TN

29

9134

3,10

283

Allevamenti da 30 vacche e oltre 15

44331

Giacomini Marco - Piuro - SO

104

11511

2,97

342

25

30414

Marchetti Pierantonio e Alberto Soc. agr. - Breganze - VI

31

11301

2,82

319

18

15756

Zucal Marco - Romeno - TN

92

10263

2,99

307

77

18145

De Marco Giuseppe - Viggiano - PZ

41

10338

2,92

302

18

14714

Azienda agricola Al Castello - Fondo - TN

25

32654

Tognon Sergio e Claudio - Vicenza - VI

44

10114

2,96

299

137

10360

2,86

296

ww

anarb.it

w.

n . 4

29_M_4_12.indd 29

Altri soggetti in classifica sono consultabili alla pagina “statistiche - le migliori aziende per caseina”.

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

29

27/08/12 09:46


D is o la b r u n a

Un anno di attività Garanzia e tracciabilità sono i punti cardine riconosciuti all’Anarb, l’Associazione nazionale allevatori bovini della razza Bruna italiana, dal mondo agroalimentare in cui opera il Consorzio disolabruna®. E ciò tanto in Italia quanto all’estero. Lo sa bene il numero uno degli allevatori della razza Bruna italiana, Pietro Laterza, chiamato per il terzo mandato consecutivo alla presidenza del Consorzio. Nella primavera scorsa, i soci del Consorzio disolabruna® si sono infatti riuniti nella sede legale di Bussolengo, presso Anarb, per l’assemblea annuale con il rinnovo delle cariche sociali. “Un’attività – ha dichiarato il pre-

Eletto il nuovo consiglio di amministrazione per il triennio 2012 – 2014 con il terzo mandato consecutivo alla presidenza disolabruna® per il numero uno degli allevatori della razza Bruna italiana. Vice presidenti del Consorzio sono stati eletti Vittorio Sorrentino (Avellino) e Pietro Gortani (Udine)

sidente – non solo aumentata nel corso degli anni in termini numerici, ma, soPietro Laterza. prattutto, in termini di qualità, visti i numerosi riconoscimenti ottenuti a livello nazionale dai formaggi disolabruna® anche nel campo commerciale.” I controlli Oggi, nel 2012, i numeri del Consorzio vantano oltre cinquanta prodotti tipici per 81.000 quintali di latte, rigorosamente disolabruna®, come testimoniato dalla severità dei controlli presso i soci. In applicazione del Disciplinare tecnico di produzione - documento interno riservato ai soci e sancito dallo statuto sociale, declina denominazione e scopi, zona di produzione e materia prima dei prodotti disolabruna®, gli standard produttivi, i marchi identificativi, norme di controllo e relative sanzioni - i prodotti disolabruna® vengono sottoposti all’analisi del dna, in

grado di identificare, tramite il riconoscimento di un determinato gene, la presenza o meno di latte diverso da quello prodotto dalle bovine della razza Bruna. Ma nel corso degli anni rigore e qualità delle produzioni hanno portato i loro frutti. Una qualità riconosciuta Se i consumatori più attenti sono oggi in grado di poter distinguere come “diverso” un prodotto originato dal latte di Bruna, e ciò provato anche a livello scientifico, i riconoscimenti recentemente ottenuti – approfonditi nei paragrafi che seguono - nei circuiti Gambero Rosso e Alma – la più autorevole Scuola di cucina internazionale italiana con sede a Colorno - tra le eccellenze dell’agroalimentare nazionale sono una testimonianza della qualità del lavoro svolto. Una qualità che sta ottenendo una sua connotazione ben precisa anche presso importanti catene commerciali, non solo in Italia ma anche all’estero. Il punto Il punto focale intorno al quale ruota tutta l’attività del Consorzio è la qualità del latte della razza

30

30@35_M_4_12.indd 30

27/08/12 09:49


Disolabruna

Bruna. La Bruna italiana è oggi sempre più nota e citata nel settore agro-alimentare per la sua specializzazione nella trasformazione casearia. Il concetto veicolato in tale campo è che il lavoro condotto negli anni, in termini di selezione e di tenuta del Libro genealogico, rappresenta la base per la produzione di un latte di qualità e per le peculiari caratteristiche casearie tipiche del latte della razza Bruna. Un patrimonio genetico che determina i processi di lavorazione e la resa nella trasformazione casearia, come pure le diversità organolettiche di formaggi tipici. Un concetto di biodiversità che va altamente salvaguardato. L’attività in sintesi Tornando all’assemblea dei soci, quella che segue è una sintesi dell’attività svolta dal Consorzio nel 2011. La sua evoluzione, in sei anni di vita, è evidenziata nel grafico di questa pagina. I soci rappresentano buona parte del territorio nazionale, in quanto il 2011 ha registrato iscritti in Piemonte, Lombardia, Trentino, Veneto, Friuli, Liguria, Emilia, Molise, Campania, Puglia e Calabria. n . 4

30@35_M_4_12.indd 31

l u g l i o

/

a g o s t o

Promozione & valorizzazione La valorizzazione del marchio 59.850 disolabruna® 44.000 viene realizza18.000 ta attraverso i seguenti veicoli 13.500 promozionali: quintali latte • partecipazione a manife23 stazioni, dove 20 14 nel 2011 è sta10 ta migliorata numero soci l’immagine del Consorzio; • organizzazione di attività didattiche, 52 60 39 workshop e 22 laboratori di numero prodotti degustazione; Anno 2005 2007 2009 2011 • i n s e r z i o n i pubblicitarie Evoluzione del Consorzio negli anni. su riviste alimentari; • Agrifood Club – Vinitaly, il Sa• diffusione della brochure, che lone internazionale del Vino orriepiloga i soci e i prodotti di® ganizzato da Veronafiere (Vesolabruna , e del depliant del rona, 7-11 aprile); Consorzio. • Bruna2011 & Zoosystem in Tour Proseguono, inoltre, le attività di (Noci, Bari 10-13 marzo), dove ufficio stampa e di gestione del una rappresentanza del Consito disolabruna.it, che oltre ai punsorzio disolabruna® è stata orti vendita e alla rassegna stampa, ganizzata e ospitata nello stand dal 2011, a titolo sperimentale, dell’Associazione nazionale; contempla anche una vendita di • W  ine Kiss, eccellenze sotto le prodotti on line, approfondita tra i stelle (Roma, 26 maggio), luogo paragrafi che seguono. di incontro tra aziende produtManifestazioni trici, ristoratori, appassionati di Tra le manifestazioni che nel 2011 vini e chef di fama internaziohanno visto la partecipazione nale. La manifestazione è stata del Consorzio disolabruna® vanorganizzata da Agency Eventi no ricordate: & Comunicazione presso la ter2 0 1 2

31

27/08/12 09:49


D is o la b r u n a

razza dell’Hotel Exedra Boscolo; • Il Bontà (Cremona, 11-14 novembre), il Salone italiano delle eccellenze enogastronomiche artigianali e delle attrezzature professionali organizzato da Cremonafiere; • Luxury Gourmet (Verona, 24-27 novembre), dove spazio e tempo sono dedicati alle auto di lusso e alla preview di meravigliosi oggetti che interpretano il lato più esclusivo del Natale; oltre a Cibus Tour (Parma, 15 - 17 aprile) e I sapori di Italialleva a Palazzo Borromeo (Cesano Maderno – Milano Brianza, 27 marzo) con l’esposizione diretta di alcuni soci. Un momento del buffet a base di formaggi disolabruna® di Bruna2012.

32

30@35_M_4_12.indd 32

Più recentemente, sempre in un’ottica promozionale dell’attività svolta e della qualità dei prodotti disolabruna®, l’area del buffet di Bruna2012 dedicata ai prodotti caseari – in occasione della mostra nazionale che ha avuto luogo a Verona in seno a Fieragricola nel febbraio scorso – è stata investita di un’ampia rappresentanza di soli prodotti disolabruna®. Il successo riscontrato ha trovato ampio spazio nei diversi canali di informazione dell’Associazione nazionale.

Uno dei numerosi articoli della rassegna stampa del Consorzio disolabruna® disponibili sul sito anarb.it.

zione” presso gli organi di stampa, in Italia e all’estero, che si sviluppa nella diffusione di comunicati e servizi giornalistici. On line è disponibile la già citata raccolta completa della “Rassegna stampa” dedicata al Consorzio e ai suoi consorziati, che quest’anno ha raggiunto oltre 220 servizi giornalistici in totale. La consultazione degli articoli per testata, regione e anno di riferimento è favorita dall’utilizzo di semplici motori di ricerca.

Ufficio stampa L’attività di ufficio stampa è volta a promuovere, presso i mass media, novità, iniziative, avvenimenti e le informazioni che interessa siano recepite presso il target di riferimento. Ciò avviene attraverso la creazione, curata negli anni, di una “rete di informan . 4

Web disolabruna.it Un ottimo riscontro dell’attività promozionale è dato dal numero delle visite al sito disolabruna. •

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

27/08/12 09:49


6.607

6.183

it, costantemente aggiornato in tempo reale. Se negli anni più recenti i numeri dei visitatori e delle pagine visitate sono aumentati in forma esponenziale, anche il 2011 ha registrato un incremento delle utenze pari al 7% rispetto all’anno precedente. Il bacino di maggiore interesse è italiano, ma visitatori, abituali e non, provengono anche dal resto del mondo.

2.555 1.402 Anno 2007

1.898

2008

2009

2010

2011

L’escalation delle visite annuali al sito disolabruna.it.

I premi Tra gli importanti risultati raggiunti, merita di essere sottolineato il premio assegnato a prodotti disolabruna® tra le eccellenze dell’agroalimentare italiano. Nell’ambito di Agrifood Club 2011, la rassegna sopra citata dedicata ai prodotti alimentari di qualità organizzata da Veronafiere nell’ambito del Vinitaly, il Parmigiano Reggiano disolabruna® ha vinto il premio Golosario. Un’iniziativa - istituita in collaborazione con Paolo Massobrio, ideatore di Golosario, e del giornalista e critico enogastronomico Marco Gatti - che ha voluto accendere i riflettori su una selezione d’eccellenza dell’agroalimentare italiano.

Il Golosario è la “Guida alle mille e più cose buone d’Italia” edita dal Club di Papillon, un’associazione nazionale - fondata ad Alessandria nel 1992 - che ha come finalità la riscoperta dell’originalità di una cultura popolare attraverso il gusto. Ma più recentemente alcuni derivati del latte disolabruna® si sono arricchiti di ulteriori e importanti riconoscimenti. La nuova guida “Formaggi, i migliori d’Italia 2012” edita da Gambero Rosso, una novità assoluta nel campo editoriale, ha proclamato “fuoriclasse”, con il massimo del riconoscimento, il formaggio a base di latte crudo disolabruna® “Formadi Frant” dell’azienda Gortani (Santa Maria La Longa, Udine). Sono solo 17 in tutta Italia i “fuo-

riclasse” che si sono distinti per bontà, equilibrio ed eleganza. “Definito “ottimo”, con il simbolo dei tre spicchi, anche un altro prodotto disolabruna® dei Gortani, il noto formaggio di malga Ciûc di Mont. Dal Friuli all’Emilia, dove tra i migliori formaggi d’Italia 2012 troviamo anche il Parmigiano Reggiano disolabruna® dell’azienda Sangonelli Del Bono (Loc. Basilicanova, Montechiarugolo, Parma), classificato anch’esso “ottimo”.

The new board of the “disolabruna®” Consortium was elected during the annual Meeting: Facchini Marco (Soc. coop. Agr. Alpe del Grada, Tremosine – BS); Gortani Pietro (Anarb); Laterza Pietro (Anarb); Silvano Rauzi (Anarb); Sangonelli Antonio (Az. Agr. Sangoneli e Delbono, Montechiarugolo – PR); Serra Giovanni (Soc. Agr. Valserena, Gainago – PR); Sorrentino Vittorio (Caseificio Az. Agr. La Bruna

Alpina, Montella - AV). For the third time Pietro Laterza was nominated president of Consorzio disolabruna®. His Vice Presidents are Vittorio Sorrentino and Pietro Gortani. On June 9th Parmigiano Reggiano disolabruna® placed second at the “ROME AWARD” of the Chamber of Commerce of rome. The ceremony took place at the Adrina Temple. While pursuing the contacts to export

abroad, the Parmigiano Reggiano dop disolabruna® produced by Sangonelli Del Bono Farm was awarded by ALMA (the most important international Chef academy) as one of the best cheese in Italy. The new members of the Consortium.

n . 4

30@35_M_4_12.indd 33

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

Die Mitgliederversammlung wählte einen neuen Verwaltungsrat, beste(continued on page 35) 33

27/08/12 09:49


Nel riquadro, il certificato che attesta il deposito internazionale del marchio disolabruna®.

La tutela All’attività di promozione e di valorizzazione viene affiancata anche quella di tutela. Il marchio disolabruna® è depositato sia sul territorio nazionale, sia a livello internazionale, interessando Unione Europea, Svizzera e Stati Uniti d’America. In particolare, nel 2011 è andata a buon fine la risoluzione, per le vie legali, di qualche problema di contestazione proprio negli Usa. Anche il latte conferito a caseifici può fregiarsi del marchio disolabruna®. La modifica statutaria Nel corso del 2011, alla luce delle nuove esigenze è stata conclusa, con l’approvazione di una importante modifica statutaria da parte dell’assemblea straordinaria, l’ampia analisi realizzata per implementare l’attività commerciale del Consorzio. La promozione curata negli anni, come pure le mutate esigenze dei consorziati, hanno infatti portato alla gestione di nuovi contatti e nuove necessità per il Consorzio, tra le quali quella di implementare, appunto, iniziati34

30@35_M_4_12.indd 34

statutaria di cui sopra. Una prima azione commerciale ha visto comunque l’apertura, a titolo sperimentale, di un negozio on line sulla piattaforma di e-commerce e Bay. L’iniziativa ha coinvolto notevoli approfondimenti e verifiche dal punto di vista informatico, amministrativo e legale, oltre agli aspetti grafici, promozionali e di marketing operativo. Considerando il numero di richieste di informazioni pervenute presso i nostri uffici, il nuovo negozio disolabruna® on line si è rivelato un’ottima vetrina virtuale del Consorzio.

ve commerciali. Questi gli obiettivi: permettere una azione commerciale diretta e indiretta da parte del consorzio; vincolare l’azione commerciale del consorzio in prevalenza ai prodotti dei consorziati; permettere la commercializzazione di prodotti accessori provenienti dal territorio al fine di promuovere i prodotti dei consorziati. Analisi e obiettivi sono stati ampiamente discussi in sede di consiglio di amministrazione, il quale ha dato mandato al presidente di approfondire l’argomento, con il supporto del segretario e dei consulenti, dettagliando le modifiche statutarie necessarie ad adeguare lo statuto alle attività commerciali e agli adeguamenti normativi.

L’analisi del mercato È proseguito, inoltre, il lavoro di analisi sulla segmentazione del mercato potenziale per i prodotti disol a b r u n a ®. Si tratta, in pratica, di raccogliere informazioni utili sulla possibile percezione del marchio per impostare al meglio la distribuzione dei prodotti. Il campione analizzato, seppure in numero limitato, ha fornito altre importanti informazioni relative al tipo di consumatore potenzialmente più attento a questo genere di prodotto. I dati raccolti dimostrano come i soggetti più

e Bay e la pianificazione del marketing strategico A seguito dell’ampia analisi realizzata per la messa a punto di un piano di marketing strategico disolabruna®, seppure nella consapevolezza che una pianificazione di così ampia portata potrà essere sviluppata nel tempo soprattutto in base alla disponibilità economica del Consorzio, nel corso dell’anno ampio spazio è stato investito per le pratiche di legge a seguito della modifica Da qualche mese, alcuni formaggi disolabruna® sono acquistabili anche on line.

 n . 4

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

27/08/12 09:49


Disolabruna

sensibili al marchio disolabruna® siano le giovani donne, laureate, libere professioniste, amanti della connessione a Internet, attente alla qualità e alle informazioni sulla provenienza dei prodotti acquistati. L’evoluzione del marketing operativo potrà tenere conto di questa consapevolezza per le iniziative del prossimo periodo.

commerciale, infine, sono proseguiti i contatti con le gastronomie locali e il marchio disolabruna® è stato oggetto di richieste di esportazione in differenti Paesi, quali Australia, Giappone e Stati Uniti. Nel corso dell’anno è stato infine seguito, dal punto di vista redazionale e grafico, l’avvio delle vendite di formaggi disolabruna® presso un rivenditore emiliano.

La percezione del consumatore Nel loro complesso, le informazioni raccolte nel corso delle manifestazioni dimostrano, inoltre, come l’interesse in un prodotto differenziato è comunque sempre più percepito dal consumatore nel suo complesso e ciò può essere da stimolo per gli attori della distribuzione agroalimentare. Attori, questi, con i quali sono stati avviati i primi contatti al fine di costruire sì una rete commerciale in grado di distribuire i prodotti dei soci, ma l’obiettivo, non del tutto ambizioso, è anche quello di costruire persone in grado di trasmettere le peculiarità dei prodotti disolabruna®. Dal punto di vista prettamente

Il rinnovo delle cariche sociali Per il triennio 2012–2014, l’assemblea ha infine eletto il nuovo consiglio di amministrazione, così composto: Facchini Marco (Soc. coop. Agr. Alpe del Grada, Tremosine, Brescia); Gortani Pietro (rappresentante Anarb, Società agricola Gortani Renato e figli di S. Maria La Longa, Udine); Laterza Pietro (rappresentante Anarb); Silvano Rauzi (rappresentante Anarb); Sangonelli Antonio (az. agr. Sangoneli e Delbono, Montechiarugolo, Parma); Serra Giovanni (Soc. agr. Valserena, Gainago Torrile, Parma); Sorrentino Vittorio (Caseificio az. agr. La Bruna Alpina, Montella, Avellino). Il consiglio di amministrazione ha

(continued from page 33) hend aus: Facchini Marco (Agrargenossenschaft Alpe del Garda, Tremosine – BS); Gortani Pietro (Anarb); Laterza Pietro (Anarb); Silvano Rauzi (Anarb); Sangonelli Antonio (Landgut Sangoneli & Delbono, Montechiarugolo – PR); Serra Giovanni (Agrargesellschaft Valserena, Gainago – PR); Sorrentino Vittorio (Senner-Landgut La Bruna Alpina,

Montella – AV). Sein drittes Mandat erhielt die Nummer eins der italienischen Braunviehzüchter, P.Laterza, vom Disolabruna®-Konsortium. Stellvertreter sind Vittorio Sorrentino und Pietro Gortani. Am 9.Juni belegte der Parmigiano Reggiano disolabruna® den zweiten Platz beim von der Handelskammer ausgeschriebenen “Preis von Rom”. Die Siegerehrung fand im Hadrianeum

n . 4

30@35_M_4_12.indd 35

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

Presidente:

Laterza Pietro

Vice-presidenti: Sorrentino Vittorio Gortani Pietro Consiglieri:

Facchini Marco Rauzi Silvano Sangonelli Antonio Serra Giovanni

Revisore unico: Franco Pollani Segretario:

Enrico Santus

Il nuovo consiglio di amministrazione disolabruna®.

poi provveduto alla nomina del presidente, nella persona di Pietro Laterza, e dei vice presidenti, Vittorio Sorrentino e Pietro Gortani. I nuovi soci L’assemblea ha anche approvato l’ingresso di nuovi soci con ben quattro caseifici del parmense, cui sarà dedicato un ampio articolo sul prossimo numero di questa rivista: il Caseificio Gennari di Collecchio, il Caseificio sociale di Neviano degli Arduini, la Latteria sociale La Medesanese (Medesano), la Latteria sociale Costa di Bazzano (Bazzano di Neviano A.). Patrizia Cavuoto statt. Während weitere Export-Kontakte geknüpft werden, wurde der Parmigiano Reggiano DOP Disolabruna® des Betriebes Sangonelli Del Bono von ALMA, der maßgebenden internationalen Schule für italienische Küche, unter den Spitzenerzeugnissen der italienischen Käseherstellung ausgezeichnet. Die neue Mitglieder des Disolabruna®Konsortiums. 35

27/08/12 09:49


EASY

MILLBRED PHD DOMI EASY ET* TM IT 034 990 121 203 aAa645213 All.: SANGONELLI Antonio e DELBONO Gabriella Montechiarugolo (PR)

EASY BISONTA - MB85 - MB85mam All. Soc. Agr. BASTIA - Calesano (PR)

PHD ∫ GORDON TORNADA 2° 305 12.533 5.50% 4.10%

DOMINATE TRINE (M*) 2° 305 12.249 5.00% 4.20%

PLINIO (W) TUBRA (M*) 3° 305 13.246 4.20% 3.80%

INDICI GENOMICI ANARB AGOSTO 2012 I.T.E. RANK LATTE KG. GRASSO KG. GRASSO % PROTEINE KG. PROTEINE % FIGLIE PROD.

P.Z. PIPPI B+82 - MB86mam All. PIAZZA Carlo - Feltre (BL)

K-BB

• Latte • Ma m melle

757 95 1376 48 -0,09 46 -0,04 73

STATURA FORZA - VIGORE PROFONDITÀ LINEA DORSALE ANGOLO GROPPA AMP. STRUTTURALE ARTI DI LATO QUALITÀ GARRETTO PASTOIE ALTEZZA TALLONI ATTACCO ANTERIORE ALTEZZA ATTACCO LARGHEZZA ATT. POST. POST. LARGHEZZA ALTEZZA ATTACCO ATT. POST. POST. LEGAMENTO PROFONDITÀ MAMM. DIREZIONE CAPEZZOLI LUNGH. CAPEZZOLI

esay.indd 1

120 121 119 64 100 BB 103 99

103 88 107 87 115 96 100 110 100 93 107 80 78 90 100 110 100 123 110 80 100 124 122 96 100 122 100 110 109 96 100 105 100 94

88

Distributore per l’Italia

TIPO ICM ARTI E PIEDI FIGLIE MORF. LONGEVITÀ K - CASEINE MUNGIBILITÀ CELLULE SOMATICHE

94

100

106

112

118

Distributore per l’estero

27/08/12 09:57


C entro

Centro Genetico I torelli usciti in giugno - luglio 2012 Sono sei i soggetti usciti dal Centro genetico tra giugno e luglio. Un gruppo eterogeneo con linee di sangue tutte diverse tra loro. Tre soggetti del gruppo possiedono già l’autorizzazione alla fecondazione artificiale. Iniziamo con Jerrick, figlio di Juhus, che si posiziona entro i rank 97 con ottimi indici qualitativi e quantitativi, oltre che a un discreto indice latte. Proseguiamo con Pax, figlio di Payssli, che si colloca tra i rank 96, presentando interessanti indici pro-

Superbrown AYRTON *TM *TA 01IT021001852900 Alibaba x Zaster Scharz Bs Pres. Alibaba *TM *TA - ITE +1048 - Rank 99 Allevatore: Eisendle Ernst - Racines (BZ)

Superbrown JERRICK *TM *TA 01IT021001853049 Juhus x Pavin Juhus - ITE +926 - Rank 98 Allevatore: Furtschegger Alois - S. Candido (BZ)

Dati indici genomici (gebv) agosto 2012.

Superbrown PARTY *TM *TA 01IT021001849400 Payoff x Sesam Triangle Acres Po Payoff ET *TM - ITE +698 - Rank 94 Allevatore: Frener Martin - Bressanone (BZ)

Superbrown PAX *TM *TA 01IT021001848700 Payssli x Silvestro Payssli ET - ITE +1040 - Rank 99 Allevatore: Fliri Johann Josef - Tubre (BZ)

Superbrown REMIX *TM *TA 01IT021001839600 Rivaldo x Moiado Huss Proph Rivaldo *TA - ITE +648 - Rank 93 Allevatore: Poernbacher Hubert - Valdaora (BZ)

n . 4

37_M_4_12.indd 37

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

duttivi e buoni indici a punteggio finale e della mammella. Chiude il gruppo dei soggetti abilitati alla fecondazione un figlio di Rivaldo, Remix, soggetto ben bilanciato tra produzioni e morfologia, che si piazza tra i rank 93. Seguono poi tre soggetti che dovranno seguire la tradizionale prova di progenie prima di poter ottenere l’eventuale autorizzazione. Troviamo Jamming, figlio di Altajoel e Blume, una figlia di Picasso, già utilizzata come madre di toro. Proseguiamo con un figlio di Alibaba, Ayrton, che ha per madre una figlia di Zaster. Concludiamo con un figlio di Payoff, Party, con madre una figlia di Sesam. l.t. Calendario ingressi 2012: 1 - 2 ottobre • 3 - 4 dicembre

GEBV

ITE + 620

Rank 91 kAB Superbrown

Relli - MB 89 - ITE +803 - Rank 98 3ª lattaz 57A% +998 Latte +19kgG –0,28%G +33kgP –0,03%P

Superbrown JAMMING *TM *TA 01IT021001847930 Altajoel x Picasso Red Brae Daa Ace Joel *TM - ITE +666 - Rank 93 Allevatore: Klotz Albin - Racines (BZ)

Genetico

GEBV

ITE + 591

Rank 91 kBB Superbrown

Blume - MB 87 - ITE +775 - Rank 98 7ª lattaz 57A% +393 Latte +27kgG +0,16%G +21kgP +0,10%P

GEBV

ITE + 865

Rank 97 kBB Superbrown

Efeu - MB 86 - ITE +734 - Rank 97 4ª lattaz 56A% +1045 Latte +24kgG –0,24%G +41kgP +0,06%P

GEBV

ITE + 463

Rank 86 kBB Superbrown

Sesam’s Babsi - MB 86 - ITE +701 - Rank 96 3ª lattaz 56A% –71 Latte +13kgG +0,23%G +1kgP +0,06%P

GEBV

ITE + 773

Rank 96 kBB Superbrown

Bonita ET - MB 86 - ITE +970 - Rank 99 4ª lattaz 57A% +745 Latte +30kgG +0,01%G +37kgP +0,14%P

GEBV

ITE + 666

Rank 93 kAB Superbrown

Vinte - MB 87 - ITE +861 - Rank 99 3ª lattaz 57A% +995 Latte +40kgG +0,00%G +46kgP +0,14%P

37

27/08/12 09:58


B r u n a

J u n io r

C l ub

Squadra che cambia… vince! Conclusa la settima edizione dello stage in Malga a Juribello. Fra natura incontaminata e produzione di formaggi, i ragazzi del Bjc si avvicinano alla vita del malgaro Quest’anno, a differenza delle passate edizioni dello stage in malga a Juribello (Trento), oltre la metà dei partecipanti era nuova all’esperienza. Non è cambiato l’affiatamento tra i giovani, il coinvolgimento con gli studenti e i docenti dell’Itas di S. Michele all’Adige (Trento) e la collaborazione con il personale che gestisce la malga. Come sempre un ringraziamento è d’obbligo a chi, ormai da sette anni, rende possibile la realizzazione di quest’importante attività del Club, ossia la Federazione allevatori di Trento, che è responsabile e gestisce la malga. Inoltre Anarb, non può esimersi dal ringraziare anche il personale dell’Itas S. Michele che garantisce assistenza e professionalità ai partecipanti. Veramente un mix di eccezionale efficacia per il

raggiungimento del risultato. A questo si aggiunge l’altro elemento imprescindibile, cioè la splendida cornice ambientale e naturalistica in cui tutto si svolge: il comprensorio di Paneveggio – Pale di San Martino. Un luogo incantevole che rilassa e dà armonia anche durante le giornate d’intensa attività. Un programma vario Cinque giorni pieni di passeggiate, uscite con il pastore, mungitura, lavorazione del latte, visita al parco dei cervi e alla locale stazione forestale, è il programma consolidato ormai da anni. Si è fatta però spazio, in queste ultime edizioni, l’ascesa all’asperità del monte Castellazzo, posizionato a “protezione” della malga. Vicino a passo Rolle e raggiungi-

bile con una passeggiata di media difficoltà, il Castellazzo era già una meta frequentata, ora resa popolare dalla posa di una scultura di Paolo Lauton, raffigurante un Cristo in marmo bianco. Il tragitto comporta circa un’ora e mezzo di cammino. Una fatica ripagata dall’eccezionale vista, a 360 gradi, che si ammira dalla vetta: le Pale di S. Martino, la val di Fiemme, il massiccio di Colbricon, la vallata di Fiera di Primiero e, più in lontananza, la parete Sud della Marmolada, il gruppo del Latemar e, in una giornata tersa, le Dolomiti del Brenta. Lo stage Tornando allo stage, si ripete il duro rito della sveglia prima dell’alba, ma è sufficiente aprire l’uscio e l’aria fresca dei 1900 m. che subito lo spirito dei ragazzi si riattiva. Poi, via sui prati a radunare le vacche per la mungitura. Il momento è molto coinvolgente. Appena chiamati gli animali, questi si avvicinano subito alla stalla e l’eco del rintocco dei loro campanacci riempie la valle che scaccia Bjc in vetta per la foto di gruppo dell’edizione 2012 dello stage in malga.

38@39_M_4_12.indd 38

27/08/12 09:59


B runa

l’ultima residua sonnolenza con rumori festosi. La mungitura è un momento delicato, i ragazzi imparano ad avere cura e attenzione da prestare all’operatività, ma anche tranquillità per non impaurire gli animali. Dopo la colazione è il momento del formaggio. Per i ragazzi è l’occasione d’imparare la sapiente arte di capire il latte e “addomesticarlo”, ottenendo come risultato l’esaltazione dei sapori della montagna. Per la verità non proprio a tutti scaturiscono ottimi risultati. Dopo una mattinata così intensa, il riposo, ma non troppo perché a metà pomeriggio si raggiunge il pastore e lo si aiuta a radunare la vacche per la mungitura serale e la storia si ripete. Il percorso naturalistico Altro evento must dello stage è la visita alla stazione forestale di Paneveggio, con annesso percorso naturalistico e passeggiata al recinto dei cervi. Un momento di formazione sempre importante, grazie alla disponibilità del Corpo Forestale e alla particolarità della valle dei violini. La Val di Fiemme, in particolare la propaggine che fa parte del parco di Paneveggio è proprio il luogo di massimo splendore dell’Abete The 7th Summer Stage organized for the members of the Bruna Junior Club took place on Juribello Farm in July. Collecting the animals after grazing, milking the cows, making cheese, enjoying the life of an Alps breeder and living in the Dolomites n . 4

38@39_M_4_12.indd 39

l u g l i o

/

a g o s t o

Rosso. Il legno di questa conifera, lavorato dalle mani dei mastri liutai, è l’ingrediente essenziale per la costruzione dei violini. Nel parco i ragazzi hanno la possibilità di conoscere meglio queste piante per capirne il pregio e vederne gli utilizzi e i risultati. Formazione Nella giornata conclusiva dello stage, spazio alla formazione. La valutazione morfologica è sempre un momento didattico piacevole, che crea dialogo e partecipazione. L’ispettore di razza Lino Pietroboni, approfittando della presenza di alcuni giovani candidati a diventare Esperti di razza, ha tenuto una lezione a tutti i partecipanti allo stage sui principi cardini su cui si basa la raccolta delle informazioni morfologiche espresse dagli animali e come questi siano utilizzati per i giudizi morfologici in occasione delle manifestazioni zootecniche. I ragazzi si sono poi improvvisati giudici in erba, motivando le loro scelte in modo completo ed efficace. Giovanni Carollo unpolluted environment are some of the souvenirs the participants took back home after this experience. Im Juli läuft das Praktikum auf der Juribello-Alm (Trento) für die im Bruna Junior Club eingeschriebenen Jung2 0 1 2

Junior

C l ub

Gita Bjc... oltre confine Il Bruna junior club sta organizzando la gita annuale a S. Gallen, Svizzera, in occasione del Confronto europeo che si terrà il prossimo dicembre. Il viaggio è aperto a tutti, giovani e meno giovani, che vogliano partecipare all’importante appuntamento. Riportiamo di seguito il programma. Venerdì 7 dicembre ore 07:00 ritrovo presso la sede Anarb e partenza con autobus riservato ore 10:00 visita organizzata presso un allevamento austriaco ore 15:00 visita presso l’allevamento della scuola d’agricoltura Plantahof Arrivo in serata e pernottamento a S. Gallen Sabato 8 dicembre la giornata è interamente dedicata al Confronto europeo pernottamento a S. Gallen Domenica 9 dicembre ore 08:00 partenza da S. Gallen ore 10:00 visita organizzata presso un allevamento in Germania ore 17:00 rientro presso la sede Anarb Il programma è ancora in fase di definizione. Maggiori informazioni nel sito brunajuniorclub.it. Per ulteriori dettagli contattare info@brunajuniorclub.it Iscrizioni entro il 15 novembre 2012. Si riterranno valide solo le iscrizioni accompagnate dal versamento della caparra pari a 100 Euro. Per le modalità di pagamento contattare, dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 16.00 il numero 045/6760151.

züchter. In dieser Woche werden sie die Tätigkeit des Senners kennenlernen und als “Andenken” die Erfahrung mit nach Hause nehmen, wie man Kühe zusammentreibt, melkt, Käse herstellt und in der unberührten Natur der Trientiner Dolomiten lebt. 39

27/08/12 09:59


I n co n t r i

e

M e e t ing

La prima volta del Nord-Est Le produzioni made in Italy protagoniste indiscusse alla giornata della Bruna a Malga Verde La splendida giornata di sole e l’accogliente Malga Verde sull’Altopiano di Asiago, Vicenza, hanno rappresentato la degna cornice per i partecipanti alla prima giornata della Bruna. Molti gli allevatori, ma anche i tecnici e gli esperti di razza dell’area Nord-Est (oltre 350 persone), che non hanno voluto mancare al particolare appuntamento promosso da Anarb in occasione del meeting regionale organizzato dall’Associazione regionale del Veneto. Importante per la realizzazione dell’evento, il supporto operativo locale da parte della Sezione razza Bruna e della relativa organizzazione degli allevatori di Vicenza.

Molti i momenti da ricordare, ad iniziare dall’aperitivo che ha accolto i partecipanti, offerto dal Consorzio tutela formaggio Asiago insieme a Polar e a Superbrown, i due Centri i.a. italiani che maggiormente investono risorse per la selezione della razza Bruna. Un connubio, quello della ricerca genetica e delle produzioni tipiche, con il quale bisognerà fare sempre più i conti per lo sviluppo del settore zootecnico nei prossimi anni. Ai due Centri un ringraziamento specifico anche per le brevi, ma significative, relazioni fatte per l’occasione. In primo piano Di rilievo i soggetti della Fattoria

Cortese che hanno sfilato nel ring di valutazione. Tra questi, una figlia di Scipio è stata quella maggiormente apprezzata dal punto di vista morfo-funzionale. Valide, inoltre, anche una pluripara di Denmark e una primipara figlia di Nesta. Tra gli allevatori presenti, si sono distinti per capacità valutative: Antonio Chincarini (Verona), Giorgio Soldà e Gaetano Miglioranza (Vicenza). I premi Significativi i premi assegnati da Anarb agli allevamenti dell’area Nord-Est che si sono distinti per alcuni dei parametri selettivi più importanti. Dario Stramare di Treviso è stato premiato per il mi-

Il gruppo dei partecipanti con le bovine che hanno sfilato in occasione della prima giornata della Bruna.

40@41_M_4_12.indd 40

27/08/12 11:52


Nella foto a sinistra, scorcio dello spaccio aziendale della Fattoria S.Michele di Bassano del Grappa (Vicenza); nella foto a destra, il momento del riconoscimento alla Fattoria Cortese di Conco (Vicenza), che ha ospitato l'evento.

gliore Ite medio dell’allevamento, Reinhard Rauter di Bolzano si è aggiudicato invece il premio per la maggiore produzione di caseina con genotipi di k-caseina favorevoli alla caseificazione, Giuliano Finco di Vicenza si è aggiudicato il premio per la “migliore longevità media dell’allevamento”. Nell’ambito del meeting regionale, l’Arav ha assegnato premi altrettanto importanti per il ruolo che la razza Bruna svolge nel contesto regionale in relazione alle produzione casearie di qualità. Questi i migliori allevatori per produzione di caseina che hanno ricevuto i suddetti riconoscimenti: per le aziende con consistenze fino a 15 vacche Cappelletti G.C.O.M. di Verona; da 15 a 30 vacche Soc. agr. San Malga Verde on the Asiago Plateau, Vicenza hosted the 1st Bruna Day. A large number of breeders, technicians and breed classifiers from north-eastern Italy (about 350 people in all) attended the meeting organized by the ANARB during the Regional Show of Veneto. The most remarkable animals were from Fattoria Corten . 4

40@41_M_4_12.indd 41

l u g l i o

/

a g o s t o

Lorenzo di Belluno, per aziende con oltre 30 vacche, Marchetti P. di Vicenza. Riconoscimenti Un riconoscimento speciale da parte della locale Sezione Bruna e della rispettiva Associazione allevatori per “l’impegno profuso nella selezione della razza Bruna” è stato consegnato al tecnico Sergio Brogliato che per oltre 30 anni ha rappresentato, non solo in provincia, un importante riferimento. Nell’ambito della lotteria allestita per l’occasione, la sorte ha premiato, con una vitellina figlia di Mike, la famiglia Cortese che ha ospitato l’evento con grande professionalità. Molti gli altri premi in palio, tra i quali, qualche embrione e diverse dosi di seme se: a daughter of Scipio, a daughter of Denmark and a first calving daughter of Nesta. Die Alm Malga Verde auf der Hochebene von Asiago (Vicenza) beherbergte ihren ersten Braunviehtag. Zahlreiche Züchter, Fachleute und Rassenexperten aus Nordostitalien 2 0 1 2

dei riproduttori nazionali offerte dai Centri Intermizoo, Polar e Superbrown. Centri che hanno contribuito, con altrettanto materiale seminale, anche ai premi sopra menzionati. Grazie La visita pomeridiana alla Fattoria San Michele a Bassano del Grappa (Vicenza) ha chiuso la giornata. In questa abbiamo apprezzato, oltre all’organizzazione aziendale che prevede un moderno caseificio con annesso spaccio, anche le qualità complessive dell’allevamento. Ammirate in particolare la campionessa della recente mostra regionale, una figlia di Mike e alcune primipare figlie di Nirvana. Uno speciale grazie a tutti. Pietro Viemme befanden sich anlässlich des vom Regionalverband Veneto organisierten Regionalmeetings unter den über 350 Besuchern der Anarb-Veranstaltung. Im Schauring bestachen die Tiere des Bauernhofs Cortese mit einer Scipio-Tochter, einer DenmarkMehrfachkalbin und einer NestaErstlingskuh. 41

27/08/12 11:52


ASTE RAZZA BRUNA

2012

Sud o n a z l o B Luogo: sta: ore 10

CALENDARIO ASTE 2012 BOLZANO Giovedì Giovedì Giovedì Giovedì

26.01.2012 01.03.2012 12.04.2012 24.05.2012

Giovedì Giovedì Giovedì Giovedì Giovedì Sabato Giovedì

05.07.2012 23.08.2012 27.09.2012 18.10.2012 15.11.2012 24.11.2012 ELITE 13.12.2012

WWW.KRALER.BZ.IT

Inizio dell’a

Federazione Prov. Allev. Razza Bruna 39100 Bolzano, Via Galvani 38/A Tel. 0039.0471.063800 – Fax. 0039.0471.063801 www.razzabruna.it – info@razzabruna.it fed_BZ 1

17/04/12 09:02


I nc ontri

e

Meeti ng

Giornata splendente a Malga Blumone Le Brune della famiglia Ducoli sfilano in alpeggio, tra gli allevatori in festa al meeting bresciano

Una bella giornata di sole, un ambiente ospitale e incontaminato, animali interessanti dal punto di vista morfo-funzionali e la presenza di tanti appassionati… questi gli ingredienti che hanno caratterizzato il tradizionale meeting in alpeggio organizzato dalla sezione Bruna dell'Apa di Brescia, il 9 luglio scorso, a Malga Blumone. Situata al termine della Piana del Gaver, ad un'altitudine di circa 1.400 metri, la malga si trova in una rinomata località turistica estiva e invernale della provincia bresciana. Qui, nel Comune di Breno, alpeggiano gli animali di Giovanni Ducoli, noto The annual meeting organized by the Brown department of Brescia Breeders’ association was held on Blumone farm. The Ducoli Family, whose cattle have been taken here for summer grazing, were the hosts of this event. Three first calving cows ( a daughter of Beamer, a daughter of n . 4

43@44_M_4_12.indd 43

l u g l i o

/

a g o s t o

allevatore della Vallecamonica e socio ormai storico della locale associazione allevatori. La famiglia Ducoli L'allevamento Ducoli munge una trentina di capi e possiede circa venti capi giovani. Durante la stagione invernale, il latte viene conferito al caseificio sociale di Vallecamonica, mentre tutto quello prodotto in alpeggio viene trasformato in burro e formaggi. Nel corso degli anni, Giovanni si è dotato delle attrezzature che consentono un lavoro razionale e redditizio. La malga è dotata di una funzionale "casera", di un piccolo spazio adibito alla commercializzazione del prodotto. Le operazioni di mungitura sono eseguite grazie a un pratico carrello. Per tutta la durata dell'alpeggio, l'allevatore gode della compagnia della moglie Stefania e occasionalmente dei figli. Vigor and a daughter of Malachi) , a second-calving daughter of Freccia and a daughter of Rombo were in the ring. Am 9.Juli fand das von der Braunviehsektion Brescia veranstaltete Traditionsmeeting auf der Blumone2 0 1 2

Consegna della targa ricordo all'allevamento Ducoli.

Il meeting I partecipanti al meeting hanno avuto l'opportunità di vedere sfilare nel ring dei soggetti che, seppur in alpeggio, si sono mostrati in discrete condizioni. Sono state scelte tre primipare una figlia di Beamer, una Vigor, una Malachi, una secondipara figlia di Freccia e una pluripara figlia di Rombo. Il concorso di giudizio ha coinvolto tutti i partecipanti ed è stata Alm statt. Familie Ducoli, die hier ihr Braunvieh weidet, hat den Tag ausgerichtet und möglich gemacht. Im Schauring drei Erstlingskühe (eine Beamer, eine Vigor, eine Malachi), eine Zweitkalbin (Freccia-Tochter) und eine Mehrfachkalbin (RomboTochter). 43

27/08/12 10:03


I n co n t r i

e

M e e t ing

l'occasione per un franco dibattito sulla valutazione morfologica. Enrico Santus, direttore Anarb, e Daniele Galbardi, esperto, hanno risposto a tutti i quesiti posti dagli allevatori; al termine, quelli che piĂš si sono avvicinati alla graduatoria ufficiale stilata da Galbardi, hanno avuto in premio dosi di seme offerto dal Centro provinciale per la fecondazione artificiale. Terminate le valutazioni, il presidente di sezione Ennio Bonomi ha colto l'occasione per

portare il saluto del presidente Germano Pè, assente per altri impegni.

splendida giornata in alpeggio, occasione di un sano confronto tra allevatori, la considerazione che emerge è che solo grazie al lavoro quasi oscuro, ma molto prezioso, di persone come Giovanni, ci sarà la possibilità di godere di ambienti incontaminati come il Gaver. A lui e alla famiglia tutta, da parte degli allevatori presenti e dell'Apa, va un doveroso ringraziamento per la gentilezza e l'ospitalità. Mario Lussignoli

Ringraziamenti Come da tradizione, il meeting si è realmente concluso dopo che tutti i partecipanti hanno apprezzato i numerosi prodotti tipici magistralmente preparati da Stefania, dalla figlia Lucia con il genero Andrea, coadiuvati dal personale Apa ormai rodato a certe iniziative. Al termine della

PROGRAMMA BRUNA 2012 Âť MercoledĂŹ, 5 dicembre Arrivo vacche e manze

9º CONGRESSO MONDIALE degli allevatori Brown Swiss & ESPOSIZIONE EUROPEA 6– 8 dicembre 2012, San Gallo, Svizzera

 GiovedÏ, 6 dicembre Congresso mondiale  VenerdÏ, 7 dicembre Congresso mondiale  09.00 Apertura dell’esposizione 18.15 Concorso internazionale dei giovani JLXGLFLFODVVL¿FDGHOOHPDQ]HHGHOOH primipare  Sabato, 8 dicembre  09.00 Apertura dell’esposizione  &ODVVL¿FDGHOOHYDFFKH Miss BRUNA e campionato europeo

www.bruna2012.com

Svizzera. Naturalmente.

44

43@44_M_4_12.indd 44

n . 4

•

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

27/08/12 10:03


I nc ontri

e

Meeti ng

Fra storia e tradizione a Noceto spazio ai giovani La Società agricola « Il livello di Piampiano » ospita il meeting regionale dell’Emilia Romagna Un meeting con tanti giovani… L’Apa e i giovani del Junior Dairy Club Parma hanno organizzato a Noceto, il 14 luglio scorso, il meeting regionale dell’Emilia Romagna. Una giornata tecnica dedicata alla morfologia delle bovine ospitata presso la Soc. Agr. Il Livello di Piampiano Antonio & Fratelli. Un centinaio di ragazzi si sono incontrati e confrontati sulla morfologia delle bovine da latte. I lavori del meeting sono iniziati con l’inaugurazione e la benedizione della moderna sala di mungitura. Il programma è proseguito con l’intervento di Alessandro Raffaini che ha illustrato la scheda aziendale e le caratteristiche dell’allevamento ospitante. In tarda mattinata Lino Pietroboni, per la razza Bruna, ha coordinato le gare di giudizio, con la presentazione di tre categorie di ottime vacche in lattazione magistralThe regional meeting of Emilia Romagna took place on July 14 on the farm Il Livello in Piampiano di Noceto, Parma. The meeting started with the opening ceremony and the blessing of the new milking barn. The day was dedicated to the type of the n . 4

45@46_M_4_12.indd 45

l u g l i o

/

a g o s t o

mente toelettate e presentate dai giovani del Junior Club di Parma. In chiusura il presidente Apa Fabio Boldini ha consegnato una targa commemorativa dell’evento alla famiglia Piampiano in segno di ringraziamento per la grande ospitalità. L’Apa di Parma ringrazia tutti gli sponsor, gli allevatori e collaboratori che hanno contribuito alla buona riuscita della manifestazione.

L’azienda ospitante… Arrivato dalla Sicilia nel 1960 con nulla in tasca, ma con tanta voglia di fare, il capostipite della famiglia Pietro Piampiano ha iniziato come bracciante in alcune aziende agricole del piacentino. Sposato nel 1967 con Mariella, che lo aiuterà nella conduzione dell’azienda, con l’arrivo dei figli Giuseppina, Toni, Roberto e Massimo si sposta nella zona di Sal-

C. Barella, vicepresidente, premia i coniugi Mariella e Piero Piampiano con L. Pietroboni dell'Anarb. brown cows. Besides the usual participants, a group of over a hundred young people attended the show. Das Meeting der Region Emilia Romagna am 14.Juli bei Piampianos Agrargesellschaft Il Livello in Noceto 2 0 1 2

(Parma) begann mit der Eröffnung und der Einweihung des modernen Melksstandes im Betrieb. Der Tag war dem Braunvieh-Exterieur gewidmet. Außer dem gewohnten Stammpublikum waren etwa 100 Jugendliche zugegen. 45

27/08/12 10:07


I n co n t r i

e

M e e t ing

somaggiore agli inizi degli anni Settanta, finché con il fratello Rosario acquista alcuni terreni e impianta la prima azienda agricola di proprietà nella zona di Salsomaggiore Terme. All’inizio degli anni Ottanta i due fratelli si dividono ed entrano in azienda i giovani figli Toni, Roberto e Massimo; nel 1990 l’azienda subisce il primo ampliamento con la costruzione di una moderna sala di mungitura automatica e una stalla per oltre 100 capi che da stabulazione fissa passa a libera, dotata di un impianto di distribu-

investimenti e sacrifici hanno portato l’azienda Livello a dotarsi delle più moderne attrezzature quali l’ampliamento delle stalle, la costruzione di un deposito di foraggio, dopo che un incendio nel 2003 aveva distrutto quello esistente, due vasche di stoccaggio liquami, un impianto computerizzato di distribuzione automatica del mangime con ben 11 stazioni e, inaugurata a maggio 2012, la nuova sala di mungitura con 15+15 poste di mungitura. Apa Parma

zione automatica del mangime e stoccaggio dei foraggi; ha inizio anche una notevole espansione della superficie coltivata. In questi anni inizia anche l’attività di selezione genetica dei capi gestita da Roberto e l’inserimento in stalla della razza Bruna. Nel 2001, con l’acquisizione dell’azienda agricola Livello di Costamezzana di Noceto (Parma), avviene un’ulteriore espansione con l’aumento del numero dei capi fino ai circa 400 attuali, grazie anche all’aiuto di collaboratori fissi. Dal 2001 al 2012 notevoli

Calendario manifestazioni 2012 Settembre 1 Castel di Sangro (AQ) - Meeting 5 Trento - Asta femmine 6 Mottola (TA) - Giornata Bruna del Centro-Sud 8 Montenero Valcocchiara (IS) - Meeting 9 Fucine (TN) - Mostra zonale 15 Cogolo (TN) - Mostra zonale 15 Valtorta (BG) - Mostra zonale 19 Malè (TN) - Mostra zonale 19 Serina (BG) - Mostra zonale 20 Fiera di Primiero (TN) - Mostra zonale 21 Castelnuovo Valsugana (TN) - Mostra zonale Livigno (SO) - Mostra comunale 21 22 Branzi (BG) - Mostra zonale 22 Roncone (TN) - Mostra zonale 24 Clusone (BG) - Mostra zonale 26 Trento - Asta femmine 27 Bolzano - Asta maschi e femmine 29 Bormio (SO) - Mostra zonale 29 Pieve di Ledro (TN) - Mostra zonale Predazzo (TN) - Mostra zonale 29 29 Schilpario (BG) - Mostra zonale 46

45@46_M_4_12.indd 46

29-30 Pasturo (LC) - Mostra interprovinciale Ottobre 1-2 Edolo (BS) - Asta maschi e femmine 6 Dossena (BG) - Mostra zonale 7 Taleggio (BG) - Mostra zonale 13 Camerata Cornello (BG) - Mostra zonale 13 Casnigo (BG) - Mostra zonale 14 Porlezza (CO) - Mostra zonale 17 Trento - Asta femmine 18 Bolzano - Asta maschi e femmine 19-21 Morbegno (SO) - Mostra 25-28 Cremona - Fiera del bovino da latte Novembre 7 Trento - Asta femmine 9-11 Gemona (UD) - Concorso regionale Bolzano - Asta maschi e femmine 15 17-18 Edolo (BS) - Mostra provinciale 24 Bolzano - Asta d’élite 28 Trento - Asta femmine Dicembre 6-8 St. Gallo (CH) - Confronto europeo vacche 13 Bolzano - Asta maschi e femmine n . 4

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

27/08/12 10:08


POMPEO

BESFARM PRO GORD POMPEO ET IT 103 990 000 332 All.: BESANA F.lli - Malesco (VB)

POMPEANA All. SANGONELLI Antonio e DAL BONO Gabriella - Montechiarugolo (PR)

PRONTO ∫ ENSIGN ENJOY 2° 305 9.176 4.59% 3.74%

GORDON ETERNIA 4° 305 11.187 4.07% 3.56%

TRADITION EDLE 7° 305 8.944 4.47% 3.57%

INDICI GENOMICI ANARB AGOSTO 2012 I.T.E. RANK LATTE KG. GRASSO KG. GRASSO % PROTEINE KG. PROTEINE % FIGLIE PROD.

POMPEO RACHELE - MB88 - OT90mam All. FETTAMELLI Valentino e Giulio ss. - Arborea (OR)

di • Arti & pie • Mammelle

Distributore per l’Italia

pompeo.indd 1

808 96 697 27 -0,02 27 0,03 70

STATURA FORZA - VIGORE PROFONDITÀ LINEA DORSALE ANGOLO GROPPA AMP. STRUTTURALE ARTI DI LATO QUALITÀ GARRETTO PASTOIE ALTEZZA TALLONI ATTACCO ANTERIORE ALTEZZA ATTACCO LARGHEZZA ATT. POST. POST. LARGHEZZA ALTEZZA ATTACCO ATT. POST. POST. LEGAMENTO PROFONDITÀ MAMM. DIREZIONE CAPEZZOLI LUNGH. CAPEZZOLI

115 117 128 58 118 AB 116 118

TIPO ICM ARTI E PIEDI FIGLIE MORF. LONGEVITÀ K - CASEINE MUNGIBILITÀ CELLULE SOMATICHE

119 88 87 99 112 96 100 98 100 98 105 80 78 75 100 116 100 130 106 80 100 101 106 96 100 114 100 113 124 96 100 90 100 95

88

94

100

106

112

118

Distributore per l’estero

27/08/12 10:09


Le ricette di Nonna Vige Penne ai peperoni Dosi per 4 persone 320 g penne 2 peperoni dolci 1 scalogno 80 g formaggio cremoso 20 g pecorino 4 cucchiai di olio extra vergine 1 cucchiaio di prezzemolo tritato sale, pepe

Pulite i peperoni e tagliateli a fette sottili. In una padella larga soffriggete lo scalogno pulito e affettato con l’olio. Aggiungete i peperoni e fate cuocere a fuoco vivo per almeno 15 minuti, continuando a muoverli. I peperoni devono risultare morbidi. Salate e pepate. Aggiungete il prezzemolo e

lasciate intiepidire. Cuocete la pasta in acqua bollente salata. Scolatela al dente e aggiungetela ai peperoni. Saltate la pasta e aggiungete il formaggio cremoso e il pecorino. Mescolate bene per mantecare il tutto. Completate con una macinata di pepe prima di servire.

Lavate le zucchine e lessatele in acqua salata per 10 minuti. Scolatele e lasciatele raffreddare. Nel frattempo riducete il pane a dadini e bagnatelo con il latte. Fate un soffritto con la mezza cipolla tritata, le acciughe e il burro. Tagliate le zucchine a metà nel senso della lunghezza e svuotatele conservando la polpa. Aggiungete al soffritto, a fuoco spento, il pane ammorbidito nel latte, l’uovo, il Parmigiano Reggiano e mescolate

velocemente. Passate il ripieno nel robot aggiungendo la polpa delle zucchine e il tonno sgocciolato. Salate e pepate. Riempite con il ripieno le mezze zucchine e fatele dorare in forno caldo a 180° per 30 minuti. Servire caldo o temperatura ambiente.

Zucchine ripiene Dosi per 4 persone 8 zucchine medie 1 pane raffermo ½ bicchiere di latte ½ cipolla 2 acciughe sott’olio 150 g tonno sottolio 1 uovo 50 g Parmigiano Reggiano grattugiato 30 g burro

Filetto di maiale al Teroldego Dosi per 4 persone 1 filetto di maiale intero (g 800 ca.) 2 bicchieri di Teroldego 1 spicchio di aglio salvia, rosmarino 30 g burro 1 bicchiere di brodo sale e pepe

48

48_M_4_12.indd 48

In una padella far soffriggere l’aglio con la salvia e il rosmarino e rosolare bene su tutti i lati il filetto intero evitando di bucarlo. Salare e pepare. Versare il vino e fare

n . 4

sfumare a fuoco vivace. Aggiungere il brodo, abbassare la fiamma e lasciare cuocere coperto per 5 minuti, girando il filetto almeno una volta. Spegnere e lasciar riposare coperto altri 5 minuti. Togliere dalla padella il filetto e affettarlo. Fate restringere il sugo a fuoco vivace, se necessario, prima di versarlo sul filetto e servire.

l u g l i o

/

a g o s t o

2 0 1 2

27/08/12 10:10


Saremo a Cremona dal 25 al 28 ottobre 2012, nell’ambito della 67ª Fiera internazionale del bovino da latte. Punto di incontro per allevatori, tecnici ed anche per gli iscritti al Bruna junior club, all’interno del nostro stand avremo il piacere di farvi conoscere e apprezzare i pregi della razza, oltre alla freschezza e alla genuinità di alcuni fra i migliori formaggi tipici di qualità, marchiati disolabruna®, frutto della sapiente lavorazione del suo latte. Vi aspettiamo quindi per testare di persona il sapiente mix di elementi naturali e ricerca scientifica che hanno portato la razza Bruna ad essere oggi un autentico punto di riferimento per gli allevatori di tutto il mondo.

la forza delle idee...

cremona2012_OK.indd 1

27/08/12 10:12


ASTE 2012

Le brune del Trentino sane, produttive e funzionali MERCOLEDÌ MERCOLEDÌ MERCOLEDÌ MERCOLEDÌ MERCOLEDÌ MERCOLEDÌ MERCOLEDÌ

15 16 05 26 17 07 28

FEBBRAIO MAGGIO SETTEMBRE SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE NOVEMBRE

VENGONO ASSICURATE: ASSISTENZA COMMERCIALE NELLE SCELTE DEI CAPI ORGANIZZAZIONE DEI TRASPORTI ANCHE FUORI PROVINCIA GARANZIA SECONDO GLI USI E I COSTUMI DELLA PROVINCIA DI TRENTO IL CATALOGO È CONSULTABILE UNA SETTIMANA PRIMA DELL’ASTA AL SITO WWW.FPATRENTO. IT

LE MANIFESTAZIONI SI SVOLGERANNO PRESSO IL CENTRO ZOOTECNICO DI TRENTO NORD VIA DELLE BETTINE, 40 CON INIZIO ALLE ORE 10

Trento.indd 1

LE ATTIVITÀ DELLA FEDERAZIONE

Selezione: tenuta libri genealogici - organizzazione controlli funzionali • Centro fecondazione artificiale Alpenseme a Toss di Ton • Assistenza tecnica: consulenza sui programmi di selezione, controllo impianti di mungitura, gestione piano IPO • Assistenza commerciale: aste, ritiro vitelli, vacche fine carriera, servizio urgenze • Alpicoltura: gestione malga Juribello - assistenza e organizzazione alpeggi • Programma di selezione: Superbrown • Formazione e divulgazione: corsi di aggiornamento per allevatori e tecnici - convegni • Punto vendita carni trentine.

FEDERAZIONE PROVINCIALE ALLEVATORI TRENTO

Via delle Bettine, 40 38100 TRENTO - ITALY Tel. 0461 432111 - Fax 0461 432110 www.fpatrento.it e-mail: segreteria@fpatrento.it

20/12/11 10:26


ANARB - rivista 4/2012